Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


 
Reply to this topicStart new topic
> Petizione per salvare Disneyland Paris
disney75
messaggio 4/8/2013, 4:18
Messaggio #1


New Member
*

Gruppo: Utente
Messaggi: 7
Thanks: *
Iscritto il: 19/1/2012




Ecco un link per una petizione per salvare Bob Iger Disneyland Paris

https://www.change.org/petitions/mr-bob-ige...and-paris#share

E qui è la lettera che accompagna la petizione:

CITAZIONE
Lettera aperta a Bob Iger, AD della The Walt Disney Company (ITALIANO)



Cordiale Signor Iger,

quando Lei fu nominato Amministratore Delegato della The Walt Disney Company, nel marzo 2005, gli allora membri del consiglio di amministrazione Roy E. Disney e Stanley Gold cessarono la loro Campagna “Salviamo Disney”. La campagna era stata avviata per ripristinare una politica aziendale che mirasse all’eccellenza, un valore che ha sempre profondamente caratterizzato le attività della The Walt Disney Company, fin dalla sua creazione da parte dello stesso Walt.

Grazie ai Suoi sforzi la The Walt Disney Company è ora più forte che mai. Questo è dovuto ad una serie di eventi chiave, necessari a risolvere dei grandi problemi:



L’acquisizione della Pixar (2006)

Il recupero dei The Walt Disney Studios

Il rilancio e l’espansione del Disney California Adventure (2008-2012)

L’acquisizione di Marvel Entertainment (2009)

L’avvio della costruzione dello Shangai Disney Resort (2011)

L’espansione di Hong Kong Disneyland (2011-2013)

L’acquisizione della Lucasfilm (2012)



Questi grandi investimenti (come l’espansione del Disney California Adventure e di Hong Kong Disneyland) hanno permesso di sistemare delle parti della società che versavano in cattivo stato, e di diventare più forte in aree demografiche che la Sua società mirava a conquistare da molto tempo. Tutti questi eventi chiave hanno una cosa in comune: la qualità del prodotto o dell’esperienza. Come disse una volta un Suo amico e collega, John Lasseter: “La qualità è il miglior business plan”.

Sfortunatamente, recenti sviluppi hanno seriamente danneggiato la qualità di uno dei migliori parchi a tema del mondo: Disneyland Paris. Vorremmo cogliere quest’opportunità per condividere con Lei le nostre sincere preoccupazioni sullo stato del parco, che porta il nome della Sua società in Europa. Noi ci siamo molto affezionati al resort, durante la sua vita relativamente breve rispetto agli altri parchi, e davvero non vogliamo vederlo peggiorare ulteriormente.

Quando aprì il Parco Disneyland (allora si chiamava ancora Euro Disneyland), nel 1992, appariva davvero come uno dei più grandi risultati della Disney: una meraviglia artistica e tecnologica. L’alta qualità dei suoi spettacoli, delle attrazioni e del tema ebbe un grande successo nel pubblico di tutta Europa, e l’esperienza degli ospiti era simile, se non addirittura superiore, a quella di Disneyland e Walt Disney World. Purtroppo, a causa di continui problemi finanziari, la qualità complessiva dell’esperienza è lentamente peggiorata durante il tempo. I tanti anni di tagli al budget della manutenzione, a quello degli spettacoli e dei ristoranti hanno lasciato il resort in uno stato di abbandono inaccettabile.

Quest’anno la qualità è ulteriormente scesa fino a raggiungere un punto critico: il 2013 segna la prima stagione estiva dall’apertura senza nessuno spettacolo messo in scena nei due parchi. È la prima volta che succede nella storia di Disneyland Paris, e probabilmente la prima volta tra tutti i Parchi Disney del mondo.

Vorremmo illustrarLe i principali problemi di Disneyland Paris, dalla nostra prospettiva di visitatori, in queste quattro categorie.



1. Manutenzione

La manutenzione dei parchi, delle attrazioni e degli hotel è stata tralasciata troppo spesso durante gli ultimi venti anni, arrivando al punto che molte strutture non sono più “Disney Standard”. Molti elementi delle decorazioni a tema sono in disfacimento, mentre altre cadono letteralmente a pezzi.

Sicuramente un lato positivo è il programma di ristrutturazione dettagliato che è stato avviato negli ultimi anni, orientato principalmente a ripristinare molte parti di attrazioni, effetti o arredi a tema che erano deteriorati durante questi anni. Mentre è vero che quest’attività indica un’attenzione del management di Disneyland Paris a continuare a mantenere il parco efficiente, purtroppo tocca solo la punta dell’iceberg. I molti anni di abbandono sono costati un caro prezzo al più bel Magic Kingdom che sia mai stato creato; il prezzo per ripristinare la sua gloria passata sembra ora molto più alto, rispetto a quello che sarebbe stato pagato sistemando le cose per tempo.



2. Tagli al budget

Lo show Tarzan Encounters al Chaparral Theater, lo show The Legend of the Lion King al Videopolis, l’iconica parata notturna Disney’s Fantillusion! sono stati tutti cancellati quest’anno. Allo stesso tempo altri teatri o spazi per spettacoli, come Le Théâtre du Château, sono stati lasciati vuoti e in disuso per anni. In aggiunta diverse attrazioni e molti ristoranti e negozi ora aprono solo per un tempo molto limitato: ad esempio dalle 11:00 alle 18:00, mentre il parco è aperto dalle 9:00 alle 23:00. In aggiunta una cattiva manutenzione sta drammaticamente riducendo, nel corso del tempo, la capacita di alcune attrazioni. Ad esempio la Thunder Mesa Riverboat Landing (aperta dalle 11:00 alle 18:00) opera da tanto tempo con solo uno dei due battelli a vapore disponibili, e molte altre attrazioni o montagne russe operano con meno treni, lavorando così a capacità ridotta.

La mancanza di manutenzione, unita ai tagli al budget, ha provocato guasti ciclici che colpiscono tutte le attrazioni. Questi guasti, uniti all’inferiore capacità di accogliere i visitatori, rendono il parco costantemente sovraffollato, proprio mentre Disneyland Paris batte il record di visitatori anno dopo anno; il resort ha accolto sedici milioni di visitatori nel 2012. Il risultato finale è che un giorno a Disneyland Paris è diventato una serie di lunghe camminate tra attrazioni e luoghi aperti e attrazioni e luoghi chiusi.



3. Cibo

L’offerta di cibo e ristorazione nel parco è molto varia, ma la qualità generale è inferiore a quella dei Parchi Americani. La maggior parte dei ristoranti offre o cibo da fast food o un buffet con formula all-you-can-eat. Solo un piccolo numero di ristoranti con servizio al tavolo è disponibile ad oggi, mentre prima ce n’erano molti altri. Questi nel tempo sono stati trasformati in fast food, come ad esempio l’Explorer’s Club che è diventato il Colonel Hathi’s Pizza Outpost, una pizzeria standard.

Negli ultimi anni la qualità del cibo servito ai ristoranti con servizio al tavolo, quelli più cari, è notevolmente peggiorata. Portate di cibo industriale precotto sono servite in pochi minuti dall’ordinazione, questo è segno che il cibo non è preparato espresso. L’offerta di cibo ai ristorandi fast food è troppo cara e non può competere con le altre scelte, come ad esempio il McDonald’s, che è a pochi minuti di cammino dai parchi, nel Disney Village.

Quello che preoccupa di più, oltre al cibo di bassa qualità servito ad alto prezzo, sono gli orari di apertura di alcuni ristoranti. Se il Parco Disneyland chiude alle 23:00, ci si aspetta di poter avere una buona cena, solo per essere delusi dalla chiusura del ristorante alle 19:30. Questi orari troppo brevi rendono impossibile prenotare un pasto nella tarda serata, le uniche opzioni sono cenare prima o rivolgersi ad uno dei fast food nel Parco Disneyland o uscire verso il Disney Village.



4. Walt Disney Studios Park

È il parco Disney più piccolo, l’unico senza una dark ride tradizionale, il parco che ancora sta lottando per affermare una sua identità: in breve è il parco che non è mai arrivato al “Disney Standard”. La mancanza di attrazioni, l’ambiente spoglio, il tema generale del parco mai troppo definito, un masterplan non accuratamente disegnato, la bassa capacità delle nuove attrazioni e altro ancora: sono tutti problemi e criticità urgenti. Questo parco ha bisogno di un concreto progetto di ripianificazione e rivalutazione del suo tema, al fine di portarlo al livello standard della Sua società.



Oltre a queste quattro categorie (Manutenzione, Tagli al budget, Cibo, Walt Disney Studios Park), c’è necessità di lavorare sull’ormai vecchio Disney Village, sulla qualità mediocre e sulla scarsa varietà del merchandising, sugli antiquati Hotel Disney, che offrono scarsi servizi a fronte di tariffe molto elevate.

Signor Iger, quanti guasti, attrazioni chiuse, esperienze negative e ospiti scontenti servono ancora prima che la The Walt Disney Company intervenga? Noi non comprendiamo perché, dopo tutti questi anni di problemi, la The Walt Disney Company (che possiede il 40% di Euro Disney S.C.A.) non ha ancora fatto nulla per modificare la struttura finanziaria di Euro Disney. La società fu creata dalla The Walt Disney Company ed è sempre stata finalizzata solo ad operare ad Euro Disney, proprio per diventare una società di successo e senza debiti. A Lei va bene che il brand Disney è offuscato dalla degradata, ma molto cara, esperienza a Disneyland Paris da parte di 740 milioni di cittadini europei? Noi non vogliamo credere che la Disney voglia intenzionalmente far tornare a casa i suoi ospiti europei con dei ricordi e delle esperienze non alla sua altezza.

Naturalmente ci sono molte cose positive su Disneyland Paris. Il design originale del 1992 è meraviglioso, i cast member sono cordiali e attenti, lo spettacolo serale Disney Dreams! è incredibile e il rinnovamento dei prossimi eventi di Halloween e Natale sembra molto promettente. Sfortunatamente la mancanza di attenzione da parte del management mette in secondo piano questi grandi punti di forza.

Signor Iger, Le chiediamo di rivedere il budget operativo per Disneyland Paris. Le chiediamo di non sottovalutare più il parco più bello che sia mai stato creato dai suoi Imagineers. Le chiediamo di ripristinare la qualità nel cenare al parco, di riportare nei teatri gli show dal vivo e gli spettacoli per strada, di sistemare i problemi non appena siano notati, di rivedere completamente il secondo cancello, di aprire nuove e divertenti attrazioni sia nel Walt Disney Studios Park che nel Parco Disneyland. Nessun rimedio rapido, ma una soluzione duratura ai problemi che hanno infestato il resort fin dalla sua apertura.

Walt Disney una volta ha detto “Disneyland non sarà mai completato, continuerà a crescere finché ci sarà ancora immaginazione nel mondo.” Dal 2005 Lei ha brillantemente salvato la Disney, anche con i programmi di salvataggio per Disney California Adventure e per Hong Kong Disneyland. Ora noi Le chiediamo di effettuare un altro salvataggio, quello di Disneyland Paris.

Cordiali saluti,



#SaveDisneylandParis
Go to the top of the page
 
+Quote Post
WALY DISNEY
messaggio 4/8/2013, 10:20
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.632
Thanks: *
Iscritto il: 19/9/2010
Da: Palermo




Insomma, ci sono abbastanza problemi allora. Un vero peccato, soprattutto per le attrazioni che perdono carisma, i teatri che vanno chiudendo e la questione del cibo e dei ristoranti.

Messaggio modificato da WALY DISNEY il 4/8/2013, 10:29


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Cenerina
messaggio 4/8/2013, 10:27
Messaggio #3


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.852
Thanks: *
Iscritto il: 3/9/2004
Da: Verona




Manuel, Enrico, cosa ne pensate?


User's Signature

Il mio potere si diffonde intorno a me

Il ghiaccio aumenta e copre ogni cosa accanto a sé

Un mio pensiero cristallizza la realtà

Il resto è storia ormai, che passa e se ne va!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Mad Hatter
messaggio 4/8/2013, 12:30
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 15.348
Thanks: *
Iscritto il: 25/5/2009
Da: "son briccon..vagabondo"




Firmata...speriamo bene..


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
kekkomon
messaggio 4/8/2013, 19:14
Messaggio #5


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 31.446
Thanks: *
Iscritto il: 31/7/2008
Da: Torre del Greco (NA)




Firmata!!


User's Signature


Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 6/8/2013, 13:04
Messaggio #6


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




CITAZIONE (Cenerina @ 4/8/2013, 10:27) *
Manuel, Enrico, cosa ne pensate?


Grazie per aver chiesto il mio parere.

Ecco il mio pensiero.

Direi che ci sono delle inesattezze.
Hanno scritto che nel 92 per l'alta qualità degli spettacoli, delle attrazioni, ecc ebbe un grande successo di pubblico: assolutamente non vero, il parco nei primi anni è sempre stato in deficit (come adesso d'altronde, pur essendo la prima destinazione turistica in europa), addirittura è stato a rischio chiusura.
Quindi i tagli al budget ci sono stati da subito, non ci fu nessun successo iniziale.
Per non parlare delle problematiche di costruzione, l'esproprio dei terreni agricoli, ecc.
Che ora si trovi in uno stato di abbandono inaccettabile non è certo vero.
Molti degli hotel sono stati recentemente restaurati, ripristinati e migliorati.
L'anno scorso il castello è stato completamente restaurato e ripitturato per il 20° anniversario e per Dreams.

Sono d'accordo sulla lamentela dell'attuale stagione estiva: solitamente chi andava al parco a luglio o ad agosto, pagava di più, ma sapeva di trovare di più rispetto ad andare ad esempio a giugno o a settembre (parata notturna, spettacoli live, ecc).
Quest'anno non c'è la Fantillusion e non c'è nessun spettacolo live.
Questo è davvero brutto, perchè a questo punto allora se non ho nessun vantaggio vado a Settembre, pago di meno, c'è meno gente, e vedo le stesse cose di agosto.
Quindi togliere attrattive alla stagione estiva è stato un errore madornale.

Le attrazioni che aprono per un tempo limitato non è mica vero...
Alle 10 le attrazioni sono tutte aperte (se non sono in restauro).
A Fantasyland chiudono prima per Dreams.
(come d'altronde negli anni precedenti).

Non è vero che il parco apre alle 9.
Il parco apre alle 10.
Poi, per gli ospiti degli hotel e per chi ha il passaporto annuale, ci sono le extra magic hours, e si può entrare
dalle 8.
Anche questa quindi è un'altra imprecisione.

Vero invece il discorso dei ristoranti, quelli aprono stagionalmente e a volte con orari "stupidi".

Vero il discorso della capacità ridotta in alcune attrazioni, ma solo in parte.
Ok, usano solo un battello su due.

Non è vero che ci sono guasti ciclici. Le attrazioni hanno una tecnologia sofisticata, con un logoramento meccanico pazzesco.
In caso di un minimo problema tecnico, l'attrazione si ferma.
Cosa preferiscono? Continuare a far andare l'attrazione, e causare poi un incidente?
Sempre meglio chiudere, nel dubbio, e fare le opportune verifiche.


Tutto vero per la qualità del cibo, specialmente in quelli con servizio al tavolo.
Tolte poche eccezioni (il fantastico Inventions e il California Grill con cucina a vista, entrambi al Disneyland Hotel), i restanti con servizio al tavolo danno davvero del cibo precotto, che non mi sembra il caso visti i prezzi salati.

Giusto, la chiusura dei ristoranti dovrebbe essere posticipata.
Non a tutti può interessare vedere parate o spettacoli, una cena a tarda serata anche nel parco (perchè in quegli degli hotel ovviamente non c'è problema), dovrebbe essere garantita.


Condivido anche il discorso sul secondo parco, dovrebbe fare anche lì uno show come si deve e prolungarne l'apertura.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Cenerina
messaggio 6/8/2013, 23:48
Messaggio #7


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.852
Thanks: *
Iscritto il: 3/9/2004
Da: Verona




Concordo su tutto Enrico, grazie!! wink.gif


User's Signature

Il mio potere si diffonde intorno a me

Il ghiaccio aumenta e copre ogni cosa accanto a sé

Un mio pensiero cristallizza la realtà

Il resto è storia ormai, che passa e se ne va!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Mad Hatter
messaggio 7/8/2013, 0:45
Messaggio #8


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 15.348
Thanks: *
Iscritto il: 25/5/2009
Da: "son briccon..vagabondo"




Grazie per le implementazioni alla petizione, Enrico!


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Teo
messaggio 7/8/2013, 0:49
Messaggio #9


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 5.642
Thanks: *
Iscritto il: 15/9/2008
Da: Udine




...concordo anche io con le tue valutazioni...la petizione l'ho trovata un pò catastrofica ma l'ho firmata lo stesso e condivisa!


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 7/8/2013, 1:03
Messaggio #10


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




Grazie a voi!!! :-)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 15/8/2013, 15:33
Messaggio #11


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.077
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Ho firmato anch'io.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Rapunzel
messaggio 15/8/2013, 15:51
Messaggio #12


Member
***

Gruppo: Utente
Messaggi: 198
Thanks: *
Iscritto il: 8/12/2010
Da: e beh... la Torre! °_°




ho già firmato anche io :)


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Beast
messaggio 22/8/2013, 14:26
Messaggio #13


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.077
Thanks: *
Iscritto il: 8/11/2009
Da: Cn




Di male in peggio. Qualche giorno fa, nel pieno della stagione estiva, a metà giornata erano contemporaneamente chiuse per problemi tecnici le seguenti attrazioni: Big Thunder Mountain, Space Mountain, Indiana Jones e Pirati dei Caraibi. Lo stesso giorno ha avuto problemi anche Rock 'n Roller Coaster. Inoltre, da qualche tempo è chiusa la stazione ferroviaria di Frontierland, apparentemente per mancanza di personale (= risparmio sugli stipendi).
Evito di commentare, perché ormai mi sembra di sparare sulla croce rossa.

Fonte: http://disneyandmore.blogspot.it/2013/08/d...atatouille.html


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Lif
messaggio 22/8/2013, 14:51
Messaggio #14


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.241
Thanks: *
Iscritto il: 19/1/2010
Da: Albero cavo




CITAZIONE (Beast @ 22/8/2013, 14:26) *
Di male in peggio. Qualche giorno fa, nel pieno della stagione estiva, a metà giornata erano contemporaneamente chiuse per problemi tecnici le seguenti attrazioni: Big Thunder Mountain, Space Mountain, Indiana Jones e Pirati dei Caraibi. Lo stesso giorno ha avuto problemi anche Rock 'n Roller Coaster. Inoltre, da qualche tempo è chiusa la stazione ferroviaria di Frontierland, apparentemente per mancanza di personale (= risparmio sugli stipendi).
Evito di commentare, perché ormai mi sembra di sparare sulla croce rossa.

Fonte: http://disneyandmore.blogspot.it/2013/08/d...atatouille.html


In effetti io che ci sono andato due settimane fa ho trovato molto spesso chiusi già Indiana Jones e soprattutto Space Mountain, oltre alla roller coaster di Nemo che alla fine non ho fatto.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Sebastian78
messaggio 23/8/2013, 1:03
Messaggio #15


Member
***

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 199
Thanks: *
Iscritto il: 29/6/2005
Da: Disneyland Paris




Io vi consiglio di firmare la petizione e di fare girare la richiesta ad altri utenti (e da uno che lavora a DLP dal 2005, posso assicurarvi che vedo troppo declino...)

Amo il mio luogo di lavoro, ma non posso certo chiudere gli occhi sulla realta' attuale


User's Signature

HAVE A MAGICAL DAY!
Go to the top of the page
 
+Quote Post

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 25/8/2019, 7:10