Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


 
Reply to this topicStart new topic
> Phantom Manor e Haunted Mansion, La storia dell'attrazione
kekkomon
messaggio 23/5/2011, 19:02
Messaggio #1


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 31.446
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




Dopo aver visto il film al acsa dei fantasmi sono curioso di sapere la veria storia che nasconde la casa!
Ho trovato info su internet ma ognuno dice la propria versione, qualè quella esatta?


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 23/5/2011, 22:03
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




Avevo proprio l'intenzione di aprire un topic dedicato alla Casa dei Fantasmi (Phantom Manor/Haunted Mansion) visto che è una delle attrazioni più amate di Disneyland, e con una storia non semplice. (ci sono infatti varie teorie).

Proverò ad essere il più chiaro possibile, prendendo informazioni da alcuni siti ed aiutandomi con quello che so.

ATTENZIONE! Non leggete nulla se non avete fatto l'attrazione, perchè vi rovinerete sicuramente l'effetto sopresa. Consiglio di leggere DOPO aver fatto l'attrazione.


Già dall'aspetto esteriore del maniero e dalla coda (estremamente ben tematizzata) che facciamo per accedere all'attrazione capiamo che la casa è abbandonata. (o così sembra).

In pratica noi riusciamo ad intuire già dall’entrata che qualcosa in quella casa non è andato come doveva andare, ed, infatti, nella “Stretch room” (ovvero l’ascensore) troviamo il corpo impiccato di un uomo che, verremo poi a sapere, si tratta del futuro marito di Mèlanie Ravenswood, la sposa che vaga per la casa, e che sembra si chiami così per una lettera presente nel salottino dove lei piange; è importante ricordare che la lettera non è visibile dai guest ma solo dai funzionari tecnici…comunque la lettera è là.
Ma una domanda sorge spontanea mentre la “Stretch room” si allunga mostrando con la luce dei fulmini il corpo del fidanzato di Mèlanie: chi può aver fatto una cosa simile? Ed è qui che entra in gioco il fantasma che circola per i corridoi della casa e che colorisce l’abbandonata dimora con le sue risate malefiche. Ma chi è in realtà…non può essere solo un fantasma di turno. Ed ecco che nascono alcune teorie sulla sua identità. La prima e forse la più probabile dice che questo fantasma sarebbe un indiano seppellito in un cimitero appunto indiano che si trova sotto la Big Thunder Mountain. La storia vuole che il padre di Mèlaine fosse il gestore degli scavi per la miniera, e che si fosse imbattuto proprio in questo cimitero, risvegliando l’ira di uno spirito che si sarebbe vendicato sulla figlia, imprigionandola nella casa, e sul suo fidanzato uccidendolo. (questa, a mio parere, è l'ipotesi corretta).
La seconda ipotesi dice che il fantasma non è altro che il padre di Mèlanie; ma questa ipotesi risulta infondata e dunque si presenta come la più fantasiosa.
La terza parlerebbe di una figura esterna al racconto, ma sembra comunque improbabile.

Prendiamo ora in considerazione la storia della casa, anzi, le storie poiché ci sono due filoni logici che raccontano la vicenda della dimora. La prima storia ci porta indietro nel tempo già al 1860, dove assistiamo in diretta all’impiccagione del fidanzato di Mèlaine. Dopo ciò veniamo fatti accomodare sulle Doom-Buggies (sedie del giudizio) per assistere all’intera vicenda della casa. Infatti, da qui assistiamo alla ricerca della sposa del suo futuro marito (saluto-endless corridor), l’imprigionamento degli invitati nelle loro camere (scena delle porte), il ballo (dove lei scopre la verità), il saloncino dove lei è invecchiata, rinchiusa in casa (è passato del tempo), La discesa delle tombe e il phantom canyon dove incontriamo il corpo del marito e capiamo che la sposa è rimasta chiusa in casa per tutta la vita. (questa è la prima teoria).

Ma c'è anche una seconda teoria: quando noi arriviamo al maniero tutto è già avvenuto, infatti avvertiamo la presenza della sposa tra le mura della casa, nello specchio al focolare e nelle fila d’attesa. Quindi la storia sarebbe una serie di flash back in cui i fantasmi riproducono instancabilmente la stessa storia, il ritorno al presente si avrebbe nel giardino prima delle tombe in cui la brezza d’aria fredda che si avverte rappresenterebbe appunto questo passaggio. Questa teoria è simile alla precedente ma spiegherebbe le voci durante l’attesa ma anche lo spostamento più rapido nel tempo, tra la scena iniziale in cui, se ben ricordate Mèlanie saluta da un balconcino e il salottino dove sembra che siano passati più o meno venti anni.

Quindi il fantasma chi è? Potrebbe essere un indiano, il padre di Mèlaine o un personaggio esterno alla vicenda. Tutto lascerebbe pensare che fosse un fantasma, soprattutto per via del suo aspetto da scheletro all’inizio e di essere in decomposizione alla fine. Ma siamo veramente sicuri che questo individuo è un fantasma? Se ricordate bene la scena del giardino potete notare che il tizio in questioni ha delle mani vere, e non delle mani scheletriche, per cui si può dedurre che in realtà questo spirito sia una persona che vive fino al phantom canyon (in cui assume un aspetto da vero e proprio cadavere) e che è il responsabile della morte di Mèlanie e del suo fidanzato. Oppure potrebbe essere un fantasma con solo dei guanti; ma se fosse veramente una persona vera allora ciò spiegherebbe la visita nel maniero con la storia in diretta.

Ci rimane un'ultima cosa da analizzare, il flash back finale: Infatti proprio alla fine del percorso si arriva nel phantom canyon e si passa vicino al fantasma putrefatto con il maniero proprio di fronte a noi. Si pensa molto spesso che il fantasma abbia accanto a lui una bara per poterci chiudere dentro, ma forse non è così. Molto probabilmente il fantasma non vuole affatto acciuffare i guest che si sono avventurati nella casa, ma bensì questa scena rappresenta il più grande flash back dell’intera vicenda, e cioè il fantasma che è risvegliato dalla sua tomba sotto Big Thunder Mountain prima di impiccare il futuro sposo di Mèlaine. Se così fosse si spiegherebbe la natura indiana dello spirito e il perché della casa messa laggiù in alto che simboleggia la meta finale dello spirito. Ciò può essere giustificato in due modi: In primis il fantasma all’inizio è in stato di decomposizione e dopo assume sembianze scheletriche, ciò ci fa capire che comunque è passato del tempo. In secondo durante il phantom canyon abbiamo Big Thunder Mountain sulla nostra sinistra e poi abbiamo di fronte a noi la facciata della casa, ma se fosse una scena unica ciò non avrebbe senso perché la casa dovrebbe essere rivolta dall’altro lato, ma se il piccolo maniero appartenesse al flash back finale sarebbe spiegato tutto.

Per concludere riassumiamo le varie stanze e le loro principali caratteristiche:

Il Foyer: E’ la prima stanza della dimora con cui entriamo in contatto, ed è l’unica stanza che con le finestre dà verso l’esterno; in questa stanza assistiamo alla prima apparizione di Mèlaine, che stranamente non è vestita da sposa e porta una collanina che ritroveremo durante il corso della storia.

La Stretch room: Questa stanza è importante perché il guest entra in stretto contatto con la storia dei Ravenswood. I quadri che si allungano durante la discesa rappresentano tutti Mèlanie, prima e dopo l’avvento degli spiriti; infatti, se ci si accorge in ogni quadro è presente la struttura della dimora, e nella scena del pic-nic fa la sua comparsa il fidanzato di Mèlanie.

The morphing portaits corridor: In questa stanza troviamo alcuni oggetti interessanti, come un certificato di matrimonio, ma che si trova là solo per fare scena e non appartiene a Mèlanie. In realtà la parte più interessante e forse anche inquietante viene da una lettera appesa e sottovetro. E’ scritta in una maniera illeggibile, ma probabilmente la lettera è scritta al contrario e leggibile solo tramite uno specchio; infatti, alcune culture credono che il mondo dell’aldilà sia ambientato in un mondo parallelo al nostro, e i lamenti spettrali che si sentono non sono altro che parole espresse dagli spiriti recepite da noi al contrario proprio per via di questo parallelismo.

Il saluto di Mèlaine: Il nostro primo incontro con la fanciulla in carne ed ossa la ritrae con un candelabro, si può già evincere una certa preoccupazione della ragazza nei confronti del futuro marito; in realtà lei non sa che triste destino ha avuto lui.

The endless corridor: Mèlanie ci appare in una forma più spettrale in cerca di suo marito, questo non significa che lei sia morta! Ciò rappresenterebbe lei che vaga di stanza in stanza alla sua ricerca, possiamo notare che non è passato tanto tempo dalla sua ultima apparizione per la presenza del candelabro.

Il conservatorio: Qui troviamo alcuni elementi controversi, e sicuramente questa è una stanza che nasconde molti segreti che aiuterebbero a capire la vera natura della storia. Il ritratto appeso al muro è di Shakespeare. Vediamo per la prima volta apparire il corvo.

Il corridoio delle porte: Le ipotesi per questa stanza sono due. Si tratta di spiriti che vogliono entrare nel maniero oppure sono gli ospiti delle nozze chiusi nelle loro stanze e lasciati morire.

Madame Leota: Questa scena è molto importante perché troviamo la veggente intenta ad invocare gli spiriti per il ricevimento, accompagnata dal corvo. È chiamata così per l’effetto ottico usato, che si chiama appunto Leota

Scena del ballo: Ricca di dettagli questa scena (forse la più bella) è la parte portante dell’attrazione: gli invitati da Madame Leota arrivano con un carro funebre. Il fantasma domina la situazione e lo vediamo finalmente in “carne”ed ossa. Notiamo Mèlaine ferma sulle scale dopo aver scoperto la tragica fine del marito, dove al suo posto, che si dovrebbe trovare sul palchetto, c’è invece una bara; Mèlaine sembra più vecchia dell’inizio Si può notare la terza apparizione del corvo e un gran quadro che rappresenta il passato splendore del maniero

Il salottino: Mèlaine sembra ancora più vecchia del solito, e conserva ancora il suo abito da sposa. Questa è l’ultima apparizione di Mèlaine viva. Nella stanza è presente un grammofono che è stato inventato nel 1890, mentre la storia ha inizio nel 1860: piccolo errore storico o un caso voluto? In una zona un po’ nascosta troviamo un quadro che rappresenta Mèlaine vestita da sposa e accompagnata dal suo ragazzo Una finestra rotta, che probabilmente non è lasciata al caso.

Il giardino: in questa stanza troviamo come figura centrale il fantasma accompagnato dal corvo.

Phantom Canyon: Questa è una città distrutta da un terremoto che si trova dietro la casa dove gli abitanti hanno un aspetto del tutto spettrale, qui facciamo l’incontro per l’ultima volta con il fantasma, scortato dal corvo.

L’ultima apparizione di Mèlanie: Incontriamo per l’ultima volta anche la giovane donna, ormai divenuta uno scheletro che c’indica la strada per fuggire, sembra che lei non abbia mai creduto alla morte del marito e che sia voluta morire nella casa nell’attesa.

Questo è tutto…o meglio, è tutto quello che serve per far partire una bella riflessione.
Forse potrebbe essere che il fantasma non è altro che uno spasimante di Mèlaine, che è rifiutato per il vero fidanzato della ragazza; il giorno delle nozze lo spirito si arrabbia così tanto da uccidere il fidanzato continuando a sedurre Mèlaine rinchiudendola nella casa e organizzandogli una festa di matrimonio spiritica. Ma la donna lo rifiuta sempre fino a che il fantasma decide di riesumare il corpo del defunto fidanzato della ormai vecchia donna per indossare la sua pelle e tentare un disperato tentativo di seduzione...ma la donna è ormai morta. Per cui alla fine non ci sono tutti flash back durante il percorso, ma solo un grande flash back all'inizio nella strech room che ci porta al giorno del matrimonio di Mèlaine e che regredisce lentamente durante il corso della vicenda.


All'uscita non dimenticate di visitare con attenzione il cimitero, che è bellissimo: ci sono tombe con molti particolari, ad esempio in quella di un musicista si sente una musica, in un'altra si sente battere il cuore, e così via.

Questo per quanto riguarda l'attrazione parigina (Phantom Manor). La storia dovrebbe essere la solita (o con poche differenze) anche negli altri parchi (Haunted Mansion), ma non ne sono sicuro.


Se volete approfondire:

http://www.doombuggies.com/home.php

http://www.happy-haunts.com/main/


Se volete stamparvi un bel certificato di morte da appendere in camera eheheh.gif

http://www.yourdeathcertificate.com/

Messaggio modificato da Enrico il 23/5/2011, 22:10
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Teo
messaggio 23/5/2011, 23:30
Messaggio #3


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 5.642
Thanks: *
Iscritto il: 15/9/2008
Da: Udine




post-6-1111076745.gif post-6-1111076745.gif post-6-1111076745.gif post-6-1111076745.gif post-6-1111076745.gif

Caspita che storia che c'è dietro! Non che ci abbia capito un gran che della vicenda, ma mi è venuta una voglia improvvisa di rifarla per notare questa marea di particolari!


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
chrykee
messaggio 24/5/2011, 2:55
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.802
Thanks: *
Iscritto il: 17/8/2004




CITAZIONE (Enrico @ 23/5/2011, 22:03) *
Avevo proprio l'intenzione di aprire un topic dedicato alla Casa dei Fantasmi (Phantom Manor/Haunted Mansion) visto che è una delle attrazioni più amate di Disneyland, e con una storia non semplice. (ci sono infatti varie teorie).

Proverò ad essere il più chiaro possibile, prendendo informazioni da alcuni siti ed aiutandomi con quello che so.

ATTENZIONE! Non leggete nulla se non avete fatto l'attrazione, perchè vi rovinerete sicuramente l'effetto sopresa. Consiglio di leggere DOPO aver fatto l'attrazione.


Già dall'aspetto esteriore del maniero e dalla coda (estremamente ben tematizzata) che facciamo per accedere all'attrazione capiamo che la casa è abbandonata. (o così sembra).

In pratica noi riusciamo ad intuire già dall’entrata che qualcosa in quella casa non è andato come doveva andare, ed, infatti, nella “Stretch room” (ovvero l’ascensore) troviamo il corpo impiccato di un uomo che, verremo poi a sapere, si tratta del futuro marito di Mèlanie Ravenswood, la sposa che vaga per la casa, e che sembra si chiami così per una lettera presente nel salottino dove lei piange; è importante ricordare che la lettera non è visibile dai guest ma solo dai funzionari tecnici…comunque la lettera è là.
Ma una domanda sorge spontanea mentre la “Stretch room” si allunga mostrando con la luce dei fulmini il corpo del fidanzato di Mèlanie: chi può aver fatto una cosa simile? Ed è qui che entra in gioco il fantasma che circola per i corridoi della casa e che colorisce l’abbandonata dimora con le sue risate malefiche. Ma chi è in realtà…non può essere solo un fantasma di turno. Ed ecco che nascono alcune teorie sulla sua identità. La prima e forse la più probabile dice che questo fantasma sarebbe un indiano seppellito in un cimitero appunto indiano che si trova sotto la Big Thunder Mountain. La storia vuole che il padre di Mèlaine fosse il gestore degli scavi per la miniera, e che si fosse imbattuto proprio in questo cimitero, risvegliando l’ira di uno spirito che si sarebbe vendicato sulla figlia, imprigionandola nella casa, e sul suo fidanzato uccidendolo. (questa, a mio parere, è l'ipotesi corretta).
La seconda ipotesi dice che il fantasma non è altro che il padre di Mèlanie; ma questa ipotesi risulta infondata e dunque si presenta come la più fantasiosa.
La terza parlerebbe di una figura esterna al racconto, ma sembra comunque improbabile.

Prendiamo ora in considerazione la storia della casa, anzi, le storie poiché ci sono due filoni logici che raccontano la vicenda della dimora. La prima storia ci porta indietro nel tempo già al 1860, dove assistiamo in diretta all’impiccagione del fidanzato di Mèlaine. Dopo ciò veniamo fatti accomodare sulle Doom-Buggies (sedie del giudizio) per assistere all’intera vicenda della casa. Infatti, da qui assistiamo alla ricerca della sposa del suo futuro marito (saluto-endless corridor), l’imprigionamento degli invitati nelle loro camere (scena delle porte), il ballo (dove lei scopre la verità), il saloncino dove lei è invecchiata, rinchiusa in casa (è passato del tempo), La discesa delle tombe e il phantom canyon dove incontriamo il corpo del marito e capiamo che la sposa è rimasta chiusa in casa per tutta la vita. (questa è la prima teoria).

Ma c'è anche una seconda teoria: quando noi arriviamo al maniero tutto è già avvenuto, infatti avvertiamo la presenza della sposa tra le mura della casa, nello specchio al focolare e nelle fila d’attesa. Quindi la storia sarebbe una serie di flash back in cui i fantasmi riproducono instancabilmente la stessa storia, il ritorno al presente si avrebbe nel giardino prima delle tombe in cui la brezza d’aria fredda che si avverte rappresenterebbe appunto questo passaggio. Questa teoria è simile alla precedente ma spiegherebbe le voci durante l’attesa ma anche lo spostamento più rapido nel tempo, tra la scena iniziale in cui, se ben ricordate Mèlanie saluta da un balconcino e il salottino dove sembra che siano passati più o meno venti anni.

Quindi il fantasma chi è? Potrebbe essere un indiano, il padre di Mèlaine o un personaggio esterno alla vicenda. Tutto lascerebbe pensare che fosse un fantasma, soprattutto per via del suo aspetto da scheletro all’inizio e di essere in decomposizione alla fine. Ma siamo veramente sicuri che questo individuo è un fantasma? Se ricordate bene la scena del giardino potete notare che il tizio in questioni ha delle mani vere, e non delle mani scheletriche, per cui si può dedurre che in realtà questo spirito sia una persona che vive fino al phantom canyon (in cui assume un aspetto da vero e proprio cadavere) e che è il responsabile della morte di Mèlanie e del suo fidanzato. Oppure potrebbe essere un fantasma con solo dei guanti; ma se fosse veramente una persona vera allora ciò spiegherebbe la visita nel maniero con la storia in diretta.

Ci rimane un'ultima cosa da analizzare, il flash back finale: Infatti proprio alla fine del percorso si arriva nel phantom canyon e si passa vicino al fantasma putrefatto con il maniero proprio di fronte a noi. Si pensa molto spesso che il fantasma abbia accanto a lui una bara per poterci chiudere dentro, ma forse non è così. Molto probabilmente il fantasma non vuole affatto acciuffare i guest che si sono avventurati nella casa, ma bensì questa scena rappresenta il più grande flash back dell’intera vicenda, e cioè il fantasma che è risvegliato dalla sua tomba sotto Big Thunder Mountain prima di impiccare il futuro sposo di Mèlaine. Se così fosse si spiegherebbe la natura indiana dello spirito e il perché della casa messa laggiù in alto che simboleggia la meta finale dello spirito. Ciò può essere giustificato in due modi: In primis il fantasma all’inizio è in stato di decomposizione e dopo assume sembianze scheletriche, ciò ci fa capire che comunque è passato del tempo. In secondo durante il phantom canyon abbiamo Big Thunder Mountain sulla nostra sinistra e poi abbiamo di fronte a noi la facciata della casa, ma se fosse una scena unica ciò non avrebbe senso perché la casa dovrebbe essere rivolta dall’altro lato, ma se il piccolo maniero appartenesse al flash back finale sarebbe spiegato tutto.

Per concludere riassumiamo le varie stanze e le loro principali caratteristiche:

Il Foyer: E’ la prima stanza della dimora con cui entriamo in contatto, ed è l’unica stanza che con le finestre dà verso l’esterno; in questa stanza assistiamo alla prima apparizione di Mèlaine, che stranamente non è vestita da sposa e porta una collanina che ritroveremo durante il corso della storia.

La Stretch room: Questa stanza è importante perché il guest entra in stretto contatto con la storia dei Ravenswood. I quadri che si allungano durante la discesa rappresentano tutti Mèlanie, prima e dopo l’avvento degli spiriti; infatti, se ci si accorge in ogni quadro è presente la struttura della dimora, e nella scena del pic-nic fa la sua comparsa il fidanzato di Mèlanie.

The morphing portaits corridor: In questa stanza troviamo alcuni oggetti interessanti, come un certificato di matrimonio, ma che si trova là solo per fare scena e non appartiene a Mèlanie. In realtà la parte più interessante e forse anche inquietante viene da una lettera appesa e sottovetro. E’ scritta in una maniera illeggibile, ma probabilmente la lettera è scritta al contrario e leggibile solo tramite uno specchio; infatti, alcune culture credono che il mondo dell’aldilà sia ambientato in un mondo parallelo al nostro, e i lamenti spettrali che si sentono non sono altro che parole espresse dagli spiriti recepite da noi al contrario proprio per via di questo parallelismo.

Il saluto di Mèlaine: Il nostro primo incontro con la fanciulla in carne ed ossa la ritrae con un candelabro, si può già evincere una certa preoccupazione della ragazza nei confronti del futuro marito; in realtà lei non sa che triste destino ha avuto lui.

The endless corridor: Mèlanie ci appare in una forma più spettrale in cerca di suo marito, questo non significa che lei sia morta! Ciò rappresenterebbe lei che vaga di stanza in stanza alla sua ricerca, possiamo notare che non è passato tanto tempo dalla sua ultima apparizione per la presenza del candelabro.

Il conservatorio: Qui troviamo alcuni elementi controversi, e sicuramente questa è una stanza che nasconde molti segreti che aiuterebbero a capire la vera natura della storia. Il ritratto appeso al muro è di Shakespeare. Vediamo per la prima volta apparire il corvo.

Il corridoio delle porte: Le ipotesi per questa stanza sono due. Si tratta di spiriti che vogliono entrare nel maniero oppure sono gli ospiti delle nozze chiusi nelle loro stanze e lasciati morire.

Madame Leota: Questa scena è molto importante perché troviamo la veggente intenta ad invocare gli spiriti per il ricevimento, accompagnata dal corvo. È chiamata così per l’effetto ottico usato, che si chiama appunto Leota

Scena del ballo: Ricca di dettagli questa scena (forse la più bella) è la parte portante dell’attrazione: gli invitati da Madame Leota arrivano con un carro funebre. Il fantasma domina la situazione e lo vediamo finalmente in “carne”ed ossa. Notiamo Mèlaine ferma sulle scale dopo aver scoperto la tragica fine del marito, dove al suo posto, che si dovrebbe trovare sul palchetto, c’è invece una bara; Mèlaine sembra più vecchia dell’inizio Si può notare la terza apparizione del corvo e un gran quadro che rappresenta il passato splendore del maniero

Il salottino: Mèlaine sembra ancora più vecchia del solito, e conserva ancora il suo abito da sposa. Questa è l’ultima apparizione di Mèlaine viva. Nella stanza è presente un grammofono che è stato inventato nel 1890, mentre la storia ha inizio nel 1860: piccolo errore storico o un caso voluto? In una zona un po’ nascosta troviamo un quadro che rappresenta Mèlaine vestita da sposa e accompagnata dal suo ragazzo Una finestra rotta, che probabilmente non è lasciata al caso.

Il giardino: in questa stanza troviamo come figura centrale il fantasma accompagnato dal corvo.

Phantom Canyon: Questa è una città distrutta da un terremoto che si trova dietro la casa dove gli abitanti hanno un aspetto del tutto spettrale, qui facciamo l’incontro per l’ultima volta con il fantasma, scortato dal corvo.

L’ultima apparizione di Mèlanie: Incontriamo per l’ultima volta anche la giovane donna, ormai divenuta uno scheletro che c’indica la strada per fuggire, sembra che lei non abbia mai creduto alla morte del marito e che sia voluta morire nella casa nell’attesa.

Questo è tutto…o meglio, è tutto quello che serve per far partire una bella riflessione.
Forse potrebbe essere che il fantasma non è altro che uno spasimante di Mèlaine, che è rifiutato per il vero fidanzato della ragazza; il giorno delle nozze lo spirito si arrabbia così tanto da uccidere il fidanzato continuando a sedurre Mèlaine rinchiudendola nella casa e organizzandogli una festa di matrimonio spiritica. Ma la donna lo rifiuta sempre fino a che il fantasma decide di riesumare il corpo del defunto fidanzato della ormai vecchia donna per indossare la sua pelle e tentare un disperato tentativo di seduzione...ma la donna è ormai morta. Per cui alla fine non ci sono tutti flash back durante il percorso, ma solo un grande flash back all'inizio nella strech room che ci porta al giorno del matrimonio di Mèlaine e che regredisce lentamente durante il corso della vicenda.


All'uscita non dimenticate di visitare con attenzione il cimitero, che è bellissimo: ci sono tombe con molti particolari, ad esempio in quella di un musicista si sente una musica, in un'altra si sente battere il cuore, e così via.

Questo per quanto riguarda l'attrazione parigina (Phantom Manor). La storia dovrebbe essere la solita (o con poche differenze) anche negli altri parchi (Haunted Mansion), ma non ne sono sicuro.


Se volete approfondire:

http://www.doombuggies.com/home.php

http://www.happy-haunts.com/main/


Se volete stamparvi un bel certificato di morte da appendere in camera eheheh.gif

http://www.yourdeathcertificate.com/

grazie per l'approfondimento ..una delle attrazioni che amo di più dopo pirati dei caraibi...sarebbe curioso vedere la famosa lettera... Saluto.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
kekkomon
messaggio 24/5/2011, 19:18
Messaggio #5


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 31.446
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




Uaaoo quanti particolari che non ho notato, grazie mille!


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 24/5/2011, 19:26
Messaggio #6


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




Di nulla! Saluto.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 24/5/2011, 21:32
Messaggio #7


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




interessante ! shifty.gif


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 24/5/2011, 22:17
Messaggio #8


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




Ehi! La seconda teoria (cioè che il fantasma è il padre di Melanie) potrebbe essere giusta.

Ho tradotto (a mano, non con il traduttore automatico) la storia che ho trovato su un sito.

Vista la faticaccia che ho fatto, spero apprezziate.

Il maniero era la residenza di Henry e Martha Ravenswood.
Henry era il ricco proprietario della miniera della città di Thunder Mesa e il patriarca di uno dei famigliari dei fondatori della città.
Quando fu trovato l'oro nella montagna di Thunder Mesa (Big Thunder Mountain), la piccola città divenne al centro dell'attenzione.
Henry Ravenswood usò il suo denaro per costruire un maniero sulla collina. Da qui, poteva sorvegliare tutta la città.

Nel 1860 un grande terremoto colpì Thunder Mesa.
Henry e Martha morirono durante il terremoto. Possiamo trovare le loro tombe nel cimitero accanto al maniero.
Questo terremoto causò un'esplosione nella miniera, come aveva annunciato una antica maledizione indiana. La leggenda dice che un thunderbird (uccello di tuono) protegge la montagna e che l'uccello si sarebbe arrabbiato qualora la montagna fosse stata saccheggiata.

Henry Rawenswood aveva una bellissima figlia di nome Melania ed era molto orgoglioso di lei.
Melanie si innamorò, ed il suo fidanzato stava pianificando di portare Melanie via da Thunder Mesa.

Quando Henry sentì questo, divenne furioso e avrebbe fatto di tutto per non lasciare che ciò accadesse. Nel giorno del matrimonio, il fidanzato di Melanie non si presentò.
Il cuore di Melanie fu infranto e si isolò per il resto della sua vita.
È possibile che Henry abbia impedito l'arrivo del fidanzato, anche dalla sua tomba?
La gente dice che Melanie non ha mai lasciato il maniero, ma alcuni sostengono di aver visto di notte una donna in abito da sposa dietro le finestre del maniero. (storia a parte, si vede davvero eh!)
Nessuno fu in grado di dire se Melanie fosse ancora viva, ma la gente del paese ebbe paura di indagare, e chiamarono la dimora "Phantom Manor".

Infine i domestici aprirono il maniero per raccontare la loro storia. Dissero di essere stati terrorizzati dagli spiriti del maniero e in particolare da un fantasma malefico.
La gente pensa che questo fantasma sia Henry Ravenswood e che abbia tenuto Melanie prigioniera nel maniero fino alla sua morte.

Il maniero è ora aperto a tutti coloro che osano affrontare la furia del fantasma, ma attenzione! Nella sua malefica furia, cerca sempre di spaventare a morte gli ospiti della casa, mentre il fantasma di Melanie sembra cercare di proteggerli dalla sua rabbia.
Forse un giorno qualcuno sarà in grado di spiegare cosa sia realmente successo.
Se questo è il caso, allora le anime delle persone scomparse da Thunder Mesa che da sempre infestano il maniero, possono restare in pace.


Allora, secondo voi chi è questo fantasma?










Go to the top of the page
 
+Quote Post
kekkomon
messaggio 25/5/2011, 7:47
Messaggio #9


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 31.446
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




Affascinante quest'ultima storia proprio da film!!
Grazie millle!!


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
Claudio
messaggio 25/5/2011, 20:22
Messaggio #10


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 20.882
Thanks: *
Iscritto il: 9/9/2010
Da: Italia




CITAZIONE (Enrico @ 24/5/2011, 22:17) *
Ehi! La seconda teoria (cioè che il fantasma è il padre di Melanie) potrebbe essere giusta.

Ho tradotto (a mano, non con il traduttore automatico) la storia che ho trovato su un sito.

Vista la faticaccia che ho fatto, spero apprezziate.

Il maniero era la residenza di Henry e Martha Ravenswood.
Henry era il ricco proprietario della miniera della città di Thunder Mesa e il patriarca di uno dei famigliari dei fondatori della città.
Quando fu trovato l'oro nella montagna di Thunder Mesa (Big Thunder Mountain), la piccola città divenne al centro dell'attenzione.
Henry Ravenswood usò il suo denaro per costruire un maniero sulla collina. Da qui, poteva sorvegliare tutta la città.

Nel 1860 un grande terremoto colpì Thunder Mesa.
Henry e Martha morirono durante il terremoto. Possiamo trovare le loro tombe nel cimitero accanto al maniero.
Questo terremoto causò un'esplosione nella miniera, come aveva annunciato una antica maledizione indiana. La leggenda dice che un thunderbird (uccello di tuono) protegge la montagna e che l'uccello si sarebbe arrabbiato qualora la montagna fosse stata saccheggiata.

Henry Rawenswood aveva una bellissima figlia di nome Melania ed era molto orgoglioso di lei.
Melanie si innamorò, ed il suo fidanzato stava pianificando di portare Melanie via da Thunder Mesa.

Quando Henry sentì questo, divenne furioso e avrebbe fatto di tutto per non lasciare che ciò accadesse. Nel giorno del matrimonio, il fidanzato di Melanie non si presentò.
Il cuore di Melanie fu infranto e si isolò per il resto della sua vita.
È possibile che Henry abbia impedito l'arrivo del fidanzato, anche dalla sua tomba?
La gente dice che Melanie non ha mai lasciato il maniero, ma alcuni sostengono di aver visto di notte una donna in abito da sposa dietro le finestre del maniero. (storia a parte, si vede davvero eh!)
Nessuno fu in grado di dire se Melanie fosse ancora viva, ma la gente del paese ebbe paura di indagare, e chiamarono la dimora "Phantom Manor".

Infine i domestici aprirono il maniero per raccontare la loro storia. Dissero di essere stati terrorizzati dagli spiriti del maniero e in particolare da un fantasma malefico.
La gente pensa che questo fantasma sia Henry Ravenswood e che abbia tenuto Melanie prigioniera nel maniero fino alla sua morte.

Il maniero è ora aperto a tutti coloro che osano affrontare la furia del fantasma, ma attenzione! Nella sua malefica furia, cerca sempre di spaventare a morte gli ospiti della casa, mentre il fantasma di Melanie sembra cercare di proteggerli dalla sua rabbia.
Forse un giorno qualcuno sarà in grado di spiegare cosa sia realmente successo.
Se questo è il caso, allora le anime delle persone scomparse da Thunder Mesa che da sempre infestano il maniero, possono restare in pace.


Allora, secondo voi chi è questo fantasma?


curiosa anche questa !


User's Signature


Il Forziere dei Classici Disney in Dvd: una grande fregatura! CONDIVIDI:https://www.youtube.com/watch?v=zZLEjXBac3E
Go to the top of the page
 
+Quote Post
BelleLetrice
messaggio 25/5/2011, 20:28
Messaggio #11


Peucetia
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.526
Thanks: *
Iscritto il: 11/3/2011
Da: Puglia




Mi sembra un racconto di E.A.Poe Innamorato.gif E io adoro Poe Innamorato.gif Innamorato.gif fantastic
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 26/5/2011, 17:18
Messaggio #12


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




Grazie a tutti!
Go to the top of the page
 
+Quote Post

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 18/7/2019, 5:49