Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: I 78 giri
Disney Digital Forum > * The Walt Disney Company * > Disney Memorabilia
Lino
... e che è sconsigliabile, anzi assolutamente vietato, ripulire con l'alcool puro a 90° come si fa con i più recenti dischi in vinile con ottimi risultati. Sì, perchè i dischi a 78 giri in gommalacca sono rivestiti da una vernicetta brillante nera che a contatto con l'alcool si scioglie come melassa e si trasferisce direttamente sullo straccio utilizzato suscitando il panico e le imprecazioni del pasticcione di turno. In questo caso, qualche anno fa, il sottoscritto, che rovinò in parte la sua preziosissima copia di "Os Quindins de Yayá" tratta dall'album 78 giri Decca "The Three Caballeros" del 1944.



Anni meravigliosi negli USA (da noi c'erano ancora i soliti inutili dittatorini - destinati naturalmente malissimo - che avevano deciso di fare le loro guerre cretine da maschi ridicoli, pomposi, bruttini e imbecilli) e che ci hanno fatto perdere un sacco di tempo. Gli anni splendidi della MGM, dei musical di Vincente Minnelli e dei film in Technicolor.
Uno degli album più belli della Decca disneyana.
Lino
In Italia per fortuna fino al 1941 fu ben attiva La Voce del Padrone-Columbia-Marconiphone di Milano che pubblicò i primi album di Biancaneve e Pinocchio. Questa crea le sei etichette in italiano da applicare sui dischi His Master’s Voice e pubblica le canzoni del film in lingua originale. I dischi vengono catalogati come GW 1530, GW 1531 e GW 1532 e chiusi in un cofanetto codificato “Serie 115”. I disegni delle etichette sono identici alle edizioni degli altri paesi europei e dopo decenni conservano ancora un fascino straordinario. L’album di Biancaneve riporta il titolo del film nei caratteri di scrittura Art Déco in voga all’epoca con la precisa dicitura: DISCHI INCISI DALLA COLONNA SONORA DEL FILM ORIGINALE AMERICANO DI WALT DISNEY. I titoli delle canzoni sono: Con un canto nel cuor / Dig-a-dig-dig e Ehi ho! (GW 1530), Io desidero e Non ho che un canto / Impara a fischiettar (GW 1531) e Il mio amore un dì verrà / La tirolese dei nani (GW 1532).



Lino
Biancaneve appare invece nel catalogo Columbia per la prima volta nel 1940, con ben sette dischi singoli a 78 giri e ulteriori tre raccolti in un cofanetto. Le versioni incluse nel cofanetto sono in italiano, ma non sono quelle originali del doppiaggio cinematografico. L’etichetta blu scuro porta i nomi degli interpreti: Myriam Ferretti e Compagnia Columbia. A dire la verità la dicitura "biancaneve e i 4 nani" la trovo quanto meno inquietante. Potevano prodigarsi a trovare altri 3 individui da inserire nel cast e arrivare a 7...La S.A.I. Creazioni Walt Disney già all'epoca dava licenze con una certa leggerezza e negli ultimi decenni la sua erede moderna continua a fare altrettanto.

Lino
Ancora immune dall’influenza delle critiche feroci che investirono in Italia il film alla sua uscita nel dopoguerra (dicembre 1947), il pubblico nostrano nel 1941 rimase letteralmente stregato da When You Wish Upon A Star, la prima delle sei canzoni in lingua originale proposte dagli album a tre dischi 78 giri (codici HN 1850, HN 1851 e HN 1852) editi da La Voce del Padrone dedicati a "Pinocchio".





L'album resta in catalogo fino al 1948, poi viene ristampato con marchio Columbia nel 1949 (codici D.Q. 3429, D.Q. 3430 e D.Q. 3431), ma nella sua versione in italiano, con i testi delle canzoni direttamente tratti dallo spartito edito da Suvini Zerboni, la musica eseguita dall’Orchestra Sinfonica e Ritmica Columbia e coro diretto dal maestro D. Olivieri. Niente a che vedere con la colonna sonora originale del film che apparve registrata su disco soltanto nel 1962, con l'uscita dei primi dischi Disney 33 giri della Cemed Carosello, creatura del gruppo editoriale Curci.

Lino
Nel 1952 La Voce del Padrone produce il set di “Cenerentola”. Realizzato sulla falsa riga della pubblicazione americana RCA/VICTOR Little Nipper, presenta i disegni caratteristici d’epoca ispirati ai fotogrammi del film, alquanto brutti. E mentre la versione americana almeno riporta le voci degli interpreti originali del film, quella italiana racconta una libera versione della fiaba di Perrault, interpretata da voci che nulla hanno a che vedere con quelle della versione cinematografica disneyana. Bellissime sono le etichette dei tre 78 giri contenuti nell’album.

Lino
E qui scatta l'invidia. La Francia ebbe probabilmente la più bella edizione di Cenerentola a livello mondiale nel 1950 con i tre picture disc a 78 giri delle edizioni Pathé. Non per niente il responsabile, fra le tante altre cose, di questa cosuccia è diventato Disney Legend.













Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.