Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


 
Reply to this topicStart new topic
> Tim Burton's Corpse Bride, Recensione...
Ciro84
messaggio 20/8/2005, 14:04
Messaggio #1


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




!!!

Con le canzoni da scaricare nella sezione Music Room...

Innamorato.gif


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 12/9/2005, 14:30
Messaggio #2


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




Lo vedo oggiiiii!!!! w00t.gif

Intanto mi creo il topic, poi appena torno dal cinema vi faccio sapere cosa ne penso. Sicuramente lo adorerò wub.gif


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
-DanyDaVip-
messaggio 12/9/2005, 16:03
Messaggio #3





Utente

Thanks: *





Come fai a vederlo oggi, c'è un'anteprima? huh.gif E' già stato doppiato?
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 12/9/2005, 21:08
Messaggio #4


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




A Roma stanno facendo una rassegna "Da Venezia a Roma" dove mostrano i migliori film presentati al festival, rigorosamente in lingua originale (e meno male! non potrei immaginare questo film doppiato in Italiano).
Giovedì vado anche a vedere il Leone d'Oro Brokeback Mountain, Proof con Gwyneth Paltrow e Good Night and Good Luck di George Clooney.

Cmq, sono appena tornato e devo riordinare le idee...recensisco tra un po' biggrin.gif


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
giagia
messaggio 13/9/2005, 0:15
Messaggio #5


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.383
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Roma (RM)




per le volte prossime diommelo che ci andiamo insieme, non sapevo che lo facessero


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 13/9/2005, 1:53
Messaggio #6


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




giagia, ti consiglio di tenerti informato su http://www.agisanec.lazio.it/
Ottimo per tutte le iniziative cinematografiche.




Ok, veniamo al film.

Prima di tutto diciamo subito che non è bello quanto The Nightmare Before Christmas, ma non mi aspettavo che lo fosse. Nightmare è un capolavoro difficilmente ripetibile. In secondo luogo, tanto per toglierci subito il pensiero, nel film ho trovato un solo elemento che non mi ha convinto. La storia viene raccontata in maniera piuttosto "sparsa". Nel senso che si vengono a creare alcune situazioni in cui si perde la trama principale, e tutti gli elementi non sono ben tenuti insieme. Un piccolo difetto che forse si sarebbe potuto ovviare con una "cornice" tipo quella di Edward Mani-di-Forbice, un epilogo ed un prologo che non sono presenti, o anche una voce narrante che potesse fungere da collante. Penso addirittura che anche un semplice libro che si apre all'inizio e si chiude alla fine - in puro stile classico Disney - sarebbe servito ad introdurci meglio alla storia e a farla chiudere in maniera meno frettolosa.

Tolto questo sassolino dalla scarpa...arriviamo al bello!

Tim Burton ci prende per mano e ci porta ancora una volta in un mondo incantato, dove non esistono leggi della fisica, morale o religione. Il regista ripercorre tutti i suoi più cari temi - l'alienazione, l'accettazione o meno del diverso - in maniera del tutto originale ed universale, facendo di questa favola una grande allegoria sul come la società si rapporta a chi non viene visto come "normale".
L'opposizione fortissima tra un buio, cupo "mondo dei vivi" ed un coloratissimo "mondo dei morti" pieno di musica è la metafora portante del film - la società dei vivi, quella legata a convenzioni e regole che rendono la vita più difficile di quanto dovrebbe essere, risulta essere molto più triste e grama della società dei morti, che ormai, come diceva Totò, tutti livellati l'uno con l'altro non si devono più preoccupare di distinzioni sociali, di credo religiosi o altro, e possono godersi questa non-vita in piena allegria e affetto verso tutti.
Le cose si complicano quando i due mondi si incontrano - come reagiranno l'uno nei confronti dell'altro? Dopo tutto è una favola, e quindi un finale pieno di speranza è d'obbligo. Un finale commovente e toccante, in cui un gesto di vero amore, di totale devozione verso la persona che si ama, anche a scapito della propria esistenza, farà la differenza e farà si che il bigotto mondo dei vivi possa imparare a convivere con quei "diversi" all'apparenza così spaventosi, ma che poi alla fin fine sono mossi esattamente dai nostri stessi sentimenti e dalle nostre stesse pulsioni.

Dal punto di vista tecnico, il film è ovviamente una meraviglia. Le musiche di Danny Elfman vanno dal melodico Disneyano allo più scatenato jazz, e mentre questo forse non dona al film quella "identità musicale" unificante che era così presente in Nightmare, sicuramente rende l'esperienza musicale molto variegata e divertentissima. Il cast è di livello eccezionale, con menzione speciale per Depp e Christopher Lee nel ruolo del prete bacchettone.


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
(alessia)
messaggio 13/9/2005, 10:47
Messaggio #7


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.471
Thanks: *
Iscritto il: 9/11/2004
Da: Lido degli Estensi (FE)




CITAZIONE (Ciro84 @ 13/9/2005, 1:53)
giagia, ti consiglio di tenerti informato su http://www.agisanec.lazio.it/
Ottimo per tutte le iniziative cinematografiche.




Ok, veniamo al film.

Prima di tutto diciamo subito che non è bello quanto The Nightmare Before Christmas, ma non mi aspettavo che lo fosse. Nightmare è un capolavoro difficilmente ripetibile. In secondo luogo, tanto per toglierci subito il pensiero, nel film ho trovato un solo elemento che non mi ha convinto. La storia viene raccontata in maniera piuttosto "sparsa". Nel senso che si vengono a creare alcune situazioni in cui si perde la trama principale, e tutti gli elementi non sono ben tenuti insieme. Un piccolo difetto che forse si sarebbe potuto ovviare con una "cornice" tipo quella di Edward Mani-di-Forbice, un epilogo ed un prologo che non sono presenti, o anche una voce narrante che potesse fungere da collante. Penso addirittura che anche un semplice libro che si apre all'inizio e si chiude alla fine - in puro stile classico Disney - sarebbe servito ad introdurci meglio alla storia e a farla chiudere in maniera meno frettolosa.

Tolto questo sassolino dalla scarpa...arriviamo al bello!

Tim Burton ci prende per mano e ci porta ancora una volta in un mondo incantato, dove non esistono leggi della fisica, morale o religione. Il regista ripercorre tutti i suoi più cari temi - l'alienazione, l'accettazione o meno del diverso - in maniera del tutto originale ed universale, facendo di questa favola una grande allegoria sul come la società si rapporta a chi non viene visto come "normale".
L'opposizione fortissima tra un buio, cupo "mondo dei vivi" ed un coloratissimo "mondo dei morti" pieno di musica è la metafora portante del film - la società dei vivi, quella legata a convenzioni e regole che rendono la vita più difficile di quanto dovrebbe essere, risulta essere molto più triste e grama della società dei morti, che ormai, come diceva Totò, tutti livellati l'uno con l'altro non si devono più preoccupare di distinzioni sociali, di credo religiosi o altro, e possono godersi questa non-vita in piena allegria e affetto verso tutti.
Le cose si complicano quando i due mondi si incontrano - come reagiranno l'uno nei confronti dell'altro? Dopo tutto è una favola, e quindi un finale pieno di speranza è d'obbligo. Un finale commovente e toccante, in cui un gesto di vero amore, di totale devozione verso la persona che si ama, anche a scapito della propria esistenza, farà la differenza e farà si che il bigotto mondo dei vivi possa imparare a convivere con quei "diversi" all'apparenza così spaventosi, ma che poi alla fin fine sono mossi esattamente dai nostri stessi sentimenti e dalle nostre stesse pulsioni.

Dal punto di vista tecnico, il film è ovviamente una meraviglia. Le musiche di Danny Elfman vanno dal melodico Disneyano allo più scatenato jazz, e mentre questo forse non dona al film quella "identità musicale" unificante che era così presente in Nightmare, sicuramente rende l'esperienza musicale molto variegata e divertentissima. Il cast è di livello eccezionale, con menzione speciale per Depp e Christopher Lee nel ruolo del prete bacchettone.

Ciro ho notato nella tua firma che hai un filmato di Corpse Bride, guardando il cerchio con all'interno il titolo del film, ho notato che quando diventa nero è come quello di The Ring..................hanno copiato? blink.gif blink.gif


User's Signature

Adelante por los sueños
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Ciro84
messaggio 13/9/2005, 10:55
Messaggio #8


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.116
Thanks: *
Iscritto il: 5/11/2004
Da: Roma




CITAZIONE ((alessia) @ 13/9/2005, 9:47)
Ciro ho notato nella tua firma che hai un filmato di Corpse Bride, guardando il cerchio con all'interno il titolo del film, ho notato che quando diventa nero è come quello di The Ring..................hanno copiato? blink.gif blink.gif

Nooo...casomai è un omaggio al cinema che Burton ama, quello horror anni '50, in cui erano molto presenti questi effetti di contrasto bianco/nero con fulmini eccetera. Il fatto che si tratti di un cerchio non c'entra nulla con The Ring. É una luna piena, quindi doveva essere per forza un cerchio wink.gif

E comunque quell'effetto non c'è nel film.


User's Signature






Go to the top of the page
 
+Quote Post
(alessia)
messaggio 13/9/2005, 12:25
Messaggio #9


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.471
Thanks: *
Iscritto il: 9/11/2004
Da: Lido degli Estensi (FE)




CITAZIONE (Ciro84 @ 13/9/2005, 10:55)
CITAZIONE ((alessia) @ 13/9/2005, 9:47)
Ciro ho notato nella tua firma che hai un filmato di Corpse Bride, guardando il cerchio con all'interno il titolo del film, ho notato che quando diventa nero è come quello di The Ring..................hanno copiato? blink.gif  blink.gif

Nooo...casomai è un omaggio al cinema che Burton ama, quello horror anni '50, in cui erano molto presenti questi effetti di contrasto bianco/nero con fulmini eccetera. Il fatto che si tratti di un cerchio non c'entra nulla con The Ring. É una luna piena, quindi doveva essere per forza un cerchio wink.gif

E comunque quell'effetto non c'è nel film.

No, era solo una mia curiosità, quel cerchio mi ricordava The Ring! tongue.gif


User's Signature

Adelante por los sueños
Go to the top of the page
 
+Quote Post
giagia
messaggio 13/9/2005, 14:06
Messaggio #10


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 6.383
Thanks: *
Iscritto il: 24/7/2004
Da: Roma (RM)




Mhm, a saperlo: il Savoy sta vicino anche abbastanza vicino a casa mia (sto tra l'Admiral, il King e il Lux Eleven), mi sa che vado a vedermi i Fratelli Grimm al Barberini


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 15/10/2019, 3:42