Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Scomparsa Virna Lisi
Disney Digital Forum > * Off-Topic * > Off Topic
veu
Purtroppo ci ha lasciati la grandissima, bellissima e bravissima attrice italiana Virna Lisi.

Riposi in Pace.

Ecco un articolo da Oggi:

È morta Virna Lisi, lutto nel mondo del cinema: solo un mese fa aveva scoperto il male incurabile

Aveva 78 anni. Non si era mai ripresa dal grande dolore per la morte del marito Franco Pesci, con cui era stata sposata per 53 anni. Il figlio Corrado: “Mia madre si è spenta tranquillamente nel sonno”

Lutto nel mondo del cinema italiano: è morta Virna Lisi. L’attrice aveva 78 anni. La notizia nella mattinata di giovedì 18 dicembre. Un mese fa aveva scoperto di avere un male incurabile. Il figlio Corrado ha raccontato che la madre “Si è spenta tranquillamente nel sonno”. Era nata ad Ancona l’8 novembre 1936. In carriera aveva vinto sei Nastri d’Argento e due David di Donatello.

LA VITA – Nata ad Ancona e trasferitasi poi a Roma, Virna Pieralisi, questo il suo vero nome, viene scoperta all’età di soli 14 anni, e nonostante la contrarietà del padre inizia appena adolescente a muovere primi passi nel mondo del cinema. Le sue prime parti da attrice sono in film del genere strappalacrime, molto in voga negli anni ’50. Poi a metà dello stesso decennio le prime commedie, anche al fianco di Alberto Sordi in Lo Scapolo di Antonio Pietrangeli. Il grande successo arriva però con una pubblicità, nel 1957, è il volto dello spot del dentifricio Chlorodont, che viene trasmesso durante Carosello, con lo slogan (diventato un vero tormentone) “Con quella bocca può dire ciò che vuole”. È sempre di quegli anni la partecipazione al film di Totò Totò Peppino e le fantiche.

HOLLYWOOD E L’AMORE – Nel 1960 arriva il matrimonio con quello che sarà il grande amore della sua vita, l’architetto romano Franco Pesci. A lui Virna sarà legata per tutta la sua vita, un matrimonio durato 53 anni, fino alla morte di lui nel 2013, che getta l’attrice nella disperazione più totale. Da quell’unione è nato un figlio, Corrado. Dopo un momentaneo allontanamento dalle scene, per occuparsi proprio del figlio e della famiglia, Virna torna a recitare in numerose commedie Rai, e anche al cinema, dove è ancora una volta al fianco di Totò in Sua Eccellenza si fermò a mangiare. La sua fama si diffonde ben presto oltre i confini italiani, inizia a lavorare in Francia dove interpreta tra l’altro Il tulipano nero e Il delitto Duprè. La seconda metà degli anni ’60 segna il suo debutto nel cinema hollywoodiano, e si trasferisce con marito e figlio a Los Angeles. Il suo primo film a Hollywood è Come uccidere vostra moglie, in cui recita al fianco di Jack Lemmon e Therry Thomas. Una pellicola rimasta nella storia per la scena in cui la Lisi esce dalla torta di compleanno indossando solo un bikini.

FASCINO E SUCCESSO – Bellissima e ammiratissima, Virna diventa però presto insofferente al ruolo di “bambola bionda” che le viene affibbiato dal mondo dello starsystem americano. Per questo rifiuta nel 1968 il ruolo da protagonista del film Barbarella, così come dice no a Playboy che l’avrebbe voluta immortalare in copertina. In tutta risposta lei rescinde il contratto con la Paramount e torna in Italia. Qui riprende a lavorare per produzioni italiane ed europee, nel 1977 il ruolo di Elizabeth Nietzsche nel film Al di là del bene e del male le vale il Nastro d’argento come miglior attrice non protagonista. È del 1980 invece il suo primo David di Donatello per La cicala. Gli anni ’80 sono un periodo di grande attività per lei, che torna a comparire anche in pellicole hollywoodiane tra cui I love N.Y. diretto da Alan Smithee. Tante le commedie che la vedono protagonista anche in televisione, dove è interprete di alcuni degli sceneggiati Rai di maggior successo di quel periodo.

GLI ANNI ’90 – Gli anni ’90 sono per lei all’insegna delle miniserie televisive, come I misteri della giungla nera, ma anche dei film prodotti in Francia: la sua interpretazione in La Regina Margot, tratto dal romanzo di Alexander Dumas padre le valse il premio per la miglior interpretazione femminile al Festival di Cannes. Un decennio che la vede appunto fare la spola fra la terra francese e l’Italia, nel 1996 interpreta Và dove ti porta il cuore di Cristina Comencini ispirato al romanzo di Susanna Tamaro. E vince, ancora una volta, il Nastro d’argento. Dal 2000 in poi la vediamo quasi esclusivamente in televisione, lunghissimo l’elenco delle fiction che la vedono protagonista, da Caterina e le sue figlie a L’onore e il rispetto, Il bello delle donne. Nel 2009 riceve il premio alla carriera ai David di Donatello. Una vita sotto i riflettori, ma sempre accanto al compagno e marito Franco Pesci. E quando lui, nel 2013, muore dopo una grave malattia, per Virna è un dolore infinito. Nonostante questo prova a farsi forza e dopo 12 anni di assenza torna sul set di un film, Latin Lover di Cristina Comencini in uscita a marzo 2015.
Shirleyno01
La sua scomparsa mi ha rattristato moltissimo. Riposa in pace, Virna saluto_triste.gif.
Capitano Amelia
Riposa in pace. saluto_triste.gif
March Hare = Leprotto Bisestile
Insieme alla Loren e alla Lollobrigida, sicuramente l'icona per eccellenza della femminilità made in Italy in tutto il mondo e che, a differenza delle due star sopra citate, ancor oggi si manteneva una splendida signora: riposa in pace cry.gif
nunval
Mi è dispiaciuto moltissimo!
Mad Hatter
Una grande attrice, un bellissima donna, un'incolmabile perdita.

Riposa in pace, Virna...
NemoPS
Molto triste, era una delle poche attrici italiane veramente brave sad.gif Riposa in pace
Arancina22
Riposi in pace, mi spiace moltissimo... sad.gif
Indimenticabile in Come Uccidere Vostra Moglie!
Princesse Sophie
Mi è sempre rimasta nel cuore...riposi in pace...
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.