Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: ATTENZIONE alla spudorata microsoft
Disney Digital Forum > * Off-Topic * > Off Topic
chipko
Innanzitutto chiedo scusa se approfitto dello spazio del forum per parlare di una vicenda personale ma credo che quello che mi sia capitato e quello che sto apprendendo debba essere conosciuto da tutti.
Martedì 30 ottobre mio padre e mia madre si recano alla mediaworld per comprare un computer portatile per mia mamma. decidono di acquistare il modello Sony Vaio SVE1512H1EW, ma prima di farlo mia mamma va in ansia perché c'è installato windows 8 e lei non lo sa usare per cui mi chiama per sapere se è possibile poi installare il 7, il le dico di non preoccuparsi che al massimo glielo installo io in dualboot. Al che mio padre (che comunque di computer ne sa) chiede se deve fare i dischi di ripristino e il commesso gli risponde di NO E CHE NON E' ASSOLUTAMENTE NECESSARIO.
Tornano a casa e mi danno il computer di modo che lo sistemassi. Gli do un occhiata veloce (mai visto win 8 ma ne avevo letto le recensioni), FACCIO I DISCHI DI RIPRISTINO, poi lo spengo per avviarlo con una live di ubuntu per sistemare le partizioni al fine di preparare il pc al dual boot. Metto il dvd ma niente. Parte win 8. Ok devo solo cambiare l'ordine di boot, mi dico, ma non riesco ad accedere al bios.
Qui l'odissea affrontata solo per cambiare l'ordine di boot, risolta contattando l'assistenza.
Qui l'infinita odissea per installare win 7 e ubuntu in tripleboot. Se non vi interessano i particolari tecnici andate subito al 14° post.
Ho deciso di lasciar sedimentare le cose prima di postare qui. E' passato un mese e ancora non ha ricevuto risposte chiare dall'assistenza.
Trovo a dir poco vergognoso l'atteggiamento della sony vaio.
1) Rifiuto di assistenza gratuita qual'ora l'utente non abbia fatto i dischi di ripristino che sono pronti a fornire alla modica cifra di 60€. Da notare che il commesso non li ha neanche nominati (nè vi si fa accenno nel manualetto con le operazioni preliminari da eseguire) e a domanda diretta ha risposto CHE NON E' PIU' NECESSARIO CREARLI.
2) Rifiuto da parte dell'azienda di fornire i driver per le proprie periferiche per i sistemi operativi più in uso (non ho chiesto i driver per windows 95 o al limite per xp ma di WINDOWS 7).
3) Dopo aver installato (come prova) windows 8 pro (da un'iso retail) e installato i loro driver dal loro sito ho notato che alcuni componenti non erano riconosciuti dal sistema (2 componenti sconosciuti in gestione dispositivi). Chiamo l'assistenza e mi viene detto che il funzionamento del computer è garantito esclusivamente con il sistema operativo preinstallato post-6-1111346575.gif .
4) Deliberata mistificazione e disinformazione circa i diritti dell'utente finale. Nella fattispecie mi è stato detto:
a) La macchina non può funzionare con un sistema operativo diverso da win 8 (falso win 7 e ubuntu funzionano PERFETTAMENTE)
b ) Non ho diritto di installare un sistema operativo diverso da quello preinstallato da sony vaio (sul contratto non c'è scritto ma occorrerà approfondire la faccenda da un punto di vista legale)
c) Quando riferisco che sul contratto non vi è alcun divieto, esplicito o implicito, di installare software o s.o. di terze parti (il s.o. è sempre un software) mi rispondono, cito testualemente: "Ma è ovvio altrimenti nessuno comprerebbe più i nostri prodotti" post-6-1111346575.gif
d) L'hard disk ha solo due partizioni (falso ne contiene 6)
e) Dopo le prove inconfutabili da me inviate hanno ammesso l'esistenza di 5 partizioni (ma, a oggi, ancora rifiutano di riconoscere la 6°)
f) Hanno affermato che windows 7 non supporta l'installazione in modalità uefi (FALSISSIMO tale modalità è supportata fin da vista)
g) Hanno prima confermato e poi negato che la sony AVREBBE potuto modificare il nuovo bios al fine di impedire all'utente finale di installare un diverso sistema operativo che non sia il loro windows 8 preinstallato post-6-1111346575.gif .
h) Affermano che la sony vaio NON E' LEGALMENTE TENUTA AD INFORMARE L'UTENTE FINALE DELLE EVENTUALI MODIFICHE DI CUI AL PUNTO G post-6-1111346575.gif post-6-1111346575.gif post-6-1111346575.gif

Probabilemte questa cosa non interesserà a nessuno (mi pare di capire che la maggior parte di voi usi mac) ma io credo che si stia prendendo un brutta piega. Il pc (dove la p sta per PERSONAL) non è un telefonino o un videoregistratore o una tv dove il software è installato e preconfigurato dalla ditta produttrice. Con la scusa di un nuovo bios hanno provato (per fortuna fallendo) a far fuori ubuntu. Per favore non lasciate che questi tentativi passino sotto silenzio. Non deve essere ammissibile che sia la ditta produttrice a decidere quale sistema operativo dobbiate usare. Il pc è una macchina ed è compito di chi la produce fornire tutte le istruzioni e i driver per farla funzionare con i diversi sistemi operativi, esattamente come quando comprate una stampante o uno scanner vi aspettate di trovare un cd con i driver per win xp/7/8 a 32 e 64 bit e Mac. Io mi ritengo un utente medio (non mi sono mai ritenuto un guru informatico) ma sono convinto che altri non in possesso di quel minimo di conoscenze possano abboccare e credere a qualunque cosa un commesso o l'assistenza dica loro. Andrò fino in fondo alla faccenda e secondo le mie possibilità. Ma in primo luogo deve essere una battaglia culturale. Queste cose devono indignare. Per questo, al momento, ne scrivo qui sperando nel vostro appoggio.
Beast
Parte di ciò che scrivi va oltre le mie conoscenze (mi riferisco a bios, dualboot, partizioni,... cose che non sono in grado di maneggiare), il restante mi stupisce relativamente poco. Non credo sia un problema esclusivo dei prodotti Sony, soprattutto Apple ha aperto la strada a questa simbiosi intoccabile tra hardware e software. Lo vedo in tv, cellulari, lettori e quant'altro: in ogni nuova ondata di prodotti inseriscono nuovi optional spesso inutili, rimuovendo o prestando meno cura ad altre caratteristiche più datate ma ben più importanti. Più funzioni e meno libertà.
Il risultato è la suddivisione dei consumatori in due categorie: chi è costretto a subire questa deriva limitante per mancanza di conoscenze approfondite del settore (mica tutti possono essere informatici esperti!) e chi, per avere non dico la libertà assoluta, ma la possibilità di svolgere il proprio lavoro al meglio, si monta i pc da solo e fa continuo ricorso a hack e software non originali.
Il commesso probabilmente non aveva idea di ciò che gli stessi chiedendo oppure se n'è fregato, perché l'importante è vendere.
Ovviamente è solo la mia opinione. Fai bene a proseguire la tua battaglia.
Enrico
Il titolo di questo topic mi sembra fuorviante... oltretutto scritto in maiuscolo...

Io con i prodotti della Sony (Vaio è il nome della linea, il nome dei computer; la marca è Sony, non Sony Vaio) mi sono sempre trovato benissimo. (ho due computer portatili)

Innanzitutto il venditore doveva consigliarti di non cambiare il sistema operativo. Quella è la prima regola per un portatile. A me hanno sempre detto che farlo, porta ad invalidare la garanzia. Eccezion fatta se il produttore rilascia i driver per il sistema operativo che si desidera installare.
Infatti, non dovevi procedere all'installazione di Win 7, senza prima avere avere i driver per tutto il computer.

Poi, se posso dirti, ci hai smanettato troppo. Quando vedevi che le cose non andavano per il verso giusto, dovevi fermarti, senza fare altri pasticci.

Poi, altro consiglio: prima di comprare, consulta il sito internet. Avresti visto che esiste il solito modello di computer, ma con installato Win7. Se il problema era questo, avresti dovuto comprare direttamente quello.

"Il pc è una macchina ed è compito di chi la produce fornire tutte le istruzioni e i driver per farla funzionare con i diversi sistemi operativi, esattamente come quando comprate una stampante o uno scanner vi aspettate di trovare un cd con i driver per win xp/7/8 a 32 e 64 bit e Mac"

Mi dispiace, ma non è così! In nessun computer! Prova a prendere una stampante che funzionava con xp, e falla girare su win7. Impossibile, perchè non ci sono i driver. Per non parlare del Mac. Quello che va con l'uno, solitamente non va con l'altro.
Vorrei che ti fosse chiaro che ti sarebbe successa la solita cosa con qualsiasi altra marca di computer.





chipko
CITAZIONE (Beast @ 27/11/2012, 15:40) *
Parte di ciò che scrivi va oltre le mie conoscenze (mi riferisco a bios, dualboot, partizioni,... cose che non sono in grado di maneggiare), il restante mi stupisce relativamente poco. Non credo sia un problema esclusivo dei prodotti Sony, soprattutto Apple ha aperto la strada a questa simbiosi intoccabile tra hardware e software.

In realtà è assolutamente possibile installare legalmente windows su un pc mac anche se molti preferiscono usare l'emulatore parallel desktop. Quello che non si può fare (legalmente parlando) è il contrario, ovvero l'hackintosh (l'ho provato una volta per curiosità sul mio portatile). Cmq la hp non limita in questo modo l'utente, fornisce i driver, fornisce assistenza senza mentire, mi ha anche offerto occasionalmente assistenza su ubuntu e windows 7 (il mio aveva vista preinstallato) anche se non era assolutamente tenuta a farlo, Stessa cosa dicasi di Asus (alla quale mi rivolgerò per il prossimo acquisto).
CITAZIONE (Beast @ 27/11/2012, 15:40) *
Lo vedo in tv, cellulari, lettori e quant'altro: in ogni nuova ondata di prodotti inseriscono nuovi optional spesso inutili, rimuovendo o prestando meno cura ad altre caratteristiche più datate ma ben più importanti. Più funzioni e meno libertà.

Bè ma è questo il punto. Il pc non è una tv. Mi può star bene che il software della tv sia gestito dall'azienda produttrice, grido allo scandalo se vogliono fare la stessa cosa con il pc.

CITAZIONE (Beast @ 27/11/2012, 15:40) *
Il risultato è la suddivisione dei consumatori in due categorie: chi è costretto a subire questa deriva limitante per mancanza di conoscenze approfondite del settore (mica tutti possono essere informatici esperti!) e chi, per avere non dico la libertà assoluta, ma la possibilità di svolgere il proprio lavoro al meglio, si monta i pc da solo e fa continuo ricorso a hack e software non originali.

Infatti volevo rivolgermi alla Samtech, che è l'unica azienda italiana ad assemblare portatili però i prezzi salgono vertiginosamente. Eppure non è una cosa difficile quella che le case dovrebbero fare. Fornire il pc con il cd di windows a parte. Non esiste un reale problema di compatibilità perché i produttori dei vari componenti li costruiscono per tutti i sistemi operativi. Una stessa scheda madre può essere impiegata per un mac, per un pc, per windows vista, 7, 8. Nessuno al mondo costruirebbe un componente funzionante con un solo S.O. Perfino apple per rimanere competitiva ha dovuto utilizzare microprocessori intel (e da lì si è spalancata la porta all'hackintosh proprio perché ormai quasi tutte le componenti sono compatibili con un normale pc). E' il venditore, sony vaio, in questo caso, che limita appositamente l'utente. I driver per 7 ci sono e li ho recuperati sempre dal loro sito. Basta confrontare i numeri di serie e di modelli delle periferiche in windows 8 per sapere quali sono e andarli a cercare su altri pc con windows 7 installato oppure direttamente dai siti della casa madre produttrice. Io sono riuscito a far funzionare tutto, la usb3, il bluethoot, i driver grafici (che mi hanno fatto dannare). NON E' CHE NON LI HANNO E' CHE NON LI VOGLIONO FORNIRE. Non trovo che sia giusto che io riesca a bypassarli e un'altro che non è avvezzo a smanettare no e RIMANENDO NELL'ASSOLUTA LEGALITA'. Non è assolutamente necessario utilizzare programmi piratati per fare quello che dico. E poi perché impedire agli utenti di installare un altro sistema operativo? Capisco il non fornire loro assistenza ma addirittura impedirlo con delle modifiche ad hoc al bios non credo sia corretto. Non conosco la politica delle altre case all'infuori di hp e asus ma quella della sony vaio mi ha decisamente disgustato (mai nessuno mi aveva deliberatamente e spudoratamente mentito).
CITAZIONE (Beast @ 27/11/2012, 15:40) *
Il commesso probabilmente non aveva idea di ciò che gli stessi chiedendo oppure se n'è fregato, perché l'importante è vendere.
Ovviamente è solo la mia opinione. Fai bene a proseguire la tua battaglia.

In effetti la ragazza non sapeva di cosa stessi parlando Roftl.gif ma il suo collega uomo sì Roftl.gif. Non per questo non ha provato ad infinocchiarmi. Cmq posso tollerare l'incompetenza del commesso mediaworld non quella dell'assistenza che mi hanno preso per un professionista del mestiere per il semplice fatto che avevo scoperto in 2 settimane come funzionava il funzionamento e l'organizzazione delle varie partizioni (ovviamente ho fatto tutto da me, loro inizialmente ne negavano addirittura l'esistenza altro che spiegarmene il meccanismo). Sono contento di aver scritto quella piccola guida che spero possa essere utile ad altri per non subire questa assurda ingiustizia.
Il vero obiettivo della battaglia è che le case produttrici rilascino i driver per le loro periferica con licenza gpl (tanto i driver non sono altro che le istruzioni necessarie alla periferica per parlare con il computer, non ha senso rubarseli o protteggerli perché ogni periferica ha i suoi specifici, è come se uno volesse proteggere il manuale di istruzioni di un telecomando, anche se hai le istruzioni ma non hai quel telecomando non te ne fai niente). Allora l'open source sarà in grado di integrare qualunque periferica nei loro sistemi operativi. Poi il mondo continuerà a parlare Windows ma sarà un mondo decisamente più libero.
Grazie Beast per l'appoggio.

P.S. guarda che per quanto riguarda partizioni, dualboot, bios, non serve essere uno scienziato o un esperto informatico (io sono un letterato). Ti basta una mezza giornata per sapere cosa sono e come funzionano. In un mondo sempre più dominato dai computer secondo me torna utile sapere, anche solo all'acqua di rose, come funzionano i loro meccanismi di base.
chipko
Scusami Enrico, non so per quale motivo ho visto solo stamattina il tuo post, ieri non lo vedevo per cui ti rispondo solo adesso.
CITAZIONE (Enrico @ 27/11/2012, 16:43) *
Il titolo di questo topic mi sembra fuorviante... oltretutto scritto in maiuscolo...

Io con i prodotti della Sony (Vaio è il nome della linea, il nome dei computer; la marca è Sony, non Sony Vaio) mi sono sempre trovato benissimo. (ho due computer portatili)

Io non ho scritto che la macchina non è valida o che la qualità dei componenti sia scarsa infatti wink.gif . Quanto al titolo mi pare corretto. Attenzione, vaio è la linea, sony la marca.

CITAZIONE (Enrico @ 27/11/2012, 16:43) *
Innanzitutto il venditore doveva consigliarti di non cambiare il sistema operativo. Quella è la prima regola per un portatile. A me hanno sempre detto che farlo, porta ad invalidare la garanzia. Eccezion fatta se il produttore rilascia i driver per il sistema operativo che si desidera installare.

Ma infatti questo è quello che raccontano ma non è assolutamente vero. La garanzia si limita a dire che loro forniscono assistenza tecnica e supporto nei due anni SOLO per il sistema operativo preinstallato. Ma se ti si rompe l'hard disk (o una qualunque altra periferica) sono obbligati a sostituirlo a prescindere dal S.O. installato. Ne aveva parlato tempo fa altro consumo quando c'è stata la prima class action europea. Stessa cosa mi ha confermato l'assistenza HP alla quale ho inviato più volte il mio pc in riparazione con in dualboot ubuntu e non mi hanno mai fatto problemi. ovviamente quando me lo restituivano il pc era alle condizioni di fabbrica perché loro devono eseguire i loro test con il sistema preinstallato
CITAZIONE (Enrico @ 27/11/2012, 16:43) *
Poi, se posso dirti, ci hai smanettato troppo. Quando vedevi che le cose non andavano per il verso giusto, dovevi fermarti, senza fare altri pasticci.

I pasticci li fa solo chi non sa cosa sta facendo o chi non sa come tornare alla situazione iniziale di partenza wink.gif. E' chiaro che chi non sa cosa è una partizione e non ha idea di cosa sia un file sytem o una tabella di partizione è bene che non tocchi niente. Io "smanetto" con il pc da quando ho 7 anni, sono cresciuto con l'ms-dos. Infatti non solo non ho pasticciato niente ma sono riuscito a tenere il sistema di win 8 da loro preisntallato senza modificare alcunché rispettando in pieno il contratto di garanzia ma avendo quello che VOLEVO IO e non quello CHE LORO RITENEVANO OPPORTUNO PER ME. Quando voglio sono sempre in grado di riportare il pc alle condizioni di fabbrica.

CITAZIONE (Enrico @ 27/11/2012, 16:43) *
Poi, altro consiglio: prima di comprare, consulta il sito internet. Avresti visto che esiste il solito modello di computer, ma con installato Win7. Se il problema era questo, avresti dovuto comprare direttamente quello.

Il problema è che un pc non deve essere vincolato ad un sistema operativo (questa affermazione ovviamente va contestualizzata, è ovvio che un 286 non è compatibile con windows 7, quindi non mi aspetto che un pc di 7 anni fa funzioni con sistemi operativi attuali, ma mi aspetto che un pc nuovo abbia i driver con i sistemi operativi che al momento sono in commercio o supportati)

CITAZIONE (Enrico @ 27/11/2012, 16:43) *
Mi dispiace, ma non è così! In nessun computer! Prova a prendere una stampante che funzionava con xp, e falla girare su win7. Impossibile, perchè non ci sono i driver. Per non parlare del Mac. Quello che va con l'uno, solitamente non va con l'altro.
Vorrei che ti fosse chiaro che ti sarebbe successa la solita cosa con qualsiasi altra marca di computer.

Sul mac in effetti non sono ferratissimo (noto solo che ormai molte perfiferiche recano la scritta mac compatibile), ma ti posso assicurare che la mia stampante (compatibile con WINDOWS ME/XP) funziona con windows 8 64 bit perché la casa madre ne ha rilasciato i driver (in realtà ha rilasciato i driver per vista e 7 a 64 bit compatibili anche con win 8). E' vero che non sempre le vecchie stampanti aggiornano i driver per i nuovi sistemi operativi ma ti assicuro che le nuove stampanti hanno sempre i driver fino a xp (e non è un caso perché è il sistema operativo più vecchio ancora supportato da microsoft). Come dicevo i driver sono solo istruzioni niente di più niente di meno.
Ma è innanzitutto una questione di mentalità, è giusto pretendere il rilascio dei driver altrimenti io sarei costretto a buttare via una stampante perfettamente funzionante solo perché la casa madre si rifiuta di scrivere nuove driver. Certo al mercato questo fa comodo ma non mi sembra proprio il caso di dargli man forte.
Stiamo rischiando sempre di più di ricadere nel fenomeno del Vendor lock-in e la sony si avvicina più di altre case in questa direzione (da lì il tag ATTENZIONE). Non è ammissibile che facciano questo alla spalle della clientela poi sono liberi di fare quello che vogliono purchè lo facciano pubblicamente e alla luce del sole. Perché da NESSUNA PARTE è scritto che io NON POSSO installare un altro sistema operativo a fianco di quello presente e non c'è scritto PERCHE', stando a quanto loro stessi dicono, NESSUN CLIENTE COMPREREBBE PIU' I LORO PRODOTTI.
Non possono tenere il piede in due scarpe. Io sono il MASTER, il PADRONE ASSOLUTO del mio pc (non del s.o ma del pc sì) non la SONY e difenderò questo concetto con le unghie e con i denti. E' stato così per più di 20 anni e non sarà la sony a cambiare le carte in tavola, non senza lottare almeno.

EDIT senza contare che non è la prima volta che fanno qualcosa alle spalle della clientela (e di nuovo è solo grazie alle class action usa che di riflesso hanno cambiato politica anche in europa)root kit nei cd sony del 2005
chipko
Ho fatto un ulteriore controllo, non sia mai che mi trovi a disinformare qualcuno, e, giuridicamente parlando, le case produttrici NON POSSONO FAR DECADERE LA GARANZIA QUAL'ORA IL SITEMA OPERATIVO VENGA SOSTITUITO.
Questo non significa che all'assistenza non vi diranno l'esatto contrario. Anche qualora ci dovessero essere delle clausole messe per iscritto trattasi di CLAUSOLE VESSATORIE e che pertanto non hanno valore legale, infatti anche se accetti clausole che ti fanno decadere la garanzia nel caso manometti il sistema di default, sono nulle, essendo contratti che violano la legge, non hanno alcun valore legale. Ad alcuni è stato addirittura proposta la riparazione gratuita a patto di firmare un foglio in cui si rinunciava alla garanzia. OVVIAMENTE NON FIRMATELO. Non ascoltate quello che vi dicono ma rispondete semplicemente che intendete o rivolgervi all'avvocato o alle associazioni consumatori e MIRACOLOSAMENTE vi diranno "Ah no mi scusi, ci siamo sbagliati".
Qui trovate un breve ma davvero pregevolissimo riassunto di come si sia arrivati a questo punto in ITALIA e nel mondo. (Il sito è inoltre molto ricco di guide e spiegazioni per chi volesse approcciarsi ad alcuni concetti base sull'uso del pc)
Qui invece un sito che raccoglie le DENUNCE degli ABUSI da parte delle case produttrici (a quanto pare pure la hp anche se mai avuti problemi con loro)

DIFENDETE I VOSTRI DIRITTI



Qui non centra l'essera fan di un sistema operativo. Non è uno scontro fra Microsoft, Apple, o linux. Ognuno è libero di patteggiare per il sistema che vuole, io personalmente li ho sempre usati entrambi e affiancati. Ma anche se non vi interessa la faccenda perché non installerete mai ubuntu o non metterete mai il pc in dualboot con due versioni di windows vorrei ricordare questa famosa poesia:

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali
e fui sollevato perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti
e non dissi niente perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me
e non c’era rimasto nessuno a protestare.
Enrico
Bene. Allora come hai giustamente detto tu, è un problema di tutte le case produttrici.
Non è colpa di Sony, nè di HP, ma di tutte.
chipko
CITAZIONE (Enrico @ 28/11/2012, 22:01) *
Bene. Allora come hai giustamente detto tu, è un problema di tutte le case produttrici.
Non è colpa di Sony, nè di HP, ma di tutte.

Della ASUS e DEL no eheheh.gif E poi nel caso io avrei scritto "Non è SOLO colpa di Sony O di HP, ma di tutte". C'è da aggiungere anche la colpa di Mediaworld che fa terrorismo psicologico (mio padre si è messo a sudare io no e ho chiesto di parlare con il responsabile) dicendo che avevo invalidato la garanzia (e stiamo parlando di un pc che all'epoca aveva 3 giorni).
Enrico
Asus e Dell indicano chiaramente che si può installare qualunque sistema operativo?
chipko
CITAZIONE (Enrico @ 28/11/2012, 23:01) *
Asus e Dell indicano chiaramente che si può installare qualunque sistema operativo?

Nessuno indica chiaramente niente. In realtà ho fatto un altro e ulteriore controllo e vi sono diversi pareri. Pare che la Asus e la Del non abbiano mai creato problemi di questo tipo. Ovviamente nessuna casa pubblicizza il fatto, nè rende noto che puoi chiedere il rimborso previsto a norma di legge qual'ora l'utente volesse rinunciare al sistema operativo preinstallato. Si darebbero la zappa sui piedi inimicandosi la Microsoft. Io stesso sono rimasto sorpreso di scoprire che alcuni hanno avuto problemi con HP perché io non avevo mai avuto problemi (e avevo ovviamente ubuntu installato) però parlo di 3 anni fa, evidentemente hanno cambiato politica. Comunque mai nessuno mi aveva mentito come invece ha fatto la Sony ed per questo che qui denuncio questa specifica azienda in quanto posso riportare in prima persona il loro comportamento e non quanto altri riportano.
Non è accettabile che la Sony (al momento parrebbe essere l'unica) abbia modificato delle impostazioni nella shell uefi (non accessibile da parte dell'utente finale) di modo da impedire l'installazione in modalità UEFI ad altri sistemi operativi (in modalità legacy è possibile installarli ma a quel punto non partirà più il loro sistema preistallato, peccato che io abbia aggirato il problema e scritto una guida che spiega come bisogna fare per trasportare win 8 preistallato nella modalità legacy).
Ora perché questa ipotetica modifica (confermata e poi negata via telefono)?
Semplice perché questo nuovo bios supporta un hard disk con partizione GPT, e questa è una cosa buona perché questa nuova modalità di partizione permette di creare "infinite" partizioni primarie mentre prima il loro numero era limitato a 4. In precedenza le case creavano apposta 4 partizioni primarie (anzichè utilizzare le logiche) di modo da rendere la vita difficile all'utente che doveva aggiungere delle partizioni (difficile ma non impossibile, perché tali partizioni potevano benissimo essere salvate e rimosse). Ora invece, non essendoci più alcun limite alle partizioni, hanno pensato bene di fare delle modifiche a monte di modo da impedire installazioni diverse da windows 8. SCUSA SE E' POCO.
Dopo che una corte aveva stabilito che con i nuovi bios basati su uefi all'utente finale dovesse essere possibile disabilitare il secure boot (che di fatto previene la modifica del boot e pertanto l'installazione di nuovi sistemi operativi) salta fuori che per qualche strano motivo non si riesce a far partire l'installazione di sistemi operativi pienamente compatibili con la uefi nel modello da me citato. Chiamo l'assistenza e mi dicono che WINDOWS 7 non supporta tale modalità (FALSO), nemmeno l'installazione di ubuntu 12.04 a 64 bit parte pur essendo CREATO PER SUPPORTARE TALE INSTALLAZIONE.
Ammetono che hanno fatto tale modifica e quando li minaccio di denuncia si rimangiano tutto?
MA COME FA LA MISURA A NON ESSERE COLMA?
Io non so cosa facciano le altre, INTANTO DENUNCIO PUBBLICAMENTE SONY e penso seriamente che mi unirò alla nuova class action anche se il computer è di mia madre e anche se sono riuscito a far funzionare tutto. Perché è ingiusto! E chi non aveva le mie competenteze? Ci ho messo 2 settimane di lavoro a sviscerare e a capire come funzionava il nuovo sistema e a trovare tutti i driver giusti (CHE ESISTONO!!!!! MA CHE LORO NON TI METTONO A DISPOSIZIONE)!
Mica tutti gli utenti vogliono sbattersi come ho fatto io, semplicemente si arrendono e anche se volevano avvicinarsi all'open source rinunciano.
Tutto questo dopo che già diverse cause legali sono state vinte.
Chi vuole aprire un altro topic riportando la sua esperienza con altre case è libero di farlo, o di accosarsi a questo.
Quanto a me preferisco parlare solo per diretta conoscenza.
NB 1 Al momento attuale la sony non ha né confermato né smentito tale modifica atta a impedire installazioni di altri s.o. o meglio al telefono il tecnico si è corretto (stranamente solo dopo la minaccia di denuncia) dicendo che SE la sony ha fatto tale modifiche aveva il diritto di farlo e che non era tenuta ad informarmi riguardo a tale modifica.
NB 2 Non ho, né ho mai avuto niente contro sony fino ad un mese fa. Nel mio immaginario i vaio hanno sempre rappresentato sinonimo di qualità e li ho sempre considerati dei pc un po' di lusso. Davvero non avevo mai avuto motivo (e quali mai avrei potuto avere?) per pensare o parlare male della sony. ORA LE COSE SONO DIVERSE.
chipko
È veramente assurdo con quanta tracotanza e sfrontatezza la Microsoft continui a cercare di limitare la libertà degli utenti e a condizionare i produttori di hardware. Chi del settore sa della battaglia intrapresa per garantire la libertà degli utenti di poter disabilitare il secureboot sui propri pc onde permettere agli utenti di installare altri sistemi operativi a fianco di Windows. E cosa fa la Microsoft, con l'aggiornamento a 8.1, mette un antiestetico orribile e al momento non cancellabile avviso, che avverte che il secure boot non è configurato correttamente.
La cosa assurda e oltraggiosa è che la loro soluzione consiste nel dire agli utenti di attivare il secure boot per togliere il messaggio, ma quella non è una soluzione, così facendo, attivando il secure boot io non posso più installare altri sistemi operativi, come ubuntu. Sono davvero ignobili ed è assurdo che nel terzo millennio ancora si debbano subire dei soprusi da una corporation così ingente senza che nessuno intervenga a farle rispettare le regole della concorrenza.
chipko
Per chi fosse interessato, ho risolto e tradotto la guida che mi ha permesso di risolvere thumb_yello.gif
Uncino
io ho ancora vista ma penso che tra un po cambierò il computer e sicuramente mi troverò Windows 8....
per cui la scarico volentieri e ti ringrazio anticipatamente thumb_yello.gif
chipko
CITAZIONE (Uncino @ 22/10/2013, 7:03) *
io ho ancora vista ma penso che tra un po cambierò il computer e sicuramente mi troverò Windows 8....
per cui la scarico volentieri e ti ringrazio anticipatamente thumb_yello.gif

Di niente!
cmq a giudicare dalle visite, 910 in circa 48 ore, e dall'indicizzazione di Google devo dire di sentirmi abbastanza lusingato cool.gif, anche se nei fatti ho solo tradotto e adattato una guida già esistente.
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.