Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


 
Reply to this topicStart new topic
> Elliott Il Drago Invisibile, Disney Live Action
Grrodon
messaggio 13/5/2006, 16:50
Messaggio #1


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.277
Thanks: *
Iscritto il: 7/12/2004





E' il1977. Bruno Bozzetto porta l'animazione italiana a livelli inimaginati con Allegro non Troppo, George Lucas crea il primo Guerre Stellari, che sarebbe in seguito diventato il quarto, seppur con un titolo diverso. E mentre altri si proiettano verso il futuro la Disney compie una vera e propria operazione nostalgia congedandosi da alcune vecchie glorie. Con Le Avventure diBianca e Bernie si ha l'ultimo film d'animazione realizzato al 100% dalla vecchia scuola, che verrà parzialmente soppiantata nel 1981 col successivo Red & Toby Nemiciamici. Con Le Avventure di Winnie the Pooh viene chiuso il conto con l'orsetto, riunendo i suoi tre mediometraggi un un film unico arricchito da un finale che ne raccoglie le fila donando all'opera una sua morale. E con Elliott il Drago Invisibile, ci si congeda dalla scrittura mista che per anni aveva caratterizzato alcune tra le più felici produzioni degli studios. Elliott è quindi l'ultimo film del filone a portare avanti l'eredità del musical a la Mary Poppins, prima della brusca svolta che avrebbe portato al rivoluzionario Chi ha Incastrato Roger Rabbit. Pete's Dragon segue di sei anni le peripezie della Lansbury e di Tomlinson, che a loro volta seguivano Mary Poppins di sette. Ma tra Elliott e Pomi c'è un abisso sia qualitativo che stilistico. Molte cose sono cambiate, nell'animazione, nelle musiche e nello stesso modo di fare lungometraggi live-action, e se si guardano i credits del film al posto di Stevenson, di Walsh e dei Fratelli Sherman si troverà un team tutto nuovo con Don Chaffey alla regia, Al Kasha e Joel Hirschhorn alle canzoni e Don Bluth a dirigere le sequenze animate. Sequenze animate che questa volta non occupano una parte delimitata di film ma che lo permeano da cima a fondo, trattandosi non più di scene ambientate in setting fantasiosi ma di un vero e proprio personaggio. Elliott è il drago, ritenuto immaginario dalla maggior parte delle persone, che si occupa di rasserenare le giornate di Pete, un piccolo orfano, sulle cui peripezie il film è incentrato. Ed è Passamaquoddy il teatro di queste peripezie, un villaggetto di fine 800, in cui abitano il vecchio Lampie (Mickey Rooney) e sua figlia Nora (Helen Reddy), che si prenderanno cura del piccolo Pete, e lo aiuteranno a fronteggiare la banda di malviventi che lo vogliono come schiavo e il Dottor Terminus, ciarlatano interessato alla cattura di Elliott.
Elliott in sé è un piccolo capolavoro di mimica ed espressività. Completamente muto, si affida del tutto ai gesti, alle espressioni e soprattutto ai versi eloquentemente gutturali. Il design del personaggio ricorda non poco quello di Piccolo, del mediometraggio L'Asinello, che sarebbe uscito l'anno successivo, guarda caso sempre sotto la regia di Don Bluth. Molte sue espressioni sono inoltre affini a quelle di Tigro, mentre alcuni suoi sguardi ricordano molto quelle dei personaggi Disney più moderni, e sempre guarda caso, tra i suoi animatori è presente un giovanissimo Glen Keane, che sarebbe poi diventato uno dei portabandiera dell'animazione disney anni 90.
Le ragioni per cui questo Elliott ci appare forse come il più sottotono del filone, sta forse nei tempi narrativi decisamente troppo dilatati, e nell'approccio poco credibile a certi personaggi, ritratti come eccessivamente caricaturali. Le canzoni stesse qui presenti sono in certi casi gratuite e inutili a esprimere concetti, che nell'economia del racconto appaiono come abbastanza ovvi. Sicuramente un maggior lavoro di limatura avrebbe contribuito a render il film più conciso e maggiormente apprezzabile e invece sembra che la versione giunta in Italia sia monca e che in origine il film fosse ancora più lungo. Ad ogni modo la colonna sonora di Elliott, a prescindere dall'utilità o meno di ogni singola canzone, è sicuramente di buon livello e offre brani di tutto rispetto come il capolavoro Candle of the Water ascoltabile nei titoli di testa e reintegrata da poco nella versione italiana dopo che per anni in occasione dei passaggi televisivi e delle edizioni in vhs era stata sostituita da un medley strumentale dei principali brani del film. A introdurre il rapporto tra Pete e Elliott c'è il duetto I Love You, Too, mentre a introdurre quello con Nora c'è la ninna nanna It's Not Easy. I Saw a Dragon cantata da Lampie e Passama-quody del Dottor Terminus sono invece due esempi di canzone troppo caricaturale sopra le righe per apparire "nel posto giusto", come anche Every Little Piece, sempre cantata da Terminus, la cui presenza non è giustificata da un sufficiente coinvolgimento emotivo a livello di ritmi narrativi. E' inutile la presenza contemporanea di There's Room for Everyone e Brazzle Dazzle Day due sequenze musicali che costituiscono un doppio apice narrativo, che prelude al ritorno dei Gogans, sfruttatori di Peter, che lo reclamano cantando Bill of Sale. E 'chiaro che se il film fosse passato sotto le forche caudine di Walt una delle due canzoni, per quanto bella, sarebbe stata impietosamente tagliata, in quanto inutile e dispersiva ai fini della storia, ma se ci fosse stato Walt Elliott sarebbe stato un film più snello anche in quanto a durata e ritmi narrativi. Ed è quindi paradossale che benché si sappia dell'esistenza di altre sequenze musicali come Money by the Pound e That Happiest Home in These Hill, nessuno tenga troppo a vederle reintegrate in un edizione definitiva del film.
Lo scarso successo di Elliott chiuse così l'epoca d'oro dei musical a scrittura mista, tecnica che tuttavia sarebbe stata utilizzata ancora dalla Disney con Chi ha Incastrato Roger Rabbit e dalla Warner Bros con Space Jam, e Looney Toons: Back in Action. A quanto pare però molto presto potremo godere delle ottime sequenze 2d di Enchanted, che dovrebbe segnare il ritorno di questa tecnica dimenticata.

da La Tana del Sollazzo

Messaggio modificato da kekkomon il 11/3/2015, 20:10


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
March Hare = Lep...
messaggio 14/5/2006, 19:09
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 11.897
Thanks: *
Iscritto il: 16/11/2004




CITAZIONE (Grrodon @ 13/5/2006, 16:50)
Candle of the Water ascoltabile nei titoli di testa e reintegrata da poco nella versione italiana dopo che per anni in occasione dei passaggi televisivi e delle edizioni in vhs era stata sostituita da un medley strumentale dei principali brani del film.

Io questa cosa ancora la devo capire... chi me la spiega? Nella versione italiana originale del film c'era questa canzone nei titoli di testa oppure no? Comunque nella versione integrale, che io ho, i titoli di testa sono accompagnati da un medley che dev'essere lo stesso di cui parla Grrodon.

CITAZIONE
A introdurre il rapporto tra Pete e Elliott c'è il duetto I Love You, Too, mentre a introdurre quello con Nora c'è la ninna nanna It's Not Easy. I Saw a Dragon cantata da Lampie e Passama-quody del Dottor Terminus sono invece due esempi di canzone troppo caricaturale sopra le righe per apparire "nel posto giusto", come anche Every Little Piece, sempre cantata da Terminus, la cui presenza non è giustificata da un sufficiente coinvolgimento emotivo a livello di ritmi narrativi. E' inutile la presenza contemporanea di There's Room for Everyone e Brazzle Dazzle Day due sequenze musicali che costituiscono un doppio apice narrativo, che prelude al ritorno dei Gogans, sfruttatori di Peter, che lo reclamano cantando Bill of Sale.

Io non trovo per niente inutili There's room for everyone e Brazzle Dazzle Day, forse perché sono, insieme a Candle on the water, le canzoni del film che preferisco e quindi mi fa sempre piacere ascoltarle, soprattutto per riprendermi dalla noia mortale che aleggia in tutto il resto del film... uno dei più brutti a parer mio.

CITAZIONE
Ed è quindi paradossale che benché si sappia dell'esistenza di altre sequenze musicali come Money by the Pound e That Happiest Home in These Hill, nessuno tenga troppo a vederle reintegrate in un edizione definitiva del film.

Prima di dire che sono al 101% d'accordo con te (W i film INTEGRALI), vorrei chiedere che canzone è Money by the pound. Ripeto, io ho la versione integrale di questo film che ho visto 2 volte e l'unica canzone che mi risulta essere stata completamente persa per la nostra versione è The happiest home in the hills (mi pare sia "the hills" e non "these hills"). Spero che Nunval, che sa molto di questo film, venga presto a fare luce su questo dilemma.
Tornando alla versione integrale, dicevo che anch'io vorrei vederla doppiata in italiano, magari con le stesse battute presenti nella vecchia versione corta che era davvero ben tradotta, ma possibilmente cercando voci migliori (la differenza abissale tra la voce parlata e quella cantata di Nora è rivoltante). Alcune scene perse per la nostra edizione sono qualcosa di osceno (come il balletto che segue I saw a dragon), ma altre sono molto utili alla trama e fanno luce su cose inspiegabili o comunque poco chiare nell'edizione ridotta. Ad esempio, perché Nora e Peter sono in compagnia di quei bambini prima di cantare There's room for everyone? Perché Paul, il fidanzato di Nora, non avevo fatto ritorno per tanto tempo a casa? In Francia hanno avuto la bella idea di ridoppiare il film per avere la versione lunga, così come accaduto per Pomi d'ottone e manici di scopa... gli unici a dormire siamo sempre noi sleep.gif .

Un'ottima recensione, Grrodon, bravo come sempre clapclap.gif


User's Signature



LYDIA SIMONESCHI voce di:
Maureen O'Hara, Joan Fontaine, Vivien Leigh, Ingrid Bergman
Deborah Kerr, Barbara Stanwyck, Bette Davis, Jean Peters
Jennifer Jones, Susan Hayward, Gene Tierney, Lauren Bacall
Silvana Mangano, Sophia Loren, Alida Valli
ecc. ecc. ecc.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
nunval
messaggio 14/5/2006, 19:33
Messaggio #3


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 6.863
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Aversa (CE)




Ottima e competente recensione! Credo che Money by the pound sia una reprise di "Every Little Piece" (Un drago a pezzettini) . Il medley che si sentiva nella VHS italiana era preso dalla versione originale lunga, dove "Candle on the water" era inserito nel corpo del film. Confermo che l'unica canzone del tutto tagliata dalla versione di 106 minuti è "The happiest home in these hills" le altre sono solo (e non tutte) , in parte accorciate. Comunque è un film che mi è sempre piaciuto.
PS: nella versione italiana a cinema, nei titoli di testa si è sempre sentita "Candle on the water!"
Go to the top of the page
 
+Quote Post
March Hare = Lep...
messaggio 14/5/2006, 20:26
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 11.897
Thanks: *
Iscritto il: 16/11/2004




CITAZIONE (nunval @ 14/5/2006, 19:33)
Ottima e competente recensione! Credo che Money by the pound sia una reprise di "Every Little Piece" (Un drago a pezzettini) . Il medley che si sentiva nella VHS italiana era preso dalla versione originale lunga, dove "Candle on the water" era inserito nel corpo del film. Confermo che l'unica canzone del tutto tagliata dalla versione di 106 minuti è "The happiest home in these hills" le altre sono solo (e non tutte) , in parte accorciate. Comunque è un film che mi è sempre piaciuto.
PS: nella versione italiana a cinema, nei titoli di testa si è sempre sentita "Candle on the water!"

Come sempre saggezza disneyana (e non solo) allo stato puro worshippy.gif
Grazie per le informazioni... ma è vero che è grazie a te che nel dvd possiamo gustarci questa splendida canzone?


User's Signature



LYDIA SIMONESCHI voce di:
Maureen O'Hara, Joan Fontaine, Vivien Leigh, Ingrid Bergman
Deborah Kerr, Barbara Stanwyck, Bette Davis, Jean Peters
Jennifer Jones, Susan Hayward, Gene Tierney, Lauren Bacall
Silvana Mangano, Sophia Loren, Alida Valli
ecc. ecc. ecc.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
nunval
messaggio 15/5/2006, 13:41
Messaggio #5


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 6.863
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Aversa (CE)




No, non credo, credo che si siano semplicemente accorti che la canzone c'era nei titoli italiani, per cui, una volta deciso di restaurare la colonna in 5.1, l'hanno rimessa a posto.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
March Hare = Lep...
messaggio 15/5/2006, 16:45
Messaggio #6


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 11.897
Thanks: *
Iscritto il: 16/11/2004




CITAZIONE (nunval @ 15/5/2006, 13:41)
No, non credo, credo che si siano semplicemente accorti che la canzone c'era nei titoli italiani, per cui, una volta deciso di restaurare la colonna in 5.1, l'hanno rimessa a posto.

Beh, una volta tanto hanno fatto una cosa più che buona e doverosa anche senza aiuto... stavano mostrando di essere tornati sulla buona via, poi arrivò Il Re Leone... dry.gif


User's Signature



LYDIA SIMONESCHI voce di:
Maureen O'Hara, Joan Fontaine, Vivien Leigh, Ingrid Bergman
Deborah Kerr, Barbara Stanwyck, Bette Davis, Jean Peters
Jennifer Jones, Susan Hayward, Gene Tierney, Lauren Bacall
Silvana Mangano, Sophia Loren, Alida Valli
ecc. ecc. ecc.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Pan
messaggio 16/5/2006, 22:13
Messaggio #7


Administrator
*******

Gruppo: Amministratore
Messaggi: 14.101
Thanks: *
Iscritto il: 22/7/2004




Grrodon, ormai hai superato te stesso!!! Grande recensione! clapclap.gif clapclap.gif clapclap.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
basil
messaggio 17/5/2006, 13:13
Messaggio #8


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.612
Thanks: *
Iscritto il: 6/1/2006




worshippy.gif worshippy.gif worshippy.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
GasGas
messaggio 4/6/2006, 14:32
Messaggio #9


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 23.976
Thanks: *
Iscritto il: 16/3/2005
Da: Napoli




complimenti, ottima recensione clapclap.gif clapclap.gif clapclap.gif clapclap.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
kekkomon
messaggio 11/6/2009, 11:47
Messaggio #10


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 31.445
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




Mi piace questo film, le musiche sono ottime, storia OK.
Un bel 8+


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
Arancina22
messaggio 3/3/2015, 14:45
Messaggio #11


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 17.516
Thanks: *
Iscritto il: 15/10/2009
Da: casa mia




Visto per la prima volta qualche giorno fa.

Mi aspettavo molto di più, ad essere sincera, forse per la fama del titolo (più o meno tutti, anche non avendolo mai visto, hanno sentito parlare di Elliott, Il Drago Invisibile). L'ho trovato un film... come dire... scioccherello, per lo più, e poco coinvolgente, ma soprattutto prolisso. Le canzoni non sono nulla di eccelso, quasi tutte dimenticabili, e in molti casi, vi dirò, nemmeno l'adattamento del nostro Roberto mi ha esaltata. Unica eccezione è Candle On The Water, che è qualcosa di semplicemente strepitoso, peccato non abbia vinto l'Oscar e sia stata sciaguratamente tagliata all'interno del film nella versione italiana: ma perchè?! Tagliatene altre! Roftl.gif Rientra già tra le mie canzoni Disney preferite tra tutte.
Innegabilmente ottima l'animazione di Elliott, ma nel complesso è stata una delusione.

Voto: 7,5


User's Signature

Your special fascination'll
prove to be inspirational!
We think you're just sensational,
Mame!
Go to the top of the page
 
+Quote Post

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 17/6/2019, 21:20