Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


32 Pagine V  « < 27 28 29 30 31 > »   
Reply to this topicStart new topic
> La fine dell'Animazione Tradizionale?
winnie & pimpi
messaggio 8/12/2016, 21:13
Messaggio #673


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.190
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (Grrodon @ 8/12/2016, 18:09) *
Ho lavorato per Disney dal 2011 al 2014.

Ho perso il mio lavoro perché ho rifiutato le briglie e ho scritto un commento molto caustico su Maleficent.

Ora sconto la mia onestà lavorando in un call center, e nel tempo libero scrivo e disegno per il web questa roba qui. Gratuitamente.

Occhio a ipotizzare fanfaluche, se non si sanno le cose. Si rischia di prendere granchi colossali.

post-6-1111346575.gif Che brutto! Mi spiace molto! cry.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Grrodon
messaggio 8/12/2016, 21:16
Messaggio #674


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.283
Thanks: *
Iscritto il: 7/12/2004




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 8/12/2016, 19:07) *
Allora mi limito ad evidenziare una bizzarra circostanza.Tu, Scissor, IryRapunzel siete sempre in prima linea ad impugnare le armi in difesa e le trombe in elogio della Disney.

Su Scissor non posso esprimermi perché non conosco nel dettaglio le sue idee, ma se posso farlo per me e Iry direi che è abbastanza falso che difendiamo la Disney. Semplicemente distinguiamo Disney da WDAS, che non sono la stessa cosa. Non lo sono a livello creativo, ideologico e via dicendo. Abbiamo parecchie riserve sull'operato della Disney intesa come Company, mentre - ripeto - abbiamo un'opinione perlopiù positiva di quanto avviene in quel pezzettino di Disney Company che sono i WDAS.

Che sono un nucleo che - malgrado tanti problemi e magagne - tiene comunque in piedi un certo modo di fare cinema. Che non vuol mica dire che non abbiano influenze anche pesanti da altri reparti, o che lavorino liberi da pressioni esterne o che raggiungano sempre il top. Ma sotto un certo livello qualitativo non si scende e un collegamento di qualche tipo con il passato, che sia nel modo di narrare o di disegnare, lo si mantiene sempre.

CITAZIONE
Cosa Mette in luce ciò??? Ognuno tragga le sue conclusioni; ma la più immediata è che le persone qualificate, cioè voi, abbiano una percezione molto distante da quelle non qualificate, diciamo dal "popolo", cioè noi.
Ora , non dubito che la vostra idea sia più valida, in quanto proveniente da persone preparate e ferrate sull'argomento. Ma noi, la massa,siamo alla fine i fruitori globali dei vari prodotti.

Un'opinione informata è sempre meglio di un'impressione random. Non è necessario avercela, sia chiaro, ma non è che ci si debba autocensurare per venire incontro a chi invece di scendere nel dettaglio non ne vuole sapere.

CITAZIONE
Frozen è un successo??? A livello commerciale, sicuramente. Ma per quanto riguarda il sentire comune, non è rimasto nella nostra cultura "popolare" come "la sirenetta" o "il re leone"; inoltre, non è riuscito a varcare lo scoglio dell'equazione animazione=bambini come altri hanno invece fatto(si pensi a Inside Out).

A parte che ti serve campionatura. Ovvero un numero di persone bello grosso e un periodo di tempo più lungo per valutare.

Io ovunque mi giri vedo gente in visibilio per Elsa e per Let It Go, intesi come fenomeni di costume, proprio. E sono solo tre anni da allora. Vedi un po' te.

CITAZIONE
Moana è un successo? Molto meno di Frozen

Deve ancora uscire qui, e in patria è in giro da poche settimane.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
theprinceisonfir...
messaggio 8/12/2016, 21:23
Messaggio #675


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 376
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (LucaDopp @ 8/12/2016, 22:03) *
Perché erano film appena decenti, hanno avuto poco successo e subivano la concorrenza di un altro studio. Più o meno la stessa cosa che si potrebbe dire di quelli del '99-'08.

Quindi qui si continua con la distinzione pre e post "Rapunzel", come se i film da allora in poi siano stati chissà quali successi. Lasciando da parte l'America ,che merita un discorso più approfondito, i dati del mercato Italiano(e io, almeno di dati me ne intendo) sono ben chiari.
Vorrei ricordarvi che Rapunzel ha ottenuto appena 10 milioni di euro; Big hero 6 ne ha incassati 9, Ralph addirittura solo 6.
Numeri decisamente miseri, in epoche in cui film dreamworks come Shrek , Madagascar, e fox come L'era glaciale hanno superato sovente i 20 milioni. La stessa pixar non ultima con inside out ha superato i 25 milioni.

Frozen, il più grande successo disney in Italia, ne ha rastrellati 19. Ottimo risultato, certo, ma con un pubblico nettamente più infantile delle altre produzioni della concorrenza.

Se i grandi non vedono più i film disney, qualcosa vorrà pure dire no??? Troppe alternative?Può darsi.

Comunque, non è opportuno sovrastimare il successo di questo "revival", solo perché un unico film ha raccolto numeri di successo(ribadisco che parlo dell'Italia, perché sull'estero il discorso è ben più ampio).

Grrodon , per Moana non occorre attendere, le proiezioni di analisti in quanto a Box Office raramente cadono in errore. E per Moana sarebbero oro i 300 milioni di dollari domestici. Cifra che , pur buona di per se, è alquanto deprimente se si tengono in considerazioni i fattori (3d premium, Imax) che non riescono ad essere computati nel calcolo dei biglietti effettivamente staccati. Per essere un successo della disney dei tempi d'oro, col mercato americano attuale(ben più ampio di quello anni 90 in quanto a bacino d'utenza per popolazione) e con il costo dei biglietti incredibilmente altro per gli schermi 3d e imax, un film dovrebbe superare i 450 milioni di dollari.
Per spiegarlo in parole semplici, ad oggi stimano il prezzo del biglietto medio in 8.6 dollari, eppure ci sono film (come capita per i disney) che visti la domenica in Imax con prevendita costano anche 17 dollari a biglietto.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 8/12/2016, 21:36
Messaggio #676


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.867
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 8/12/2016, 20:23) *
Lasciando da parte l'America ,che merita un discorso più approfondito, i dati del mercato Italiano(e io, almeno di dati me ne intendo) sono ben chiari.
Vorrei ricordarvi che Rapunzel ha ottenuto appena 10 milioni di euro; Big hero 6 ne ha incassati 9, Ralph addirittura solo 6.
Numeri decisamente miseri, in epoche in cui film dreamworks come Shrek , Madagascar, e fox come L'era glaciale hanno superato sovente i 20 milioni. La stessa pixar non ultima con inside out ha superato i 25 milioni.

Perché dovremmo considerare solo i dati del mercato italiano, che per la cronaca a livello mondiale conta come il due di picche?

CITAZIONE (theprinceisonfire @ 8/12/2016, 20:23) *
Comunque, non è opportuno sovrastimare il successo di questo "revival", solo perché un unico film ha raccolto numeri di successo(ribadisco che parlo dell'Italia, perché sull'estero il discorso è ben più ampio).

Veramente i motivi sono altri, e trattati da svariate fonti.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Grrodon
messaggio 8/12/2016, 21:37
Messaggio #677


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.283
Thanks: *
Iscritto il: 7/12/2004




Non ho alcuna competenza in materia di dati.

Una cosa però la so: per la Disney conta il mercato USA, il resto è accessorio.

E il mercato USA va bene, Frozen ha fatto i record, e i successivi pur non bissandolo hanno lasciato la dirigenza assolutamente soddisfatta.

No, non è nei SOLDI il problema, direi.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 8/12/2016, 22:03
Messaggio #678


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.190
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 8/12/2016, 22:23) *
Quindi qui si continua con la distinzione pre e post "Rapunzel", come se i film da allora in poi siano stati chissà quali successi. Lasciando da parte l'America ,che merita un discorso più approfondito, i dati del mercato Italiano(e io, almeno di dati me ne intendo) sono ben chiari.
Vorrei ricordarvi che Rapunzel ha ottenuto appena 10 milioni di euro; Big hero 6 ne ha incassati 9, Ralph addirittura solo 6.
Numeri decisamente miseri, in epoche in cui film dreamworks come Shrek , Madagascar, e fox come L'era glaciale hanno superato sovente i 20 milioni. La stessa pixar non ultima con inside out ha superato i 25 milioni.

Frozen, il più grande successo disney in Italia, ne ha rastrellati 19. Ottimo risultato, certo, ma con un pubblico nettamente più infantile delle altre produzioni della concorrenza.

Se i grandi non vedono più i film disney, qualcosa vorrà pure dire no??? Troppe alternative?Può darsi.

Comunque, non è opportuno sovrastimare il successo di questo "revival", solo perché un unico film ha raccolto numeri di successo(ribadisco che parlo dell'Italia, perché sull'estero il discorso è ben più ampio).

Grrodon , per Moana non occorre attendere, le proiezioni di analisti in quanto a Box Office raramente cadono in errore. E per Moana sarebbero oro i 300 milioni di dollari domestici. Cifra che , pur buona di per se, è alquanto deprimente se si tengono in considerazioni i fattori (3d premium, Imax) che non riescono ad essere computati nel calcolo dei biglietti effettivamente staccati. Per essere un successo della disney dei tempi d'oro, col mercato americano attuale(ben più ampio di quello anni 90 in quanto a bacino d'utenza per popolazione) e con il costo dei biglietti incredibilmente altro per gli schermi 3d e imax, un film dovrebbe superare i 450 milioni di dollari.
Per spiegarlo in parole semplici, ad oggi stimano il prezzo del biglietto medio in 8.6 dollari, eppure ci sono film (come capita per i disney) che visti la domenica in Imax con prevendita costano anche 17 dollari a biglietto.

E' vero che La Sirenetta, la Bella e La Bestia e Il Re Leone hanno avuto un successo popolare e un impatto culturale molto maggiore, tuttavia è innegabile il clamoroso successo di Frozen e credo che rimarrà nel tempo, difficile dire lo stesso per Zootopia magari, pur essendo un ottimo film.

Sicuramente il pubblico Disney di adesso è più infantile, è proprio una scelta di target della Disney. Ha paura di perdere il pubblico dele famiglie se propone qualcosa di più adulto. A me non sembra però che i film Pixar o Dreamworks siano più adulti.

Su Moana c'è poco da fare, sta andando abbastanza bene, ma non ha possibilità di raggiungere lo stesso successo di Frozen, si è capito subito appena è uscito il trailer. Lo ha capito bene anche la Disney che aveva presentato Frozen in modo ben diverso. Trovo molto improbabile che raggiunga i 300. Si sono giocati male una grande occasione.
Dalle scelte che fanno, sembra che non riescano proprio a capire cosa davvero sia piaciuto di Frozen, o forse fanno finta di non capire.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
PixieDust95
messaggio 8/12/2016, 22:11
Messaggio #679


Junior Member
**

Gruppo: Utente
Messaggi: 85
Thanks: *
Iscritto il: 16/11/2016
Da: Abruzzo




Io invece conosco molta gente a cui i film citati sono nel cuore, mentre molti anziani o già i miei genitori non sanno molto sui film degli anni 90 se non quello che vedevano a casa perchè c'eravamo noi bambini, ma non si ricordano molto oggi^^
Go to the top of the page
 
+Quote Post
IryRapunzel
messaggio 8/12/2016, 22:29
Messaggio #680


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




CITAZIONE (Daydreamer @ 8/12/2016, 13:23) *
Non parlerei di volontà, visto che le scelte sono calate dall'alto, senza alcun intento artistico ahimè (magari!), perché si inseguono per lo più tendenze e stereotipi contemporanei: la donna che si tira su le maniche e col piglio della bulletta combatte con armi ed è sempre meno diplomatica, bandendo e recusando un modello femminile certamente più classico ma oggi trascurato oppure sbeffeggiato. Eh sì, anche Elsa è una piacevole parentesi, meno Rapunzel, che imbraccia la chioma e l'appiglia come corda, carrucola o liana che dir si voglia, con planeggio da skater sulle acque e la abusata smorfia da ganza. Poche eccezioni in un panorama di ritratti femminili live action e animati, troppo spesso uguali tra loro, con gli stessi obiettivi, le stesse imprese, viaggi e modi cazzuti. Guai innamorarsi! Fa troppo femminuccia ed essere donna oggi vuol dire altro! Se non sono stereoripi al contrario anche questi...

Credo che sia stato frainteso il mio post: non difendevo l'operato della Disney (non in questo particolare frangente almeno), semplicemente non mi è piaciuto il commento su "quella grazia e femminilità che fa sembrare donna una donna". Non c'è niente che fa sembrare donna una donna tranne essere una donna, stop. Questo a prescindere da qualsiasi personaggio Disney.

Sul discorso della scarsa varietà concordo, ma penso anche che sia relativo più a come vengono presentate queste eroine piuttosto che a quello che sono veramente. È nei poster e nelle bambole che hanno lo sguardo ammiccante e le mossette da vera dura (le hanno aggiunte anche a Cenerentola, figuriamoci), ma se andiamo a guardare i film la questione è ben diversa. Rapunzel è una bambina che vede il mondo per la prima volta e si entusiasma per tutto, Anna ha una splendida parabola da ragazza che scambia l'affetto per amore a donna consapevole di quello che prova e per chi, Moana è un'adolescente in cerca di sé stessa con un forte senso del dovere verso il suo popolo. In sostanza, è il marketing che appiattisce e uniforma alla ricerca della formula. È chiaro che c'è una parte di Disney che da qui a dieci anni vorrebbe solo Elsa, Elsa, Elsa e Elsa. Perché credete che abbiano inserito i "poteri magici" di Moana che parla con l'oceano? Però poi si guardano la sostanza e il contenuto e si scopre che gli artisti Disney riescono a sviare le imposizioni del marketing con molta furbizia e con classe. Ti ci fanno credere, e poi...

Altra cosa che ci terrei a ricordare è che adesso alla Disney lavorano molte più donne. Biancaneve e Cenerentola erano personaggi femminili scritti da uomini. Anna e Elsa sono scritte da una donna. C'è differenza.

CITAZIONE (Angelo1985 @ 8/12/2016, 17:31) *
Cmq per chiarire meglio il concetto, credo che ciò che stona sia più la mancanza di aderenza storiografica, iconica, ma dove si è vista mai una ragazza del '700 prendere a pugni un principe? O Rapunzel che fa tutti quei versi? Cioè, se decidi di ambientarmi un film nel medioevo, nel rinascimento, insomma nel passato, per favore lasciami un minimo di aderenza, non puoi applicare a quel tempo un linguaggio che è di oggi, quello delle donne con la bava alla bocca e totalmente prive di qualsiasi grazia ed eleganza.

icon_mickey.gif

Su questo potrei anche concordare, mi piacerebbe vedere un film "in costume" che lo sia veramente. D'altra parte Disney è stata sempre "pop", quindi sì e no.

CITAZIONE (theprinceisonfire @ 8/12/2016, 19:07) *
Allora mi limito ad evidenziare una bizzarra circostanza.Tu, Scissor, IryRapunzel siete sempre in prima linea ad impugnare le armi in difesa e le trombe in elogio della Disney.

Intanto ti ringrazio per avermi messo al pari di Valerio e Michele che ne sanno molto più di me, è un bel complimento. Non so se sono una persona qualificata, posso dirti però che guardo i film dalla parte del "popolo" come voi (niente busta paga della Disney ahimè) e che posso linkarti diversi pezzi in cui ho criticato molto chiaramente quel che c'era da criticare. Ti dirò di più, ormai sono più le volte in cui mi delude (poco o tanto che sia) che quelle in cui mi entusiasma. È da Inside Out che non vedo un film Disney che mi piace DAVVERO, e persino le ultime produzioni post-Frozen dei Disney Animation Studios (che pure adoro) mi hanno lasciato abbastanza fredda o mi sono piaciuti con riserva. Perciò... smile.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
theprinceisonfir...
messaggio 8/12/2016, 22:35
Messaggio #681


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 376
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (LucaDopp @ 8/12/2016, 22:36) *
Perché dovremmo considerare solo i dati del mercato italiano, che per la cronaca a livello mondiale conta come il due di picche?

Perché il discorso che si sta intavolando qui è sul "successo" in senso globale del termine dei prodotti dei WDAS. Dal momento che non possiamo toccare con mano quanto si stia riflettendo nella cultura americana, possiamo restringere per comodità(e perché in economia essere vicini al modello che si prende in esame e restringere il campione è molto più semplice e proficuo) all'Italia.
Dire che in Italia, questi film siano un successo perché i bambini indossano gli zaini di Frozen, quando ad eccezione dello stesso frozen, le performance al botteghino sono state mediocri e quelle all'home video(settore in crisi nera in Italia) irrilevanti e gli over 25 non conoscono o hanno visto praticamente nessuno di questi film...beh è una sciocchezza.

In Italia non siamo di certo cinefili, ma il passaparola da noi ancora funziona(ultimo caso? perfetti sconosciuti o lo chiamavano Jeeg Robot). Se con i Disney ciò non accade, sarà tutto Italia piena di detrattori di questi film WDAS oppure, semplicemente, non sono poi sti film chissà quanto spettacolari?

CITAZIONE (Grrodon @ 8/12/2016, 22:37) *
Una cosa però la so: per la Disney conta il mercato USA, il resto è accessorio.

E il mercato USA va bene, Frozen ha fatto i record, e i successivi pur non bissandolo hanno lasciato la dirigenza assolutamente soddisfatta.

No, non è nei SOLDI il problema, direi.

Non direi proprio che per la Disney conti solo il mercato USA, dal momento che spendono budget enormi per promozioni in Giappone(mercato chiave) e in Cina(dove conoscono sorti alterne.)

Qui non si parla di soldi, si parla del capire da dove partono le vostre affermazioni. Volete dire che questi film sono belli, perché tecnicamente validi? ditelo pure in quanto qualificati a dirlo(e anche in quanto vostre opinioni).
Volete però confrontarli ai film anni 90(o peggio, quelli del primo Walt Disney) in quanto a impatto culturale e successo?? Meglio evitare.

Le vostre opinioni, in questo caso, sono del tutto soggettive e non supportate da alcun dato. Frozen successo incredibile in Usa? 400 milioni di dollari con IMAX, 3d e promozione virale via internet.
Shrek 2, nel 2004, senza premium, Imax, social network...440 milioni di dollari.
E non stiamo parlando del pinnacolo dell'animazione mondiale, sia chiaro.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
IryRapunzel
messaggio 8/12/2016, 22:53
Messaggio #682


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




Però scusami ma negare il successo di Frozen mi sembra veramente assurdo. È diventato un fenomeno, ha rotto anche parecchio le balle dato che sono tre anni che lo ficcano dappertutto e non riusciamo a liberarcene. Se un film non fa successo non ottiene un sequel, un'attrazione e uno spettacolo nei parchi Disney, un cortometraggio, uno special televisivo... Molto banalmente, non so se sei mai andato a Disneyland ma io sono tre anni di seguito che ci vado e ti assicuro che le altre principesse sono completamente sparite dalla circolazione: le bambine si vestono solo da Anna e Elsa!

Se resterà nella storia chiaramente è da vedere, non possiamo stabilirlo ora dato che è uscito l'altroieri. E in ogni caso l'importanza dei film anni '90 non è data tanto da quanto la gente se li ricorda, ma da come hanno cambiato l'animazione e il cinema e dall'impronta indelebile che hanno lasciato influenzando tutto il genere (nel bene e nel male) nei 10/15 anni seguenti. E Frozen esattamente questo sta facendo, guarda un po' il frontrunner per l'Oscar al Miglior film quest'anno, è un musical.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
theprinceisonfir...
messaggio 8/12/2016, 23:00
Messaggio #683


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 376
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (IryRapunzel @ 8/12/2016, 23:53) *
Però scusami ma negare il successo di Frozen mi sembra veramente assurdo.

No aspetta...non ho mai negato il successo di frozen, anzi. Se guardi bene nel mio post nella pagina precedente l'ho chiaramente evidenziato. Sto discutendo sulla dimensione di questo successo, che non ritengo INCREDIBILE o RECORD.
I dati possono essere proposti in molti modi, manipolati(avviene in politica quasi ogni giorno), ma se confrontati con una certa attenzione, si capisce quanto sia marketing e quanto sia effettivo valore.
Di certo, dopo 10 film che potremmo definire semi-flop, o al più tiepidi esiti, Frozen per la disney è un po come il disco di un cantante un tempo famoso che ritrova il successo con un buon brano dalle buone vendite.
Frozen non è lo "Yesterday" della Disney.

Scusami ma non credo proprio che Frozen abbia in alcun modo portato a La La Land. I generi di nicchia hanno vita ciclica, così come Moulin Rouge e Chicago hanno revitalizzato momentaneamente il genere, così La la land(che per inciso, mi aspetto raccogliere pochissimo successo in paesi come l'Italia).

PS Iry, io ti percepisco come una persona molto qualificata perché il tuo modo di esprimerti e alcune delle informazioni che fornisci fanno trapelare quanto tu sia preparata in materia. Apprezzo molto i vostri commenti in quanto "tecnici", leggo con piacere quanto scrive Scissor, quanto scrivi tu(nel tuo caso apprezzo molto anche il periodare) e anche Grrodon(che però mi è un po antipatico Lingua3.gif) !
Spesso non condivido i vostri sentimenti, ma questo è un altro paio di maniche.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 9/12/2016, 0:07
Messaggio #684


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.867
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 8/12/2016, 22:00) *
Sto discutendo sulla dimensione di questo successo, che non ritengo INCREDIBILE o RECORD.

No, è solo il film d'animazione di maggiore incasso di sempre.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
theprinceisonfir...
messaggio 9/12/2016, 0:27
Messaggio #685


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 376
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




post-6-1111346575.gif post-6-1111077254.gif post-6-1111076745.gif

O santo cielo ma come leggete questi dati?? Si trova al 5 posto in USA senza contare l'inflazione(ed eventuali riedizioni) , dietro a Toy Story 3, Il re leone,Shrek 2, e Alla ricerca di Dory, ma a livello di biglietti staccati , se fosse possibile scorporare il 3d, sarebbe a malapena nella top 20!!

Worldwide è sì al numero 1, ma solo perché non è possibile reperire i dati dei mercati internazionali con chiarezza per film come Biancaneve ecc, e sempre tenendo conto dell'inflazione sarebbe sempre fuori dai primi 20, verosimilmente ! Inoltre, l'incasso globale è praticamente mai attendibile del tutto, perché lo basano sul rapporto fra il dollaro e data moneta estera in un determinato momento storico. Motivo per cui, ad esempio, pur essendo il terzo film de lo Hobbit molto meno visto in Cina rispetto al secondo, il cambio monetario ha appianato il risultato.
Inoltre,non è possibile tenere il conto preciso dei mercati internazionali fino a fine corsa del film, a meno che non lo dichiari la stessa compagnia.
Ergo, i dati worldwide prendeteli sempre con un grano di sale!

Detto questo, molto bene per frozen, ma tocca pure contare che ad oggi gli stessi numeri li fa pure " I minions"...

Messaggio modificato da theprinceisonfire il 9/12/2016, 0:42
Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 9/12/2016, 0:41
Messaggio #686


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.190
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 9/12/2016, 1:18) *
post-6-1111346575.gif post-6-1111077254.gif post-6-1111076745.gif

O santo cielo ma da dove vi escono queste cose?? Si trova al 5 posto in USA senza contare l'inflazione(ed eventuali riedizioni) , dietro a Toy Story 3, Il re leone,Shrek 2, e Alla ricerca di Dory, ma a livello di biglietti staccati , se fosse possibile scorporare il 3d, sarebbe a malapena nella top 20!!

Worldwide è al numero 1, ma solo perché non è possibile reperire i dati dei mercati internazionali con chiarezza per film come Biancaneve ecc, e sempre tenendo conto dell'inflazione sarebbe sempre fuori dai primi 20, verosimilmente !

L' incasso americano di Frozen, senza l'inflazione, sarebbe al 106° posto

10- Biancaneve
12- La Carica dei 101
19- Il Re Leone
23- Fantasia
27- Mary Poppins
32- Libro della Giungla
33- La Bella Addormentata
(35- Shrek 2) !!!!
41- Pinocchio
50- Bambi
55- Finding Nemo
57- Cenerentola
71- Finding Dory
74- Lilli e il Vagabondo
94- Aladdin
95- Toy story 3
105- Monster & Co
106- Frozen

Però va detto che tutti questi classici, a parte Aladdin, hanno avuto delle riedizioni al cinema

Messaggio modificato da winnie & pimpi il 9/12/2016, 11:59


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Grrodon
messaggio 9/12/2016, 0:42
Messaggio #687


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.283
Thanks: *
Iscritto il: 7/12/2004




Rimane un successo della madonna.

Una roba che non ce lo togliamo più di torno. Questo cosa vuol dire?


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
theprinceisonfir...
messaggio 9/12/2016, 0:47
Messaggio #688


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 376
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (Grrodon @ 9/12/2016, 1:42) *
Rimane un successo della madonna.

Una roba che non ce lo togliamo più di torno. Questo cosa vuol dire?


Togli un 80ina di milioni di dollari et voila! Ecco il film dei minons a 1.15 miliardi di dollari. E di quest ultimo c'è la serie animata, e i sequel e gli zaini , e le emoticon su skype...

Comunque grazie Winnie! io intendevo nella Top 20 dei film animati, ma come ho spiegato per frozen e per quelli più recenti c'è il problema tra il divario del biglietto medio e il biglietto Imax che sballa l'aggiustamento per inflazione. E comunque anche Frozen è riuscito, in versione Sing along!

Messaggio modificato da theprinceisonfire il 9/12/2016, 0:51
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Angelo1985
messaggio 9/12/2016, 0:49
Messaggio #689


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.001
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (LucaDopp @ 8/12/2016, 20:03) *
Per fortuna qualcuno lo fa notare. I film WDAS degli anni '90 in generale non erano migliori di quelli che si fanno oggi, ma qui vengono sopravvalutati essenzialmente per due motivi:
1) la maggior parte degli utenti (me compreso) li ha visti svariate volte già in tenera età
2) all'epoca erano pressoché gli unici film d'animazione di livello medio-alto e di successo, e quindi risaltavano nel mercato molto più di quelli di oggi.


Perché erano film appena decenti, hanno avuto poco successo e subivano la concorrenza di un altro studio. Più o meno la stessa cosa che si potrebbe dire di quelli del '99-'08. Considera inoltre che negli anni '80 al cinema c'erano ancora le riedizioni dei vecchi Classici che iniziavano anche ad essere distribuiti in home video, e la Disney guadagnava di più con quelli che con i film nuovi.

Secondo me non avete capito un c***o.
Unica risposta possibile a un commento simile.
Questo topic proprio è da turarsi il naso oltre che tapparsi gli occhi.

Mio padre è cresciuto con i vecchi Classici, ma ha amato portare me e le mie sorelle al cinema ogni anno e i film anni '90 li reputa semplicemente quello che sono: bellissimi esteticamente, ironici quanto basta, con personaggi iconici e con messaggi profondi.

Se siete nati negli anni '90 e per voi l'animazione è Toy Story e quindi siete abituati alla gomma, è un problema vostro, mi dispiace per voi, ma non sparate minchiate credendo che si parli solo per la pancia, la nostalgia e senza cognizione.

ps: cosa vuol dire che non ce lo togliamo di torno? che è un successo costruito attorno a una canzone e a un abito; il film ha enormi buchi di sceneggiatura e difetti, è orribile a livello estetico (Anna è strabica in quasi ogni primo piano, Elsa somiglia a una bratz, fatevene una ragione) e una principessa pugile è un qualcosa di penoso.

icon_mickey.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 9/12/2016, 0:52
Messaggio #690


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 18.679
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




E notiamo come nell'immaginario comune (dovuto anche ad alcuni documentari che non erano molto precisi) si pensa che la Bella Addormentata fosse un flop... accidenti, è tra i film con il maggior incasso di sempre.

Aladdin anche è tra i maggiori successi di sempre, successo ancora più grande se si considera che non ha avuto nessuna riedizione al cinema (alla faccia della Disney che a partire dal 2000 ha snobbato Aladdin alla grande)

Comunque il successo di Frozen è altissimo (ed è innegabile), soprattutto se si considera che è un film molto recente e siamo convinti che resterà nell'immaginario collettivo

CITAZIONE ( theprinceisonfire)
per lo più mi limito a seguire i post di notizie e aggiornamenti dei veu(che ringrazio infinitamente per l'enorme lavoro).

Grazie a te, Theprinceisonfire, per seguire le notizie!

Grrodon, abbiamo letto la recensione su Maleficent, abbiamo pareri discordanti dai tuoi (pur riconoscendo alcuni difetti al film dovuti prevalentemente ai tagli di scene)... un giorno ci confrontiamo e ne discutiamo approfonditamente nel topic dedicato al film, se ti va...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 9/12/2016, 1:04
Messaggio #691


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 18.679
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Angelo, Anna non è strabica (se non nelle immagini promozionali)... Elsa una Bratz non è vero, semmai è troppo Barbie solo un po' più ragazzina ma non ha i labbroni a canotto delle Bratz (per quanto riteniamo bello e originale il design di Bratz)
A livello estetico è un film in CGI, e basta. inutile confrontarlo con un film in 2D, non lo è. sono due cose diverse, possono piacere o meno, però ai ragazzi d'oggi Frozen è piaciuto. Non è il film migliore di sempre (non l'abbiamo mai detto) e dalla fiaba della Regina delle nevi potevano anche tirare fuori qualcosa di più rispetto all'adattamento disneyano però in tutta onestà è un bel film, non privo di difetti (che ne ha eccome), però alla fine ha una trama solida e un po' più drammatica rispetto agli altri film degli ultimi tempi (nel pre e post Tiana per capirci)... forse è anche questa svolta drammatica che conferisce al film quell'aspetto più sontuoso rispetto agli altri Classici di questi ultimi tempi che virano decisamente di più sulla commedia.
Che poi alla Disney fingano di non capire che ad ogni risata occorre una lacrima e credano che serva mettere le principesse (Cenerentola inclusa) in posizioni da ganze, beh è una cosa che davvero non sappiamo proprio che farci...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 9/12/2016, 1:19
Messaggio #692


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.867
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (Angelo1985 @ 8/12/2016, 23:49) *
cosa vuol dire che non ce lo togliamo di torno? che è un successo costruito attorno a una canzone e a un abito

CITAZIONE (Angelo1985 @ 23/12/2013, 11:25) *
è un film che merita tanto successo anche tra gli scettici che non si arrendono ma che sanno riconoscere un fiocco di neve diverso e migliore degli altri.

È iniziata l'invasione degli ultracorpi?
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 9/12/2016, 9:43
Messaggio #693


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 5.136
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




CITAZIONE (IryRapunzel @ 8/12/2016, 21:29) *
[...]Semplicemente non mi è piaciuto il commento su "quella grazia e femminilità che fa sembrare donna una donna". Non c'è niente che fa sembrare donna una donna tranne essere una donna, stop. Questo a prescindere da qualsiasi personaggio Disney.
[...]
Sul discorso della scarsa varietà concordo, ma penso anche che sia relativo più a come vengono presentate queste eroine piuttosto che a quello che sono veramente. È nei poster ...è il marketing che appiattisce e uniforma alla ricerca della formula.

Hai detto una cosa vera Iry, non c'è niente che fa sembrare una donna una donna, è donna e basta. Diglielo a loro però che continuano a propinarci il modello tosto e guerriero, mentre quello classico e a loro giudizio, superato, è lasciato da parte. Io vorrei solo più sfaccettature e tipi umani e oggi è tutto più standardizzato. Non sono d'accordo invece che il marketing intervenga solo nei poster e nei prodotti, io ho citato scene dai film ma il tuo discorso sui compromessi col marketing (dove parli degli artisti che cercano di fregarli nei film ma in fondo un po' danno loro un contentino) l'ho trovato illuminante e vorrà dire che anch'io comincerò a chiudere ogni tanto un occhio su qualche scelta operata...Grazie, kiss.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Angelo1985
messaggio 9/12/2016, 13:16
Messaggio #694


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.001
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (LucaDopp @ 9/12/2016, 0:19) *
È iniziata l'invasione degli ultracorpi?

No amore, la mia recensione la ricordo bene e rimane lì, come pensiero sul singolo film; ma i difetti li ho sempre messi in evidenza e, a mente fredda e con un occhio in retrospettiva, non accetto che il primato di dollari che questo film ha ottenuto lo renda migliore di Biancaneve, Cenerentola o La Bella & la Bestia.
Non lo è.

Ma pure Hercules o Pocahontas sono migliori.

E lo ripeto, metà del successo di Frozen è dovuto a una canzone diventata letteralmente virale attraverso i social e le pattaforme streaming, senza contare l'utilizzo di un pupazzo di neve praticamente onnipresente come Olaf. E un bellissimo abito da smerciare a carnevale.
Questo è il successo di Frozen.

ps: no veu, mi spiace, Anna è strabica in ogni primo piano del film, si vede, e dalla grande tecnica in CGI, ritenuta migliore a qualsiasi cosa, troppo perfetta per sbagliare un colpo, certi errori non si accettano. Anzi.

icon_mickey.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
IryRapunzel
messaggio 9/12/2016, 13:20
Messaggio #695


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 8/12/2016, 22:00) *
PS Iry, io ti percepisco come una persona molto qualificata perché il tuo modo di esprimerti e alcune delle informazioni che fornisci fanno trapelare quanto tu sia preparata in materia. Apprezzo molto i vostri commenti in quanto "tecnici", leggo con piacere quanto scrive Scissor, quanto scrivi tu(nel tuo caso apprezzo molto anche il periodare) e anche Grrodon(che però mi è un po antipatico Lingua3.gif) !
Spesso non condivido i vostri sentimenti, ma questo è un altro paio di maniche.

Ti ringrazio smile.gif E non è importante condividere, mi fa piacere anche solo sapere che trovi interessante ciò che scrivo. Grazie!
Loro due ne sanno sicuramente più di me... e sì, Grrodon è un grande antipatico ma ci capisce Lingua3.gif

CITAZIONE (Daydreamer @ 9/12/2016, 8:43) *
Hai detto una cosa vera Iry, non c'è niente che fa sembrare una donna una donna, è donna e basta. Diglielo a loro però che continuano a propinarci il modello tosto e guerriero, mentre quello classico e a loro giudizio, superato, è lasciato da parte. Io vorrei solo più sfaccettature e tipi umani e oggi è tutto più standardizzato. Non sono d'accordo invece che il marketing intervenga solo nei poster e nei prodotti, io ho citato scene dai film ma il tuo discorso sui compromessi col marketing (dove parli degli artisti che cercano di fregarli nei film ma in fondo un po' danno loro un contentino) l'ho trovato illuminante e vorrà dire che anch'io comincerò a chiudere ogni tanto un occhio su qualche scelta operata...Grazie, kiss.

Sicuramente ormai la libertà artistica è molto limitata dal marketing e dal merchandise (esempio classico, il fatto che tutti i film Disney post Tiana inizino con il/la protagonista bambino/a... fatti apposta per vendere le bambole, mamma mia). Anche a me piacerebbe vedere più varietà, sicuramente. Ma con quello che hanno non se la cavano male comunque. wink.gif Grazie a te!


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Angelo1985
messaggio 9/12/2016, 13:23
Messaggio #696


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.001
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (Daydreamer @ 9/12/2016, 8:43) *
Hai detto una cosa vera Iry, non c'è niente che fa sembrare una donna una donna, è donna e basta. Diglielo a loro però che continuano a propinarci il modello tosto e guerriero, mentre quello classico e a loro giudizio, superato, è lasciato da parte. Io vorrei solo più sfaccettature e tipi umani e oggi è tutto più standardizzato. Non sono d'accordo invece che il marketing intervenga solo nei poster e nei prodotti, io ho citato scene dai film ma il tuo discorso sui compromessi col marketing (dove parli degli artisti che cercano di fregarli nei film ma in fondo un po' danno loro un contentino) l'ho trovato illuminante e vorrà dire che anch'io comincerò a chiudere ogni tanto un occhio su qualche scelta operata...Grazie, kiss.

Mi spiace, ma una donna nel medioevo, nel '700, negli anni '20 era una donna che conosceva una grazia e un modo di fare che oggi non esiste; idem per gli uomini eh; ma perchè secondo voi Flynn è un tipico ladruncolo dell'epoca o un bontempone liceale dei giorni nostri?
Allora, non c'entra uomo/donna, c'entra l'aderenza a un linguaggio che non per forza debba parlare in rima baciata, ma che almeno renda verosimile una fanciulla che non tira pugni (Anna) o che non parli non si muova come una squilibrata dodicenne di oggi (Rapunzel).

icon_mickey.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post

32 Pagine V  « < 27 28 29 30 31 > » 
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 6/4/2020, 16:38