Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


9 Pagine V  « < 6 7 8 9 >  
Reply to this topicStart new topic
> Ralph Breaks the Internet - aka Wreck it Ralph 2, Walt Disney Animation Studios
Scrooge McDuck
messaggio 7/1/2019, 2:26
Messaggio #169


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.840
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 7/1/2019, 0:07) *
Prima di tutto, io non "Manipolo" proprio un bel nulla, per far quadrare conti che- per inciso- non sono i miei, ma quelli di fonti autorevoli che ho già citato. Secondo poi, il budget di produzione di Moana è dichiarato in 150 milioni, ma le spese di marketing e distribuzione lo portano ben oltre i 250 milioni di dollari, che è il tetto minimo di tutti i film WDAS.

Prima di giungere a conclusioni affrettate, occorre osservare con attenzione le giuste fonti: QUI deadline, la risorsa numero uno per il box office tracking e per l'analisi, fa un resoconto totale dei costi e dei guadagni di Moana, includendo oltre a 150 milioni di budget produzione, 130 milioni di budget marketing e distribuzione, per un totale, aggiunte le spese accessorie, di 374 milioni di dollari investiti.

Il profitto di Moana, tenuto conto non soltanto della performance al cinema, ma anche dalle vendite dei blu ray, i noleggi ecc... è di 121 milioni di dollari. Ma sottraendo 109 milioni di dollari ottenuti dall'home video, si fa presto a capire che a livello meramente cinematogragico, il profitto è appena di qualche decina di milioni di dollari, e, come evidenzia Deadline, è stato soltanto l'ottavo film Disney per ricavi fra quelli usciti in quell'anno, il 2016.

Detto questo, è tutto disponibile in Internet, dalla prossima volta mi curerò di citare passo per passo le fonti, così evitiamo questi inutili e svilenti toni da faida fra compaesani.


Appunto. Profitto.


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
theprinceisonfir...
messaggio 7/1/2019, 10:40
Messaggio #170


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 290
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 7/1/2019, 2:26) *
Appunto. Profitto.


Nessuno ha mai detto che questi film non generano profitto. il discorso è tutt'altro e lo ripeto per l'ennesima volta. Con budget stratosferici e guadagni in misura ridotti, la Disney verosimilmente non avrà vantaggio a investire nei WDAS quando a cifre minori di spesa ottiene maggiori guadagni da Pixar, Marvel, Star Wars ed i remake live actions.
Difatti, la produzione di WDAS si sta pian piano riducendo, mentre quelle degli altri comparti aumentano esponenzialmente.
Se devo investire 350 per avere un guadagno di 100, quando posso investire 250 per avere un guadagno di 200, perché mai continuare nel primo investimento?

Questa è la logica. Quindi, per essere chiari una volta per tutte: gli ultimi film WDAS non sono flop nel senso assoluto del termine, in quanto persino queli che incassano meno ( ralph Spacca internet) arrivano al punto zero fra spese e ricavi. Tuttavia, non sono nemmeno ottimi investimenti per una Disney che può investire in altro e avere ricavi esponenzialmente più alti.

Cosa comporta ciò? che la produzione dei WDAS va diradandosi e che, prima o poi, abbasseranno di molto il budget.

Ciò posto, non so perché abbiano deciso di investire nel sequel di Ralph, ma indiscrezioni - che se necessario, allegherò quando avrò più tempo per mettermi a ricercarle - dicevano che , avendo già i modelli dei personaggi pronti, il budget di produzione più basso avrebbe portato profitto, peccato che poi, in corso d'opera, si siano accorti che l'interesse verso la pellicola era molto tenue, e quindi sono stati costretti a investire tantissimo denaro in Marketing e Advertising; di conseguenza, gli incassi di Ralph non sono all'altezza delle aspettative, e probabilmente nel prossimo bilancio saranno inserite nel passivo, prima che i restanti mercati internazionali e l'home video- streaming riescano a far raggiungere il punto zero e un profitto verosimilmente molto ridotto.

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Grrodon
messaggio 7/1/2019, 11:48
Messaggio #171


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.278
Thanks: *
Iscritto il: 7/12/2004




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 7/1/2019, 9:40) *
Difatti, la produzione di WDAS si sta pian piano riducendo, mentre quelle degli altri comparti aumentano esponenzialmente.


Solo per Marvel é così. Ora come ora, per Pixar e Star Wars è prevista una media di un film all'anno.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
buffyfan
messaggio 7/1/2019, 13:03
Messaggio #172


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.714
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2009
Da: Roma




CITAZIONE (Grrodon @ 7/1/2019, 11:48) *
Solo per Marvel é così. Ora come ora, per Pixar e Star Wars è prevista una media di un film all'anno.

Un film all'anno per Star Wars è comunque TANTO. E' vero che si può attingere all'universo di Star Wars con storyline praticamente infinite, ma è pur sempre un singolo franchise, che tra l'altro inizia anche a vacillare, perché Solo non è che sia andato benissimo…. anzi. E' un genere che, secondo me, se spremuto troppo, a lungo andare avrà ben pochi risultati da dare. I film di Star Wars dovrebbero uscire a distanza di almeno 5 anni l'uno dall'altro per creare la giusta aspettativa nei fan.

Anche di Live actions ne stanno uscendo fin troppi. Solamente nel 2019 Dumbo, Aladdin e Il Re Leone. Una pazzia saturare il mercato in questo modo. Secondo me quanto detto da theprinceisonfire è condivisibile, ha senso, ed è testimoniabile dai numeri purtroppo.

Non penso, però, che l'obiettivo per Disney sia superare il miliardo di dollari altrimenti i film sarebbero da considerare dei flop. Ogni film va sempre preso ed analizzato a se stante. Anche perché non tutti i film escono anche nei nuovi mercati che si sono aggiunti da pochi anni. Mary Poppins in Cina non è stato distribuito per esempio, quindi l'incasso ottenuto ad oggi si può definire accettabile.
E' evidente che se mettiamo la Disney a paragone con altre case di produzione, visto il grande budget che solitamente mette per i suoi film, ci si aspetta sempre un box office che si avvicini al miliardo.
Se prendiamo per esempio Cattivissimo Me che è costato 80 milioni ma ne ha incassati oltre un miliardo, e Ralph 2 che è costato 180 milioni e arriverà, nelle migliori delle ipotesi, a 600 milioni finali, si capisce benissimo parte del discorso di theprince.

Messaggio modificato da buffyfan il 7/1/2019, 13:10
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
winnie & pimpi
messaggio 7/1/2019, 17:09
Messaggio #173


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.170
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (buffyfan @ 7/1/2019, 13:03) *
Non penso, però, che l'obiettivo per Disney sia superare il miliardo di dollari altrimenti i film sarebbero da considerare dei flop. Ogni film va sempre preso ed analizzato a se stante. Anche perché non tutti i film escono anche nei nuovi mercati che si sono aggiunti da pochi anni. Mary Poppins in Cina non è stato distribuito per esempio, quindi l'incasso ottenuto ad oggi si può definire accettabile.
E' evidente che se mettiamo la Disney a paragone con altre case di produzione, visto il grande budget che solitamente mette per i suoi film, ci si aspetta sempre un box office che si avvicini al miliardo.
Se prendiamo per esempio Cattivissimo Me che è costato 80 milioni ma ne ha incassati oltre un miliardo, e Ralph 2 che è costato 180 milioni e arriverà, nelle migliori delle ipotesi, a 600 milioni finali, si capisce benissimo parte del discorso di theprince.

E' vero che ogni film va considerato a se stante, ma il budget di un film ci dice che aspettative ci sono dietro. Ad esempio, secondo me, per il live-action di Cinderella hanno stanziato un budget di 100 milioni, molto inferiore ad altri film perché sapevano che era rivolto ad un pubblico prettamente femminile, quindi un target limitato. Se avessero investito 200 milioni non avrebbero guadagnato niente.
Stesso discorso per "Into the Wood" che, nonostante un cast stellare, è costato solo 50 milioni. Questo perché il musical originale non è molto popolare e si sa che all'estero i musical generalmente non guadagnano molto.

Se Mary Poppins Returns è costato 130 milioni e ha avuto una massiccia campagna pubblicitaria, vuol dire che la Disney si aspettava molto di più, questo perché il primo film è stato un enorme successo sia in America che all'estero, inoltre ha sempre venduto moltissimo in Home video.

Peggio la situazione di Ralph, impossibile che raggiunga i 600 milioni mondiali, probabilmente nemmeno i 500. Ma poi a livello di immagine, per la Disney pesa molto che uno studio concorrente nello stesso periodo abbia guadagnato il doppio con un film d'animazione costato la metà.



User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 7/1/2019, 17:14
Messaggio #174


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.840
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 7/1/2019, 9:40) *
Nessuno ha mai detto che questi film non generano profitto. il discorso è tutt'altro e lo ripeto per l'ennesima volta. Con budget stratosferici e guadagni in misura ridotti, la Disney verosimilmente non avrà vantaggio a investire nei WDAS quando a cifre minori di spesa ottiene maggiori guadagni da Pixar, Marvel, Star Wars ed i remake live actions.
Difatti, la produzione di WDAS si sta pian piano riducendo, mentre quelle degli altri comparti aumentano esponenzialmente.


Scusa ma seriamente stai dicendo che un film come Moana alla Disney costa di più che Il risveglio della forza o Infinity War? Dai su...

La Disney non punta esclusivamente ad incassare il miliardo con ogni suo film.
Punta anche a mantenere l’aurea rassicurante di “film per famiglie” con prodotti come Mary Poppins, Saving Mr Banks o Winnie the Pooh.
Punta a vendere bambolotti delle principesse Disney nei suoi Stores e a riempire di nuovi personaggi i suoi parchi.
Ci sono molti fattori da tenere in conto e alcuni forse vanno oltre quello che possiamo sapere noi leggendo articoli online.
Secondo la tua logica (“tutti i film devono incassare un miliardo”) la Disney non avrebbe dovuto produrre Saving Mr Banks, per esempio. Secondo la tua logica la Disney non avrebbe dovuto produrre il sequel del peggior incasso dei WDAS, eppure l’ha fatto. Mi piace pensare che se abbiamo avuto prima un Ralph2 invece di un Frozen2 o Zootropolis2 è perché la Disney non usa come unico metro di giudizio l’incasso al botteghino.
Poi oh, sembri così esperto, magari hai ragione tu e alla Disney sono dei totali incapaci


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Daydreamer
messaggio 7/1/2019, 18:00
Messaggio #175


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.634
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Zootropolis 2...Anche no, che pizza sleeping.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
buffyfan
messaggio 7/1/2019, 18:39
Messaggio #176


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.714
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2009
Da: Roma




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 7/1/2019, 17:09) *
E' vero che ogni film va considerato a se stante, ma il budget di un film ci dice che aspettative ci sono dietro. Ad esempio, secondo me, per il live-action di Cinderella hanno stanziato un budget di 100 milioni, molto inferiore ad altri film perché sapevano che era rivolto ad un pubblico prettamente femminile, quindi un target limitato. Se avessero investito 200 milioni non avrebbero guadagnato niente.
Stesso discorso per "Into the Wood" che, nonostante un cast stellare, è costato solo 50 milioni. Questo perché il musical originale non è molto popolare e si sa che all'estero i musical generalmente non guadagnano molto.

Se Mary Poppins Returns è costato 130 milioni e ha avuto una massiccia campagna pubblicitaria, vuol dire che la Disney si aspettava molto di più, questo perché il primo film è stato un enorme successo sia in America che all'estero, inoltre ha sempre venduto moltissimo in Home video.

Peggio la situazione di Ralph, impossibile che raggiunga i 600 milioni mondiali, probabilmente nemmeno i 500. Ma poi a livello di immagine, per la Disney pesa molto che uno studio concorrente nello stesso periodo abbia guadagnato il doppio con un film d'animazione costato la metà.

Si, chiaramente il budget rispecchia anche le aspettative di incasso. Però ho l'impressione che molto spesso alla Disney si spenda più di quanto sia necessario. Non è mio compito fare i conti in tasca alla Disney, ovviamente, ma quando un film d'animazione ha quasi il budget di Avatar, girato con tecnologie nuove ed avanzate, qualche domanda te la poni. Poi trovo interessante che siano proprio i titoli a minor budget ad essere quelli usciti meglio da un punto di vista qualitativo, almeno secondo me (tant'è che proprio Cenerentola rimane il live action migliore da anni, insieme a Saving Mr.Banks…. sempre secondo me, ovvio).

Se un film concorrente guadagna di più con un budget che è 1/3 di quello di un qualsiasi film d'animazione Disney, è perché in parte la Disney stessa campa di luce riflessa del suo glorioso passato, pensando che il semplice nome "Disney" all'inizio di un film sia sinonimo di qualità e faccia andare le persone al cinema di conseguenza. Ma non è così, almeno non più….poi se un film è distrutto dalla critica o dalle recensioni, non c'è "Brand" che tenga.

Comunque stiamo parlando pur sempre di una multinazionale, ed il box office è il principale metro di giudizio. Poi che non vi sia multinazionale tanto capillare quanto la Disney (la trovi anche sui pacchi della pasta) è vero, ma il primo e principale metro di giudizio per capire se un film è un successo o meno è il botteghino. Il motivo per cui abbiano voluto fare un Ralph 2, rimane per me un mistero, dubito abbia venduto bene anche nel merchandising!

Messaggio modificato da buffyfan il 7/1/2019, 18:41
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
theprinceisonfir...
messaggio 7/1/2019, 19:34
Messaggio #177


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 290
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 7/1/2019, 17:14) *
Scusa ma seriamente stai dicendo che un film come Moana alla Disney costa di più che Il risveglio della forza o Infinity War? Dai su...

Gurda qui potrei anche stupirti: in realtà non è che tale assunto sia poi così assurdo. Ciò in quanto le produzioni live action, specie se girate all'estero, godono di enormi sovvenzioni dai governi locali, che in cambio ricevono un ritorno di immagine e di potenziale turismo, come nell'emblematico caso dell'ultimo film dei pirati dei Caraibi, girato in Australia sotto grandissimi incentivi.
Con i prodotti animati, invece, non vi è modo di ricevere particolari sovvenzioni governative.
Rapunzel, con 260 milioni di budget di produzione, praticamente al pari dei 262 milioni spesi per Star Wars l'ultimo Jedi, è ancora oggi uno dei film più costosi della storia! (Naturalmente, la spesa in quel caso derivò da uno sviluppo particolarmente travagliato).
Tanti live action invece hanno budget ben più ridotti, ad esempio il Cenerentola già citato dal caro Winnie e pimpi.
Mi associo all'analisi di Buffy, che ringrazio per la chiarezza espositiva, su tutta la linea.
Il discorso del miliardo non è la legge, ma è il traguardo che la Disney, quando impiega budget( comprensivi di produzione è marketing) superiori ai 200 milioni di dollari, mira a raggiungere o quantomeno ad avvicinare.
Pensate che, fuori da casa disney, Tomb Raider con un budget di produzione di 90 milioni di dollari, pur avendo guadagnato 275 milioni di dollari nel mondo, ha appena raggiunto il punto zero e ed è stato considerato deludente...È difficile fare grandi affari quando i budget si fanno titanici!

Messaggio modificato da theprinceisonfire il 7/1/2019, 19:43
Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 7/1/2019, 20:28
Messaggio #178


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.170
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 7/1/2019, 18:14) *
Scusa ma seriamente stai dicendo che un film come Moana alla Disney costa di più che Il risveglio della forza o Infinity War? Dai su...

La Disney non punta esclusivamente ad incassare il miliardo con ogni suo film.
Punta anche a mantenere l’aurea rassicurante di “film per famiglie” con prodotti come Mary Poppins, Saving Mr Banks o Winnie the Pooh.
Punta a vendere bambolotti delle principesse Disney nei suoi Stores e a riempire di nuovi personaggi i suoi parchi.
Ci sono molti fattori da tenere in conto e alcuni forse vanno oltre quello che possiamo sapere noi leggendo articoli online.
Secondo la tua logica (“tutti i film devono incassare un miliardo”) la Disney non avrebbe dovuto produrre Saving Mr Banks, per esempio. Secondo la tua logica la Disney non avrebbe dovuto produrre il sequel del peggior incasso dei WDAS, eppure l’ha fatto. Mi piace pensare che se abbiamo avuto prima un Ralph2 invece di un Frozen2 o Zootropolis2 è perché la Disney non usa come unico metro di giudizio l’incasso al botteghino.
Poi oh, sembri così esperto, magari hai ragione tu e alla Disney sono dei totali incapaci


Anche io non credo si possa considerare Moana un insuccesso perché le vendite in Home Video sono andate molto meglio di Zootropolis e la colonna sonora ha venduto ben 5 milioni di copie.
Tuttavia è vero che la Disney si aspettava molto di più da un film che riprende la formula di Frozen. Infatti ha distribuito Zootropolis a marzo e Moana a novembre. Inoltre praticamente nessuna azienda vuole investire in Moana nel merchandising.
Anche se c'è del profitto, la Disney ha constatato che il reparto animazione fatica a creare grandi successi come Frozen e Zootropolis che, a questo punto, sono considerati delle eccezioni. Per cui preferisce investire di più nei sequel.

Va considerato però anche il fatto che un artista, o un regista,o un produttore che fa grandi successi riesce ad avere molto potere e a farsi approvare progetti rischiosi che ad altri verrebbero negati. Ad esempio la Disney non voleva produrre The Lone Ranger, soprattutto non voleva concedere un budget troppo alto, ma alla fine ha ceduto per non perdere la collaborazione con ben tre miniere d'oro: Jerry Bruckheimer, Johnny Depp e Gore Verbinsky. Purtroppo è andata molto male.

Probabilmente, dato il grande successo dei remake, i dirigenti della Disney avrebbero preferito produrre film d'animazione più simili a La Bella e la bestia o Il Libro della Giungla. Ma Lasseter, che godeva certamente di molto potere decisionale alla Disney, avrà deciso di puntare su altri tipi di progetti.Come dire di no a Lasseter?
Non sappiamo come sia andata, ma è possibile, leggendo le interviste, che Lasseter abbia convinto lo studio delle grandi potenzialità di crescita del brand di Ralph.

Ora che nel reparto animazione non c'è più una figura potente come Lasseter è facile aspettarsi un cambio di rotta.
Temo comunque che il reparto animazione faccia la fine del reparto live action, cioè un calo vistoso di qualità per seguire rigidamente schemi narrativi idioti imposti da produttori incapaci e la mancanza totale di libertà creativa per gli artisti.
E' vero che anche Lasseter imponeva schemi narrativi molto rigidi e non lasciava libertà creativa agli artisti, però un paio di buoni film li ha tirati fuori, non si può dire lo stesso del reparto live-action.



User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Scrooge McDuck
messaggio 7/1/2019, 21:48
Messaggio #179


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.840
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 7/1/2019, 19:28) *
Anche io non credo si possa considerare Moana un insuccesso perché le vendite in Home Video sono andate molto meglio di Zootropolis e la colonna sonora ha venduto ben 5 milioni di copie.
Tuttavia è vero che la Disney si aspettava molto di più da un film che riprende la formula di Frozen. Infatti ha distribuito Zootropolis a marzo e Moana a novembre. Inoltre praticamente nessuna azienda vuole investire in Moana nel merchandising.
Anche se c'è del profitto, la Disney ha constatato che il reparto animazione fatica a creare grandi successi come Frozen e Zootropolis che, a questo punto, sono considerati delle eccezioni. Per cui preferisce investire di più nei sequel.


E su questo sono perfettamente d'accordo con te. È una questione relativa a ciò che si aspettava l'azienda, e ci sta che dopo Forzen la Disney puntasse a replicarne il successo. Questo non significa che ha fatto perdere soldi, semmai ci ha guadagnato di meno.

Inoltre come ricordate, la Disney guadagna solo in minima parte dal boxoffice. È un'azienda che ha la stragrande maggioranza di entrate dalle licenze e dai parchi divertimento. Perfino la saga di Cars, estrapolandola e considerandola solo dal punto di vista del boxoffice, risulterebbe un flop (ma ha fatto vendere miliardi di giocattoli che nessun altro film Disney ha mai eguagliato).


CITAZIONE (winnie & pimpi @ 7/1/2019, 19:28) *
Probabilmente, dato il grande successo dei remake, i dirigenti della Disney avrebbero preferito produrre film d'animazione più simili a La Bella e la bestia o Il Libro della Giungla. Ma Lasseter, che godeva certamente di molto potere decisionale alla Disney, avrà deciso di puntare su altri tipi di progetti.Come dire di no a Lasseter?
Non sappiamo come sia andata, ma è possibile, leggendo le interviste, che Lasseter abbia convinto lo studio delle grandi potenzialità di crescita del brand di Ralph.

Ora che nel reparto animazione non c'è più una figura potente come Lasseter è facile aspettarsi un cambio di rotta.
Temo comunque che il reparto animazione faccia la fine del reparto live action, cioè un calo vistoso di qualità per seguire rigidamente schemi narrativi idioti imposti da produttori incapaci e la mancanza totale di libertà creativa per gli artisti.
E' vero che anche Lasseter imponeva schemi narrativi molto rigidi e non lasciava libertà creativa agli artisti, però un paio di buoni film li ha tirati fuori, non si può dire lo stesso del reparto live-action.


Io penso che il "potere" di Lasseter si sia sgonfiato molto velocemente dopo il suo insediamento. L'animazione tradizionale che lui sperava di riportare agli studios è stata una parentesi brevissima e i sequel dei classici li hanno annunciati prima del suo allontanamento.

Temo anche io per il futuro del reparto animato della company, ad oggi l'unico che mi aveva sempre lasciato soddisfatto e che porta avanti (tra alti e bassi) l'anima di Walt. Però più che per la sua chiusura, o per il fatto che i film siano flop ( rolleyes.gif ), temo che si perda del tutto la voglia di osare, di innovare, di raccontare storie nuove e in modo nuovo (ed è ancora possibile farlo ragazzi, basta guardare cos'ha tirato fuori la Sony con l'ultimo film di Spiderman).


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
theprinceisonfir...
messaggio 8/1/2019, 0:01
Messaggio #180


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 290
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 7/1/2019, 21:28) *
Temo comunque che il reparto animazione faccia la fine del reparto live action, cioè un calo vistoso di qualità per seguire rigidamente schemi narrativi idioti imposti da produttori incapaci e la mancanza totale di libertà creativa per gli artisti.

Esattamente ciò che temo anche io, in considerazione del box office. Molta rigidità negli schemi di produzione e poco spazio all'originalità e all'innovazione. Ad ogni modo, l'animazione è la sezione storica e più caratteristica della Disney Company, e non credo potranno mai eliminarla totalmente chiudendo i WDAS, piuttosto potrebbero ridurre i budget in maniera importante, oppure accorparli di fatto alla Pixar; ma sono tutte supposizioni prive di pregio.

Mi fa piacere, nonostante tutto, che le discussioni sul box office abbiano ravvivato il forum o quantomeno questo thread che aveva impiegato 5 anni per arrivare a 7 pagine, mentre adesso sono bastati un paio di giorni a farne due clapclap.gif

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 8/1/2019, 1:27
Messaggio #181


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.846
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Sappiamo che ce ne direte di ogni, ma se dal punto di vista dei dati concordiamo con Theprinceisonfire, vogliamo però soffermarci brevemente su che cosa secondo noi rende poco appetibile l'animazione Disney di oggi.
Il fatto sostanzialmente è che stanno facendo film "brutti". Sì, scusate la brutalità, scusate se abbiamo urtato le vostre certezze ma i film di oggi sono brutti.
Perché diciamo questo? perché non hanno anima, non hanno quel quid in più, vale a dire che non hanno "cuore". Se li guardiamo sono tutti pressoché uguali (ma non solo per la CGI che rende i personaggi copia carbone uno dell'altro) ma proprio per le tematiche in sé, per la caratterizzazione dei personaggi, per lo sviluppo della storia.
A parte l'estetica piuttosto plasticosa e i personaggi talvolta proprio brutti fisicamente o sgraziati (teste da alieno, corpi sproporzionati, ecc), abbiamo sceneggiature che fanno accaponare la pelle (ma con tutti i soldi che ha la Disney perché non curano le sceneggiature?), sono infantilizzate all'ennesima potenza (ok far film per bambini ma qualcosa di un po' più elevato non si può proprio fare? e poi vediamo al cinema i bambini che guardano il film, seppure talvolta annoiati, e gli adulti che sono al cellulare o raccontano al vicino/vicina la loro vita privata, per non parlare di quelli annoiati o addirittura addormentati!) , comicità inserita dappertutto (le gag - le più ridicole che poi possano esistere - che spezzano l'azione o il momento drammatico), lo svilimento della figura maschile perché il personaggio maschile o è volgare o è scemo o è inutile, la cazzutaggine delle donne perché fa figo metterle cazzute che picchiano a colpi di padella, pugni o remi (mamma mia, ma le donne che fanno oggi fanno scappare i maschi! speriamo davvero che in America le donne non sono tutte così o altrimenti avremo orde di zitelle tra qualche anno), l'orribile messaggio "la donna è colei che ha gli attributi, l'uomo è lo scemo del villaggio" ... ma così non è che portano grandi valori nemmeno al movimento femminista perché se l'uomo fa lo scemo la donna allora prevale solo perché l'uomo è scemo… ma siamo seri? Per non contare l'orribile messaggio che non devono mostrare storie d'amore perché guai, sia mai detto che le bambine del nuovo millennio possano anche solo lontanamente pensare che da adulte possano innamorarsi… e l'usuratissima tematica del viaggio a ogni costo (ogni anno un nuovo viaggio, ma altre tematiche più serie dei road movie non esistono?). Per non parlare del continuo sbeffeggiare il "bacio del vero amore" o il principe azzurro. E che dire delle eroine che a ogni film che fanno diventano sempre più piccole? tra un po' metteranno per protagonista una bambina di 5 anni (già lo volevano fare con Gigantic che per fortuna hanno eliminato).
Aggiungiamo poi che le storie che realizzano NON sono storie universali, sono troppo moderne , troppo lontane dal classico, troppo sperimentali (una o due ogni tanto vanno bene ma ormai è da Atlantis che fanno le loro sperimentazioni e vediamo che non esce una ciambella con il buco, tranne forse una - Frozen che seppure con tanti difetti un po' di sostanza almeno ce l'ha). Va bene l'originalità ma la VERA originalità, non una pseudo originalità che serve a mascherare l'ipotesi della "strana coppia in viaggio".
Poi che fine hanno fatto le GRANDI STORIE? La Disney non ha che raccontato un millesimo delle grandi storie che esistono al mondo, eppure si è stancata di farlo, si sono stancati di scrivere, di innovare, di ri-raccontare grandi storie.
Peccato che così facendo poi i loro film sono tutti flop (tranne Frozen ce è l'eccezione che conferma la regola ed è l'unico che si è imposto). E in questo discorso non c'è Vaiana che tenga né Zootropolis (che sì ha fatto il miliardo ma non ha avuto presa dal lato marketing o comunque ha un marketing ridotto all'osso rispetto a Frozen).
A cosa porta ciò? semplice, è sotto gli occhi di tutti. La corsa ai Marvel , la corsa al passato di una major che non sa più creare NULLA di magico.
Per non contare la perdita del primato in ambito animazione. E difatti abbiamo la classica CGI da bambolotto che si vede da decenni (nessuna resa pittorica come volevano fare inizialmente con Rapunzel, tecnica abbandonata, per lasciar spazio ad una convenzionalissima computer grafica), niente animazione 2D (ah sì per quella basta accontentarsi dei tatuaggi di Maui… che affarone! evitiamo commenti sulle continue prese in giro nei confronti degli spettatori). Peccato che poi la Sony con Marvel mostri Spiderman con una tecnica innovativa che la Disney (un tempo LA pioniera dell'animazione) si è lasciata scappare...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Raperina
messaggio 8/1/2019, 2:03
Messaggio #182


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 824
Thanks: *
Iscritto il: 18/10/2008
Da: Colnago




Concordo assolutamente coi veu sad.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Arancina22
messaggio 8/1/2019, 8:55
Messaggio #183


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 17.537
Thanks: *
Iscritto il: 15/10/2009
Da: casa mia




Forse un po' estremizzato, ma anch'io concordo col discorso dei veu. E ribadisco ancora una volta che Spiderman è IL film di animazione di quest'anno. E dire che la Disney era sulla buona strada con Paperman...


User's Signature

Your special fascination'll
prove to be inspirational!
We think you're just sensational,
Mame!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
brigo
messaggio 8/1/2019, 11:24
Messaggio #184


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.266
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2010
Da: PG




Il discorso dei veu non mi trova affine al 100%, specie quando si preferisce un Frozen (di cui ritengo solo lo spezzone di "Leti it go" l'unica cosa decente della pellicola) a uno Zootropolis, ma a conti fatti devo dire che mi trovo abbastanza d'accordo con molti dei concetti che hanno espresso.

Non esiste più un'identità disenyana, né nelle storie né dal punto di vista grafico/stilistico. Tutto si somiglia, tutto è uguale, tutto è intercambiabile, le persone vanno e vengono dagli studi, e i film senza cattivi né storie d'amore stanno uscendo col pilota automatico inserito.

Io 'sto Ralph alla fine l'ho visto, e ne penso il peggio insieme al suo fratello maggiore: il peggior universo creato dalla Disney negli ultimi 10 anni (gli preferisco Big Hero 6, per dire). E quest'anno ha toppato alla grandissima pure la Pixar con un gigante come Brad Bird e con un compito che sembrava abbastanza facile.

Mi dispiace, ma se con gli scossoni che ci son stati ai vertici i risultati continueranno ad essere questi qui, mi sa che con me non vedranno più un soldo.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
buffyfan
messaggio 8/1/2019, 17:32
Messaggio #185


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.714
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2009
Da: Roma




A lungo andare e vedendo l'andazzo, anche io mi trovo d'accordo con i veu (alla fina avete più consenso di quanto pensavate hahaha)
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Daydreamer
messaggio 8/1/2019, 17:58
Messaggio #186


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.634
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Chissà se anche Angelo commenterà per mettere la pietra tombale sulla questione. Ti aspettiamo! (Senza ironia smile.gif ).

Messaggio modificato da Daydreamer il 8/1/2019, 18:04


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
brigo
messaggio 8/1/2019, 18:25
Messaggio #187


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.266
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2010
Da: PG




CITAZIONE (Daydreamer @ 8/1/2019, 16:58) *
Chissà se anche Angelo commenterà per mettere la pietra tombale sulla questione. Ti aspettiamo! (Senza ironia smile.gif ).


Attenzione però: Angelo (da quanto ricordo) è contro tutto ciò che è CGI. Io invece credo che Rapunzel e Zootropolis siano ottimi film. E mi sono piaciuti molto anche Arlo e Coco.
Inoltre, ripeto: la scena di "Let it go" ha una regia e una recitazione magistrali, che non si sono più viste in nessun lavoro successivo della company, nemmeno in quelli Frozen-centrici. Non tutto è stato da buttare; ma col senno di poi, molto lo è.

Messaggio modificato da brigo il 8/1/2019, 18:25
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
theprinceisonfir...
messaggio 8/1/2019, 18:31
Messaggio #188


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 290
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




CITAZIONE (Daydreamer @ 8/1/2019, 17:58) *
Chissà se anche Angelo commenterà per mettere la pietra tombale sulla questione. Ti aspettiamo! (Senza ironia smile.gif ).

Angelo! Io lo adoro, ha capito come sarebbero andate le cose sin dal principio, senza essere creduto... come la Sibilla Cumana! Roftl.gif
Comunque mi trovo pienamente d'accordo con i Veu.
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Fulvio84
messaggio 9/1/2019, 13:15
Messaggio #189


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.644
Thanks: *
Iscritto il: 8/4/2007
Da: Caserta




ieri ho visto Ralph, l'ho trovato gradevole e mi ha molto divertito tutta la parte con le Principesse.
Decisamente migliore il primo.
COmunque rimpiago il 2D ogni singolo film....


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 9/1/2019, 21:22
Messaggio #190


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.860
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 4/1/2019, 23:15) *
Io continuo a ribadire che la qualità paga e il pubblico non è così scemo come può sembrare. La Pixar bene o male riesce sempre a tirar fuori film di buon livello, la gente si fida, sa che non rischia di beccarsi una ciofeca.
Le produzioni Disney 9 volte su 10 sono piuttosto mediocri, ci vuole davvero coraggio per decidere di andarli a vedere. Soprattutto i live-action. La gente va a vedere solo i remake e solo se sono fedeli all'originale perchè alla gente piace la Disney dei tempi di Walt e quella degli anni '90, non la Disney di oggi.

Veramente la Pixar dopo Toy Story 3 ha prodotto più ciofeche della WDAS, e se la gente va a vedere solo live-action remake è anche perché praticamente tutti gli altri sono porcherie.
(Tra l'altro vorrei far notare che tra gli anni '90 e oggi ci sono stati gli anni 2000, anche se nessuno qui sembra ricordarsi di cosa facesse la Disney in quel periodo)

CITAZIONE (theprinceisonfire @ 8/1/2019, 17:31) *
Angelo! Io lo adoro, ha capito come sarebbero andate le cose sin dal principio, senza essere creduto... come la Sibilla Cumana! Roftl.gif

Ma a quale proposito di preciso?

Messaggio modificato da LucaDopp il 9/1/2019, 21:44
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 9/1/2019, 21:25
Messaggio #191


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.634
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




CITAZIONE (LucaDopp @ 9/1/2019, 20:22) *
Ma a quale proposito di preciso?


Che stava andando tutto a p...echino.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
LucaDopp
messaggio 9/1/2019, 21:33
Messaggio #192


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.860
Thanks: *
Iscritto il: 22/11/2012
Da: Pordenone




CITAZIONE (Daydreamer @ 9/1/2019, 20:25) *
Che stava andando tutto a p...echino.

Non mi pare proprio che sia così.
Go to the top of the page
 
+Quote Post

9 Pagine V  « < 6 7 8 9 >
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 25/8/2019, 0:32