Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Chris Williams ha lasciato la Disney
Disney Digital Forum > * The Walt Disney Company * > Walt Disney Studios
veu
Chris Williams, regista di Bolt, Big Hero 6, Oceania nonché del cortometraggio mai divulgato Glago's Guest, ha lasciato la Disney.
In passato ha lavorato come story artist di Mulan e nel reparto di creazione delle storie per Le follie dell'imperatore, Lilo e Stitch e Chicken Little. Ad un certo punto era stato chiamato come regista per la nuova versione di King of the Elves (progetto cancellato).
L'ultimo suo lavoro, come produttore esecutivo, è Ralph 2.
Prima di lasciare, stava lavorando come regista assieme a Don Hall di un lungometraggio animato, ancora top secret e che per ora non si sa se verrà realizzato (solo da Don Hall oppure assieme ad altri o se verrà cancellato).

Williams si aggiunge alla lista dei numerosi artisti che nel giro di soli cinque anni si sono allontanati dalla Disney come John Kahrs, Patrick Osborne, Nathan Greno, John Musker (andato in pensione), and Kevin Deters che si aggiungono ai nomi illustri di Glen Keane, Andreas Deja, Claire Keane, Clio Chiang, Clay Kaytis, e Lino Di Salvo.

Chris Williams si occuperà di un film animato, diretto tutto da lui, in lavorazione per Netflix.


La notizia è riportata da Variety

Logan232
Anche Glen Keane sta dirigendo un film animato in arrivo tra qualche anno su Netflix. Se non altro un pò della Disney vecchia scuola tornerà a regalarci qualche film. Grazie Netflix.

Per quanto riguarda il futuro della Disney, vedremo. Per il momento all'orizzonte ci sono solo sequel (tra Mary Poppins, Ralph e Frozen); vedremo quando arriverà un film originale come sarà.
Fra X
Vediamo un pò come la Lee riuscirà a gestire le risorse umane dopo questi addii che sembra ormai ciclicamente si ripropongano visti i precedenti con Bluth e Katzenberg anche se stavolta si tratta di caso per caso.
Scrooge McDuck
Netflix sta carpendo uno dopo l'altro i più grandi nomi nel campo dell'animazione (soprattutto tradizionale e stop-motion). Tante perle che, una dopo l'altra, stanno dando forma a una collana da far invidia ai più grandi Studios.
Daydreamer
Quel che mi lascia qualche dubbio è la mancanza di una linea comune. Il marchio Netflix sa ancora troppo di piattaforma spersonalizzata, in cui i film sembrano troppo rispondere solo a se stessi, in maniera troppo indipendentista, senza un racconto e un cosiddetto stile comune che uno Studio è ancora in grado di evocare e trasmettere.
kekkomon
Se ne vanno perché non c'è spazio e hanno ragione.
Ma la Disney va con un film ogni anno/due, come può far spazio a tutti??
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.