Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


4 Pagine V   1 2 3 > »   
Reply to this topicStart new topic
> Il Viaggio di Arlo, 16° Film d'Animazione Pixar
kekkomon
messaggio 23/11/2015, 12:44
Messaggio #1


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 31.474
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




Ebbene si, la Pixar è arrivata al 16° film w00t.gif


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
kekkomon
messaggio 25/11/2015, 12:17
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 31.474
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




La nostra recensione:

http://lagazzettadisney.it/2015/11/25/il-v...della-famiglia/


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Scrooge McDuck
messaggio 26/11/2015, 18:03
Messaggio #3


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.853
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




Fondamentalmente questo film non mi è piaciuto. Anzi, mi sono letteralmente annoiato fin dai primi minuti…

Sicuramente gli sfondi sono un qualcosa di magnifico, però salta sempre fuori la domanda "a che serve creare sfondi che sembrano la realtà in un film d'animazione?", perché questo film sembra letteralmente girato dal vivo, con l'aggiunta al computer dei personaggi. Non so, come con "Brave" mi sembra di essere davanti ad un film dove l'ambientazione è troppo sfalsata rispetto alla resa grafica dei protagonisti.

POSSIBILI SPOILER:

Altra assonanza che ho notato con "The Brave" sono i piccoli ma continui richiami ai classici Disney: "Koda fratello orso" in primis (nell'inseguimento del ladro di pannocchie da parte di Arlo e suo papà, il considerare un quello che prima era un nemico un amico in seguito ad un lungo viaggio fatto insieme); la morte di Mufasa (la morte del papà di Arlo); Pocahontas (l'importanza del fiume).

Davvero splendida la scena del saluto finale, il volo e l'attacco di quei condor che sembrano squali e la corsa di Arlo e Spot in cima alla montagna. Per il resto però ho sentito pochissima empatia. Anzi, mi sono proprio annoiato… Mi dispiace.


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Capitano Amelia
messaggio 26/11/2015, 20:07
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 8.198
Thanks: *
Iscritto il: 4/6/2012
Da: Palermo




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 26/11/2015, 17:03) *
(nell'inseguimento del ladro di pannocchie da parte di Arlo e suo papà

In che senso questo punto ti ha ricordato "Koda" ? Perchè ricorda qualche scena del Classico o per un altro motivo ?


User's Signature




Grazie Simba !

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 26/11/2015, 22:27
Messaggio #5


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.853
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




CITAZIONE (Capitano Amelia @ 26/11/2015, 19:07) *
In che senso questo punto ti ha ricordato "Koda" ? Perchè ricorda qualche scena del Classico o per un altro motivo ?

Per colori e atmosfere: nel momento in cui Kenai insegue l'orsa (mamma di Koda) e la uccide, quel momento mi ha ricordato moltissimo quello in cui Arlo e suo papà sono sulle rive del fiume, poco prima della morte di quest'ultimo


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
IryRapunzel
messaggio 26/11/2015, 23:40
Messaggio #6


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




Per me è il peggior film Pixar. Scriverò di più prossimamente.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Capitano Amelia
messaggio 27/11/2015, 0:46
Messaggio #7


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 8.198
Thanks: *
Iscritto il: 4/6/2012
Da: Palermo




Grazie del chiarimento, Valerio! Saluto.gif


User's Signature




Grazie Simba !

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 27/11/2015, 9:37
Messaggio #8


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




CITAZIONE (kekkomon @ 25/11/2015, 11:17) *

Gran recensione e complimenti per il blog! clapclap.gif


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Claudio
messaggio 27/11/2015, 10:45
Messaggio #9


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




Le mie opinioni, ATTENZIONE SPOILER

Io l'ho trovato un ottimo film Pixar. Purtroppo parte svantaggiato per via del paragone con Inside Out (uscito pochi mesi fa).
Un ottimo film Pixar, ispirato ai film dello stesso studio, ma proprio come Ribelle molto legato alla Disney. Le ispirazioni, i rimandi, le scene: tutti elementi che per l'intera durata del film hanno a che fare con qualcosa di già visto, ma questo personalmente non lo giudico un punto negativo. Certo è un continuo rimando al Re Leone, specialmente la scena in cui il padre muore travolto dallo straripamento del fiume (leggasi la mandria che scende giù dalla montagna provocando la morte di Mufasa). Il tema del viaggio poi ce lo ritroviamo anche nello stesso Re Leone e in quasi tutti i film Disney e Pixar degli ultimi anni a partire da Tangled, perfino in Inside Out Gioa e Tristezza compiono un viaggio. Il viaggio di Arlo però pare molto scontato, fortunatamente la Pixar ha fatto il possibile, secondo me, per non renderlo "già visto", tuttavia il concetto è sempre quello e forse se ne sta troppo abusando: c'è un viaggio da compiere, un compagno di viaggio, un obiettivo da raggiungere e il tutto, per molte scene, diventa prevedibile.
Altri riferimenti sicuramente sono Koda Fratello Orso, Dragon Trainer, Alla ricerca di Nemo (i tirannosauri che indicano la strada e aiutano Spot e Arlo contro gli pterodattili, così come le tartarughe aiutano Marlin e Dory dalle meduse per poi fare un tratto di strada della COA e indicare loro lo "svincolo" verso Sidney).
Non per questo mancano le sorprese.
Geniale l'idea di fondo della Pixar di chiedersi "cosa sarebbe successo se" i dinosauri e l'uomo fossero vissuti assieme. Il gioco di sguardi è fondamentale e magistrale, tanto che nella prima parte del viaggio i dialoghi sono praticamente assenti tranne per alcuni pensieri ad alta voce di Arlo. L'idea di rendere il dinosauro come più evoluto e l'uomo come un cucciolo di "cane" è anche questa una grande trovata: da qui ne susseguono tutte le attività curiose fatte non dagli uomini ma dai dinosauri, come arare i campi, prendere il raccolto, allevare il bestiame.
La musica ricorda sia un pò Brave per i strumenti usati che quella country o del vecchio west: comunque buona la colonna sonora (ma non lascia il segno come il motivetto di Inside Out)
I paesaggi e gli scenari spettacolari, quasi "reali", valgono da soli il prezzo del biglietto! Da rimanere a bocca aperta, ed è un piacere vedere questa sconfinata natura in tutte le sue forme, dalla più calma a quella più tempestosa. In contrasto si ha poi lo stile cartoon dei personaggi che poco c'entrano con il fotorealismo ma probabilmente questo contrasto è proprio voluto. Seppur molto semplici, gli effetti della cgi sui personaggi stessi sono tra i migliori: l'acqua su di Arlo, le gambe gracili non appena si schiude l'uovo di Arlo (scena al top del: "che tenero!"), i capelli e la pelle di Spot, così come la pelle di Arlo sono tutti elementi perfetti.
L'unico punto diciamo noiosetto per me è stato quello del Triceratopo, che a parte fare il Rafiki di turno, l'ho trovato molto superfluo.
Scene da lacrime sono quella dei "cerchi" e quella del distacco tra Arlo e Spot. Secondo me anche solo per queste due scene che per i meravigliosi paesaggi varrebbe 10.
Purtroppo come detto c'è qualcosa che gioca a sfavore, dalla trama molto prevedibile ai continui momenti in cui ti viene da pensare: "questa scena sembra..."
Rimane il quesito su che effetto avrebbe fatto se non ci fosse stato quest'anno Inside Out o se si fossero scambiati di uscita.
Non sarà il massimo dei film Pixar, ma comunque lo preferisco a molti film dello studio. Per me vale 8.5/9, sarò più preciso non appena potrò rivederlo.


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
kekkomon
messaggio 27/11/2015, 11:21
Messaggio #10


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 31.474
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




CITAZIONE (Claudio @ 27/11/2015, 8:37) *
Gran recensione e complimenti per il blog! clapclap.gif

Grazie blush.gif


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
*marta*
messaggio 27/11/2015, 15:45
Messaggio #11


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.607
Thanks: *
Iscritto il: 6/1/2011
Da: Cagliari




CITAZIONE (IryRapunzel @ 26/11/2015, 22:40) *
Per me è il peggior film Pixar. Scriverò di più prossimamente.

post-6-1111346575.gif post-6-1111346575.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
WALY DISNEY
messaggio 27/11/2015, 17:33
Messaggio #12


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.632
Thanks: *
Iscritto il: 19/9/2010
Da: Palermo




Secondo me bisogna distinguere tra film classico e film innovativo. Un film può essere classico, non deve essere necessariamente innovativo. Sembra banale affermarlo, ma è vero; Inside Out è stato un'esperienza molto, troppo recente per ritrovarci a dover giudicare una nuova mossa da parte degli studi Pixar. Magari, nel criticare questo nuovo lungometraggio, pensiamo di non essere minimamente influenzati da ciò, ma credo che l'operazione sia quasi impossibile. Inside Out, almeno per la maggioranza del pubblico, è stato tremendamente innovativo, sotto molti aspetti.

"Il Viaggio di Arlo" paga sostanzialmente il prezzo di un suo particolare aspetto predominante; è un film molto classico. Classico perché segue sentieri narrativi già tracciati, richiama insistentemente classici del cinema d'animazione ( quasi tutti firmati Disney per ovvi motivi) e in generale non è alla costante ricerca della nuova trovata, piuttosto si affida ad uno schema troppo familiare forse agli adulti e in genere a noi "esperti" Disney, ma sicuramente efficace e coinvolgente per i bambini.

E qui non sono d'accordo con voi, stiamo pur sempre scrivendo nel forum Disney più frequentato d'Italia e allontanare in modo così netto dal film quei genitori che possibilmente, prima di portare i propri figli al cinema, preferiscono informarsi, mi sembra tutt'altro che giusto. È ingiusto perché il film offre tanti insegnamenti , affronta tematiche sì classiche, già proposte, ma comunque buone, ottime per un bambino, soprattutto se abituato a Minions e compagnia.

Ma allontaniamoci dalla prospettiva del bambino, io non me la sento di bocciarlo, assolutamente. A me è piaciuto tanto, proprio per questa sua fedeltà ad uno schema che essenzialmente è quello della favola. Il viaggio é lineare, sa di già visto, ma é e sarà sempre una formula vincente. Il viaggio, e tutti gli incontri che ne conseguono, cambia le persone. É una delle strade tematiche per fare cinema piú sicure.

Qui non si deve giudicare lo studio di produzione, va valutato il film. Questo errore sta diventando troppo frequente quando si recensisce un film Pixar, si parte con pregiudizio ... Se non fa urlare al miracolo, non è degno dei precedenti "big" Pixar e quindi non va bene. Mi chiedo se lo stesso film, prodotto dagli studi DreamWorks, non vi avrebbe portato ad osannarlo perché simile a schemi tipicamente Disney. Ma no, la Pixar non può permetterselo, se emoziona ma non stupisce, è comunque da bocciare.

Io sento di premiare questo film, perché una persona (in questo caso uno studio) che vuole solo stupire a testa alta e non tiene mai conto di tutta l'eredità che le sta dietro, secondo me ha molte più probabilità di diventare l'ombra di se stessa rispetto alla situazione contraria. A me è piaciuto riconoscere Kenai e Koda in Arlo e Spot, Simba in Arlo, Tarzan bambino in Spot, Mufasa nel padre di Arlo e le Iene negli Pterodattili. È la prova che la Pixar, o comunque la regia che sta dietro a questo film, ha profondo rispetto di quei classici che tanto adoriamo.

Non mi soffermo su CG e colonna sonora; la prima eccelsa, la seconda buona. Personaggi non necessariamente carismatici, ma perché, anche qui, parliamo di personaggi-tipo. Poi, dal punto di vista estetico, ci sta che siano modellati in modo semplice, molto infantile; è l'ennesima conferma della direzione minimalista, non banale, che questo film ha voluto prendere. Lo ritengo molto vicino a Ribelle, se proprio dobbiamo paragonarlo ad altri Pixar. Entrambi i film, per non azzardare e cimentarsi nel nuovo, preferiscono affidarsi a situazioni già note, tentando umilmente di farle proprie.

Concludo dicendo che ritenerlo il peggiore film Pixar mi sembra un'assurdità. La Pixar ha fatto molto, molto peggio . Siamo seri, questo ultimo film in confronto a Cars 2 e Monsters University è un capolavoro.

Il Viaggio di Arlo è il tipico racconto.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Scrooge McDuck
messaggio 27/11/2015, 23:59
Messaggio #13


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.853
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




CITAZIONE (WALY DISNEY @ 27/11/2015, 16:33) *
Il Viaggio di Arlo è il tipico racconto.

Il Viaggio di Arlo è il tipico film che mi fa addormentare rolleyes.gif

Ho letto tutto quello che avete scritto... Ma dal vostro resoconto mi sembra di capire che tutto si riduca al fatto che Arlo piaccia meno perché uscito dopo Inside Out. Il punto è che (PER ME) non c'entra niente Inside Out. E non c'entra nemmeno la Pixar, perché Inside Out è il tipico film Pixar e il tipico film che ha reso la Pixar ciò che è. Se non ci fosse stato Inside Out al cinema un mese fa, ci sarebbe stata comunque la fama dello studio a creare aspettative. Se non ci fosse stata la fama della Pixar, Arlo sarebbe stato comunque un film noioso.

Quindi no, per me il giudizio non è influito minimamente da Inside Out.
Per me Arlo è semplicemente un film inutile, costruito senza un senso logico chiaro, senza un modo bene definito di mandare il messaggio.

Troppi momenti affrontati con banalità, tanto da sembrare lapalissiani.

Cars 2, Brave, MU e Arlo, per me, sono film che sono Pixar solo nei titoli di coda e di testa, perché potevano essere realizzati nello stesso identico modo da qualsiasi altro studio... Wall-E, Nemo, Ratatouille o Up hanno qualcosa in più, quel qualcosa in più che ha reso la Pixar tale e che è giusto esigere ogni volta che si vede un loro film.


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
WALY DISNEY
messaggio 28/11/2015, 1:02
Messaggio #14


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.632
Thanks: *
Iscritto il: 19/9/2010
Da: Palermo




No, se devo dire la mia, io riduco tutto ad una questione di regia. Può piacerci vederla così la Pixar, come un'entità a sè stante, ma la verità è che dietro ad ogni film c'è un regista diverso e per la prima volta ci stiamo confrontando con un nuovo autore. Non è Inside Out a definire Il Viaggio di Arlo, ma il confronto tra i due film è inevitabile. Il primo segue la scia di regie magistrali come quelle di Stanton, Bird e Unkrich, il secondo è qualcosa di meno azzardato, che meno facilmente può piacere in modo quasi indiscutibile. Nonostante ciò, in giro ho comunque riscontrato recensioni discrete; quello che voglio dire è che secondo me non è un film da buttare come alcuni di voi qui (ma non solo, ovviamente) lasciano trasparire dai commenti. Non sarà il film Pixar del decennio, ma non vedo nemmeno gli elementi per definirlo così pessimo.

Non dimentichiamo che dietro a questo film c'è una regia controversa e Peter Sohn ai tempi dell'uscita di Toy Story non era nemmeno in Pixar. La classicità, se così possiamo chiamarla, di questo film non è casuale e non deve essere necessariamente un contro, voglio solo dire questo. Io vedo un regista rispettoso di chi lo ha preceduto. Poi un soggetto, posto di fronte ad una formula già esistente, può intrattenersi o annoiarsi. I punti morti ci sono, ma ce ne sono molti di più che toccano nel profondo, nonostante sappiano di già visto, sempre secondo il mio parere.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 28/11/2015, 13:09
Messaggio #15


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.079
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Visto Il Viaggio di Arlo, posso affermare con gioia che il 2015 sarà ricordato non solo come l’anno della prima doppietta Pixar, ma come un anno di rinascita grazie a due film originali che vanno entrambi a segno dopo un terzetto sotto le aspettative.
E dire che, almeno per me, questo Dinosauro arrivava senza particolari attese: segnato da traversie produttive simili a quelle che minarono Brave, diretto da quel Peter Sohn autore di un corto tra i meno amati da me, incentrato su animali già visti in moltissime pellicole animate –con annesso rischio di scarsa originalità– apparentemente destinato ad essere una seconda linea rispetto a Inside Out.
Invece, scopri un film che ti stupisce ed emoziona. Chi lo ritiene un Pixar “minore” lo fa forse in base alla trama lineare ed alle tematiche principali –crescita e amicizia– meno sorprendenti rispetto a quanto proposto dai titoli di punta della Pixar, ad es. ecologia, elaborazione del lutto, elogio della tristezza. Tuttavia, dopo un inizio abbastanza convenzionale, la storia decolla quando Arlo intraprende il suo viaggio. Sono proprio il concetto di viaggio e di crescita attraverso di esso a costituire il cuore della pellicola, in un modo completamente diverso e nuovo rispetto ai viaggi visti in Alla ricerca della valle incantata, Koda, Cars,… A fare la differenza il ritmo cinematografico, il quale rievoca le atmosfere di On the Road (la versione di Topolino, eh! tongue.gif ). La rappresentazione della natura è da applausi a scena aperta: grande attenzione viene dedicata ai paesaggi e alle creature viventi sia vegetali sia animali, in scene ad ampio respiro che si prendono il tempo di mostrare dettagli quali un salamandra lungo il sentiero o una famigliola di uccelli nell’incavo di un albero. La scelta di massimo fotorealismo produce effetti visivi spettacolari e sequenze quasi documentaristiche. Geniale l’applicazione dello stile western, efficace in particolare nella scena dei tirannosauri.
Mentre il fotorealismo domina le scenografie, i personaggi sono una sintesi di forme semplici e cartoonesche. Arlo è estremamente plastico e dinamico, con animazione da manuale; coraggiosa la scelta di evidenziare ripetutamente le varie abrasioni ed ematomi che si procura in viaggio. Spot è fin troppo stilizzato, con una testa enorme e un petto senza ombelico né capezzoli; dopo Max e Sven si assiste ad un’altra “deformazione canina” forse a tratti eccessivamente votata a suscitare risate. Il rapporto tra i due è ottimamente bilanciato, gestendo con sapienza i silenzi e gli sguardi in assenza di comunicazione verbale.
Il film, come detto, emoziona e pure tanto, seppur non manchino i momenti divertenti, di un umorismo fine e mai volgare. Inoltre, con coraggio si smarca da due stereotipi del cinema animato contemporaneo. Primo, il lieto fine non si compie del tutto, in quanto, a differenza di film come Koda e Dragon Trainer, qui il tema della crescita sovrasta quello dell’amicizia. Secondo, si evitano reunion finali o spiegoni sul destino di ogni personaggio incontrato lungo il percorso.
Breve nota sul doppiaggio: la voce di Arlo risulta un po’ troppo infantile. Disney Italia cade sempre più in basso aggiungendo una canzone non originale nei titoli di coda.
In conclusione, ho veramente apprezzato The Good Dinosaur.
Posso dire una follia? Per decidere qual è il mio miglior film animato del 2015 devo rivedermi Inside Out… perché sono davvero in dubbio.

Voto: 8+


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
WALY DISNEY
messaggio 28/11/2015, 17:42
Messaggio #16


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.632
Thanks: *
Iscritto il: 19/9/2010
Da: Palermo




Concordo in pieno sul doppiaggio italiano di Arlo! Una voce più calda e adolescente secondo me sarebbe stata leggermente più appropriata. Il tono è troppo infantile e ció va a pesare in molti contesti, primo fra tutti l'ululato di Arlo, che in lingua originale è molto più poetico e naturale.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
IryRapunzel
messaggio 28/11/2015, 23:15
Messaggio #17


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




CITAZIONE (WALY DISNEY @ 27/11/2015, 16:33) *
Concludo dicendo che ritenerlo il peggiore film Pixar mi sembra un'assurdità. La Pixar ha fatto molto, molto peggio . Siamo seri, questo ultimo film in confronto a Cars 2 e Monsters University è un capolavoro.

Sono serissima. Non mi era mai capitato di ritrovarmi a pensare "ma sta roba l'ha fatta veramente la Pixar?" dopo neanche mezz'ora di film. Non mi ero mai ritrovata a fare un sospiro di sollievo quando finalmente si sono accese le luci alla fine di un film PIXAR. E vi ricordo che mi chiamo IryPixar praticamente su tutti i forum e social esistenti, quindi non si può di sicuro dire che non mi piaccia.

Cars 2 ha una trama elementare, per bambini, con dialoghi banali e un messaggio ancora più banale, ma almeno una trama ce l'ha e ogni tanto spunta qua e là qualche tema interessante tipo quello ecologico. Con Monsters University forse sono di parte perché è uscito in un momento particolare della mia vita, ma trovo che abbia un messaggio splendido, forte, enorme ed incisivo, cosa che Arlo assolutamente NON ha. Dei film Pixar "minori" io lo avvicinerei di più a Brave, e anche qui trovo tutto sommato la storia di Merida sviluppata molto meglio, seppur abbiano gli stessi identici problemi di scrittura.

Ci sono anche cose che mi sono piaciute, ovviamente. Non è tutto da buttare. Ma dopo la terza volta che ad Arlo è caduto un masso in testa e che si è messo a urlare ho cominciato a chiedermi cosa stessi guardando...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Scrooge McDuck
messaggio 29/11/2015, 1:19
Messaggio #18


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.853
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




CITAZIONE (IryRapunzel @ 28/11/2015, 22:15) *
Sono serissima. Non mi era mai capitato di ritrovarmi a pensare "ma sta roba l'ha fatta veramente la Pixar?" dopo neanche mezz'ora di film. Non mi ero mai ritrovata a fare un sospiro di sollievo quando finalmente si sono accese le luci alla fine di un film PIXAR. E vi ricordo che mi chiamo IryPixar praticamente su tutti i forum e social esistenti, quindi non si può di sicuro dire che non mi piaccia.

Cars 2 ha una trama elementare, per bambini, con dialoghi banali e un messaggio ancora più banale, ma almeno una trama ce l'ha e ogni tanto spunta qua e là qualche tema interessante tipo quello ecologico. Con Monsters University forse sono di parte perché è uscito in un momento particolare della mia vita, ma trovo che abbia un messaggio splendido, forte, enorme ed incisivo, cosa che Arlo assolutamente NON ha. Dei film Pixar "minori" io lo avvicinerei di più a Brave, e anche qui trovo tutto sommato la storia di Merida sviluppata molto meglio, seppur abbiano gli stessi identici problemi di scrittura.

Ci sono anche cose che mi sono piaciute, ovviamente. Non è tutto da buttare. Ma dopo la terza volta che ad Arlo è caduto un masso in testa e che si è messo a urlare ho cominciato a chiedermi cosa stessi guardando...

Sono tremendamente d'accordo con te sad.gif e sì che a Lucca ero rimasto davvero con l'acquolina in bocca dopo le clip mostrate, se ti ricordi. E invece..
Mi riservo il diritto di modificare il giudizio in seguito alla visione in BD, ma per me è stato proprio un film inutile :/


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 29/11/2015, 12:29
Messaggio #19


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.079
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Vedo che le opinioni su Arlo sono davvero spaccate, non solo su questo forum.
Credo che, essendo un film molto emotivo, il giudizio su di esso dipenda in gran parte dal grado di empatia che lo spettatore ha sviluppato verso la storia e i personaggi. A me, ad esempio, Arlo ha fatto emozionare molto più di Inside Out.
Se ricordate, avvenne una cosa simile con Wall-E: le persone che non ne coglievano il messaggio lo trovavano di una noia mortale. Forse, senza offesa, chi non ha apprezzato Arlo non ha compreso a fondo il suo spirito, magari anche perché, come dice Iry, ciò può essere dovuto ad un momento particolare della propria vita. Non so se sono riuscito a spiegarmi tongue.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
WALY DISNEY
messaggio 29/11/2015, 13:17
Messaggio #20


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.632
Thanks: *
Iscritto il: 19/9/2010
Da: Palermo




È chiaro che un film può piacere o non piacere, ci mancherebbe. smile.gif

Sì, è vero. Con questo film si sono generati dei pareri molto contrastanti. C'è chi lo considera un capolavoro, chi un film che si regge sulle proprie spalle, chi, invece, una noia mortale.

Il fatto è che, soprattutto pensando a tutta la robaccia di successo che c'è in giro per quanto riguarda l'animazione, mi viene da chiedere a chi proprio non l'ha gradito (senza alcun tono polemico, sia chiaro) se effettivamente si tratti di un film così brutto.

Io ho visto molta Disney anni '90 in questo film. Che vi devo dire? biggrin.gif L'ho interpretato come un bell'omaggio, con una propria identità.

Ad ogni modo, se non l'avete già fatto, vi ritrovate del tempo e siete interessati,vi invito alla lettura di queste due recensioni, la prima di badtaste, la seconda di cineblog. Entrambe si avvicinano molto al mio punto di vista.

http://www.badtaste.it/recensione/il-viagg...ensione/151727/

http://www.cineblog.it/post/664022/il-viag...-del-film-pixar


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 29/11/2015, 15:29
Messaggio #21


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.853
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




CITAZIONE (Beast @ 29/11/2015, 11:29) *
Vedo che le opinioni su Arlo sono davvero spaccate, non solo su questo forum.
Credo che, essendo un film molto emotivo, il giudizio su di esso dipenda in gran parte dal grado di empatia che lo spettatore ha sviluppato verso la storia e i personaggi. A me, ad esempio, Arlo ha fatto emozionare molto più di Inside Out.
Se ricordate, avvenne una cosa simile con Wall-E: le persone che non ne coglievano il messaggio lo trovavano di una noia mortale. Forse, senza offesa, chi non ha apprezzato Arlo non ha compreso a fondo il suo spirito, magari anche perché, come dice Iry, ciò può essere dovuto ad un momento particolare della propria vita. Non so se sono riuscito a spiegarmi tongue.gif

Molto probabile quello che dici (cosa simile avvenuta con Big Hero 6).

Infatti per questo voglio rivederlo per capire se il "problema" è mio o del film...


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Simon
messaggio 29/11/2015, 17:14
Messaggio #22


The Pumpkin King
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 24.257
Thanks: *
Iscritto il: 19/11/2008
Da: Halloween Town




CITAZIONE (Beast @ 29/11/2015, 11:29) *
Vedo che le opinioni su Arlo sono davvero spaccate, non solo su questo forum.
Credo che, essendo un film molto emotivo, il giudizio su di esso dipenda in gran parte dal grado di empatia che lo spettatore ha sviluppato verso la storia e i personaggi. A me, ad esempio, Arlo ha fatto emozionare molto più di Inside Out.
Se ricordate, avvenne una cosa simile con Wall-E: le persone che non ne coglievano il messaggio lo trovavano di una noia mortale. Forse, senza offesa, chi non ha apprezzato Arlo non ha compreso a fondo il suo spirito, magari anche perché, come dice Iry, ciò può essere dovuto ad un momento particolare della propria vita. Non so se sono riuscito a spiegarmi tongue.gif

Hai detto proprio bene Marco... io l'ho visto ieri e non mi aspettavo un film come questo... l'ho trovato meraviglioso, non tanto per il racconto quanto per il messaggio e per il finale... che mi ha lasciato devastato. Pochi altri film mi hanno provocato una reazione simile...
Mi trovo d'accordo anche con tutto quello che hai scritto nel tuo post poco più sopra!! wink.gif
Inside out e Il viaggio di Arlo, per me, sono due grandi film Pixar, molto diversi tra di loro ma validissimi entrambi, per lo meno per me, perché per me quello che conta in un film è l'emozione che mi trasmette a Arlo me ne ha trasmessa tanta, tanta, e tanta...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
buffyfan
messaggio 29/11/2015, 21:50
Messaggio #23


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.750
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2009
Da: Roma




Il film (secondo me) merita tantissimo sia per la regia che per l'animazione che per la colonna sonora. Solo per l'animazione meriterebbe la visione! Certo, manca l'originalità nella trama, ma tutte queste critiche a mio parere non le merita assolutamente. Ed è lungi dall'essere il peggior Pixar. Almeno dal mio punto di vista, ovvio! smile.gif
Credo che sia stato sfortunato ad uscire dopo pochi mesi da Inside Out. Sono sicuro che se fosse uscito un anno dopo, probabilmente le recensioni sarebbero state diverse! =)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scissorhands
messaggio 29/11/2015, 22:37
Messaggio #24


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 7.317
Thanks: *
Iscritto il: 18/12/2006
Da: Campobasso/Angers




Pixar minore UN CORNO... il film rappresenta quello che la Pixar sa fare meglio: EMOZIONARE in modo genuino, di pancia, senza dialoghi ma con un timing, una regia e un recitazione da brivido. E sono totalmente d'accordo con Beast e Waly Disney.

Ho adorato ogni singolo minuto di TGD senza annoiarmi un istante, perché la Pixar ci sa fare, sa giocare bene con le Emozioni e non semplicemente quando offre loro una parte da protagonista in uno dei suoi film. E soprattutto sa stupire, anche quando il concept non è (all'apparenza) così appealing e wowoso come Inside Out.

E come sorprende? Beh prima di tutto nella struttura. NON è la classica formula ALLELUIA! Ok abbiamo la coppia anomala che deve intraprendere una avventura on the road che rappresenta l'ossatura di un viaggio di formazione. Ma stavolta manca tutta la costruzione certosina e minuziosa dell'universo in questione che nasce rispondendo alla domanda: cosa sarebbe avvenuto se quel famoso meteorite non avesse beccato la terra? La prima versione del film impiegava molto tempo nel descrivere tutta la nuova società dinosaura (un po' alla flintstone diciamo)... ma quell'idea è stata ABBANDONATA (anche perché tutto sommato già vista)... badate bene, ho detto "è stata abbandonata" non " si è persa". Perché è palese la volontà di raccontare un'altra storia, più "piccola", intima, ovvero quella di un ragazzo e del suo cane. Solo che stavolta le parti sono invertite. E di qui il grande genio pixariano. Visto che poteva sembrare poco, perché non raccontarlo tutto in chiave western? Ed ecco che il concept iniziale è stato quasi totalmente abbandonato dimostrando come la Pixar sappia ancora rischiare innovando, allontanandosi da terreni ormai ben noti ... verso l'infinito e oltre.

Si, perché qui lo spazio si apre a dismisura. E con esso l'obiettivo della camera che indugia moltissimo sui campi lunghi (come tutti i western che si rispettino) togliendo il respiro allo spettatore, complici anche le meraviglie compiute nel rendering. Ma la cosa straordinaria non è quanto la Pixar sia stata brava nel ricreare fotorealisticamente praterie e tempeste. Ma come sia riuscita a integrare il tutto con il design così cartoonoso e stilizzato dei dinosauri. La fotografia ha fatto miracoli, perché è tutta questione di luce e illuminazione.

Per tornare alla questione film per bambini... ma chi se ne frega? E poi a parte che se volete un film per bambini vedetevi l'Era glaciale 26 o i Minions. Intanto qui si ride pochissimo e questo già lo distanzia infinitamente dai classici film per bambini, dove si sa le gag vanno inserite sennò il bimbo s'addormenta.
E si, sebbene la trama sia lineare e già vista (nel senso di ciò che succede, il plot inteso come sequela di avvenimenti) il COME tutto sia gestito è magistrale a cominciare dalla regia, che rende anche i momenti più "banali" unici e assolutamente toccanti (il dialogo tra il padre e Arlo, Arlo e Spot che "parlano" delle loro famiglie aiutandosi coi rametti, il saluto finale).
Anche se la maggior parte del film è focalizzata su Arlo e Spot tutti gli altri personaggi fanno la loro bella figura incarnando archetipi del cinema western (i t-rex cowboy che CAVALCANO sono la ciliegina sulla torta).
Finta banalità anche nelle tematiche; qui non stiamo parlando semplicemente di "vinci le tue paure". Non è la paura di Elsa di venire scoperta, di non essere accettata e di non accettarsi... E' una paura più primitiva. E' la classica fifa che puoi avere nello svolgere le mansioni più banali (come dar da mangiare a delle galline poco gentili) a quella nera che ti atterrisce quando stai per essere mangiato o ti ritrovi davanti una Natura Matrigna devastante e distruttrice (eh si è lei la villain del film).

Ultima nota sul confronto con Inside Out dato che (malauguratamente) non si parla d'altro. Paragonare i film è quasi impossibile perché sono per natura diversi.
Personalmente, pur riconoscendo il genio e la brillantezza di IO, ho amato molto più la semplicità e la genuinità di Arlo per il quale ho pianto copiosamente (IO mi lasciò più freddo). E' come se IO mi avesse parlato alla mente, ripetendo di continuo "Guarda come siamo stati bravi a trasporre in immagini un universo etereo, che a stento puoi immaginare.". TGD invece mi ha parlato diretto al cuore.

Insomma è come se Inside Out fosse il primo della classe, quello sempre perfetto, sempre con la mano alzata per dimostrare che sa, brillante, arguto, un po' scolastico ma destinato ad avere sempre i voti più alti... Laddove Arlo è l'outsider, quello che parla poco, solo se interrogato, ma che sa stupire quando meno te lo aspetti, che dice di più anche quando dice poco.

Un interrogativo finale però mi resta... perché chiamarlo The Good Dinosaur? Questo titolo è funzionale alla prima versione ma non a questa dove appare quasi fuori luogo perché non è la bontà la caratteristica principale di Arlo. Direi quasi il Dinosauro Fifone... magari c'entra il reparto marketing. E poi il titolo quello si è piuttosto infantile.

Per concludere, strapromosso a pieni voti.


User's Signature


thanks to giagia
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:

4 Pagine V   1 2 3 > » 
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 22/11/2019, 5:07