Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: L'ultimo libro letto
Disney Digital Forum > * Off-Topic * > Off Topic
Pagine: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13
Arancina22
Eccomi, in un mese e mezzo ho letto molti libri!

Anna Karenina
di L. Tolstoj
Meraviglioso! Come descrivere altrimenti l'epopea di una donna che sfida le convenzioni sociali per stare accanto all'uomo che ama?
Parallelamente poi assistiamo alla vicenda di Kitty e Kostja, che coroneranno il loro amore con un felice matrimonio...
Una discesa nel baratro della gelosia per Anna, e un innalzamento alle vette della fede per Kostja... due direzioni completamente opposte
Non vedo l'ora di leggere Guerra E Pace, a questo punto!
Obbrobrio la scelta "nome italiano + patronimico e cognome russi"... sick.gif ci mancava solo che traducessero Ivan con Giovanni, che fortunatamente si sono ben guardati dal fare... 100% fintissimo in un romanzo che è quanto di più realistico ci sia!!!

Orgoglio E Pregiudizio
di J. Austen
La vita della famiglia Bennet, della medio-bassa borghesia inglese, viene sconvolta all'arrivo di due ricchi e giovani gentiluomini scapoli: il solare signor Bingley e l'altezzoso signor Darcy. Riuscirà finalmente la signora Bennet a maritare una delle sue cinque figlie?
Delizioso, un Classico con la C maiuscola, da leggere e rileggere... uno specchio perfetto della società dell'epoca. Se penso che questo romanzo è stato scritto quando l'autrice aveva la mia età (21 anni)! Giù il cappello per questa romantica ma arguta e spiritosa osservatrice del proprio tempo, la fine del 18° secolo!
Nella prefazione ho travato il titolo di un altro famoso romanzo di Jane, Sense And Sensibility, tradotto con Senno E Sensibilità... apprezzo il tentativo di rendere la musicalità dell'originale, ma cosa ci capisce la gente, quando il titolo ormai è Ragione E Sentimento? Se non hanno tradotto Pride And Prejudice con Presunzione E Pregiudizio, non vedo perchè abbiano dovuto cambiare il titolo qui... i traduttori spesso e volentieri mi stupiscono non poco!!! wacko.gifblink.gif
E anche qui, nomi italiani + cognomi inglesi... e quando non c'era il corrispondente italiano, nome inglese + cognome inglese!!! Ora, ditemi il senso di dire "la signorina Giovanna Bennet" e "il signor Fitzwilliam Darcy"!!! Pietà per il mio povero senso della traduzione!! Non ha senso alcuno in un romanzo che vuol essere realistico...

Guida Galattica Per Autostoppisti
di D. N. Adams
La Terra viene distrutta da degli alieni e l'unico terrestre superstite (ma sarà l'unico davvero?) si ritroverà a viaggiare in autostop col suo migliore amico, dopo aver scoperto che egli è in realtà un abitante di Betelgeuse 7.
Libro comico-demenziale fantascientifico, consigliatissimo per spassarsela e sghignazzare alle spalle del nostro pianetucolo. Si ride non poco leggendo l'umorismo pungente ma ben mascherato di questo scrittore britannico, mentre si esplorano ingegnosissimi mondi alieni.

Demian
di H. Hesse
Storia della giovinezza di Emile Sinclair e della sua ricerca di un equilibrio tra Bene e Male.
Non mi è piaciuto granchè, pur scritto molto bene; la prima parte è più sul narrativo, la seconda è più introspettiva e filosofica, non l'ho capita e mi ha annoiato un po'.
jasmine92
Questi giorni ho iniziato una biografia sui Queen biggrin.gif
Arancina22
Come si chiama, Mary? smile.gif
BelleLetrice
CITAZIONE (Arancina22 @ 5/5/2013, 16:30) *
Orgoglio E Pregiudizio
di J. Austen
Nella prefazione ho travato il titolo di un altro famoso romanzo di Jane, Sense And Sensibility, tradotto con Senno E Sensibilità... apprezzo il tentativo di rendere la musicalità dell'originale, ma cosa ci capisce la gente, quando il titolo ormai è Ragione E Sentimento? Se non hanno tradotto Pride And Prejudice con Presunzione E Pregiudizio, non vedo perchè abbiano dovuto cambiare il titolo qui... i traduttori spesso e volentieri mi stupiscono non poco!!! wacko.gifblink.gif
E anche qui, nomi italiani + cognomi inglesi... e quando non c'era il corrispondente italiano, nome inglese + cognome inglese!!! Ora, ditemi il senso di dire "la signorina Giovanna Bennet" e "il signor Fitzwilliam Darcy"!!! Pietà per il mio povero senso della traduzione!! Non ha senso alcuno in un romanzo che vuol essere realistico...

Ma Arancina hai un edizione vecchia? La mia copia di O&P è del '68 eppure i nomi sono stati lasciati in inglese unsure.gif
jasmine92
CITAZIONE (Arancina22 @ 10/5/2013, 20:32) *
Come si chiama, Mary? smile.gif

Queen 1971-1991: La storia, le canzoni, i concerti, le dichiarazioni, la discografia. Ti posto la copertina wink.gif

Arancina22
CITAZIONE (BelleLetrice @ 11/5/2013, 22:36) *
Ma Arancina hai un edizione vecchia? La mia copia di O&P è del '68 eppure i nomi sono stati lasciati in inglese unsure.gif


No no Nunzia, quale edizione vecchia: era quella de Oscar Classici Mondadori, l'impostazione grafica della copertina era quella de I Classici Mondadori, ma la copertina era con la Passeggiata Mattutina:



CITAZIONE (jasmine92 @ 13/5/2013, 15:52) *
Queen 1971-1991: La storia, le canzoni, i concerti, le dichiarazioni, la discografia. Ti posto la copertina wink.gif


Grazie Mary! E' un buon libro?
Io prima o poi vorrei leggere quello del 40° anniversario Innamorato.gif

BelleLetrice
CITAZIONE (Arancina22 @ 13/5/2013, 17:07) *
No no Nunzia, quale edizione vecchia: era quella de Oscar Classici Mondadori, l'impostazione grafica della copertina era quella de I Classici Mondadori, ma la copertina era con la Passeggiata Mattutina:

Ma chi cura quella collana? Dovrebbero ricontrollare le traduzioni ogni tanto, o ritraddurre da cima a piedi, così fanno solo figuracce wacko.gif

Io sto leggiucchiando un'enciclopedia del Musical
Arancina22
Ah non so... piacerebbe saperlo anche a me! Per la verità non tutti quelli della collana sono così: sto leggendo Ragione E Sentimento e qui, essendo diverso il traduttore, i nomi grazie a Dio sono inglesi in tutto e per tutto, con tanto di Miss, Mrs e Mr thumb_yello.gif

Ecco un altro tipo di libro che mi garberebbe assai! Come si chiama Nunzia? Com'è strutturato? Si incentra più su teatro o trasposizioni in film e musical cinematografici originali? C'è una sezione attori, o un indice analitico?
Scusa le tante domande ma come saprai è un argomento che mi tocca particolarmente Innamorato.gif
jasmine92
CITAZIONE (Arancina22 @ 13/5/2013, 17:07) *
Grazie Mary! E' un buon libro?
Io prima o poi vorrei leggere quello del 40° anniversario Innamorato.gif

Si è piuttosto interessante, i Queen mi piacciono molto ma non ho mai avuto modo di conoscerli a fondo...grazie a questo libro ho scoperto alcune cosine smile.gif
BelleLetrice
CITAZIONE (Arancina22 @ 13/5/2013, 23:52) *
Scusa le tante domande ma come saprai è un argomento che mi tocca particolarmente Innamorato.gif

è questo libro qui

ed è pubblicato dalla Electa editori.
è strutturato in più sezioni, la prima con tutti glia attori, registi, ballerini, coreografi (es Fred Astaire, Babra Innamorato.gif ) che hanno reso celebre il genere; il secondo con tutti i musical, e le loro eventuali trasposizioni cinematografiche
Non dettagliatissima, ma a me interessava solo la biografia di Babra Saluto.gif
kekkomon
Letto in un giorno, Il Grande Gatsby, Lo consiglio!!
Dadda25
Io ho appena finito "il seggio Vacante" Di J.K.Rowling.
Sono una fan sfegatata della saga di Harry Potter, quindi ho comprato il libro per curiosità e per affetto per la scrittrice happy.gif Devo dire che non mi ha delusa! Il suo stile mi piace sempre molto e la storia, sebbene di un genere completamente diverso da quello d'esordio, non annoia. Il romanzo ritrae la vita di una cittadina vicino Londra, soffermandosi sulle vicende di alcune famiglie e sull'ipocrisia che in questi contesti sembra regnare sovrana! Il pretesto per la scoperta di questo mondo è la morte di un membro del consiglio locale, da cui il titolo.
Lo sguardo della scrittrice mi sembra profondamente critico verso questo tipo di società e il libro lascia infatti un po' l'amaro in bocca...

Mi spiace che non abbia avuto successo, a me ha piacevolmente sorpreso!
Ariel's Lover
Concordo con te Dadda! Il Seggio Vacante è proprio un bel romanzo, davvero non me la sarei aspettata una storia così "sporca" dalla Rowling.


Comunque in questo periodo, nonostante il tanto studio, ho letto parecchie cosette tra cui alcuni libri di "Le Cronache del ghiaccio e del fuoco" di Martin.
Ora sono in pausa e ho letto anche io Il grande Gatsby. Davvero belle le atmosfere e le sensazioni che traspaiono dal romanzo.
BelleLetrice
Scrivo qui per dirvi che ho appena ricevuto in regalo un Ebook reader, il regalo più bello che potressero farmi Innamorato.gif
e ho recuperato un sacco di roba, tra cui i romanzi di Doyle che mi mancavano diavoletto.gif
L'ho inagurato leggendo un grandissimo: Umberto Eco, il cimitero di Praga. In due giorni ho letto venti capitoli; fino ad adesso mi sembra che lo scrittore abbia la sindrome da Benedetta Parodi, ma presto aggiornerò con la vera recensione
EDIT: Appena finito. La lettura su dispositovo elettronico è piacevole, non affatica la vista, né da bruciore agli occhi. E poi portarsi migliaia di libri in borsetta da una felicità che non ha prezzo laugh.gif Ma torniamo a noi
Eco è invecchiato, ed inizia ad accusare primi colipi di senilità La sua fobia è la massoneria. Simone Simonini, misogino antisemita protagonista, ha fatto parte di molti dei complotti del Risorgimento europeo unità d'italia, terza reppublica francese. Ma ormai vecchio ha bisogno di fare il punto della situazione. Cosa non affatto semplice. Ci vorrano gli strambi metodi di un mediconzolo Froide e un terzo narratore esterno per sbrogliare la matassa. e il secondo chi è?
Originale tecnica narrativa, padronanza ed elevattezza del linguaggio confermano Eco tra i migliori scrittori contemporanei. Ma ho trovato alcune parti veramente prolisse e ridondanti, ed alcune veramente difficili da diregire, tanto da dividere i capitoli in sottocapitol e sotto-sottocapitoli le accuse agli ebrei, le messe nere, tutto quel spionaggio e controspionaggiao tra Francia, Germania e Russia. Insomma avevo molte aspettative su questo romanzo, che non entra nella mia classifica dei preferiti, dove di sicuro confermo Guglielmo da Baskerville
Arancina22
Ragione E Sentimento
di J. Austen
Le sorelle Elinor (la Ragione) e Marianne (il Sentimento) si ritrovano con la madre e la sorellina Margaret in improvvise difficoltà economiche dopo la morte del padre. Le loro possibilità di
Romanzo "fratello" di Orgoglio E Pregiudizio, ritroviamo l'ironia di Jane Austen e i temi dell'amore e del denaro. Personaggi indimenticabili e trama avvincente, non è da meno rispetto al più famoso romanzo dell'autrice! Consigliato.

Il Dono Del Dottor Kukockij
di L. Ulickaja
Fine della 2^ Guerra Mondiale, URSS. Il dottor Pavel' Kukockij ha un dono straordinario: riesce a "scansionare" con la vista il corpo dei propri pazienti e capirne così le malattie al primo sguardo. Totalmente opposta al suo razionalismo c'è la moglie Elena, che ha invece il dono di fare strani sogni e visioni dove la realtà viene trasfigurata.
L'inizio è avvincente, man mano però il numero di pagine (520 circa) e la pesantezza delle situazioni si fanno sentire eccome. Se questo libro ha un difetto, è l'essere prolisso. La 2^ sezione mi è risultata al 90% incomprensibile. E' scritto bene, ma risulta faticoso. Non consigliato.
Ariel's Lover
I Figli della Mezzanotte di Salman Rushdie
La storia di Saleem Sinhai e della sua famiglia ma anche dei bambini nati come lui dopo la mezzanotte che portò l'India all'indipendenza, tutti con doni e doti particolari.
Un bel romanzo che ripercorre la storia dell'India da prima dell'indipendenza agli anni 70. Divertente nella narrazione e sofisticato, mistico, magico. Consigliato!

Sugli ereader: me lo hanno regalato a Natale e ormai leggo in formato ibrido (un po' con quello, un po' su carta a seconda di come trovo più facilmente il titolo). Comunque che concordo sia stupendo portarsi in giro tutti i libri che si vuole con peso minimo!!!!
BelleLetrice
CITAZIONE (Ariel's Lover @ 4/6/2013, 17:29) *
Sugli ereader: me lo hanno regalato a Natale e ormai leggo in formato ibrido (un po' con quello, un po' su carta a seconda di come trovo più facilmente il titolo). Comunque che concordo sia stupendo portarsi in giro tutti i libri che si vuole con peso minimo!!!!

Anch'io non ho abbandonato il cartaceo, non ci ho mai pensato; l'ereader è solo un comodo strumento per leggere roba senza diritti d'autore, cioè i miei amati classici e qualche scrittore emergente

Ho ripreso a leggere del detective Holmes, spinta anche dalla visione dello sceneggiato della BBC. Innamorato.gif Delle Memorie di Sherlock Holmes ho letto
Silver Blaze che parla di uno dei passatempi che i nobili inglesi amano di più: le corse dei cavalli
La faccia gialla storia atipica perché parla di sentimenti
L'impiegato dell'agenzia di cambio niente di che, mi ha ricordato molto quella dell'impiegato ferroviere
Il mistero della Gloria Scott in cui vediamo Holmes giovane studente universitario; saccente già allora, immagino cosa abbiano passato i suoi insegnanti laugh.gif
Il cerimoniale dei Musgrave altra storia giovanile, vediamo Sherlock e il suo metodo non ancora del tutto collaudato
kuzco
Recentemente ho letto Graziella, di Lamartine, La sposa di lammermoor ( scott), Il tormento e l'estasi ( Irving Stone)
Iago
io sto leggendo il primo libro di "hunger games" , mi sta piacendo molto, è davvero avvincente
Arancina22
Sono felicissima, oggi una mia amica mi ha riportato la mia copia de Il Bar Sotto Il Mare autografata da Stefano Benni!!! Innamorato.gifclapclap.gifyay.giffelicissimo.gif
ME FELICE!!!
Capitano Amelia
Davvero ?! w00t.gif Wow, beata te ! Come ha fatto la tua amica ad incontrare Benni ?
Arancina22
E' andata ad un incontro con l'autore che si svolgeva in una città vicina alla sua! smile.gif
PrincessMononoke
CITAZIONE (Arancina22 @ 5/6/2013, 22:18) *
Sono felicissima, oggi una mia amica mi ha riportato la mia copia de Il Bar Sotto Il Mare autografata da Stefano Benni!!! Innamorato.gifclapclap.gifyay.giffelicissimo.gif
ME FELICE!!!

Oh che meraviglia *-*

Io nel frattempo sto leggendo Le Cronache del ghiaccio e del fuoco di Martin, da cui è tratto il telefilm Games of Thrones; sono tantissimi libri (anche perchè in Italia li hanno ulteriormente suddivisi "-_-), e per ora ne ho letti all'incirca 5! La storia è intricatissima, piena di personaggi e giochi di potere, mi sta piacendo veramente tanto! Ho intenzione di leggermeli tutti, e solo dopo di vedere il telefilm, perchè per ora mi piacciono troppo i libri...
Wintertime
Sulla strada (On the road) - Jack Kerouac

A mio avviso un vero capolavoro heart.gif
Arancina22
Dunque... da quando ho scritto l'ultima volta (inizio giugno) ho letto un bel po' di roba, mi limito a elencare i libri (tanto mi sono piaciuti tutti laugh.gif ).

-Freddie Mercury. Pensieri e parole
-La Matematica delle Bionde (F. Brunini)
-Regalami Una Favola (H. Browne) wub.gif consigliatissimo a tutti i Disneyiani romanticissimi inside! wub.gif
-Emma (J. Austen) piccolo gioiellino dell'autrice inglese per eccellenza assieme a V. Woolf!

Saluto.gif
Mad Hatter
Il secondo ha un titolo che, pur odiando la materia, Collega, m'ispira laugh.gif
Arancina22
E' un romanzo sul rosa-andante, Collega!
Più che altro parla della contrapposizione Marylin/Audrey...

Ecco la trama presa dalla copertina nel caso interessi anche a qualcun'altro:

Tubino nero e ballerine: che si tratti di un evento o di una serata romantica, è questa la “divisa” che indossa Camilla Casteldiani, giornalista di gossip trentenne un po’ frustrata. Il suo mito è Audrey Hepburn, icona di eleganza, di cui sta scrivendo la biografia. Ma quando, invece del ritratto di Audrey che le serve per la copertina del libro, le viene recapitato quello di Marilyn Monroe, la vita di Camilla subisce un brusco e inatteso cambiamento di stile. Soprattutto quando la bionda più bionda del pianeta inizia a parlare, a sorseggiare champagne con la mano guantata e a elargire consigli tutt’altro che richiesti. Dapprima la giornalista si indispettisce, ma poi, mentre piange sconsolata per la fine della relazione con Chris, non può che accettare l’aiuto della diva. E la terapia d’urto di Marilyn ha l’effetto di un vero tornado: dal guardaroba, tutto da rifare, dal trucco e dal colore dei capelli, tutti da rivedere, all’abc per diventare sexy e conquistare un uomo al primo appuntamento. Tra un enigmatico Mr. G che appare e scompare nella sua posta elettronica e un cavaliere misterioso che la salva da una situazione a dir poco imbarazzante, Camilla dovrà imparare a tirar fuori la bionda che è in lei.

Cit. sul retro di copertina:
Le brune si sposano, le rosse fanno sesso. Le bionde fanno tutte e due le cose, baby. È matematica, la matematica delle bionde!»
«Vale anche per le finte, quelle che si tingono?»
«L’ importante è essere bionda dentro, piccola!»
Mad Hatter
M'ispira già meno biggrin.gif Grazie Collega wink.gif
Arancina22
CITAZIONE (Mad Hatter @ 31/8/2013, 1:28) *
M'ispira già meno biggrin.gif Grazie Collega wink.gif


Pensa se era un libro di matematica quanto avrebbe "ispirato" me... e te XD Da uno a dieci, direi meno mille!
PrincessMononoke
Io continuo a leggere "Le cronache del ghiaccio e del fuoco", ma nel mezzo ho letto "Cirano de Bergerac" e "L'amore ai tempi del colera".
Del primo mi sono innamorata, il secondo non so... mi aspettavo tutt'altra storia rispetto alla sua fama, ma detto ciò non voglio sminuire Marquez che rimane un grande!
Oakenshield
Ho finito stanotte Il Seggio Vacante.

E' stato strano leggere qualcosa della Row non inerente al mondo di Harry Potter, soprattutto per la tematica completamente differente e il linguaggio utilizzato. Noto con piacere che la caratterizazzione dei personaggi è la cosa migliore del libro e dalla seconda metà non sono riuscita a mollarlo tanto era la voglia di leggere il finale!
Per me è promosso a pieni voti. heart.gif
Fra X
Ho appena finito di leggere "Il nome della rosa". Avevo visto prima il film che mi era piaciuto. Ho apprezzato molto anche il libro che ovviamente è più ampio e si sofferma in maniera ben maggiore sugli avvenimenti storici e sulle tematiche religiose e ci sono più personaggi se non erro. Una cosa però che mi ha lasciato basito è il finale in parte diverso: nel libro la ragazza, Remigio e Salvatore vengono portati via da Bernardo Gui mentre nel film sono messi al rogo all' abbazia o lì vicino. Arrivano gli abitanti che vivono nei pressi dell' abbazia, riescono a salvare la ragazza e gettano il carro dove c' è Bernardo e non ricordo se anche alcuni soldati in un burrone con lui o loro che perisce/periscono! Bernardo Gui è un personaggio realmente esistito che non muore così. Ma non è certo l' unica volta in cui la storia viene modificata. Chissà perché hanno cambiato anche questo punto! E perché hanno ritratto Berengario così!?! Boh!
Di Eco avevo letto prima "Il pendolo di Foucault", il suo romanzo successivo, ed è curioso notare come quì lo stile sia un pò diverso ed ancora più improntato sulle vicende storiche. INDR me lo aspettavo più o meno su questa linea, almeno per quanto riguarda il primo punto, ed invece sono rimasto stupito nel leggere che è un pò differente. Apprezzo più quest' ultimo da questo punto di vista, ma comunque m' è piaciuto anche IPDF.
Certo, a volte magari quando si vuole sapere più della vicenda le parti storiche possono un pò risultare "pesanti", ma c' è da dire che il libro è famoso perché così strtturato e comunque alla fine non pesano realmente. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e, nonostante all' inizio vi siano più lingue, non annoia mai.

CITAZIONE (Arancina22 @ 31/8/2013, 1:26) *
Tubino nero e ballerine: che si tratti di un evento o di una serata romantica, è questa la “divisa” che indossa Camilla Casteldiani, giornalista di gossip trentenne un po’ frustrata. Il suo mito è Audrey Hepburn, icona di eleganza, di cui sta scrivendo la biografia. Ma quando, invece del ritratto di Audrey che le serve per la copertina del libro, le viene recapitato quello di Marilyn Monroe, la vita di Camilla subisce un brusco e inatteso cambiamento di stile. Soprattutto quando la bionda più bionda del pianeta inizia a parlare, a sorseggiare champagne con la mano guantata e a elargire consigli tutt’altro che richiesti. Dapprima la giornalista si indispettisce, ma poi, mentre piange sconsolata per la fine della relazione con Chris, non può che accettare l’aiuto della diva. E la terapia d’urto di Marilyn ha l’effetto di un vero tornado: dal guardaroba, tutto da rifare, dal trucco e dal colore dei capelli, tutti da rivedere, all’abc per diventare sexy e conquistare un uomo al primo appuntamento. Tra un enigmatico Mr. G che appare e scompare nella sua posta elettronica e un cavaliere misterioso che la salva da una situazione a dir poco imbarazzante, Camilla dovrà imparare a tirar fuori la bionda che è in lei.


Mi ricorda un pò "Io & Marilyn" di Pieraccioni! biggrin.gif
Arancina22
Ho rinunciato a leggere I Quaranta Giorni Del Mussa Dagh di F. Werfel. Romanzo storico che descrive lo sterminio armeno da parte dei turchi durante la Prima Guerra Mondiale. Lo stile sull'epico/eroico ricalcato anche nella traduzione, senza spazio per l'ironia, sommati alle 900 pagine totali, lo rendono un libro davvero pesante in tutti i sensi e consigliabile forse solo a chi il tema interessa veramente. Io lo ritenevo interessante, anche perchè certe cose vanno sapute, ma così è davvero troppo.
Impossibile da leggere. Mi ritengo sconfitta dopo solo 145 pagine.
Insensate le traduzioni in italiano dei nomi, quando i cognomi sono palesemente stranieri. Un'oscenità che sta bene solo nei film d'epoca, mai nei libri, nemmeno se (come questo) del '33.
Arancina22
La Guerra Dei Mondi
di H. G. Wells
Alla fine dell' '800 la Terra è improvvisamente invasa dagli abitanti di Marte i quali, superiori per capacità tecniche e intelligenza, cominciano a distruggere l'area di Londra per dominare il genere umano. Si scatena il panico.
Uno dei capisaldi della fantascienza classica, oggigiorno risulta forse un po' datato e ingenuo, ma si legge facilmente e scorrevolmente (c'è da dire che non è lunghissimo), e in più punti fornisce spunti di rifelssione mica da poco. Mischia il fantascientifico, la suspence e l'horror in maniera equilibrata e anche competente (l'autore, autore di altri capolavori quali L'Uomo Invisibile, era un biologo).
Consigliato per avvicinarsi al genere, del quale, come ho detto, è una pietra miliare.
Fra X
Ho finito di leggere "Io robot", la prima famosa raccolta di racconti di Isaac Asimov inenerenti come si può facilmente evincere dal titolo appunto ai robot. Volevo leggerlo più o meno 10 anni fa, ma poi per un motivo o per un altro non l 'ho fatto e fino a poco tempo fa avevo rimandato. Alla fine ho deciso di leggerlo e... beh, che dire! L' autore porta verso nuovi orizzonti il rapporto tra uomo e macchina sviluppando ulteriormente la figura del robot ed affrontando anche tematiche che vnano al di là del semplice racconto d' intrattenimento! Vengono poi varate le tre famose leggi della robotica.
Dopo oltre 60 anni lo stile è molto moderno così come certi temi ed il loro sviluppo. Forse "Evasione" e "Il conflitto evitabile" sono un pò troppo descrittivi, ma comunque ionteressanti. Vengono poi ben descritti sia i personaggi robotici che quelli umani. Asimov già da giovane dimostra di essere un grande autore!
Leggendo questo libro mi sono ricordato una volta di più perché mi piace tanto! laugh.gif
Fra X
Ho finito di leggere "Neuromante", di William Gibson. Un romanzo che mescola pulp, hard-boiled e fantascienza. Se non erro inaugura il genere cyber-punk. Un libro interessante soprattutto per come all' epoca ritrasse il cyberspazio. Le situazioni forti non mancano e il linguaggio è colorito. Diciamo che queste ultime due cose non sono proprio il mio genere. L' autore si è soffermato a descrivere i vari luoghi in cui si svolge la vicenda.
Fra X
Ho finito di leggere "Fahrenheit 451" di Ray Bradbury, uno dei più famosi romanzi di fantascienza distopica. Una storia toccante, cupa, drammatica che vede il protagonista Guy Montag, pompiere al contrario, che invece di spegnere gli incendi li appicca per distruggere le case dove sono conservati clandestinamente libri, scoprire, soprattutto una ragazza di nome Clarice l' importanza della cultura e della vita stessa. Certo, in un momento di disperazione arriva addirittura ad uccidere il suo capo Beatty! Il libro comunque è anche anti-bellico. La guerra porta solo distruzione..
Arancina22
Morimondo
di P. Rumiz

Diario di bordo e insieme autobiografia (dell'autore ma soprattutto del Po), questo libro è una raccolta sia descrittiva che narrativa delle esperienze di un gruppo di appassionati naviganti nel viaggio dalle sorgenti alla foce del fiume più lungo d'Italia.
La lettura è interessante per scoprire molte cose in più sul nostro fiume principale, che purtroppo viene sempre più spesso abbandonato e lasciato alla mercé dei primi venuti tanto che spesso -racconta l'autore- è possibile incontrare di notte veri e propri pirati moderni, ladri di motori di barche, dal tanto che i controlli così frequenti in mare (Guardia Costiera ecc.) sono letteralmente inesistenti sul fiume Po.
Fiume cui si cerca di dare un'identità (che finisce con l'essere femminile, nel parere dei naviganti), che racconta e sussurra, che è pieno di luoghi e persone da scoprire.
Stile elevato pieno di citazioni e pezzi in lingua, ritmo lento come l'andare del fiume; scade purtroppo a volte nella ripetitività e addirittura nella pedanteria (per quanto mi secchi dirlo) nelle questioni ecologiche mostrandosi spesso e volentieri presuntuoso e "so tutto io".
Silselva
Ho finito di leggere "Notre-dame de Paris" di Victor Hugo, non ha bisogno di spiegazioni vero? wink.gif un classico della letteratura francese imperdibile! wub.gif da cui poi è stato tratto il divino classico Disney di ancora più nota conoscenza smile.gif
Ariel's Lover
Ho finito di leggere l'altro giorno Il richiamo del Cuculo di Robert Galbraith alias J.K. Rowling.
Un bel giallo, che prendere e trascina il lettore. Splendida e approfondita la caratterizzazione dei personaggi e bel colpo di scena finale. Lo consiglio ma ritengo che Il Seggio Vacante sia un libro di gran lunga migliore.
Arancina22
Tartarughe Divine
di T. Pratchett

Brutha, eterno novizio un po' lento, analfabeta e coltivatore di meloni, crede con totale devozione nel Grande Dio Om, il quale inaspettatamente gli parla... sottoforma di una semplice tartaruga. Questo fa di lui il nuovo Profeta? Ma non doveva essere Vorbis, il Diacono capo della terribile Quisizione, a dover ricoprire questo ruolo? Fatto sta che Brutha grazie al suo rapporto diretto con il Grande Dio Om (ormai Piccolo) comincia a ragionare in modo tutto suo, mentre Om diventa sempre più umano. Insieme a Vorbis partiranno per firmare un cosiddetto trattato di pace con un paese miscredente, pieno di atei e pagani (detti filosofi) i quali sostengono addirittura che il mondo sia piatto e viaggi nello spazio sorretto dal guscio di una tartaruga (quando la Chiesa afferma da secoli che, ovviamente, la Terra è tonda e ruoti attorno al Sole).
Meraviglioso libro di Terry Pratchett: e quale dei suoi libri non lo è? Pieno di aforismi e divertente fino alle lacrime, fantasioso nel parodiare -come avrete notato dal riassunto della trama, un po' lunghetto- molte delle situazioni a noi familiari della storia antica e moderna: dall'antica Grecia all'antico Egitto, dalle persecuzioni e crociate religiose indette dal Cristianesimo al caso di Galileo (mischiato a Platone, che delizia!) nella figura del filosofo Didactylos.
Gustosissimo, insomma, come c'era da aspettarsi. Consigliatissimo. Non sono d'accordo con l'utenet di Wikipedia che ha definito i temi del romanzo trattati in maniera "semplicistica": leggere per credere...
Evocativo il titolo originale, Small Gods ("Piccoli Dei") che io avrei ritenuto di gran lunga più appropriato. Anche quello nostrano ha il suo perchè, però: si riferisce sia ad Om, imprigionato nel corpo di una tartaruga, sia a quella che negli altri romanzi di Mondo Disco ha il nome di A'Tuin, ovvero la tartaruga che nuota nello Spazio trascinando con sè e su di sè appunto il Mondo Disco.

EDIT: mi ero dimenticata di scrivere un'ulteriore riferimento a un fatto (leggendario o meno) accaduto nell'antica Grecia: in Tartarughe Divine vediamo un personaggio morire a causa di una tartaruga lasciatagli cadere in testa da un'aquila che cercava di frantumarla per nutrirsene e che aveva scambiato la sua testa per una pietra, essendo calvo: così si dice che morì il drammaturgo Eschilo, la cui concezione della colpa e della punizione richiama abbastanza il personaggio in questione. smile.gif
Jadestone
Non sono proprio un'appassionata lettrice(ok linciatemi pure)ma ho comprato da poco "E se covano i lupi" di Paola Mastrocola, seguito di "Che animale sei?-Storia di una pennuta", libro che mi è stato regalato non molti anni fa e che mi ha divertito ed emozionato molto. E l'autrice non mi ha delusa nemmeno stavolta:è una favola per tutti incentrata sul tema dell'attesa della nascita piena di tenerezza, ironia e filosofia e io l'ho finito in appena alcune ore. Se non avete ancora letto questo romanzo animalesco e il precedente capitolo della saga rimediate subito!
Fra X
Ultimamente ho letto "Agente 007 - vivi e lascia morire", secondo romanzo del famoso agente segreto creato dal mitico e compianto Victor Fleming e che si discosta molto dalla saga cinematografica che avrebbe esordito quasi 10 anni dopo! Le situazioni non sono tante, Fleming si sofferma a descrivere i luoghi in cui si svolge l' azione, sopratutto uno dei quartiere di Harlem (nell' edizione italiana mi sà che lo slang è stato reso in maniera semplicistica), ed i personaggi, e in qualche punto c' è proprio crudezza come ad esempio nel finale! Nella parte sul treno mi sarei aspettato un po di azione, ma vabbé!. Di genere, ma non troppo, forse dallo stile un po vintage. Godibile e coinvolgente, ma diciamo che non è che mi abbia conquistato onestamente.
Poi ho letto "Il meglio di Asimov" che secondo me è più "La varietà di Asimov" tongue.gif visto che sono stati scelti racconti piuttosto variegati. Tutti sono più o meno belli. I miei preferiti sono "Il destino di Marte" e "Chissà come si divertivano". Tre, "Notturno", Profondità" e "L' ultima domanda" sono molto particolari, "Naufragio", il primo racconto di Asimov pubblicato (!), è godibile e coinvolgente, così come "Condotto C" che sembra una versione perfezionata, ma che secondo me scade nella parte finale. Interessante "Il cronoscopio" sulla possibilità di rivedere gli avvenimenti passati , "Conclusione errata" è un giallo non tanto articolato che forse poteva anche durare di più mentre "Anniversario" è il seguito di "Naufragio" realizzato per il ventennale della pubblicazione di quest' ultimo e racconta della simpatica rimpatriata dei tre protagonisti che porterà ad un importante sviluppo mentre de "La palla da biliardo" non sò che dire onestamente. Conclude la racconta "Immagine speculare", un simpatico racconto che vede protagonisti Elijah Baley e R. Daneel Olivaw, già apparsi sui bei romanzi "Abissi d' acciaio" e "Il sole nudo" e che poi compariranno ne "I robot dell' alba" e "I robot e l' impero", romanzi interessanti, il primo bello a parte una breve, ma importante, pardon il gioco di parole, parte (sic!), anche se l' ultimo l' ho letto solo a sprazzi, ma in cui secondo me Asimov ha stravolto le caratterizzazioni di alcuni personaggi.
Più o meno contemporaneamente ho letto anche "La misteriosa fiamma della regina Loana" di Umberto Eco, un bel romanzo in cui l' autore, riprendendo ed ampliando anche una vicenda descritta per un altro personaggio ne "Il pendolo di Foucault", descrive l' odissea del maturo Yambo alla ricerca del suo passato tra avvenimenti storici, libri, fumetti, musica, esperienze e conoscenze personali... dall' infanzia agli anni del liceo tra gli anni 30 e 40.
Arancina22
Ho comparato tre libri di Gordon Ramsay per vedere differenze, pregi e difetti di ognuno, e scegliere il mio preferito della triade.

Cucinare Per Gli Amici pone l'accento su ricette raffinate e insolite, principalmente della cucina inglese e britannica a mio avviso, quindi un po' lontano dai nostri standard. Qua e là inserzioni autobiografiche divertenti (caratteristica di tutti e tre i libri questa, ma spiccatamente accentuata qui).
Un Sano Appetito si concentra sulla cucina leggera e genuina, presentando piatti leggermente più semplici ma comunque ricercati proprio per il fatto di dover essere sani e leggeri.
Il migliore trovo che sia In Cucina Con Gordon Ramsay, una specie di Bibbia in quanto a dimensioni e contenuto: vengono spiegati gli utensili, le tecniche di base, come acquistare gli alimenti, il tutto 'condito' da ricette interessanti, semplici e facili da preparare, e soprattutto non eccessive in numero. E' un manuale di cucina, prima ancora che un ricettario. In definitiva, tra i tre il mio consiglio spassionato ricade su quest'ultimo wink.gif
Arancina22
Ghiaccio-Nove
di K. Vonnegut
Un giornalista sta raccogliendo informazioni su uno dei creatori della bomba atomica intervistando amici e famigliari, ma nel frattempo apprende che quest'ultimo aveva scoperto l'esistenza di una sostanza ben più pericolosa: il ghiaccio-nove, lasciato poi in eredità ai figli.
Gustoso romanzo di fantascienza scritto in prima persona con molti risvolti ironici e divertenti. Scritto molto bene. Non mi piace la fantascienza, di solito, ma i romanzi di questo genere (fantascientifici E comici/parodici) mi piacciono ben di più.

Cacciatore Di Androidi
di P. K. Dick
In un futuro post-apocalittico, dove gli animali sono quasi tutti imitazioni elettriche e vi sono regolari piogge radioattive, Rick Deckard è incaricato di "ritirare" alcuni andoridi (schiavi robot simili in tutto e per tutto agli umani tranne che nell'empatia) ribellatisi e fuggiti da Marte.
A riprova di quanto scritto più sopra, ho trovato questo romanzo -più serio- noiosissimo e di un piattume terribile anche a livello di scrittura. Decisamente bocciato. Da questo libro è stato tratto il film Blade Runner che guarda caso m'interessa ancor meno.
Molto più originale il titolo in inglese: Do Androids Dream Of Electric Sheep?.
Fra X
CITAZIONE (Arancina22 @ 9/1/2014, 14:04) *
A riprova di quanto scritto più sopra, ho trovato questo romanzo -più serio- noiosissimo e di un piattume terribile anche a livello di scrittura. Decisamente bocciato.


Anche a me non ha entusiasmato! Alcune parti mi sono piaciute, altre meno. Mi è piaciuto di più il film.

CITAZIONE (Arancina22 @ 9/1/2014, 14:04) *
Da questo libro è stato tratto il film Blade Runner che guarda caso m'interessa ancor meno.


Da dire che il film si discosta abbastanza dal libro!
Arancina22
La Mano Sinistra Delle Tenebre
di U. K. Le Guin

Genly Ai, messaggero della confederazione di pianeti Ekumen, viene inviato sul pianeta Gethen (detto Inverno per le sue asperità climatiche) al fine di convincere i regnanti locali ad entrare a far parte della federazione. Durante la missione dplomatica conoscerà Estraven, un alieno che da primo ministro diventerà traditore del suo popolo e infine suo amico, costandogli però molto caro.
Un buon romanzo di fantascienza. Terribilmente noioso nella prima parte, si riscatta però decisamente nella seconda, dove diventa più avvincente una volta presa familiarità con il mondo alieno in cui Le Guin ci immerge con perizia. Forse a volte lo stile letterario è fin troppo ricercato, o meglio ridondante, e stride un po'.
Tutto sommato mi è piaciuto. Affronta vari temi quali il rapporto io-diverso e i rapporti tra i sessi.
NemoPS
Da qualche tempo sto (ri)leggendo "Capitan Fracassa" di Teophile Gautier (e mannaggia a me, non posso fare gli accenti con questa tastiera biggrin.gif spero l'autore mi perdonera' per avergli storpiato il nome!)
In due parole, e' un libro che apprezzo moltissimo (di qui la rilettura).
Parla di un decaduto barone della nobilta' francese del 600 circa (non vorrei dire un'immensa sciocchezza, quindi dico "circa!" dato che non e' precisato del tuttto) che offre riparo ad un gruppo di istrioni itineranti durante una bufera. Di li a poco decide di unirsi a loro perche' innamoratosi dell'attrice che impersona l'ingenua (Isabelle). Seguiranno una serie di vicende classiche fra duelli e vicende amorose in puro stile letterario ottocentesco. Insomma, un po' di tutto!
Consigliato vivamente a chi non teme una piccola sfida a livello lessicale (Gautier e' abbastanza ricercato nello stile) e ama la etteratura francese, ma anche il teatro.
Fra X
"Capitan Fracassa" ce l' ho, ma non mi aveva mai interessato a parte molto di recente. Mi hai proprio incuriosito. biggrin.gif
Nel frattempo ho da poco finito di leggere "Il pianeta dei venti" di Lisa Tuttle e George R.R. Martin. . Opera di fantascienza più che altro per la cornice, parla di un pianeta in cui l' unico mezzo veloce di comunicazione è rappresentato dai volatori di cui fa parte la protagonista, Maris, la protagonista, che si batterà per cambiare le tradizioni precostituite. Si divide in tre parti con anche un prologo ed un epilogo e da come ho capito queste sono dei racconti pubblicati separati e poi riuniti in un univo volume. Nonostante ciò e i diversi periodi temporali, il tutto si dimostra molto compatto con personaggi, pur un po monocordi, ben caratterizzati ed un ambientazione proprio suggestiva. Mi è piaciuto insomma. tongue.gif
NemoPS
Te lo consiglio caldamente! il nome puo' fare storcere un po' il naso, ma ti assicuro che merita tantissimo! All'inizio sembrera' un po' complicato se l'edizione e' fedele, ma poi ci si abitua! biggrin.gif
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.