Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


 
Reply to this topicStart new topic
> Principesse Disney e Principesse della Realtà
veu
messaggio 14/10/2017, 23:37
Messaggio #1


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 19.161
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




In occasione della mostra per gli 80 anni di Biancaneve, le varie Principesse Disney sono state associate ad alcune Principesse esistite realmente.

Eccone qua alcune:

Dal sito VanityFair:

2 SORELLE, 1 CORONA - Elsa ed Anna come Elisabetta e Margareth d'Inghilterra

La storia di Elsa e Anna, due principesse sorelle, ricorda molto da vicino quella di due sorelle “coronate” molto famose. Elsa diventa regina di Arendel, mentre Anna riveste il ruolo di principessa reale, esattamente come accadde alle dure sorelle Elisabetta e Margareth d’Inghilterra. Nel 1954, infatti, la principessa Elisabetta, figlia di re Giorgio VI, venne incoronata regina d’Inghilterra mentre la sorellina Margaret rimase principessa. Ma non solo: proprio come fa Anna chiedendo il consenso a Elsa per sposare il principe Hans delle Isole del Sud, anche Margaret dovette chiedere il permesso alla sorella regina per fidanzarsi con il capitano Peter Townsed. E proprio come Elsa nega il suo consenso alle nozze di Anna, anche Elisabetta si oppose fermamente. Margaret si sposerà con il fotografo Anthony Armstrong-Jones per l’occasione creato conte dalla regina stessa. Una storia incredibile, soprattutto se si pensa che all’epoca la regina Elisabetta fu definita “regina di ghiaccio” per via della fermezza con cui era solita trattare i familiari.



PRINCIPESSA MADE IN USA - Tiana e Grace Kelly

Tiana è una ragazza americana, forte e determinata, che un bel giorno vede la propria vita cambiare completamente grazie all’arrivo di un principe: una storia accaduta veramente, anche senza ranocchi e incantesimi vodù. Era il 1956, quando tutto il mondo intero assistette davanti alla televisione, col fiato sospeso per l’emozione, al matrimonio del decennio. L’attrice statunitense Grace Kelly, una delle donne più belle di Hollywood, sposava Ranieri III di Monaco, principe proveniente da uno staterello europeo che la maggior parte degli americani non riusciva nemmeno a individuare sull’atlante. Come Tiana, Grace era una ragazza determinata che aveva dovuto lottare non poco per realizzare il suo sogno: diventare un’attrice. Nei primi anni del matrimonio di Grace e Ranieri la similitudine della principessa che bacia il ranocchio trasformandolo in un bel principe si sprecò molto per raccontare la loro storia: Ranieri era infatti un principe molto chiuso e solitario, proveniente da un paese talmente piccolo da misurare in ettari la metà del ranch del padre della sposa! Ranieri, proprio come Naveen, venne spedito in America alla ricerca di una sposa facoltosa il cui patrimonio potesse in qualche modo rinverdire le casse esauste del principato.



UNA CORONA DI CAPELLI: SISSI E RAPUNZEL - Rapunzel come l'Imperatrice Sissi

Rapunzel è famosissima soprattutto per i suoi lunghissimi capelli, che si dice siano più lunghi di venti metri non essendo mai stati tagliati dalla nascita. Incredibile? Mica tanto. Si pensi che è esistita veramente una principessa che non si tagliò mai i capelli arrivando ad averli lunghi fino ai polpacci. Stiamo parlando dell’imperatrice Elisabetta d’Austria da tutti conosciuta come la mitica Principessa Sissi. Elisabetta aveva una vera e propria ossessione per i suoi capelli che non tagliò mai: li faceva acconciare solo dalla sua parrucchiera di fiducia, li lavava una volta ogni tre mesi con una mistura rigenerante ottenuta con trenta tuorli d’uovo e trenta litri di cognac. Il peso dei capelli era tale da costringerla spesso a stare con la chioma legata al soffitto per alleggerire il collo. Di notte era costretta a dormire con i capelli appoggiati alla spalliera del letto per paura di rimanere soffocata.



VERA FIRST LADY - Pocahontas e Jackie Kennedy

Nel mondo delle Disney Princesse troviamo una vera First Lady, Pocahontas, figlia di un capo indiano e quindi assimilabile, per certi versi, alla figura di una principessa. Ci troviamo quindi di fronte a una principessa che ha il portamento e la bontà d’animo di una principessa senza esserlo davvero... La similitudine non sfugge: a parte la vera Pocahontas che ispirò la storia, c’è stata una donna che ha rivestito questo ruolo negli Stati Uniti meglio di chiunque altra: Jackie Kennedy, la moglie del presidente John Fitzgerald Kennedy.



LA VERA POCAHONTAS


La vera Pocahontas, il cui nome in lingua powhatan significa all’incirca “piccola impudente”, e il cui vero nome era probabilmente Mataoka, divenne una celebrità nella Londra del Cinquecento quando arrivò a seguito del suo sposo John Rolfe. Oggi non farebbe notizia, ma all’epoca una donna indiana dalla pelle scura vestita con abiti occidentali ricevuta nei più importanti palazzi londinesi, e perfino dal re, fece scalpore.


LA VERA 'BESTIA' - Belle e Caterina Gonsalvus

Di storie belle ragazze che per la ragion di stato, economiche o per assecondare il volere paterno, devono sposarsi con uomini brutti e rozzi è piena la storia. Ma una fonte d’ispirazione per la nostra storia può essere stata la vicenda realmente accaduta alla bella Caterina, dama di compagna della regina francese Caterina de’ Medici, che fu costretta a sposare Petrus Gonsalvus, uomo dolce e mite ma dall’aspetto bestiale reso assai inquietante da una grave forma di ipertricosi che ne aveva coperto l’intero corpo e il viso di lunghi peli rendendolo simile a una bestia. Superato il primo impatto Caterina imparò ad amare il marito ed ebbero anche numerosi figli alcuni dei quali affetti dalla malattia paterna. Il loro matrimonio divenne molto popolare e i due si trasferirono in Italia, dove vissero serenamente nella loro dimora sulle rive del lago di Bolsena.



CENERENTOLA DI NORVEGIA - Cenerentola e Mette Marit

Mette-Marit è stata una ragazza piuttosto ribelle, allontanatasi da casa dopo aver litigato con i genitori, andando a vivere in una piccola casa nel centro di Kristiansand, piccola città del regno di Norvegia, nel nord d’Europa. Dopo il divorzio dei genitori e i contrasti con i fratellastri, ha frequentato amicizie un po’ pericolose, sospendendo gli studi e perdendo il lavoro più volte. Un giorno, durante una festa organizzata in un centro sportivo, Mette-Marit ha incontrato per caso il principe Haakon, figlio del re di Norvegia. Tra i due è scattata una certa simpatia, anche se la nostra Mette, come lei stessa ricorderà poi in un’intervista, ha preferito scappare via. E’ servito qualche anno al principe Haakon per ritrovarla. Oggi Mette-Marit è una principessa molto amata dal suo popolo, ha ripreso gli studi, ha inciso un cd e si sta laureando.



ELISABETTA I E MULAN, PRINCIPESSE 'MASCHIACCIO' - Mulan come la Regina Elisabetta I d'Inghilterra

Se nel mondo Disney è Mulan a vestirsi da uomo, addestrarsi tra i soldati dell’esercito cinese e impugnare la spada per difendere il suo paese da un nemico oscuro, nella storia reale è stata Elisabetta I d’Inghilterra, nel XVI secolo, a vestire la corazza e scendere tra i suoi soldati per infondere loro coraggio prima di guidare l’assalto alle navi nemiche. Elisabetta, come Mulan, era un po’ un maschiaccio: donna risoluta e indipendente, più a suo agio negli abiti maschili che usava per cavalcare che non con le ampie gonne in uso a corte, non volle mai sposarsi: secondo alcuni storici amò, proprio come Mulan, uno dei suoi generali, tale Francis Drake, viceammiraglio della sua flotta.




Alla mostra oltre a queste vi sono anche i paragoni tra Ariel e Charlene di Monaco e tra Jasmine e Cleopatra. Crediamo siano incluse anche Biancaneve e Aurora ma non sappiamo a chi sono paragonate. Quando le troveremo le inseriremo.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
veu
messaggio 29/8/2020, 21:54
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 19.161
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Riscopriamo questo topic per riportare un articolo che dettaglia le varie Principesse con le figure storiche. In questo articolo viene indicata la figura che richiama Biancaneve.
Ci manca sempre il riferimento alla bellissima Aurora... qualcuno che ha visto la mostra ci può indicare a chi è stata paragonata?

Dal sito FocusJunior:

E SE LE PRINCIPESSE DISNEY FOSSERO REALI?

Le principesse Disney, a volte, somigliano molto a quelle reali, castelli compresi.
A volte anche la favole si ispirano a storie reali, anche se ci sembrano troppo strane per esserlo. Addirittura alcune principesse dei film Disney sono "disegnate" ispirandosi a donne esistite realmente, o a fatti davvero accaduti.

Frozen

La storia di Elsa e Anna ricorda quelle di due sorelle famose: Elisabetta e Margaret d'Inghilterra. Nel 1954 Elisabetta venne incoronata regina (come Elisa) d'Inghilterra, mentre la sorellina rimase principessa (come Anna). Proprio come Anna anche Margaret dovette chiedere il permesso alla sorella regina per fidanzarsi con il capitano Peter Townsend. Elisabetta si oppose, come Elsa si oppose alle nozze di Anna. Infatti alla fine Margaret si sposa con un'altra persona. Per questo fatto e per la sua generale freddezza la regina Elisabetta fu definita "regina di ghiaccio", proprio come Elsa, che però lo è anche di fatto.

Rapunzel

La principessa Elisabetta d'Austria, conosciuta da tutti come la principessa Sissi, non si tagliava mai i capelli, li aveva lunghi fino al polpaccio. Li faceva legare dalla sua parrucchiera e li lavava ogni tre mesi con una maschera rigenerante fatta con trenta tuorli d'uovo e trenta litri di cognac. Di notte dormiva con i capelli appoggiati alla spalliera del letto per paura di soffocare e di giorno, per riposare il collo, a volte li faceva legare al soffitto, talmente erano pesanti. E proprio come Rapunzel scappò da un castello, quello di Hofburg in Austria, dove si sentiva prigioniera.

Cenerentola

Quella di Cenerentola sembra la storia vera della principessa di Norvegia, Mette Marit. Anche lei aveva dei fratellastri con cui litigava, un po' simili a Genoveffa e Anastasia, ma al contrario di Cenerentola, Mette era un po' ribelle: aveva abbandonato gli studi e viveva da sola in città, dove spesso perdeva il lavoro che trovava. Un giorno Matte Marit incontrò il principe Haakon, figlio del re di Norvegia, durante una festa organizzata in un centro sportivo, però lei scappò via. Dopo qualche anno il principe la ritrovò e la convinse a sposarlo. Oggi la principessa Matte si è laureata e ha inciso anche un cd.

La principessa e il ranocchio

Tiana è una normale ragazza americana la cui vita viene stravolta dall'arrivo di un principe. Anche senza ranocchi è una storia verosimile. come quella accaduta all'attrice Grace Kelly che nel 1956 sposa Ranieri III di Monaco.

Come Tiana anche Grace dovette lottare con il padre per realizzare il suo sogno di fare l'attrice. Poi decide di sposare il principe durante le riprese di un film dove vestiva i panni di una principessa. Anche Tiana era mascherata da principessa per un ballo un maschera, quando il principe ranocchio la incontra per la prima volta.

Biancaneve

La fiaba di Biancaneve ricorda la vera storia di Maria Sophia Margaretha Catharina von Erthal, una ragazza vissuta nel XVIII secolo, figlia di un famoso giudice, allontanata dalla matrigna dopo la morte del padre e costretta a vivere in un bosco nelle vicinanze di una miniera, nei cui stretti cunicoli, lavoravano bambini e persone di bassa statura, che la accolsero e cercarono inutilmente di guarirla dal vaiolo, una malattia ora debellata.

Ancora oggi nel castello degli Erthal in baviera, ai turisti viene mostrato lo specchio della matrigna Sophia.

La Sirenetta

La principessa Charlène, che ha sposato il principe Alberto II di Monaco è stata una campionessa di nuoto, quinta classificata alle olimpiadi di Sidney. Il principe proprio come Eric nella favola, si è innamorato di lei vedendola uscire dall'acqua durante una festa che vedeva riuniti i nuotatori più bravi del mondo. Charlène come Ariel, ha rinunciato al suo mondo per amore del principe perché da principessa non ha più potuto gareggiare.

La bella e la bestia

La bella Caterina era la dama di compagnia della regina francese Caterina de Medici. Fu costretta a sposare Petrus Gonsalvus, un uomo pelosissimo: era infatti affetto da una grave forma di ipetricosi per cui aveva il corpo e il viso ricoperto di lunghi peli. Anche alcuni dei loro figli nacquero con questa malattia. Vissero in italia nella loro caso sul lago Bolsena.

Aladdin

La principessa Jasmine potrebbe essere Cleopatra, regina d'Egitto vissuta ben 2000 anni fa che fece innamorare Giulio Cesare. Cleopatra scampò a un attentato facendosi avvolgere in un tappeto, che fece recapitare nell'appartamento di Giulio Cesare. Così si innamorarono. Anche nella fiaba, il tappeto è decisivo, perché spinge Aladdin verso la principessa, per darle il primo bacio.

Pocahontas

La figlia del capo indiano ha una storia simile alla first lady americana Jackie Kennedy: i loro innamorati si chiamano allo stesso modo, John (John Kennedy fu un presidente americano), e tutti e due furono feriti da un'arma da fuoco. Il presidente, nel 1963 morì. L'innamorato di Pocahontas invece la scampò grazie alle cure di lei, anche se alla fine della favola lui si allonatana e lei lo deve salutare per sempre, proprio come fa Jackie kennedy con il presidente Usa, suo marito, nel 1963.

Mulan

Elisabetta I di inghilterra del XVI secolo, era un po' un maschiaccio come Mulan. Era più a suo agio negli abiti maschili che usava per cavalcare che non nei panni vaporosi di una principessa: Non volle mai sposarsi. e come Mulan, che diventò una guerriera perché il padre non aveva avuto figli maschi, anche Elisabetta ereditò il trono d'Inghilterra perché non aveva fratelli.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 30/8/2020, 9:39
Messaggio #3


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.191
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Secondo me questi paragoni sono molto pretenziosi e non vedo tutte queste somiglianze, eccetto forse per Biancaneve (non conosco la storia cui si riferisce l'articolo).
Soprattutto però è decisamente fuorviante dire che <<alcune principesse dei film Disney sono "disegnate" ispirandosi a donne esistite realmente>> lasciando intendere che i paragoni inventati siano effettivamente stati pensati dagli artisti che hanno realizzato i film. Visto il target della rivista, si può pensare che i bambini/ragazzi non conoscano la vera storia di Pocahontas o la leggenda di Mulan: poteva essere l'occasione per raccontarle anziché accampare teorie stiracchiate.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 25/10/2020, 16:41