Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


32 Pagine V  « < 20 21 22 23 24 > »   
Reply to this topicStart new topic
> La fine dell'Animazione Tradizionale?
chipko
messaggio 9/10/2016, 23:24
Messaggio #505


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.173
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




CITAZIONE (Angelo1985 @ 9/10/2016, 20:21) *
Che pesantezza Enrico, scusami te lo dico col cuore....

Un bel lapsus eheheh.gif


User's Signature

CONDIVIDI IL VIDEO:SCLASSICI DISNEY
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Angelo1985
messaggio 9/10/2016, 23:54
Messaggio #506


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.000
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




ahahahaha, me ne sono accorto ora! perdonatemi, stavo cucinando mentre scrivevo laugh.gif laugh.gif laugh.gif

icon_mickey.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 10/10/2016, 0:34
Messaggio #507


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.860
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (Angelo1985 @ 9/10/2016, 20:21) *
bastava lasciare a ciascuno le proprie competenze, Pixar CGI e WDAS in 2D

Questo poteva accadere in un cinema in cui i soldi non contano nulla, ma la Disney è a quello che guarda. Già nel 2000 l'animazione 2D cominciò a costare molto di più a causa della concorrenza e il personale dello studio fu quasi dimezzato. In quel periodo i film Disney in 2D erano quasi tutti flop mentre la concorrenza macinava successi con la CGI, era inevitabile che qualcosa dovesse cambiare. La scelta era tra chiudere lo studio (e lasciare a piedi tutti i dipendenti) o trasformarlo per la produzione in CGI. E questo succedeva ancora nel 2002, ben prima che arrivasse Lasseter che tu sembri considerare la fonte di ogni male.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Angelo1985
messaggio 10/10/2016, 13:13
Messaggio #508


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.000
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (LucaDopp @ 10/10/2016, 0:34) *
Questo poteva accadere in un cinema in cui i soldi non contano nulla, ma la Disney è a quello che guarda. Già nel 2000 l'animazione 2D cominciò a costare molto di più a causa della concorrenza e il personale dello studio fu quasi dimezzato. In quel periodo i film Disney in 2D erano quasi tutti flop mentre la concorrenza macinava successi con la CGI, era inevitabile che qualcosa dovesse cambiare. La scelta era tra chiudere lo studio (e lasciare a piedi tutti i dipendenti) o trasformarlo per la produzione in CGI. E questo succedeva ancora nel 2002, ben prima che arrivasse Lasseter che tu sembri considerare la fonte di ogni male.

Ah ma perchè secondo te dopo 15 anni, dopo l'acquisizione Pixar e dopo a crisi del 2008, ancora stanno a guardare ai costi/ricavi delle stagioni di Atlantis e Mucche alla riscossa? Roftl.gif
Ma dai...che discorsi...

icon_mickey.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 10/10/2016, 14:27
Messaggio #509


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.860
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (Angelo1985 @ 10/10/2016, 13:13) *
Ah ma perchè secondo te dopo 15 anni, dopo l'acquisizione Pixar e dopo a crisi del 2008, ancora stanno a guardare ai costi/ricavi delle stagioni di Atlantis e Mucche alla riscossa? Roftl.gif
Ma dai...che discorsi...

Non ho capito la tua risposta. Ti ho semplicemente spiegato come e perché lo studio è passato alla CGI, quello che fanno oggi ne è la diretta conseguenza. Hai scritto tu "bastava lasciare", ne ho dedotto che ti riferissi a quel periodo. Non "stanno a guardare" nulla, anche perché col successo che hanno oggi non hanno certo bisogno di rivangare periodi bui.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 10/10/2016, 18:41
Messaggio #510


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.170
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (chipko @ 9/10/2016, 15:26) *
Ora, il problema, è che nel 900, l'arte ha, secondo me, perso gran parte di questa tensione al bello. Per cui l'artista non fa arte con un fine primariamente estetico, ma fa arte con un fine primariamente lucrativo.

In poche parole, alla Disney, e a qualunque altra casa cinematografica esclusa qualche rara eccezione che sempre esiste, non interessa "fare arte", interessa fare business. Se senza matita io ottengo più guadagno elimino la matita, perché l'obiettivo primario della Disney è fare utile.

I prodotti Disney, come la maggior parte dei prodotti cinematografici e dedicati all'entertaiment sono prodotti di consumo e di massa. Questo, non significa che automaticamente, tali prodotti siano di "scarsa qualità", e non significa che essi non possano avere comunque un impatto più o meno rilevante e più o meno positvo o negativo sulle nostre vite (al pari di tantissimi altri prodotti di massa).

C'è chi si arrabbia di fronte a questo tipo di ragionamenti, eppure l'evidenza incontestabile è che questi prodotti hanno come target medio la famiglia con bambini al seguito che cerca di evadere il sabato o la domenica pomeriggio dalla routine quotidiana e non Sgarbi.
E quando questi prodotti escono in dvd e bd non sono acquistati con finalità estetico-educative (il che non esclude che tali prodotti possano cmq avere tali caratteristiche), ma per poter piazzare i figli davanti al televisore di modo che stiano tranquilli mentre la Mamma (o il Papà, o la babysitter) di turno possa finire di fare le pulizie in casa o preparare la cena.

Chi, al contrario, vuole davvero educare i propri figli a particolari sensibilità artistiche invece che lasciare il figlio a "reincretinirsi" davanti al tv (scelta obbligata per moltissimi genitori) tenderà a iscriverli piuttosto ad un corso di pittura. Sarà un caso, ma i genitori che, per una serie di circostanze fortuite, riescono a seguire molto i loro figli tendono a limitare il più possibile l'uso della televisione, anche perché non mi è ancora capitato di sentir dire a qualche educatore, pedagogista, maestra o professore di "piazzare" il figlio davanti alla tv per fare in modo di sviluppare le sue doti.

La posizione dell'artista di oggi non è diversa da quella delll'artista di una volta. Quello dell'artista è sempre stato un mestiere pagato. Infatti nel medioevo e nel rinascimento si dipingevano quasi solo soggetti religiosi perchè la Chiesa era praticamente l'unica committente. Eppure, nonstante a molti pittori non gliene fregasse niente di dipingere Madonne, in particolare a Leonardo, ne sono usciti fuori capolavori incredibili.

I film definiti "per famiglie", li ha praticamente inventati Walt Disney, anche lui, come qualsiasi artista nella storia, aveva bisogno di guadagnare soldi dalle sue opere costosissime, questo non gli ha impedito di creare capolavori e coi suoi film ha costruito un impero.
Anche nel rinascimento Disney, quando ormai lo studio era già diventato una multinazionale, sono stati fatti film di grande successo e allo stesso tempo di grande qualità. Non c'è nessuna ragione per cui non possano farlo anche ora.

Non è vero inoltre che la Disney ha abbandonato il 2d per questione di costi. La CGI infatti è molto più costosa, lo sa bene chi ci lavora, lo dimostra anche il fatto che Tiana è costato 105 milioni, comprese le spese per il riallestimento del reparto 2d, mentre gli ultimi film disney costano dai 150 ai 180 milioni di dollari. L'ultimo winnie the Pooh, nonostante sia stato fatto a Burbank coi migliori artisti sulla piazza (tra cui Glen Keane) e con gli stessi musicisti di Frozen, è costato solo 30 milioni di dollari!
Se volessero potrebbero provare a fare un film in 2d ogni tanto, magari con un budget di soli 50 milioni di dollari, sarebbe molto facile recuperare i costi e averne un buon ricavo. Non lo fanno semplicemente perchè pensano che non sia più di moda il 2d.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
chipko
messaggio 10/10/2016, 21:46
Messaggio #511


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.173
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 10/10/2016, 18:41) *
La posizione dell'artista di oggi non è diversa da quella delll'artista di una volta. Quello dell'artista è sempre stato un mestiere pagato. Infatti nel medioevo e nel rinascimento si dipingevano quasi solo soggetti religiosi perchè la Chiesa era praticamente l'unica committente. Eppure, nonstante a molti pittori non gliene fregasse niente di dipingere Madonne, in particolare a Leonardo, ne sono usciti fuori capolavori incredibili.

Bé la Chiesa e tutta l'aristocrazia. Ogni conte, barone e signore di fatto finanziava l'arte.
Se poi vogliamo proprio parlare di arte medievale nello specifico, ci sono casi in cui l'arte era fatta e pensata per essere fruita esclusivamente da Dio, come le statue del Duomo di Milano, poste in cima e non accessibili in passato.
La differenza fra il passato e l'odierno è che l'arte, esclusa quella di strada e dunque popolare e dunque religiosa, è sempre stata un fenomeno di elite, governato pensato e fruito da elite.


User's Signature

CONDIVIDI IL VIDEO:SCLASSICI DISNEY
Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 11/10/2016, 0:55
Messaggio #512


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.170
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (chipko @ 10/10/2016, 22:46) *
Bé la Chiesa e tutta l'aristocrazia. Ogni conte, barone e signore di fatto finanziava l'arte.
Se poi vogliamo proprio parlare di arte medievale nello specifico, ci sono casi in cui l'arte era fatta e pensata per essere fruita esclusivamente da Dio, come le statue del Duomo di Milano, poste in cima e non accessibili in passato.
La differenza fra il passato e l'odierno è che l'arte, esclusa quella di strada e dunque popolare e dunque religiosa, è sempre stata un fenomeno di elite, governato pensato e fruito da elite.

al contrario, è molto più elitaria l'arte contemporanea, e il discorso del lavoro lucrativo era molto più valido in passato che nel presente, dato che l'artista non era libero di scegliere nemmeno il soggetto da rappresentare.
E comunque Walt Disney non è vissuto nel 400, e il Rinascimento disney è degli anni 90, il calo artistico non è giustificabile da questi discorsi.
Anche la scelta della tecnica CGI non può giustificare tutto. Maui sarebbe brutto pure in 2d e certi buchi di sceneggiatura nei più recenti film non hanno niente a che vedere con la tecnica


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
chipko
messaggio 11/10/2016, 3:03
Messaggio #513


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.173
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 11/10/2016, 0:55) *
al contrario, è molto più elitaria l'arte contemporanea, e il discorso del lavoro lucrativo era molto più valido in passato che nel presente, dato che l'artista non era libero di scegliere nemmeno il soggetto da rappresentare.
E comunque Walt Disney non è vissuto nel 400, e il Rinascimento disney è degli anni 90, il calo artistico non è giustificabile da questi discorsi.
Anche la scelta della tecnica CGI non può giustificare tutto. Maui sarebbe brutto pure in 2d e certi buchi di sceneggiatura nei più recenti film non hanno niente a che vedere con la tecnica

Forse non si è capito quello che ho detto.
Io ho detto che il cinema, o almeno il buon 90%, è un prodotto di massa.
Che poi i prodotti di massa possano anche essere qualitativamente buoni non l'ho messo in dubbio.
Il discorso dell'arte, a ben vedere, non l'ho introdotto io, ma Angelo e Bristow.
Io mi sono limitato a dire che
1) era ridicolo condizionare e legare il concetto di arte a quello della tecnica utilizzata
2) il prodotto in questione non è finalizzato all'arte ma al consumo dell'entertaiment

Secondo me è molto, ma molto più onesto intellettualmente dire:
"A me il CGI non piace, preferivo l'animazione tradizionale".
Senza tirare in ballo l'arte, complotti e quant'altro.


User's Signature

CONDIVIDI IL VIDEO:SCLASSICI DISNEY
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
winnie & pimpi
messaggio 11/10/2016, 9:54
Messaggio #514


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.170
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (chipko @ 11/10/2016, 4:03) *
Forse non si è capito quello che ho detto.
Io ho detto che il cinema, o almeno il buon 90%, è un prodotto di massa.
Che poi i prodotti di massa possano anche essere qualitativamente buoni non l'ho messo in dubbio.
Il discorso dell'arte, a ben vedere, non l'ho introdotto io, ma Angelo e Bristow.
Io mi sono limitato a dire che
1) era ridicolo condizionare e legare il concetto di arte a quello della tecnica utilizzata
2) il prodotto in questione non è finalizzato all'arte ma al consumo dell'entertaiment

Secondo me è molto, ma molto più onesto intellettualmente dire:
"A me il CGI non piace, preferivo l'animazione tradizionale".
Senza tirare in ballo l'arte, complotti e quant'altro.

hanno fatto bene a parlare di arte visto che siamo in un forum su Walt Disney e i film dello studio, anche se prodotti di massa, fino a pochi anni fa lasciavano molto spazio agli artisti.

A me sembra invece che alcuni abbiano fatto delle osservazioni molto intelligenti sulla tecnica, aldilà dei gusti personali. E' vero che non tutti i problemi qualitativi dipendono dalla tecnica, com ad esempio le sceneggiature, però è innegabile che la tecnica CGI, soprattutto nel modo in cui viene impiegata oggi (eccesso di fotorealismo, plasticosità ecc...), ha tolto molta magia ai film

Credo infine che farsi andare sempre bene tutto e non criticare mai niente sia il modo peggiore per uccidere la Disney. Nella nostra epoca di socila network la voce del popolo è molto più importante e potente di una volta e la Disney è molto più attenta di quel che si pensi, non è un caso che in America il prossimo classico si intitolerà Moana, dopo le clamorose proteste per i titoli Rapunzel e Frozen.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
chipko
messaggio 11/10/2016, 12:24
Messaggio #515


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.173
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 11/10/2016, 9:54) *
hanno fatto bene a parlare di arte visto che siamo in un forum su Walt Disney e i film dello studio, anche se prodotti di massa, fino a pochi anni fa lasciavano molto spazio agli artisti.

A me sembra invece che alcuni abbiano fatto delle osservazioni molto intelligenti sulla tecnica, aldilà dei gusti personali. E' vero che non tutti i problemi qualitativi dipendono dalla tecnica, com ad esempio le sceneggiature, però è innegabile che la tecnica CGI, soprattutto nel modo in cui viene impiegata oggi (eccesso di fotorealismo, plasticosità ecc...), ha tolto molta magia ai film

Credo infine che farsi andare sempre bene tutto e non criticare mai niente sia il modo peggiore per uccidere la Disney. Nella nostra epoca di socila network la voce del popolo è molto più importante e potente di una volta e la Disney è molto più attenta di quel che si pensi, non è un caso che in America il prossimo classico si intitolerà Moana, dopo le clamorose proteste per i titoli Rapunzel e Frozen.

Tutto quello che dici può anche essere condivisibile ma manca la parolilna magica: IMHO

Perché è ovvio che c'è sempre una componente che è anche artistica.
Alla fine come puoi sapere tu quale sarà il futuro? Non c'è niente di innegabile (soprattutto in arte).
Fotorealismo e "plasiticosità", che pure a me non piacciono, rimandano ad una categoria del gusto personale.
Alla fine non è che i cubisti o i macchiaioli piaccquero da subito, Van Gogh non vendette niente.

Inoltre mi pare una pia illusione che la critica sui forum e sui social possa aiutare ad incrementare la qualità artistica dei prodotti della disney, perché alla fine quello che conta sono gli incassi e non i commenti sui social.
Tutti o quasi criticammo la sirenetta qui sul forum, eppure tutti, o quasi, la comprarono perché aveva la slip e dopo avrebbero rischiato di non trovarla.


User's Signature

CONDIVIDI IL VIDEO:SCLASSICI DISNEY
Go to the top of the page
 
+Quote Post
IryRapunzel
messaggio 11/10/2016, 12:49
Messaggio #516


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.148
Thanks: *
Iscritto il: 20/11/2010




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 11/10/2016, 9:54) *
è innegabile che la tecnica CGI, soprattutto nel modo in cui viene impiegata oggi (eccesso di fotorealismo, plasticosità ecc...), ha tolto molta magia ai film

L'altro giorno ho letto un'intervista a Tomm Moore che parlava proprio di questo... ovvero del fatto che la CGI come viene concepita oggi nella maggior parte dei casi è utilizzata per avvicinarsi il più possibile al live action, mentre l'animazione è un linguaggio diverso che ha bisogno delle sue regole.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
winnie & pimpi
messaggio 11/10/2016, 14:56
Messaggio #517


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.170
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (chipko @ 11/10/2016, 12:24) *
Tutto quello che dici può anche essere condivisibile ma manca la parolilna magica: IMHO

Perché è ovvio che c'è sempre una componente che è anche artistica.
Alla fine come puoi sapere tu quale sarà il futuro? Non c'è niente di innegabile (soprattutto in arte).
Fotorealismo e "plasiticosità", che pure a me non piacciono, rimandano ad una categoria del gusto personale.
Alla fine non è che i cubisti o i macchiaioli piaccquero da subito, Van Gogh non vendette niente.

Inoltre mi pare una pia illusione che la critica sui forum e sui social possa aiutare ad incrementare la qualità artistica dei prodotti della disney, perché alla fine quello che conta sono gli incassi e non i commenti sui social.
Tutti o quasi criticammo la sirenetta qui sul forum, eppure tutti, o quasi, la comprarono perché aveva la slip e dopo avrebbero rischiato di non trovarla.

prima sostieni che i film disney di oggi sono solo prodotti di consumo di massa, ora addirittura che sono capolavori incompresi

molti criticano tanto Angelo o Bristow per le loro idee, almeno loro sono coerenti...

io non credo che qualsiasi decisione dello studio Disney sia "cosa buona e giusta", non credo che i dirigenti o i creativi siano infallibili o incontestabili. Penso che sia normale fare delle critiche.
Eravate tutti d'accordo al 100% coi dirigenti disney quando sotenevano che il pubblico non voleva più le fiabe, le principesse e soprattutto i musical. Nel giro di un anno eravate tutti d'accordo sul fatto che il pubblico di oggi vuole le fiabe, le principesse e i musical....ha senso tutto questo?

no dico...forse non è vero tutto quello che raccontano i dirigenti per salvare la poltrona e qualche errore di valutazione lo fanno pure loro


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
LucaDopp
messaggio 11/10/2016, 15:44
Messaggio #518


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.860
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 10/10/2016, 18:41) *
Non è vero inoltre che la Disney ha abbandonato il 2d per questione di costi. La CGI infatti è molto più costosa, lo sa bene chi ci lavora, lo dimostra anche il fatto che Tiana è costato 105 milioni, comprese le spese per il riallestimento del reparto 2d, mentre gli ultimi film disney costano dai 150 ai 180 milioni di dollari.

Non intendevo dire che l'animazione 2D fosse più costosa della CGI, ma che costava molto di più rispetto a poco tempo prima. E comunque è vero anche quello, i film in CGI usciti tra il 2001 e il 2004 costarono in media meno di quelli Disney dello stesso periodo (oltre a fruttare un ricavo, cosa che i film Disney solitamente non facevano).

CITAZIONE (IryRapunzel @ 11/10/2016, 12:49) *
L'altro giorno ho letto un'intervista a Tomm Moore che parlava proprio di questo... ovvero del fatto che la CGI come viene concepita oggi nella maggior parte dei casi è utilizzata per avvicinarsi il più possibile al live action, mentre l'animazione è un linguaggio diverso che ha bisogno delle sue regole.

A me non sembra che i recenti film d'animazione vogliano assomigliare al live action, il character design nella maggior parte dei casi è tutt'altro che realistico.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 11/10/2016, 16:26
Messaggio #519


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.616
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




CITAZIONE (LucaDopp @ 11/10/2016, 15:44) *
A me non sembra che i recenti film d'animazione vogliano assomigliare al live action, il character design nella maggior parte dei casi è tutt'altro che realistico.

Questo io credo valga per tutte le case di produzione. Gli unici esempi che io ricordi volessero avvicinare il CGI al live action erano i primi tentativi del mezzo, in attesa di capire che cosa questa tecnica fosse e in quale direzione dovesse andare, ovvero "Final Fantasy" e "Shrek". Oggi la CGI è perfettamente conscia di essere una tecnica d'animazione, alcuni la considerano un'evoluzione del 2D, altri un'alternativa, ma certamente percorrono tutti i caratteri di un film animato, non pensano certo di voler essere un film "normale", altrimenti perché non fare direttamente un film con attori in carne e ossa in veri set? Tuttavia un'ultima considerazione va fatta e apparentemente può sembrare in contrasto con quanto detto ora. Mi riferisco ai live action de Il Libro della Giungla e soprattutto al prossimo de Il Re Leone. Qui si usa la CGI con uno scopo diverso, il fotorealismo è esplicito, perché vuole dare l'idea del reale, come se fossero riprese fatte in carne e ossa e infatti vengono definiti film in live action e non film d'animazione. Ovviamente le differenze le notano chiunque, persino i bambini.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
chipko
messaggio 11/10/2016, 17:29
Messaggio #520


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.173
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 11/10/2016, 14:56) *
prima sostieni che i film disney di oggi sono solo prodotti di consumo di massa, ora addirittura che sono capolavori incompresi

molti criticano tanto Angelo o Bristow per le loro idee, almeno loro sono coerenti...

Io credo di aver esposto in maniera chiara e lineare i miei argomenti. Forse mi sbaglio.

Io in realtà non sono mai entrato nel merito

La prima obiezione che si è fatta è che i classici di una volta erano memorabili mentre quelli odierni no. La causa, secondo alcuni, deriverebbe, fra gli alri fattori, alla fine dell'animazione tradizionale.

Io, molto più pragmaticamente, ho solo fatto notare che nel frattempo è cambiato il paradigma con cui questi film si guardavano, da evento raro, speciale, eccezionale, a evento comune, banale.

La seconda obiezione che è stata fatta riguarderebbe il fatto che l'animazione tradizionale sia arte mentre la CGI no.

Anche qui, molto pragmaticamente, ho delineato tre concetti:

1) l'arte e la sua definizione non sono ancorabili al mero mezzo con cui essa si esprime
2) l'arte nel 900 è divenuto un concetto ambiguo al punto di rasentare l'arbitrarietà e la soggettività assoluta
3) i prodotti di cui stiamo parlando, al di là del fatto che siano o meno arte, sono trattati, di fatto, da chi li produce come un bene di consumo di massa.

Ognuno è libero di pensarla come la vuole, le mie risposte servivano solo a far emergere che era ideologicamente scorretto far assurgere il proprio criterio a criterio assoluto.

In pratica ovunque ci si collochi nella diatriba "i film d'animazione sono arte o non arte" (diatriba in cui non sono volutamente entrato), non esistono criteri oggettivi per dire che la tecnica tradizionale sia superiore a quella odierna (anche se questo è esattamente ciò che penso soggettivamente io).

Ci possono essere infinite ragioni per cui uno preferisca il dipinto a olio all'acquerello, ma tali ragioni sono sempre soggettive, soprattutto oggi, dove qualunque appello all'auctoritas è sistematicamente fatto fuori.
Sia che il dipinto in questione sia canonicamente entrato a far parte della storia ufficiale dell'arte, sia che il dipinto sia una "crosta" qualsiasi.

Io trovo che il mio argomentare sia, al di là degli inevitabili difetti riscontrabili in qualsiasi argomentazione, un discorso piano e coerente.


User's Signature

CONDIVIDI IL VIDEO:SCLASSICI DISNEY
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
LucaDopp
messaggio 11/10/2016, 21:30
Messaggio #521


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.860
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




Oh ragazzi io ve lo dico: se l'animazione 2D "vintage" vi attira così poco, ci sono un sacco di produzioni europee e orientali su cui fare affidamento senza per forza maledire la Disney.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Angelo1985
messaggio 11/10/2016, 21:52
Messaggio #522


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.000
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 11/10/2016, 14:56) *
prima sostieni che i film disney di oggi sono solo prodotti di consumo di massa, ora addirittura che sono capolavori incompresi

molti criticano tanto Angelo o Bristow per le loro idee, almeno loro sono coerenti...

io non credo che qualsiasi decisione dello studio Disney sia "cosa buona e giusta", non credo che i dirigenti o i creativi siano infallibili o incontestabili. Penso che sia normale fare delle critiche.
Eravate tutti d'accordo al 100% coi dirigenti disney quando sotenevano che il pubblico non voleva più le fiabe, le principesse e soprattutto i musical. Nel giro di un anno eravate tutti d'accordo sul fatto che il pubblico di oggi vuole le fiabe, le principesse e i musical....ha senso tutto questo?

no dico...forse non è vero tutto quello che raccontano i dirigenti per salvare la poltrona e qualche errore di valutazione lo fanno pure loro

Ti amo.

icon_mickey.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Scrooge McDuck
messaggio 12/10/2016, 10:00
Messaggio #523


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.840
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




La mia memoria funziona sicuramente male dal momento che io su questo forum da molti anni a quasta parte leggo molte più critiche che complimenti alla Disney, sotto praticamente ogni aspetto.


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Angelo1985
messaggio 12/10/2016, 13:36
Messaggio #524


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.000
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 12/10/2016, 10:00) *
La mia memoria funziona sicuramente male dal momento che io su questo forum da molti anni a quasta parte leggo molte più critiche che complimenti alla Disney, sotto praticamente ogni aspetto.

Ma dove? Forse dai soliti noti, ma siamo due che abbiamo fatto "coming out" contro questo sistema, io e il fedele Bristow, con l'appoggio esterno su certi contenuti da parte dei grandi veu, di Winni&Pimpi e (forse) con la benedizione del vate Nunziante.

Il resto siete tutti a riempire le sale dei cinema in un modo talmente acritico che davvero fate un po' ridere sinceramente; e in fondo del ritorno al 2D non ve ne frega granchè, perchè per alcuni il concetto di arte non va esteso all'animazione, per altri è arte anche la CGI (anche quando un archivio PC contiene praticamente animazioni e sfondi prestabiliti per i prossimi 15 anni), per altri ancora la formula Pixar è così bella che, estesa ai WDAS e alle loro risorse, in fondo in fondo non fa rimpiangere i vecchi film.

E quando dico tutti, dico proprio TUTTI, basta fare due passi qui sul forum...

icon_mickey.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
caninlegend
messaggio 12/10/2016, 14:05
Messaggio #525


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 495
Thanks: *
Iscritto il: 13/3/2013
Da: Foligno PG




A me i classici degli ultimi anni da Rapunzel sono piaciuti (forse Frozen un po' meno), ne riconosco i difetti, che questo forum accolga tutti i classici con spirito acritico è falso. Big Hero 6 è stato molto criticato qui come anche alla ricerca di Dory e il viaggio di Arlo (quest'ultimo l'ho apprezzato e Scrooge lo ha detestato).
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 12/10/2016, 14:08
Messaggio #526


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.616
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Angioletto happy.gif dai che c'è anche chi pesca un po' di qua e un po' di là, basta prendere ciò che più ci piace e fregarsene del resto. Personalmente, a parte qualche CGI favol-musicali dei quali sono comunque incuriosito, amo i live action e sto compensando la mancanza del 2D con l'attesa di molti di loro. Al riguardo non ricordo che opinione hai, te ne interessa qualcuno? O sei sul forum solo per la vecchia gloria 2D? smile.gif (scusate l'off topic, concedetemelo).


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
chipko
messaggio 12/10/2016, 18:38
Messaggio #527


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.173
Thanks: *
Iscritto il: 10/3/2010




CITAZIONE (Angelo1985 @ 12/10/2016, 13:36) *
Ma dove? Forse dai soliti noti, ma siamo due che abbiamo fatto "coming out" contro questo sistema, io e il fedele Bristow, con l'appoggio esterno su certi contenuti da parte dei grandi veu, di Winni&Pimpi e (forse) con la benedizione del vate Nunziante.

Il resto siete tutti a riempire le sale dei cinema in un modo talmente acritico che davvero fate un po' ridere sinceramente; e in fondo del ritorno al 2D non ve ne frega granchè, perchè per alcuni il concetto di arte non va esteso all'animazione, per altri è arte anche la CGI (anche quando un archivio PC contiene praticamente animazioni e sfondi prestabiliti per i prossimi 15 anni), per altri ancora la formula Pixar è così bella che, estesa ai WDAS e alle loro risorse, in fondo in fondo non fa rimpiangere i vecchi film.

E quando dico tutti, dico proprio TUTTI, basta fare due passi qui sul forum...

icon_mickey.gif

Meno male che in assenza di certezze assolute ci sei tu ad indicare la diritta via a tutti quanti.

Sinceramente io tutta questa acriticità non la vedo.
O forse tutte le considerazioni in merito alla riuscita o meno di un doppiaggio di Mad non contano?
Anche Valerio (Grrodon), le cui tesi per altro non sempre condivido, sarebbe un commentatore acritico?
Mi pare che Simon abbia espresso più volte considerazioni critiche e non solo in merito al packaging
Arancina? Francesco?
Se penso alle ultime mie recensioni riguardanti gli ultimi classici usciti (Frozen, Hero, Zootropolis) mi pare che non fossero archiviabili come applausi acritici ed entusiasti.
Ho citato i primi che mi sono venuti in mente, non è che i non citati siano da annoverarsi nella folta schiera degli acritici.

Il fatto che gli altri non critichino allo stesso modo in cui criticheresti tu non significa che allora sono tutti stupidi, significa solo che la pensano diversamente da te.

Aggiungo che tali accuse sono davvero ridicole se si pensa a come hai criticato tutti coloro che non osannano OUAT come fai tu, lì le accuse erano di ipercritica, perché alla fine, parole tue, le contraddizioni di trama non sono così importanti, l'importante è emozionarsi.

In poche parole, riassumendo, chi la pensa come te è un genio assoluto, tutti gli altri sono cretini.

Se questa è la levatura e l'altezza del tuo pensiero, preferisco tenermi il mio anche se più pesante e fumoso.


User's Signature

CONDIVIDI IL VIDEO:SCLASSICI DISNEY
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Bristow
messaggio 13/10/2016, 17:41
Messaggio #528


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.373
Thanks: *
Iscritto il: 25/3/2006
Da: Lecce (Puglia)




CITAZIONE (Logan232 @ 9/10/2016, 11:24) *
"Robin Hood" é vero che é stato fatto in economia, ma se quello era il risultato di un lavoro in economia, datemi 100.000 volte "Robin Hood" piuttosto che un "Bolt".
L'arte della Disney é sempre stata autoriale proprio perché proveniva da autori e artisti che sicuramente lavoravano su commissione, ma apportando sempre il loro contributo personale imparato dai migliori ed esercitato col massimo dispiego di mezzi possibile; col totale sopravvento della CGI la verità è che oramai i WDAS sono un coacervo di tecnici free lance, che aprono cartelle e programmano modelli.

Ohhhhh!!! Grandissimo!!! Mille volte Robin Hood fatto in economia... clapclap.gif clapclap.gif
Qui ormai si vuole ricoprire di arte quella che è una tecnica di programmazione... wacko.gif wacko.gif
Ma come si fa a pensare di paragonare il disegnare secondo per secondo un volto A MANO, con l'animarlo tramite un MEZZO che è il computer...? Dai, un pò di onestà.
Che poi, e lo ripeto da anni, alcuni titoli in CGI son ben fatti (e superiori ad un Mucche alla Riscossa o Atlantis), l'arte e l'essenza disney, che è il disegno a mano, è morta. E con essa la sua forma d'arte... dry.gif

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:

32 Pagine V  « < 20 21 22 23 24 > » 
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 17/8/2019, 17:35