Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Frozen Fever
Disney Digital Forum > * The Walt Disney Company * > Walt Disney Studios
Pagine: 1, 2, 3, 4
Simba88
La canzone "Making Today a Perfect Day" con il testo originale:

https://www.youtube.com/watch?v=5pgpX76Y1Zo&spfreload=10
Filippo
Ragazzi io dico solo questo " ...segui il filo fino a quel coso "
Fa Belle di Arendelle
CITAZIONE (Filippo @ 19/3/2015, 14:10) *
Ragazzi io dico solo questo " ...segui il filo fino a quel coso "

E io rispondo "follow the string to the thing".
warhol_84
Che infatti in lingua americana suona totalmente diverso dal burinissimo "segui il fino fino a quel coso"...che se vogliamo soffermarci sul significato...non vuol dire niente. E se vogliamo essere ancora più precisi è riuscita a scrivere un verso cercando di rendere in italiano qualcosa che in inglese vuol dire altro e è riuscita anche a perdere la rima "string-thing". E mettiamoci, di nuovo, l'aggiunta di sillabe totalmente assenti dalla partitura originale di Lopez che appesantiscono da matti l'ascolto modificando la melodia...che rispetto alla brancucci ha vinto qualche tony award....
kekkomon
CITAZIONE (Filippo @ 19/3/2015, 14:10) *
Ragazzi io dico solo questo " ...segui il filo fino a quel coso "

eheheh.gif eheheh.gif eheheh.gif eheheh.gif
warhol_84
Sempre per la mia crociata sulle partiture originali, totalmente stuprate. Proprio quel verso in inglese ha 7 sillabe, in italiano la figlia raccomandata ce ne ha infilate 10 (DIECI!). Da dove le ha tirate fuori quelle note?
Fa Belle di Arendelle
Eh, no. Mi dispiace, ma "thing" è un monosillabo tronco, mentre in italiano devi considerare anche la sinalefe; per cui alla fine è 8 contro 9.
...Ma scusate, "follow the string to the thing" non ha lo stesso significato di "segui il filo fino al coso"? Sì, d'accordo, ha aggiunto "quel", ma non mi pare il caso di farne un dramma. La battuta è conservata, la risata che suscita pure, il senso è il medesimo. Ora non vi va bene neppure quando si limita a tradurre senza operare di fantasia?
warhol_84
Comunque segui il filo fino a quel coso, se questa è la traduzione esatta della Brancucci sono 11 sillabe, anche fossero 8 contro 9 da dove l'ha presa la nona nota. Ma fossero anche mezza sillaba in più, da dove le prende quese note di fantasia?
"To the thing" non è assolutamente un gergo colloquiale, ma poi che vuol dire "fino a quel coso"? Ma che burinata è? Andiamo... e rimane sempre il problema delle note inventate. Quanti Tony Awards ha vinto la signora per inventarsi le partiture?
Fa Belle di Arendelle
No. Non sono undici sillabe. Mi dispiace, ma è "se-guiil-fi-lo-fi-noa-quel-co-so", mentre in inglese è "fol-low-the-string-to-the-ring+1". Forse sarebbe meglio non parlare di ciò che non si sa. E comunque non vedo proprio dove sia la differenza di significato (non che per me sia un bene, eh, anzi, la preferisco di gran lunga quando mette mano alla propria fantasia).
warhol_84
Ho scritto di non aver ascoltato la canzone in italiano, ho fatto un calcolo di sillabe sullo scritto italiano.
Forse sarebbe meglio togliersi questa spocchia quando ci si rivolge alle persone e leggere bene i messaggi. Ho scritto anche fossero nove, la nona nota da dove l'ha presa. E poi c'è un chiaro spostamento di tutti gli accenti e di tutte le pause. Provi a cantarsela in testa, se ci riesce. E vedrà che la melodia è completamente diversa. Ah, io faccio il doppiatore da più di 10 anni e l'attore di musical, forse è lei che parla di cose che non sa e che non ha studiato. La raccomandata di ferro la preferisci quando usa la sua fantasia usando a ripetizione, fino al vomito, i termini "sogno", "magia" o "amore"? Quelli della brancucci non sono adattamenti, sono stravolgimenti delle partiture che premi oscar e vincitori di Tony Award hanno scritto e che si vedono stuprati da una pennivendola senza un minimo di fantasia, primo, e di conoscenza musicale, secondo. Buona giornata.
Fa Belle di Arendelle
Questo non c'entra minimamente. Le sillabe si contano a partire dal testo scritto, l'ascolto non è affatto necessario - basti pensare alle poesie.
Purtroppo non posso cantarla fra me e me dato che ho visto il cortometraggio una volta sola e chiaramente non potrò rivederlo fin quando non sarà uscito in DVD, perciò non ho la melodia in mente, forse perché inconsciamente l'ho trovata abbastanza dimenticabile.
Per Sua informazione, io studio metrica (fra le altre cose, naturalmente) da anni, è una delle mie grandi passioni e sono stata la prima classificata del mio ginnasio in un concorso a tema. Fare il doppiatore, con tutto il dovuto rispetto per la Sua professione (che, fra l'altro, venero), non vuol dire necessariamente che Lei debba aver affrontato tali studi; certo, se lo si fa è sempre meglio, ma a quanto pare non sembra così.
Non capisco cosa significhi l'atto di citare i termini "sogno", "magia" ed "amore"; non La sto prendendo in giro, lungi da me! Semplicemente non lo capisco. Avrebbe la cortesia di spiegarmelo? Ad ogni modo, quest'abile donna che sarà lì per un buon motivo la preferisco quando crea capolavori quali "All'alba sorgerò", che certo non è poesia ma le si avvicina molto.
warhol_84
Veramente ho scritto che faccio l'attore di musical, e per quelli bisogna studiare (purtroppo) anche questi argomenti.
Il mio riferimento alla fantasia della signora figlia d'arte è riferito a questo, le faccio solo degli esempi dei titoli scelti dalla signora per gli ultimi classici, perchè se ci addentriamo nei testi il confronto può essere ben peggiore: "A un passo dai miei SOGNI", "il mio SOGNO si realizzerà", "Ho un SOGNO anch'io", "il mio nuovo SOGNO", "SOGNANDO l'estate". Beh, una grandissima fantasia, non c'è che dire.
Il buon motivo è presto detto del perchè sta li: E' la figlia di Ernesto Brancucci (Ermavilo), che cura le direzioni musical. Questo è ancora peggio di non avere fantasia e storpiare le metriche di geni americani. E' l'espressione massima di come funzionano le cose in italia, quando ci sono fior di adattatori in giro per il bel paese che adattano musical teatrali rispettando ogni sfumatura dei testi e delle melodie originali. Poi possiamo affrontare il discorso del perchè la signora si ostina a non rispettare i ritornelli inventati dagli autori originali, inventandosene di nuovi.
Fa Belle di Arendelle
La cosa si fa sempre più interessante. Mi perdoni l'indiscrezione, ma c'è la possibilità che La si sia vista recitare qualche opera moderna? mf_dribble.gif
Se posso permettermi, mi sembra abbastanza normale che una I Want Song contenga riferimenti palesi ai sogni, dato che alla fin fine si compone di due fasi, ovvero l'autocommiserazione ed appunto l'espressione dei propri sogni. Senza contare che vari esempi c'erano già ben prima che ella nascesse. PEr quanto riguarda i testi, io sono ancora qui a sbavare di fronte a quelli di Frozen.
warhol_84
Certo, ma le I want song non parlano solo di sogni. O comunque se lo fanno non sono così esplicite. Soprattutto non c'è nessun riferimento al termine "sogno" in molte delle canzoni citate nelle versioni originali. Per fare un esempio "part of your world" in italiano non è diventata "io sogno il tuo mondo" solo perchè è una I want song. Come "Out there" non è diventata "sogno di uscire da qui" solo perchè è una I want Song. Parliamo della semplificazione dei testi? Perchè banalizzare il tutto con "ora tu mi manchi troppo" in "do you want to build a snowman" quando il verso originale, ripetuto da bambina ad adulta assume significati sempre diversi e chiarissimi raggiungendo una poesia incredibile? Perchè dobbiamo sempre pensare che gli italiani siano così dementi da dovergli sempre scrivere tutto col sottotesto esplicitato?
Comunque sono in tour in questa stagione con un musical che sta girando l'italia ma non mi va di espormi troppo qui sopra, alcuni sanno già il mio nome e cognome perchè ci ho parlato privatamente. Nessuna opera moderna alla "romeo e giulietta", però! smile.gif
warhol_84
Vogliamo poi parlare del fatto che in "for the first time in forever" la signora non si è accorta, o non si è voluta accorgere, che tutte le liriche cantate da Elsa in questo brano solo le STESSE liriche che poi si ritroveranno in "let it go"? Perchè cambiarle e dare un altro significato? Perchè tradire così tanto l'idea originale dell'autore che ha voluto riportare le stesse frasi in due canzoni diverse?
Fa Belle di Arendelle
Ha citato proprio quella che riconferma la mia teoria! Si ricorderà infatti che "watch and you'll see, someday I'll be part of your world" in italiano è diventata "guarda e vedrai che il sogno mio si avvererà"(dando adito a teorie assurde e volgari che coinvolgono l'ondata contemporanea)!
Mi fa piacere! Purtroppo non sono molto informata sui musical attualmente in tournée, vedrò di reperire qualcosa... Mi dispiace di essermi intromessa nella Sua privacy, non lo rifarò e naturalmente non ho intenzione di andare oltre. Grazie comunque per questo piacevole scambio di opinioni dal tono un po' acceso! smile.gif

Modifica: Mi sono accorta solo più tardi del Suo secondo messaggio, mi scusi. Chiaramente si tratta di una sua scelta, che in effetti è perfettamente opinabile. Devo dire di aver avuto un trauma quando, ascoltando per la prima volta "For the First Time in Forever", ho constatato che quei versi erano identici a quelli di "Let it go"! Scelta opinabile, sì, come dicevo. Ma sinceramente i testi originali di 2Let it go" mi sembrano di una sciatteria colossale - altro che Ashman, Rice o Schwartz! - mentre "All'alba sorgerò" ha superato "La Bella e la Bestia" di Gino Paoli (la versione del film, non quella dei titoli di coda) come mio adattamento italiano preferito per una canzone Disney e non.
Filippo
CITAZIONE (warhol_84 @ 19/3/2015, 15:29) *
Forse sarebbe meglio togliersi questa spocchia quando ci si rivolge alle persone e leggere bene i messaggi. La raccomandata di ferro la preferisci quando usa la sua fantasia usando a ripetizione, fino al vomito, i termini "sogno", "magia" o "amore"? Quelli della brancucci non sono adattamenti, sono stravolgimenti delle partiture che premi oscar e vincitori di Tony Award hanno scritto e che si vedono stuprati da una pennivendola senza un minimo di fantasia, primo, e di conoscenza musicale, secondo. Buona giornata.

clapclap.gif aaahahha " pennivendola " è fantastico XD comunque concordo in pieno su tutto.
LucaDopp
La Brancucci il lavoro peggiore l'ha fatto forse con I Muppet, in quel film le canzoni (già di per sé bruttine) nell'edizione italiana sono davvero inascoltabili (e guarda caso, una di esse si intitola "L'albergo dei tuoi sogni"). Ermavilo e Lorena Brancucci non sono la stessa cosa, purtroppo. Sinceramente spero che le cose cambino presto, ma si sa che la meritocrazia in Italia non esiste più.
nunval
Ho già espresso il mio parere più e più volte e non l'ho fatto perchè conosco i Brancucci, lavorando con la Royfilm, ma da semplice appassionato e lavoratore del settore come dialoghista. Oggi, purtroppo la Disney da la massima priorità al sinc e spesso Lorena deve faticare come una matta per trovarlo, altrimeenti l'adattamento non viene approvato. Non ha senso confrontare l'adattamento fatto per il doppiaggio di una canzone con quello fatto per un musical teatrale, dove sinc non ce n'è e si è molto più liberi. Del resto sono decenni che l'adattamento italiano per il doppiaggio dei musical viene distrutto dalla critica (mi ricordo ancora Tullio Kezich che chiamò festival di belati e versi zoppicanti l'adattamento italiano di "Oliver") . Personalmente preferisco il lavoro di Lorena agli obbrobbri che fece Centonze con "Tarzan" (figlio di chi è padre ormai ma cosa cacchio significa) e alla cacofonia del verso "la bestia insieme a belle" della versione teatrale della Bella e la Bestia. Lorena non rispetta le ripetizioni di frasi dell'originale e cambia le parole? Vi cito due illustri predecessori: Pallavicini ed Amurri (My Fair Lady) e Amurri da solo (Tutti insieme appassionatamente). Per ragioni di sinc, nel primo "The rain in spain" , che nella versione teatrale era "In spagna s'è bagnata la campagna", divenne "la rana in Spagna gracida in campagna" (tutt'altra cosa ma con la stessa funzione di scioglilingua; la famosa "I could have danced all night" (Avrei danzato ancor), nella versione originale ad ogni attacco del ritornello ripete esattamente gli stessi versi. Nella versione italiana i versi cambiano ogni volta e suggeriscono addirittura un maggior interesse romantico di Eliza per Higgins (questo può piacere o no) . In "The sound of music" la canzone Something Good, cantata da Maria e dal Comandante, in italiano diventa "Non baciarmi ancora" con un testo ed un significato quasi del tutto diversi...e allora? Nel contesto funziona e non solo: il testo fu approvato dalla Fox (un supervisor all'epoca seguì l'adattamento di Amurri facendosi anche fare una traduzione inglese dei testi adattati) e c'è di più: la canzone (che ripeto stravolge il testo originale) è stata scelta come esempio di versione doppiata del brano del film nel nuovo CD della colonna sonora incluso nella edizione speciale del cinquantenario del blu ray. Poi i gusti ovviamente vanno rispettati, ma spesso le critiche le trovo ingiuste.
Capitano Amelia
CITAZIONE (nunval @ 21/3/2015, 10:04) *
Poi i gusti ovviamente vanno rispettati, ma spesso le critiche le trovo ingiuste.

Concordo; ed anche con la questione di quel verso di "Tarzan" che ho sempre trovato adattato male anch'io...
Fa Belle di Arendelle
Ringrazio vivamente il sig. Valoroso per il suo intervento che non posso astenermi dal definire meraviglioso. worshippy.gif
Se la mia opinione conta qualcosa, be', credo di aver già detto abbastanza su Centonze (Fuoco d'Inferno ha praticamente due rime in totale! sick.gif ) e Travaglio. Nonché sul sincrono, di cui, come credo facciamo più o meno tutti, m'infischierei altamente.
E se tradurre fantasiosamente anziché letteralmente è un peccato, vi consiglio di ridare un'occhiata all'Iliade e confrontare quella della Calzecchi Onesti con quella di Monti. rolleyes.gif
LucaDopp
Per carità, la Brancucci riesce pure a fare un buon lavoro nel rispettare il labiale, ma forse è proprio questa fissazione a rovinare il tutto. Anche Centonze l'ho sempre trovato mediocre, e sono sempre stato convinto che le canzoni di Tarzan siano molto più belle in originale e così avrebbero dovuto mantenerle.
Fa Belle di Arendelle
Mantenere le canzoni in originale? Non dimentichiamoci che è Disney! wink.gif
Riguardo il labiale, su quello credo che siamo d'accordo... Insomma, quanti individui fra gli spettatori sanno leggerlo e di conseguenza criticarlo?

Tornando al discorso di prima, secondo cui la Brancucci avrebbe aggiunto una sillaba in quel verso de Un Giorno Perfetto: ma siamo sicuri che il testo non sia in realtà "segui il filo fino al coso"? Così il numero di sillabe è perfettamente uguale all'originale. Naturalmente non me lo ricordo, ma mi sembra più che probabile. Se invece c'è davvero "quel", allora sono prontissima ad ammettere pubblicamente di essere stata delusa dalla Brancucci.
Klauz_star
ma Elsa con il ghiaccio ha il potere di cambiare i vestiti?
Filippo
CITAZIONE (Klauz_star @ 22/3/2015, 23:09) *
ma Elsa con il ghiaccio ha il potere di cambiare i vestiti?

No XD io penso che abbia congelato il " fogliame " e si sia fatta il suo vestito, mentre ad anna ha fatto una crinolina di ghiaccio.
Klauz_star
Ma il ghiaccio può fare cose miracolose...
nicolino
CITAZIONE (warhol_84 @ 19/3/2015, 15:44) *
Veramente ho scritto che faccio l'attore di musical, e per quelli bisogna studiare (purtroppo) anche questi argomenti.
Il mio riferimento alla fantasia della signora figlia d'arte è riferito a questo, le faccio solo degli esempi dei titoli scelti dalla signora per gli ultimi classici, perchè se ci addentriamo nei testi il confronto può essere ben peggiore: "A un passo dai miei SOGNI", "il mio SOGNO si realizzerà", "Ho un SOGNO anch'io", "il mio nuovo SOGNO", "SOGNANDO l'estate". Beh, una grandissima fantasia, non c'è che dire.
Il buon motivo è presto detto del perchè sta li: E' la figlia di Ernesto Brancucci (Ermavilo), che cura le direzioni musical. Questo è ancora peggio di non avere fantasia e storpiare le metriche di geni americani. E' l'espressione massima di come funzionano le cose in italia, quando ci sono fior di adattatori in giro per il bel paese che adattano musical teatrali rispettando ogni sfumatura dei testi e delle melodie originali. Poi possiamo affrontare il discorso del perchè la signora si ostina a non rispettare i ritornelli inventati dagli autori originali, inventandosene di nuovi.

Non potrei essere più d'accordo con tutto ciò che hai scritto. La Brancucci è per me qualcosa di indifendibile.

Si è parlato del criticatissimo "La bestia insieme a Belle", e io dico che non è certo un verso poco riuscito a screditare un intero lavoro come quello svolto da Travaglio. I testi italiani del musical "La Bella E La Bestia" sono infatti fedelissimi agli originali, e poche volte ne tradiscono significati e metriche a favore di stravolgimenti, aggiunta di note inventate e testi stucchevoli.
La Brancucci capacità del genere se le sogna.
No, i due lavori non sono proprio paragonabili, ma non tanto perché uno è musical e uno film, ma perché parliamo di qualità lontane anni luce.

Io sono a favore dell'aggiunta di sillabe (e quindi conseguenti note) SOLO se lo si fa per riprendere un significato altrimenti impossibile da riportare, come è accaduto nel caso di "La bestia insieme a Belle".
Almeno qui c'è lo sforzo di mantenere la volontà degli autori e, per quanto il risultato possa piacere o no, questa è una valida giustificazione.
La Brancucci quali giustificazioni ha?
Quando aggiunge sillabe quasi mai lo fa per riportare il significato originale di quel preciso momento della canzone, e se permetti, se ti inventi un verso di sana pianta, almeno mi mantieni la metrica originale. Invece no.
La giustificazione potrebbe essere che il suo lavoro è difficile? Non lo metto in dubbio, ma se le risulta così arduo, che cambi mestiere.
Vogliamo dire che sia un'anima creativa? Allora che faccia l'autrice, non l'adattatrice.
E non possiamo neanche nasconderci dietro il fatto che certe scelte siano dovute al labiale, perché i medesimi scempi li troviamo anche in situazioni dove non si vedono le labbra dei protagonisti, ovvero in quei punti dove potrebbe approfittarne per mantenere metriche e significati.

Il fatto che anche in passato ci siano stati adattatori che hanno dato sfogo alla loro creatività fregandosene dell'opera originale, per me non giustifica la Brancucci. Non mi piace a prescindere questo atteggiamento.
Ovviamente ci possano essere delle eccezioni in cui si crea qualcosa di ancora più bello (non sono comunque d'accordo ), ma non mi pare questo il caso.

Non mi risulta che siano arrivati elogi, ad esempio dai Lopez, per gli adattamenti italiani di Frozen...
Pensate che sarebbero contenti di sapere del verso di "Do you want to be a snowman?", che non viene ripetuto alla fine della canzone e viene tradotto con quell'orrendo "Sei già sveglio oppure dormi" (un semplice "Vuoi giocare con la neve" avrebbe avuto più o meno il significato di ciò che dice Anna, e sarebbe anche risultato più fedele col labiale, pensate!).
Sarebbero stati contenti del fatto che in "Love Is An Open Door" non è viene fatto riferimento, manco una volta, al concetto delle porte aperte/chiuse?
E ancora, ai versi di "Let it go" che non vengono ripresi durante "For The First Time In Forever"? Eppure il labiale ero lo stesso.
Così come non vengono ripresi i versi di "For The First Time In Forever" in ""For The First Time In Forever - Reprise", che tra l'altro la Signora ha intitolato "Oggi per la prima volta - reprise" quando neanche una volta Anna dice "Oggi per la prima volta", eliminando un concetto chiave di quel reprise.
E anche lì, il labiale era lo stesso.
E potrei andare avanti all'infinito parlando di Frozen, così come di altri suoi lavori.

I gusti son gusti, ci mancherebbe altro. Ma a mio parere la presunzione e la mancanza totale di doti verso quest'arte è innegabile.
Cenerina
CITAZIONE (Fa Belle di Arendelle @ 21/3/2015, 14:47) *
Mantenere le canzoni in originale? Non dimentichiamoci che è Disney! wink.gif
Riguardo il labiale, su quello credo che siamo d'accordo... Insomma, quanti individui fra gli spettatori sanno leggerlo e di conseguenza criticarlo?

Tornando al discorso di prima, secondo cui la Brancucci avrebbe aggiunto una sillaba in quel verso de Un Giorno Perfetto: ma siamo sicuri che il testo non sia in realtà "segui il filo fino al coso"? Così il numero di sillabe è perfettamente uguale all'originale. Naturalmente non me lo ricordo, ma mi sembra più che probabile. Se invece c'è davvero "quel", allora sono prontissima ad ammettere pubblicamente di essere stata delusa dalla Brancucci.

Ecco il testo. L'unica frase che non mi piace è: "nessun raffreddore in casa mia".
Oggi è il tuo giorno e ti sorprenderò,
è tanto che desideri una festa, lo so.
Finalmente l’avrai,
stai serena perchè… d’ora in poi conterai su di me.

“Etciù!”

Elsa hai preso un bel raffreddore…

“Io non prendo raffreddori, e poi…”

…nessun raffreddore in casa mia!

“Segui il filo!”

Ho già pensato a tutto quanto, lo vedrai quanti regali straordinari che avrai!
Se vuoi vederli segui il filo che ti ho dato,
Kristoff si è lavato e anche Sven è profumato!
Nessuno vuole come me la tua felicità,
ho messo appunto un piano e nessuno al mondo oggi mi fermerà!

È un giorno perfetto e l’ospite sei tu!
Puoi chiedere tutto ciò che vuoi ed anche di più!
Lo so che hai sofferto in passato però, vorrei riscattarmi oggi almeno un po’, oooh.

“Etciù, etciù…”

“Ne fai tre alla volta!”

“Sto bene! Etciù!”

E le sorprese non finiscono!

Waoh, la tua salute mi preoccupa di più,
adesso andiamo e tu corri a riposare!

Guarda che il meglio deve ancora arrivare!

“Etciù!”

Elsa dovresti andare a letto.

Non era questo il mio progetto!

Ma il tuo problema va curato!

Stai male? Ho qui il rimedio che ho inventato!

“No, grazie!”
“Lo prendiamo!”

È un giorno perfetto e l’ospite sei tu!
Puoi chiedere tutto ciò che vuoi ed anche di più! Anche di più!

Vogliamo il tuo bene! (Lo voglio anch’io). Questo giorno sarà bellissimo, ti divertirai tantissimo!

Andiamo, adesso saliamo!

“Elsa, ti affatichi troppo, devi riposare”
“Ci sono i nasi da soffiare, cioè le candeline!”

Puoi sognare, progettare, su su, andiamo! Segui quel filo perchè io tengo un sacco a te!

“Elsa!”
“Che c’è? Sto bene!”

Tutto è stupendo, meraviglioso, segui quel filo fino al coso, tanti , tanti, quanti, quanti, veri cari auguri!

“Elsa calmati, hai la febbre! Scotti da morire.”

Sorella mia così non va, ti porto dal dottore.
Ammetti che questo è ciò che serve.

D’accordo, ho il raffreddore.

“Mi dispiace, Anna, volevo regalarti un compleanno perfetto, ma ho rovinato tutto… di nuovo.”

“Non hai rovinato niente, adesso ti metto a letto!”

SORPRESA!

È un giorno perfetto e l’ospite sei tu!
Puoi chiedere tutto ciò che vuoi ed anche di più!

Siamo i campioni del caos, è una nostra virtù!

È un giorno perfetto e l’ospite, la favolosa ospite! A-N-N-A!

Oggi la nostra ospite sei tu!

“Tanti auguri!”

Non ti sarà possibile sentirti un po’ giù!

Ti amo, baby!

Se ciò che sei lo merita, senz’altro sei tu! Ma che giornata splendida! x3

Splendida!
(Fonte Impero Disney)
Logan232
"Ti amo baby"...

Oggi in sala mi sono vergognato come un ladro, il peggior cagolavoro della Brancucci di sempre. Ed io che ho pure pensato fosse la canzone in sè ad essere brutta, ma, dopo averla ascoltata in originale, no. Ora basta. Qualcuno mandi a casa questa incapace una volta per tutte!
LucaDopp
CITAZIONE (nicolino @ 24/3/2015, 18:01) *
E non possiamo neanche nasconderci dietro il fatto che certe scelte siano dovute al labiale, perché i medesimi scempi li troviamo anche in situazioni dove non si vedono le labbra dei protagonisti, ovvero in quei punti dove potrebbe approfittarne per mantenere metriche e significati.

Ed ecco che torna l'esempio de i Muppet, uno dei suoi lavori peggiori nonostante spesso non ci fossero labiali da rispettare.
warhol_84
Mio Dio....che schifo. Non c'è un verso e dico un verso, tranne il ritornello, che torni con le note pensate dai coniugi Lopez. Questo non è un adattamento. Poche chiacchiere.
IryRapunzel
CITAZIONE (Logan232 @ 25/3/2015, 2:15) *
"Ti amo baby"...

Oggi in sala mi sono vergognato come un ladro, il peggior cagolavoro della Brancucci di sempre. Ed io che ho pure pensato fosse la canzone in sè ad essere brutta, ma, dopo averla ascoltata in originale, no. Ora basta. Qualcuno mandi a casa questa incapace una volta per tutte!

Sì, però questo è ingiusto. Anche in originale il verso dice "I love you baby", così come "Follow the string to the thing". Non è piaciuto nemmeno a me l'adattamento della canzone in italiano, ma c'è da dire che la base questa volta ci mette del suo per essere ridicola il giusto. Io la trovo abbastanza pietosa anche in originale, poi boh.

Non sono una grande estimatrice della Brancucci, ma la banalizzazione dei testi non è tutta farina del suo sacco. Disney Italia mette più pressione di quanto sembri, non so se ve ne siete accorti ma non c'è più nulla di artistico in ciò che fanno, e così anche i film sono percepiti come opere sostanzialmente per bambini, da infarcire di cuore, amore, sogno e felicità perché purtroppo si pensa che siano stupidi e non siano in grado di capire concetti più complessi. Diciamo che io punterei il dito più che altro sull'andazzo generale, perché non mi sembra che gli altri siano tanto meglio... Prendete i dialoghi di Cenerentola ad esempio, ho notato delle battute che cambiano totalmente il significato; sono certa che in originale sia decisamente meno melenso e stucchevole che nella nostra lingua.
nicolino
Sì, ma per quanto ormai tutti in Italia sappiano cosa significa "baby", rimane pur sempre una parola in un'altra lingua e un termine che per una storia ambientata in un tempo passato, risulta estremamente "moderna", se così possiamo definirla.
Non è voler criticare la Brancucci a tutti i costi, ma cavolo... pare che le scelga apposta le parole da tradurre letteralmente.
Anche "coso" risulta essere parecchio sgradevole da sentire. Capisco che il testo originale dice "thing", ma appunto perché la signora ha tantissima fantasia e spirito di iniziativa, la usasse nei momenti giusti.
Per il resto sono d'accordo con te sull'andazzo Disney degli ultimi tempi, specialmente nei film animati.

Ciò che dici riguardo Cenerentola mi incuriosisce molto invece. Sentendo alcuni dialoghi in inglese e poi il rispettivo adattamento in italiano mi era sembrato che ci fosse molta fedeltà, anzi, mi è sembrato che in alcuni punti lo abbiano impreziosito, ho in mente l'esempio della matrigna che dice "You didn't tell me you daughter was beautiful" che dovrebbe essere "Non mi avevi detto che tua figlia fosse così bella" e che diventa "Mi avevate taciuto la bellezza di vostra figlia"...
ma dovrò aspettare a vederlo in lingua originale per un giudizio più obbiettivo.
Arancina22
Ma io dico a quelli della Disney Italia, farsi un giro sui forum e social network a disposizione dedicati al mondo Disney, per avere un riscontro, lo fanno?
E la smettessero di cancellare i post di "dissenso" sul loro operato riguardo a talent, adattamenti ecc, o anche solo quelli che fanno "domande scomode"?!
Scusate l'OT ma sentivo di doverlo dire.
Logan232
Irene per favore, "Ti amo baby" è uno scandalo. Così come lo fu "saltella sempre come un troll perchè non gli piace il rock 'n' roll" o il sex appeal di Olaf; come è già stato detto, l'incapacità di questa donna si manifesta proprio nel fatto che si sbracci per mantenere il significato letterale di inezie ridicole come questa e il "follow the thing" per poi perdersi concetti più importanti come il pupazzo di neve nella canzone ad inizio "Frozen". Quando Anna canta "ti porto dal dottore" è una cosa sinceramente inascoltabile.

L'impressione generale che traspare SEMPRE dal lavoro di questa donna è che non vi dedichi più di del minimo sindacale. La cosa sta diventando sempre più insopportabile e, dopo oltre dieci anni di dominio incontrastato, i vertici potrebbero pure provare a cambiare adattatore per una volta e vedere come va. Basta!
nunval
La Brancucci ha avuto il plauso della Disney americana stessa per la versione italiana di Frozen (che a me piace, devo dire) quindi non credo che la Disney la cambierà. Rassegnatevi e, se non vi piace l'italiano, ascoltate semplicemente l'originale.
IryRapunzel
CITAZIONE (nicolino @ 26/3/2015, 18:17) *
Sì, ma per quanto ormai tutti in Italia sappiano cosa significa "baby", rimane pur sempre una parola in un'altra lingua e un termine che per una storia ambientata in un tempo passato, risulta estremamente "moderna", se così possiamo definirla.

A parte che "ti amo tesoro" o "ti amo piccola" non si poteva fare perché altrimenti sarebbero state sillabe in più, ma comunque in questo caso non è colpa della Brancucci. È Frozen, Frozen l'originale, che è fatto così. I personaggi parlano come ragazzi del 2015 anche se il film è ambientato nel 1800. Perciò è assolutamente normale che Kristoff dica "ti amo baby". Anzi, questo particolare viene quasi sempre attenuato nella versione italiana, che contiene decisamente meno slang di quella inglese... Invece condivido assolutamente le critiche per la frase "do you wanna build a snowman" omessa oppure per il concetto delle porte aperte/chiuse. Quelle erano cose che dovevano rimanere.

CITAZIONE (nicolino @ 26/3/2015, 18:17) *
Ciò che dici riguardo Cenerentola mi incuriosisce molto invece. Sentendo alcuni dialoghi in inglese e poi il rispettivo adattamento in italiano mi era sembrato che ci fosse molta fedeltà, anzi, mi è sembrato che in alcuni punti lo abbiano impreziosito, ho in mente l'esempio della matrigna che dice "You didn't tell me you daughter was beautiful" che dovrebbe essere "Non mi avevi detto che tua figlia fosse così bella" e che diventa "Mi avevate taciuto la bellezza di vostra figlia"...
ma dovrò aspettare a vederlo in lingua originale per un giudizio più obbiettivo.

Non l'ho visto in originale, ma chissà perché sono uscita dalla sala convinta che siano stati l'adattamento e il doppiaggio italiano a rendere quel film stucchevole. Attendo di vederlo in lingua anch'io perché magari è solo un'impressione. Un errore che ho notato è, ad esempio, durante il primo incontro tra Ella e Kit. Lui le domanda "What do they call you?", che non vuol dire semplicemente "Come vi chiamate?" come hanno tradotto in italiano, ma "come vi chiamano". Domanda alla quale lei dovrebbe rispondere "Cenerentola", e infatti dice "Never mind what they call me" perché non vuole rivelare di essere una serva. Allo stesso modo e alla stessa identica domanda lui risponde "Kit" perché non vuole dirle che è il principe. In italiano, secondo me, si perde tutto il contrasto tra questo momento, in cui entrambi si presentano per quello che non sono e il finale in cui Ella gli mostra chi è davvero. È una differenza sottile ma molto precisa e interessante per il significato del film, e bastava poco per mantenerla.
roxirodisney
Uh bene.. quindi non sono l'unica ad aver rabbrividito parecchio durante la canzone......

xD
Logan232
CITAZIONE (nunval @ 27/3/2015, 1:53) *
La Brancucci ha avuto il plauso della Disney americana stessa per la versione italiana di Frozen (che a me piace, devo dire) quindi non credo che la Disney la cambierà. Rassegnatevi e, se non vi piace l'italiano, ascoltate semplicemente l'originale.

Io questo plauso ho seriamente bisogno di capirlo. Ad orecchio magari, perchè aveva questo benedetto "sync" a cui loro tengono tanto, ma mi rifiuto che si siano apprezzate le liriche; comunque, la riprova che ormai questa è una Company allo sbando dove di cose artistiche disquisiscono solo dei meri commercianti. Tutto questo è di una tristezza sconfortante.
warhol_84
CITAZIONE (nunval @ 27/3/2015, 1:53) *
La Brancucci ha avuto il plauso della Disney americana stessa per la versione italiana di Frozen (che a me piace, devo dire) quindi non credo che la Disney la cambierà. Rassegnatevi e, se non vi piace l'italiano, ascoltate semplicemente l'originale.

Centonze aveva avuto un riconoscimento ufficiale da parte della Disney per Hercules se non sbaglio, no? Eppure... Ah, non era il figlio di qualcuno e era il male assoluto perchè ha scritto il verso "figlio di chi è padre ormai", però non si inventava le melodie e le note. Non è che se ci fa schifo il lavoro della signora autrice (e non adattatrice) non possiamo fare critiche, questo si chiamerebbe regime. Alla quasi totalità di questo posto fanno schifo e derubricare il tutto con un "ascoltate l'originale" è tipico di un paese come questo dove al minimo cenno di rimostranza si castra tutto.
Fa Belle di Arendelle
CITAZIONE
"Ti amo baby"...

Ecco, sì, questa è stata una gran bella delusione. A cosa serviva l'anglicismo?
nunval
CITAZIONE (warhol_84 @ 28/3/2015, 14:48) *
Non è che se ci fa schifo il lavoro della signora autrice (e non adattatrice) non possiamo fare critiche, questo si chiamerebbe regime. Alla quasi totalità di questo posto fanno schifo e derubricare il tutto con un "ascoltate l'originale" è tipico di un paese come questo dove al minimo cenno di rimostranza si castra tutto.

Io personalmente non ho castrato proprio nulla. Continuo semplicemente a dire la mia come tu dici la tua. Ed ho letto anche io in rete commenti entusiasti, da parte di americani ed inglesi, ai testi italiani di "Frozen", che sono stati tradotti col sistema della "back translation" (Un mio amico spagnolo mi ha detto che la nostra versione è addirittura più bella della loro). E ti parla uno che non solo lavora nel settore da quindici anni ma ha anche dichiarato a chiare lettere che la versione italiana modernizzata da Brancucci di Lilli e il Vagabondo faceva schifo, quindi...opinione personale la mia (che coincide per caso con quella della Disney), opinione personale la tua, da rispettare, certo, ma mi permetto di non condividere, conoscendo poi benissimo le condizioni assurde di fretta e faciloneria nei copioni originali con cui fa lavorare la Disney.
Capitano Amelia
Semi OT: che cos'è la "back translation"?
Simba88
Credo sia la traduzione letterale dei testi italiani, ma magari mi sbaglio.
nunval
Infatti, si tratta proprio di questo, a me personalmente fu chiesta una "back translation" del testo italiano della canzone "Bella Notte" da "Lilli e il Vagabondo". E gli utenti stranieri che hanno apprezzato la nostra "All'alba sorgerò" lo hanno fatto proprio grazie ad una "back translation" del testo italiano pubblicata su youtube.
winnie & pimpi
CITAZIONE (nunval @ 7/4/2015, 15:02) *
Infatti, si tratta proprio di questo, a me personalmente fu chiesta una "back translation" del testo italiano della canzone "Bella Notte" da "Lilli e il Vagabondo". E gli utenti stranieri che hanno apprezzato la nostra "All'alba sorgerò" lo hanno fatto proprio grazie ad una "back translation" del testo italiano pubblicata su youtube.

Ci sono anche molti utenti che considerano "Maleficent" di gran lunga superiore a "La Bella Addormentata nel Bosco" mellow.gif Io proporrei un minuto di silenzio eheheh.gif
Sarebbe interessante sapere come è stata fatta la back translation di "All'alba sorgerò", se è stata fatta con lo stesso criterio che usa la Brancucci non sarà rimasto molto dell'originale.
Scrooge McDuck
CITAZIONE (winnie & pimpi @ 7/4/2015, 16:26) *
Ci sono anche molti utenti che considerano "Maleficent" di gran lunga superiore a "La Bella Addormentata nel Bosco" mellow.gif Io proporrei un minuto di silenzio eheheh.gif

Roftl.gif Roftl.gif Roftl.gif
LaPrincipessaAurora
Terribile! Penso che non ho altro da dire... sleep.gif
nipo
Ma dopo tutto questo discorso sulle traduzioni, avete anche visto le animazioni? (che secondo me, per quel che riguarda Disney, è la prima cosa che andrei a giudicare...), oltre alla canzone e a quello che diceva... wink.gif
LucaDopp
CITAZIONE (nipo @ 7/4/2015, 23:42) *
Ma dopo tutto questo discorso sulle traduzioni, avete anche visto le animazioni? (che secondo me, per quel che riguarda Disney, è la prima cosa che andrei a giudicare...), oltre alla canzone e a quello che diceva... wink.gif

C'è poco da dire, l'animazione è la solita CGI di qualità eccelsa che i WDAS ci propongono da diversi anni. Ma questo non eleva il corto dall'essere poco più di uno scherzo.
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.