Aiuto - Cerca - Utenti - Calendario
Versione completa: CANZONI BIANCANEVE 1938!!! Tutti i testi tratti dal film col primo doppiaggio!
Disney Digital Forum > * The Walt Disney Company * > Disney Music
Pagine: 1, 2
GasGas
sarebbe un sogno un giorno vedere restaurato l'audio del 1938 in un edizione per l'home video...magari in copie limitate solo per i collezionisti smile.gif
Marchese
quando canto all'amor
il dolor comparato nel cuor profumo di viol
Che t’inebrierà
Quando tu dai l'amor
Udirai svanir rabbia e la vita il dolce motor
Si risvelerà
Canta di mattina, di giorno, di sera
che quando canti tu
Spunta in ciel la primavera
Se hai nel cuore del buon
ogni fior fa sbocciar le tue idee di meglio dolor
vedi il bello d'amar!
March Hare = Leprotto Bisestile
CITAZIONE (Marchese @ 26/1/2010, 17:30) *
e la vita il dolce motor
Si risvelerà

Forse potrebbe essere "della vita il dolce motor ti si svelerà".

CITAZIONE
vedi il bello d'amar!

Io qui capisco "desiderio d'amar" o "d'amor", ma è difficile a dirsi visto che non comprendo le parti precedenti.

Sul resto non so esprimermi perché per me è tutto un "Boh?!" eheheh.gif
Sicuramente "profumo di viol che t'inebrierà" e "Canta di mattina [...] la primavera" sono corretti, senza alcun dubbio.

P.S.: Scusami per quella cosa che sai, mi sono dimenticato cry.gif
Marchese
non ti preoccupare....!!!!
Marchese
Guarda qui....ho apportato delle piccole modifiche alla canzone dei nani nel dopp. 38!!! Scondo voi???!


Scavar picchiar picchiar trovar
questo è il nostro buon lavor
Picchiar scavar per ritrovar le pietre con tesor
Qui sotto il solco splende il Sol
Ad un bel vedor la speranza allarga il cor
Minator minator
Al lavor al lavor
Per trovarvi tanti
Sol
Lavoriam sfruttiam che è chella poi funzione di stupir
Dobbiam scavar sotto al carbone per poter darci
I grandi sassi che brillar li puoi contare d'appagar
E i diamanti cercheremo per portarli sopra ala carbon

--------------------------------------------------------------------------------

Finito il dì
Col sol che se ne và
Andiam a casa a riposar
Laggiù ci aspetta il focolar
perciò cantiam
Per la strada prender sempre un'ascia a chi ha picchiar voglia
Il bosco appar già pieno di mister
Lassù la Luna apparirà
Il buon cammin ci mostrerà
Cantiam che l’Orco non verrà
Ma tu
Gira dal bosco ner
Cantiam fischiam vogliam cantar fischiar vogliam…

March Hare = Leprotto Bisestile
La seconda parte secondo me era perfetta come l'avevi scritta qui. La prima parte, invece, è troppo difficile per me, non riesco proprio...
nunval
Per me è LE PIETRE TUTTE D'OR
e potrebbe essere PER TROVAR DIAMANTI D'OR?

Confermo l'esattezza di CANTA DI MATTINA DI GIORNO DI SERA...perch sono gli unici versi che coincidono con la versione ufficiale italiana pubblicata all'epoca su spartito e più volte ristampata dalle Edizioni Curci almeno fino al 1993. Ma non sarebbe stato meglio cantare proprio i versi da spartito? eheheh.gif
Marchese
Allora recapitolando.....in neretto le parti che si capisce 2 cose......quale è secondo voi quella più giusta??? oppure...avete altre alternative???


Trovar picchiar picchiar trovar
questo è il nostro buon lavor
Picchiar scavar per ritrovar le pietre tutte d'or
Qui sotto il solco splende il Sol
Ad un bel vedor la speranza allarga il cor
Minator minator
Al lavor al lavor
Per trovarvi tanti Sol / Per trovar diamanti d'or
Lavoriam sfruttiam che è chella poi funzione di stupir
Dobbiam scavar sopra al carbone per poter darci / farci
I grandi sassi che brillar li puoi contare d'appagar
E i diamanti cercheremo per portarli sopra al carbon

--------------------------------------------------------------------------------

Finito il dì
Col sol che se ne và
Andiam a casa a riposar
Laggiù ci aspetta il focolar
perciò cantiam / cantiam cantiam
Per la strada prender sempre un'ascia a chi ha picchiar voglia / Per la strada prender sempre un altro a fian fischiando andiam
Il bosco appar già pieno di mister
Lassù la Luna apparirà
Il buon cammin ci mostrerà
Cantiam che l’Orco non verrà
Ma tu
Gira dal bosco ner
Cantiam fischiam vogliam cantar fischiar vogliam…
Marchese
Mi aiutate su questa frase dei nani???!!!!! Please!!!!

1)Per la strada prender sempre un'ascia a chi ha picchiar voglia
prima ipotesi....nel senso che chi ha voglia di picchiare per cercare diamanti (come dice la canzone all'inizio) si prenda sempre un'ascia con se...(ricordiamo che se anche loro hanno dei picconi (o picozze) nel vecchio folklore i nani avevano come armi delle asce e quindi la canzone potrebbe benissimo dire ascia..





2)Per la strada prender sempre un'ascia a fian fischiando andiam

oppure

3)Per la strada prender sempre un'ascia a fian fischiar vogliam
anche se ritengo che quella più giusta sia la 1...potrebbero dire anche così....l'unica cosa è che loro non sono a fianco ma in fila indiana e quindi potrebbero dire....(e poi fianco "fian" abrevviato ci stona molto...)

4)Per la strada render sempre una trafila indian vogliam

per la strada vogliono rendere sempre una fila indiana.....potrebbe dire anche così..no?? sarebbe molto più logico!!!

oppure

5)Per la strada render sempre una serie d'indian vogliam

6)Per la strada render sempre una scia via d'indian vogliam

7)Per la strada render sempre una fascia d'indian vogliam

.........a voi il responso....AIUTATEMI!!!!! ehehehehehe
Marchese
QUOTE (Bartolomiao @ 30/12/2009, 9:54) *
wub.gif wub.gif wub.gif

è un sogno sentire Biancaneve dire: "ho freddo al cuore"... smile.gif

Grazie mille Marchese!! e speriamo che, un giorno o l'altro, avremo l'intero film col doppiaggio storico originale... con l'aiuto di Evangeline...^^



chi è evangeline???!!
March Hare = Leprotto Bisestile
Io t'ho già detto la mia, per me avevi ragione quando hai detto "per la strada prender sempre un altro a fian fischiando andiam", è la più sensata di tutte.
Marchese
però loro non sono a fianco....sono in fila indiana.......!!! e poi fianco abbreviato fian non ci sta bene.....! rolleyes.gif
Mad Hatter
CITAZIONE (Darken McMahon @ 30/12/2009, 16:31) *
Io blush2.gif blush2.gif blush2.gif
scusate il terribile errore pray.gif volevo scrivere Annunziata Costantini blush.gif blush.gif blush.gif

AAaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaarrrrrrrrrrrrrrrrrgggggggggggggggg!!!!!!! mad.gif mad.gif mad.gif not.gif
Lucaaaa!!! Arrabbiato3.gif Arrabbiato3.gif Arrabbiato3.gif Arrabbiato3.gif Arrabbiato3.gif Arrabbiato3.gif

Che tu sia bandito per sempre!!!!!! not.gif not.gif
Mad Hatter
No dai! happy.gif
Stai tranquillo Luchino!! bleh.gif
Perdonato!! wink.gif

OTTIMO LAVORO MARCHESE, COMPLIMENTI!! biggrin.gif
Marchese
CONFRONTATE le due versioni delle canzoni dei nani con questo video che ho messo su youtube......GUARDATE!!!!!

http://www.youtube.com/watch?v=q87ZHqW0lOM
March Hare = Leprotto Bisestile
Bravo, hai avuto un'ottima idea.
Non concordo con quanto hai scritto nelle note informative, cioè che il doppiaggio originale è meno monotono del ridoppiaggio. Nel ridoppiaggio la canzone dei nani è IDENTICA alla versione originale in inglese, nella versione d'epoca la canzone era contraria a tutti i principî di un adattamento fatto in modo serio. Credo che nelle note dovresti specificare che anche in originale i nani non fanno che dire "Heigh-ho heigh-ho", altrimenti davvero pare che il dialoghista del ridoppiaggio abbia tradotto la canzone di malavoglia (e di De Leonardis non si può certo dire che non svolgesse il suo lavoro in maniera scrupolosa, secondo me era fin troppo professionale rispetto a tutti gli altri suoi colleghi!).
nunval
Concordo con Leprotto, la versione cinematografica del 1938 non ha nulla a che vedere con l'originale e infatti anche nello spartito d'epoca non è stata proprio inserita, nello spartito i Nani cantano "Ehi ho ehi ho, cantando lavoriam..."
Senza contare che nel ridoppiaggio nella reprise, cantano Ehi ho, andiamo a lavorar, che è diventato un tormentone celeberrimo...
Mad Hatter
CITAZIONE (Marchese @ 4/2/2010, 12:10) *
però loro non sono a fianco....sono in fila indiana.......!!! e poi fianco abbreviato fian non ci sta bene.....! rolleyes.gif

Invece per me è proprio A FIAN! rolleyes.gif
Mad Hatter
CITAZIONE (Marchese @ 27/1/2010, 13:49) *
Guarda qui....ho apportato delle piccole modifiche alla canzone dei nani nel dopp. 38!!! Scondo voi???!

Finito il dì
Col sol che se ne và
Andiam a casa a riposar
Laggiù ci aspetta il focolar
perciò cantiam
Per la strada prender sempre un'ascia a chi ha picchiar voglia
Il bosco appar già pieno di mister
Lassù la Luna apparirà
Il buon cammin ci mostrerà
Cantiam che l’Orco non verrà
Ma tu
Gira dal bosco ner
Cantiam fischiam vogliam cantar fischiar vogliam…


E' perfetta! rolleyes.gif
Le parole, a mio avviso, sono proprio queste!
Marchese
RICAPITOLANDO........!!!

BIANCANEVE E I SETTE NANI – CANZONI 1938

Zitti ed ascoltate
tutti intorno a me
dentro il pozzo un grande incanto c'è
Se sull'orlo vi chinate
un desiderio a dir
e l'eco a voi risponderà
allor si compirà
Vorrei vorrei
che venisse amor
quest'oggi quest’oggi
da me da me
Amore amore
apparisse a me
dicesse dicesse
tesor tesor
Vorrei vorrei
Che venisse amor
Quest’oggi quest’oggi
Da me
Tesor

--------------------------------------------------------------------------------

Ascolta oh cara i detti del mio cor
Amor non ho che un canto
un canto sol per te
Il cuor che t’ama tanto
dolce mio bene
ti vuol per te
Quando sul tuo bel viso
Amor fiorirà
il tuo fresco sorriso,
il tuo canto coronerà

--------------------------------------------------------------------------------

Quando canto all'amor
il dolor comparato nel cuor profumo di viol
Che t’inebrierà
quando canti e l'amor
Udirà svanir rabbia e la vita il dolce motor
ti si svelerà
Canta di mattina, di giorno, di sera
che quando canti tu
Spunta in ciel la primavera
Se hai nel cuore del buon
ogni fior fa sbocciar le tue idee di meglio dolor
desiderio d'amar

--------------------------------------------------------------------------------

Impara a fischiettar
così più allegramente tu potrai lavorar
qual delizia potrai aver
ti sembrerà il lavoro più simpatico e legger
che bello è faticar
del fischio il dolce suon
pulire e lucidar accompagnando ai gesti una canzon
ed ecco in un baleno tu potrai riposar
potrai riposar

--------------------------------------------------------------------------------

Trovar picchiar picchiar trovar
questo è il nostro buon lavor
Picchiar scavar per ritrovar le pietre tutte d'or
Qui sotto il solco splende il sol
Ad un bel vedor la speranza allarga il cor
Minator minator
Al lavor al lavor
Per trovar diamanti d'or
Lavoriam sfruttiam che è chella poi funzione di stupir
Dobbiam scavar sopra al carbone per poter darci
I grandi sassi che brillar li puoi contare d'appagar
E i diamanti cercheremo per portarli oltre il carbon


--------------------------------------------------------------------------------

Finito il dì
Col sol che se ne và
Andiam a casa a riposar
Laggiù ci aspetta il focolar
perciò cantiam
Per la strada prender sempre un'ascia a chi ha picchiar voglia
il bosco appar già pieno di mister
lassù la Luna apparirà
il buon cammin ci mostrerà
cantiam che l’Orco non verrà
ma tu
gira dal bosco ner
cantiam fischiam vogliam cantar fischiar vogliam…

------------------------------------------------------------------

Su tutti insieme
Provate con me
Se ben ricordo si fa così
Le mani tuffate nell’acqua senza timor e poi brrr
Su via sudicioni
Spalmate il sapone
Sul viso nero sulle orecchie sul groppone
Levate le croste del tempo che fu e poi brrr
Oh miei bamboccioni spellatevi bene
Che il muso lavato è sempre più bello
Così contenta far si potrà la regina bella che sta di là
Su via fannulloni più svelti più svelti
La zuppa è là e ci aspetta di già
Io di fame morrò ma l’acqua ahibò brrr
Adesso vi intreccerà fiocchetto rosa alle barbe
E vi schizzerà addosso quella puzza detta profumo

--------------------------------------------------------------------------------

Quand'ero re
Dinnanzi a me
tremavan tutti quanti
Avevo allor bottoni d'or
E vestiti assai eleganti
Non l’ascoltate ancor questo è un bugiardon
Questa storia non ha più creato compassion
Io son davver
ardito e fier
nel far le cose mie
e posso dir senza arrossir
le più splendide bugie
Non l’ascoltate ancor questo è un bugiardon
Questa storia non ha più creato del terror

--------------------------------------------------------------------------------

Era così bello come una vision
Un giorno qui verrà
Il cavalier d'amor
per la vita con sè mi terrà
e contenti e felici sarem
Le rose fioriran
sul suo cammino allor
e i suoi baci sveglieran
nel fondo del mio cuor
il mio sogno d'or

--------------------------------------------------------

Amor non ho che un canto
un canto sol per te
Il cuor che t’ama tanto
dolce mio bene
ti vuol per sé
Quando sul tuo bel viso
Amor fiorirà
il tuo dolce sorriso,
il tuo canto coronerà


CORREGGERE QUALCOSA???????
chipko
È con grande emozione che mi presto a postare il testo "quanto tempo ha il mio cuor".
Dopo un po' di pulizia questa potrebbe essere la versione definitiva.
Qui la versione precedente di marchese (in rosso le parole cambiate)

Quando canto all'amor
il dolor comparato nel cuor profumo di viol
Che t’inebrierà
quando canti e l'amor
Udirà svanir rabbia e la vita il dolce motor
ti si svelerà
Canta di mattina, di giorno, di sera
che quando canti tu
Spunta in ciel la primavera
Se hai nel cuore del buon
ogni fior fa sbocciar le tue idee di meglio dolor
desiderio d'amar


Questa è la versione da me ricostruita

Quanto tempo ha il mio cuor,
Il suo tem(p) comparato ad un buon profumo di fior,
che t’inebrierà.
Quando canta è d'amor:
udirà svanire quella vita, il dolce color
ti si svelerà.
Canta di mattina, di tornar, di sperar
che quando canti (torni?) tu
spunta in ciel la primavera.
Date al cuore del buon,
ogni fior fa sbocciar nei suoi tempi meglio dolor:
desiderio d'amar


L'unica cosa che non ha senso è questo tempo. Che mai vorrà dire? Il resto invece torna tutto.
Quando canta (il cuore) canta d'amore. Il cuore vedrà (udirà) [sinestesia, udire per vedere, ma in effetti si può anche sentire sparire qualcosa] sparire quella vita (da serva nel castello) e il dolce colore (dell'amore) ti si svelerà.
(Il cuore) canta di mattina (che cosa canta?) di ritorno e di speranza poiché quanto canti (o torni?) tu (oggetto di amore) spunta nel ciel la primavera. Se date al cuore del buono ogni fiore (io interpreto che ogni fiore sia del buono) farà sbocciare, nei suoi tempi, un dolore migliore e cioè il desiderio di amare (che è anche un dolore ma in questo caso è un dolore migliore rispetto a quelli avuti nel castello).
Marchese tu che dici? E il mio già fido compagno nell'impresa di Alice che dice? Ho fatto anche la rima eheheh.gif
March Hare = Leprotto Bisestile
CITAZIONE (chipko @ 16/11/2012, 0:56) *
Canta di mattina, di tornar, di sperar
che quando canti (torni?) tu
spunta in ciel la primavera.

Sul resto non so che dire, ma qui sì eheheh.gif : mi spiace, ma era indiscutibilmente giusta la versione "Canta di mattina, di giorno, di sera / ché quando canti tu / spunta in ciel la primavera" perché era riportata anche nello spartito originale (il resto della canzone aveva invece un testo diverso nello spartito).
Faccio notare che il "ché" accentato non è un errore: quando vuol dire "perché" si scrive così wink.gif
chipko
CITAZIONE (March Hare = Leprotto Bisestile @ 16/11/2012, 10:26) *
Sul resto non so che dire, ma qui sì eheheh.gif : mi spiace, ma era indiscutibilmente giusta la versione "Canta di mattina, di giorno, di sera / ché quando canti tu / spunta in ciel la primavera" perché era riportata anche nello spartito originale (il resto della canzone aveva invece un testo diverso nello spartito).
Faccio notare che il "ché" accentato non è un errore: quando vuol dire "perché" si scrive così wink.gif

Roftl.gif Lol mi sa che ricominciamo. Non ho idea di cosa ci fosse scritto ma una volta ripulita la traccia si sente proprio chiaramente il tORnAr e lo sPErar. Prova scaricare la clip e poi mi dici.
Certo che in quel guazzabuglio è difficile distinguere una T e una P, però se fosse "di giorno" lei dice "di giorna"
chipko
Quanto tempo ha il/al mio cuor,
Il suo tem(p) comparato ad un buon profumo di fior,
che t’inebrierà.
Quando canta è l'/d' amor:
udirà svanire quella vita, il dolce color
ti si svelerà.
Canta di mattina, di giorno, di sera
ché quando canti tu
spunta in ciel la primavera.
La canzone del cuor
ogni fior fa sbocciar nei suoi tempi meglio dolor:
desiderio d'amar.

Convengo anch'io su giorno e sera, la O di giorno è cantata apposta così per fare la rima con mattina e sera.
Le parole in rosso sono quelle che rappresentano un dubbio di interpretazione, quelle in viole non hanno senso, in grassetto quelle che ho appena cambiato riascoltando un altro restauro.
Rimane a mio avviso da capire solo la prima frase:Quanto tempo ha il mio cuor, Il suo tem(p) comparato ad un buon profumo di fior,
che t’inebrierà
.
Sempre ammesso che la parola sia tempo, ma perché il tempo è paragonato ad un profumo? Non ha senso. E poi che intende con "quanto tempo ha il mio cuor"?
Dai leprotto non è così impossibile capire le parole (soprattutto per uno come te). Voi altri che sentite?

Edit per quanto assurdo il verso "Canta di mattina, di giorno, di sera" cambia in base a dove lo ascolto. Se lo ascolto sulla mia clip sento tornar sperar, se lo sento su un'altra concordo con giorno e sera blink.gif
chipko
In verde trovate le parti comuni a tutti e tre.

Versione del Marchese
Quando canto all'amor
il dolor comparato nel cuor profumo di viol
Che t’inebrierà
quando canti e l'amor
Udirà svanir rabbia e la vita il dolce motor
ti si svelerà
Canta di mattina, di giorno, di sera
ché quando canti tu
Spunta in ciel la primavera

Se hai nel cuore del buon
ogni fior fa sbocciar le tue idee di meglio dolor
desiderio d'amar

versione mia
Quanto tempo ha il mio cuor,
Il suo tem(p) comparato ad un buon profumo di fior,
che t’inebrierà.
Quando canta è d'amor:
udirà svanire quella vita, il dolce color
ti si svelerà.
Canta di mattina, di giorno, di sera
ché quando canti tu
spunta in ciel la primavera.

La canzone del cuor,
ogni fior fa sbocciar nei suoi tempi meglio dolor:
desiderio d'amar

Versione di Javriel
Quanto tempo ha il mio cuor,
il tuo gesto sarà come un cuor profumo di fior
che t’inebrierà.
Quanto ... al dolor
Tu dirai svanirai nella vita , il dolce sognar
si risveglierà.
Canta di mattina, di giorno, di sera
ché quando canti tu
spunta in ciel la primavera.

nel cuor...
ogni fior fa sbocciar ... chi meglio vorrà
desiderio d'amar

Confrontandomi con la tua ricostruzione io proporrei questa.

Nuova proposta
Quanto tempo ha il/al mio cuor,
il tuo gesto sarà come un buon profumo di fior
che t’inebrierà.
Quando canta è l'amor:
udirà svanire quella vita, il dolce color
ti si svelerà.
Canta di mattina, di giorno, di sera
ché quando canti tu
spunta in ciel la primavera.
La canzone del cuor
ogni fior fa sbocciar nei suoi tempi meglio dolor:
desiderio d'amar

Tu Javriel che dici? Ti suona? Rimane solo sto benedetto tempo (che sentivo anch'io) che non significa niente mentre "ha il" o "al" si pronunciano allo stesso modo per cui dipenderà dal significato che asumerà la prima frase.
javriel
CITAZIONE (chipko @ 18/11/2012, 16:32) *
il tuo gesto sarà come un buon profumo di fior


Nel contesto buon è sicuramente corretto, le altre non mi convinco molto, ma sinceramente non capirei una mazza nemmeno se l'avesse cantata
ieri eheheh.gif.
Ho sempre bisogno dei sottotitoli quando ascolto dei cantanti lirici.

Saluto.gif

chipko
CITAZIONE (javriel @ 19/11/2012, 20:22) *
Ho sempre bisogno dei sottotitoli quando ascolto dei cantanti lirici.
Saluto.gif

Io amo molto la lirica ma temo non sia questo il punto purtroppo dry.gif . Ma non ti convincono come senso o perché non senti quelle parole ma altre, o nessuna?
Premesso che sono ormai abbastanza sicuro del testo per quanto riguarda gli ultimi 6 versi (ho cambiato ancora due parole al verso 5), ho riprovato a concentrarmi sui primi due.

Quanto canto ha il mio cuor (quantocantoalmiocuor)
il suo canto sarà come un buon profumo di fior
che t’inebrierà.
Quando canta è l'amor
fuggirà, svanirà quella vita, il dolce color
ti si svelerà.
Canta di mattina, di giorno, di sera
ché quando canti tu
spunta in ciel la primavera.
La canzone del cuor
ogni fior fa sbocciar nei suoi tempi meglio dolor:
desiderio d'amar

Così di significato sta in piedi. Questa la nuova parafrasi.
Il mio cuore è ricolmo di musica e il suo canto è come un profumo di fiori che ti affascinerà. Quella vita [da serva] verrà meno e scomparirà quando a cantare è l'amore e il dolce colore [della vita? di amore?] ti si paleserà. [Il cuore] canta di mattina, di giorno e di sera perché quando a cantare è l'amore spunta nel cielo la primavera. Il canto del cuore fa sbocciare ogni fiore [l'ha appena detto prima che quando l'amore canta spunta la primavera] e fa sbocciare con il tempo che gli è necesario una pena migliore, ovvero, il desiderio di amare.

So che sto rompendo le scatole con sta canzone però mi piacerebbe arrivare ad un punto condiviso sul testo. Non vi chiedo di essere d'accordo con questa ricostruzione anzi vi chiedo che cosa sentite voi. Il confronto con il Marchese e con Javriel mi è stato utilissimo per rivedere e risentire il testo. PLEASE pray.gif

Edit sto rivedendo ancora la prima parte. Le parole di cui sono sicuro in verde, in giallo abbastanza sicuro in nero ci sto rimuginando su.
Quanto canto ha il mio cuor
il suo canto sarà come un buon profumo di fior
che t'inebrierà.

Quando canta è l'amor [invece di "è l'amor" potrebbe essere "il dolor"]
fuggirà, svanirà quella vita, il dolce color
ti si svelerà.


Lo schema delle rime sembrerebbe essere
AAB AAB CDC EEF
nunval
Io direi che è
"Quando canta il mio cuor/ il suo canto sarà come un buon profumo di fior....
javriel
CITAZIONE (chipko @ 21/11/2012, 1:17) *
Ma non ti convincono come senso o perché non senti quelle parole ma altre, o nessuna?
....

Quando canta è l'amor
fuggirà, svanirà quella vita, il dolce color
ti si svelerà.

La canzone del cuor
ogni fior fa sbocciar nei suoi tempi meglio dolor:
desiderio d'amar


Fermo restando che anche per me sono corrette "ogni fior fa sbocciar" e "desiderio d'amar" mi sembra che queste 2 parti non abbiano molto senso, sopratutto
non trovo sensata "nei suoi tempi meglio dolor:" ma sinceramente io non riesco proprio a decifrarle.

CITAZIONE (nunval @ 21/11/2012, 16:36) *
Io direi che è
"Quando canta il mio cuor/ il suo canto sarà come un buon profumo di fior....


Sì così ha molto più senso.

Saluto.gif
chipko
CITAZIONE (nunval @ 21/11/2012, 16:36) *
Io direi che è
"Quando canta il mio cuor/

Ci avevo pensaro anch'io, anche il Marchese interpreta quando. Il problema, almeno per me, è che non posso fare molto affidamento sulle vocali che sento perché sono da prendere mooolto elasticamente (a per o, e per a, e per i). Il problema è il nesso vocalico OA che tutti e tre abbiamo sentito: Marchese "canto all'amor" io "canto ha"e Javriel "tempo al". Certo "quando canta il mio cuor" ci toglie dagli impicci però dobbiamo trascurare la o. Se si trattasse di una o come quella di giorno (che sembra appunto una a) saremmo a posto ma il problema è che si sente (o almeno io sento) OA. Però, giustamente, non può essere "quando canto al mio cuor" perché dopo non ci si ritrova più con l'aggettivo possessivo che segue (tuo o suo non importa). Lectio facilior o lectio difficilior? Sebbene la difficilior potior il dilemma rimane eheheh.gif

CITAZIONE (javriel @ 21/11/2012, 22:06) *
Fermo restando che anche per me sono corrette "ogni fior fa sbocciar" e "desiderio d'amar" mi sembra che queste 2 parti non abbiano molto senso, sopratutto non trovo sensata "nei suoi tempi meglio dolor:" ma sinceramente io non riesco proprio a decifrarle.

Bè quella parte non è di difficile interpretazione.
Per quanto riguarda la grammatica
La canzone è il soggetto, del cuore complemento di specificazione, fa sbocciare è il verbo della principale che regge i due complementi oggetto, ogni fiore è il primo complemento oggetto + attributo, nei suoi tempi è complemento di tempo, meglio dolor è il secondo complemento oggetto + avverbio, desiderio di amar è apposizione (di dolor).
Per quanto riguarda il significato
La canzone del cuore fa sbocciare (chi? che cosa?) ogni fiore (riprendendo quanto già detto sopra) e fa sbocciare con il tempo che gli è necessario [nei suoi tempi] (chi? che cosa?) un dolore migliore e cioè il desiderio di amare.
L'amore o, meglio ancora, il desiderio dell'amore è qui paragonato ad un dolore (è la cosidetta pena d'amore o, in inglese, love labour) ma è ovviamente un dolore migliore rispetto agli altri. Il testo, a mio avviso, è molto bello ed è molto più elevato e aulico rispetto al ridoppiaggio o al suo originale inglese. C'è un intreccio semantico e letterario fittissimo: fiore cuore amore dolore (che per chi non lo sapesse sono le rime utilizzate da Dante nel Paradiso). L'amore è un canto del cuore, l'amore è come un fiore che sboccia, l'amore è anche un dolore. Io mi sto veramente esaltando ad analizzare il testo.
Pensate a cosa è il fioretto. E' un piccolo sacrificio (è un piccolo dolore offerto con il cuore per amore di qualcuno o di qualcosa) ma letteralmente vuol dire piccolo fiore. E quando si fanno i fioretti? A Pasqua ovvero in Primavera post-6-1111346575.gif. Tutto è legato in maniera perfetta raggiungendo un lirismo che non faccio fatica a considerare di pregevole fattura.
Anzi, già sapendo di prendermi una tirata d'orecchi dal leprotto, non esito a dire che forse il doppiaggio italiano del 38 supera di gran lunga l'originale inglese in quanto a bellezza e profondità di pensiero. Non è una banale canzonetta in cui si dice "se sorriderai le cose andranno meglio" ma è una canzone sull'Amore con la A maiuscola.
Sospetto (solo sospetto perché la prima parte della canzone ancora non l'ho sviscerata tutta) che il meglio dolor qui citato faccia da contr'altare ad un'altro dolore precedentemente (forse) nominato.
Io infatti nel 4 verso ero indeciso fra "quando canta è l'amor" e "quando canta è d'amor", perché mi sembrava di sentire una D. Rivedendo però cosa sentiva Javriel (quanto ... al dolor) mi è venuto in mente che invece poteva essere "quando canta il dolor/fuggirà". Non ho ancora ben capito le parole successiva (io sento "svanire" e poi "quella vita") ma se la mia ipotesi è giusta allora quel meglio dolor (che è l'amore) si contrappone a quell'altro dolore che invece fugge quando canta amore.

Non so, io sto trovando tutto questo davvero interessante ed esaltante. E voi?
disneyano95
Si,lo penso anch'io,un bellissimo doppiaggio,che vanta anche importanti voci,non capisco perché non si decidono a distribuirlo in dvd o blu ray, bah!
disneyano95
Salve,io riascoltando il vecchio doppiaggio e confrontando in questo topic i testi di alcune canzoni,nella quarta canzone mi sembra sia un pó diverso il terzo verso ma non riesco a decifrarlo bene,ecco il verso:"col fischio ascolta ben" la parola sottolineata penso sia diversa,io sento "col fischio tuo..." ;volevo sapere se qualcuno poteva darmi una mano

Nel terzo verso della quinta canzone "Picchiar scavar per ritrovar le pietre con tesor";io sento "le pietre d'un tesor"

chipko
CITAZIONE (disneyano95 @ 3/1/2013, 21:25) *
Salve,io riascoltando il vecchio doppiaggio e confrontando in questo topic i testi di alcune canzoni,nella quarta canzone mi sembra sia un pó diverso il terzo verso ma non riesco a decifrarlo bene,ecco il verso:"col fischio ascolta ben" la parola sottolineata penso sia diversa,io sento "col fischio tuo..." ;volevo sapere se qualcuno poteva darmi una mano

Nel terzo verso della quinta canzone "Picchiar scavar per ritrovar le pietre con tesor";io sento "le pietre d'un tesor"

Dovrebbe essere "col fischio tuo dà ben" (ma vado a memoria non ho riascoltato il pezzo)
Princesse Sophie
Io ho sempre capito "col fischio tuo davver"..riprenderebbe anche la rima con legger...
Marchese
clapclap.gif
QUOTE (chipko @ 22/11/2012, 1:29) *
Ci avevo pensaro anch'io, anche il Marchese interpreta quando. Il problema, almeno per me, è che non posso fare molto affidamento sulle vocali che sento perché sono da prendere mooolto elasticamente (a per o, e per a, e per i). Il problema è il nesso vocalico OA che tutti e tre abbiamo sentito: Marchese "canto all'amor" io "canto ha"e Javriel "tempo al". Certo "quando canta il mio cuor" ci toglie dagli impicci però dobbiamo trascurare la o. Se si trattasse di una o come quella di giorno (che sembra appunto una a) saremmo a posto ma il problema è che si sente (o almeno io sento) OA. Però, giustamente, non può essere "quando canto al mio cuor" perché dopo non ci si ritrova più con l'aggettivo possessivo che segue (tuo o suo non importa). Lectio facilior o lectio difficilior? Sebbene la difficilior potior il dilemma rimane eheheh.gif


Bè quella parte non è di difficile interpretazione.
Per quanto riguarda la grammatica
La canzone è il soggetto, del cuore complemento di specificazione, fa sbocciare è il verbo della principale che regge i due complementi oggetto, ogni fiore è il primo complemento oggetto + attributo, nei suoi tempi è complemento di tempo, meglio dolor è il secondo complemento oggetto + avverbio, desiderio di amar è apposizione (di dolor).
Per quanto riguarda il significato
La canzone del cuore fa sbocciare (chi? che cosa?) ogni fiore (riprendendo quanto già detto sopra) e fa sbocciare con il tempo che gli è necessario [nei suoi tempi] (chi? che cosa?) un dolore migliore e cioè il desiderio di amare.
L'amore o, meglio ancora, il desiderio dell'amore è qui paragonato ad un dolore (è la cosidetta pena d'amore o, in inglese, love labour) ma è ovviamente un dolore migliore rispetto agli altri. Il testo, a mio avviso, è molto bello ed è molto più elevato e aulico rispetto al ridoppiaggio o al suo originale inglese. C'è un intreccio semantico e letterario fittissimo: fiore cuore amore dolore (che per chi non lo sapesse sono le rime utilizzate da Dante nel Paradiso). L'amore è un canto del cuore, l'amore è come un fiore che sboccia, l'amore è anche un dolore. Io mi sto veramente esaltando ad analizzare il testo.
Pensate a cosa è il fioretto. E' un piccolo sacrificio (è un piccolo dolore offerto con il cuore per amore di qualcuno o di qualcosa) ma letteralmente vuol dire piccolo fiore. E quando si fanno i fioretti? A Pasqua ovvero in Primavera post-6-1111346575.gif. Tutto è legato in maniera perfetta raggiungendo un lirismo che non faccio fatica a considerare di pregevole fattura.
Anzi, già sapendo di prendermi una tirata d'orecchi dal leprotto, non esito a dire che forse il doppiaggio italiano del 38 supera di gran lunga l'originale inglese in quanto a bellezza e profondità di pensiero. Non è una banale canzonetta in cui si dice "se sorriderai le cose andranno meglio" ma è una canzone sull'Amore con la A maiuscola.
Sospetto (solo sospetto perché la prima parte della canzone ancora non l'ho sviscerata tutta) che il meglio dolor qui citato faccia da contr'altare ad un'altro dolore precedentemente (forse) nominato.
Io infatti nel 4 verso ero indeciso fra "quando canta è l'amor" e "quando canta è d'amor", perché mi sembrava di sentire una D. Rivedendo però cosa sentiva Javriel (quanto ... al dolor) mi è venuto in mente che invece poteva essere "quando canta il dolor/fuggirà". Non ho ancora ben capito le parole successiva (io sento "svanire" e poi "quella vita") ma se la mia ipotesi è giusta allora quel meglio dolor (che è l'amore) si contrappone a quell'altro dolore che invece fugge quando canta amore.

Non so, io sto trovando tutto questo davvero interessante ed esaltante. E voi?




Bellissimo davvero!!! Complimenti.... un ottima traduzione... forse ancora qualche piccolissima incomprensione ma ci arriveremo con calma... Ora proporrei di tradurre per benino la canzone dei Nani, quando scavano nella miniera!!!!!! C'è la parte con dotto e cucciolo quando sono con i diamanti che è veramente incomprensibile!!!!!!! Almeno per me... voi?? il vostro testo?? :-)
chipko
CITAZIONE (Marchese @ 22/1/2013, 23:39) *
clapclap.gif



Bellissimo davvero!!! Complimenti.... un ottima traduzione... forse ancora qualche piccolissima incomprensione ma ci arriveremo con calma... Ora proporrei di tradurre per benino la canzone dei Nani, quando scavano nella miniera!!!!!! C'è la parte con dotto e cucciolo quando sono con i diamanti che è veramente incomprensibile!!!!!!! Almeno per me... voi?? il vostro testo?? :-)

Grazie blush2.gif ma dobbiamo lavorarci ancora parecchio per sviscerare tutto. Al momento sono a piedi con la tecnologia ma quanto prima spero di riprendere il lavoro su Biancaneve.
disneyano95
CITAZIONE (chipko @ 25/1/2013, 18:32) *
Grazie blush2.gif ma dobbiamo lavorarci ancora parecchio per sviscerare tutto. Al momento sono a piedi con la tecnologia ma quanto prima spero di riprendere il lavoro su Biancaneve.

Nella canzone del bosco io penso che una frase sia diversa: il dolor comparato ad un buon profumo di fior/viol
chipko
Visto che ho ricevuto un pm a riguardo mi pare utile rispondere in pubblico così anche altri possono ritornare a dire la loro:

CITAZIONE
Ciao Chipko, dopo molto tempo ritorno su questo gruppo e ti volevo chiedere se avevi avuto modo di riascoltare e di tradurre la canzone dei nani del doppiaggio del 1938 di biancaneve. Il mio testo tradotto era questo, ma molte cose non mi convincono.

Trovar picchiar picchiar trovar
questo è il nostro buon lavor
Picchiar scavar per ritrovar le pietre con tesor/le pietre tutte d’or
Qui sotto il solco splende il Sol
Ad un bel vedor la speranza allarga il cor
Minator minator
Al lavor al lavor
Per trovarvi tanti, sol!/Per trovar diamanti, d’or!/Per trovarvi i sassi, d’or!
Lavoriam sfruttiam che è chella poi funzione di stupir
Dobbiam scavar sotto al carbone per poter darci
I grandi sassi che brillar li puoi contare d'appagar
E i diamanti cercheremo per portarli sopra ala carbon

--------------------------------------------------------------------------------

Finito il dì,
col sol che se ne và,
andiam a casa a riposar,
laggiù ci aspetta il focolar,
canzon cantiam.
Per la strada prender sempre un'ascia a chi ha picchiar voglia.
Il bosco appar già pieno di mister,
lassù la Luna apparirà,
Il buon cammin ci mostrerà,
cantiam che l’Orco non verrà
Ma tu
Gira dal bosco ner
Cantiam fischiam vogliam cantar fischiar vogliam…

Scavar picchiar picchiar scavar
ecco il nostro buon lavor
Picchiar scavar per ritrovar le pietre tutte d’or
Qui sotto il solco splende il Sol
Ad un bel vedor la speranza allarga il cor
Minator minator
Al lavor al lavor

Per trovarvi tanti, sol!
scaviam tutti anche kella fo funzione di stupir
Dobbiam scavar sotto al carbone per poter partir
I grandi sassi che brillar li puoi contare d'appagar
E i diamanti cercheremo per portarli sopra ala carbon

Finito il dì,
col sol che se ne và,
andiam a casa a riposar,
laggiù ci aspetta il focolar,
canzon cantiam.

Per la strada prender sempre un'ascia [a] chi ha picchiar voglia.

Il bosco appar già pieno di mister,
lassù la Luna apparirà,
Il buon cammin ci mostrerà,
cantiam che l’Orco non verrà
Ma tu
Girar dal bosco ner
Cantiam fischiam vogliam cantar fischiar vogliam…

Ben lungi dall'essere la versione definitiva. Le parti in rosso in grassetto sono le sillabe che capisco io ma che non hanno senso.
Le parti in rosso e semplice sono quelli in cui nutro dubbi.

Tra l'altro perché due discussioni separate? Non è il caso di unire queste due?
Capitano Amelia
Effettivamente sarebbe il caso di accorparle...
Marchese
Allora ecco qua chipko.... finalmente ho capito altre due frasi!!!!

La frase

"I grandi sassi che brillar, li puoi contare d'appagar!"

In realtà dice

"I bianchi sassi che brillar, si possono fare lampadar!"
Ovvero sono gli stessi diamanti (finti) con la stessa forma che venivano usati ai primi del '900 per fare i lampadari!

E ancora:
la frase:

"laggiù, ci aspetta il focolar,
cantiam, cantiam!"

in realtà dice

"laggiù, ci aspetta il focolar,
canzon, cantiam!"

E ancora:
la frase

"...cantiam, che l'orco non verrà, ma tu gira dal bosco ner!"

in realtà dice

"...cantiam, che l'orco non verrà, non uscirà dal bosco ner!"

la cantano stazzando la parola (come spesso succede nel film, ed ecco perchè molte parole non le troviamo!"

la cantano così: "non u, scirà dal bosco ner!"

Spero di essere stato utile, per ora!

CITAZIONE (chipko @ 23/4/2016, 17:23) *
Visto che ho ricevuto un pm a riguardo mi pare utile rispondere in pubblico così anche altri possono ritornare a dire la loro:


Scavar picchiar picchiar scavar
ecco il nostro buon lavor
Picchiar scavar per ritrovar le pietre tutte d’or
Qui sotto il solco splende il Sol
Ad un bel vedor la speranza allarga il cor
Minator minator
Al lavor al lavor

Per trovarvi tanti, sol!
scaviam tutti anche kella fo funzione di stupir
Dobbiam scavar sotto al carbone per poter partir
I grandi sassi che brillar li puoi contare d'appagar
E i diamanti cercheremo per portarli sopra ala carbon

Finito il dì,
col sol che se ne và,
andiam a casa a riposar,
laggiù ci aspetta il focolar,
canzon cantiam.

Per la strada prender sempre un'ascia [a] chi ha picchiar voglia.

Il bosco appar già pieno di mister,
lassù la Luna apparirà,
Il buon cammin ci mostrerà,
cantiam che l’Orco non verrà
Ma tu
Girar dal bosco ner
Cantiam fischiam vogliam cantar fischiar vogliam…

Ben lungi dall'essere la versione definitiva. Le parti in rosso in grassetto sono le sillabe che capisco io ma che non hanno senso.
Le parti in rosso e semplice sono quelli in cui nutro dubbi.

Tra l'altro perché due discussioni separate? Non è il caso di unire queste due?

Marchese
Io avrei un altra proposta per questa canzone:

(Biancaneve riferita all'uccellino)

"Canta tutto al mio cuor,
il tuo canto sarà come un buon profumo di fior,
che s'inebrierà!
Canto senza il dolor,
fuggirà, svanirà e la vita il dolce color,
ti si svelerà!
Canta di mattina, di giorno, di sera,
che quando canti tu,
spunta in ciel la primavera!
La canzone del cuor!
Ogni fior fa sbocciar nei suoi versi...........
Desiderio d'amor!

CITAZIONE (chipko @ 21/11/2012, 2:17) *
Io amo molto la lirica ma temo non sia questo il punto purtroppo dry.gif . Ma non ti convincono come senso o perché non senti quelle parole ma altre, o nessuna?
Premesso che sono ormai abbastanza sicuro del testo per quanto riguarda gli ultimi 6 versi (ho cambiato ancora due parole al verso 5), ho riprovato a concentrarmi sui primi due.

Quanto canto ha il mio cuor (quantocantoalmiocuor)
il suo canto sarà come un buon profumo di fior
che t’inebrierà.
Quando canta è l'amor
fuggirà, svanirà quella vita, il dolce color
ti si svelerà.
Canta di mattina, di giorno, di sera
ché quando canti tu
spunta in ciel la primavera.
La canzone del cuor
ogni fior fa sbocciar nei suoi tempi meglio dolor:
desiderio d'amar

Così di significato sta in piedi. Questa la nuova parafrasi.
Il mio cuore è ricolmo di musica e il suo canto è come un profumo di fiori che ti affascinerà. Quella vita [da serva] verrà meno e scomparirà quando a cantare è l'amore e il dolce colore [della vita? di amore?] ti si paleserà. [Il cuore] canta di mattina, di giorno e di sera perché quando a cantare è l'amore spunta nel cielo la primavera. Il canto del cuore fa sbocciare ogni fiore [l'ha appena detto prima che quando l'amore canta spunta la primavera] e fa sbocciare con il tempo che gli è necesario una pena migliore, ovvero, il desiderio di amare.

So che sto rompendo le scatole con sta canzone però mi piacerebbe arrivare ad un punto condiviso sul testo. Non vi chiedo di essere d'accordo con questa ricostruzione anzi vi chiedo che cosa sentite voi. Il confronto con il Marchese e con Javriel mi è stato utilissimo per rivedere e risentire il testo. PLEASE pray.gif

Edit sto rivedendo ancora la prima parte. Le parole di cui sono sicuro in verde, in giallo abbastanza sicuro in nero ci sto rimuginando su.
Quanto canto ha il mio cuor
il suo canto sarà come un buon profumo di fior
che t'inebrierà.

Quando canta è l'amor [invece di "è l'amor" potrebbe essere "il dolor"]
fuggirà, svanirà quella vita, il dolce color
ti si svelerà.


Lo schema delle rime sembrerebbe essere
AAB AAB CDC EEF

Marchese
Anche qui correggo i testi di "Impara a fischiettar"

Impara a fischiettar
Così più allegramente tu potrai lavorar
Col fischio tuo davver
Ti sembrerà il lavoro più simpatico e legger
E' bello improvvisar
del fischio il dolce suon
Pulire e lucidar accompagnando ai gesti una canzon
Ed ecco in un baleno tu potrai riposar
Potrai riposar

CITAZIONE (nunval @ 2/6/2009, 16:37) *
Aggiungo qualche correzione... e il valzer di Biancaneve, quelle dei nani dovrei risentirle, l'audio delle altre è troppo confuso e rovinato, con calma cercherò di darti una mano col materiale in mio possesso.


Zitti ed ascoltate
tutti intorno a me
Dentro al pozzo un gran mistero (?) c'è...
Se sull' orlo vi chinate
Un desiderio a dir
e l'eco a voi risponderà
allor si compirà!

Il principe alla fine le risponde non "amor" ma "tesor", cioè quello che lei voleva dicesse.

Ascolta o cara
i detti del mio cor
Amor non ho che un canto
Un canto sol per te
Il cuor che t’ama tanto
Dolce mio bene
Ti vuol per me
Quando sul tuo bel viso
Amor fiorirà
Il tuo fresco sorriso
Il tuo canto
coronerà

Impara a fischiettar
Così più allegramente tu potrai lavorar
Qual delizia potrai aver
Ti sembrerà il lavoro più simpatico e legger
E’ bello canticchiar
e tante volte ancor
Pulire e lucidar accompagnando ai gesti una canzon
Ed ecco in un baleno tu potrai riposar
Potrai riposar

Un giorno qui verrà
Il cavalier d'amor
per la vita con te mi terrai
e contenti e felici sarem
Le rose fioriran
sul suo cammino allor
e i suoi baci sveglieran
nel fondo del mio cuor
il mio sogno d'or

Ed ecco le strofe della Tirolese dei Nani

Quand'ero re
Dinnanzi a me
tremavan tutti quanti
Avevo allor bottoni d'or
E vestiti assai eleganti

Io son davver
ardito e fier
nel far le cose mie
e posso dir senza arrossir
le più splendide bugie!
Marchese
Qui non dice

Dobbiam scavar sotto al carbone per poter partir!

ma

Dobbiam scavar sotto al carbone per poter spartir!

CITAZIONE (Marchese @ 23/5/2016, 13:26) *
Allora ecco qua chipko.... finalmente ho capito altre due frasi!!!!

La frase

"I grandi sassi che brillar, li puoi contare d'appagar!"

In realtà dice

"I bianchi sassi che brillar, si possono fare lampadar!"
Ovvero sono gli stessi diamanti (finti) con la stessa forma che venivano usati ai primi del '900 per fare i lampadari!

E ancora:
la frase:

"laggiù, ci aspetta il focolar,
cantiam, cantiam!"

in realtà dice

"laggiù, ci aspetta il focolar,
canzon, cantiam!"

E ancora:
la frase

"...cantiam, che l'orco non verrà, ma tu gira dal bosco ner!"

in realtà dice

"...cantiam, che l'orco non verrà, non uscirà dal bosco ner!"

la cantano stazzando la parola (come spesso succede nel film, ed ecco perchè molte parole non le troviamo!"

la cantano così: "non u, scirà dal bosco ner!"

Spero di essere stato utile, per ora!
chipko
Bravissimo Marchese clapclap.gif clapclap.gif clapclap.gif
Sei riuscito a scovare alcune frasi. E nel vedere alcune proposte tue credo di aver finalmente sciolto parte delle parole rimaste insolute nella canzone all'uccellino (in viola).

Ricapitoliamo la situazione:

La canzone del pozzo:
CITAZIONE
Zitti ed ascoltate
tutti intorno a me
dentro il pozzo un
grande incanto c'è
Se sull'orlo vi chinate
un desiderio a dir
e l'eco a voi risponderà
allor si compirà.
- Vorrei
- (Vorrei)
che venisse amor
- quest'oggi
- (quest'oggi)
- da me
- (da me)
- Amore
- (Amore)
apparisse a me
- dicesse:
- (dicesse:)
- "Tesor!"
- ("Tesor!").
- Vorrei
- (Vorrei)
Che venisse amor.
- Quest'oggi
- (Quest'oggi)
Da me
Tesor!

Il canto del principe:
CITAZIONE
Ascolta oh cara
i detti del mio cor
Amor
Non ho che un canto
un canto sol per te
Il cuor
che t'ama tanto
dolce mio bene
ti vuol per sé.
Quando
sul tuo bel viso
l'amor fiorirà
il tuo
fresco sorriso,
il tuo canto
coronerà.

La canzone nella foresta:
CITAZIONE
Canta tutto al mio cuor
Il suo canto sarà come un buon
profumo di fior
che ti inebrierà.

Quando canto il dolor
fuggirà, svanirà, e la vita il dolce color
ti si svelerà.


Canta di mattina,
di giorno,
di sera,
ché quando canti tu
spunta in ciel la primavera.


La canzone del cuor
ogni fior fa sbocciar
nei suoi tempi
meglio dolor:
desiderio d'amar.

La canzone delle pulizie:
CITAZIONE
Impara a fischiettar
Così più allegramente
tu potrai lavorar
col fischio tuo davver
ti sembrerà il lavoro
più simpatico e legger
è bello improvvisar
del fischio al dolce suon
pulire e lucidar accompagnando
ai gesti una canzon.
(Oh, no no no!
Vanno nell'acquaio.)
ed ecco in un baleno
ti potrai riposar
(No no no!
Non sotto il tappeto!)
Potrai riposar

La canzone della miniera:
CITAZIONE
Scavar picchiar picchiar scavar
questo è il nostro buon lavor
Picchiar scavar per ritrovar
le pietre tutte d'or

Qui sotto il solco splende il Sol
Qual bel vedor la speranza allarga il cor

Minator minator
Al lavor al lavor
Per trovarvi tanti
Sol!


Scaviam, frughiam
che è chella fo funzione di [scoprir]
Frughiam scaviam [col trapano nel tempo del mattin]

I bianchi sassi che brillar
si posson fare lampadar

E i diamanti cercheremo
per portarli [in...?]

Ahi-ho
CITAZIONE
Ahi-ho
Ahi-ho

Ahi-ho
Ahi-ho

Finito il dì
Col sol che se ne va
Andiam a casa a riposar
Laggiù ci aspetta il focolar
canzon, cantiam

Per la strada prender sempre
un altro a fian, fischiando andiam.
Il bosco appar già pieno di mister.
Lassù la luna apparirà
E il buon cammin ci mostrerà
Cantiam ché l'orco non verrà
Non u...scirà dal bosco ner
cantiam fischiam vogliam
Cantiam fischiam vogliam

Ahi-ho
Ahi-ho

Ahi-ho
Ahi-ho

Finito è 'l dì
Col sol che se ne va
Andiam a casa a riposar

Giacché c'è sempre [?]
Lassù la luna apparirà
E il buon cammin ci mostrerà
Cantiam fischiam!

Finito è 'l dì
col sol che se ne va
Cantiam fischiam ché l'orco...

La canzone del bagno:
CITAZIONE
Su tutti insieme
provate con me
se ben ricordo si fa così
le mani tuffate nell'acqua
senza timor e poi brrr brrr brrr.
Suvvia, sudicioni
spalmate il sapone
sul viso nero,
sulle orecchie e sul groppone
levate le croste del tempo
che fu e poi brrr brrr brrr.
Oh miei bamboccioni
spellatevi bene
che il muso lavato è sempre più bello.
Così contenta far si potrà
la regina bella che sta di là.
Suvvia, fannulloni,
più svelti, più svelti
la zuppa è là
e ci aspetta di già.
Io di fame morrò ma l'acqua
ohibò brrr brrr brrr
Suvvia fannullon
più svelti! più svelti!
La zuppa è là e ci
aspetta di già.
Io di fame morrò
ma l'acqua ohibò
brrr, brrr, brrr!

La canzone buffa:
CITAZIONE
Quand'ero re
dinnanzi a me
tremavan tutti quanti
Avevo allor bottoni d'or
e vestiti assai eleganti.
Non l'ascoltar perché
del resto è un bugiardon
Questa storia non ha più

creato compassion
Io...
Io son davver
ardito e fier
nel far le cose mie
e posso dir senza arrossir
le più splendide bugie
Non l'ascoltar perché
del resto è un bugiardon
Questa storia non

ha più creato del terror

La canzone romantica:
CITAZIONE
Era così bello
come una vision.
Un giorno qui verrà
il cavalier d'amor
per la vita con sé mi terrà.
E contenti e felici sarem.
Le rose fioriran
sul suo cammino allor
e i suoi baci sveglieran
nel fondo del
mio cuor il mio sogno d'or.

Qui, per chi vuole, ho creato i sottotitoli di tutto il doppiaggio (sono partito da un lavoro già esistente) del 38. Uno è quello generale, l'altro è con le sole parti cantate. Sono sottotitoli sincronizzati per andare con il bluray.
Mad Hatter
CITAZIONE (chipko @ 9/9/2016, 20:04) *
Qui, per chi vuole, ho creato i sottotitoli di tutto il doppiaggio (sono partito da un lavoro già esistente) del 38.

Immenso. Mi mancavano. Grazie!
chipko
CITAZIONE (Mad Hatter @ 10/9/2016, 0:33) *
Immenso. Mi mancavano. Grazie!

Ci tengo a precisare, come ho fatto nel post sopra, che quei sottotitoli sono un rifacimento di un altro lavoro. Sono partito da dei sottotitoli già esistenti che mi erano stati passati con il dvd di Biancaneve da un altro utente del forum, mi pare Javriel, non ho idea di chi sia il primo autore che si sia sbobinato e trascritto tutto il doppiaggio originale (sospetto Nunval). Io ho solo risincronizzato tutto, correggendo qua e là qualche parola, sciogiendo le frasi troppo lunghe in più sottotitoli (ho usato subtitle edit e visual sync), oltre che rivisto per intero le canzoni. Il grosso del lavoro era già stato fatto.
Con subtitle edit si possono convertire i sottotitoli da Bd a dvd e viceversa.
Visual Sync invece serve a vedere e a sentire in contemporanea la traccia audio e il sottotitolo in modo da fare un sincrono preciso al millisecondo.

Per quanto riguarda la canzone della foresta ho fatto un errore, non è:
fuggirà, svanirà, e la vita il dolce color
ti si svelerà.

Ma è
fuggirà, svanirà, e la vita il dolce color
ti disvelerà.

Anche il primo verso è dubbio, non so se è
Quando canto il dolor

o

Quando canta il dolor

Se guardiamo a tutto il testo è molto più probabile canta e non canto come ho scritto io.
Se prendiamo per buono la deduzione del marchese del primo verso:
Canta tutto al mio cuor, tutta la canzone riferisce il verbo cantare ad altri e non è mai in prima persona:

Canta tutto al mio cuor
Quando canta il dolor
Canta di mattina
ché quando canti tu

Il problema è capire chi è sto benedetto soggetto di canta, secondo me non puo essere "tutto" del primo verso, non ha molto senso, secondo me il soggetto è cuor, quindi in ultima istanza si può interpretare così:

Dando tempo al mio cuor
Il suo canto sarà come un buon
profumo di fior
che ti inebrierà.

Quando canta [il cuore] il dolor
fuggirà, svanirà, e la vita il dolce color
ti disvelerà.

Canta di mattina,
di giorno,
di sera,
ché quando canti tu
spunta in ciel la primavera.

La canzone del cuor
ogni fior fa sbocciar
nei suoi tempi
meglio dolor:
desiderio d'amar.


Questo è un testo che ha finalmente senso dall'inizio alla fine, lei è sconvolta per la fuga e sta cercando un rimedio all'angoscia, infatti chiede agli uccellini "cosa fate voi quando avete un dispiacere?" "voi cantate"
Quindi deve dare tempo al cuore di calmarsi per permettergli di cantare, riprendendo così l'ultima strofa della canzone "nei suoi tempi".
"meglio dolor" sta per pena. Biancaneve all'inizio è in pena perché ha scoperto che la regina la vuole uccidere, ma dopo il canto la sua pena è stata trasformata in una pena d'amore "meglio dolor".
Questa è la versione 'lo-fi' del forum. Per visualizzare la versione completa con molte più informazioni, formattazione ed immagini, per favore clicca qui.