Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Inside Out
Disney Digital Forum > * Altri Argomenti * > Recensioni
Pagine: 1, 2
caninlegend
Anche io ,dopo un mese dalla visione, mi accingo a dire la mia. Sono d'accordo con molti di voi, questo film surclassa gli ultimi due ("Ribelle" non mi era piaciuto granchè, e MU carino ma nulla di particolare) si ritorna agli standard della Pixar, la mente di Riley viene elaborata in modo assai convincente. Anche dal punto di vista estetico, il cast risulta assai interessante (a parte forse Disgusto che trovo abbastanza inutile), il resto dei personaggi fa la sua figura in particolareBing-Bong, personaggio che nasconde una certa malinconia dietro le battute. Menzione d'onore anche per Rabbia, il quale mi ha strappato più di un sorriso, anche Tristezza, la solita incompresa, ma che risulta fondamentale per dare un senso a tutto. Ci sono un paio di cose che mi hanno lasciato perplesso, ad esempio avrei preferito un maggiore spazio alla vicenda di Riley la parte "fuori" mi è sembrata un po superficiale e il finale mi è sembato decisamente frettoloso, a parte questo il film risulta decisamente valido.

voto: 8+
il-Woody
Ciao ragazzi! Ho letto le vostre recensioni e voglio provare a farne una anche io, è la prima volta che mi capita di farlo sul forum, quindi attendo i vostri pareri smile.gif

Ho visto Inside Out più o meno una settimana fa, ho voluto aspettare a dire la mia, in modo da ragionare con più calma sul film.

Iniziamo con il corto Lava, che dire, lo trovo un po' di sotto rispetto alle aspettative che normalemente si hanno da un corto Pixar, animazione fin troppo statica per il genere, colori bellissimi e trama un pochino debole, bello il messaggio d'amore, ma nulla di più. Giovanni Caccamo, ovvero la voce maschile del vulcano fa comunque un ottimo lavoro.

Passiamo al film, Inside Out, premetto di aver letto diversi articoli e visto qualche recensione su youtube a riguardo, ma di non aver voluto vedere di proposito spezzoni o simili. Le recensioni da me lette e ascoltate sono state a dir poco entusiastiche, con qualcuno che inneggiava (già da giugno, quando fu presentato fuori concorso a Cannes) al miglior film Pixar di sempre.
Il film racconta del passaggio dall'infanzia all'adolescenza della protagonista, Riley, una bambina americana che dalla "campagna" si trasferisce in città, in un contesto nuovo e senza gli amici di sempre. Questo scatenerà in lei delle reazioni e smuoverà delle emozioni, possiamo dire le tipiche emozioni che si hanno quando ci si accorge che si sta crescendo e dentro di noi stanno avvenendo dei cambiamenti. Le emozioni di Riley, Gioia, Tristezza, Paura, Rabbia e Disgusto sono i veri protagonisti del film, che prendendo il controllo dei vari momenti della vita della bambina, daranno il via ad un domino di eventi che porteranno, volenti o nolenti, alla crescita di Riley.
Il film di per se ha una trama molto lineare, con lo svolgimento classico che la casa di produzione di Emeryville usa spessissimo se non quasi sempre, e questo giova sicuramente al racconto della storia. Le tematiche e soprattutto il mondo delle emozioni creati da Docter sono molto complessi e una trama semplice da spiegare non fa altro che far bene al film.
La creazione del mondo delle emozioni risulta essere perfetta, così come è perfettamente bilanciato l'equilibrio tra la vita di Riley e il suo mondo interiore. Il film scorre molto veloce, forse fin troppo, sono 1 ora e 40 minuti ma sembrano molto meno.
Tecnicamente risulta un film perfetto, colori vivaci e inquadrature identiche a un action movie, i personaggi delle emozioni brillano di luce propria (nel senso cromatico del termine) e vengono rappresentati con delle specie di sfocature (simili a bollicine) che li rendono delle presenze reali, ma anche allo stesso tempo delle figure molto delicate, quasi evanescenti. Il mondo nuovo affrontato e sopratutto creato da Pixar, risulta molto credibile, quasi come a dare l'idea che sia li da sempre.
Personalmente ho molto apprezzato il taglio che è stato dato al racconto, ovvero senza mai distogliere l'attenzione per troppo tempo sia dal mondo di Riley che dal mondo di Gioia e compagni. Il tutto risulta ben bilanciato e fa si che il film non abbia mai dei momenti lenti. Perfetto e sorprendente è anche il modo in cui viene fatto vedere come un'azione delle emozioni vada a influire direttamente sui pensieri di Riley e inneschi una serie di reazioni che si vanno poi a riflettere nella vita reale della portagonista.
Come ho già detto prima, il pezzo forte di Inside Out è la creazione del mondo delle emozioni, composto non solo dai 5 esserini Gioia, Tristezza, Paura, Rabbia e Disgusto, ma anche dalle isole della Famiglia, degli amici, dell'hockey e della stupidera e di tutta l'organizzazione dei pensieri. Citazione speciale per il mondo Astratto, hanno trovato una dimensione perfetta per rappresentarlo e le citazioni contenute sono bellissime.
A mio parere il personaggio di Gioia risulta un po' piatto e quasi irritante in certi momenti, mentre spicca il personaggio di Tristezza che è nettamente più ricco di sfumature, Disgusto, Rabbia e Paura vengono relegati al ruolo di comprimari e avrei voluto vederli ancora un po', magari proprio allungando il film anche solo di un quarto d'ora. Personaggio che è un comprimario, ma che trovo perfetto è Bing Bong, oltre al gesto principale che fa nel film, lo trovo anche un po' il riassunto di tutte le emozioni e quindi l'ho trovato anche il più completo.
L'unica pecca che ho trovato in questo film, oltre allo scorrere molto veloce, è che ad un certo punto si ha come l'impressione che il film ci debba spiegare e far vedere ancora qualcosa e invece viene terminato forse troppo frettolosamente facendo risultare il finale del film, forse, fin troppo scontato incompleto. Questo particolare, ahimè, rende il film più esercizio di stile puntato molto sulla tecnica di animazione e sull'estetica, piuttosto che dare un messaggio e raccontare una storia esauriente, e questo un po' mi spiace.
I miei film Pixar favoriti comunque, rimangono altri, penso che il viaggio di Marlin e Dory sia immenso rispetto al viaggio di Gioia e Tristezza, o il racconto della vita di Carl e Ellie di Up siano ancora troppo superiori rispetto magari ai ricordi di Riley. Ma è sono solo dei miei personalissimi punti di vista.
Sicuramente questo film sarà tra i candidati all''oscar per il miglior film di animazione e sicuramente lo vincerà. Minions, Hotel Transilvania e Il piccolo principe non credo possano competere con un film del genere. Forse l'unica che può battere Pixar è proprio Pixar stessa, con Il Viaggio di Arlo, chissà...
In conclusione, il film è fatto bene, ma mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca, va troppo di fretta e vuole concludere in fretta e questo non mi ha fatto impazzire. Certo se tutti i film che mi lasciano l'amaro in bocca fossero di questa qualità, beh sicuramente non mi dispiacerebbe.
Ancora una volta Pixar risulta 10 anni avanti rispetto ad altri studios che producono lungometraggi animati in computer grafica, quindi spero si scordino Cars 2 e continuino a migliorarsi.

VOTO ALLA STORIA: 7
VOTO TECNICO: 9
VOTO AL FILM: 8 pieno, ma non abbiate fretta
chipko
CITAZIONE (il-Woody @ 18/10/2015, 18:37) *
Ciao ragazzi! Ho letto le vostre recensioni e voglio provare a farne una anche io, è la prima volta che mi capita di farlo sul forum, quindi attendo i vostri pareri smile.gif

Bravo!
Posso dire che su molte cose sono d'accordo, su altre solo punti di vista differenti (in realtà solo sui voti, io sono più stitico eheheh.gif )
Mi piace che hai argomentato bene tutte le tue riflessioni. Scrivine altre mi raccomando.

PS ma nessuno ha notato che un pezzo del doppiaggio italiano è stato dimenticato o è saltato in fase di produzione?
Quando Riley disegna sul muro Bin Bong (l'orrore di ogni genitore) lei canta la canzone (di bing bong) in inglese, mentre nel film (dopo quando la canta bing bong) la sentiamo doppiata. Non sono riuscito a cogliere se l'audio lì è in inglese (perché in fondo lì ha una voce diversa) o se la voce italiana canta in inglese, ma credo proprio che o non l'hanno doppiata o è saltata la battuta.
Se così fosse sarebbe il primo buco audio italiano ad essere andato in onda fin dalla sua apparizione cinematografica Roftl.gif
il-Woody
CITAZIONE (chipko @ 18/10/2015, 22:22) *
Bravo!
Posso dire che su molte cose sono d'accordo, su altre solo punti di vista differenti (in realtà solo sui voti, io sono più stitico eheheh.gif )
Mi piace che hai argomentato bene tutte le tue riflessioni. Scrivine altre mi raccomando.

PS ma nessuno ha notato che un pezzo del doppiaggio italiano è stato dimenticato o è saltato in fase di produzione?
Quando Riley disegna sul muro Bin Bong (l'orrore di ogni genitore) lei canta la canzone (di bing bong) in inglese, mentre nel film (dopo quando la canta bing bong) la sentiamo doppiata. Non sono riuscito a cogliere se l'audio lì è in inglese (perché in fondo lì ha una voce diversa) o se la voce italiana canta in inglese, ma credo proprio che o non l'anno doppiata o è saltata la battuta.
Se così fosse sarebbe il primo buco audio italiano ad essere andato in onda fin dalla sua apparizione cinematografica Roftl.gif

Grazie mille Chipko, i voti sono un po' alti perchè comunque rispetto a quello che si trova ultimamente al cinema il film risulta comunque superiore nonostante le pecche. smile.gif almeno questa è la considerazione che ho fatto io, ovviamente opinabilissima biggrin.gif

Il buco audio penso sia solo pigrizia, perchè all'80% del pubblico sfugge... tanto la canzone di bing bong ritorna dopo un bel po'
chipko
CITAZIONE (il-Woody @ 18/10/2015, 22:53) *
Grazie mille Chipko, i voti sono un po' alti perchè comunque rispetto a quello che si trova ultimamente al cinema il film risulta comunque superiore nonostante le pecche. smile.gif almeno questa è la considerazione che ho fatto io, ovviamente opinabilissima biggrin.gif

Ci mancherebbe, anche i miei voti d'altra parte sarebbero opinabilissimi. smile.gif
(che poi sarebbe comunque un 7, magari scarso ma il 7 lo do).
il-Woody
CITAZIONE (chipko @ 18/10/2015, 23:18) *
Ci mancherebbe, anche i miei voti d'altra parte sarebbero opinabilissimi. smile.gif
(che poi sarebbe comunque un 7, magari scarso ma il 7 lo do).

Allora un 7 e mezzo e siamo tranquilli eheheh.gif

Comunque il concept del film è molto bello, però credo che lo abbiano caricato troppo di aspettative, l'impressione che ho avuto io è che il film dovesse dire ancora qualcosa
chipko
CITAZIONE (il-Woody @ 18/10/2015, 23:34) *
però credo che lo abbiano caricato troppo di aspettative

Vero, io l'ho visto con le orecchie piene di "fantastico", "incredibile", "meraviglioso", "spettacolo" che hanno preceduto il film.

CITAZIONE (il-Woody @ 18/10/2015, 23:34) *
l'impressione che ho avuto io è che il film dovesse dire ancora qualcosa

Tranquillo che faranno il 2 Roftl.gif
Scrooge McDuck
Marco ma sei sicuro? Io tutte le volte che l'ho visto ho sentito Riley cantare in italiano!

Comunque, nel caso, non batterebbe La principessa e il ranocchio, che al cinema uscì senza una battuta doppiata (in quel caso era un "vero" e proprio buco, perchè non c'era la battuta né in italiano né in inglese). Solo con l'uscita del DVD e del BD venne corretto l'errore!
chipko
CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 19/10/2015, 8:52) *
Marco ma sei sicuro? Io tutte le volte che l'ho visto ho sentito Riley cantare in italiano!

No, al cinema non ci ho fatto caso, ma nel rivederlo (chissà dove rolleyes.gif) al minuto 06.05 Riley canta in inglese.
Ma non so se questo è un problema della copia del "chissà dove" in realtà assente nella copia vista al cinema.

CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 19/10/2015, 8:52) *
Comunque, nel caso, non batterebbe La principessa e il ranocchio, che al cinema uscì senza una battuta doppiata (in quel caso era un "vero" e proprio buco, perchè non c'era la battuta né in italiano né in inglese). Solo con l'uscita del DVD e del BD venne corretto l'errore!

Questa chicca mi mancava, non andai a vederlo al cinema, lo recuperai anni dopo.
kekkomon
CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 19/10/2015, 8:52) *
Comunque, nel caso, non batterebbe La principessa e il ranocchio, che al cinema uscì senza una battuta doppiata (in quel caso era un "vero" e proprio buco, perchè non c'era la battuta né in italiano né in inglese). Solo con l'uscita del DVD e del BD venne corretto l'errore!

Che rimane comunque non sincronizzato dry.gif
il-Woody
Comunque il buco c'ê, tanto ê vero che se ci fate caso poco prima che Riley urli "lavaaaa!!! (cioè qualche fotogramma prima di Riley che canta) c'è una risata della bimba che non viene doppiata, quindi l'errore della canzoncina penso sia frutto di questo saltare un po' qua e la biggrin.gif
LucaDopp
Io comunque, rispetto a molti altri film Pixar, ho notato una certa mancanza di humour che credo lo renda un po' indigesto ad alcune fasce d'età. Per farla breve, mi è sembrato più "da bambini" in confronto ad altri film dello studio che magari per altri aspetti gli stanno alla pari.
Capitano Amelia
CITAZIONE (LucaDopp @ 19/10/2015, 13:22) *
Io comunque, rispetto a molti altri film Pixar, ho notato una certa mancanza di humour che credo lo renda un po' indigesto ad alcune fasce d'età. Per farla breve, mi è sembrato più "da bambini" in confronto ad altri film dello studio che magari per altri aspetti gli stanno alla pari.

Uhm, però io non vedo questo come il Pixar che ha più di tutti uno humour infantile: certo non raggiunge i livelli di un "Ratatouille" ma se rapportato ad un Pixar come "Ribelle" è nettamente meno infantile rispetto a quest'ultimo, a parer mio... smile.gif
Scrooge McDuck
Così su due piedi mi vengono in mente la battuta sul dejavù e la canzoncina che rimbomba nella mente, due cose che forse fanno ridere maggiormente gli adulti dei bambini, no?
Teo
A parte gli sketch visti nei trailer, io ho trovato questo film più difficile da capire per i bambini rispetto a praticamente tutti gli altri film Pixar...io ho due figli di nove e sette anni e, francamente, non l'ho trovato un film molto facile per loro e quindi tarato più su un pubblico adulto. Molti passaggi non sono stati fatti per essere compresi dai piccoli, ma parlano direttamente agli adulti.
Secondo me
brigo
Mi è capitato due volte di vederlo al cinema (ehggià!). In entrambe le occasioni, i bambini più piccoli si sono annoiati e ad ogni dissolvenza sul nero (dal momento della stanza del pensiero astratto in poi, più o meno) chiedevano ai genitori se finalmente fosse finito per potersene andare.
Penso che il pubblico più adatto per questo film vada dai 9-10 anni in poi.
Logan232
A mia nipote di 7 anni appena compiuti è piaciuto tantissimo.
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.