Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


38 Pagine V  < 1 2 3 4 > »   
Reply to this topicStart new topic
> Avengers: Age of Ultron, Marvel Studios
Beast
messaggio 8/8/2012, 10:07
Messaggio #25


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.077
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Comunicato ufficiale della Marvel:

“Joss Whedon has signed an exclusive deal with Marvel Studios for film and television through the end of June 2015. As part of that deal, Whedon will write and direct Marvel’s The Avengers 2 as well as help develop a new live action series for Marvel Television at ABC. He will also contribute creatively to the next phase of Marvel’s cinematic universe.”

http://www.deadline.com/2012/08/joss-whedo...ect-avengers-2/


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scissorhands
messaggio 8/8/2012, 13:46
Messaggio #26


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 7.317
Thanks: *
Iscritto il: 18/12/2006
Da: Campobasso/Angers




Altra meravigliosa notizia... del resto mi sarei meravigliato del contrario!


User's Signature


thanks to giagia
Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 8/8/2012, 13:57
Messaggio #27


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Ecco due articoli in italiano a riguardo:

Da Badtaste:

Joss Whedon scriverà e dirigerà The Avengers 2!

Si sta svolgendo in questo momento negli Stati Uniti la Walt Disney Investors Conference Call, ovvero la conferenza degli investitori della major di Topolino.

E' proprio da questo evento che è da poco arrivata la notizia, grazie a un'update di Marc Graser di Variety effettuato su Twitter, che Joss Whedon tornerà dietro la macchina da presa per il sequel di The Avengers, che, come il primo, sarà anche scritto da lui.

La notizia, in verità, stupisce poco: era del tutto plausibile che la Marvel avrebbe riaffidato a Whedon le redini di una carovana che ha già ampliamente dimostrato di saper condurre verso le vette di un successo commerciale che molti pensavano inarrivabile.

Ma non è tutto. Bob Iger, chairman e chief executive della Walt Disney Company, ha rivelato che Joss Whedon curerà anche una serie tv prodotta dalla ABC ambientata nell'Universo Cinematografico della Marvel. La major non ha ancora stabilito una data precisa d'uscita per il nuovo capitolo, dato che, attualmente, gli sforzi sono tutti focalizzati verso l'uscita in home video del blockbuster da un miliardo e mezzo di dollari d'incasso.

E' stato poi sottolineato come le vendite dei prodotti di merchandise ispirati al brand Marvel, non hanno avuto lo stesso impatto economico di Cars, ma la cosa non costituisce un problema dato che per la Disney si tratta di un progetto a lungo termine. Già nell'immediato futuro c'è l'uscita della pellicola in Blu-Ray e Dvd, che spingerà nuovamente il mercato dei prodotti su licenza, poi arriverà il Natale e, più in avanti, il sequel.

Restate sintonizzati in attesa di aggiornamenti...



Da Badtaste:

The Avengers 2, i dettagli del coinvolgimento di Joss Whedon

Nel corso della notte appena trascorsa vi abbiamo comunicato che, dalla Walt Disney Investors Conference Call, è arrivata la notizia relativa alla conferma del ritorni di Joss Whedon in qualità di regista e sceneggiatore di The Avengers 2. In aggiunta a questo, il chairman e chief executive della Walt Disney Company Bob Iger, ha rivelato che Joss Whedon curerà anche una serie tv prodotta dalla ABC ambientata nell'Universo Cinematografico della Marvel.

La Marvel ha fornito a HitFix una dichiarazione ufficiale che circostanzia un po' meglio il ruolo del filmmaker nei nuovi progetti dello studio:

Joss Whedon ha firmato un contratto esclusivo in materia di cinema e televisione coi Marvel Studios ai quali resterà legato fino al 2015. Come parte di questo accordo, Whedon scriverà e dirigerà The Avengers 2 e aiuterà a sviluppare una nuova serie televisiva per la Marvel Television prodotta dalla ABC. Contribuirà anche dal punto di vista creativo alla Nuova Fase dell'Universo Cinematografico della Marvel.

La seconda parte della dichiarazione, pare suggerire che l'apporto di Whedon alla serie tv Marvel potrebbe vederlo coinvolto solo come consulente creativo, piuttosto che come show runner effettivo.

Vi terremo aggiornati...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 10/8/2012, 13:30
Messaggio #28


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Da Badtaste:

Una data di uscita per The Avengers 2?

E' un "insider" di MTV.com a rivelare quella che potrebbe essere l'attuale data di uscita del sequel di The Avengers, solo qualche giorno dopo la conferma che sarà Joss Whedon a scrivere e dirigere il film.

"I Marvel Studios hanno un programma molto preciso di ciò che vogliono fare, sono già molto avanti nella pianificazione del sequel perché hanno coinvolto la stessa persona che ha realizzato il primo, e qualcosa mi dice che Joss ha già una base solida per questo nuovo film," spiega la fonte. "In termini di date, penso che ci stiano già lavorando. Sembra che la data d'uscita sarà il 1 maggio 2015, anche se potrebbe cambiare a seconda degli impegni del cast".

Tale data non stupisce affatto: cade esattamente tre anni dopo l'uscita del primo film, e soprattutto due mesi prima la fine del mega-contratto di Whedon con la Disney.

Vi terremo aggiornati...


Messaggio modificato da veu il 10/8/2012, 13:30


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 11/8/2012, 23:11
Messaggio #29


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Da CBM:

More From Alexis Denisof On Nabbing “The Other” Role In THE AVENGERS; Talks Prosthetics

In yet another interview, the actor behind Marvel's The Avengers Chitauri leader, The Other, Alexis Denisof now dishes on wearing prosthetics and more. Check it out after the jump!

While speaking with MTV News, actor Alexis Denisof once again elaborated on his role in Marvel's The Avengers movie. Credited as “The Other,” leader of the Chitauri, Denisof recalled going through hours of prosthetics and precisely how longtime friend & collaborator Joss Whedon unusually approached him for the role.

“Normally if something is on [Joss Whedon's] mind he’ll call me about it. And of course I’m always excited. It wouldn’t matter what he was doing, I would want to be part of it.” Recalling how different things were this time, “I received from my agent a single page with some lines that made absolutely no sense to me, and a character called Man #2 (AKA Thanos played by Damion Poitier),” he continues. “And I was like, ‘What the eff is this?’ They sent all this legal stuff I had to sign about not saying anything to anyone.”

After auditioning and eventually landing the part, “We had to cast all these parts of my body that were going to be wearing pieces of formed prosthetic – my arms, my chest, my face,” he added. “Once I put in [the special set of teeth] I had a very distinct lisp and I didn’t think that was how he should sound, so I had to practice with those for quite a few months to get to where I could even talk.”

Taking up to six hours to apply the prosthetics and all “The Other” finishing touches, Denisof says “I couldn’t see a thing. Pretty hard to move, pretty hard to go to the bathroom – a lot of things you don’t think about until you’re all stitched up into a costume like that.” Concluding that it was all worth it in the end, he said “Even when I was shooting it I was excited. To see that huge stage and to be in that place with my dear friend Joss and watch him doing what I know so well he can do on that scale… I was thrilled to be part of it. And then to see it – it blew me away.”

MTV News notes that Alexis Denisof is still contracted to keep quiet about the future of “The Other,” evidently confirming the Chitauri leader will return somewhere throughout Phase Two of Marvel's cinematic universe.
And because he's linked to Thanos, who's guaranteed a role in Guardians of the Galaxy, that may be where he'll also be seen next. Perhaps the aftermath of he and Loki's broken deal will carry over in Thor: The Dark World. However, Marvel's The Avengers sequel is where we'll likely see The Other again. What do you think?


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 16/8/2012, 20:30
Messaggio #30


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.077
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Fissata la data di uscita: 1 maggio 2015

Da Badtaste:

The Avengers 2 arriverà a maggio 2015!

Dopo i rumour di qualche giorno fa, seguiti alla conferma che Joss Whedon scriverà e dirigerà The Avengers 2, i Marvel Studios e la Walt Disney Pictures hanno annunciato oggi ufficialmente la data di uscita dell'atteso kolossal.

Attualmente il film è intitolato Marvel's The Avengers 2, ma si tratta di un "working title" che potrebbe cambiare nel corso dei tre anni che mancano all'uscita del film, fissata ora ufficialmente al 1 maggio 2015 negli Stati Uniti.

Il primo film, uscito il 25 aprile in Italia e il 4 maggio negli Stati Uniti, ha incassato 1.46 miliardi di dollari in tutto il mondo.

Prima del sequel di The Avengers arriveranno al cinema Iron Man 3 (3 maggio 2013 negli USA), Thor: the Dark World (8 novembre 2013), Captain America: the Winter Soldier (4 aprile 2014) e Guardians of the Galaxy (1 maggio 2014). Anche Ant-Man, annunciato al Comic-Con, potrebbe uscire prima del nuovo crossover.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 16/8/2012, 21:27
Messaggio #31


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




Secondo me Ant-man uscirà prima di Avengers 2


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 16/8/2012, 22:40
Messaggio #32


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Ottima notizia! Grazie Beast per aver riportato la notizia. Siamo molto curiosi di vedere Avengers 2.

Claudio, speriamo che Ant-Man sia prima, così magari in Avengers 2 avremo anche Ant-Man e Wasp nel cast, anche perchè hanno detto che ci saranno delle new entry, uno sarà sicuramente Falcon che apparirà in Cap 2, quindi di altri i più probabili al momento sono Ant-Man e Wasp e forse Ms Marvel, visto che nella serie animata Avengers Assemble pare che sarà presente, quindi magari prima o poi inseriranno tra le fila del cast anche lei.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 19/8/2012, 14:39
Messaggio #33


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Da The Playlist:

Vin Diesel & Clark Gregg Part Of Far-Fetched Rumors To Play Vision In 'The Avengers 2'

With "Iron Man 3" shooting, and "Thor: The Dark World" gearing up later this year, and with no new Marvel movies until 2013, geeks are in a bit of dead zone at the moment. But leave it to Vin Diesel to get nerds to push the glasses up from their nose and hit the interwebs with feverish excitement. The actor recently changed his Facebook profile picture to that of Vision (it has been removed but you can view it here), leading some to think he was giving fans some kind of casting tease and not just posting a picture of a superhero that he likes. Apparently this counts as a "rumor" that he might appear in "The Avengers 2," even though Joss Whedon agreed to write and direct the movie only about a week ago.

Anyway, while we're at it, back in May MTV penned up a rather elaborate theory about why Clark Gregg's Agent Coulson, who may or may not have died off in "The Avengers," could possibly, actually be Vision. You see, Vision "is a synthezoid created by the the evil robot Ultron in order to wreak havoc on Earth's mightiest heroes," and what they suggest is that he was actually a decoy, with his cold and calculating manner all part of larger make up that could possibly mean he's not dead. Meanwhile, a superfan has gone ahead and made a model bust of Gregg as Vision, and you can see that image below (via ComicBookMovie).

All this to say? Some folks have too much time on their hands, and the rumor mongering for the next nearly three years until May 1, 2015 is going to be unbearable.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 20/8/2012, 20:25
Messaggio #34


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Joss Whendon parla di Avengers 2, della serie tv e di altri progetti.

Da CBM:

Joss Whedon Teases THE AVENGERS Sequel And More

In a poorly translated interview with Marvel's The Avengers writer-director Joss Whedon, he teases the anticipated sequel, a new character addition, and the unnamed TV series. Check it out!

Now that the studio has officially announced Marvel's The Avengers sequel's release date and the original writer-director's return, Joss Whedon took that into account while promoting the box office behemoth's premiere in Japan last week. In speaking with Gizmodo Japan, Whedon not only teased the anticipated sequel with a character addition, but also the unnamed TV series he's developing with Marvel Studios.

I would like to make note that despite Google's translation of the Q&A segment below being barely understandable in some areas, you get the gist of the questions and Whedon's response to them.

Can we expect a larger event, a big team, a big villain in the next film?
“It seems so. Normally It would not be larger because the sequel, and I want to reduce the contrary I believe. Not it but some people listen again to reverse "Then, the volume of the movie?'s Decline" and said that.

I also added a new character, of course, just came across this wonderful cast at the moment. What do they exert a synergistic effect each other I just I also began to explore still. I is not always the size of the scale, just how important is the work you poured the love we have said that. Also on a grand scale, the film itself is the more personal you can also. Because things have been given so much already, I do not need to be an addition. The problem is how do I dig deep.”

It seems there's a television series in production at Marvel Studios?
”Yeah. I do not have to speak about this thing, Marvel now has a new meaning in the entertainment industry by "The Avengers" has been published and can I say one. It has been received to the people rather than mere brand, made ​​with the idea of some kind. It would be very exciting.”

So, how involved are you in other Marvel movies that're being produced in the future?
“We got very deeply involved. My contract is not just simply for making "The Avengers 2" and consulting the whole view of the world. I'll also involved in the TV series so. I'm talking about the movie all the public now and Kevin Feige. I'm also working as lead in "The Avengers 2" and so that none of them is the great work.”

It is that the unity Motaseru(?)
“But I'm not supposed to because they should have their own identity to each franchise, in the same way as all. I'm what you should do while careful work does not fit a certain pattern, so meet the expectations. Dont no if there is something in the "Avengers" in the work of each course. Te going to build a world that is integrated but great fun, be unique all the pieces at the same time, not to something exciting when everyone is gathered.”

Is that all elements of movies and TV shows that are now in "Avengers 2?"
“The advent of these guys (and pointing to a poster of "The Avengers") is conflict. The conflict of characters who are fresh or not, but otherwise, it is their problem with a unique and realistic or not. I knew of their standing position of each character in the story, "The Avengers" series at the same time do not exist elsewhere and not with it. Because there is no need to be able to watch a movie in between who watched "The Avengers" is watched "The Avengers 2".

I think not only contrary to the intention of their own, to put my movie brought something from the other works simply, a smug thing. Even in any movie, it should be approached as I only get one chance only with us this character.”


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 22/8/2012, 23:27
Messaggio #35


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Il seguito di The Avengers avrà anche alcuni nuovi personaggi tra cui anche una supereroina in più.

Ecco l'articolo da CBM:

Highlights From Joss Whedon's AVENGERS 2 & MARVEL TV Show Japanese Interview

Previously, we had an indecipherable translation of Whedon's interview with Gizmodo Japan but now we have a more intuitive summary of what was discussed. Nothing new on the Avengers 2 front but Whedon did shed some light on his television show.

The Avengers recently opened in Japan and in attendance were Joss Whedon, Kevin Feige and Samuel L. Jackson. Recently, an interview with Whedon made the usual internet rounds, albeit with a less than stellar translation. Well now, we have a basic gist of what was said thanks to Fandango. Unsurprisingly, most of what Whedon said was a reiteration of what's already been stated previously, primarily that the Avengers sequel will be 'smaller' with more of a personal emphasis on the characters. Said Whedon---

"Normally, a sequel is supposed to be bigger than the first film, but I actually think it should be smaller. In saying that though, people might ask 'Is the volume of the film going to decrease?' but that's not the case."

"Of course, new characters will be added but presently we're still trying to figure out how they'll encounter our wonderful cast (referring to the actors from the first film). [The cast] all have tremendous respect for each other and how you work the new characters into that synergy is something I'm still trying to figure out. I think instead of how big of a scale the movie/story is, the most important thing is, how much devotion you can put forth. Films have an ability to be large in scale but also be personal. It's a godsend that makes the issue of adding characters irrelevant. The real question is how deep we can dig down into the story."

Previously Whedon has stated that he would like to add a female character in the Avengers sequel so unless Feige and co. are pulling a 'Kansas City Shuffle' I think that still holds true. Of course, we received news not too far back that Anthony Mckie would be portraying The Falcon in Captain America: The Winter Solder so he too is a candidate for Avengers 2, although it's more likely he'll be conspicuously absent a la War Machine and The Warriors Three.

(omissis)


Messaggio modificato da veu il 22/8/2012, 23:27


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 23/8/2012, 22:34
Messaggio #36


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Intervista integrale a Joss Whendon su Avengers 2, sui film Marvel e sulla serie tv ispirata a The Avengers.

Da Bleedingcool e da LatinoReview:

Joss Whedon Discusses The Avengers, Its Sequel, Marvel On TV And More

With great thanks to Molly and particularly Brian Clark for this great translation, here’s a fluent, very enjoyable English version of a recent interview Joss Whedon gave to Gizmodo in Japan.

It’s Gizmodo’s piece so please at least give their original story a click. All Bleeding Cool (and by we, I mean the Clarks) have done is made it into The English, and we only did that because Gizmodo did such a great job in the first place.

So, read on for fascinating stuff on The Avengers, The Avengers 2 and all that other Marvel business in between, newly in a language that I understand.

Gizmodo (G): The Avengers is the most watched movie in the world at this time, congratulations. During its making did you ever think that it would succeed this much?

Joss Whedon (W): Thank you. To be honest, no one thought that it would be as big of a success as it has been. When making a movie I always tell myself “Everything’s going fine, this is going to be amazing” to get rid of my worries, but Avengers was a hit that really exceeded everyone’s expectations.

G: What did you want to show to the Japanese audience, who isn’t very familiar with these heroes?

W: The first thing I’d like to say is that this movie is very big in scale. But to me there are things about it that are also very small. This is a movie that features its characters at the center after all. The heroes were created by Marvel Comics, and I loved them back when they appeared in comics long ago. But I made this movie for people who aren’t familiar with those heroes and haven’t seen past Marvel Comics movies. At first they really conflict with each other, but in the end it’s a tale of them having to work together.

The thing that I was the most happy with was the chemistry that occurred between the actors on this stage of the Marvel Comics world. So I made this movie with the feeling of inviting in those who weren’t fans of Marvel Comics and these heroes.

G: This is just an assumption, but might you like to set one of your future movies to Japan as well?

W: Yes, it would be very cool if I could! I’d love to have a story set in Cleveland but do the filming in Japan.

G: When you thought about the concerns of society in recent years, did you feel a movie with heroes like the Avengers in it should exist?

W: Of course there’s a part of me that is tired of this world in which people are so conflicted with each other. Superhero comics and movies have implied the bad points of reality in a tough and satirical way. Messages like “Heroes don’t save anything”.

But I wanted to say “No, it’s heroic if everyone combines their strength and works together” through aesthetics in response to these old messages. That sort of thing may not be enough for today’s world, at least not in America. For some reason or another unity itself is treated somewhat like a joke. I think that’s the sort of thing everyone’s looking for.

G: Were you aware of these sorts of things when you were making this movie?

W: Of course I thought about it, but it’s difficult to incorporate current events into the scenarios of a movie that’s going to be shown to the public in 2 years. What I wanted to create was an old fashioned movie like the ones I saw when I was a kid. It’s not that I think things were much better back then, but I do think there are some things that are lost in modern movies. As things that have such a strong cultural identity, they’ve become very inhuman things that are explosion after explosion.

But by looking back into the past, I wanted to grasp hold of more than just nostalgia, but the essence of the values that existed when I was a kid. I think that’s something that’s universal.

G: You reference movies that you saw when you were a kid, but what sorts of movies are you referring to?

W: Movies that gave birth to the ideas behind blockbusters like Star Wars, Indiana Jones and Jaws. They took time to make and were full of unforgettable characters. Movies that are made today are very different. I yearn for those times.


G: A lot of different heroes appear in Avengers, but the spotlight the spotlight really did shine on all of them. Was writing the scenarios particularly difficult?

W: Yeah, writing the scenarios for this movie was nothing but difficult. It was like homework. I didn’t want to include characters that don’t do anything in the movie, because casting these actors and not allowing them to do anything would just be absurd. So thinking about the structure was really like a mathematical puzzle.

But once I figured out everyone’s place, coming up with the characters’ appropriate speech and behaviors was really very easy. I really love these characters too.

G: What type of research did you do in order to make this movie?

W: I did an incredibly large amount of scientific research. I told the staff “Find me words that sound science-y”. I was an English major in college, so I approach movies from a very emotional perspective. At first I was literally writing “Science, science, science” in the dialogue and going back and to fill in the proper wording later. It was purely by good luck that there wasn’t anything in the movie that wasn’t based in realistic practice or theory.

G: The Avengers was filmed in 2D and made 3D in post-production. Why did you choose to do things this way?

W: There are always extra scenes in the credits of all Marvel Comics movies, but actually I directed the one in Thor. At that point it was filmed in 3D but the equipment broke, it took a lot of time, and it was a really big deal.

But current 3D conversion technology is really amazing, and Marvel is very picky. Having a sense for things in a 3D space and filming while feeling that space was a very easy thing for me. I’m just tired of seeing just things flying toward the camera. So I had to make things look good for 3D in 2D. My eyes and senses work that way, so the conversion from 2D was no problem.

G: It was recently announced that you’ll be directing The Avengers 2, but should we be expecting bigger events, a bigger team and a bigger villain for the next movie?

W: It would seem so. Normally you would think a sequel would be bigger, but I was thinking I’d like to do the opposite and go smaller. When I presented that idea I was asked in return “So you’re going to turn down the volume on the movie?”, but that’s not what I meant at all.

Of course new characters will be added. But having just met this wonderful cast, even I’ve just begun groping for a demonstration of what kind of synergy they have together. I’ve said that it’s important to put in not only necessarily always a large scale, but a lot of love. Movies can be on a grand scale but also more personal. I’ve already touched on that, so I don’t really need to go into it again. The issue is really just how deep can I delve in.

G: It seems as though you’ll be collaborating on filming some Marvel Comics TV series as well.

W: That’s right. I can’t talk about that right now, but if I could say one thing it would be that Marvel has brought new meaning to the entertainment industry with The Avengers. It’s not merely pride, but a particular way of thinking. It’s a very exciting thing.

G: How much will you be involved with future Marvel movies?

W: I’ll be very deeply involved. My contract is not simply to make The Avengers 2, but to consult on the entire Marvel world view. So that’s why I’m involved in TV series as well. I’m talking with Kevin [Feige] about all of the future movies that will be released. They’ll all be great movies and we’re cooperating so that they all tie into The Avengers 2.

G: So they’ll all be unified them.

W: Yes. But since they should all have their own unique franchise identities, they can’t all be the same. So we’re continually careful to not have them fall into the same pattern, and we definitely have to meet expectations. Naturally they all have to have ties back to Avengers. It’s very fun creating an integrated world, but at the same time they are each unique. When they’re all together they’ll definitely be exciting.

G: So The Avengers 2 will have elements from all of the movies and TV programs from this point on?

W: Well…[he points to the Avengers poster] they’ll all definitely be in it. Apart from that, the character conflicts will be fresh and their problems will be unique and realistic.

I know where the characters stand within each of their stories, but at the same time the Avengers series has to exist in a different place from those. People who see The Avengers should be able to see The Avengers 2 without seeing the other movies.

As for putting something from all of the other works into my movie, it would not only be inconsistent with my own plans but would also be conceited of me. No matter what the movie, you only have once chance to approach the audience with those characters.

G: Thank you for spending your precious time with us today.

Thank you Joss, Gizmodo and The Clarks.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 25/8/2012, 22:34
Messaggio #37


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Rumor:

Sono circolati rumors secondo i quali l'attrice Julie Benz potrebbe interpretare Wasp in Avengers 2, ma sembra che lei al momento non ne sappia nulla...

Da CBM:

Julie Benz Would Be Up For Playing 'The Wasp' In Joss Whedon's Sequel To THE AVENGERS

In a chat with fans at the Fan Expo Canada on Thursday, the former Dexter star was asked whether she's talked with Joss Whedon (who she worked with on Buffy and Angel) about playing 'The Wasp' in the 2015 dated sequel to Marvel's The Avengers.

Best known for playing 'Rita Morgan' in Dexter, Julie Benz is no stranger to the superhero genre after roles in No Ordinary Family and Punisher: War Zone. The actress worked with Joss Whedon on both Buffy the Vampire Slayer and Angel, and so it should come as no surprise that she was quizzed on her possible involvement with his planned sequel to Marvel's The Avengers at a fan Q&A at the Fan Expo Canada. When asked if she has heard anything about a possible role in the highly anticipated follow-up (specifically 'The Wasp'), she had this to say.

"No, I haven’t, but I like that rumor. Can we start it? Everybody get your phones out and tweet it, tweet it to Joss Whedon! I don’t even know who Wasp is. Let’s make this happen, people! Let’s see the power of Twitter! I know Joss is on there, I would love that. I would work with [Joss] if he called and read the phone book in his living room."

Would you like to see Julie Benz play 'The Wasp' in the currently untitled sequel to Marvel's The Avengers?


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 30/8/2012, 23:28
Messaggio #38


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Joss Whendon parla di The Avengers 2, della nuova serie tv sullo S.H.I.E.L.D. e delle scene eliminate di The Avengers.

Da CBM:

Joss Whedon Dishes On THE AVENGERS Sequel, S.H.I.E.L.D. TV Pilot And His Marvel Deal

From The Avengers deleted scenes & the anticipated sequel, to the recently announced S.H.I.E.L.D. TV series, writer-director Joss Whedon has also dishes on his exclusive deal with Marvel Studios

In quite a lengthy Q&A session with EW & the New York blog Vulture, the writer and director behind the third-highest grossing film of all time, Marvel's The Avengers, Joss Whedon discussed returning for the currently untitled sequel among other things. Also talking about ABC's recently announced S.H.I.E.L.D. TV series, as well as deleted scenes from the original film that're currently roaming the net, check out what he offers below!

On his three-year exclusive deal with Marvel Studios and the jobs it comes with....
The Avengers sequel, I’m pretty on fire with that. We’re slated to come out May of 2015. Last time [with The Avengers] we started shooting in April, which was pretty hilarious. I wanted to murder people, they wanted to murder me...It was part of what made it attractive to me. I loved the idea of being a consigliere. Every writer loves the idea of being able to go in and fix a problem and then leave without obligation. It's fun! I also love these characters and the Marvel universe, and I grew up reading the books, and I've been going back and reading the old books and realizing that they shaped my storytelling way more than I give them credit for. Now I'm starting up a TV show, which is something I really wanted to do, but I thought it wasn't going to be a part of my life for the next several years. It's like a tapas menus of projects that excite me, in addition to the Avengers sequel, which I'm excited for because I'm incredibly excited about the next story that I'm going to tell. For me, it's a huge win. It is unbelievably daunting, especially because I don't want to lose sight of all the other things I have on my docket and in my heart. So, it's going to be an insane few years, but I feel ready for that. It's an unholy amount of productivity, but as long as I give it all I can, it's a good thing. What's great is that the deal with Marvel is nonspecific, so I will give all I can, but the moment I can't, I just walk away. The moment I say, "You know, I'd like to help more on this project, but I need this time for The Avengers," there's no obligation. It's not like, "You must spend this amount of time on this movie." It's as much as it needs to be.

On ABC green-lighting Marvel's S.H.I.E.L.D. TV pilot in which he's co-writing....
The S.H.I.E.L.D. show kind of dropped in my lap, and I love working in TV. I get to really build a show with people I really trust and love. What we’re building is entirely autonomous from The Avengers. It’s gotta be a show that works for people who haven’t seen the Marvel movies. It will please Marvel fans, I think...So far, it feels just fine. The important thing to me is that we know what the show is. We love what it is. It came together very organically, so when we went in to pitch [to Marvel], it wasn't like, We're trying to find this because you want a TV show, it was, Check this out. And that's a good way to walk in a room. Good support is wonderful, but it's not a hill of beans, because they may give us all this support and then decide, "Eh. Yeah, it's Friday." They might give us all the support and then not do that, but then audiences might go, "Yeahhh … no." You just can't be sure. What I do know is that it's the show it should be, and we've got some really dope notions. It's going to work very well for people who either love the Marvel universe or for people who've never dipped a toe in the Marvel universe.



Intervista completa da Vulture:

Joss Whedon Talks All Things Marvel: The Avengers 2, the S.H.I.E.L.D. Show, and Cut Scenes

By Kyle Buchanan

It's been quite a year for Joss Whedon: Not only has his The Avengers become the third-biggest blockbuster ever, but Whedon also found the time to squeeze in a low-budget take on William Shakespeare's Much Ado About Nothing, and the movie will be premiering soon at the Toronto Film Festival. Whedon spoke to Vulture today in a frank, funny conversation to tout Much Ado, and we'll have plenty more for you on that film next week, but in the meantime, we had to ask Whedon about all things Marvel, since there have been some major developments on that front recently. Read on for his first remarks on these subjects.

Some deleted scenes from The Avengers have found their way online this week, and I was particularly struck by the wraparound sequence that was cut from the film, where Maria Hill (Cobie Smulders) tells the movie's story in flashback and starts things up in a much more moody way. What made you decide to cut it?
Two factors. One: The movie was three hours long. Two: Audiences didn't respond to it as well in the movie as I think they would as a DVD extra. Most of them didn't know who this character was or what the context was, and they were like, Uhhh, I don't know why I'm supposed to be personally involved in this character I don't know. The rollout to the Avengers getting to Loki was so gradual that people were getting restless. I thought Cobie nailed it, and the reason I thought it was necessary is because I was trying to make a war movie and I wanted to give context that something bad had happened in the past. In a war movie, you don't know who's going to live or die, but you do know that this war happened and that [the characters] are going to be in a dire circumstance, and I wanted to create that atmosphere.

I was able to get what I needed without doing that. It was tough. I hated cutting it. I hated cutting the Captain America stuff with the waitress. At least I was able to call Ashley Johnson [who plays the waitress] and tell her that all her stuff was still in Much Ado About Nothing, since she had been cut out of Dollhouse, she had been cut out of The Avengers: "I swear you're still in the Shakespeare movie!" You know, those bits had seemed very personal to me, and part of doing Much Ado was that I could go back to The Avengers and say, "Oh, it's not about me. Even though its my film, it's about the Avengers. I am less important than the needs of the film."

You've always had an ardent fan base, thanks to Buffy, Angel, Firefly, and Dollhouse, but now you've made one of the biggest movies of all-time, a film that almost everyone on earth has seen. Has that sunk in?
It never really has, but when it does, I'm going to become such an enormous dick. [Laughs.] I'm going to have a personal dog polisher and the biggest posse ever. I'm going to be insufferable — well, I mean more insufferable than I already am. You know, at some point, the numbers become meaningless. They're large, and you can't really count that high. I felt like I had a particular mission in making what I felt was a slightly old-fashioned movie, because I grew up wanting to make summer movies and wanting to make superhero movies, and I got to do both at once. I felt like summer movies haven't been what I remember them to be, so I felt like I would love to evoke something that's less hip and ironic and more heartfelt and character-driven, and apparently, other people cared about that in a large way.

I don't think it's a perfect movie. I don't even think it's a great movie. I think it's a great time, and I'm proud of it, but for me, what was exciting is that people don't go to see a movie that many times unless it's pulling on something from within, unless there's a need there. That's very gratifying.

You appeared to be, at least publicly, somewhat on the fence about returning for the Avengers sequel. And now you've committed to much more than just that movie: You're going to be working for Marvel for three years, with creative input on their other projects and a TV show in the works, too. What changed?
It was part of what made it attractive to me. I loved the idea of being a consigliere. Every writer loves the idea of being able to go in and fix a problem and then leave without obligation. It's fun! I also love these characters and the Marvel universe, and I grew up reading the books, and I've been going back and reading the old books and realizing that they shaped my storytelling way more than I give them credit for. Now I'm starting up a TV show, which is something I really wanted to do, but I thought it wasn't going to be a part of my life for the next several years. It's like a tapas menus of projects that excite me, in addition to the Avengers sequel, which I'm excited for because I'm incredibly excited about the next story that I'm going to tell. For me, it's a huge win.

It is unbelievably daunting, especially because I don't want to lose sight of all the other things I have on my docket and in my heart. So, it's going to be an insane few years, but I feel ready for that. It's an unholy amount of productivity, but as long as I give it all I can, it's a good thing. What's great is that the deal with Marvel is nonspecific, so I will give all I can, but the moment I can't, I just walk away. The moment I say, "You know, I'd like to help more on this project, but I need this time for The Avengers," there's no obligation. It's not like, "You must spend this amount of time on this movie." It's as much as it needs to be.

It was just announced that you're co-writing a TV series set in Marvel's S.H.I.E.L.D. organization, and you may direct the pilot, schedule permitting. After all the network conflicts you've had with your other shows, how does it feel to finally be working on a project that may very well get the biggest promotional push of any TV show ever and will most likely not air on a Friday?
[Laughs.] You know, I can't guarantee that any of that will happen! But so far, it feels just fine. The important thing to me is that we know what the show is. We love what it is. It came together very organically, so when we went in to pitch [to Marvel], it wasn't like, We're trying to find this because you want a TV show, it was, Check this out. And that's a good way to walk in a room.

Good support is wonderful, but it's not a hill of beans, because they may give us all this support and then decide, "Eh. Yeah, it's Friday." They might give us all the support and then not do that, but then audiences might go, "Yeahhh … no." You just can't be sure. What I do know is that it's the show it should be, and we've got some really dope notions. It's going to work very well for people who either love the Marvel universe or for people who've never dipped a toe in the Marvel universe.


Messaggio modificato da veu il 30/8/2012, 23:30


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 11/9/2012, 22:40
Messaggio #39


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Da Badtaste:

Joss Whedon sulla Fase Due della Marvel e The Avengers 2

Joss Whedon si trova al Toronto International Film Festival per promuovere il suo film shakespeariano, Molto Rumore per Nulla. La pellicola, lo ricordiamo, è stata girata dal filmmaker a casa sua dopo la fine della lavorazione di The Avengers: d'altronde, ci sono registi che dopo aver finito di girare un blockbuster da 200 milioni di dollari di budget se ne vanno in vacanza alle Barbados, altri si rilassano lavorando a un altro lungometraggio. Questione di stili di vita.

Dato che Whedon, oltre a dirigere The Avengers 2 si occuperà di supervisionare tutte le operazioni collegate alla Fase Due dell'Universo Cinematografico della Marvel, ogni intervista finisce per virare in direzione Iron Man e soci. Dopo il suo commento circa il coinvolgimento, ancora ufficioso, di James Gunn alla regia dei Guardiani della Galassia, il filmmaker illustra ulteriormente il suo coinvolgimento nei piani futuri dei Marvel Studios. Specificando che non agirà di certo come un tiranno:

"Ci sono delle persone dotate d'incredibile talento che stanno scrivendo e girando questi film e non voglio certo essere il tizio temuto da tutti loro, non voglio entrare in una stanza e dire (Whedon simula un pomposo accento britannico) "Oh, io ho il potere di dire cambiate questa cosa!". Non sono quel genere di persona."

Whedon fa poi presumere che la strada che intraprenderanno gli eroi di The Avengers 2 sarà abbastanza tortuosa:

"La creazione della squadra non da vita a un happy ending, ma al principio di qualcosa che è complesso e difficoltoso, e ora devo scavare un po' più in profondità. E forse, mentre scavo, dovrò anche rigirare il coltello nella ferita. Una cosa davvero eccitante per me. E' ancora tutto nelle fasi iniziali di sviluppo della storia. Ma ci sto lavorando praticamente da un'ora prima che firmassi il contratto. Sono letteralmente infuocato. E stiamo già lavorando duramente. Vorremmo tutti evitare la fretta della prima volta."

Ma da Toronto arriva anche la dichiarazione di un altro nome collegato all'Universo Cinematografico della Marvel. Parliamo di colei che da vita sul grande schermo a Pepper Potts, ovvero Gwyneth Paltrow. L'attrice, in Canada per presentare Thanks For Sharing dove ha ritrovato il "Vendicatore" Mark Ruffalo (Hulk), afferma di non essere del tutto certa di riprendere il ruolo di Pepper in futuro:

"Ho appena finito di lavorare a Iron Man 3 che è tutto azione e effetti speciali. Girare qualcosa di estremamente più piccolo, divertente e emozionante come Thanks for Sharing è stato grandioso. Circa The Avengers 2, non saprei, sto diventando troppo vecchia per queste cose, se capite quello che voglio dire."

Prima del sequel di The Avengers (1 maggio 2015) arriveranno al cinema Iron Man 3 (3 maggio 2013 negli USA), Thor: the Dark World (8 novembre 2013), Captain America: the Winter Soldier (4 aprile 2014) e Guardians of the Galaxy (1 maggio 2014). Anche Ant-Man, annunciato al Comic-Con, potrebbe uscire prima del nuovo crossover.


Messaggio modificato da veu il 11/9/2012, 22:41


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 12/9/2012, 9:02
Messaggio #40


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




CITAZIONE (veu @ 11/9/2012, 22:40) *
"La creazione della squadra non da vita a un happy ending, ma al principio di qualcosa che è complesso e difficoltoso, e ora devo scavare un po' più in profondità. E forse, mentre scavo, dovrò anche rigirare il coltello nella ferita. Una cosa davvero eccitante per me. E' ancora tutto nelle fasi iniziali di sviluppo della storia. Ma ci sto lavorando praticamente da un'ora prima che firmassi il contratto. Sono letteralmente infuocato. E stiamo già lavorando duramente. Vorremmo tutti evitare la fretta della prima volta."


chissà cosa succederà all'interno del super gruppo shifty.gif


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 13/9/2012, 19:01
Messaggio #41


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Secondo noi qualche colpo di scena.

News:

Da Badtaste:

Joss Whedon aggiorna ancora su The Avengers 2

Joss Whedon, da Toronto, continua a rilasciare delle stuzzicanti dichiarazioni sulla Fase Due dell'Universo Cinematografico della Marvel e su The Avengers 2.

Dopo l'aggiornamento di un paio di giorni fa, il regista affronta, dalle pagine dell'Huffington Post, il tema della libertà creativa guadagnata sul campo di battaglia:

"Ormai c'è un certo livello di fiducia. Sapete, io e Kevin Feige abbiamo sempre avuto un profondo rispetto reciproco e sul primo film ha fornito un sacco di supporto. Ma c'erano sempre degli aspetti per cui lui diceva "Mmmmh, non ci pare che possa andare". Adesso penso che si trovi più in una posizione per cui pensa "Mmmm, a noi pare che non possa funzionare, ma pensiamo che tu possa farlo".

Dobbiamo specificare come la risposta data da Whedon abbia svicolatato fuoribordo tutto a mancina la parte iniziale del quesito incentrata sulle voci secondo le quali l'Agente Coulson tornerà nei panni di Visione.

Ma come si tradurrà tutta questa libertà? Per spiegare e circostanziare meglio, Joss Whedon cita un'eroina Marvel che difficilmente vedremo sul grande schermo:

"Naturalmente questo non significa che lasceranno correre qualsiasi cosa e che io andrò a inserire i Great Lake Avengers e Squirrel Girl e che voi amerete tutto ciò. Devono crederci. E io voglio fare il film che vogliono loro. E così sarà davvero grandioso. Stiamo già avendo delle chiacchierate all'insegna del "E se fosse così? O magarì così? Pensavo che sarebbe divertente se accadesse che....oooh! ooooooh!". Ormai c'è un elevatissimo livello di fiducia reciproca, ma come accade sempre con ogni valido studio o produttore non è che ti viene consegnato un pass con accesso a tutte le aree."


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Donald Duck
messaggio 13/9/2012, 19:48
Messaggio #42


Time Lord
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 16.917
Thanks: *
Iscritto il: 1/11/2008
Da: Bari




Ahahah Squirrel Girl? Magari potrebbe fare una piccola comparsa! laugh.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 13/9/2012, 20:31
Messaggio #43


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Chissà... al momento è esclusa comunque.

Certo che se la linea di giocattoli dedicata a All Winner Squad (di cui Squirrell Girl fa parte) che sarà lanciata in autunno, e che è già in corso una webserie, farà successo potrebbero anche includerla in qualche film, ma ora come ora ci sono supereroi e supereroine più famosi da portare sul grande schermo. Al momento le candidate più probabili tra le supereroine e che i fans vogliono più vedere al cinema sono Wasp, Ms Marvel e Scarlet Witch (Gamora è già confermata nei Guardiani della Galassia e Medusa e Crystal sicuramente ci saranno negli Inumani quando li faranno)...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scissorhands
messaggio 21/9/2012, 23:32
Messaggio #44


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 7.317
Thanks: *
Iscritto il: 18/12/2006
Da: Campobasso/Angers




Joss Whedon Talks AVENGERS 2, Says He “Desperately Wanted to Say More About These Characters”
by Dave Trumbore Posted: September 19th, 2012 at 5:57 pm



You would think that saying “yes” to returning to direct The Avengers 2 would have come easily to Joss Whedon and you wouldn’t be wrong. But the fan-favorite director of the year’s biggest film did have to mull over the decision a bit before finally accepting. Not that it was a difficult task to turn down gazillions of dollars. But Whedon still seems to carry a chip on his shoulder about past failures that fell by the wayside through no fault of his own. The success of The Avengers was a huge step in giving Whedon creative freedom going forward and it appears as if he’s ready to put his signature mark on the franchise with The Avengers 2. Hit the jump to read comments from Whedon himself on accepting the director’s chair again.

Whedon recently did a number of interviews in which he commented on his thought process on returning to direct The Avengers 2. The first film was certainly a trial for him. NME quotes him as saying that The Avengers was, “an enormous amount of work telling what is ultimately somebody else’s story.” But Whedon seems a bit more enthusiastic and optimistic about the sequel, saying:

“Avengers 2, it wasn’t a tough decision. For a long time I thought, ‘Well, it’s just not going to happen’, [but] when I actually started to consider it, it became so clear that I desperately wanted to say more about these characters.

“It would’ve been an easy no and it was a spectacularly easy yes. There was no wrestling. Either scenario was delightful. It was a win-win, but I’m very excited about it.”

In another interview with CoCreate, Whedon shared an amusing anecdote about his decision making process when presented with the opportunity to return for The Avengers 2:

“There’s a business aspect to it and I would be disingenuous not to say that, but the question for me is, Do I have another story to tell about these people? So we worked on the business side of it and I didn’t think it was going to happen–I was like ‘I’m never going to do this again.’ But once they worked on the business aspect of it I thought that seems fair and cool, so, the question was, Do I have another thing to say? I was in London and I went to a pub and had some fish and chips and a pint and started writing in my notebook. I’m writing if I was going to do this what would I say and 40 minutes later I filled the notebook. So I text my agent and said to make the deal. I’m so in love with that universe and the characters and they way they were played and I have so much more I want to do with them. I know I can’t match the success of the first one but I can try to make a better film and that’s what I’m excited about, that’s the new room of fear I’m entering now.”

The Avengers 2 hits theaters May 1st, 2015.

http://collider.com/joss-whedon-avengers-2-quotes/196785/


User's Signature


thanks to giagia
Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 22/9/2012, 16:26
Messaggio #45


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




News:

Da Badtaste:

Louis d'Esposito parla del sequel di Avengers e di Thanos

Louis d'Esposito, intervistato dal magazine spagnolo Cinèpremiere, ha ulteriormente ribadito che in The Avengers 2 potremmo vedere qualche faccia nuova:

Ne abbiamo già discussso e credo che in The Avengers 2 ci saranno nuovi personaggi. Al momento siamo impegnati con la Fase 2, e in particolare con Iron Man 3, Thor: The Dark World e Captain America: The Winter Soldier. Siamo ritornati su questi franchise per espanderli, ma sono quasi certo che The Avengers 2 avrà un paio di facce nuove.

In fase di pre-produzione vagliamo una serie di storie e personaggi da poter sfruttare. Dopodichè ne scegliamo uno soddisfacente. Non c'è una formula segreta. Come ben sapete ci sono tanti eroi che vorremmo vedere sul grande schermo - come Pantera Nera, Pugno d'acciaio, Luke Cage, ma alcuni devono avere la priorità.

Quanto alla scena dopo i titoli di coda, il produttore ha dichiarato:

Credo che la presenza di Thanos abbia incuriosito molto il pubblico. Alla fine di Iron Man, molti non sapevano chi fosse Nick Fury. Ci siamo interrogati su chi potesse servire a generare interesse negli spettatori, da dove partire per narrare loro delle storie.

Sebbene non sia certo il suo coinvolgimento nel sequel del film suI Vendicatori, qualche settimana fa il produttore Kevien Feige si è pronunciato molto sicuro sul fatto che Thanos abbia un ruolo principale nel film sui Guardiani della Galassia, diretto da James Gunn.

Per quanto riguarda The Avengers 2, CBN riporta che Thanos sarà indubbiamente uno dei villain del film, ma per il momento prendete la notizia con le pinze visto che si tratta di semplici rumour.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------

Da Badtaste:

Joss Whedon era indeciso se dirigere il sequel di The Avengers!

Joss Whedon ha rilasciato una nuova intervista incentrata sul suo film shakespeariano Molto Rumore Per Nulla. Per l'ennesima volta, tutto ha deviato parzialmente in zona Marvel e il regista/sceneggiatore si è ritrovato a parlare della sua riluttanza iniziale nell'accettare la regia di The Avengers 2.

Ecco le sue parole:

"C'è un aspetto finanziario molto importante che ruota attorno a questo film e sarei ingenuo a non ammettere una cosa del genere, ma la domanda che conta per me è "Ho un'altra storia da raccontare a queste persone?" per cui ci siamo ritrovati a lavorare all'aspetto economico della pellicola e sinceramente non pensavo che mi sarei nuovamente trovato a dirigerlo, continuavo a ripetermi "Non accadrà di nuovo". Una volta che la squadra aveva finito di delineare i vari aspetti economici del progetto, ho pensato che fosse una mossa giusta e mi sono ridomandato "Ho altro da dire?". Ero a Londra e così me ne sono andato in un pub a prendermi una pinta di birra e un po' di fish&chips e ho iniziato a scrivere sul mio quaderno degli appunti. Stavo scrivendo cosa avrei raccontato qualora avessi deciso di farlo e 40 minuti dopo avevo riempito tutte le pagine del notebook. Così ho chiamato il mio agente e gli ho detto d'intabulare l'accordo. Sono così innamorato di quest'univereso, dei suoi personaggi, del modo in cui vengono interpretati e voglio fare ancora molte cose con loro. So che forse non portò ripetere il successo della prima pellicola, ma posso provare a fare un film migliore. E questo che mi emoziona, un po' come il timore che provi quando entri in una stanza in cui non sei mai stato prima."


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 27/9/2012, 11:44
Messaggio #46


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtaste:

The Avengers: Jeff White parla di Hulk, New York e del sequel!

Come sapete, in Italia il Blu-Ray di The Avengers è disponibile da un mesetto in Home Video (abbiamo infatti recensito sia l'edizione steelbook che la versione 3D). Negli Stati Uniti il film deve ancora uscire in DVD e Blu-Ray, e così prosegue l'attività di promozione anche attraverso la diffusione di interviste e approfondimenti.

E' il caso di questa interessante roundtable con Jeff White, supervisore agli effetti visivi della Industrial Light & Magic (che potremmo rivedere tra qualche mese agli Oscar, se la Disney proporrà The Avengers per il premio ai migliori VFX), proposta dalla Disney ai lettori di BadTaste.it.

Nell'intervista scopriamo diversi retroscena sulla realizzazione del kolossal di Joss Whedon. White parla in particolare di Hulk, della costruzione di una New York digitale e della possibilità di lavorare al sequel:

Come avete lavorato con Mark Ruffalo per ottenere una performance convincente per Hulk?

Jeff White: La cosa bella è che abbiamo iniziato il nostro lavoro su di lui guardandolo parlare con Joss Whedon e cercando di registrare le sue espressioni facciali più comuni. Poi ha passato la giornata nella tuta da motion capture legata a un vecchio modello di Hulk. In questo modo poteva muoversi in giro e rendersi conto di come questo performance capture avrebbe funzionato alla fine. Penso che abbia avuto un po' di difficoltà i primi giorni sul set: tutti indossavano quei costumi fichi, e lui invece indossava quella tuta grigia in spandex. Sulla sua testa aveva una tiara che utilizzavamo per registrare i movimenti del capo, e poi aveva molti puntini sul viso per le espressioni. Penso sia stata una esperienza molto complicata per lui, ma una volta che si è abituato la cosa ha iniziato a funzionare alla grande. Ha iniziato a sentirsi a suo agio, e così intorno a ottobre avevamo le specifiche della performance di Hulk pronte. Poi è tornato in Islanda con Joss e hanno registrato l'intera performance in motion capture, con le due cineprese sulla testa: la parte più scomoda. Ma a quel punto era già abituato a quel tipo di processo.

Quello che è interessante è che, come spesso capita con i lavori in motion capture, dal set non provenivano molte foto di Mark. Anche quando il film iniziava ad avviarsi verso la fine della produzione, Hulk è stata una delle ultime cose che avete terminato, giusto?

Jeff White: Lo è stata. Nel senso: ogni inquadratura è stata un work in progress fino alla fine della post-produzione. Spesso mi chiedono quanto ci abbiamo messo a creare Hulk. La verità è che siamo andati avanti a lavorarci fino alla fine perché anche se lo sviluppo iniziale è durato circa sei mesi, intendo il processo di creazione del personaggio, alla fine ogni volta che inserivamo Hulk in una inquadratura non ci piaceva. Per esempio: mettiamo che ci fosse una inquadratura dove lui è girato e la cinepresa è posta in alto. La sua spalla è enorme. Sembra una specie di zucca, mentre la sua testa è piccolina. Così per ogni inquadratura dovevamo rimettere mano per far sì che le proporzioni risultassero corrette. Ma penso che una delle cose più divertenti sia stata… sapete che Mark ha lavorato a moltissimi film, molti dei quali indipendenti, mentre questo è un grosso kolossal ad alto budget pieno di effetti visivi… e lui cercava di rendere la cosa in qualche modo "naturale". E ce l'ha fatta. Una volta che si è sentito a suo agio, e che ha potuto sguinzagliare a pieno la sua performance, penso che il risultato sia stato il meglio che potessimo sperare. Joss ha lavorato molto da vicino con gli animatori, perché si tratta di un processo che va controllato da vicino. Per esempio, le proporzioni del volto di Hulk sono molto superiori a quelle di Mark. Quindi non si trattava di sostituire inquadratura dopo inquadratura Mark con Hulk, ma ogni volta dovevamo chiederci: cosa succederà quando metteremo Hulk? E quando lo illumineremo?

Parlando di differenze tra i vari Hulk… sappiamo tutti che Hulk è stato portato sullo schermo altre volte - cosa non vedevate l'ora di cambiare nella resa del personaggio? E quanto è stato importante per voi metterci del vostro?

Jeff White: Eravamo molto soddisfatti dei previs iniziali perché Josh aveva capito subito il tipo di performance che il pubblico voleva che Hulk eseguisse. Per quanto ci riguarda, abbiamo sviluppato moltissimo il lato tecnologico del personaggio, sia per quanto riguarda il performance capture che il rendering e la simulazione muscolare. Per cui dal nostro punto di vista è stata una occasione per mettere in campo tutte le nostre capacità e le nostre conoscenze. Il mio background è come technical director dei personaggi, quindi sono molto esperto nel rigging, nella simulazione e nell'anatomia, quindi potete immaginare come da questo punto di vista non vedessi l'ora di risolvere i vari problemi che mi avrebbe dato Hulk. In realtà ero la persona più preoccupata a riguardo, ma quando abbiamo visto i primi progetti e abbiamo sovrapposto uno scan desaturato alla figura di Mark Ruffalo, ci siamo resi conto di avere una serie di obiettivi molto tangibili da raggiungere per rendere questo Hulk diverso dai precedenti.

Joss Whedon aveva una idea molto precisa dell'Hulk che voleva ottenere, o vi ha fornito solo qualche suggerimento?

Jeff White: Avevano lavorato con il loro art department giù a Los Angeles, e avevano prodotto alcuni progetti. Noi abbiamo iniziato basandoci su un artwork, una maquette (una statuetta) - una base perfetta sulla quale iniziare. Ma ci sono sempre molti problemi e molte domande a cui trovare delle risposte quando si traduce in 3D e si mette sul grande schermo una maquette come quella. E' per questo che è importante coinvolgere il regista in questo processo, almeno secondo me. Fortunatamente ci siamo basati su una serie di ottime decisioni di design operate da Joss in termini di struttura del corpo e permettendoci di mettere del pelo sul suo corpo. I fan avrebbero potuto reagire davvero male a una immagine di Hulk con del pelo addosso. Se zoomate sull'immagine del suo occhio, vedrete molti dettagli, inclusi dei peletti sul naso. Penso che sia questo a dare molta credibilità al personaggio. Nei previs, poi, avevamo visto che ci sarebbero stati dei primi piani dei piedi, della faccia, delle mani. Quindi abbiamo deciso di non lasciare meno dettagliata alcuna parte del suo corpo. Lo abbiamo costruito dalla testa ai piedi in modo che ogni parte del suo corpo potesse reggere a un primissimo piano.

Con un personaggio come Hulk le proporzioni dell'attore vengono ingigantite, ovviamente. E' ancora un problema, come lo era una volta, in termini di adattare il fisico dell'attore a un personaggio così diverso fisicamente? E come si riflette tutto questo sulla performance dell'attore?

Jeff White: E' proprio in questi casi che si deve pensare all'animazione, è proprio grazie al lavoro degli animatori che viene risolto tutto quanto. I dati del motion capture sono un'ottima base sulla quale partire. E' grazie al motion capture che si ottengono molte delle idiosincrasie della performance e quel genere di cose che si tende a non mettere nell'animazione key frame: rende tutto più confuso in maniera molto organica e naturale. Ma non ci si può limitare ad applicare il movimento e la velocità di Mark Ruffalo su Hulk. Abbiamo cercato di trovare la proporzione giusta ingrandendo il volume di un corpo normale verso le dimensioni di Hulk, si tratta di qualcosa tra i 500 e i 700 chili. Sappiamo quanto velocemente si dovrebbe muovere e fermare un essere umano tra i 50 e i 130 chili, ed è molto diverso. E' proprio per questo che utilizziamo la performance dell'attore come base, specialmente per il volto. Ma ci sono cose che non potevamo fare con il motion capture, come saltare da un edificio all'altro: Mark non era in grado di mimare un salto simile. Ecco quindi che in quei casi l'animazione key frame arrivava al 100%.

Che tipo di consigli avete dato a Mark in modo da lavorare a scene come quella?

Jeff White: Gli davamo oggetti di scena con i quali esercitarsi. Per preparare la scena in cui colpisce ripetutamente Loki, gli abbiamo dato un grosso sacco pieno di sacchetti di noccioline. In generale pensiamo che sia meglio lasciar fare all'attore quello che ritiene giusto, soprattutto perché durante questi esercizi otteniamo degli ottimi riferimenti per quanto riguarda l'interpretazione facciale. Passiamo moltissimo tempo a studiare come, mentre si arrabbia sempre di più, si modificano le sue guance e come si schiariscono mentre la pelle si comprime. Questo genere di cose è oro per noi, come potete immaginare. Prendiamo queste informazioni e le incorporiamo nella realizzazione di Hulk. Siccome spesso prendiamo i dati del motion capture registrati in un momento e li utilizziamo in modo diverso nell'inquadratura, preferiamo lasciare libertà d'interpretazione all'attore, in modo da ottenere la miglior performance. Poi abbiamo degli oggetti di scena con cui interagiscono gli altri attori: quando Hulk regge Thor, sul set avevamo queste enormi mani di gommapiuma. Avevamo anche una controfigura, si chiama Troy ed è gigante, sul set lo posizionavamo sopra una piattaforma in modo che potesse muoversi. Era ottimo per simulare la linea dello sguardo. Avevamo anche un Hulk "da spalla" che Mark poteva indossare che posizionava la testa all'altezza giusta, perché è veramente un grosso problema comporre le inquadratura con una simile creatura nell'immagine. Gli operatori di macchina passavano il tempo a cercare di capire dove si sarebbe trovato Thor e come dovevano inquadrarlo per far vedere Hulk nella posizione che volevamo noi.


Quanto è stato lungo il processo di realizzazione?

Jeff White: Mano a mano che la lavorazione procedeva siamo diventati sempre più veloci a realizzare le inquadrature. Pian piano imparavamo moltissimo su questo processo, su come illuminarlo e come farlo sembrare credibile. Una delle cose più interessanti è il fatto che in un primo momento gestivamo la cosa con il nostro classico approccio nella direzione artistica dell'illuminazione, un metodo molto stilizzato. Il problema è che appariva molto finto sbucava fuori dall'immagine. Alla fine, per far sì che apparisse come gli altri Avengers, abbiamo dovuto appiattire l'illuminazione.

Per serie televisive con attori dal vivo le tempistiche sono relativamente brevi, ma per i Simpson la produzione dura un intero anno. [Per una eventuale serie tv di Hulk] viene da pensare che sarebbe necessario seguire il modello dell'animazione, pur avendo stabilito uno standard per Hulk. Non penso che il pubblico vorrebbe più vedere un Hulk meno realistico o fisicamente veritiero come quello creato per questo film.

Jeff White: Già. No, penso che sarebbe una delle sfide più difficili nel fare una serie tv con Hulk. C'è di mezzo l'animazione, la simulazione e il ritocco finale a mano. E penso che l'aspetto che ci ha fatto perdere più tempo sia stato tutto il lavoro facciale: rendere gli occhi realistici e vedere quanto poi cambiano quando li illumini. Una volta iniziata l'animazione abbiamo provato il prima possibile a inserire una illuminazione, come per la scena nell'interno dell'Helicarrier. Un render normale ti mostra Hulk, puoi vedere tutto ed è molto chiaro. Poi inserisci il modello dentro quella ambientazione e non vedi nulla. I suoi occhi… ci hanno dato moltissimi problemi a causa del sopracciglio. Tutta la luce dall'altro veniva oscurata da questo sopracciglio, e così abbiamo dovuto mettere mano ai piccoli dettagli delle luci nei suoi occhi, fortunatamente eravamo in grado di stabilire dove ciascuna delle alteluci sull'occhio sarebbe andata. E' questo crea una bella differenza quando si cerca di stabilire la linea dello sguardo.

Le fotocamere con cui avete ripreso New York erano più di 100, posizionate dagli operatori su differenti livelli. Ero curioso di sapere come lo avete fatto. Siete saliti sui tetti? Come funzionano queste fotocamere? Immagino siano costose.

Jeff White: No no, sono fotocamere acquistabili da chiunque. Sono Canon 1Ds Mark IIIs, quindi di fascia alta ma comunque acquistabili da chiunque. E poi avevamo una attrezzatura speciale nella quale inserire il braccio: premendo, scattava automaticamente in varie direzioni. Quando dovevamo trovarci sul lato di un edificio, invece, utilizzavamo un controller computerizzato. Premendo GO iniziava a scattare immagini a 360 gradi che ci permettevano di lavorare a inquadrature come quelle in cima ai tetti. Era la parte più difficile. Ma anche trovare le giuste illuminazioni nello stesso momento della giornata per ambientazioni diverse era difficili. Se eravamo all'uscita di un viadotto su Park Avenue, facevamo un lato una mattina, poi andavamo da qualche altra parte e facevamo l'altro lato il giorno successivo alla stessa ora, e devi sperare che il tempo sia lo stesso. Quindi si è trattato di un processo molto lungo lo scattare tutte quelle immagini, anche se comunque abbiamo utilizzato fotocamere comuni.

Quante immagini realizzate a New York City potrebbero essere utilizzate del sequel del film?

Jeff White: Dipende se sarà ambientato a New York City. Nel caso avessero voluto girare ulteriori scene con l'Helicarrier, noi glielo potevamo fornire subito perché ormai lo abbiamo costruito. Abbiamo anche una versione distrutta: se volessero usare l'Helicarrier ancora in futuro potremmo farci molte cose. E l'Helicarrier è stato molto divertente: per le scene in aria era totalmente in CGI, mentre per le scene a terra abbiamo utilizzato un aeroporto in New Mexico. C'era una pista con il suo logo, e alcuni container che dovevano rappresentare la torre di controllo. Alla fine quel pezzettino era l'unica parte reale dell'Helicarrier. Ma il fatto che un pezzo di pista fosse reale ci ha aiutato moltissimo a rendere realistico tutto il resto. Ci serviva per capire il livello di realismo che avevamo raggiunto. Sono tutti elementi che potremmo riutilizzare in futuro.

Sembra che Iron Man sia stato modificato ad ogni sua comparsa sul grande schermo. Pensate che Hulk e l'Helicarrier subiranno gli stessi cambiamenti nel prossimo episodio?

Jeff White: Ovviamente speriamo che Mark Ruffalo torni nel sequel perché altrimenti Hulk cambierebbe tantissimo. Ma anche se siamo arrivati a un livello di realismo molto elevato con Hulk, potremmo ancora fare diversi passi avanti, miglioramenti da apportare. La cosa buona è che abbiamo un'ottima base da cui partire, ora. Possiamo continuare a migliorare il suo aspetto e la sua resa. Per quanto riguarda l'Helicarrier, sono sicuro che potremmo migliorarlo molto. E' una di quelle cose che riesci a fare per il primo film e che poi puoi migliorare per il successivo.

Se in questo momento doveste rimettere mano a Hulk per migliorarlo, quali parti modifichereste?

Jeff White: I capelli e i peli sono stati una delle parti più difficili da realizzare, in particolare i capelli e il modo in cui venivano in ogni inquadratura. Penso che potremmo migliorare moltissimo la simulazione dei capelli, della pelle e dei muscoli sottopelle. Si tratta sempre del livello di dettaglio a cui possiamo arrivare. Alcune delle scene sono state davvero difficili da realizzare, soprattutto dove il sudore inizia a dare un effetto plasticoso e cose di questo tipo. Quindi iniziando a lavorare dalla base che abbiamo ora potremmo raggiungere il livello di dettaglio che avremmo desiderato raggiungere in alcuni primissimi piani, come i piccoli sputacchi sulla pelle e altre cose che vedevamo nelle foto di riferimento ma che non avevamo tempo di realizzare. Sarebbe davvero ottimo avere una nuova opportunità per migliorare il nostro lavoro.

Qual è stata l'inquadratura più difficile da realizzare?

Jeff White: Assolutamente il breve piano sequenza che ci mostra uno dopo l'altro i Vendicatori in azione a New York. Era nel previs originale e sapevamo che sarebbe stata difficilissima. Le inquadrature di base sulle quali dovevamo lavorare erano quelle di Vedova Nera sull'astronavicella aliena, Occhio di Falco in cima al tetto e Thor che colpiva i tizi con il martello alla fine. Noi abbiamo dovuto creare tutto il resto, incluso Captain America, perché la sua scena l'avevamo girata, ma il movimento di macchina era troppo lento e spegneva l'intera sequenza. La cosa veramente difficile di quella sequenza era mantenere alta la tensione e il movimento. Persino per Occhio di Falco avevano costruito un set sull'angolo dell'edificio, ma il movimento di macchina risultava rallentato, così abbiamo rimpiazzato l'intero set con la cima di un edificio in computer grafica, inserendo poi lui in rotoscope. Abbiamo lavorato a quella scena fin dall'inizio, e l'abbiamo terminata l'ultimo giorno di lavorazione. Guardando il making of di quella scena vi renderete conto di quanto poco ci sia di girato realmente, e quanto questo sia diverso nella versione finale. E' stata una bella inquadratura da realizzare perché ci ha permesso di inserire tutto quello che avevamo costruito di New York: le auto distrutte, il fuoco, le esplosioni. E' stato divertentissimo.

Ci sono aspetti tecnici della realizzazione di un film per le quali si formano aspettative, e altri che non si aspetta nessuno e che quando vengono raggiunti risultano veramente spettacolari al cinema. Quali vi danno maggiore soddisfazione?

Jeff White: Ovviamente Hulk appartiene al primo esempio, ma la cosa bella di lavorare a New York è che nessuno ne parlava, e questo per noi è stato un grande risultato in termini di realismo raggiunto. Dovevamo assicurarci che i semafori funzionassero, e che tutti i dettagli fossero perfetti, in modo da rendere New York credibile. Volevamo che la gente non ci pensasse nemmeno. Sapevamo che tutti quanti si sarebbero messi a giudicare il nostro lavoro su Hulk. Quando il primo film è uscito e tutti hanno parlato positivamente di Hulk, abbiamo tirato un sospiro di sollievo: potevano criticare vari aspetti, e invece è andata bene.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 27/9/2012, 19:52
Messaggio #47


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.966
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Rumor:

In Avengers 2 ci saranno almeno due nuovi eroi tra le fila del supergruppo.

Da Roger Wardell Twitter:

Marvel is keen on atleast 2 new heroes joining in Avengers 2.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 7/10/2012, 9:49
Messaggio #48


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




E' il Daily Mail a lanciare la bomba: Ms. Marvel potrebbe essere nel sequel di The Avengers.
In un articolo comparso sul giornale inglese, infatti, viene menzionata una notizia di casting:

Le attrici inglesi Emily Blunt e Ruth Wilson si trovano in uno scontro testa a testa per il nuovo ruolo più ambito dalle star di Hollywood. Emily, star di The Young Victoria, e Ruth, comparsa in Luther, sono entrambe in lizza per interpretare la supereroina Ms Marvel in Avengers 2, il sequel di The Avengers.

Ovviamente questo è e rimane un rumour, almeno finchè non arriverà una qualche conferma. Ms Marvel comparve la prima volta nei fumetti della Marvel nel 1968, quando veniva ferita nell'esplosione di uno strumento dei Kree. Il suo DNA si fondeva con quello di Captain Marvel, ottenendo superpoteri.
Il fatto che venga menzionata Emily Blunt confermerebbe la convinzione dei Marvel Studios a dare un ruolo all'attrice in un film dell'Universo Cinematografico: doveva infatti interpretare Vedova Nera, ma impegni con la 20th Century Fox glielo hanno impedito.
Vi terremo aggiornati...
Prima del sequel di The Avengers (1 maggio 2015) arriveranno al cinema Iron Man 3 (3 maggio 2013 negli USA), Thor: the Dark World (8 novembre 2013), Captain America: the Winter Soldier (4 aprile 2014) e Guardians of the Galaxy (1 maggio 2014). Anche Ant-Man, annunciato al Comic-Con, dovrebbe uscire prima del nuovo crossover.


da badtaste


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post

38 Pagine V  < 1 2 3 4 > » 
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 16/9/2019, 10:58