Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: Storie di Cappa e Spada
Disney Digital Forum > * Off-Topic * > Oltre Disney
Pagine: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
brunhilde
Vorrei aprire questo topic parlando di un argomento che forse è un po' "demodé", ma che sono sicura ha molti appassionati. Mi riferisco alle storie di cappa e spada, quelle che avvincono con avventure emozionanti, colpi di scena (e di spada laugh.gif ), duelli mozzafiato e fughe rocambolesche, amori romantici e fragili damigelle. Non ci limiteremo a parlare di romanzi (anche se saranno l'argomento principale), ma anche di film, cartoni, fumetti e tutto ciò che è attinente al tema.



Questa immagine potrebbe essere il manifesto per questo topic che inaguro con il romanzo di cappa e spada per eccellenza (almeno per me eheheh.gif ): I Tre Moschettieri di Alexandre Dumas. Date le dimensioni del volume questo libro potrebbe scoraggiare chi si avvicina per la prima volta al genere, ma lo stile è molto scorrevole e i personaggi sono ben delineati tanto da rendere leggera la lettura. A livello cinematografico sono state molte e svariate le trasposizioni ispirate a questo romanzo, alcune belle altre brutte, per non parlare di una sua citazione sfruttata fino all'esaurimento: vi dice niente la frase "Era una notte buia e tempestosa..."?

P.S.: per i VEU: ragazzi, scusatemi tongue.gif se l'ho aperto prima di voi, ma l'idea mi ronzava in testa e volevo al più presto condividerla con voi.
veu
Grazie Brunhilde!!! ti adoriamo troppo!!! Bellissimo questo topic!!! grazie per averlo aperto... sì noi amiamo troppissimo le storie di cappa e spada... questo argomento per qualcuno è ormai fuori moda però per noi è sempre attualissimo e ci piace sempre tantissimo... queste storie hanno accompagnato la nostra gioventù a furia di vedere classici in tv, oppure leggere bellissimi romanzi di un tempo, respirando atmosfere passate e cavalcare con la fantasia...
Pensiamo che tutti i ragazzi di tanto in tanto abbiano sognato di maneggiare una spada e sventare intrighi salvando belle fanciulle...
tempi che furono ma che comunque non sono mai tanto passati... nell'immaginazione tutto dura sempre...

Per il romanzo dei Tre Moschettieri, sì è lunghetto ma ne vale la pena di leggerlo! è davvero ben fatto, ricco di colpi di scena e sottotrame interessanti... perchè protagonista per Dumas non è solo la storia che sta raccontando ma proprio la Storia con la S maiuscola, certamente romanzata (ma è giusto così) per invogliare il lettore... e poi Amedeo Achard, Augusto Maquet, la Baronessa Orczy. Conan Doyle, Pitta o i tedeschi... insomma ce ne sono di storie e di autori di cui potremo parlare... ovviamente non tralasceremo la parte cinematografica e tv che a molti interessa (i vari film dei Tre Moschettieri, Aquila Nera, il Conte di Montecristo per citare i più classici ma anche tanti altri che man mano esporremo...)...

Insomma, grazie Brunhilde per tutto... e ringraziamo chi ci seguirà in questa nuova avventura sul forum...

Bellissima l'immagine, si addice molto alla presentazione!!!

noi segnaliamo che il nome Cappa e Spada deriva dal romanzo di Amedeo Achard "La Cappa e la Spada"... anche se a dire il vero l'espressione Cappa e Spada è stata inventata da Du Terrail (l'autore di Rocambole), però viene per comodità fatta risalire al libro di Achard...
brunhilde
eheheh.gif Sapevo che vi sarebbe piaciuto!!

Apriamo le danze con il film che ritengo sia in assoluto la miglior versione (ma sono pronta a ritrattare tongue.gif non avendo visto le versioni hollywoodiane precedenti) del romanzo e cioè quello del 1973 con un cast stellare: Oliver Reed, Raquel Welch, Michael York, Charlton Heston, Faye Dunaway... wacko.gif Il film si attiene molto al romanzo al punto da dover essere diviso in due parti (la seconda si intitola Milady) e tiene desta l'attenzione dello spettatore con il sapiente uso di humor, brio e ironia oltre alla bravura degli attori.





Al contrario della insignificante versione del 1993, che differisce molto dalla trama del romanzo, e che utilizza il fascino di attori giovani oltre ad inseguimenti e duelli mooolto rocamboleschi.


Forse non tutti sanno che...: nello stesso anno in cui uscì il film di Richard Lester in Italia fu prodotta una versione maccheronica (ma che voleva essere una presa per i fondelli della storia) del romanzo con intrusioni di kung fu sotto l'influenza dei film di Bruce Lee. Il titolo era Li chiamavano i tre moschettieri... invece erano quattro e la storia ruotava non sulla collana di diamanti della regina, ma sul suo... pitale. Da piccola lo vidi due volte trasmesso da un'emittente privata e ricordo che mi fece ridere abbastanza. Non so se mi farebbe lo stesso effetto rivedendolo ora dry.gif


veu
Visto che ce l'hanno chiesto... trattiamo subito uno dei film di cappa e spada, il film dei Tre Moschettieri degli anni '40...
Noi il film del 1973 ci è sempre piaciuto molto... invece la versione Li chiamavano i 3 moschettieri ma erano 4 l'abbiamo sempre trovata un po' troppo volgarotta... l'abbiamo vista due volte su una rete tv locale... ma noi preferivamo quella del 1973 e anche quella che trattiamo qui sotto che a noi è sempre piaciuta moltissimo... è molto Hollywoodiana, sfarzosa e fedele al romanzo... i duelli sono spettacolari... Brunhilde se non l'hai ancora vista cerca di recuperarla perchè è fenomenale!!!
Il film del 1993 della Disney tra l'altro è molto carino, a noi piacque molto soprattutto il fatto che era differente dalla storia originale... l'abbiamo sempre trovato un buon modo di ri-raccontare la celebre storia...

I TRE MOSCHETTIERI (Titolo originale: "The Three Musketeers")

Nazione: USA
Anno: 1948
Durata: 120 minuti
Regia: George Sidney
Attori: Gene Kelly (D'Artagnan), Lana Turner (Milady), June Allyson (Constance Bonacieux), Van Heflin (Athos), Angela Lansbury (Regina Anna), Frank Morgan (Re Luigi XIII), Vincent Price (Richelieu), Keenan Wynn (Planchet), John Sutton (Duca di Buckingham), Gig Young (Porthos), Robert Coote (Aramis), Reginald Owen (de Treville), Ian Keith (Duca di Rochefort)

Trama: D'Artagnan, giovanissimo gentiluomo guascone, si reca a Parigi in cerca di fortuna. Fa per caso la conoscenza di tre giovani gentiluomini che prestano servizio nei moschettieri del Re: Athos, Porthos e Aramis. La sua abilità di spadaccino e la sua audacia gli conciliano la simpatia di questi tre compagni inseparabili, di cui diventa subito amico. Ben presto D'Artagnan si trova preso nell'ingranaggio dei più pericolosi e gelosi intrighi politici, strettamente connessi con la vita della corte. Incaricato di missioni segrete, attraversa due volte il mare per recarsi in Inghilterra: la prima volta per farsi restituire dal duca di Buckingham i diamanti della Regina e salvarla dalle macchinazioni ordite da Richelieu. Nel secondo viaggio, compiuto in compagnia di Athos, i due amici tentato invano di impedire l'uccisione del duca di Buckingham, da parte della perfida Milady. Alla giusta punizione di costei provvederà più tardi Athos. Alla fine i quattro amici si separano, per seguire ciascuno la propria strada: Aramis si ritira in convento, Porthos sposa una ricca vedova, Athos rientra in possesso delle sue terre e dei suoi titoli, D'artagnan resta al servizio del Cardinale.

Immagini:













brunhilde
A rivedere i fotogrammi ricordo di aver visto questa versione da ragazza quando lo trasmisero ancora originalmente in bianco e nero. Ricordo anche l'effetto di "femme fatale" che mi ispirò la Milady di Lana Turner (che già da sè aveva una certa carica sensuale).

Vorrei a questo punto citare una piccola perla e cioé la versione musicale della Biblioteca di Studio Uno interpretata dal Quartetto Cetra. Per chi volesse vederla (e soprattutto ascoltarla) metto il link per YouTube:

http://www.youtube.com/watch?v=tbnQiGv3hWU...feature=related

Grandiosa è la canzone dei quattro sulla musica de I Magnifici Sette:
Quattro per la vita/ quattro per la morte / siamo i quattro magnifici moschettieri siam del Re...


Forse non tutti sanno che...: La Maschera di Ferro è un personaggio ideato da Alexandre Dumas (padre) nel romanzo Il visconte di Bragelonne (terzo volume della serie), e ispirato ad una figura storica. Da questo piccolo accenno che ne fa l'autore sono nate diverse trasposizioni cinematografiche ultima delle quali quella con Leonardo Di Caprio.
veu
Ma Brunhilde, il film dei Tre Moschettieri del 1948 è in originale in bianco e nero? non lo sapevamo... pensavamo fosse sempre stato a colori, noi almeno l'abbiamo sempre visto a colori, già dalla prima trasmissione su Odeon o Italia 7, non ricordiamo di preciso quale era il canale, nel 1988 ci sembra... è molto molto bello... uno dei migliori realizzati...
Per il Quartetto Cetra, ne abbiamo sempre sentito parlare... grazie Brunhilde per la segnalazione! ce lo guardiamo di sicuro!!!

Sulla questione Maschera di Ferro... sì sappiamo che era un personaggio esistito e che il vero uomo dalla maschera di ferro si trovata rinchiuso nella Fortezza di Pinerolo, che vorremmo sempre andare a vedere e magari a trovare qualche notizia (a Pinerolo è ormai nota questa cosa della Maschera di Ferro e ci sono molte notizie e leggende attorno... noi vorremmo saperne di più... chissà un giorno andremo e ti faremo sapere tutto!)... sulla Maschera di Ferro hanno realizzato negli anni diversi film, tra cui uno stupendo del 1939 (meno fedele al romanzo nei fatti ma molto fedele allo spirito di Dumas)... presto lo trattiamo...
PrincessMononoke
Io amo "I tre moschettieri" di Dumas, e cercavo disperatamente una bella trasposizione cinematografica dell'opera! Avevo iniziato a vedere quella della Disney, ma dopo i primi venti minuti mi ero annoiata e avevo lasciato perdere...
Invece ho visto il trailer del nuovo film suo moschettieri che uscirà a breve, e sembra una cosa ORRENDA. Non sto scherzando. Dal poco che si vede mi sembra che hanno "americanato" l'opera con mille effetti speciali, una Milady che sembra esperta di arti marziali (dico, ma stiamo scherzando???) e i moschettieri resi sbruffoni come qualsiasi eroe di Hollywood... non lo andrò mai a vedere!
brunhilde
CITAZIONE (PrincessMononoke @ 27/9/2011, 10:31) *
Io amo "I tre moschettieri" di Dumas, e cercavo disperatamente una bella trasposizione cinematografica dell'opera! Avevo iniziato a vedere quella della Disney, ma dopo i primi venti minuti mi ero annoiata e avevo lasciato perdere...
Invece ho visto il trailer del nuovo film suo moschettieri che uscirà a breve, e sembra una cosa ORRENDA. Non sto scherzando. Dal poco che si vede mi sembra che hanno "americanato" l'opera con mille effetti speciali, una Milady che sembra esperta di arti marziali (dico, ma stiamo scherzando???) e i moschettieri resi sbruffoni come qualsiasi eroe di Hollywood... non lo andrò mai a vedere!


eheheh.gif Avete ragione Veu. Erano i miei genitori ad avere il televisore in b/n.

Cara Mononoke hai perfettamente ragione. Anch'io ho visto il trailer e sono rimasta inorridita. Milady (sempre se "è" lei dry.gif ) che duella, ma soprattutto che fa piroette con tutta quella massa di vestiti è poco credibile, per non parlare delle imprecisioni storiche (le prime mongolfiere presero il volo nel 1783 e non all'epoca di Luigi XIII). E che dire della ormai sfruttatissima tecnica "alla Matrix" che mi ha già stufato? Orlando Bloom ha il fisique du rol per il Duca di Buckingam che però stona vedendolo duellare alla stregua di un soldataccio.
Se vuoi vedere una trasposizione abbastanza fedele ti suggerisco (se riesci a trovarla) la versione del 1973 di cui ho parlato, ma anche quella descritta dai Veu del 1948 è molto buona. Nel 1989 uscì poi il film Il ritorno dei tre moschettieri tratto a sua volta dal secondo romanzo Vent'anni dopo. Il cast e il regista sono gli stessi e, tranne per alcune modifiche, anche questo segue abbastanza da vicino il testo.

Per i più piccoli nel 2004 la Disney produsse I Tre Moschettieri con gli inseparabili Topolino, Paperino e Pippo. Del romanzo non ha niente, ma di buono c'è la colonna sonora con le musiche di Beethoven, Tchaikowski e altri.
veu
A noi invece la nuova versione ispira, sì è piuttosto infedele nell'ambientazione e nei personaggi per non parlare delle mongolfiere, ma davvero ci ispira e vogliamo vederlo...

E a proposito di cappa e spada, Scaramouche o Pardaillan li conoscete?
Tigrotta
CITAZIONE (PrincessMononoke @ 27/9/2011, 10:31) *
Io amo "I tre moschettieri" di Dumas, e cercavo disperatamente una bella trasposizione cinematografica dell'opera! Avevo iniziato a vedere quella della Disney, ma dopo i primi venti minuti mi ero annoiata e avevo lasciato perdere...
Invece ho visto il trailer del nuovo film suo moschettieri che uscirà a breve, e sembra una cosa ORRENDA. Non sto scherzando. Dal poco che si vede mi sembra che hanno "americanato" l'opera con mille effetti speciali, una Milady che sembra esperta di arti marziali (dico, ma stiamo scherzando???) e i moschettieri resi sbruffoni come qualsiasi eroe di Hollywood... non lo andrò mai a vedere!


Per me la trasposizione de I Tre Moschettieri più bella è quella del 1948. Ti consiglio quella. smile.gif
PrincessMononoke
Vi ringrazio per i consigli! Cercherò di vedere entrambe le versioni, sperando non siano introvabili, e vedrò volentieri anche "Il ritorno dei tre Moschettieri". Naturalmente ho letto anche "Vent'anni dopo" e sono molto felice che abbiano fatto un film anche su questo libro.
Mi manca "Il conte di Bragelone" perchè ormai si trova solo nella versione dei Mammut, ed è un libro gigantesco; prima o poi lo comprerò e mi adeguerò a leggerlo tenendolo sul tavolo "u.u
veu
Il Visconte di Bragelonne è molto lungo ma davvero appassionante... tra i personaggi appare anche l'eroina Suzanne De Plessis Bellière (nel romanzo di Dumas si chiama Elise), eroina che sarà poi colei che ha ispirato la famosa saga di Angelica la marchesa degli Angeli...

Vent'anni dopo noi non l'abbiamo mai letto... proprio non l'abbiamo mai trovato e non siamo nemmeno più andati a cercarlo a dire la verità, però ci ha sempre ispirato molto e - diciamoci la verità - abbiamo letto i Tre Moschettieri e il Visconte e ci manca la parte a metà che conosciamo per sommi capi grazie al film con Michael York, anche se sappiamo che si sono presi delle libertà (Justine al posto di Mordant per esempio)... ma è ancora editato il libro?
Tigrotta
CITAZIONE (veu @ 28/9/2011, 23:02) *
Il Visconte di Bragelonne è molto lungo ma davvero appassionante... tra i personaggi appare anche l'eroina Suzanne De Plessis Bellière (nel romanzo di Dumas si chiama Elise), eroina che sarà poi colei che ha ispirato la famosa saga di Angelica la marchesa degli Angeli...

Vent'anni dopo noi non l'abbiamo mai letto... proprio non l'abbiamo mai trovato e non siamo nemmeno più andati a cercarlo a dire la verità, però ci ha sempre ispirato molto e - diciamoci la verità - abbiamo letto i Tre Moschettieri e il Visconte e ci manca la parte a metà che conosciamo per sommi capi grazie al film con Michael York, anche se sappiamo che si sono presi delle libertà (Justine al posto di Mordant per esempio)... ma è ancora editato il libro?


Certo che sì! Io ho l'edizione Mondadori, si trova facilmente wink.gif
PrincessMononoke
CITAZIONE (veu @ 28/9/2011, 23:02) *
Vent'anni dopo noi non l'abbiamo mai letto... proprio non l'abbiamo mai trovato e non siamo nemmeno più andati a cercarlo a dire la verità, però ci ha sempre ispirato molto e - diciamoci la verità - abbiamo letto i Tre Moschettieri e il Visconte e ci manca la parte a metà che conosciamo per sommi capi grazie al film con Michael York, anche se sappiamo che si sono presi delle libertà (Justine al posto di Mordant per esempio)... ma è ancora editato il libro?

Sisi, si trova facilmente! Io l'ho comprato l'anno scorso nell'edizione della BUR (:
brunhilde
CITAZIONE (PrincessMononoke @ 28/9/2011, 12:35) *
Mi manca "Il conte di Bragelone" perchè ormai si trova solo nella versione dei Mammut, ed è un libro gigantesco; prima o poi lo comprerò e mi adeguerò a leggerlo tenendolo sul tavolo "u.u


Ti sto già facendo compagnia: me lo sono fatta prestare da mia madre e quando ho visto il mattone mi sono spaventata eheheh.gif eheheh.gif Ho già letto il primo capitolo.

Per i Veu: ho sentito nominare Scaramouche, so che Domenico Modugno lo interpretò (La sigla cantava: "Com'è bella l'avventura...") per la tv così come Stewart Granger, ma non l'ho mai visto né letto (i Queen lo nominano nella canzone Bohemian Rhapsody).
veu
Non sapevamo della questione dei Queen... grande Brunhilde!!!
A noi Scaramouche piaceva moltissimo... è uno dei classici di cappa e spada della Hollywood d'oro... è molto bello, il duello finale dura sui 8/9 minuti... quando l'avevamo visto eravamo piccolini... però l'abbiamo intravisto qualche annetto fa e il film mantiene sempre il suo fascino... intendiamo il film anni '40... ne hanno fatti diversi, uno con Ursula Andress ma era piuttosto "spinto", non male ma decisamente più adulto... non sapevamo che Domenico Modugno lo interpretò... davvero ci è nuova questa cosa... tesoro, ci dai sempre un sacco di informazioni...
il libro... l'avevamo letto nelle medie ci sembra, ma chi se lo ricorda? dobbiamo ritrovarlo...
brunhilde
Per la precisione la frase del testo della canzone è questa:
I see a little silhouette of a man
Scaramouch, scaramouch will you do the fandango


Per quanto riguarda lo sceneggiato con Domenico Modugno lo Scaramouche del titolo è riferito alla maschera della Commedia dell'Arte nata dopo la pubblicazione dell'omonimo libro. Di seguito vi metto il link di Wikipedia con la trama dello sceneggiato

http://it.wikipedia.org/wiki/Scaramouche_(...ato_televisivo)

A livello teatrale la maschera assomiglia molto a Capitan Fracassa (più in là ne parleremo). kiss2.gif

Per quanto riguarda il film da voi citato con Ursula Andress Le avventure e gli amori di Scaramouche del 1975, ho letto l'estratto della trama e mi sembra che non abbia niente a che fare con la storia originale
veu
Sì infatti il film con Ursula Andress non ha nulla a che vedere con il romanzo... a parte l'ambientazione della Rivoluzione Francese e il nome Scaramouche...

Grazie per la trama dello sceneggiato... peccato non averlo visto... dobbiamo vedere se si può reperire da qualche parte... quindi è proprio una maschera della commedia dell'arte! bella questa cosa... non sapevamo proprio che c'era questa maschera, pensavamo fosse inventata per il film Scaramouche e il romanzo ma non sapevamo che esisteva davvero... ci è proprio nuova questa cosa... quante cose si imparano!

Il film degli anni '40 invece è proprio ispirato al romanzo di Rafael Sabatini, grande scrittore di libri di cappa e spada...
brunhilde
CITAZIONE (veu @ 4/10/2011, 14:56) *
Grazie per la trama dello sceneggiato... peccato non averlo visto... dobbiamo vedere se si può reperire da qualche parte...


Il mulo me lo digerì un paio di anni fa, quando mi fu chiesto di cercare tutti gli sceneggiati RAI anni '70, e fu abbastanza facile. Dovreste trovarlo ancora.

Visto che l'abbiamo nominato adesso tocca a Capitan Fracassa. Le capitain Fracasse è un romanzo d'appendice di Théophile Gautier pubblicato a puntate tra il 1861 e il 1863. Il personaggio però non è un'invenzione del protagonista perchè già nel XVII esisteva una maschera della Commedia dell'Arte che aveva quel nome. Di seguito metto il link per la trama del romanzo:

http://it.wikipedia.org/wiki/Il_Capitan_Fracassa

In ambito cinematografico ho visto il film di Scola Il viaggio di capitan Fracassa con Massimo Troisi e una brava Ornella Muti (bello però è solo ispirato al romanzo perchè nella seconda parte se ne discosta parecchio) e solo qualche scena del film del 1940 che però segue più da vicino il romanzo.

Forse non tutti sanno che...: nel 1997 la Francia volle commemorare questo campione della sua letteratura emettendo un francobollo del valore di 3,00 franchi dove viene rappresentato capitan Fracassa.
veu
Noi non abbiamo mai visto Capitan Fracassa... ne avevamo letto qualche pagina durante le lezioni di letteratura francese, ma non conosciamo particolarmente questo personaggio... dobbiamo recuperare!
brunhilde
CITAZIONE (veu @ 13/10/2011, 14:38) *
Noi non abbiamo mai visto Capitan Fracassa... ne avevamo letto qualche pagina durante le lezioni di letteratura francese, ma non conosciamo particolarmente questo personaggio... dobbiamo recuperare!


Forse dovrete recuperare qualcos'altro in più eheheh.gif eheheh.gif . Per alcuni versi somigliante (il protagonista che si cela, una fanciulla ignara del suo lignaggio, il cattivo di turno che vuole usurpare, un genitore ritrovato...), ma per altri molto originale nella trama è la storia del film Il cavaliere di Lagardère tratto a sua volta dal romanzo Le bossu (il gobbo) di Paul Féval. Quando lo vidi mi innamorai subito della storia e del sofferente protagonista tanto che quando lo replicarono lo registrai laugh.gif . Altro che quella porcheria di sceneggiato trasmesso da Rete4!! Lingua3.gif
veu
Sì conosciamo il Gobbo di Paul Feval... è una storia molto bella, un po' cruda (quando falsificano il corpo della principessa o quando trovano la sostituta)... anche noi avevamo visto lo sceneggiato su Rete 4... non era malaccio, però preferiamo il film con Jean Marais, sarà che l'abbiamo visto da quando eravamo bambini e ci siamo molto affezionati... più tardi vi facciamo la scheda del film con Marais così ne parliamo approfonditamente...
brunhilde
CITAZIONE (veu @ 14/10/2011, 14:01) *
però preferiamo il film con Jean Marais, sarà che l'abbiamo visto da quando eravamo bambini e ci siamo molto affezionati... più tardi vi facciamo la scheda del film con Marais così ne parliamo approfonditamente...


Non sapevo ci fosse un'edizione più vecchia. Io mi riferivo a quella con Vincent Perez, Philippe Noiret e Daniel Auteuil del 1997.
veu
Sì c'è una versione precedente ed è fantastica... stiamo preparando la recensione...

Qui sotto invece postiamo un elenco di film usciti in dvd in Francia nella collezione I grandi film di cappa e spada editati dalla Atlas...

Piano piano li trattiamo uno per uno e anche altri che conosciamo...


00 les mysteres de paris

01 Le capitan

02 Le masque de fer

03 Le bossu

04 Le capitaine Fracasse

05 Fanfan la Tulipe

06 La Tulipe Noire

07 Cadet Rousselle

08 Le miracle des loups

09 Le comte de Monte-Cristo 1

10 Le comte de Monte-Cristo 2

11 Cyrano et d'Artagnan

12 L'affaire des poisons

13 Mandrin met le feu aux poudres

14 La tour de Nesle

15 Scaramouche

16 Le comte de Monte-Cristo 1

17 Le comte de Monte-Cristo 2

18 Les frères corses

19 Le bossu

20 Mandrin 1ère époque

21 Mandrin 2ème époque

22 Le cavalier noir

23 Le capitan 1ère époque

24 Le capitan 2ème époque

25 Le secret de Mayerling

26 L'aventurier de Séville (Ladislao Vajda, 1954)

27 Les trois mousquetaires - Les ferrets de la reine

28 Les trois mousquetaires - On l'appelait Milady

29 Le retour des mousquetaires

30 Robin des Bois, Prince des Voleurs

31 Le signe de Zorro

32 Les révoltés du Bounty

33 Les contrebandiers de Moonfleet

34 Les aventures de Robin des Bois (Michael Curtis & William Keighley, 1938)

35 Le capitaine Fracasse

36 Zorro

37 Le masque de Zorro

38 Le fils du capitaine Blood
veu
Ecco qui la scheda che vi avevamo promesso:

LA SPADA DEGLI ORLEANS (Titolo originale: "Le Bossu")

Nazione: Francia-Italia
Anno: 1959
Regia: André Hunebelle
Attori: Jean Marais (Cavaliere di Lagardère), Sabina Sesselman (Aurora di Nevers e Isabella di Caylus), Bourvil (Passepoil), François Chaumette (Philippe de Gonzague), Jean Le Poulain (M. de Peyrolles), Hubert Noël (duca Filippo di Nevers), Rosita Fernandez (Flora)

Trama: Isabella di Caylus, segretamente sposata a Filippo di Nevers, è insidiata dal bieco principe Gonzaga che vuole sposarla e liberarsi di Filippo di Nevers. Isabella decide di affidare al marito la piccola nata dalla loro unione, Aurora. Il Gonzaga dà mandato a M. de Peyrolles, la sua anima dannata, di uccidere Filippo, che, prima di morire, affida la bambina all'amico Henri de Lagardère, intervenuto per aiutare Filippo. Lagardère ferisce la mano dell'assassino del duca. Poi il Cavaliere promette all'amico morente di prendersi cura della piccola Aurora che porta in Spagna assieme al suo fedele servitore e amico Passepoil. Passano 16 anni e la giovane Aurora è diventata una splendida ragazza e piano piano inizia a nutrire dei sentimenti per il Cavaliere di Lagardère. Nel frattempo, Gonzaga, che vuole sposare Isabella, ottiene un consiglio di famiglia dovendo statuire la successione dei Nevers, dopo anni che ha fatto credere alla donna amata che Aurora è morta. Lagardère rientra in Francia segretamente assieme a Passepoil e Aurora. Quest'ultima un giorno al mercato incontra un Gobbo che sembra spiarla.
Al ballo per festeggiare il Reggente, Aurora dev'essere presentata come erede di Nevers, ma gli sgherri di Gonzaga la fanno rapire. Il Gobbo riesce a far parlare e uccidere Peyrolles. Aurora è stata condotta al palazzo di Gonzaga dove si tiene il ricevimento in occasione del Reggente e vi è anche Isabella. Aurora vede accanto a sé il Gobbo che le incute timore, ma poi decide di fidarsi di lui che vuole aiutarla a fuggire. Sopraggiunge Gonzaga che vuol impedire la fuga della prigioniera e il Gobbo allora si rivela essere il Cavaliere di Lagardère che ha assunto tali sembianze per poter controllare la situazione e salvare Aurora. Gonzaga e Lagardère si scontrano a duello, alla presenza del Reggente e di Isabella di Caylus. Alla fine Lagardère riesce a uccidere Gonzaga. Aurora può così riabbracciare sua madre, le vengono riconosciuti i suoi diritti dinastici e infine si sposa con il Cavaliere di Lagardère.



Immagini:







brunhilde
CITAZIONE (veu @ 14/10/2011, 17:58) *
Qui sotto invece postiamo un elenco di film usciti in dvd in Francia nella collezione I grandi film di cappa e spada editati dalla Atlas...
Piano piano li trattiamo uno per uno e anche altri che conosciamo...

09 Le comte de Monte-Cristo 1

10 Le comte de Monte-Cristo 2

16 Le comte de Monte-Cristo 1

17 Le comte de Monte-Cristo 2

25 Le secret de Mayerling

30 Robin des Bois, Prince des Voleurs

32 Les révoltés du Bounty

34 Les aventures de Robin des Bois (Michael Curtis & William Keighley, 1938)


Non conosco tutti i titoli che avete postato, ma mi piacerebbe sapere perchè questi che vi ho citato sono inclusi nel genere cappa e spada. Il conte di Montecristo è la storia della rivincita di un uomo sul suo destino; Robin Hood è fuori tempo storico e dovrebbe rientrare nel genere medievale; il caso di Mayerling è un intrigo politico che sfocia nel regicidio; gli Ammutinati del Bounty poi huh.gif dry.gif (a seconda dei vari film) rientra nel genere di guerra o di conquista dell'America.
veu
Sì è una collana fatta così aggiungendo diversi titoli per vendere...

tra tutti solo Robin Hood secondo noi rientra nel genere, ok è medievale ma è pur sempre di cappa e spada... anche il film con Errol Flynn è considerato un classico di cappa e spada da tutti... il cappa e spada poi spazia dal Medioevo al 1800 quindi Robin Hood ci sta... Gli Ammutinati del Bounty ci dà più di western...
brunhilde
CITAZIONE (veu @ 27/9/2011, 22:55) *
E a proposito di cappa e spada, Pardaillan lo conoscete?


Non l'ho mai sentito. E' un romanzo o un film?

CITAZIONE (veu @ 14/10/2011, 14:01) *
Sì conosciamo il Gobbo di Paul Feval... è una storia molto bella, un po' cruda (quando falsificano il corpo della principessa o quando trovano la sostituta)... preferiamo il film con Jean Marais, . più tardi vi facciamo la scheda del film con Marais così ne parliamo approfonditamente...


Non vedo l'ora di leggerla!
veu
La stiamo preparando...
brunhilde
Mentre preparate la scheda iniziamo a parlare di un film che nasce da un romanzo FANFAN LA TULIPE di Pierre Gilles Veber e dalla sceneggiatura di un cineromanzo muto in 8 puntate del 1925. Sto parlando del film Fanfan la Tulipe (ovvero Il Tulipano d'Oro).
Il film è ambientato in Francia durante la Guerra dei Sette Anni. Nel momento in cui il film inizia, conosciamo Fanfan, un affascinante e attraente giovane che sta cercando di sfuggire a un matrimonio riparatore. In questo momento vulnerabile della sua vita, viene avvicinato dalla figlia di un ufficiale di reclutamento, Adeline, che gli predice il futuro: se si unirà all' esercito, troverà fama, fortuna e sposerà la figlia del re . Convinto dalla fascinosa ragazza, Fanfan si unisce all'esercito solo per scoprire che Adeline ha montato una messinscena allo scopo di far ottenere al padre un bonus per i reclutamenti. Tuttavia, incoraggiato da una serie di circostanze (per esempio l'incontro con Mme di Pompadour che donandogli una spilla d'oro a forma di tulipano gli fa scorgere la Delfina), egli accetta la predizione di Adeline come se fosse veramente il suo destino. Una serie di eventi rocamboleschi mette in mostra la sua prestanza fisica, la sua agilità e astuzia. Nel frattempo nasce un'attrazione tra lui e Adeline che però entra in conflitto con la sua idea di "destino" ovvero di sposare la figlia di un re. Alla fine però è meglio avere per moglie la figlia di un militare che la capricciosa e paurosa figlia di re.

La versione del '52 gode della bella presenza di Gérard Philipe (noto attore del teatro drammatico francese) e della bellissima e prorompente Gina Lollobrigida. La trama presenta momenti esilaranti ai danni del povero padre di Adeline in particolare e dei soldati in generale. Il doppiaggio effettuato da Nino Manfredi è la ciliegina sulla torta.
La versione del 2003 mette in campo due "boni" contemporanei, Penelope Cruz e Vincent Perez ma sembra non bastare visto che aumentano i duelli e le fughe spettacolari. Personalmente penso che la Cruz (per quanto brava) non sia in questo film all'altezza della Lollobrigida che aveva saputo ben caratterizzare il suo personaggio.
Qui sotto metto a confronto i 4 protagonisti:








P.S.: la cosa buona dei remake o dei film che anche lontanamente si ispirano ad un romanzo è quella di vedere la ristampa del romanzo stesso. Sta uscendo il film su I Tre Moschettieri? Ho già visto in libreria la nuova edizione tascabile con sulla copertina una scena del nuovo film.
brunhilde
Dello stesso regista di Fanfan è un altro film di cappa e spada, Il Tulipano Nero del 1964 con uno sbarazzino Alain Delon e una bellissima Virna Lisi. Il film, all'epoca in cui uscì, riportava un altro titolo Il vendicatore.
La storia è ambientata in Francia nei mesi precedenti la Rivoluzione. Nei dintorni del villaggio di Roussillon scorrazza un brigante che si fa chiamare il Tulipano Nero. La povera gente lo acclama come un moderno Robin Hood giacchè assalta le carrozze dei ricchi e si dichiara "rivoluzionario", ma in realtà è un nobile egli stesso al secolo conte Guillaume de Saint Preux che cinicamente si diverte a giocare questo ruolo. Alle calcagne si ritrova il barone La Mouche, poliziotto che sospetta la sua vera identità. Durante uno scontro Guillaume viene ferito ad una guancia, ma per non essere smascherato chiede aiuto al gemello Julien che si sostituirà a lui sia come conte che come brigante. Nel frattempo Julien conosce Caroline, la figlia di un oste ed entrambi rivoluzionari. I due finiranno per innamorarsi mentre la Storia incalza gli eventi. Guillaume alla fine viene catturato, ma durante la fuga viene ucciso. Caroline, che era accorsa per aiutarlo nella fuga, si dispera per la (presunta) morte dell'amato, ma subito Julien la raggiunge non rivelandole mai l'esistenza di un gemello. In memoria di questi si assume l'incarico di continuare le gesta del Tulipano Nero.
Il film segue un po' la traccia farsesca di Fanfan, rasentando alcune volte il grottesco, ma la storia è godibile.
veu
Belli Fanfan e il Tulipano Nero... noi il Tulipano Nero non lo ricordiamo bene nonostante lo trasmettano quasi tutti gli anni in tv, ma per un motivo o per l'altro non lo vediamo mai...

Stiamo finendo la scheda della Spada degli Orleans...

veu
Non ci siamo dimenticati... solo che abbiamo avuto poco tempo e troppo lavoro...
veu
Ecco la scheda che vi avevamo promesso:

LA SPADA DEGLI ORLEANS (Titolo originale: Le Bossu)


Nazione: Francia - Italia
Anno: 1959
Durata: 104 minuti
Regia: André Hunebelle
Attori: Jean Marais (Lagardère), Sabina Sesselman (Isabella di Caylus/Aurora di Nevers),

Trama: Nell'epoca della Reggenza (1715-23) il cavaliere di Lagardère si traveste da gobbo per vendicare il duca Filippo di Nevers, assassinato a tradimento, e restituire i diritti a sua figlia. Tutto comincia quando Isabella di Caylus, segretamente sposata a Filippo di Nevers, è insidiata dal bieco principe Gonzaga e deve affidare al marito la loro piccola Aurora. Il Gonzaga uccide Filippo, che, prima di morire, affida la bambina all'amico Henri de Lagardère. Quest'ultimo porta la piccola ancora in fasce in Spagna dove cresce serena e bellissima, mentre alla madre è fatto credere che la piccola sia morta. Passano gli anni e Aurora è diventata una splendida donna, innamorata di Lagardère. Ma Gonzaga scopre che la legittima erede è viva e vuole eliminarla. Sarà il prode Lagardère a salvare la giovane, a punire i malvagi e così madre e figlia potranno riabbracciarsi. Alla fine, Aurora e Lagardère consacrano la loro unione.

Curiosità:

* il regista, André Hunebelle, ha diretto altri due film di cappa e spada con protagonista Jean Marais, I Misteri di Parigi e Il Capitano del Re.
* è la 3ª versione tratta dal popolare romanzo di cappa e spada di Paul Féval, già filmato nel 1934 (con Robert Vidalin) e nel 1944 (con Pierre Blanchar, diretto da J. Delannoy). Successivamente sarà portato nuovamente sullo schermo negli anni '90 e poi in una miniserie del nuovo millennio. E' considerata la versione migliore tratta dall'opera di Féval.

Immagini:











brunhilde
Per non farmi mancare tongue.gif niente il muletto mi ha digerito il romanzo in lingua originale. Non so quando avrò il coraggio (e il tempo rolleyes.gif ) di leggerlo. Così come l'avete descritta la trama è uguale alla versione del 1997 che ho visto con Daniel Auteuil, però bisognerebbe confrontare il diverso approccio che i due film hanno verso la storia.

P.S.: visto che non rientrano nell'elenco della collana di Cappa e Spada, potreste farci la scheda degli altri due film interpretati da Jean Marais? (sempre se vi va e se avete il tempo?)

Grazie Veu.
veu
Sì sì... li trattiamo...

Ecco qui il primo:

IL CAPITANO DEL RE (Titolo originale: Le Capitan)

Nazione: Francia
Anno: 1960
Durata: 111 minuti
Regia: André Hunebelle
Attori: Jean Marais, Elsa Martinelli, Arnoldo Foà

Trama: Il castello del marchese dè Tenaci è stato incendiato e saccheggiato. Francesco di Capestano cerca invano di difendere il marchese, suo intimo amico, che viene ucciso da Rinaldo, capo dei saccheggiatori. Francesco a stento si salva da morte sicura con l'aiuto di una misteriosa fanciulla, che subito dopo sparisce senza lasciare alcuna traccia. Francesco, riavutosi dalle ferite, parte verso la capitale sperando di vendicare l'amico morto. Durante il viaggio ritrova la misteriosa fanciulla di nome Gisella e salva da un'aggressione un certo Cogolino, che lo ricambia con una dedizione a tutta prova. Alle porte della città i partigiani di Concini, Primo Ministro, rapiscono Gisella nonostante l'intervento di Francesco. Con l'aiuto di Cogolino, Francesco riesce a sventare tutti i tentativi dei congiurati, miranti a sopprimere il Re Luigi XIII. Saputo il luogo dove è prigioniera Gisella, con l'aiuto del fido Cogolino, egli riesce a portarla in salvo. La donzella, rimasta ferita, gli confessa che il suo amore è ricambiato. Quando Francesco riuscirà a convincere il di lei padre, il duca d'Anguleme, a cessare la lotta contro il Re e a smascherare il traditore Concini, i due si potranno sposare.


Curiosità:

* il film è tratto dal romanzo di Michel Zevaco.
* è uno dei 3 film diretti da André Hunebelle con Jean Marais come protagonista.


Immagini:



Che carino questo topic!!!Io adoro le storie di cappa e spada!!! happy.gif E poi non sono così desuete...altrimenti ciò vorrebbe dire che anche noi lo siamo Roftl.gif
Comunque ho letto tutti i vostri riferimenti ai film...la maggior parte li ho già visti, altri no ma spero di recuperare presto!
Non so voi, ma quando ero piccola ero anche una grande appassionata dei cartoni animati tipo Lady Oscar, D'Artagnan e i moschettieri del Re, Robin Hood, il tulipano nero...e quando sono cresciuta ho letto tutti i romanzi che trovavo riguardo l'argomento! happy.gif
Ammetto con un certo imbarazzo, tuttavia, che devo ancora leggere il Conte di Montecristo!
brunhilde
flowers2.gif Cara Ariel benvenuta nel topic. Cominciavo a disperare che a qualcun'altro potesse interessare l'argomento, sembrava una partita a ping pong tra me e i Veu. Roftl.gif

Non imbarazzarti per il Conte: pensa che a 20 anni di distanza da Vent'anni dopo eheheh.gif solo adesso sto leggendo Il visconte di Bragelonne. tongue.gif Dicci dicci, dai dai che romanzi di cappa hai letto? Quali ti sono piaciuti?

Lady Oscar wub.gif wub.gif e Il tulipano nero li ho visti anch'io. Il primo è un cult che amo alla follia anche se, ad essere precisi, non è proprio un cartone di cappa e spada, ma più storico.
veu
Welcome Ariel! che bello! un altro utente appassionato di queste storie!!! evviva!!!

ci uniamo a Brunhilde, dicci quali romanzi/film ti sono piaciuti!
Grazie ragazzi! happy.gif Forse però mi accordate troppa fiducia...non sono proprio una specializzata del settore come voi! Comunque, il primo libro che ho letto sull'argomento è stato I tre moschettieri e allora ne andavo molto fiera perchè avevo circa 10 anni e ne avevo letto la versione integrale, dopo aver divorato, quando ero più piccola, i vari adattamenti per bambini! Poi è stato il turno di Vent'anni dopo (ovviamente!) e del Visconte di Bragelonne; poi ho letto diversi libri più che altro sono di avventura e, se volete, storici, come: Ivanohe e mi si è aperto un mondo su Walter Scott che è uno dei miei autori preferiti, forse proprio perchè ha scritto cose molto diverse fra loro; La Freccia Nera di Stevenson e Robin Hood...anche se quest'ultimo mi ha deluso perchè me lo immaginavo completamente diverso, visti i vari film sull'argomento.
Per quanto riguarda i film, credo di aver visto tutti gli adattamenti sulla trilogia di Dumas...anche i peggiori, devo ammetterlo! Anche se, a dire la verità, nessuno mi è piaciuto fino in fondo perchè non riescono a rapirmi come i libri...insomma, si soffermano sempre sugli stessi episodi: la collana di diamanti, la storia di Milady...vorrei vedere qualcosa di più per un cult della letteratura! Infatti, l'ultimo film sull'argomento, uscito da poco al cinema, mi sono rifiutata di vederlo! Beh, spero di non avervi annoiato con questo sproloquio e soprattutto di non aver scritto cose che non c'entravano niente! happy.gif
brunhilde
Al contrario, happy.gif perchè condivido perfettamente le tue opinioni. wink.gif
Per quanto riguarda le versioni cinematografiche tratte da qualsiasi libro purtroppo è impossibile che un film susciti le stesse emozioni del romanzo per il semplice fatto che il tempo di narrazione è pochissimo (2h) a meno che la sceneggiatura non sia il libro stesso (queste rare eccezioni le ho trovate nel 1° film di Harry Potter e nel film La papessa) o addirittura non si faccia un film per la tv a puntate (in tal caso sono state ottime le serie in 4 puntate della BBC di Orgoglio e Pregiudizio con Colin Firth e della rete francese di La Camera delle Signore).
veu
ma ragazzi, Ivanhoe e i libri di Walter Scott rientrano nei romanzi di cappa e spada, così come anche Robin Hood... sono un cappa e spada più medievaleggiante ma sono pur sempre cappa e spada...
il periodo di cappa e spada va dal Medioevo sino al 1850 più o meno... qualcuno lo espande sino al 1880... questo spiega perchè il Conte di Montecristo è considerato un classico dei cappa e spada...
Brunhilde, conosci anche il cappa e spada al femminile come Angelica marchesa degli Angeli e Catherine, un solo impossibile amore?

brunhilde
Ragazzi, spero di non fare la saputona tongue.gif , ma forse è il caso di chiarire cosa si intende per genere di cappa e spada.
Per quanto riguarda i romanzi di Cappa e Spada riporto la definizione data da Wikipedia:

Con la definizione cappa e spada si identifica un genere di letteratura particolarmente seguita tra la seconda metà del XIX secolo e la prima metà del XX.... tale locuzione indica le storie di intrigo e mistero... I romanzi di cappa e spada sono in gran parte ambientati in Europa nel tardo Rinascimento, nel periodo dell'illuminismo o delle guerre napoleoniche. In queste epoche i progressi nel campo della metallurgia avevano indotto la produzione di lame resilenti agili e flessibili, in grado di infliggere gravi ferite penetranti, sottolineando così uno stile vivace e appariscente conosciuto come "swordfighting".

Come si può leggere non si parla di medioevo o di altri periodi. A livello antologico (ve lo garantisco perchè li ho studiati eheheh.gif ) Walter Scott viene definito "romanziere storico" così come Robin Hood rientra nel campo della leggenda al pari di Beowulf.
A livello cinematografico invece il genere di cappa e spada in Italia si è fuso con il genere "swashbuckling novels" dove

il termine "swashbuckler" sta a significare, più o meno, "ardimentoso scavezzacollo".
Le origini di questo tipo di film sono da ricercare nei racconti cavallereschi del Medioevo, come per esempio Robin Hood, re Artù e i cavalieri della Tavola Rotonda ecc. Le opere più famose sono quelle di Dumas (come ne I tre moschettieri), nei romanzi pulp di Zorro di Johnston McCulley e un gran numero di storie sui pirati. Lo stile selvaggio, disinvolto, ma anche divertente, divenne presto uno dei più apprezzati generi cinematografici di Hollywood; in particolare divenne popolare durante il periodo d'oro dell'attore Douglas Fairbanks, Sr., che divenne famoso nel mondo per le sue interpretazioni di eroi come D'Artagnan e Zorro, nonché per la sua abilità ad usare la spada.

Con Erroll Flynn poi il genere raggiunge il suo apice (e qui troviamo anche storie come Robin Hood, Capitan Blood, Don Giovanni, ecc.) inglobando un periodo storico più ampio e generi addirittura diversi come storie piratesche, ecc.

wub.gif Angelica, la marchesa degli angeli Innamorato.gif è stato il primo romanzo "serio" che ho letto nella prima adolescenza e lo stile era così scorrevole che non mi pesò leggere tutti e dodici i volumi. In seguito lo rilessi altre due volte così come mi vidi la serie di film a lei dedicati. La precisione storica della serie mi impressionò molto. Catherine invece non l'ho mai letto.
veu
Capito, Brunhilde!!!

Ci fa piacere che ti piaccia Angelica (un'altra fan di Angelica! che bello!!!) ... Anne Golon per il 2013 pubblica l'ultimissimo libro della saga, intitolata Angelique et le Royaume de France (=Angelica e il Regno di Francia), in edizione speciale... nella storia dalle indiscrezioni Angelica torna in Francia, ci sarà il processo per l'affare dei Veleni e lei verrà graziata dal re e si riunirà a Joffrey... almeno è quanto dicono i rumors sul web...
Sai che in Russia sono usciti negli anni '60/'70 altri libri sequel di Angelica, erano edizioni pirata con le avventure della bellissima marchesa ambientate in Russia... peccato non poterle leggere...

Catherine, l'altra eroina stile Angelica anche se più medievaleggiante, è stata protagonista di un altro film di Bernard Borderie (regista di Angelica) intitolato Catherine - un solo impossibile amore (e poi di una serie tv francese)... hai visto per caso il film di Borderie dedicato a questa eroina, carissima?
brunhilde
not.gif Purtroppo no, non l'ho mai visto e non ho mai letto il romanzo anche se la trama mi intriga molto. Per sfortuna il muletto non l'ha trovato! cry.gif
veu
Sì Catherine anche noi non lo troviamo da nessuna parte... sul muletto non c'è... l'avevamo trovato tempo fa su un sito russo ma non si scaricava... è un film rarissimo... e ci piacerebbe averlo...
brunhilde
CITAZIONE (veu @ 4/12/2011, 22:19) *
Brunhilde, conosci anche il cappa e spada al femminile come Angelica marchesa degli Angeli?


Per chi non conoscesse Angelica, faccio una piccola scheda del romanzo.

Titolo: Angelica la marchesa degli angeli
Autori: Anne e Serge Golon
Anno di pubblicazione: 1957
Volumi originali pubblicati: 13

Trama: Angelica di Sancé di Monteloup è la figlia di un barone di campagna dalla forte carica sensuale. Durante un festino scopre un complotto ai danni del giovane Luigi XIV condannato a morire con il vetriolo. La ragazza nasconde la fiala, ma scopre anche i congiurati che ritroverà anni dopo. Appena uscita di convento, non ha il tempo di vivere la sua prima cotta adolescenziale con il suo amico Nicola che si ritrova sposata al conte tolosano Joffrey de Peyrac, un nobile ricchissimo di patrimonio e di talento poetico, ma zoppo e sfigurato. Con il tempo Angelica impara ad amare il marito e nascono così due figli. Luigi XIV però, geloso delle ricchezze del conte e soprattutto della bellissima moglie, intriga per farlo accusare di stregoneria condannandolo così alla morte per rogo e confiscando i suoi beni. Senza più niente che il vestito indossato, Angelica riesce ad entrare nella "corte dei miracoli" ovvero la comunità dei pitocchi di Parigi grazie anche al suo vecchio amico Nicola che la chiamerà Marchesa degli Angeli. Ma la donna ha una tempra forte come l'acciaio e così si risolleva dal fango entrando nella corporazione dei rosticceri. La sorte, sotto le sembianze dei suoi vecchi nemici, le fa uno sgambetto, ma anche stavolta si risolleva diventando commerciante di cioccolato. Volendo risalire al rango che le spetta e ritrovato il cugino, Filippo di Plessis-Bellièr, lo costringe a sposarla ricattandolo e con la sua ricchezza e con la fiala di vetriolo da lei nascosta anni addietro e che gli cederà a nozze concluse. Il matrimonio è una guerra da cui nascono il terzo figlio di Angelica e l'amore di Filippo per lei. Ma quest'ultimo scopre l'attrazione che il re prova per lei e così, essendo fedele alla corona fino all'estremo, si lascia uccidere da una palla di cannone durante una battaglia. Angelica non cede alla passione del re che alla fine le confessa di aver segretamente salvato il conte di Peyrac. Angelica parte alla ricerca del marito, ma viene catturata dai pirati e venduta al mercato di schiavi di Candia. Affrontando altre traversie finisce alla corte del sultano del Marocco. Fa amicizia con il capo degli schiavi europei, Colin Paturel, e riesce a fuggire. Ricondotta in Francia il re la costringe alla sottomissione e all'obbedienza provocando la ribellione di Angelica che solleva la provincia natia del Poitu. Durante la sollevazione perde il terzo figlio e uno stupro la rende madre per la quarta volta. La ribellione viene soffocata e Angelica ripara a La Rochelle, ultima roccaforte degli ugonotti. Qui diventa la governante di un ricco borghese che si invaghisce di lei. A causa della persecuzione gli ugonotti organizzano una fuga per le Americhe grazie all'aiuto prezzolato del pirata Rescator. Una volta giunta in America, Angelica fa due incredibili scoperte: il Rescator non è altri che suo marito Joffrey e i suoi due primi figli, che credeva perduti, li ritrova sani e salvi. Ora i due sposi si trovano a dover colmare il vuoto degli anni di separazione e a dover accettare le trasformazioni che la vita ha loro imposto. Però entrambi sono forti, l'amore ha resistito alla prova del tempo e i due coniugi si preparano ad affrontare una nuova vita insieme nel Nuovo Mondo.



L'immagine è tratta dal primo film della saga di Angelica. Mai attrice fu più perfetta per interpretare un personaggio letterario. In realtà l'attrice era (dico era perchè adesso si tinge di nuovo eheheh.gif ) bruna e questa foto la ritrae in un altro film storico:

veu
Che bello!!!!
grazie per la recensione Brunhilde!!!

ma hai anche letto le avventure di Angelica nel Nuovo Mondo?

Per quanto riguarda la Mercier anche a noi piace tantissimo... è bellissima e bravissima!!! una curiosità: ma il film in cui è bruna di cui hai messo la foto, è per caso il film su Emma Lyon detta Lady Hamilton, tratto dal romanzo (di cappa e spada) di Dumas padre? il titolo del film con la Mercier è orrendo (Le Calde Notti di Lady Hamilton) creato per risaltare la carica sensuale e sexy della Mercier (e attirare così platee di ormoni in tempesta al cinema eheheheh), nonostante come film sia bello e non abbia nulla di sconcio...
Princesse Sophie
Che bella discussione clapclap.gif i film di cappa e spada sono veramente belli happy.gif

La serie di Angelica è veramente stupenda, anche se preferisco di più i primi due biggrin.gif
veu
Grandissima Princesse Sophie!!! abbiamo trovato un'altra appassionata di film di cappa e spada!!! evviva!!! che bello!!!

Anche a noi piacciono moltissimo i film di Angelica, anche se i primi due sono legati al 3 in maniera indissolubile, con il 3 si chiude il ciclo di Francia... il 4 e il 5 sono più esotici e differenti, meno europei... però sono belli...
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.