Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


26 Pagine V  « < 22 23 24 25 26 >  
Reply to this topicStart new topic
> Mulan (Live Action), ex Walt Disney Pictures ora Esclusiva Accesso VIP Disney+
Daydreamer
messaggio 5/9/2020, 14:09
Messaggio #553


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.934
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Da BadTaste

L’uscita di Mulan riaccende in Asia i movimenti per il boicottaggio del film Disney

Che Mulan fosse una, potenziale, bella gatta da pelare per la Disney, a prescindere dall’arrivo al cinema o in streaming, ve lo avevamo già detto.
Come noto i nomi principali del cast (in primis la protagonista Liu Yifei) hanno appoggiato la repressione delle manifestazioni a Hong Kong cosa che già dallo scorso anno aveva portato alla nascita di movimenti per boicottare la pellicola.
Ora che Mulan è disponibile in streaming su Disney+ e si appresta a uscire nei cinema cinesi il prossimo 11 settembre, i movimenti che inneggiano al boicottaggio della pellicola sono tornati a farsi sentire con forza, come segnalato anche dal Guardian. Complice l’arresto (e successivo rilascio su cauzione) dell’attivista hongkoghese Agnes Chow lo scorso agosto, da molti indicata come “la vera Mulan”, una eroina che si oppone all’estensione dell’egemonia del Partico Comunista Cinese nell’ex protettorato britannico, e il recente esordio del lungometraggio Disney, le proteste sono cominciate a montare in buona parte dell’Asia, dalla Tailandia a Taiwan.
Netiwit Chotiphatphaisal, studente e attivista tailandese, venerdì, in occasione dell’uscita di Mulan nel suo paese ha scritto su Twitter che i commenti fatti da Liu Yifei non saranno dimenticati: “Invito tutti a #boicottare Mulan e a #BandireMulan per far capire alla Disney e al giverno cinese che la violenza di stato contro i cittadini è inaccettabile”.
Liu, con un messaggio postato sul social cinese Weibo, aveva espresso il suo apprezzamento verso quanto fatto (leggasi: verso la repressione violenta delle proteste) dalla polizia in quel di Hong Kong aggiungendo, in inglese, che “per Hong Kong era una vergogna”.
Un’altra star della pellicola, il ben noto Donnie Yen, si era tirato addosso un buon quantitativo di critiche definendo il “ritorno di Hong Kong alla madre patria Cina” come un “giorno da celebrare”.[...]


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 5/9/2020, 14:12
Messaggio #554


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.934
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Ecco la versione di Carmen Consoli (editata da un fan, è chiaramente indicato che i toni e la velocità sono stati alterati per la pubblicazione), in attesa della versione ufficiale ma almeno ci si fa una bella idea:

Mulan (2020) - Coraggio, Onestà e Lealtà | Loyal Brave True


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 6/9/2020, 9:42
Messaggio #555


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.934
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




A quanto pare il film d'animazione prevedeva che Li Shang fosse un soldato compagno di Mulan, come nel live action, a inizio gestazione. Il film live action in qualche modo ne ha recuperato l'idea essenziale.

Da Insider

Why the original co-director of 'Mulan' is OK with the change to her romantic interest in the live-action movie

The new film introduces us to Honghui (Yoson An), a comrade and love interest of Mulan's.
Fans were initially upset, thinking Li Shang or a version of him wouldn't appear in the movie.
Tony Bancroft, codirector of the animated film, told Insider they originally considered putting Li Shang in the army while introducing another character as the general.
Bancroft said General Bao Gung was cut from the animated movie and Shang was promoted to general.

Li Shang may not appear in Disney's live-action "Mulan," but the film does give us a new romantic interest for the heroine with Honghui (Yoson An).

Initially, fans were upset to learn the fan favorite, who appeared as both a direct boss and love interest to Mulan in the animated film, wouldn't appear in the live-action movie. But that's not exactly the case.

The new "Mulan" splits the role of Li Shang into two parts. Donnie Yen plays Mulan's commander and mentor, Commander Tung. It then left room for Li Shang to become Mulan's comrade in war and her peer, Honghui.

Honghui gets more one-on-one time with Mulan than Li Shang to really get to know the character in the live-action film. Jasin Boland/Disney
If you're still upset by the change, there's more reason to like the update.

The original "Mulan" co-director, Tony Bancroft, told Insider they considered separate characters for the general and Li Shang in the animated movie. Bancroft said he was satisfied to see the change on-screen.

"We actually had that in our original one, too," Bancroft told Insider at the film's world premiere in March. "Shang was one of the troops in her army, just like Ling, Chien Po, and Yao."

In the live-action film, you can now see Shang among fellow troops Po, Cricket, Ling, and Yao. Jasin Boland/Disney
"It was interesting for me to see them do that [in the live-action film] because I don't know that they knew that," Bancroft said of the live-action "Mulan" crew. "I don't think they stole that from an old idea that we had. I think it was just an original conception."

In February, producer Jason Reed told Collider they made the change to Li Shang because they didn't think it would be appropriate for Mulan to engage in a relationship with her direct superior.

"I think particularly in the time of the #MeToo movement, having a commanding officer that is also the sexual love interest was very uncomfortable and we didn't think it was appropriate," said Reed.

Though it never came to fruition, Bancroft said they had a fleshed out the idea for the general in the animated movie.

"We had another character named Bao Gung who was the sergeant and then Shang was in the army," said Bancroft of the cut "Mulan" character. "It was very similar. We went in a different direction and they went for it all the way. It's still very satisfying. It still works."

Bancroft described Gung as a traitorous spy who would have been the film's original villain. Here's an early design for the character shared by supervising animator Aaron Blaise on how the cut character would have looked.

When the character was cut and Shan Yu became the film's main villain, Li Shang's role evolved.

"It's more that he was promoted," Bancroft said. "We moved him from the character that was just a soldier and when Bao Gung went he became more of a Lieutenant."

Bancroft told Insider back in March he loved the live-action film, saying he "enjoyed it far more" than expected. He and his brother, Tom, a former Disney animator, have been vocal about their displeasure with some of the recent remakes.

"This, to me, is what all these Disney remakes should be," said Tony Bancroft of "Mulan" being reminiscent of the animated picture, but being original enough to stand on its own.




User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 6/9/2020, 9:47
Messaggio #556


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.934
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Disney's live-action 'Mulan' considered musical montages but they struggled with how to adapt the music into the new movie

Disney's live-action "Mulan" may not be a musical like its predecessor, but it honors a few of the songs through clever nods and an instrumental version of "Reflection" that can be heard during key moments.

If you're upset the film did away with most of the original film's music, that wasn't always the case. Disney considered adding musical montages for some of the film's hits, including "Reflection" and "I'll Make a Man Out of You."

They just couldn't find a way to make them work.

"They were trying to figure out how best to honor the songs from the animated version, but they were struggling," Matthew Wilder, the animated film's composer, told Insider in March.

"They were playing with the idea of creating montages for the movie to include song moments against picture, without the characters breaking into song," Wilder said.

Wilder wrote all of the songs to the 1998 animated film along with lyricist David Zippel. While Harry Gregson-Williams composes the live-action movie, both Wilder and Zippel returned for the 2020 film after pushback from fans at test screenings about the lack of music in the live-action remake.

Wilder said he was invited to collaborate and try to weave some of the film's original songs into the score. Wilder had his first discussions with director Niki Caro and Zippel about the music direction of the film in late summer 2019.

'I was there to serve the film.' Wilder experimented while trying to figure out how to inject music from the animated movie into the live-action film.
matthew wilder 2020

"I was working with Niki, one-on-one primarily to try to land the moments that she was looking for, focusing on 'Reflection' and 'I'll Make a Man Out of You," Wilder said.

Disney has been working on the live-action adaptation since 2015. Before the pandemic, the film was originally scheduled for a November 2018 release before being rescheduled to March 2020.

By the time Wilder had joined, Disney had major successes with "Aladdin" and "The Lion King" back-to-back in May and July 2019. Both of those movies brought in well over $1 billion at the box office worldwide and may have placed an immense amount of pressure on what "Mulan" should be.

Should "Mulan" have more music? Should it have a more serious tone?

"We were there to experiment and [Caro] didn't really know what she wanted," said Wilder. "It was up to me, to a large extent, to try to understand how best to put into play the notes that she was giving me. She knew in her heart of hearts that she just wanted this movie to be different and not necessarily be a rubber-stamped version, if you will, of the animated film."

"The conversations, as you can imagine, were very animated," he continued. "Things are being put up and discarded very quickly. No, that's not it, that's not right. That's not it. It's trial by error. I had my frustrations in that process, but, I was there to serve the film."

Being thrown into the mix in the middle of a "Mulan" production wasn't anything new to Wilder. It was practically déjà vu.

More than 20 years earlier, when he was hired to take over as composer on the animated "Mulan," Wilder says he was almost immediately ushered into a staff meeting with the film's creative team where he and Zippel were asked to pinpoint which moments in the film may be best to turn into songs.

When he and Zippel wrote the first iteration of "Reflection" and played it for former Disney CEO Michael Eisner, Wilder was told the song was something that had to stand the test of time.

"You have to break the glass ceiling," Wilder remembered Eisner telling him.

In 2020, here was Wilder again, working on music for "Mulan" that would hopefully do the same.

Wilder said, similar to the 1998 film, "I'll Make a Man Out of You" would have played along with the training sequence. Mulan and her comrades are seen fighting, shooting arrows, and in formation.

"Then there's a very long scene with Mulan doing the sword training by the water and then carrying the pails up the mountain. We were using 'Reflection,' with lyric as scoring," Wilder said.

"The collective decision was that it wasn't working in the film that [Walt Disney Studios motion picture president of production] Sean Bailey and Niki Caro really wanted to make," he added.

Wilder said they made several demos of the songs that were never utilized in the live-action movie.

They also pitched an all-female version of "I'll Make a Man Out of You" for a possible end title to the film.

"They didn't go for it. They felt it was not part of the fabric of what they wanted to convey in the mood of the new Mulan," Wilder said, adding, "And it kicks ass. I'll tell you."

The final version of the film, uses the "Reflection" theme in a few different moments, including the bucket scene. "I'll Make a Man Out of You" is referenced in a moment of dialogue. "Honor to Us All" can be heard when Mulan prepares to visit the matchmaker.

"You can imagine after all of that work, the songs being placed in that context with no lyric and just melody, it had a very different impact for us as songwriters and the way that it plays in the movie," Wilder said of how the songs exist in the live-action film.

Ultimately, Wilder's happy with how the film turned out and is thankful to have worked on both versions of this movie

When asked how he felt, knowing only the melodies for some songs would appear in the movie, Wilder took a moment to respond.

"I don't want to imbue this interview with any kind of negativity, but emotionally, it's difficult because we worked so hard on the '98 version," Wilder said.

Wilder added, "For me to tell you that I wasn't disappointed that we didn't get the opportunity to really fly our flag, if you will, as songwriters, I'd be lying if I told you that there wasn't an element of disappointment there."

Wilder didn't see the final cut of the movie until its world premiere on March 9, 2020, in Los Angeles. Stepping back and trying looking at the film objectively, Wilder acknowledges it works as a whole.

"When the melodies do come into play in the score it does make the hair on the back of my neck stand up. So there's something working there, obviously," Wilder said.

While the new versions of "Reflection" and "I'll Make a Man Out of You" didn't make it into the live-action film, Wilder did work with the film's star, Liu Yifei, on the Mandarin version of "Reflection" that's featured in the credits.

"Yifei is a light and she wanted to work so hard to make that version as perfect as it possibly could be," Wilder said of working with the actress. "I had the privilege of being able to be in the room with her on several occasions, and I could not have enjoyed the experience more."

Ultimately, Wilder said he's happy to have been associated with both movies. The animated picture played a turning point in his career as his first major project and informed it moving forward. Wilder recently scored Eiji Han Shimizu's feature animation, "True North," about North Korea and he and his producing partner, Jared Faber, helped artist Oskar O release her first single, "Sleep It Off."

It meant a lot to revisit "Mulan" more than 20 years later.

"There are things that I could have been critical about, but not enough to walk away disgruntled and feeling that they blew it," Wilder said of the live-action film as a whole. "I think that they were true to the vision that they eventually came to embrace."


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
buffyfan
messaggio 6/9/2020, 11:38
Messaggio #557


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.808
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2009
Da: Roma




CITAZIONE (Daydreamer @ 5/9/2020, 14:12) *
Ecco la versione di Carmen Consoli (editata da un fan, è chiaramente indicato che i toni e la velocità sono stati alterati per la pubblicazione), in attesa della versione ufficiale ma almeno ci si fa una bella idea:

Mulan (2020) - Coraggio, Onestà e Lealtà | Loyal Brave True

Molto diversa dalla versione originale. Non riesco a capire se mi garba o meno. Aspetterò la versione con Pitch normale e magari video ufficiale. Certo che potevano spende du spicci in più anche per la nuova versione di Reflection. Ne hanno fatte addirittura tre versioni per l'India (Hindi, Tamil e Punjabi se non sbaglio) mad.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 6/9/2020, 15:04
Messaggio #558


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.934
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Da BadTaste

Il produttore di Mulan spiega da chi è stata presa la decisione di fare uscire il film su Disney+

Mulan è finalmente disponibile alla visione da parte del pubblico. Ma non, come ci si sarebbe aspettati prima dell’emergenza Coronavirus, in sala, bensì tramite un servizio “VIP” della piattaforma Disney+.
La decisione di saltare l’uscita theatrical anche in paesi che hanno già riaperto le sale ha suscitato non poche perplessità. È notizia recente la decisione di distribuire, per ora come unica eccezione, il film nelle sale cinesi. Unico mercato che, per ora, vedrà il film sul grande schermo.
Per andare in fondo a questa controversa decisione di mercato, che molti hanno interpretato come uno shock test eseguito dalla Disney per tastare il terreno verso un futuro sfruttamento del canale on demand, Deadline ha intervistato Jason Reed, il produttore del film.
Alla domanda relativa a chi spettasse la decisione di fare uscire Mulan su Disney+ il produttore ha risposto:
Non ho preso parte nella decisione. Sapevamo che era una possibilità e siamo stati molto coinvolti nella discussione per decidere dove e quando fare uscire il film, ma l’ultima parola per la decisione è sempre stata della Disney.
Reed non crede che l’attuale situazione sia, sul lungo periodo, uno svantaggio per il cinema. Anzi, ritiene che la rottura delle finestre di sfruttamento rigide (sale di prima visione, di seconda, diritti televisivi ecc…) possa aiutare a collocare meglio l’offerta. Lo streaming, secondo le sue parole, può essere un ottimo strumento soprattutto per i piccoli film di qualità che, altrimenti, non troverebbero posto nelle sale. Ma per quanto riguarda i blockbuster lo scenario ipotizzato è ben diverso:
Se è un grande film spettacolare che richiede una theatrical release, allora potrebbe andare nei cinema con una lunga tenitura. Oppure potrebbe restare meno in sala ed essere distribuito per via elettronica come uno SVOD premium. Personalmente credo che l’esperienza in sala continuerà a prescindere dai trend di mercato perché sono convinto ci sia un vero valore aggiunto nella visione collettiva di un film.
La discussione si è quindi spostata sul fiorire di remake in live action dei film di animazione Disney. I titoli da reinterpretare sono ancora molti, ma la riserva di titoli non è illimitata. Jason Reed è però fiducioso che, anche se il parco di film da cui pescare è limitato non ci sono ostacoli per continuare a raccontare storie, anche altre storie, secondo lo stile Disney. Probabilmente, secondo il produttore, non ci sarà nei prossimi anni una versione live action di Forzen o di Oceania, ma è più probabile che vedremo delle nuove principesse totalmente originali.
E questo può avvenite grazie ai diversi modelli di business che l’azienda sta sviluppando contemporaneamente, tra la sala cinematografica, lo streaming e un ibrido dei due. Questa diversificazione, secondo Reed, darà più libertà di raccontare storie con sempre maggiore libertà creativa. Il pubblico riceverà quindi un numero maggiore di storie, variando la proposta attraverso una release non per forza e non sempre esclusivamente cinematografica.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Hiroe
messaggio 6/9/2020, 22:25
Messaggio #559


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.892
Thanks: *
Iscritto il: 26/10/2008
Da: Pisa




Mi piacciono le risposte di questo tizio e concordo con lui nel fatto che lo streaming vada visto come un'opportunità.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 7/9/2020, 0:04
Messaggio #560


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 19.159
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Dal sito The Disinsider:

Box Office: ‘Mulan’ Grosses $6 Million Overseas

On Friday, Disney’s long-awaited live-action adaptation of Mulan was finally released on Disney+ with Premier Access. However, in some overseas territories, the film has released theatrically, primarily in Asia, where theaters are slowly beginning to reopen and do not have access to Disney+ yet.

Per Forbes, Mulan opened in only 6% of the normal international market earning $6 million in the UAE, Malaysia, Singapore, Thailand, and some other small territories. Disney is hoping for more success this week as the film is set to release in bigger markets such as, Russia, Greece, Hungary, Israel, Slovenia, Kuwait, Ukraine, Poland, and China, a market they hope they can win over with Mulan.

Reviews are fairly positive for Mulan, the film is “Certified Fresh” on Rotten Tomatoes at 79% percent, while the audience score is much lower at 55% which means the audience is split on the film, that score is expected to drastically change (higher or lower) as the film releases in new territories. It should also be noted that we have seen quite a bit buzz on social media from people who say they will be waiting for Mulan to release for free on December 4, as they are not looking to pay for a $30 premium on top of their subscription.

As for the final film in the Fox/X-Men universe, The New Mutants has grossed $21 million worldwide in its second week at the box office. Sadly, the $80 million film will lose money for the studio, but given the circumstances with COVID-19, and the endless release date changes, Disney was definitely prepared for this.




User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 7/9/2020, 11:13
Messaggio #561


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.934
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Già, il film si apre col logo del castello che altri non è che l'Enchanted Storybook Castle di Shanghai Disneyland, circondato dalle colline cinesi e che tocco delizioso che è stato! Innamorato.gif

Da Comicbook

Mulan Uses Shanghai Disneyland Castle in Disney Opener

Disney's Mulan begins with an enchanting surprise by transforming the Walt Disney Pictures fantasy castle logo into Enchanted Storybook Castle, the centerpiece of Shanghai Disneyland Park. The live-action remake of Disney's 1998 animated original, about eponymous Chinese warrior Hua Mulan (Yifei Liu), is the latest re-imagining to alter the modern Disney Pictures logo in use since 2006: Maleficent, Beauty and the Beast, and Lady and the Tramp are among the titles to open with a themed variant on Walt Disney World's iconic Cinderella Castle. Recent Disney remakes — including The Jungle Book and the CG-animated The Lion King — open on a throwback logo that is cel-animated and hand-painted, featuring a castle inspired by the original Disneyland Park.

The nod to Disney's Chinese theme park is one of several Easter eggs found in Mulan: though not a musical, the live-action version pays tribute to songs from the animated original with instrumental cues and lines of dialogue inspired by the 1998 soundtrack. "Honor to Us All," "Reflection," "A Girl Worth Fighting For," and "I'll Make a Man Out of You" are all referenced in the newest Mulan, characterized by director Niki Caro as an action-epic more grounded in realism.




User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 10/9/2020, 21:15
Messaggio #562


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.934
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Grosso successo di acquisto in download in Usa per Mulan!

Da Slashfilm

[...]
Disney+ Downloads Spike Following ‘Mulan’ Release
Mulan was set to be one of the biggest blockbusters of the summer, and now it will be the biggest guinea pig for whether the straight-to-streaming model can be lucrative. It was uncertain whether Disney+ subscribers would be willing to pony up $30 to watch Mulan on the platform (especially with the film set to be made widely available in December), but following the film’s September 4 Disney+ premium debut, preliminary data shows a spike in Disney+ app downloads.

Sensor Tower, an app download research firm, told Yahoo Finance that downloads of Disney+ spiked 68% from Friday, September 4 through Sunday, September 6, compared to one weekend prior. Consumer spending in Disney+ also spiked 193%, which means a lot of those new subscribers were paying for that $30 premium fee. How does that compare to Disney+’s other major streaming hit? According to Sensor Tower, Disney+ app downloads jumped a bit more in the first three days of Hamilton debuting on the platform (at 79%), but the firm notes that it’s likely because the Broadway musical film was free to stream.

While there are no official numbers yet as to Mulan‘s performance on Disney+, it does seem to indicate that people are willing to pay to see the Chinese warrior in action.
[...]


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
BennuzzO
messaggio 10/9/2020, 21:29
Messaggio #563


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.304
Thanks: *
Iscritto il: 31/12/2006
Da: Lavinio Lido di Enea (RM)




Una notizia che fa ben sperare. wub.gif


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
Fulvio84
messaggio 11/9/2020, 17:53
Messaggio #564


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.041
Thanks: *
Iscritto il: 8/4/2007
Da: Caserta




https://www.repubblica.it/esteri/2020/09/11...nesi-266927800/

''Ieri la censura digitale di Pechino ha inviato una delle sue classiche circolari a tutte le maggiori piattaforme web, ordinando di non pubblicare alcun contenuto legato all'uscita in sala del film, prevista oggi. E lo stesso messaggio è arrivato anche ad alcuni quotidiani.''

Messaggio modificato da Fulvio84 il 11/9/2020, 17:54


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
kekkomon
messaggio 11/9/2020, 18:28
Messaggio #565


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 32.089
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




E' diventato davvero tutto troppo pesante....


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
BennuzzO
messaggio 11/9/2020, 19:32
Messaggio #566


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.304
Thanks: *
Iscritto il: 31/12/2006
Da: Lavinio Lido di Enea (RM)




Questo film va lasciato in pace! Non capisco perché continuare a mancare di rispetto a tutti coloro che vi hanno lavorato!


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 12/9/2020, 3:43
Messaggio #567


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 10.078
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




Io credo che qui alcuni non si rendano letteralmente conto di cosa si stia parlando e di quali siano le priorità, ma il mondo è bello perché è vario (almeno così dicono): ci si professa amanti della Disney e dei suoi pseudo valori di uguaglianza e libertà, e nel momento in cui appaiono delle tiepide ombre sul loro operato (perché c’è di molto peggio che andrebbe condannato assai più duramente) si difende tutto a spada tratta.

Il fatto che il governo cinese stia puntando ad insabbiare il film è solo la prova ulteriore dello schifo che stanno commettendo impunemente in quel paese da anni ed il fatto che Mulan (per i motivi sbagliati) stia catturando attenzioni internazionali indesiderate.

Alla fine questo monumentale fiasco potrebbe servire ad uno scopo ben migliore di far guadagnare dollari alla Disney, a loro discapito
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Fulvio84
messaggio 12/9/2020, 9:28
Messaggio #568


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.041
Thanks: *
Iscritto il: 8/4/2007
Da: Caserta




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 12/9/2020, 3:43) *
Io credo che qui alcuni non si rendano letteralmente conto di cosa si stia parlando e di quali siano le priorità, ma il mondo è bello perché è vario (almeno così dicono): ci si professa amanti della Disney e dei suoi pseudo valori di uguaglianza e libertà, e nel momento in cui appaiono delle tiepide ombre sul loro operato (perché c’è di molto peggio che andrebbe condannato assai più duramente) si difende tutto a spada tratta.

Il fatto che il governo cinese stia puntando ad insabbiare il film è solo la prova ulteriore dello schifo che stanno commettendo impunemente in quel paese da anni ed il fatto che Mulan (per i motivi sbagliati) stia catturando attenzioni internazionali indesiderate.

Alla fine questo monumentale fiasco potrebbe servire ad uno scopo ben migliore di far guadagnare dollari alla Disney, a loro discapito


Io come hodetto spesso sono altamente disgustato dall'ipocrisia americana e della DIsney.
Questi insuccessi sono meritati e mi auguro li spingano a migliorarsi.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
buffyfan
messaggio 12/9/2020, 14:29
Messaggio #569


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.808
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2009
Da: Roma




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 12/9/2020, 3:43) *
Io credo che qui alcuni non si rendano letteralmente conto di cosa si stia parlando e di quali siano le priorità, ma il mondo è bello perché è vario (almeno così dicono): ci si professa amanti della Disney e dei suoi pseudo valori di uguaglianza e libertà, e nel momento in cui appaiono delle tiepide ombre sul loro operato (perché c’è di molto peggio che andrebbe condannato assai più duramente) si difende tutto a spada tratta.

Il fatto che il governo cinese stia puntando ad insabbiare il film è solo la prova ulteriore dello schifo che stanno commettendo impunemente in quel paese da anni ed il fatto che Mulan (per i motivi sbagliati) stia catturando attenzioni internazionali indesiderate.

Alla fine questo monumentale fiasco potrebbe servire ad uno scopo ben migliore di far guadagnare dollari alla Disney, a loro discapito

Io ritengo invece che tutti conoscano benissimo le priorità che ci sono, ma che proprio per questo motivo andrebbero discusse in altra sede. Nessuno sta difendendo a spada tratta la Disney per partito preso... quantomeno posso parlare per me.
Per quanto mi riguarda, e detta in modo papale papale, ormai della Disney contemporanea me ne importa meno di zero. Ma questo non mi impedisce di condannare la volontà assurda di boicottare un film per le idee della protagonista. Punto! smile.gif

Ma poi, scusate, sembra che qui stiamo cadendo tutti da un pero. Ma è stata davvero l'uscita del live action di Mulan a far comprendere a tutti la situazione che c'è in Cina riguardo alla libertà di stampa, espressione (eppure in occidente si sta crocifiggendo un'attrice cinese che ha osato dire ciò che pensa, quindi... bah) e diritti civili? No perchè sono decenni che la situazione è quella.
Mah, a me sembra tutto così terribilmente ipocrita. Gli USA non possono parlare visto i danni che creano in giro per il mondo, l'Europa meglio che pensi ai suoi affari che non ha la coscienza molto pulita. Senza considerare che guardiamo e giudichiamo un paese che sta a migliaia di chilometri di distanza, quando a un palmo di mano abbiamo Stati che fanno ben di peggio, ma con il benestare degli occidentali perchè guai a criticare determinate azioni di determinati Paesi, perchè altrimenti esce fuori la solita e noiosa accusa di razzismo dai perbenisti. Abbiamo un filo-dittatore come Erdogan ad uno sputo di distanza, cui azioni mettono in pericolo anche noi ma "hey, ora è uscita Mulan attacchiamo la Cina, le idee della protagonista ed il regime comunista!"
Attacchi che tra qualche mese finiranno nel dimenticatoio perchè non saranno più di moda, come tutte le "lotte" che nascono in questo modo. Liu Yifei continuerà a lavorare, la Cina rimarrà il regime che è sempre stato e gli occidentali troveranno un altro capo espiatorio di cui discutere.

Questo è il mio semplice parere.

Detto ciò, ho riguardato Mulan per la seconda volta e la battaglia finale mi sembra ancora più orribile rispetto alla prima visione. La sceneggiatura a tratti è scritta proprio con il sedere. Roftl.gif

Messaggio modificato da buffyfan il 12/9/2020, 14:33
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 12/9/2020, 16:08
Messaggio #570


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 10.078
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




Mi pare evidentemente che non conosci ciò di cui si sta parlando, o non lo hai approfondito, o parli in maniera faziosa, altrimenti la vediamo in maniera diametralmente opposta.

Boicottare un film che ha **ringraziato** nei titoli di coda il governo di una regione cinese in cui viene perpetrato un genocidio demografico contro la minoranza degli uiguri, personalmente, non lo reputo ipocrita, e passa in primo piano rispetto al mio eventuale interesse nel voler vedere questo film.
Detto ciò, non capisco perché dobbiate fare sempre una gerarchia delle battaglie da combattere: io mi indigno per la Cina esattamente come mi indigno per la Libia, gli USA, l'Egitto o qualsiasi altro paese da cui provengono notizie che non rispecchiano la mia sensibilità e la mia etica.
Esattamente come non vado più a vedere film diretti da registi che hanno compiuto atti che io personalmente non giustifico, o non seguirò più la saga di Harry Potter per finanziare ulteriormente la Rowling, allo stesso modo non voglio alimentare il guadagno di un'azienda con un prodotto che non reputo "etico" secondo il mio modo di vedere il mondo. Servirà a cambiare le cose? Non credo, ma almeno sarò in pace con la mia coscienza.
Non capisco perché ora non si dovrebbe parlare di questa cosa, come se la Disney fosse candida e pura e non fosse un'azienda marcia fino nel midollo (come tutte le altre, del resto).
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 12/9/2020, 20:44
Messaggio #571


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.934
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Un bell'approfondimento.

Da BadTaste

Mulan, continuano i grattacapi per la Disney: dal “J’accuse” di un senatore americano, al basso gradimento del pubblico

Se, inizialmente, le grane principali generate da Mulan erano le proteste degli esercenti che si sono visti privati della pellicola dirottata in streaming dalla Disney, a inizio agosto i rappresentanti delle sale inglesi non avevano certo usato il proverbiale understatement britannico per commentare la decisione lasciandosi anzi andare a reazioni decisamente “mediterranee”, ora che il live action è disponibile per l’acquisto VIP su Disney+ le acque non si sono di certo calmate.
Anzi.
Dopo che i movimenti per il boicottaggio politico del film hanno ricominciato a far sentire la loro voce su Twitter (maggiori dettagli qui) Mulan è stato poi ferocemente criticato per via dei ringraziamenti alle autorità cinesi che la Disney ha inserito nei crediti del lungometraggio, nello specifico gli “special thanks” alle autorità della provincia dello Xinjiang, regione che ha ospitato una larga fetta della produzione americana che ha toccato ben 20 differenti location cinesi.
In questo approfondimento vi spieghiamo il perché. Riassumendo: nello Xinjiang sono attivi svariati “campi di rieducazione” (ma sarebbe più corretto chiamarli “campi di detenzione”) dove le autorità del Partito Comunista Cinese stanno attuando un vero e proprio genocidio demografico ai danni della minoranza turcofona prevalentemente musulmana degli uiguri.
Ed è proprio per questa ragione che il senatore Repubblicano Josh Hawley, uno dei due senatori federali per lo Stato del Missouri, ha scritto una lettera aperta indirizzata a al CEO della Disney Bob Chapek che tocca proprio la questione del genocidio degli uiguri.
Nella lettera il senatore domanda, fra le altre cose, se la Disney rimuoverà il lungometraggio dalla piattaforma per evitare un’ulteriore glorificazione di autorità che, in realtà, stanno perpetrando un crimine umanitario e richiede anche alla Disney di elencare, nel dettaglio, che genere di supporto lo studio avrebbe ricevuto dalle autorità comuniste della regione in oggetto.
Stanley Rosen, professore della USC esperto di questioni cinesi, spiega però a Deadline che, paradossalmente, tutte queste levate di scudi potrebbero sortire un effetto positivo per Mulan in Cina dando origine a una risposta patriottica che finirebbe per spingere il pubblico in sala.
Le proteste fuori dal territorio cinese potrebbero fornire una spinta non indifferente al film in Cina. Su Weibo e WeChat Mulan è un trending topic e si registra un elevato interesse. E la presenza nel cast di Gong Li, Donnie Yen, Jet Li e Liu Yifei sarà sicuramente di aiuto. Ci sono anche state un sacco di discussioni sul film, per lo più positive e non negative.
Eppure la questione della collaborazione logistica fra la Disney e le autorità comuniste resta spinosa per il colosso americano dell’entertainment:
In quest’anno di accuse bipartisan alla Cina, non mi sorprenderebbe se la Disney venisse chiamata per una testimonianza a Washington durante la quale discutere dei loro amichevoli rapporti con la Cina e come possano essere messi in relazione a quelle che sono le considerazioni etiche e le policy sui rapporti esteri in corso in America. La Disney si ritroverebbe in una posizione scomoda visto che, economicamente, non possono permettersi di inimicarsi la Cina, ma, allo stesso tempo, non vogliono neanche essere percepiti come il “cagnolino da compagnia” cinese. Quando l’NBA ha chiuso i suoi campi nello Xinjiang per via degli abusi fisici degli allenatori e altre questioni come queste, non hanno pubblicamente spiegato se si sia trattato di una questione collegata ai diritti umani, qualcosa per cui la Cina avrebbe sicuramente reagito.
La Disney non si è ancora espressa ufficialmente sulla questione.
Nel mentre sono cominciate ad arrivare anche delle stime di massima sugli incassi che Mulan avrebbe generato tramite l’accesso VIP su Disney+. Nel primo fine settimana avrebbe generato un giro d’affari di circa 33.5 milioni di dollari nel solo mercato nordamericano.
Da una infografica pubblicata via reddit realizzata impiegando gli user score di IMDB è possibile constatare invece come Mulan sia il live action meno gradito dal pubblico dai tempi dell’uscita de La carica dei 101.[...]


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
buffyfan
messaggio 12/9/2020, 23:08
Messaggio #572


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.808
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2009
Da: Roma




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 12/9/2020, 16:08) *
Mi pare evidentemente che non conosci ciò di cui si sta parlando, o non lo hai approfondito, o parli in maniera faziosa, altrimenti la vediamo in maniera diametralmente opposta.

Boicottare un film che ha **ringraziato** nei titoli di coda il governo di una regione cinese in cui viene perpetrato un genocidio demografico contro la minoranza degli uiguri, personalmente, non lo reputo ipocrita, e passa in primo piano rispetto al mio eventuale interesse nel voler vedere questo film.
Detto ciò, non capisco perché dobbiate fare sempre una gerarchia delle battaglie da combattere: io mi indigno per la Cina esattamente come mi indigno per la Libia, gli USA, l'Egitto o qualsiasi altro paese da cui provengono notizie che non rispecchiano la mia sensibilità e la mia etica.
Esattamente come non vado più a vedere film diretti da registi che hanno compiuto atti che io personalmente non giustifico, o non seguirò più la saga di Harry Potter per finanziare ulteriormente la Rowling, allo stesso modo non voglio alimentare il guadagno di un'azienda con un prodotto che non reputo "etico" secondo il mio modo di vedere il mondo. Servirà a cambiare le cose? Non credo, ma almeno sarò in pace con la mia coscienza.
Non capisco perché ora non si dovrebbe parlare di questa cosa, come se la Disney fosse candida e pura e non fosse un'azienda marcia fino nel midollo (come tutte le altre, del resto).

Mi mancava il classico "non conosci ciò di cui stai parlando", come se stessi discutendo poi con esponenti dell'Onu, del consiglio di sicurezza o chissà che cosa. Ma scendete una buona volta dal piedistallo. eheheh.gif So benissimo di cosa sto parlando perchè sfortunatamente ho deciso di studiarlo, quindi conosco abbastanza bene tutte le situazioni che vanno dal Magreb all'estremo oriente, se vuoi discuterne ampliando anche gli argomenti, possiamo farlo tranquillamente in privato non ho problemi.
Inoltre, dal momento che devo aver scritto in aramaico antico, sottolineo che non mi sembra di aver negato determinate situazioni, se si, dimmi pure dove. Ho sottolineato semplicemente un'ipocrisia evidente da parte degli occidentali! La gerarchia delle battaglie da combattere non le faccio io, ma mi sembra che tutti i giornali stiano parlando di Mulan adesso o sbaglio e primo d'ora chi mai parlava dello Xinjiang?
Poi vabbè, io trovo assurdo non saper distinguere la persona dall'artista, ma questo è un altro discorso. Ognuno fa come gli pare, ma il diritto di parole ed opinione non esiste più. O meglio esiste se segue paro paro quello che il tanto odiato e criticato "politically correct" impone, altrimenti devi startene zitto, sei marcio, ragioni in modo sbagliato e devi essere boicottato. Qualcuno mi dica le fondamenta della democrazia dove sarebbero in questo!

Ad ogni modo, se la vedessimo in maniera diametralmente opposta non ci troverei nulla di male. Anche quello fa parte dell'essere "democratici": mettersi sullo stesso piano, accettare e rispettare le opinioni altrui senza ergersi a migliori. Questa dote a molti manca, purtroppo. Roftl.gif
Con ciò chiudo. Come detto se desideri discuterne ampliando il discorso, lo si fa in privato senza sporcare ulteriormente il forum.

Messaggio modificato da buffyfan il 12/9/2020, 23:13
Go to the top of the page
 
+Quote Post
kekkomon
messaggio 13/9/2020, 0:57
Messaggio #573


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 32.089
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




E proprio quello che non riesco a capirne, scelte sbagliate o no della Disney, perché sollevare polveroni solo per questo film, quando sarebbe un argomento da portare in auge sempre.
Quanti film sono usciti con attori cinesi o ambientati in Cina negli ultimi anni? Precisamente non lo so ma non penso sia unico.
Come anche nel 1998 quando usci il classico (non ricordo preciso la data ora) doveva portare tali critiche.
Non penso la Cina sia cambiata da ieri ad oggi, ne tanto meno sia cambiata dal 2017 al 2020 (anno di produzione e anno di distribuzione).

Che la Disney abbia ringraziato quel paese alla fine dei titoli, fino ad oggi, nel forum, non sapevo manco vi fossero tali problemi che mi hanno scioccato. Ma che mi fa porre delle domande. Che la Disney sia stata costretta dalla Cina?

Evidentemente la cosa buona e giusta da fare alla Disney era di accantonare tale progetto.
Viviamo in un momento storico dove metti un piede sbagli e mettere in produzione un film del genere è da incoscienti.
O facevi Mulan italiana...
Sono ignorante, ignorante di questa materia e ignorante in varie cose.
Ma spero di essermi esposto bene nei miei dubbi.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 13/9/2020, 2:20
Messaggio #574


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 10.078
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 12/9/2020, 16:08) *
Mi pare evidentemente che non conosci ciò di cui si sta parlando, o non lo hai approfondito, o parli in maniera faziosa, altrimenti la vediamo in maniera diametralmente opposta.


CITAZIONE (buffyfan @ 12/9/2020, 23:08) *
Mi mancava il classico "non conosci ciò di cui stai parlando", come se stessi discutendo poi con esponenti dell'Onu, del consiglio di sicurezza o chissà che cosa. Ma scendete una buona volta dal piedistallo.


AAA - cercarsi onestà intellettuale.
Non mi ergo certo a paladino dell'umanità, ho molto semplicemente elencato diverse possibilità sul perché scrivi quello che scrivi, e il tuo modo di rispondere le conferma wink.gif

CITAZIONE (kekkomon @ 13/9/2020, 0:57) *
E proprio quello che non riesco a capirne, scelte sbagliate o no della Disney, perché sollevare polveroni solo per questo film, quando sarebbe un argomento da portare in auge sempre.


Veramente oggi come oggi si fa un caso di stato praticamente per ogni minima cosa. Una persona legata ad un film che dice una frase detta nel modo sbagliato o nel momento sbagliato, oggi come oggi, genera molte più polemiche che in passato, e personalmente né mi sorprendo né me ne dispiaccio: il dibattito e il confronto aiutano sempre ad informarsi. Io prima di quest’anno non mi ero mai domandato, ad esempio, se secondo il mio modo di pensare una persona trans la consideravo un uomo o una donna. Ero molto ignorante in materia (e lo sono ancora), ma solo con le esternazioni di JK Rowling ho iniziato a farmi domande, a documentarmi e a farmi una mia opinione.
Idem per quanto accaduto ai premi César con Roman Polanski. Guardate quello che sta capitando a Woody Allen, che ormai non riesce nemmeno a farsi distribuire i film che ha realizzato per i suoi comportamenti del passato.
Poi non sto qui a dire se sia giusto o sbagliato questo modo di affrontare i discorsi, boicottando o meno un film, alla fine uno fa quello che si sente e deve essere in pace con la propria coscienza. Ma non si può dire che queste cose succedono solo con Mulan, o che con Mulan stanno esagerando...
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 13/9/2020, 10:41
Messaggio #575


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.191
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Mi inserisco con le mie personali considerazioni, forse più banali delle vostre, ma tant'è.

Ogni singolo cittadino tutti i giorni finanzia Paesi come Cina, Russia, Iran, Libia ecc consumando gas e acquistando prodotti made in China.
Ogni singola Nazione del mondo è andata alle Olimpiadi di Pechino 2008 nonostante la repressione in Tibet e poi a Sochi 2014 nonostante le violazioni dei diritti civili.
Conclusione: con il nostro attuale stile di vita è impossibile boicottare le potenze non democratiche, a meno di intraprendere una vita frugale ed eremitica.

Detto ciò, bisogna essere indifferenti? NO! Si deve parlarne, fare informazione (vera, non quella di facebook), fare pressione politica per provare a far cambiare qualcosina.
Se poi qualcuno vuole boicottare un singolo prodotto (come Mulan) pensando di essere in pace con la coscienza, sappia che quando apre l'acqua calda sta dando i soldi a Putin e quando fa benzina ai sultani del Quatar, perciò non faccia la lezioncina agli altri (NB Non mi riferisco a nessuno del forum, dove anzi state motivando in modo approfondito le vostre ragioni) e non pensi che accanirsi contro una singola impresa privata americana cambi qualcosa.

CITAZIONE (kekkomon @ 12/9/2020, 23:57) *
E proprio quello che non riesco a capirne, scelte sbagliate o no della Disney, perché sollevare polveroni solo per questo film, quando sarebbe un argomento da portare in auge sempre.

La Disney, da una dozzina d'anni a questa parte, è l'azienda più ricca e potente del mondo dell'intrattenimento, ma è anche l'unica ancora indipendente. Ciò genera inevitabilmente invidia e frustrazione in tante persone, mire di acquisizione in altre.
In questo momento, la Disney è debole come non lo è mai stata prima, sia per i ricavi quasi zero sia per il nuovo CEO meno esperto di Iger, perciò è molto più facile attaccarla mediaticamente per indebolirla sia come immagine pubblica sia economicamente.
Non sarei troppo sorpreso se il senatore repubblicano del Missouri che vuole trascinare Chapek in audizione al senato sia amico di qualche miliardario che sogna di acquisire la Disney.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
BennuzzO
messaggio 14/9/2020, 7:59
Messaggio #576


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.304
Thanks: *
Iscritto il: 31/12/2006
Da: Lavinio Lido di Enea (RM)




La splendida Liu Yifei condivide sul suo profilo Instagram questo scatto risalente a marzo, nella data della premiere mondiale del film:
https://www.instagram.com/p/CFGgu88l5LR/?ut...g_web_copy_link
Che dire? Semplicemente incantevole wub.gif


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:

26 Pagine V  « < 22 23 24 25 26 >
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 22/10/2020, 20:46