Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


47 Pagine V  « < 40 41 42 43 44 > »   
Reply to this topicStart new topic
> La Bella e la Bestia (Live-Action), Walt Disney Pictures
brigo
messaggio 26/3/2017, 17:20
Messaggio #985


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.270
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2010
Da: PG




Il fatto è che uno (dal singolo regista ad una intera company) può dare una sua personale rilettura di un'opera originale.
La Disney, con le sue animazioni, lo ha già fatto. Fare i live action dei tuoi film animati non significa avere una personale rilettura dell'opera originale, ma tentare di dare una rilettura di una TUA stessa rilettura. E' fuffa. La Disney sta legittimando le riletture di sue precedenti riletture, come a voler dire che ciò che è stato detto prima non va bene, o non è stato detto tutto. E QUI perdi la credibilità. Non i soldi, ma la credibilità. E non onori la tua tradizione, che è l'eredità più grande che Walt abbia lasciato.

PS: i cheapquel raramente sono scesi sotto un livello minimo di decenza grafica (me ne vengono in mente solo 3, al momento). E comunque presentavano sì, gli stessi personaggi, ma protagonisti di storie nuove, inedite. Potevano non piacere, ma almeno questo gli va riconosciuto.

PPS: questo trend si ripercuote eccome sull'animazione!!! Perché prendersi la sbatta di creare qualcosa di nuovo e diverso, con tutti i soldi che questo può comportare, quando sai che con le minestre riscaldate, due lustrini e qualche cretinata di background dei personaggi puoi portare a casa miliardi di dollari? Qualcuno di voi lo farebbe? Io sinceramente no... Ma una cosa posso farla: disertare la sala. E condannare in ogni modo possibile non solo il trend della Disney, ma pure la diseducazione di un pubblico beota.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Daydreamer
messaggio 26/3/2017, 17:28
Messaggio #986


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.778
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Non fosse che parli, nuovamente, con toni assolutistici e superbi, troverei corretto darti una risposta più puntuale e specifica. Sei talmente corrivo e corrosivo nell'offendere, che manco ti accorgi di mettermi in bocca pensieri che non sono miei e non comprendi che su alcune questioni la pensiamo invece allo stesso modo.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Capitano Amelia
messaggio 26/3/2017, 17:52
Messaggio #987


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 8.198
Thanks: *
Iscritto il: 4/6/2012
Da: Palermo




CITAZIONE (brigo @ 26/3/2017, 17:20) *
Ma una cosa posso farla: disertare la sala. E condannare in ogni modo possibile non solo il trend della Disney, ma pure la diseducazione di un pubblico beota.

Io che ho disertato l'acquisto di un numero di Topolino perchè vi è stata infilata la riproposizione degenere de "Il ventino fatale" di Carl Barks rifatta per infilarvi droni e personaggi forzatamente vegetariani (tanto anche questa serie di "Darkenblot" avrà la deluxe) concordo in pieno. Fra questa tendenza del giornalino e quella dei remake live-action non vi ravviso tanta differenza: riproporre alle nuove generazioni un opera capolavoro però spogliata di quanto l'aveva resa geniale e inserirvi degli aspetti che diano il messaggio "perchè affidarvi al vecchiume quando il nuovo è meglio ?!".
E non assolutamente vero che i Classici remakati non vengono assolutamente toccati dalle loro controparti moderne: altrimenti non si spiega perchè sono dovuta intervenire a difendere "La bella addormentata" e "Cenerentola" perchè ho dovuto diverse volte far notare che i presunti aggiustamenti alla "mentalità maschilista dell'epoca" sono delle banalizzazioni di film che già in quei tempi avevano uno spirito femminista che anticipavano la nuova raffigurazione della donna che sarebbe avvenuta nel periodo della "New Hollywood". Non avete idea di quante volte...
Io questo remake e quelli successivi li diserterò: riconosco di averlo detto sino alla paranoia ma farlo non guasta mai.

CITAZIONE (Daydreamer @ 26/3/2017, 16:14) *
la sparviera cazzuta con armatura

Che intendi con quello che hai detto ? Perchè non capisco se ti riferisci alla stragrande maggioranza delle donne di oggi (categoria a cui appartengo io) che sanno essere autonome e indipendenti o se ti riferisci alla raffigurazione della donna (non della principessa, della donna) nei Classici attuali... Se è la seconda i WDAS ripropongono semplicemente come viene vista la donna oggi anche dai media e quelle che hanno a che fare con vere armi si contano sulla punta delle dite (di rifere nuovamente un elenco non mi va). Se è la prima, ti comunico che non si può generalizzare perchè non tutte le donne sono uguali e per me non c'è nulla di male se qualcuna di noi corrisponde alla tua definizione: è sbagliato generalizzare e vederle tutte come uguali, ma se c'è qualcuna che ha una carattere tosto ed agguerrito non vedo perchè ostracizzarla. So che posso sembrare aggressiva ma non ho molto tempo libero e ho anticipato eventuali risposte scaturite da quelle che ho valutato come possibili risposte, magari sbagliandomi...


User's Signature




Grazie Simba !

Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 26/3/2017, 18:41
Messaggio #988


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.173
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (Grrodon @ 26/3/2017, 14:37) *
Rimane un'operazione bacata alla base, e la conferma che stiamo imboccando una direzione senza uscita. Apprezzare un prodotto del genere significa automaticamente non apprezzare "realmente" Disney e quello che significa dal punto di vista estetico, creativo e filosofico. E se questo sta avvenendo è perché siamo precipitati in un'epoca di abbrutimento culturale e artistico, un abbrutimento che opere così non fermano, ma alimentano. Avvallare questa roba significa permettere al circolo vizioso di continuare ad esistere, un circolo che ci porterà sempre più a dimenticare quali fossero i reali punti di forza dell'arte Disney, mentre nel frattempo ci facciamo distrarre da bazzecole quali l'adattamento italiano dei testi o le insignificanti aggiuntine narrative, necessarie a portare la durata a due ore.

Qui vi stanno a prendere per il culo, e il peggio è c'è chi si è già messo a novanta, prono e godereccio.

Sveglia, che Disney significa altro.

quoto
non potrei essere più d'accordo


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Late Bloom
messaggio 26/3/2017, 18:56
Messaggio #989


Member
***

Gruppo: Utente
Messaggi: 241
Thanks: *
Iscritto il: 29/12/2016
Da: Caserta




CITAZIONE (brigo @ 26/3/2017, 17:20) *
Ma una cosa posso farla: disertare la sala. E condannare in ogni modo possibile non solo il trend della Disney, ma pure la diseducazione di un pubblico beota.

Disertare le sale è l'unica soluzione possibile, tanto più che ormai, se uno vuole togliersi la curiosità, ci sono mille modi alternativi per guardare un film.
Anche se siamo mosche bianche, vuoi mettere la soddisfazione di non incrementare quelle cifre da capogiro ottenute al botteghino? wink.gif


User's Signature


Verso l'infinito... e oltre! Ciao Fabrizio ❤️
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
theprinceisonfir...
messaggio 26/3/2017, 19:25
Messaggio #990


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 319
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (Grrodon @ 26/3/2017, 16:44) *
Stai elencando elementi che sono "difetti" soltanto in un'ottica faziosa e miope. Stai dando per scontato che Disney sia zucchero, miele e fiorellini, e che basta farsi una dose di quello per avvallare prodotti che sono la negazione stessa del credo di Walt. Fare buon "cinema tradizionale" significa inventarsi storie nuove, originali, avere idee e uscire da quella zona di comfort nella quale tenderemmo solo all'eterna ricapitolazione delle stesse cose. Disney è intelligenza, è buon gusto, è creatività è ironia, è satira, è genio, è coraggio ed è essere anche un po' cazzuti. Disney non significa rincoglionirsi, né crogiolarsi nelle storie "di quando eravamo bambini"ma capire cosa funzionava in quelle storie e metterle in pratica per proseguire in quella direzione. Il filone dei remake non soltanto punta in una direzione opposta, ma parte dalla mancata comprensione del valore degli originali. E io come spettatore, come appassionato, come pubblico mi vergogno fortemente sia per la company stessa che per il pubblico pagante e applaudente.

State alimentandovi a vicenda in modo pessimo.

Il problema fondamentale è che quanto stai eloquentemente evidenziando può tranquillamente applicarsi ai WDAS odierni, ed è ivi che risiede il maggior rischio.
Chi decide di recarsi a vedere il REMAKE live action di un classico disney proposto dalla stessa compagnia non può che attendersi qualcosa che pecchi di originalità.
L'attenzione, quindi, è volta ad altri aspetti: principalmente, allo stupore ingenerato dal vedere in carne ed ossa ciò che si è sempre conosciuto nelle linee dell'animazione, quasi come un sogno che prende forma nella realtà. Inoltre, si osservano i protagonisti, le ambientazioni, i costumi, i colori e tutto quanto attiene all'esperienza sensoriale di piacere estetico che è (anche, ma non solo) il cinema.
Il fatto che questa sia una mera imitazione, non ne elimina automaticamente il pregio, così come i dipinti di Van Gogh, pur essendo inimitabili nell'emozione che trasmettono, risultano comunque piacevoli e apprezzabili quando qualcuno ne proponga delle copie (e in questo caso, è come se si fosse riproposto ad olio un celebre quadro dipinto a tempera).

CITAZIONE (Daydreamer @ 26/3/2017, 17:28) *
manco ti accorgi di mettermi in bocca pensieri che non sono miei e non comprendi che su alcune questioni la pensiamo invece allo stesso modo.

Quoto. Qui siamo tutti più o meno contrari ai live actions, posto che tolgano spazio a progetti originali. Io stesso ho augurato la fine di questo trend più e più volte, come potete leggere nei miei precedenti messaggi, non ultimo quello in cui mi meravigliavo delle critiche positive del nuovo BATB, che, sinceramente, speravo venisse stroncato dalla stampa. Ma bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, questo è un film ben fatto, che lancia un messaggio positivo senza indulgere in pietismi o scadere in volgarità(e non capisco come possiate esprimervi in giudizi tanto severi sulla base di qualche immagine o scena isolata).

Il punto fondamentale, però, è che molti di voi adoperano doppi standard quando si tratti di animazione o degli altri settori.

Alcuni dei film dei WDAS di recente creazione, pur nascendo per essere opere creative e innovative, sono un totale fallimento della ricerca del bello, ed è esattamente ciò che molti altri( dai Veu ad Angelo ai vari e occasionali utenti) hanno sovente lamentato.

Personalmente, trovo più godibili le recenti versioni di Cenerentola, Libro della giungla e La bella e la bestia, che non Frozen e Moana, e non perché io abbia perso la cultura del bello, ma proprio per la ragione contraria.
Per quanto quasi totalmente derivate da un massiccio uso della computer grafica, alcune scene del film della Bella e la bestia mi hanno ingenerato un senso di stupore e piacere visivo che non ho riscontrato mai nei plasticosi film delle principesse in CGI( forse l'unica scena degna di nota è quella di Rapunzel e le lanterne).

Io mi preoccupo più del fatto che questi film d'animazione, privi di profondità e in piccole parti persino diseducativi, stiano abbrutendo culturalmente i ragazzini di oggi, che non un remake che , tutto sommato, mantiene fede all'eleganza e al garbo del film originale, senza deprezzarlo.

Pagherei per vederlo? No, infatti sono andato con dei biglietti omaggio. Ma poiché non sono una persona che giudica per partito preso, debbo riconoscere il merito, nei punti in cui emerga.
Ma far partire una filippica sulla mancanza di cultura del pubblico, sulla decadenza della società e su altri luoghi comuni(in parte veri, senza dubbio), mi sembra eccessivo, così come definire da razzie un film che, nel panorama delle produzioni mondiali odierne e del suo genere, è decisamente ben realizzato.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Daydreamer
messaggio 26/3/2017, 19:52
Messaggio #991


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.778
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




theprince adesso vado a prendere pala, mattoni e calcestruzzo e ti costruisco un monumento. Grazie, perché hai meravigliosamente descritto anche il mio pensiero. Non ho saputo esprimerlo, tu l'hai fatto anche per me. kissing.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Capitano Amelia
messaggio 26/3/2017, 20:01
Messaggio #992


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 8.198
Thanks: *
Iscritto il: 4/6/2012
Da: Palermo




CITAZIONE (Late Bloom @ 26/3/2017, 18:56) *
Disertare le sale è l'unica soluzione possibile, tanto più che ormai, se uno vuole togliersi la curiosità, ci sono mille modi alternativi per guardare un film.
Anche se siamo mosche bianche, vuoi mettere la soddisfazione di non incrementare quelle cifre da capogiro ottenute al botteghino? wink.gif

Concordo sul senso di soddisfazione, anche perchè se cominciamo ad abbatterci che tanto non cambia niente, è un pò come se fossimo noi stessi ad approvare questa situazione. So che è utopistico sperare che prima o poi tutti disertino le sale perchè stufi della solita minestra annacquata che non aggiunge niente di nuovo al mondo del cinema, però io un pò ci spero: anche se molto ben lungi dal diventare realtà.


User's Signature




Grazie Simba !

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Simba88
messaggio 26/3/2017, 20:12
Messaggio #993


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.218
Thanks: *
Iscritto il: 14/10/2013
Da: Terre del branco




Box-Office Italia: La Bella e la Bestia supera i 12 milioni sabato

Dopo essere diventato il secondo incasso dell’anno in poco più di una settimana, La Bella e la Bestia punta chiaramente a diventare il primo. Con 1.5 milioni di euro sabato, il film Disney sale infatti a 12.3 milioni di euro, e nel corso della prossima settimana dovrebbe superare i 14.8 milioni di Cinquanta Sfumature di Nero.

Fonte: Badtaste.it

http://www.badtaste.it/2017/03/26/box-offi...-sabato/232269/


User's Signature



Go to the top of the page
 
+Quote Post
Rowena84
messaggio 26/3/2017, 21:04
Messaggio #994


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 332
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




Io dei remake salvo il libro della giungla, che ha una trama veramente valida, personaggi nuovi ben caratterizzati, bambino protagonista bravissimo e funziona come film a sé stante, regge anche senza l’effetto nostalgia(anzi, le canzonette riproposte per obbligo danno quasi fastidio…)
BATB è la copia carbone di un film che ho già visto, quindi aspetterò che esca su sky…

CITAZIONE
altrimenti non si spiega perchè sono dovuta intervenire a difendere "La bella addormentata" e "Cenerentola" perchè ho dovuto diverse volte far notare che i presunti aggiustamenti alla "mentalità maschilista dell'epoca"

Cenerentola live action è zuccherosa, rassegnata e passiva, mentre nella versione animata era piena di personalità e riusciva a sostenere a testa alta angherie ben peggiori. Qual è il vero film femminista?
(Cmq nella Bella Addormentata Aurora e Philip sono mere pedine nella guerra tra le fate e Malefica biggrin.gif)


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 26/3/2017, 21:33
Messaggio #995


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.861
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (brigo @ 26/3/2017, 17:20) *
PS: i cheapquel raramente sono scesi sotto un livello minimo di decenza grafica (me ne vengono in mente solo 3, al momento). E comunque presentavano sì, gli stessi personaggi, ma protagonisti di storie nuove, inedite. Potevano non piacere, ma almeno questo gli va riconosciuto.

Mah, io preferisco i remake usciti da Maleficent in poi al 90% dei sequel. Poco mi importa di avere storie nuove se queste ultime fanno pena. Tra l'altro queste storie "inedite" spesso erano in realtà le stesse storie del prototipo modificate o ribaltate. Ma se preferite i sequel di Cenerentola e Il libro della giungla ai recenti remake che devo dirvi? Contenti voi...
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Late Bloom
messaggio 26/3/2017, 22:12
Messaggio #996


Member
***

Gruppo: Utente
Messaggi: 241
Thanks: *
Iscritto il: 29/12/2016
Da: Caserta




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 26/3/2017, 19:25) *
Io mi preoccupo più del fatto che questi film d'animazione, privi di profondità e in piccole parti persino diseducativi, stiano abbrutendo culturalmente i ragazzini di oggi

Mi spieghi cosa ti hanno fatto di male Rapunzel & co? biggrin.gif
Capisco che l'animazione in CGI influisca molto sul prodotto finito, e non discuto sui gusti personali (io stessa non ho apprezzato in toto Frozen e Moana), ma definire questi film privi di profondità mi sembra esagerato. In cosa poi sarebbero diseducativi? Lo chiedo senza nessuna vena polemica, solo semplice curiosità.

CITAZIONE
Pagherei per vederlo? No, infatti sono andato con dei biglietti omaggio. Ma poiché non sono una persona che giudica per partito preso, debbo riconoscere il merito, nei punti in cui emerga.
Ma far partire una filippica sulla mancanza di cultura del pubblico, sulla decadenza della società e su altri luoghi comuni(in parte veri, senza dubbio), mi sembra eccessivo, così come definire da razzie un film che, nel panorama delle produzioni mondiali odierne e del suo genere, è decisamente ben realizzato.

Beh che ci sia mancanza di cultura è un dato di fatto, purtroppo. E appunto perché il panorama è desolante questi live-action risultano l'alternativa - quasi - godibile.


User's Signature


Verso l'infinito... e oltre! Ciao Fabrizio ❤️
Go to the top of the page
 
+Quote Post
IryRapunzel
messaggio 26/3/2017, 22:15
Messaggio #997


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




"Sono meglio i live action perché fanno sognare" è una frase che mi mette veramente una tristezza infinita. A me Zootropolis e Moana non hanno fatto sognare per un cavolo, Big Hero 6 ma manco per scherzo, ma se dovessi indicare quale è la vera Disney tra questi e La Bella e la Bestia live action lo farei senza neanche pensarci su due volte.

Tra l'altro rido, perché molti di quelli che dicono così sono gli stessi che hanno disertato le sale di Tomorrowland, l'ultimo vero live action Disney. E quello sì che faceva sognare, altro che Hermione col vestito giallo e Mrs Bric che pare ritornata dall'aldilà.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Capitano Amelia
messaggio 26/3/2017, 22:41
Messaggio #998


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 8.198
Thanks: *
Iscritto il: 4/6/2012
Da: Palermo




CITAZIONE (IryRapunzel @ 26/3/2017, 22:15) *
"Sono meglio i live action perché fanno sognare" è una frase che mi mette veramente una tristezza infinita.

Provo pure io questo sentimento. I Classici non li guardo per sognare ma per godermi la perizia che hanno i WDAS nell'offrire uno spettacolo che vorrebbe tendere ad un amalgama perfetta di animazione, sceneggiatura e musica e che può essere fruibile dal bambino di pochi anni sino all'anziano centenario. Forse mi hanno diseducata troppo i film WDAS con cui sono cresciuta se non apprezzo i remake... rolleyes.gif

CITAZIONE (IryRapunzel @ 26/3/2017, 22:15) *
Tra l'altro rido, perché molti di quelli che dicono così sono gli stessi che hanno disertato le sale di Tomorrowland, l'ultimo vero live action Disney. E quello sì che faceva sognare, altro che Hermione col vestito giallo e Mrs Bric che pare ritornata dall'aldilà.

Parole sante! worshippy.gif

CITAZIONE (Rowena84 @ 26/3/2017, 21:04) *
(Cmq nella Bella Addormentata Aurora e Philip sono mere pedine nella guerra tra le fate e Malefica biggrin.gif)

Senza contare che le fate sono le personaggie più massacrate dal remake, quando nel Classico hanno una caratterizzazione psicologica così forte che sarebbe trapelata anche se erano mute per tutta la sua durata... smile.gif


User's Signature




Grazie Simba !

Go to the top of the page
 
+Quote Post
theprinceisonfir...
messaggio 26/3/2017, 23:25
Messaggio #999


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 319
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (Late Bloom @ 26/3/2017, 22:12) *
Mi spieghi cosa ti hanno fatto di male Rapunzel & co? biggrin.gif
Capisco che l'animazione in CGI influisca molto sul prodotto finito, e non discuto sui gusti personali (io stessa non ho apprezzato in toto Frozen e Moana), ma definire questi film privi di profondità mi sembra esagerato. In cosa poi sarebbero diseducativi? Lo chiedo senza nessuna vena polemica, solo semplice curiosità.

Un esempio su tutti, il più classico, è il tanto discusso pugno di Anna ad Hans. Prendiamo ad esempio la scena del live action di Cenerentola dove la protagonista, dopo tutte le terribili angherie subite, guarda la matrigna e, con una forza ammirevole( alla faccia di chi continua, superficialmente, a definirla come un personaggio passivo e debole) la sconfigge con un semplice "ti perdono". Il messaggio è fortissimo ed educativo: alla cattiveria bisogna rispondere con bontà, senza rancore, perché la vera forza è quella dell'essere le persone migliori che possiamo.
In frozen, dietro una scelta comica, si lancia il messaggio che è giusto vendicarsi dei torti subiti con la forza fisica, giustificando così la violenza.
I bambini sono molto suscettibili a questi messaggi indiretti, nei modelli che prendono a riferimento.

CITAZIONE (IryRapunzel @ 26/3/2017, 22:15) *
"Sono meglio i live action perché fanno sognare" è una frase che mi mette veramente una tristezza infinita.

Frase che io non ho mai scritto. Ho scritto che vedere l'animazione prendere vita con attori reali è come un sogno che prende forma nella realtà, che è poi il motivo per cui in qualsiasi articolo che contenga persone reali vestite da principesse i commenti e le visualizzazioni si sprecano ( e sullo stesso principio gioca il Cosplay).
Detto questo, ribadisco che parlo di stupore visivo, e questi live actions, praticamente tutto il Libro della giungla, la scena del ballo di Cenerentola, e vari punti del nuovo "La bella e la bestia", mi hanno colpito molto di più di quello che ho visto in Moana o Frozen o Big Hero 6. Tutto qui.
Non ho detto che i Live actions siano meglio, semplicemente ho specificato che trovo che l'appunto che si muove sulla mancanza di creatività, seppur vero, sia meno valido sui remake, che nascono per essere poco creativi, che sui film d'animazione, che invece seguono, ingiustificatamente, lo stesso canovaccio trito e ritrito, personaggi totalmente riciclati (sven e maximus) e anche l'estetica appiattita, al punto che Frozen e Rapunzel sembrano ambientati nello stesso mondo e con la medesima protagonista.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
IryRapunzel
messaggio 26/3/2017, 23:52
Messaggio #1000


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 26/3/2017, 23:25) *
Frase che io non ho mai scritto. Ho scritto che vedere l'animazione prendere vita con attori reali è come un sogno che prende forma nella realtà, che è poi il motivo per cui in qualsiasi articolo che contenga persone reali vestite da principesse i commenti e le visualizzazioni si sprecano ( e sullo stesso principio gioca il Cosplay).

Vedere l'animazione che prende vita con attori reali è una stupidaggine, è una roba che non dovrebbe esistere ed è sbagliato anche solo il concepirlo. L'animazione esiste in una dimensione tutta sua e non può essere replicata da attori, perché ha delle regole e delle possibilità che nel mondo reale non sono più valide. Copiare l'animazione e pretendere di rifarla uguale genera quell'effetto là, che non è un sogno, è finto, freddo, senz'anima e sinceramente pure ridicolo. Ma poi, a dirla tutta, di che stiamo parlando, che tre quarti dei personaggi de La Bella e la Bestia sono fatti al computer? La Bestia di Keane è mille volte più reale e concreta di quel fantoccio che ho visto nei trailer.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
veu
messaggio 26/3/2017, 23:57
Messaggio #1001


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 18.129
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Ricollegandoci un momento al discorso (lo facciamo di volata, poi approfondiamo poi a dovere)... la mancanza di creatività non è certo solo nel live action ma anche nei film animati che sono praticamente TUTTI uguali con il viaggio, le ragazzine che diventano ogni volta più bambine, la coppia che si odia e poi si vuol bene (addio storia d'amore - e questo è un must per l'animazione odierna - perché non fa trend nei film animati), il cattivo che si scopre tale improvvisamente, la storia identica, la comicità tutte faccette/mossette/gag inserita non di tanto in tanto ma per TUTTO il film ed eccessivamente invasiva (non sono nemmeno necessarie le spalle comiche dato che già i protagonisti sono comici di loro rendendo i secondari superflui e inutili), ecc
I live NON nascono per essere originali (tranne Alice e Maleficent) quindi quando uno va a vederli al cinema li va a vedere in quanto SA quello che va a vedere, SA che non vede storie nuove, SA che va a vedere cosa ha già visto, SA che cosa vuol vedere.
I film animati DOVREBBERO nascere per essere differenti l'uno dall'altro.
E rifare i classici del passato significa per la Disney sapere che quelli erano i Classici, quelli erano i film a cui la gente si era affezionata. E difatti il fatto di non fare in live action Rapunzel, Frozen, i film 2000 non è certo per la bislacca idea che "quelli di oggi vanno bene perché sono in CGI" ma semplicemente perché quelli di oggi NON sono film che sono giunti al cuore, senza se e senza ma (tranne Frozen che ha avuto una vera mania ma dobbiamo ancora vedere se durerà e quanto). Il pubblico certo non vede una Rapunzel al pari di una Belle o una Cenerentola. magari la vedranno i bambini di oggi tra 10 anni (si spera) ma per ora non è così, il pubblico medio NON la vede tale (i genitori manco sanno chi è Rapunzel a dirla tutta). Credete che diversamente non avrebbero annunciato anche Rapunzel in live action? E non è perché è troppo recente (altrimenti avrebbero rifatto per prima Biancaneve e poi a seguire tutti gli altri) ma proprio perché i film che sono rimasti alla gente sono quelli di una volta.
La mania dei live non la consideriamo una piaga come qualcuno ritiene, la vera piaga è il fatto che in animazione NON sanno più fare film che restino immortali (forse a parte Frozen che però dobbiamo vedere quanto durerà), NON sanno più fare film che catturino tutto il pubblico, NON sanno più fare storie note e renderle immortali nella versione Disney. Se fosse stato diversamente credereste che Moana non avrebbe fatto il miliardo? Frozen l'ha fatto (ed ha creato una mania) perché ha adattato una storia classica, rendendola nello stile Disney, che poi possa piacere o meno è un discorso ma ha toccato il cuore, Moana no perché non è giunta al cuore. Perché è quello che alla fine conta, il cuore . E ora come ora vediamo più cuore nei remake live action che alla fin fine OMAGGIANO i classici di riferimento senza intaccarli (a differenza dei sequel anni 90) perché sono prodotti a parte, alcuni riusciti altri meno, alcuni piacciono di più, altri meno, pazienza. Non crediamo che tra anni la gente dimentichi le varie Cenerentola, Bella Addormentata, Bella e la Bestia, Alice animate e le veda sostituite dai film live, anzi questi ultimi saranno ricordati come omaggio (rispettoso o meno) ma finisce lì. Altrettanto possiamo dire del ramo animazione: non crediamo che tra anni la gente veda Moana o Ralph al pari di una Cenerentola per capirci.
la Disney coi live fa sognare? beh che male c'è? dopo decenni che fa fare gli incubi la notte nel reparto animazione, se con i live ha scoperto come far sognare forse è bene che cavalchino l'onda.
Sarà triste? no (incassano e la gente vede quel che vuol vedere dalla Disney riportando sullo schermo cose che non fa più da anni). Influirà sulla creatività? giunti al livello di oggi no perché di creatività è da un bel po' che non se ne parla più nel settore animato così come nel settore live, da tempo immemore in crisi totale e con incassi da far chiudere lo studio (ricordiamo ancora John Carter da Marte o Principe di Persia per intenderci) Quindi gli incassi di oggi dei live action tratti dai Classici sono ORO che cola.
Distruggerà i personaggi noti? no, quelli resteranno sempre. Anzi li omaggerà e li farà riscoprire.
la vera piaga sarebbe se fanno come hanno fatto negli anni 2000 coi sequel, in cui ne hanno presi a campione alcuni e li hanno proseguiti, altri tipo Biancaneve non li hanno fatti e... voilà, la popolarità di Biancaneve è scesa vertiginosamente a differenza di Cenerentola che con il rilancio degli anni 2000 ha poi goduto di molta popolarità presso il pubblico medio (bambini e non). Una scelta così ha davvero influito sulla popolarità di Biancaneve, inutile negarlo. i puristi dicono che è stato meglio così, ma lo stesso non si può dire per i fruitori di cinema in generale (e non parliamo dei fans che sono solo un numero davvero esiguo rispetto al pubblico destinatario dei film) che hanno bisogno di rivedere di tanto in tanto le storie che conoscono magari in una veste nuova (sia essa sequel o live action), il tutto sta ovviamente nel fare - nel caso dei live - film che cerchino di omaggiare e non volgarizzare l'opera prima
in tutto ciò, viva una Cenerentola live o una Bella e la bestia live o viva i preannunciati Aladdin, Mulan, Sirenetta e Biancaneve live action che comunque uno spirito almeno fedele a ciò che il pubblico chiede dalla Disney a livello di storia e cuore ce l'hanno (e pure un po' di quel senso di adultità che aveva l'opera prima). meglio questi che non l'ennesimo film sulla coppia in viaggio, comicità a go go, bambine e bambini urlanti e tutti faccette/mossette per protagonisti...
ora aspettiamo - come sempre - le linciate, ma diciamo già sin d'ora che il nostro è un ragionamento espresso in termini quanto più possibili oggettivi e basati su quanto abbiamo visto finora


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
*marta*
messaggio 27/3/2017, 3:38
Messaggio #1002


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.607
Thanks: *
Iscritto il: 6/1/2011
Da: Cagliari




CITAZIONE (IryRapunzel @ 26/3/2017, 23:52) *
Vedere l'animazione che prende vita con attori reali è una stupidaggine, è una roba che non dovrebbe esistere ed è sbagliato anche solo il concepirlo.

E chi lo dice scusa? Questa è la tua opinione e non è sicuramente un concetto assoluto, scusa se te lo dico. A me per esempio la cosa che piace dei live action è proprio vedere la storia con attori in carne e ossa. A te sembrerà una stupidaggine ma, evidentemente, a tutte quelle capre, come me, che sono andate al cinema a vedere questo film questa non sembra una cosa stupida. Ma perchè non accettate che il mondo non la deve pensare per forza come voi? Senza contare che più volte si usano toni al limite dell'offensivo in questo forum quando si parla di quest' argomento.
Ma poi siete convinti davvero che i live action tolgano qualcosa alla produzione di film originali? Si possono fare entrambe le cose, (e infatti lo fanno), non vedo perchè le due cose si debbano escludere a vicenda. Ogni anno esce un film nuovo, non capisco perchè dovete piangere in continuazione con questa storia dei live action che tolgono spazio alle storie originali. Se non ci fossero questi liveaction molto probabilmente avremmo comunque lo stesso numero di storie originali.
Poi capisco che possono piacere o non piacere, ma dare in continuazione degli imbecilli alle persone che non la pensano come voi, non mi pare vi renda molto più intelligenti. Mi pare che gli incassi dicano chiaramente che vengono apprezzati. Vi mettete l'anima in pace e non andate a vederli. I film originali escono lo stesso, guardate quelli e tutti contenti. Tanto potete pure disertare le sale, come immagino facciate già per questi film, dato che non vi piacciono, ma che lo facciate o meno finchè ci sono incassi simili fa poca differenza
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Rowena84
messaggio 27/3/2017, 8:04
Messaggio #1003


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 332
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




Sul fatto che la gente non ricordi i classici recenti non sono convinta...nell'andare al lavoro passo tutti i giorni per la feltrinelli che vende pupazzetti disney sullo scaffale. Elsa e Nick Wilde spariscono alla velocità della luce appena arrivano, Judy si trova a giorni alterni, i pupazzi dei film vecchi rimangono sullo scaffale.
A distanza di anni posso riconoscere che le canzoni in Rapunzel erano un po' sottotono, ma a parte questo è un classico a tutti gli effetti ed è rimasto nel cuore delle bambine


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
buffyfan
messaggio 27/3/2017, 9:15
Messaggio #1004


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.734
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2009
Da: Roma




CITAZIONE (*marta* @ 27/3/2017, 3:38) *
Se non ci fossero questi liveaction molto probabilmente avremmo comunque lo stesso numero di storie originali.
Poi capisco che possono piacere o non piacere, ma dare in continuazione degli imbecilli alle persone che non la pensano come voi, non mi pare vi renda molto più intelligenti. Mi pare che gli incassi dicano chiaramente che vengono apprezzati. Vi mettete l'anima in pace e non andate a vederli. I film originali escono lo stesso, guardate quelli e tutti contenti. Tanto potete pure disertare le sale, come immagino facciate già per questi film, dato che non vi piacciono, ma che lo facciate o meno finchè ci sono incassi simili fa poca differenza

Se non ci fossero, avrebbero anche soldi in meno da investire in storie originali - che sono chiaramente un azzardo rispetto a queste produzioni in quanto non puoi immaginare come possano andare al Box office. Che piaccia o no, sono proprio questi film ad effetto nostalgia a far entrar più soldi nelle tasche della Disney (inserisco chiaramente anche Star Wars in mezzo). A me i live action piacciono e piace guardarli quando sono fatti bene (secondo me)... La Bella e la Bestia non lo è (sempre secondo me xD). Ma questo non vuol dire che non sia felice del suo andamento al box office, perchè prima di tutto tengo ben a mente che un guadagno così elevato non può che far bene al mercato cinematografico, ed alle centinaia di persone che ci lavorano dietro. smile.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
IryRapunzel
messaggio 27/3/2017, 10:35
Messaggio #1005


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




CITAZIONE (*marta* @ 27/3/2017, 3:38) *
E chi lo dice scusa? Questa è la tua opinione e non è sicuramente un concetto assoluto, scusa se te lo dico. A me per esempio la cosa che piace dei live action è proprio vedere la storia con attori in carne e ossa. Ma perchè non accettate che il mondo non la deve pensare per forza come voi?

Perché non è un'opinione, ma è un fatto che l'animazione abbia delle regole ben precise. I personaggi animati possono permettersi espressioni, movimenti, un tipo di recitazione che gli attori veri non possono avere per forza di cose. Per questo copiare l'animazione e pretendere che restituisca lo stesso effetto è sciocco e ridicolo, impoverisce tutto e non andrebbe fatto. Vuoi fare La Bella e la Bestia live action? Perfetto, ti pigli la fiaba e la riadatti da daccapo, non ricalchi in modo maldestro un film che è nato con fogli e matite.

CITAZIONE (*marta* @ 27/3/2017, 3:38) *
Ma poi siete convinti davvero che i live action tolgano qualcosa alla produzione di film originali?

Questo non lo penso, o meglio lo penso ma lo ritengo un problema minore. I live action non sono sbagliati perché tolgono spazio agli originali, sono sbagliati perché negano il concetto di classico andando contro al principio numero uno su cui è fondata la Disney. E tuttavia, dati alla mano, avrei ragione anche a pensarlo:

Remake dei prossimi anni: Mulan, Mary Poppins Returns, Aladdin, Il Re Leone, Dumbo, Winnie the Pooh, Peter Pan, Trilli, Cruella, Taron, La Spada nella Roccia, Fantasia, Pinocchio, Biancaneve, La Sirenetta, Maleficent 2, Il Libro della Giungla 2 etc etc

Originali: Wrinkle in Time, Lo schiaccianoci. E nessuno dei due è davvero originale.

Vedi te.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Late Bloom
messaggio 27/3/2017, 11:17
Messaggio #1006


Member
***

Gruppo: Utente
Messaggi: 241
Thanks: *
Iscritto il: 29/12/2016
Da: Caserta




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 26/3/2017, 23:25) *
Un esempio su tutti, il più classico, è il tanto discusso pugno di Anna ad Hans. Prendiamo ad esempio la scena del live action di Cenerentola dove la protagonista, dopo tutte le terribili angherie subite, guarda la matrigna e, con una forza ammirevole( alla faccia di chi continua, superficialmente, a definirla come un personaggio passivo e debole) la sconfigge con un semplice "ti perdono". Il messaggio è fortissimo ed educativo: alla cattiveria bisogna rispondere con bontà, senza rancore, perché la vera forza è quella dell'essere le persone migliori che possiamo.
In frozen, dietro una scelta comica, si lancia il messaggio che è giusto vendicarsi dei torti subiti con la forza fisica, giustificando così la violenza.
I bambini sono molto suscettibili a questi messaggi indiretti, nei modelli che prendono a riferimento.

D'accordo, però secondo questo discorso tutti gli scontri con il villain di turno sarebbero - altamente - diseducativi. Sempre di violenza fisica si tratta, e in alcuni casi l'epilogo è decisamente peggiore.
Non essendoci una vera e propria "resa dei conti", quel pugno più che una gag comica io l'ho sempre visto in quest'ottica. Non è violenza gratuita, anzi, è una reazione fin troppo edulcorata.
Proprio degli ultimi Classici ci si lamenta spesso per la mancanza di un nemico come si deve e di una battaglia good vs evil "vecchio stampo"...
Poi, voglio dire, tutti noi siamo cresciuti guardando film animati in cui la violenza era presentata in maniera più o meno esplicita. Non mi pare abbiano fatto grossi danni biggrin.gif

Per quanto riguarda Cenerentola, mi trovi d'accordo. E' un messaggio dalla carica molto forte e in sintonia con il personaggio del Classico. Un esempio difficilmente applicabile ma senz'altro valido.

CITAZIONE (veu @ 26/3/2017, 23:57) *
E rifare i classici del passato significa per la Disney sapere che quelli erano i Classici, quelli erano i film a cui la gente si era affezionata. E difatti il fatto di non fare in live action Rapunzel, Frozen, i film 2000 non è certo per la bislacca idea che "quelli di oggi vanno bene perché sono in CGI" ma semplicemente perché quelli di oggi NON sono film che sono giunti al cuore, senza se e senza ma (tranne Frozen che ha avuto una vera mania ma dobbiamo ancora vedere se durerà e quanto). Il pubblico certo non vede una Rapunzel al pari di una Belle o una Cenerentola. magari la vedranno i bambini di oggi tra 10 anni (si spera) ma per ora non è così, il pubblico medio NON la vede tale (i genitori manco sanno chi è Rapunzel a dirla tutta). Credete che diversamente non avrebbero annunciato anche Rapunzel in live action? E non è perché è troppo recente (altrimenti avrebbero rifatto per prima Biancaneve e poi a seguire tutti gli altri) ma proprio perché i film che sono rimasti alla gente sono quelli di una volta.

Sì, però Cenerentola è del '50, ne ha avuto di tempo per invecchiare, per essere visto da generazioni, e per crearsi la fama (meritata eh, su questo non discuto) di Classico intramontabile, quale è.
Per Belle poi si apre un po' un discorso a parte, in cui sarebbe doveroso citare anche Ariel, che sono le principesse penso più amate di sempre e qualsiasi cosa le riguardi è oro.
Il paragone non si può neanche fare perché sarebbe giocare ad armi impari. Vogliamo concedere un po' di tempo ai nuovi arrivati? Penso che solo tra una decina d'anni se ne potrà discutere e decidere se certi film siano stagionati bene o meno.
Parlando di "cuore", riferito ai genitori in particolare, è normale essere più attaccati a film dell'infanzia che non ad altri. Faccio l'esempio di mio padre, super appassionato de Gli Aristogatti perché, appunto, suo film d'infanzia. Se invece gli citi altri felini della Savana, ti dice sì, carini, tanto per non contraddirti, ma torna a parlare di Romeo suo laugh.gif E non penso che Il Re Leone sia arrivato meno al pubblico, anzi.

Secondo me non si sceglie di realizzare una loro versione live-action non perché non siano apprezzati ma perché sarebbe un ripetersi inutile in questo momento. Diamo il tempo alla Disney di spremere lo spremibile tramite serie tv/sequel/spin-off e compagnia bella. Appena saranno finiti i verdoni in questo senso, si parlerà di live-action, ci metto la mano sul fuoco.

CITAZIONE (veu @ 26/3/2017, 23:57) *
in tutto ciò, viva una Cenerentola live o una Bella e la bestia live o viva i preannunciati Aladdin, Mulan, Sirenetta e Biancaneve live action che comunque uno spirito almeno fedele a ciò che il pubblico chiede dalla Disney a livello di storia e cuore ce l'hanno (e pure un po' di quel senso di adultità che aveva l'opera prima). meglio questi che non l'ennesimo film sulla coppia in viaggio, comicità a go go, bambine e bambini urlanti e tutti faccette/mossette per protagonisti...
ora aspettiamo - come sempre - le linciate, ma diciamo già sin d'ora che il nostro è un ragionamento espresso in termini quanto più possibili oggettivi e basati su quanto abbiamo visto finora

Nessun linciaggio, ma permettetemi di dissentire.
Alcuni degli ultimi Classici non mi sono sembrati eredi dello "shreakkismo", tutti "faccette e mossette", c'è molto di più. Ok, hanno un approccio più scanzonato rispetto a film tipo Biancaneve e Cenerentola, ma non si limitano a quello. C'è un mondo intero dietro, e un messaggio adatto ai tempi che però arriva, eccome se arriva. Zootopia su tutti. La buddy comedy è solo il significante, ma non va a intaccare il significato.
Se è per questo tra i film del "Rinascimento" Mulan è tra quelli dalla verve più comica, eppure è di una profondità immensa. Pure la storia d'amore è relegata alla sfondo ma ciò non toglie nulla alla narrazione.
Se in alcuni casi non funzionano, la ragione è da ricercare altrove.

CITAZIONE (*marta* @ 27/3/2017, 3:38) *
Poi capisco che possono piacere o non piacere, ma dare in continuazione degli imbecilli alle persone che non la pensano come voi, non mi pare vi renda molto più intelligenti. Mi pare che gli incassi dicano chiaramente che vengono apprezzati. Vi mettete l'anima in pace e non andate a vederli. I film originali escono lo stesso, guardate quelli e tutti contenti. Tanto potete pure disertare le sale, come immagino facciate già per questi film, dato che non vi piacciono, ma che lo facciate o meno finchè ci sono incassi simili fa poca differenza

Sono d'accordo, discutere è bene, ma sempre con rispetto. Leggo solo commenti "sanguigni" in questa eterna lotta tra animazione e live-action...
Il mondo è bello perché vario, ognuno fa ciò che gli pare... e alla fine ognuno manterrà le proprie convinzioni. Cerchiamo di non scatenare flame a riguardo e volemose bene!

Sicuramente siamo in quattro gatti a non andare al cinema, e con quelle cifre alla Disney non gliene potrebbe fregare di meno.
Già li vedo "Tanned and rested and alone surrounded by enormous piles of money" laugh.gif
Però questo si può fare e questo si fa. Così come chi rabbrividisce alla vista dei nuovi film può tenersene alla larga. E pace.


User's Signature


Verso l'infinito... e oltre! Ciao Fabrizio ❤️
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Arancina22
messaggio 27/3/2017, 12:03
Messaggio #1007


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 17.542
Thanks: *
Iscritto il: 15/10/2009
Da: casa mia




Una delle cose che mi preoccupano un po' è che, oltre a tutto il resto, si sta quasi creando il bisogno nel pubblico di queste trasposizioni (o meglio, ri-trasposizioni, come è stato detto) in live action. Come se, ora che si è partiti, tutti questi live elencati da Iry poco più su fossero una necessità, ormai.
Fortunatamente (dal mio punto di vista, ovvio) c'è anche un leggero aumento, tra i commenti, del fronte "Non hanno più fantasia", "Dove sono le idee nuove?", "Un altro live action? Non se ne può più"...
La battaglia (chiamiamola così) pro o contro trasposizioni live action sembra quindi aver contagiato anche il pubblico generale. Io, nella mia posizione e visto ciò, nutro la speranza che il pubblico prima o poi si stufi e che anche quest'era passi, come quella dei cheapquel, per non tornare...

Anche perché rendiamoci conto dell'impero a livello mondiale che ormai ha la Disney nel settore culturale e intrattenimento (ma non solo). Se ci si ferma a riflettere è impressionante. Film in tutte le loro declinazioni, serie tv, canali tv, giocattoli, merchandising, parchi a tema, crociere, spettacoli a teatro, libri, videogiochi, vestiti, linee di gioielli. Già a fare quest'elenco mi tremano un po' i polsi.
A meno che il tutto funzioni a compartimenti stagni (non sono un'esperta quindi davvero non so come funzioni), io stento a credere che tutti i miliardi che già confluiscono nelle casse della Disney con la sola vendita di questi prodotti e servizi non riportino in qualche modo il bilancio in pari (quando non in positivo) e che ci debbano essere per forza le trasposizioni live action a salvare l'azienda dalla bancarotta... unsure.gif Lo so che non è stato detto questo, non punto il dito contro nessuno, anzi, sono solo considerazioni mie; ma l'impressione che a volte mi sembra aleggiare è questa...


User's Signature

Your special fascination'll
prove to be inspirational!
We think you're just sensational,
Mame!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 27/3/2017, 13:03
Messaggio #1008


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.861
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




È un filone come tanti che prima o poi si esaurirà, per un motivo (calo di incassi) o per l'altro (assenza di classici da trasporre).
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:

47 Pagine V  « < 40 41 42 43 44 > » 
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 16/10/2019, 2:27