Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


2 Pagine V   1 2 >  
Reply to this topicStart new topic
> Tron Legacy, Disney Live Action
Beast
messaggio 29/12/2010, 12:20
Messaggio #1


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.073
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Oggi alle 15 lo vado a vedere, poi scriverò qualche riga di recensione stasera o al massimo domattina. Che emozione, è il film che quest'anno attendevo di più insieme a TS3. felicissimo.gif

Messaggio modificato da kekkomon il 23/1/2014, 18:51


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 29/12/2010, 12:22
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




Bene! allora aspetto la tua recensione wink.gif Saluto.gif


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Axel8
messaggio 29/12/2010, 14:03
Messaggio #3


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 939
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




Anche io oggi pomeriggio alle 17 lo andrò a vedere wink.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scissorhands
messaggio 29/12/2010, 22:39
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 7.317
Thanks: *
Iscritto il: 18/12/2006
Da: Campobasso/Angers




AlloraAlloraAllora?


User's Signature


thanks to giagia
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Axel8
messaggio 30/12/2010, 0:01
Messaggio #5


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 939
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




Allora, l'ho trovato un film bellissimo, effetti speciali mozzafiato e 3D ottimo! Ma innanzitutto le scene girate nel mondo reale erano in 2D, senza effetti 3D, per quanto riguarda il contenuto... Io almeno sento la mancanza di non aver visto il primo, e sento come la mancanza di qualcosa... In ogni caso consiglio a tutti di andarlo a vedere perché almeno una chance se la merita!
Voto: 8

Messaggio modificato da Axel8 il 30/12/2010, 0:04
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 30/12/2010, 12:45
Messaggio #6


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.073
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Eccomi finalmente! La recensione (o meglio il tentativo di recensire il film) contiene spoiler minori (che non lo sono per chi ha visto il trailer), quelli maggiori sono coperti.

Tron Legacy è un gran bel film, il cui pregio più grande, secondo me, è mantenere lo stesso spirito dell’originale. Mi spiegherò meglio tra poco.
I trailer associati al film sono: Cars 2, Pirati 4 (rende bene in 3D, soprattutto quando Penelope Cruz conficca la spada nella porta), Febbre da fieno, il teaser di Io sono il numero quattro (con logo Buena Vista International).
Saggiamente, un cartello ad inizio film avvisa che non tutta la proiezione sarà in 3D. Per chi non lo sapesse, infatti, gli spezzoni nel mondo reale non sono in stereoscopia, imitando così l’effetto bianco/nero - colore del Mago di Oz.
Il logo Walt Disney Pictures lascia a bocca aperta e fa presagire un film-evento, la Disney è infatti solita modificare il logo del castello solo per i film che ritiene storici e questa cosa non accadeva dal 2006 (Pirati 2).
Vengo quindi a parlare della storia: come già molti critici hanno sottolineato, non brilla per originalità, intreccio o suspence (in questo è molto distante da Inception, per fare un esempio recente), la trovo comunque migliore del tanto decantato Avatar. Non mancano momenti di riflessione e le rare battute comiche sono azzeccate.
Ciò che è invece assente (e si avverte pesantemente) sono il pathos e l’empatia verso i personaggi, come risultato il film risulta un po’ freddo. La mancanza di pathos è secondo me dovuta all’inesperienza del regista e degli sceneggiatori. L’esempio principe è la scena in cui l’ascensore con dentro i tre protagonisti precipita: è ovvio fin dal principio che non si sfracelleranno al suolo e non c’è neppure la spettacolarità di un salvataggio incredibile. L’intera scena non suscita perciò alcuna emozione forte. La difficoltà ad empatizzare con i personaggi è probabilmente dovuta alla non riuscita tecnica del personaggio di Clu (ne parlo più avanti).
Ciò che invece mi ha più affascinato è stata la capacità di trattare (sebbene solo superficialmente) temi informatici di grande rilevanza, come l’open source. Si parla inoltre del concetto di perfezione, di migliorare la vita quotidiana, di far compiere all’umanità passi in avanti in scienza e medicina. E così come il Tron del 1982 non risultava del tutto comprensibile al pubblico ed è stato profetico in alcune innovazioni informatiche, anche Legacy ci presenta incredibili prospettive future che ho faticato a comprendere (mi riferisco alle ISO). In questo la continuità con il primo film è stata ottima.
Si ricordi che si tratta pur sempre di un sequel, perciò chi non ha visto il primo potrebbe non apprezzare al meglio alcuni dettagli; detto questo il film è godibilissimo per tutti. Nel film sono parecchi gli omaggi all’originale; tanto per citarne uno, chi di voi si ricorda la porta di ingresso del palazzo della Encom? Una differenza spiazzante rispetto al primo film è rappresentata dal personaggio di Kevin Flynn, che nel corso dei 20 anni trascorsi nel computer ha totalmente cambiato carattere, da scherzoso e gioviale a cultore zen.
Jeff Bridges rimane una colonna portante del film, mentre si inseriscono benissimo Garrett Hedlund e Olivia Wilde. A mio giudizio meno incisivo del solito Michael Sheen, nel breve ruolo di Castor; anzi, l’intera scena dell’End of Line Club mi è parsa un po’ inutile.
Ho già detto tanto, ma ancora non ho parlato del fattore più affascinante di Tron Legacy: l’aspetto visivo. Tron ci porta in un nuovo mondo, non meno meraviglioso di Pandora, letteralmente sbalorditivo. Ho amato alla follia tutto il design del film, ed in particolare la casa-rifugio di Flynn. Fin dalle prime scene dei giochi dei Dischi e dei Lightcycle si rimane veramente entusiasti. Un plauso a chi ha creato tutti i dispositivi presenti nel film ed anche ai costumisti. Eccezionale colonna sonora dei Daft Punk.
Sempre sul piano tecnico si deve però prendere atto del più grande fallimento di Tron (peraltro ammesso anche dal regista), quella che forse era anche la sua più grande sfida: il volto ringiovanito di 20 anni di Jeff Bridges non è credibile, e questo è un impedimento enorme sia per il prologo in cui viene menomato il rapporto padre-figlio, ma soprattutto perché quello è il volto del villain, e se il cattivo non riesce a convincere c’è qualche problema.
Riguardo agli Oscar, proprio per questa mancanza, credo che gli effetti speciali andranno ad Inception, così come la fotografia. Credo però che Tron meriti almeno un paio di premi tecnici, ad esempio quelli del sonoro.
Ho trovato il 3D (tecnologia Master Image) abbastanza inutile, nel senso che non ho avvertito lo stacco tra mondo reale e virtuale.
Molto ben costruita la scena finale. A mio parere Tron Legacy necessita fortemente un sequel, per più motivi. Primo, perché alcuni fatti restano ambigui (es. a che scopo citare il figlio di Dillinger per non farlo più comparire?, Tron è morto oppure no?). Secondo, perché lo scopo del film è portare un certo personaggio nel mondo reale affinché possa compiere una rivoluzione benefica, ma non è spiegato di che genere, quindi resta la voglia di capire cosa e come accadrà. Si potrebbe dire che senza un proseguimento il fine più profondo del film resta inespresso. La Legacy del sottotitolo non è tanto l’eredità del primo film, quanto l’eredità che questo film lascia al successivo.
Le possibilità di vedere un sequel sono secondo me appese a un filo. Negli Usa faticherà ad arrivare ai 150 milioni, all’estero non sembra avere le gambe per poter raggiungere i 500 milioni complessivi. Ritengo che il futuro del franchise dipenderà principalmente dalle vendite del merchandising.
Perché questo basso successo? Oltre alla scarsa credibilità di Clu, di cui ho già detto, bisogna tener conto che questo film non è commerciale quanto Avatar né può contare su grandi nomi come Inception. Inoltre, ci vuole un po’ troppo tempo prima di entrare nella rete e manca un grande scontro finale.

In conclusione, è il miglior live-action Disney dell’anno, migliorabile ma già così entusiasmente.

Voto: 8,5


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 30/12/2010, 13:44
Messaggio #7


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.073
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Sono andato in giro a leggere qualche recensione (cosa che non faccio mai prima di vedere un film) e vorrei aggiungere qualcosa alla mia.

Innanzitutto sono in totale disaccordo con le critiche mosse da Cineblog e Badtaste. Condivido solamente il pensiero che i personaggi ed i loro rapporti potessero essere approfonditi meglio.

I fan sono invece rimasti spiazzati da alcuni interrogativi essenziali sul mondo virtuale che rimangono senza risposta, ad esempio com'è possibile che Sam sanguini o che Flynn invecchi. In effetti non sono contraddizioni di poco conto, ma il 99% degli spettatori non se ne accorgerà nemmeno.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
nunval
messaggio 30/12/2010, 14:08
Messaggio #8


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 6.863
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Aversa (CE)




Io avevo visto il film in anteprima qualche settimana fa. Comunque secondo me Sam sanguina perchè è un umano (ed è anche da questo che se ne accorgono) e Flynn è invecchiato per lo stesso motivo. Anche se nel mondo virtuale non si dovrebbe invecchiare, il corpo segue sempre le sue leggi....
Comunque bel film davvero, 3d inutile a mio avviso (toglie anche troppa luminosità ai già scuri colori) vedetelo su pellicola se possibile ma non perdetelo!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 30/12/2010, 16:38
Messaggio #9


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




Grazie Marco per l'ottima recensione clapclap.gif Saluto.gif
ho cercato di evitare gli spoiler wink.gif mi sto appassionando .... spero di poterlo vedere anche io al cinema


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Zio Paperone
messaggio 31/12/2010, 12:34
Messaggio #10


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.341
Thanks: *
Iscritto il: 12/8/2010




Per chi l'ha visto i trailer abbinati della concorenza quali erano?
Go to the top of the page
 
+Quote Post
giagia
messaggio 3/1/2011, 1:33
Messaggio #11


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.383
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Roma (RM)




è una cosa davvero molto brutta quando ad una forte attesa corrisponde una forte delusione. Altrettanto brutta è la realtà che oggi a prendere le decisioni sui film è più il reparto marketing che il reparto artistico. Ho conosciuto Tron da adulto, quando entrambe abbiamo compiuto 20 anni (sono nato nell'82, stesso anno del primo film), ma, non ostante la grafica arcaica mi piacque quel mondo pieno di luci e colori, nonché le trovate geniali come la fonte d'energia o il byte, sebbene l'atmosfera all'interno del computer fosse, giustamente, irrespirabile i personaggi, sia buoni che cattivi, erano caratterizzati bene. Sark era teatrale nella sua cattiveria, Tron eroico e Flynn cinico, ma umano. Un sequel si è fatto aspettare 30 anni e, una volta arrivato, ha messo su schermo un film molto scuro (spariti tutti i colori di Harrison Ellenshaw in cambio di un film in bianco (poco) e nero (tantissimo)). Un minimalismo abissale, quanto si vede è un restyling di quanto conoscevamo già dal primo film. E poi, voglio dire, nel primo film l'ingresso nel computer l'avevate costruito come un vero e proprio viaggio, con quella specie di tunnel e il cielo di nuvole in stile Tetris, qui vi potevate sbizzarrire proponendone una versione high-tech e invece che fate? luce abbagliante->buio->ci ritroviamo nel computer. E alla fine idem, buio e ci troviamo fuori. (oltretutto qui mi sono sentito ingannato perché all'anteprima avevano interrotto la sequenza proprio prima del viaggio nel computer, quindi mi stavo già pregustando la bellezza grafica del momento, un momento che semplicemente non c'è).
Il cattivo nella prima parte del film è costruito malissimo (non solo dal punto di vista tecnico, ma anche come strutturazione del personaggio). La guerra dei cloni già la conoscevamo e c'è ben poco d'innovativo (oltretutto Sam che si presenta con il cappuccio nero a falde larghe mi ha rimandato subito ad Anakin Skywalker del Capitolo III. Non si ride (Casper, o per meglio dire, la versione ariana del Joker di Tim Burton sotto stupefacenti, dovrebbe essere un personaggio comico? Cosa porta alla storia? Come già detto... inutile) e manca totalmente l'aspetto epico (battaglie tecnologicamente decenti, ma costruite malissimo, dopo la rappresentazione delle gare di Quidditch, dopo quelle epiche de Il Gladiatore, dopo i primi 3 episodi di Star Wars e dopo Matrix queste, a confonto, sono fatte davvero da cani) Altrettanto deludente è Quorra, peccato perché il tentativo di una caratterizzazione decente c'era, ma non ci hanno creduto fino in fondo. Oltretutto, lasciatemelo dire, se paragonata alla grazia e alla femminilità di Yori, Quorra è decisamente più volgare (il vestito in pelle che indossa alla fine parla da solo in termini di volgarità, nell'insieme mi è sembrata un personaggio come Mikaela Banes di Transformers: un bel passo indietro per quantro riguarda la rappresentazione e l'oggettificazione di un personaggio femminile). Di Sam nemmeno parlo essendo il personaggio strutturato (se possibile) peggio di Mutt Williams de Indiana Jones e il tempio di Cristallo, sempre in balia degli altri (nel mondo reale va al locale di Flynn perché invitato a farlo da Alan, nel computer va al Club perché Quorra glielo fa fare). Quanto al titolo, perchè chiamarlo Tron quando il personaggio non apporta cambiamenti radicali alla vicenda e compare tempo brevissimo (oltretutto non parlando, non mostrano mai il volto e muovendosi come un automa, roba che nemmeno il fantasma dei natali futuri di Dickens). A sto punto chiamatelo Clu. Della versione anziana di Flynn mi limito a dire che mi sembra un figlio dei fiori in pensione, strano che in tutto quella fantasia minimal barocca non abbiano messo, come commento musicale, una versione sintetizzata di Aquarius, quanto al finale ecco Mr. Bridges che diventa il Mosé/Charlton Heston di Cecil B. DeMille, ci mancava solo la voce solenne fuori campo che diceva "con questo disco tu compirai i miei miracoli", secondo il mio parere è davvero una scena da far ridere i polli) Insomma, sono proprio rimasto deluso su tutta la linea. L'inesperienza del regista è palese in ogni millimetro della pellicola. Penso che gli unici molto felici siano stati Jeff Bridges e Bruce Boxleitner i cui cachè non penso siano stati bassi. Come dicevo all'inizio dela recensione all'uscita del film mi sono detto "ulteriore riprova che alla Disney dovrebbero dare più spazio al reparto artistico e meno al reparto marketing, specie quando realizzano un film". Voto 2 (non gli do 0 spaccato perché la scena della vestizione di Sam è cmq decente).

Messaggio modificato da giagia il 8/1/2011, 12:56


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 3/1/2011, 13:29
Messaggio #12


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.557
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Grazie Giagia, giuro che fino ad ora ero combattuto se vederlo al cinema oppure no, ora grazie a te aspetto comodamente il noleggio in dvd...e intanto me lo guardo in streaming...Abbiamo i gusti uguali e non ho ragione di pensare che lo giudicherei diversamente da te...Thank you Saluto.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
giagia
messaggio 3/1/2011, 16:23
Messaggio #13


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.383
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Roma (RM)




Eh eh eh, capisco, ma non voglio influenzarti... almeno dal punto di vista visivo potrebbe piacerti (a me non ha sorpreso per niente)


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
PrinceEric
messaggio 3/1/2011, 21:43
Messaggio #14


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.996
Thanks: *
Iscritto il: 14/5/2008
Da: Toscana






Visto ieri sera...
Probabilmente lo spettacolo delle 0:55 non era il più adatto per questo film e non mi ha aiutato a mantenere costante la concentrazione, visto che Tron Legacy è un film decisamente criptico, o in termini spiccioli, un film in cui non si capisce una benemerita cippa!!

Il primo Tron, dell'82, è stato un film rivoluzionario, visionario, anticipatore di tendenze e tecnologie...e fu un semi-flop proprio a causa di una trama intricata e poco comprensibile...e dopo trent'anni Tron Legacy commette gl stessi errori del film precedente e ne aggiunge qualcuno in più.
Dal mio punto di vista la computer grafica di Tron (seppur oggi super arcaica) è più interessante di quella dark e psichedelica di Tron Legacy che, all'inizio ti stupisce ma che dopo un pò ti annoia.
Bello e coinvolgente il 3D ma, per fare un esempio, inferiore alla perfzione di quello di Avatar.

Come qualcuno ha già sottolineato, la sceneggiatura di Tron Legacy è molto debole in alcuni punti (confesso che un paio di volte ho rischiato di addormentarmi, così come Ariel one, che era con me) e complica ancora di più una storia di per sè MOLTO contorta e artefatta.
Se posso permettermi ho sempre pensato che il primo Tron fosse un film interessante, si, ma fondamentalmente trash...e questo sequel mi ha dato la stessa impressione: esseri umani che diventano programmi di un computer? Programmi che mangiano maiale arrosto seduti in una sala da pranzo minimal-barocca (citazione di 2001 Odissea nello Spazio) e che dormono in letti con lenzuola di cotone??!! Io sinceramente ho dei seri dubbi........ Insomma, la contaminazione di elementi "reali" in un mondo cibernetico la trovo decisamente ridicola.
Ma può anche essere che io non sia in grado di apprezzare questa fusione di generi..sta di fatto che ai miei occhi il film perde di credibilità e non mi emoziona.

C'è da dire che però il design del mondo computerizzato mi è piaciuto molto: siamo lontani dal cyber-fantasy di Moebius dell'82 ma nel 2010 tutto subisce un restyling che, secondo me, si ispira molto ad artisti contemporanei interessantissimi come Matthew Barney.
Lattex, superfici lucide, gomma satinata sono i materiali che identificano il "futuro" e l'ho trovato azzeccato, non molto originale, ma azzeccato.
Belli i costumi, sicuramente meno goffi, più accattivanti e sexy rispetto a quelli di trent'anni fa..anche se il pericoloso effetto deja vu Power Rangers è sfiorato in più occasioni...ma chiuderò un occhio!

La colonna sonora è, per me, uno dei punti di forza del film: complimenti alla Disney per aver scelto (o obbligato) i Daft Punk a realizzare questa partitura musicale stratosfericamente bella! Perfetta per accompagnare le scene del film ma godibile anche da ascoltare su cd.
Insomma, che dire.. da Tron Legacy ci si poteva aspettare di più ma sinceramente sapevo sin dall'inizio che non sarebbe stato un capolavoro.

SPOILER:
Poi...se qualcuno di voi ha voglia di spiegarmi cosa cavolo sono le ISO, a cosa servono e in che modo Quorra dovrebbe dar inizio ad un mondo (reale) migliore.. ne sarei ben felice!

VOTI.
SCENEGGIATURA: 5
DESIGN ed EFFETTI SPECIALI: 7.5
COLONNA SONORA: 9




Messaggio modificato da PrinceEric il 4/1/2011, 23:07


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Rowena84
messaggio 3/1/2011, 23:05
Messaggio #15


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 332
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




Non ho visto il film...ma gli ISO sono file che contengono l'intero contenuto di un CD o DVD, da masterizzare successivamente...c'entra mica qualcosa? Magari Quorra è il file necessario per creare un cd di installazione del mondo di Tron? XD

Dalle recensioni sembra un film che piace agli informatici (tra cui io ) infatti un prof a lezione una volta dava per scontato che avessimo visto tutti Tron eheheh.gif . Io appunto non ho visto il primo, quindi mi sa che aspetterò il dvd...

Messaggio modificato da Rowena84 il 3/1/2011, 23:40


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 4/1/2011, 13:54
Messaggio #16


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.073
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




CITAZIONE (PrinceEric @ 3/1/2011, 20:43) *
La colonna sonora è, per me, uno dei punti di forza del film: complimenti alla Disney per aver scelto (o obbligato) i Daft Punk a realizzare questa partitura musicale stratosfericamente bella! Perfetta per accompagnare le scene del film ma godibile anche da ascoltare su cd.

SPOILER:
Poi...se qualcuno di voi ha voglia di spiegarmi cosa cavolo sono le ISO, a cosa servono e in che modo Quorra dovrebbe dar inizio ad un mondo (reale) migliore.. ne sarei ben felice!

In un'intervista ho letto che i Daft Punk sono fan del film originale, quindi hanno accettato molto volentieri di comporre la colonna sonora.

Da quel che ho capito, le ISO sono programmi che si sono autogenerati, cioè non sono stati scritti da creativi. Ciò implica che abbiano un dna totalmente nuovo, il cui studio porterebbe a risposte su temi quali la creazione (in religione), l'autorigenerazione (in medicina), ecc.
L'eccitazione di Flynn al riguardo è paragonabile a quella di uno scienziato che fa una mirabolante scoperta in laboratorio (es. la cellula sintetica di pochi mesi fa) e che ritiene di aver fatto progredire l'umanità, anche se gli effetti nella vita reale si vedranno solo dopo decenni. Comunque l'utilità di Quorra nel mondo reale è secondo me rimasta ambigua di proposito, per parlarne poi nell'eventuale sequel (chissà, magari il figlio di Dillinger tenterà di rapirla!).


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Zio Paperone
messaggio 4/1/2011, 15:55
Messaggio #17


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.341
Thanks: *
Iscritto il: 12/8/2010




CITAZIONE (Rowena84 @ 3/1/2011, 23:05) *
Non ho visto il film...ma gli ISO sono file che contengono l'intero contenuto di un CD o DVD, da masterizzare successivamente...c'entra mica qualcosa? Magari Quorra è il file necessario per creare un cd di installazione del mondo di Tron? XD

Dalle recensioni sembra un film che piace agli informatici (tra cui io ) infatti un prof a lezione una volta dava per scontato che avessimo visto tutti Tron eheheh.gif . Io appunto non ho visto il primo, quindi mi sa che aspetterò il dvd...



Sono tra quelli eheheh.gif clapclap.gif .Io guardando il trailer ripeto per me è un Capolavoro.L'essenza del primo film c'è.Il palazzo di Flyns con sfumature e colore è uguale a quello del 1982.Avatar dal trailer come veniva presentato (trailer poi usando la musica di The Island) ha veramente deluso...non è da paragonare all'altro gioiello di Cameroon Titanic, non ha anima e lo scontro finale è stato veramente ridicolo come anche il Villan!!!!!Insomma secondo me è molto sopravalutato tanto che c'è ne sono di film davanti ad Avatar uno su tutti Inception!!!!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 4/1/2011, 16:35
Messaggio #18


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




a me il trailer di tron legacy ispira moltissimo smile.gif clapclap.gif
sono convinto che mi piacerà moltissimo questo film


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
PrinceEric
messaggio 4/1/2011, 17:22
Messaggio #19


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.996
Thanks: *
Iscritto il: 14/5/2008
Da: Toscana




Grazie a Rowena 84 e a Beast per le delucidazioni!! thumb_yello.gif Io l'informatica la mastico poco ma ora forse la storia comincia ad avere un po' di senso in più..


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Zio Paperone
messaggio 7/1/2011, 5:41
Messaggio #20


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.341
Thanks: *
Iscritto il: 12/8/2010




Il Fatto Quotidiano ha sorpresa boccia totalmente Tron Legacy tanto da sconsigliare la visione "Solo un enorme videoclip al servizio dei Daft Punk".Consiglia la visione di Zalone Eastwood e Tamara Drawe.Sono tra i lettori,sconsigliare addirittura Tron mi sembra eccessivo dry.gif
Tutte ste lodo ad Avatar sono solo per Cameroon e Kosinski paga l'inesperienza mellow.gif

Messaggio modificato da Zio Paperone il 7/1/2011, 5:41
Go to the top of the page
 
+Quote Post
hector
messaggio 7/1/2011, 14:30
Messaggio #21


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 704
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: montesilvano




Ho visto Tron Legacy appena uscito e facendolo precedere dalla visione domestica del primo film. Ho riscoperto intanto "Tron" che nelle mie precedenti visioni, una in vhs e l'altra in dvd, non avevo compreso. I realizzatori di "Tron" in qualche modo anticipano il filone dei vari "Return to Oz", "Labyrinth", "Neverending Story" ambientando però la vicenda non in un mondo fantastico popolato di elfi e folletti, ma in uno scenario futuristico e per molti incomprensibile: la realtà virtuale del computer. In quel film si cercò anche di affiancare ai protagonisti una specie di mascotte come era usuale in film dello stesso genere: il minuscolo bit (credo fosse Byte nell'originale). Il regista afferma che l'idea di Tron in qualche modo nasce da un esperimento di computer grafica, denominato Tron, e da Judy Garland. Presumo quindi che in qualche modo doveva rappresentare una sorta di rivisitazione in chiave moderna, tecnoligica, futuristica e fantascientifica di un genere di film reminiscenti de "Il Mago di Oz" del 1939. Penso che uno dei motivi per cui non compresi e quindi non apprezzai il film alle mie prime visioni fosse l'uso di un linguaggio che rimanda, seppure in maniera non specialistoca, alla tecnologia del computer con cui oggi tutti sono invece molto più familiari che negli anni 80 e 90. Un altro punto a sfavore del film, ma da cui non si poteva prescindere poichè era il presupposto per realizzare quel film, sia stato l'impatto grafico, davvero troppo all'avanguardia per il periodo in cui il film venne realizzato.

Il sequel secondo me non è un film perfetto. Ho trovato la parte centrale un po' noiosa in parte per la cupezza delle immagini (che però ripeto non può essere nemmeno in questo caso criticata, poichè costituisce un presupposto per questo film) un po' perchè il ritmo dell'azione si rallenta.
Gli elementi di continuità con il primo film sono apprezzabili e diventano ancora più suggestivi laddove si ha una idea fresca di quest'ultimo.
Ho notato nei due film due tendenze contrastanti. In "Tron" il mondo virtuale ha una struttura molto regolare, rigida, ordinata. La scena dei cicli di luce si svolge in un'arena virtuale su delle traiettorie rettilinee che richiamano i giochi bidimensionali dell'epoca. In "Tron Legacy" quest'ordine vuol essere invece sovvertito. Ad una sorta di remake della scena dei cicli di luce, se ne contrappone più avanti nel film un'altra in cui dalle moto-virtuali si passa ad una sorta di aerei-virtuali. In questo caso la lotta diventa tridimensionale e le traiettorie delle scie di luce si complicano diventando curve molto meno prevedibili. La creazione degli ISO o la loro autonoma generazione all'interno del sistema è una sorta di metafora della creazione della vita, qualcosa che va al di là dell'intelligenza artificiale. Questo elemento da al film e alla vicenda una dimensione metafisica, filosofica e religiosa, contrapponendosi al carattere del film del 1982.
Secondo me è un film intrigante, ma non è semplice e per essere apprezzato sono importanti anche le condizioni sotto le quali lo si va a vedere al cinema. Io l'ho visto nel pomeriggio e in un periodo di relax; non credo che se l'avessi visto di sera e dopo una giornata di lavoro l'avrei recepito altrettanto bene.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Donald Duck
messaggio 7/1/2011, 15:24
Messaggio #22


Time Lord
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 16.917
Thanks: *
Iscritto il: 1/11/2008
Da: Bari




Visto ieri sera, ma per caso.
Di solito non guardo sequel senza aver visto l'originale, ma ieri è stata una cosa davvero improvvisata e mi sono trovato sulla poltrona del cinema a guardare il film senza aver visto il Tron del '82, oggi rimedierò alla cosa.
Premetto che a me i film troppo "tecnologici" non mi sono mai piaciuti, però ho davvero apprezzato gli effetti speciali di Tron Legacy.
La sceneggiatura come avete detto ha qualche problema in quanto non riesci ad affezionarti ai personaggi, e scusate se lo dico, ma l'attore che interpretava Sam Flynn mi stava davvero antipatico, anche il personaggio....troppo impulsivo! rolleyes.gif
Le musiche sono davvero straordinarie, ma, come dice Marco, la resa in digitale di Clu non miè piaciuta per niente e il 3D non serve proprio a nulla....
Cercherò di rivederlo in Blu-Ray perchè voglio rivalutarlo, per adesso gli do solo un 7,5.

Ma nel finale Sam che cosa salva sulla Memoria?
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 7/1/2011, 16:02
Messaggio #23


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.073
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




CITAZIONE (Donald Duck @ 7/1/2011, 14:24) *
Ma nel finale Sam che cosa salva sulla Memoria?


I dati del disco di suo padre, molto più comoda una chiavetta piuttosto che il disco! eheheh.gif

Secondo me quando vedrai il primo Tron il tuo giudizio non potrà che migliorare. Saluto.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 7/1/2011, 16:06
Messaggio #24


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.073
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




CITAZIONE (hector @ 7/1/2011, 13:30) *
Ho visto Tron Legacy appena uscito e facendolo precedere dalla visione domestica del primo film. Ho riscoperto intanto "Tron" che nelle mie precedenti visioni, una in vhs e l'altra in dvd, non avevo compreso. I realizzatori di "Tron" in qualche modo anticipano il filone dei vari "Return to Oz", "Labyrinth", "Neverending Story" ambientando però la vicenda non in un mondo fantastico popolato di elfi e folletti, ma in uno scenario futuristico e per molti incomprensibile: la realtà virtuale del computer. In quel film si cercò anche di affiancare ai protagonisti una specie di mascotte come era usuale in film dello stesso genere: il minuscolo bit (credo fosse Byte nell'originale). Il regista afferma che l'idea di Tron in qualche modo nasce da un esperimento di computer grafica, denominato Tron, e da Judy Garland. Presumo quindi che in qualche modo doveva rappresentare una sorta di rivisitazione in chiave moderna, tecnoligica, futuristica e fantascientifica di un genere di film reminiscenti de "Il Mago di Oz" del 1939. Penso che uno dei motivi per cui non compresi e quindi non apprezzai il film alle mie prime visioni fosse l'uso di un linguaggio che rimanda, seppure in maniera non specialistoca, alla tecnologia del computer con cui oggi tutti sono invece molto più familiari che negli anni 80 e 90. Un altro punto a sfavore del film, ma da cui non si poteva prescindere poichè era il presupposto per realizzare quel film, sia stato l'impatto grafico, davvero troppo all'avanguardia per il periodo in cui il film venne realizzato.

Il sequel secondo me non è un film perfetto. Ho trovato la parte centrale un po' noiosa in parte per la cupezza delle immagini (che però ripeto non può essere nemmeno in questo caso criticata, poichè costituisce un presupposto per questo film) un po' perchè il ritmo dell'azione si rallenta.
Gli elementi di continuità con il primo film sono apprezzabili e diventano ancora più suggestivi laddove si ha una idea fresca di quest'ultimo.
Ho notato nei due film due tendenze contrastanti. In "Tron" il mondo virtuale ha una struttura molto regolare, rigida, ordinata. La scena dei cicli di luce si svolge in un'arena virtuale su delle traiettorie rettilinee che richiamano i giochi bidimensionali dell'epoca. In "Tron Legacy" quest'ordine vuol essere invece sovvertito. Ad una sorta di remake della scena dei cicli di luce, se ne contrappone più avanti nel film un'altra in cui dalle moto-virtuali si passa ad una sorta di aerei-virtuali. In questo caso la lotta diventa tridimensionale e le traiettorie delle scie di luce si complicano diventando curve molto meno prevedibili. La creazione degli ISO o la loro autonoma generazione all'interno del sistema è una sorta di metafora della creazione della vita, qualcosa che va al di là dell'intelligenza artificiale. Questo elemento da al film e alla vicenda una dimensione metafisica, filosofica e religiosa, contrapponendosi al carattere del film del 1982.
Secondo me è un film intrigante, ma non è semplice e per essere apprezzato sono importanti anche le condizioni sotto le quali lo si va a vedere al cinema. Io l'ho visto nel pomeriggio e in un periodo di relax; non credo che se l'avessi visto di sera e dopo una giornata di lavoro l'avrei recepito altrettanto bene.

Totalmente d'accordo con te, mi è piaciuta molto l'analisi che hai fatto del film perchè corrsponde alle stesse idee che mi ero fatto.
Molto interessante l'analisi del passaggio dalle traiettorie bidimensionali a quelle tridimensionali dei lightcycle, aspetto che non avevo colto.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post

2 Pagine V   1 2 >
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 25/6/2019, 10:07