Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


 
Reply to this topicStart new topic
> Trasferimento laser disc - DVD, aiuto ^^"
Cigello
messaggio 2/5/2013, 19:09
Messaggio #1


New Member
*

Gruppo: Utente
Messaggi: 47
Thanks: *
Iscritto il: 8/8/2012




Salve a tutti!!! ^^ come da topic, sono alla ricerca di qualcuno che sia in grado di trasferire un Laserdisc su DVD, o comunque creare un mpeg non compresso a partire dal laserdisc. Fatemi sapere, per favore, sto cercando di reperire il laserdisc de "la bella e la Bestia" e crearne un DVD, se qualcuno ha già provveduto o magari è riuscito a suo tempo a scaricare il torrent da 4 GB (ora privo di seed) lo prego affinché si renda disponibile per una condivisione a buon rendere ^^ ciao a tutti!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 3/5/2013, 10:16
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




Non capisco: perchè ti serve il laserdisc della bella e la bestia?
Non fai prima a comprarti il dvd?
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Cigello
messaggio 3/5/2013, 10:22
Messaggio #3


New Member
*

Gruppo: Utente
Messaggi: 47
Thanks: *
Iscritto il: 8/8/2012




perché detesto la versione a toni caldi che ci propinano in digitale, o meglio, detesto non avere la versione a toni freddi che era edita in VHS e LD (in Laserdisc aveva il formato originale)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 3/5/2013, 19:29
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




Metti il dvd, e regola i colori del televisore sui toni più freddi.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Anacleto
messaggio 3/5/2013, 19:46
Messaggio #5


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 741
Thanks: *
Iscritto il: 10/2/2006




Non è la stessa cosa (è una manipolazione di una manipolazione).
Ho un lettore LD (ma non posso acquisire su DVD) e per notare la differenza tra LD e DVD bisogna solo vederlo di persona (postare screenshot suinternet serve a nulla).

Il fatto è che volendo i lettori Laserdisc usati si trovano, ma non sono esattamente economici.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 3/5/2013, 23:19
Messaggio #6


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




Ma a livello di qualità il dvd non è superiore?
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Cigello
messaggio 3/5/2013, 23:52
Messaggio #7


New Member
*

Gruppo: Utente
Messaggi: 47
Thanks: *
Iscritto il: 8/8/2012




la qualità è inferiore, chiaramente, più o meno al pari di una vhs. Quello che mi interessava era il video in 1,85. Regolare il DVD o il BD sui toni freddi serve a poco, è vero, e il costo dei lettori laser disc non mi spaventerebbe nemmeno, se fossi sicuro che posso poi estrarre il video, rielaborarlo e sincronizzarci sopra l'audio italiano... ma in caso contrario non farei nemmeno lo sforzo.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Anacleto
messaggio 4/5/2013, 10:39
Messaggio #8


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 741
Thanks: *
Iscritto il: 10/2/2006




CITAZIONE (Cigello @ 3/5/2013, 23:52) *
la qualità è inferiore, chiaramente, più o meno al pari di una vhs. Quello che mi interessava era il video in 1,85. Regolare il DVD o il BD sui toni freddi serve a poco, è vero, e il costo dei lettori laser disc non mi spaventerebbe nemmeno, se fossi sicuro che posso poi estrarre il video, rielaborarlo e sincronizzarci sopra l'audio italiano... ma in caso contrario non farei nemmeno lo sforzo.


Per potere si può, ma i "problemi" sono ben altri.
Innanzitutto i lettori Laserdisc sono tutti dotati di uscita SCART e/o RCA per il video e ottica e/o coassiale per l'audio, quindi sarebbe sufficiente collegare il LD ad una scheda acquisizione video per PC e procedi come come se connettessi al PC una videocamera (per fare un esempio).

Qui però cominciano i "problemi".
Partendo dal presupposto che tu voglia acquisire il video fedelmente senza perdita di qualità, dovresti salvare tutto in .avi per evitare compressioni (quindi manipolazioni arbitrarie dell'immagine e, di conseguenza, dei colori). Facendo ciò ti occorrerà circa 1Gb di spazio per ogni minuto di filmato, quindi la gestione dello stesso sui supporti oggi disponibili (a meno di voler tenere il film su un Hard Disk) diventa un po' ostica.

Però se cominci a comprimere il video e "manipolarlo" (manualmente o elettronicamente è indifferente) a questo punto si perde un po' l'intenzione iniziale e tanto vale lavorare direttamente sul filmato da DVD.

Piccola chiosa finale.
Ricordati comunque che il video presente su Laserdisc è comunque analogico e difetta di tutti i cali di qualità come succede con le VHS, quindi se ti devi "imbarcare" in una impresa simile, se ne hai la possibilità, magari controlla che i Laserdisc in tuo possesso abbiano una buona qualità video.

P.S.: così, a titolo di follia, io provai a passare un filmato da cassetta Video Hi8i (risoluzione quasi doppia di una normale VHS/Laserdisc) su PC. Ovviamente non volevo nessuna compressione per ottenere la miglior qualità video. Abbandonai "l'impresa" dopo aver constatato che per 5 minuti di filmato la dimensione del file aveva già superato i 10Gb (!!!)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Cigello
messaggio 5/5/2013, 8:58
Messaggio #9


New Member
*

Gruppo: Utente
Messaggi: 47
Thanks: *
Iscritto il: 8/8/2012




Grazie Mille delle informazioni, capisco perfettamente, ma sono uno che si accontenta...mi basterebbe trovare almeno un file da DVD, o riuscire a portarlo su un DVD a dimensione 4GB o 7GB...il problema è che non trovo on line nemmeno uno straccio di 700 mb sad.gif grazie ancora!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
chipko
messaggio 7/5/2013, 21:31
Messaggio #10


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.173
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




Scusa la domanda niubba Anacleto ma pare che te ne intenda. Anche io mi sono ritrovato con un problema simile quando mi ritrovai (ora non ricordo per che cosa) a convertire un filmato e divenne gigante se trasportato in avi. Però non capisco una cosa, il dvd ha l'mpeg il bluray m2ts eppure la qualità di video è buona. Non ho mai capito questo mistero dei codec. Possibile che non si possano utilizzare dei codec migliori dell'avi senza perdere dettagli?

Un altro mistero è che sto lavorando sul flusso video di Biancaneve (15 gb) estratto dal bluray originale mentre in giro ho visto che il video in mkv si aggira intorno ai 4 gb eppure non mi pare ci sia tutta questa grande differenza di qualità. Ci sono 10 gb di differenza ma non c'è perdita di qualità (almeno io non la rilevo) non è strano? E perché non si riesce a fare la stessa cosa per il laser disk?
Grazie.


User's Signature

CONDIVIDI IL VIDEO:SCLASSICI DISNEY
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Anacleto
messaggio 7/5/2013, 23:54
Messaggio #11


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 741
Thanks: *
Iscritto il: 10/2/2006




Ora ho sonno e ti rispondo in estrema sintesi. Poi magari approfondiamo.

Audio CD-mp3: entrambi "si sentono bene"
bmp-jpg: entrambe le immagini "si vedono bene"
avi-mpg2: entrambi i filmati "si vedono bene"

Però in tutti e tre i casi vige la regola del "più tolgo informazioni, peggiore sarà il risultato".

Il fatto è che però l'occhio e l'orecchio umano hanno dei limiti fisici che la tecnologia può superare.
Quindi ecco perchè alcuni formati "non troppo compressi" si vedono/sento comunque bene: sostanzialmente perchè sono "più affidabili" di quello che l'uomo può percepire. Però se riduci troppo gli estremi, anche la parte udibile ne risentirà (meno armonica, frequenze alte "ovattate" e così via).

Puoi fare una prova con una foto.
Se hai una fotocamera che scatta in RAW. Scatti la stessa foto sia in RAW che in JPEG. Poi stampi le 2 foto. Potranno essere "simili", ma sicuramente non uguali. La prima avendo molte più informazioni da cui la stampante può elaborare l'immagine sarà sicuramente di qualità migliore.
Ovviamente c'è un "però". Più la stampante è di bassa qualità, minore sarà la differenza tra le 2 foto, mentre con una stampante professionale facilmente la differenza si noterà a colpo d'occhio.

Chiosa finale. Il laserdisc è solo un diverso supporto rispetto a VHS o DVD. il Laserdsc ha praticamente la stessa "definizione" (anche se sui formati analogici si parla di linee, ma è per farti capire) della VHS, quindi la grandezza del file risultante sarà la stessa per entrambi (indipendentemente dal formato del file che utilizzerai: stesso formato stessa dimensione).
Go to the top of the page
 
+Quote Post
chipko
messaggio 8/5/2013, 1:55
Messaggio #12


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.173
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




CITAZIONE (Anacleto @ 7/5/2013, 23:54) *
Ora ho sonno e ti rispondo in estrema sintesi. Poi magari approfondiamo.

Audio CD-mp3: entrambi "si sentono bene"
bmp-jpg: entrambe le immagini "si vedono bene"
avi-mpg2: entrambi i filmati "si vedono bene"

Però in tutti e tre i casi vige la regola del "più tolgo informazioni, peggiore sarà il risultato".

Il fatto è che però l'occhio e l'orecchio umano hanno dei limiti fisici che la tecnologia può superare.
Quindi ecco perchè alcuni formati "non troppo compressi" si vedono/sento comunque bene: sostanzialmente perchè sono "più affidabili" di quello che l'uomo può percepire. Però se riduci troppo gli estremi, anche la parte udibile ne risentirà (meno armonica, frequenze alte "ovattate" e così via).

Puoi fare una prova con una foto.
Se hai una fotocamera che scatta in RAW. Scatti la stessa foto sia in RAW che in JPEG. Poi stampi le 2 foto. Potranno essere "simili", ma sicuramente non uguali. La prima avendo molte più informazioni da cui la stampante può elaborare l'immagine sarà sicuramente di qualità migliore.
Ovviamente c'è un "però". Più la stampante è di bassa qualità, minore sarà la differenza tra le 2 foto, mentre con una stampante professionale facilmente la differenza si noterà a colpo d'occhio.

Chiosa finale. Il laserdisc è solo un diverso supporto rispetto a VHS o DVD. il Laserdsc ha praticamente la stessa "definizione" (anche se sui formati analogici si parla di linee, ma è per farti capire) della VHS, quindi la grandezza del file risultante sarà la stessa per entrambi (indipendentemente dal formato del file che utilizzerai: stesso formato stessa dimensione).

Ma no questo mi era chiaro thumb_yello.gif Quello che non capisco e come mai sia così difficile acquisire un laser disk o una cassetta senza perdere di qualità e senza occupare un tera di Hard Disk.


User's Signature

CONDIVIDI IL VIDEO:SCLASSICI DISNEY
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Anacleto
messaggio 8/5/2013, 12:37
Messaggio #13


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 741
Thanks: *
Iscritto il: 10/2/2006




Sinceramente non avevo nemmeno ben capito la tua domanda, perchè davo per scontato che tu sapessi quanto ho esposto sopra.
Di conseguenza non riesco quindi a capire cosa non ti sia chiaro.
Essere sintetico però è un po' impossibile, quindi semplifico all'osso e, nel caso, mi chiedi chiarimenti.

lasciando perdere tutta la disgressione sull'incompatibilità tra video analogico e digitale, assumiamo che per entrambi i formati abbiamo una risoluzione (in pixel) di 768x576.
Quindi a parità di qualità e lunghezza del filmato la dimensione del file è la stessa indipendentemente dal supporto su cui viene archiviato.

In linea puramente teorica si potrebbe fare questo calcolo per ogni singolo frame
768pixel*576pixel*16bit colore (anche se solitamente sono 24 i bit di colore)

Assunto che ogni pixel è un bit di informazione si ottiene che ogni frame occupa 7077888 bit (cioè 884736 byte).

Moltiplica quella cifra per 25 (i 50 semiquadri del PAL) e ottieni che per ogni secondo di filmato necessiti di poco più di 2,2Mb di spazio su disco che sono circa 1,3Gb per ogni minuto

Insomma. Un filmato di 90 minuti occuperebbe su disco circa 120Gb (e non importa il supporto su cui lo archivi).

Siccome capisci da solo che al giorno d'oggi, Hard Disk esclusi, un file simile non è assolutamente gestibile con i normali sistemi di archiviazione, sono stati studiati degli algoritmi di compressione più o meno efficaci che portano si ad una perdita di informazioni, ma garantiscono una qualità più che accettabile a vantaggio di un file di dimensioni più contenute e quinti archiviabile su supporti come il DVD economico e utilizzabile da tutti.
Ma attenzione. Non è detto che una compressione è sempre sinonimo di perdita di dati. Ecco perchè la qualità "in senso assoluto" non è proporzionale alla quantità di dati necessari per ogni singolo frame (quello che viene chiamato in gergo "bit rate variabile").

Esempio pratico: se per 10 secondi in un film ho l'immagine del titolo di fatto sarebbero 250 frame. Per farti capire un filmato n avi conterrebbe 250 volte la stessa immagine, mentre con, ad esempio, l'mpg2 l'immagine è una sola e poi c'è l'istruzione che dice quante volte "duplicarla". Fai tu i conti di quanto spazio si risparmia.
In pratica l'avi è paragonabile alla pellicola: se vuoi che la stessa immagine resti visionata per qualche secondo la devi riproporre tante volte per il tempo necessario. Se si potesse manovrare il proiettore come un Hard Disk (cioè fermarlo e farlo ripartire senza che la visione ne risentisse), al posto di utilizzare 24 fotografie identiche per poter visualizzare la stessa immagine su schermo per 1 secondo, se ne inserirebbe solo 1 e si risparmierebbe sulla lunghezza fisica della pellicola (in termini "digitali" di spazio occupato in Kb).
Go to the top of the page
 
+Quote Post

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 17/7/2019, 11:23