Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


10 Pagine V   1 2 3 > »   
Reply to this topicStart new topic
> I segreti di Brokeback mountain, struggente e meraviglioso
newland
messaggio 24/1/2006, 3:01
Messaggio #1


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 310
Thanks: *
Iscritto il: 30/8/2005




Sono appena uscito dal cinema dove ho visto la terza storia d'amore della stagione cinematografica: dopo "la sposa cadavere" e "King Kong", ecco
un'altra VERA storia d'amore , tanto impossibile quanto eterna!!!
Sono rimasto letteralmente rapito dalla poesia e dalla semplicità di questo film al quale Ang Lee ha saputo regalare la sua sensibilità profonda e delicata, pur mantenendo intatta la trama e l'atmosfera del romanzo"Gente del Wyoming".
Se il titolo italiano "I segreti...." vuole rimandare a qualcosa di "malizioso e nascosto", credo invece di esserne stato positivamente deluso grazie all'assoluta purezza del rapporto tra i protagonisti e nulla(nemmeno le sciocche risatine di alcuni spettatori) ha potuto distogliermi un attimo dallo schermo, dagli sguardi, dai silenzi, da Brokeback mountain, luogo senza tempo e senza paura...

Unica nota negativa: sentire all'uscita del cinema un commento di uno degli ennesimi surrogati-fotocopia-simil-veline che parlando ironicamente al cellulare col padre diceva"Papi...non ci crederai...ho visto un film di gay..", e non capiva di riferirsi a quell'immenso sentimento che forse lei nn sarà mai capace nemmeno di sfiorare...
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 3:30
Messaggio #2


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




Che bello, l'ho rivisto stasera dopo alcuni mesi dall'anteprima Romana. Insieme a The New World è sicuramente il miglior film dell'anno.

Un anno davvero pieno di grandi amori impossibili. Ann & Kong, Victor & Emily, Pocahontas & John Smith. E adesso Ennis & Jack. Non si era mai visto così tanto romanticismo tragico al cinema da parecchio.

Quando lo vidi la prima volta scrissi un lungo commento per il forum di Irene (Maga Magò). Sarebbe inutile postarlo qui perchè con alcuni mesi sulle spalle e una seconda visione dovrei riformulare tutto. Una cosa su cui però voglio soffermarmi è il fatto che l'aspetto più rivoluzionario di questo film sta in due punti fondamentali: rivoluzionario dal punto di vista squisitamente cinematografico perchè per la prima volta una vera, profonda storia d'amore è al centro di un western (e forse questo dimostra come il western sia un genere misogino, ci volevano DUE John Wayne, e non John Wayne + la solita scialba donnina da saloon, per creare vero sentimento) e rivoluzionario dal punto di vista cine-politico-sociale, perchè per la prima volta un film con tematiche omosessuali è un BUON film per ogni livello di spettatore. Tempo fa si parlava con Penny di Philadelphia...classico esempio di film fatto apposta per accontentare un certo pubblico, senza tanto valore artistico. Brokeback è un film godibilissimo per tutti, di un genere che nasce come genere "popolare", affronta le tematiche in maniera onesta e sentita, ed in più è un gran bel film sotto ogni punto di vista. Temi difficili entrano a far parte di film se non proprio mainstream, quantomeno abbordabili, e anche validi. Se Ang Lee riesce nel suo intento e si porta a casa pure l'Oscar, come sembra, allora certi temi uniti a buon cinema non dovranno più essere cercati solo in complicatissimi film Tailandesi, ma diventeranno la norma anche nel classico film Hollywoodiano di livello medio-alto, quei tipi di film che tutti andiamo a vedere.

Sarebbe molto interessante anche parlare del rapporto tra Lee e Jane Austen, presente in questo film così come in tutti i suoi altri, ma quello magari ve lo risparmio...

Messaggio modificato da Ciro84 il 24/1/2006, 11:51


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
BuenaSvista
messaggio 24/1/2006, 10:30
Messaggio #3


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 266
Thanks: *
Iscritto il: 16/9/2005




Ma siete sicuri di star parlando dello stesso film che ho visto io? post-6-1111346575.gif


User's Signature

Certi viaggi conducono piuttosto ad un destino che ad una destinazione
Go to the top of the page
 
+Quote Post
nunval
messaggio 24/1/2006, 11:13
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 6.863
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Aversa (CE)




Un grande, grande film, che in qualche passaggio potrà sconvolgere i ben pensanti e le anime candide, ma un fatto è certo. L'amore non ha sesso ed è universale...Quando l'ho visto a Venezia ho pianto come un bambino, perchè le emozioni ti trapassavano il cuore senza pietà ed oggi è difficile trovare un film così intenso. Lo consiglio a tutti.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 11:49
Messaggio #5


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




Per chi fosse interessato, il racconto della Proulx gira in Internet (in Inglese). Molto bello, molto duro. Il film ne coglie perfettamente l'essenza, pacata, ma allo stesso tempo violenta, ed immensamente ironica in molti punti.


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
basil
messaggio 24/1/2006, 11:49
Messaggio #6


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.612
Thanks: *
Iscritto il: 6/1/2006




presto lo andrò a vedere anch'io perchè sono troppo curioso:dev'essere proprio un
grande film!!!


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Kiki
messaggio 24/1/2006, 12:31
Messaggio #7


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 651
Thanks: *
Iscritto il: 28/4/2005




CITAZIONE (BuenaSvista @ 24/1/2006, 9:30)
Ma siete sicuri di star parlando dello stesso film che ho visto io? post-6-1111346575.gif

Tu piuttosto sei sicuro che parli dello stesso film che abbiamo visto noi? laugh.gif

Io sono rimasta senza parole...questo film è poesia pura.
Personalmente lo consiglio davvero a tutti, anche se non credo che tutti possano capirne l'essenza.
Ho sentito anche io commenti ironici all'uscita del film...come ho sentito di peggio all'uscita di The Passion. Il mondo è bello perchè è vario, i fatti però dicono che questo è stato un film pluripremiato...un motivo ci sarà, no? tongue.gif
Bellissimo.
E sono d'accordo con te newland sul titolo. smile.gif


User's Signature



"Quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce e quanto ce n’è.
Non avete mai paura, voi, di finire in mille pezzi solo a pensarla, quell’enormità, solo a pensarla? A viverla...
Io ho imparato così. La terra, quella è una nave troppo grande per me. E’ un viaggio troppo lungo. E’ una donna troppo bella. E’ un profumo troppo forte. E’ una musica che non so suonare." (da Novecento di Baricco)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 12:34
Messaggio #8


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




Una cosa simpatica è che il Leone d'Oro precedente, Vera Drake, è stato chiamato in Italia Il Segreto di Vera Drake. E il Leone di quest'anno è diventato I Segreti di Brokeback Mountain.

Chi compra i film a Venezia deve avere parecchi scheletri nell'armadio...


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
newland
messaggio 24/1/2006, 13:09
Messaggio #9


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 310
Thanks: *
Iscritto il: 30/8/2005




Beh...consideriamo che il tema trattato in "Vera Drake" era una cosa illegale, mentre quello trattato in "Brokeback Mountain" no...cmq sta di fatto che in italia quando c'è di mezzo qualcosa di "trasgressivo" viene sempre presentato come quasi atto di "massoneria"...mentre sia nel primo che nel secondo film la semplicità e la naturalezza sono la vera chiave interpretativa: i commenti, le speculazioni e le leggi sorgono a-posteriori(per non parlare del tanto abusato senso morale!!!!!!!!!!!!!!!)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 13:21
Messaggio #10


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




Si si, sono d'accordo con te, la mia era solo un'osservazione ironica.
Dopo tutto si sa che nel nostro paese la semplicità non è di casa. E i titoli dei film sono la punta dell'iceberg. Sembra quasi che si sia obbligati a mettere la solita parolina tipo "sogno" (Neverland - Un Sogno per la Vita...ma Neverland non bastava?), "amore" (L'Amore Tradotto?!) o "segreto/segreti" per attirare il pubblico.

E questo accade quando ci va proprio bene. Perchè poi ci sono anche i titolisti che non so cosa si fumano per arrivare a certi titoli...caso più recente, Walk the Line diventa Quando l'Amore Brucia l'Anima wacko.gif

E poi...dobbiamo ringraziare non so chi o cosa che il film di Ang Lee è diventato celebre già da molti mesi prima della sua uscita nostrana. É grazie a questo successo che abbiamo conservato nel titolo "Brokeback Mountain"...perchè la BIM all'inizio voleva chiamarlo La Montagna del Desiderio sick.gif


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
newland
messaggio 24/1/2006, 13:27
Messaggio #11


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 310
Thanks: *
Iscritto il: 30/8/2005




aahahahhaahahahahha Roftl.gif
La montagna del desiderioooooooooooo?????????
ma cos'è???????
sembrerebbe un titolo inventato da Frollo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Cmq sì, avevo capito e apprezzato l'ironia...
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 13:35
Messaggio #12


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




No, Frollo ha consigliato "Quando l'Amore Brucia l'Anima". Ha parecchia esperienza in scottature eheheh.gif

La Montagna del Desiderio è invece un titolo consigliato dalla proverbiale casalinga di Voghera, che si è infiltrata alla BIM pronta per vedere un film pieno di giovanotti muscolosi e sudati che cavalcano senza sella e senza camicia. Il poster proposto rappresentava due ragazzi con fluttuanti capelli biondi, occhi azzurri e camice semi aperte (le camice che tornano sempre quando si parla di questo film...). E sotto al titolo appariva una scritta in rosa..."Harmony" tongue.gif wink.gif
Poi però la nostra casalinga si è accorta che il film non era esattamente così, e ha lasciato il lavoro a titolisti più esperti (per quanto possano essere esperti...)

Ridiamoci sopra che è meglio... laugh.gif


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
NOrTHErn_STaR
messaggio 24/1/2006, 15:49
Messaggio #13


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 257
Thanks: *
Iscritto il: 3/10/2005




certo che se si definisce amore la storia trattata in questo film, siamo piuttosto mal ridotti; e non mi riferisco al fatto che siano due ragazzi, ma mi riferisco alle dinamiche di questa avventura. Quello non è amore, è solo passione e desiderio, l'amore è un'altra cosa! dai ragazzi....possibile che al giorno d'oggi non si sa distinguere il desiderio/ossessione/sesso da ciò che è il vero amore? è un vero festival dell'ipocresia...solo perchè per la prima volta trattano la questione omosessuale sul grande schermo, ciò non preclude il fatto che può essere anche mal trattato..... sinceramente il comportamento di questi due "uomini" (lo virgoletto non per intendere che non lo sono, ma per la loro non-maturità affettiva) mi sa poco di uomo: un vero uomo raggiunta una certa maturità sa a scegliere, o almeno a mettere da parte ciò che può calpestare gli altri....l'unico momento in cui mi si è stretto il cuore? bhe quello in cui ho visto la facilità con cui si può abbandonare tutto e tutti....come si può lodare un film dove il 70% sono i protagonisti che mancano di ripsetto verso il loro mondo (moglie, figli ecc) e nel 30% è il mondo che manca di rispetto a loro?
certo si può dire che non capisco, che non me ne rendo conto, che non è facile....però un vero uomo sa a riconoscere fino a dove può arrivare, sa a fare le sue scelte e sa a rispettarle...non mi pare un film così degno di lode nei suoi contenuti, anzi lo trovo piuttosto triste e infelice....e mi richiedo "dov'era l'amore in questo film?"
L'amore è altro Saluto.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 16:22
Messaggio #14


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




Questa è una critica che è stata mossa da tanti al film, ma io mi trovo in profondo disaccordo.
É vero, non è l'Amore con la A maiuscola che tutti vogliono, tutti cercano, tutti sperano di trovare. É una passione dura, violenta in molti casi, certamente disturbante. Ma non è certo una colpa dei protagonisti, ma di ciò che li circonda. Non ci si poteva aspettare una storia diversa tra due uomini nati e cresciuti nel pieno dell'incubo del sogno Americano (ossimoro voluto), ed in uno stato dove ancora oggi l'omofobia arriva a livelli assurdi (siamo nel Wyoming, profondo Sud degli States). Non ci si poteva aspettare una storia romantica e piacevole, perchè ne romantico ne piacevole è il modo in cui due personaggi così tormentati si avvicinano. TUTTA la società e l'educazione che li circonda li chiama peccatori. E di questo sono convinti essi stessi. Come potevano vivere un rapporto sereno?
E poi...per quanto riguarda la natura fisica della relazione. Forse si, è ossessione, ma è ossessione per una persona con cui entrambi si sentono liberi, entrambi possono essere loro stessi. Basta seguire attentamente tutto il lento avvicinarsi dei due nelle scene precedenti alla famosa scena della tenda per vedere come entrambi si sentono attirati dall'altro perchè nell'altro c'è qualcosa di loro stessi. Il desiderio di fare qualcosa di più nella vita, la paura (la certezza?) di non riuscire, la realizzazione che non si deve essere per forza soli al mondo, come entrambi erano stati abituati a pensare.
Se fosse stato solo sesso allora tutti e due avrebbero certo avuto altre occasioni per stare con altri uomini. E Jack, il più libero dei due, ci prova. Ma alla fine è sempre al sogno di Brokeback che torna, perchè è solo lì che ha conosciuto un vero sentimento (bellissima la scelta di posizionare il momento più sentimentale tra i due nella scena dell'addio). Un sentimento che li logora perchè sanno benissimo che non potranno mai viverlo appieno e, almeno nel caso di Ennis, un sentimento che viene realizzato solo quando è troppo tardi.
Le figure tragiche delle due mogli ne sono l'evidenza. Si devo davvero incolpare i mariti? Il loro non è un adulterio dovuto ad un semplice impulso, ma un tradimento che ha alla base un rapporto che non può essere accettato. Ci si commuove per le mogli, certo, ma se non fosse stato il mondo intero a mettersi tra i due protagonisti, anche le due ragazze avrebbero vissuto vite più felici. É una storia senza vincitori, dove sono solo le convenzioni ad annientare l'esistenza di ogni personaggio.
Fosse stato un film ambientato, non so, nella New York dei nostri giorni (tanto per scegliere un posto particolarmente aperto mentalmente) ti avrei dato ragione. Ma in quel tempo, quel luogo, quella situazione sociale, non si possono incolpare i protagonisti solo perchè non rinunciano ad un po' di felicità, ne si può incolparli per non realizzare la loro felicità appieno, perchè è un tipo di felicità neanche concepibile per i loro orizzonti mentali.

Certo è un concetto molto frustrante...ma rende bene l'idea di che razza di mondo ci circonda.


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
BuenaSvista
messaggio 24/1/2006, 16:31
Messaggio #15


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 266
Thanks: *
Iscritto il: 16/9/2005




CITAZIONE (NOrTHErn_STaR @ 24/1/2006, 14:49)
certo che se si definisce amore la storia trattata in questo film, siamo piuttosto mal ridotti; e non mi riferisco al fatto che siano due ragazzi, ma mi riferisco alle dinamiche di questa avventura. Quello non è amore, è solo passione e desiderio, l'amore è un'altra cosa! dai ragazzi....possibile che al giorno d'oggi non si sa distinguere il desiderio/ossessione/sesso da ciò che è il vero amore? è un vero festival dell'ipocresia...solo perchè per la prima volta trattano la questione omosessuale sul grande schermo, ciò non preclude il fatto che può essere anche mal trattato..... sinceramente il comportamento di questi due "uomini" (lo virgoletto non per intendere che non lo sono, ma per la loro non-maturità affettiva) mi sa poco di uomo: un vero uomo raggiunta una certa maturità sa a scegliere, o almeno a mettere da parte ciò che può calpestare gli altri....l'unico momento in cui mi si è stretto il cuore? bhe quello in cui ho visto la facilità con cui si può abbandonare tutto e tutti....come si può lodare un film dove il 70% sono i protagonisti che mancano di ripsetto verso il loro mondo (moglie, figli ecc) e nel 30% è il mondo che manca di rispetto a loro?
certo si può dire che non capisco, che non me ne rendo conto, che non è facile....però un vero uomo sa a riconoscere fino a dove può arrivare, sa a fare le sue scelte e sa a rispettarle...non mi pare un film così degno di lode nei suoi contenuti, anzi lo trovo piuttosto triste e infelice....e mi richiedo "dov'era l'amore in questo film?"
L'amore è altro Saluto.gif

clapclap.gif
ci sono tanti altri film dove la tematica omosessuale è trattata in modo meno ossessivo e più romantico. premetto che non ho mai amato ang lee come regista, perchè ha sempre avuto per le mani dei prodotti a dir poco superbi ed è sempre riuscito a realizzare filmetti costosissimi che non hanno mai il coraggio di osare ma accennano soltanto.
Si vede lontano una lega che questo Brokeback Mountain ( ma avete capito cosa significa il titolo? E' meglio sorvolare blink.gif ) è un'operazione studiata a tavolino.

Un film a tematica gay, ma come fare in modo che abbia un certo risalto? Lo ambientiamo in un non meglio precisato tempo/luogo da Far West, così la stampa può dire che è il primo Western gay ( ma solo la stampa che non ha memoria). Poi ci inseriamo come attori i due bellocci di turno ed una starlette da telefilm pomeridiano con le labbra ritoccate al botex nella pausa tra una scena e l'altra ed ecco un film destinato a far parlare di sè durante i suoi sei mesi di uscita.
Senza nulla togliere a chi gli è piaciuto. Forse vedendolo vi ha toccato corde che a me non ha toccato, ma, permettetemi, è solo un fuoco di paglia. Non perchè io voglia fare il perbenista o il bigotto, ma non bastano una scena di sesso, dei paesaggi meravigliosi e la morte di uno dei protagonisti a rendere un film bello ed apprezzabile. Saluto.gif kissing.gif


User's Signature

Certi viaggi conducono piuttosto ad un destino che ad una destinazione
Go to the top of the page
 
+Quote Post
NOrTHErn_STaR
messaggio 24/1/2006, 16:43
Messaggio #16


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 257
Thanks: *
Iscritto il: 3/10/2005




si jack ne ha occasione, e non solo ci prova, ma ci riesce pure, più volte direi... poi cmq aprendosi alle tesi che l'amore non ha sesso, bhe anche l'altro protagonista non sente la mancanza di sesso (grazie alla moglie), e a riprova di questo lo stesso jack oltre che con quei rapporti occasionali nel mexico, trova l'amica della moglie e il marito dell'amica della moglie....in ogni caso una frase fa chiarezza su tutto: " sono andato in messico a prendermi quello che tu non mi dai "

vedi...è solo sesso ed ossessione. capisco la realtà difficile e i pregiudizzi, ma oltre a questo pregiudizio sul fatto che l'amore fra due uomini è sbagliato,e che il film tenta di annientare o denunciare....guardando questo film però viene messo in scena un'altro pregiudizio, forse mai accennato nel mondo d'oggi e mai criticato, e che non credo che questo film voglia denunciare: il fatto che il sesso è la componente fondamentale nella realtà omosessuale....lo so che questa frase può sembrare dura, però credo che sia la realtà. nella scala di valori, il sesso assume il primo posto a scapito di tutto.
Almeno e quello che noto fra tutte le velature del film e credo cheil regista non se ne sia nememno accorto di questo, forse solo io lo leggo partendo dal presupposto della vita reale.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 16:55
Messaggio #17


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




Quella dell'operazione studiata a tavolino è una sciocchezza, scusa la franchezza. Innanzitutto abbiamo un racconto alla base, a cui il film è fedelissimo. Racconto scritto da una delle più grandi narratrici dell'America rurale del nostro tempo, e che è solo un sassolino nel grande mosaico che la Proulx ha realizzato delle genti e delle situazioni di quelle terre. Il film ha una storia produttiva lunghissima (la sceneggiatura esiste dal 1997) e proprio il fatto che cotanto talento letterario era coinvolto - la Proulx, ma anche il grandissimo sceneggiaore Larry McMurtry che ci ha regalato alcuni dei più bei wesern contemporanei, come Hud il Selvaggio e L'Ultimo Spettacolo - faceva si che le varie case di produzione fossero sempre minimamente interessate al film. Il film gay, per l'epoca (e ancora oggi, visto certe reazioni) doveva essere qualcosa di moralmente edificante (Philadelphia...), nessuno aveva il coraggio di fare un film così tragico (e non solo per la morte, ma per la tragicità di tutti i personaggi) e che raccontasse in maniera così cruda certe situazioni. Ang Lee si è interessato alla storia perchè, giustamente, ha visto nella Proulx una sorta di Jane Austen del Texas (l'umorismo, le restrizioni sociali che uccidono il sentimento...), e lo sforzo produttivo della Focus è stato enorme per racimolare quei quattro soldi (il film è costato pochissimo) per rendere il tutto possibile.
Heath Ledger e Jake Gyllenhaal sono stati gli unici attori che hanno avuto il coraggio di accettare questi ruoli. Entrambi non sono grandi star, e hanno messo in gioco le loro giovani carriere con delle performance devastanti. Nessuno dei due ha il richiamo della grande star (o grande belloccio come dici tu), e anzi entrambi avevano già fatto in precedenza scelte certo non facili per un giovane che si muove a Hollywood da poco.

Se tutto lo sforzo, tutto il rischio, e tutta la dedizione con cui questo film è stato fatto equivalgono ad un'operazione fatta a tavolino...be', allora il 99% dei film prodotti in tutto il mondo è un film "fatto a tavolino"


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
nunval
messaggio 24/1/2006, 16:59
Messaggio #18


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 6.863
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Aversa (CE)




Mah, io personalmente detesto la promiscuità sia essa etero o omosessuale...comunque il film mi è piaciuto e mi ha commosso, specie nel finale, che non rivelerò ovviamente. Un gioco di sguardi, di sentimenti, di parole non dette e di rimpianti che personalmente mi ha sconvolto. E vi dirò di più: putroppo oggi, e me ne dispiace, ho sentito la parola amore usata molto di più dagli omosessuali che non dagli eterosessuali cry.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 17:00
Messaggio #19


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




CITAZIONE (NOrTHErn_STaR @ 24/1/2006, 15:43)
si jack ne ha occasione, e non solo ci prova, ma ci riesce pure, più volte direi... poi cmq aprendosi alle tesi che l'amore non ha sesso, bhe anche l'altro protagonista non sente la mancanza di sesso (grazie alla moglie), e a riprova di questo lo stesso jack oltre che con quei rapporti occasionali nel mexico, trova l'amica della moglie e il marito dell'amica della moglie....in ogni caso una frase fa chiarezza su tutto: " sono andato in messico a prendermi quello che tu non mi dai "

Esattamente, entrambi hanno occasioni a bizzeffe. Allora perchè tornano sempre a scontrarsi? Perchè non riescono a smettere di vedersi? Fosse stato solo sesso, caspita, avrebbero smesso di distruggersi a vicenda, non trovi?

Per quanto riguarda il tuo punto di vista sulla realtà omosessuale...non rispondo. Lascio la parola, se vorranno, ai ragazzi omosessuali che sono su questo sito. Trovo però, per esperienza di terzi, che sia un punto di vista estremo ed estremamente offensivo. Però non vado oltre, si entrerebbe in tematiche troppo complesse.


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
Kiki
messaggio 24/1/2006, 17:05
Messaggio #20


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 651
Thanks: *
Iscritto il: 28/4/2005




CITAZIONE (Ciro84 @ 24/1/2006, 16:00)
CITAZIONE (NOrTHErn_STaR @ 24/1/2006, 15:43)
si jack ne ha occasione, e non solo ci prova, ma ci riesce pure, più volte direi... poi cmq aprendosi alle tesi che l'amore non ha sesso, bhe anche l'altro protagonista non sente la mancanza di sesso (grazie alla moglie), e a riprova di questo lo stesso jack oltre che con quei rapporti occasionali nel mexico, trova l'amica della moglie e il marito dell'amica della moglie....in ogni caso una frase fa chiarezza su tutto: " sono andato in messico a prendermi quello che tu non mi dai "

Esattamente, entrambi hanno occasioni a bizzeffe. Allora perchè tornano sempre a scontrarsi? Perchè non riescono a smettere di vedersi? Fosse stato solo sesso, caspita, avrebbero smesso di distruggersi a vicenda, non trovi?

Per quanto riguarda il tuo punto di vista sulla realtà omosessuale...non rispondo. Lascio la parola, se vorranno, ai ragazzi omosessuali che sono su questo sito. Trovo però, per esperienza di terzi, che sia un punto di vista estremo ed estremamente offensivo. Però non vado oltre, si entrerebbe in tematiche troppo complesse.

kissing.gif

Ciro ti voglio bene wub.gif


User's Signature



"Quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce e quanto ce n’è.
Non avete mai paura, voi, di finire in mille pezzi solo a pensarla, quell’enormità, solo a pensarla? A viverla...
Io ho imparato così. La terra, quella è una nave troppo grande per me. E’ un viaggio troppo lungo. E’ una donna troppo bella. E’ un profumo troppo forte. E’ una musica che non so suonare." (da Novecento di Baricco)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
BuenaSvista
messaggio 24/1/2006, 17:23
Messaggio #21


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 266
Thanks: *
Iscritto il: 16/9/2005




CITAZIONE (Ciro84 @ 24/1/2006, 15:55)
allora il 99% dei film prodotti in tutto il mondo è un film "fatto a tavolino"

Si, esattamente. Ormai non si producono più film per il solo piacere di farlo. E cmq se i due attori non sono due attori da star sistem (vv. L'alba del giorno dopo... Il destino di un cavaliere... etc.etc) io sono steven spielberg... rolleyes.gif

Non voglio convincervi che questo film sia brutto (dato che vi è piaciuto e comunque ogni persona che va al cinema è da sommergere di baci) , voglio solo esprimere il mio parere in merito.
Ecco, il mio parere è questo: ho visto la Montagna dalla Schiena Rotta e questa montagna ha partorito soltanto un topolino, mentre mi aspettavo una fenice... Saluto.gif


User's Signature

Certi viaggi conducono piuttosto ad un destino che ad una destinazione
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 24/1/2006, 17:28
Messaggio #22


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




CITAZIONE (BuenaSvista @ 24/1/2006, 16:23)
Si, esattamente. Ormai non si producono più film per il solo piacere di farlo.

Quanto è bello generalizzare.


Per gli attori...per un Alba che Jake Gyllenhaal ha fatto, ci sono Donnie Darko, The Good Girl, Jarhead.
E Ledger (che tra parentesi ritengo un attore pessimo oltre Brokeback) è salito agli onori per un film complessissimo come Monster's Ball.
Non sono esattamente attori "d'autore", ma neanche grandi star. C'è chi voleva Brad Pitt in questo film...allora si che ti avrei dato ragione.


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
*Lilo*
messaggio 24/1/2006, 17:52
Messaggio #23


Member
***

Gruppo: Utente
Messaggi: 228
Thanks: *
Iscritto il: 13/11/2005




Ho letto questo topic con molto interesse e credo che tutti voi abbiate in parte ragione...nel senso he avete fatto riflessioni che, a mio parere, chiunque vada a vedere il film è portato a fare: il film ha successo solo perchè parla di qualcosa ai più sconosciuta?! è vigliaccheria o amore vero?! ho riflettuto molto e vi dirò che l'unica cosa che posso aggiungere è che per me si tratta di una bellissima storia, molto ben diretta e ben interpretata...notevole Jake!!


User's Signature

Meno male però che nessuno può impedirmi di sognare e forse un giorno il sogno realtà diverrà...

La libertà è come il profumo di un bambino appena nato: tutto futuro, niente passato...
Go to the top of the page
 
+Quote Post
BuenaSvista
messaggio 24/1/2006, 19:05
Messaggio #24


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 266
Thanks: *
Iscritto il: 16/9/2005




CITAZIONE (Ciro84 @ 24/1/2006, 16:28)
CITAZIONE (BuenaSvista @ 24/1/2006, 16:23)
Si, esattamente. Ormai non si producono più film per il solo piacere di farlo.

Quanto è bello generalizzare.


Per gli attori...per un Alba che Jake Gyllenhaal ha fatto, ci sono Donnie Darko, The Good Girl, Jarhead.
E Ledger (che tra parentesi ritengo un attore pessimo oltre Brokeback) è salito agli onori per un film complessissimo come Monster's Ball.
Non sono esattamente attori "d'autore", ma neanche grandi star. C'è chi voleva Brad Pitt in questo film...allora si che ti avrei dato ragione.

Non è questione di generalizzare Ciro, è questione di essere realistici.
Si fanno film per fare soldi. Il mestiere di regista, come è portato avanti da Ang Lee, è semplicemente un''esercitazione di stile, nulla di più. Che poi la tematica trattata sia forte, che questo film abbia alle spalle un libro ( di cui non conosco l'autrice e quindi non posso giudicare) notevole, tanto di cappello. ma ciò non toglie che anche un film tratto da una fonte autorevole possa sforare l'intento letterario e situarsi su altri parametri di giudizio, vuoi per l'interpretazione che ad esso ha dato il regista, vuoi perchè trovo letteralmente strano che un etero possa concepire l'amore omosessuale e farlo proprio senza scadere nello stereotipo trito e ritrito del gay incompreso, infelice e che pensa sempre al sesso.
Purtroppo ho imparato a mie spese, sia in senso negativo che in senso positivo, a discernere fonte letteraria e prodotto cinematografico. Se è per questo anche il Signore degli Anelli (film) è stato a suo tempo una enorme operazione di marketing. E' stato realizzato perchè si sapeva già da prima che sarebbe stato un film dalle notevoli potenzialità di pubblico.L'avesse fatto un addetto ai lavori come Spielberg o Lucas, ne sarebbe uscito un film omogeneo con cinque frasi tratte pari pari dal libro, e 12 ore di pum pum, pam pam, ahia, ohio e niente anima. Che il film sia andato al di là delle reali aspettative di chi l'ha girato, recitato e prodotto, questo non può che rendere merito a coloro che hanno studiato fino ad ogni minimo dettaglio cosa poteva andar bene per un pubblico eterogeneo e cosa no. Brokeback, perdonami, promette troppo ma non esaudisce nulla. ( parlo del signore degli anelli e nessuno me ne voglia, lo considero almeno sotto l'aspetto registico uno dei migliori film degli ultimi anni.)
Con tutto il rispetto per te e per tutti coloro che hanno apprezzato questo film, e ne sono rimasti affascinati, ma adesso mi pare che lo si voglia far diventare il capolavoro che non è. smile.gif
Perchè, a prescindere dagli attori con alti e bassi di carriera, non mi vorrai mica dire che è un film da annali di storia del cinema, perchè forse è uno tra i pochi che ha una forte tematica gay.
E' un lavoro di stile come tanti altri. L'avesse fatto uno sconosciuto regista libanese, nessuno ne sarebbe venuto a conoscenza e adesso non saremmo qui a discuterne. E' un film con la stessa identica storiella d'amore, ossessione e morte che il cinema americano ci propina da quasi cento anni. Nulla di più nulla di meno. Solo che invece di avere un personaggio maschile ed uno femminile ne ha due di sesso uguale.

E poi... l'originalità delle battute... Ce n'è stata una che mi ha fatto talmente ridere che son dovuto andare in bagno per non disturbare gli altri.

La bambina che diceva al padre che andava a pesca con l'amante:

portami due pesci grossi.... Roftl.gif


Saluto.gif Volemose bene wub.gif


User's Signature

Certi viaggi conducono piuttosto ad un destino che ad una destinazione
Go to the top of the page
 
+Quote Post

10 Pagine V   1 2 3 > » 
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 18/8/2019, 18:24