Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


 
Reply to this topicStart new topic
> Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni, Disney Live Action
Daydreamer
messaggio 31/10/2018, 18:37
Messaggio #1


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.799
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Aperto il topic per le recensioni del film.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 1/11/2018, 0:31
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.799
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Un po' di pensieri random, un poco spoilerosi sul film appena visto in sala.
Sono deluso, il film appare monco, perché manchevole di spiegazioni (non si capisce il degrado del quarto regno e anche la motivazione del cattivo è veramente confusa e tiratissima) e sviluppi (veu state davvero gufando sulla censura delle storie d'amore e qui l'epilogo con quell'interruzione su una possibile dichiarazione, per demandarla ad un sequel che non si vedrà mai, da parecchio fastidio). Il film è un copia incolla di cose già viste, il look steampunk preso da "Alice attraverso lo specchio", l'elaborazione della perdita della madre da "La Bella e la Bestia", i regni da "Il Mago di Oz" "Narnia" e ancora "Alice in Wonderland" e soprattutto l'ennesimo "colpo di scena" del cattivo nascosto, che è diventato esso stesso di una banalità e scontatezza allarmanti, preso pari pari da "Shrek 2", "Ralph Spaccatutto" e "Frozen". Davvero non se ne può più. Protagonista carina ma piuttosto insulsa. Attori che fanno il compitino per lo stipendio, gli unici che escono un po' fuori sono Keira Knightely (ma il personaggio per come è scritto ovviamente non può essere apprezzato....) e il bel Phillip. Non c'è magia, freddo, unico momento ispirato e interessante è la proposizione del balletto all'interno del film, con un bell'omaggio all'opera di Čajkovskij nella colonna sonora e a "Fantasia" nelle scenografie. Anche i soliti animaletti pucciosi sono l'ennesimo stereotipo tira sospiri tra i bambini e quelli che farebbero bene a ricordare che non lo sono più. Interessante il quarto regno, nei suoi abitanti grotteschi e inquietanti ma come tutti gli altri regni sono solo uno specchietto per le allodole, minimamente vissuti e puri arazzi digitali sullo sfondo. Ps: Il film si dichiara chiaramente un sequel della vera storia dello Schiaccianoci. Ma anche questo è come i regni, puro specchietto per le allodole del marketing. Puramente ornamento. Il Signor Stahlbaum parrebbe dover essere di più di quel che si crede...Dopotutto se la madre di Clara, Marie, è stata la protagonista della fiaba che tutti conosciamo...Eppure no, è soltanto un povero, luttuoso e incolore padre. Nipote di Drosselmeyer? Macché, non pervenuto ed io rimasto scontentato anche su questo. sad.gif Voto 6+.

Messaggio modificato da Daydreamer il 1/11/2018, 1:39


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 1/11/2018, 14:56
Messaggio #3


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 18.156
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




ma quindi è proprio così negativo? pensavamo che le recensioni americane fossero un po' di parte nel demolire il film…

Una cosa Alessio: che significa che la dichiarazione di Philip a Clara è interrotta a metà? e perché dà fastidio questa cosa? ci puoi spiegare in spoiler la scena?
cosa c'è alla fine dei titoli di coda? abbiamo sentito dire che c'è una scena particolare...
ma poi lo Schiaccianoci esiste o no in questo film? e il Re dei Topi?

La Fata Confetto ci sembra di aver capito che è la vera cattiva del film e non è Mamma Cicogna, ecco la svolta alla Frozen con il cattivo a sorpresa

perché da quello che abbiamo letto sembra che abbiano perso un po' la bussola rispetto al racconto...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 1/11/2018, 15:40
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.799
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Philip è chiaramente innamorato di Clara ma non le confessa il suo amore, la lascia tornare nel mondo reale, allungando una mano quasi per fermarla ma non succede. Veramente frustrante. Ho riposto un'ultima speranza sperando di rivederlo nel mondo reale con un'altra identità, magari nella parte del nipote di Drosselmeyer. Ma niente di niente.. cry35.gif
Putroppo non sapevo della scena a fine crediti e non sono rimasto a guardarla ma non credo ribalti il senso del film, sarà una sorta di easter egg, almeno credo. Cercherò di recuperarla.
Lo schiaccianoci esiste, è Phillip, ma qui è un semplice soldato e non un principe, si vede rapidamente pure lo schiaccianoci giocattolo donato a Fritz da Drosselmeyer durante la vigilia di Natale, ma lo Schiaccianoci per come lo conosciamo noi nella fiaba originale, presumibilmente conosciuto dalla madre di Clara, Marie, in un'avventura precedente, non è mai citato. Ho sperato che si rivelasse essere il Signor Stahlbaum, ma così non è. Muro.gif
Il re dei topi esiste per modo di dire, è dato dall'assemblamento del topino comprimario, chiamato Topolastro, insieme a migliaia di altri topi del quarto regno. Ma non ha una personalità, è come uno degli esseri mostruosi e serpeggianti giunti in soccorso di Malefica nella battaglia contro gli umani a inizio del film "Maleficent", una mera comparsa.
Per la Fata Confetto è esattamente come da voi previsto, un vero let down sad.gif

Note positive il meraviglioso balletto e tutte le sue scene con quegli strepitosi ballerini, le atmosfere, costumi, scenografia, musiche, insomma tutto il reparto tecnico. Ma un film è composto essenzialmente da una STORIA che qui ahimè fa acqua da diverse parti ed acqua tiepida e allungata nel suo essere stravista. sleep.gif

Messaggio modificato da Daydreamer il 1/11/2018, 15:58


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Arancina22
messaggio 3/11/2018, 15:12
Messaggio #5


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 17.542
Thanks: *
Iscritto il: 15/10/2009
Da: casa mia




Visto giovedì. ATTENZIONE, SPOILER NON OSCURATI.

Sono sostanzialmente d'accordo con Day. Avevo aspettative altissime per questo film e non sono state soddisfatte appieno. Mix di cose diverse che non c'azzeccano, un pout pourri di Frozen, Nightmare Before Christmas, Alice in Wonderland, Narnia... C'è di tutto (purtroppo). E dire che Lo Schiaccianoci è un racconto bellissimo in cui c'è molto materiale senza bisogno di farne un sequel non dichiarato, né di inventarsi nulla di forzato.
Visto come film in sé intrattiene - reparto tecnico superlativo, costumi, trucco, parrucco e scenografie da capogiro - ma, come è stato detto, la storia è un po'... piatta, poco coinvolgente, piena di già visto e di già sentito, di frasi a effetto e momenti di humour un po' fiacco. Il cosiddetto Topolastro è talmente insopportabile all'inizio che si fa un po' fatica a farselo piacere in seguito.
Ottimamente realizzato il Re dei Topi, fa davvero senso (sebbene sia leggermente diverso dalla versione canonica).
Keira Knightley poco convincente come cattiva, ma va beh, non mi aspetto altro da miss "faccia da triglia" come la chiamo io (la trovo un'attrice completamente sopravvalutata)... E che due balle atomiche la storia del buono che in realtà è cattivo, basta, veramente!!! Tra l'altro, eccone un'altra che sputa nel piatto in cui mangia, come la Streep: una che non farà vedere i film Disney ai propri figli perché sono poco femministi... Hanno veramente rotto, questa non sa nemmeno cosa sia il femminismo contemporaneo mi sa.
Helen Mirren è l'unica che mi ha convinto, ma la classe non è acqua.
Bello che abbiano deciso di tenere l'italiano Madre Cicogna invece di fare il calco "Madre Ginger" come avevano fatto in un primo momento.
Preso come film a sé stante intrattiene, ma in sostanza è l'ennesima occasione sprecata di un reparto live action che fa acqua da tutte le parti. A questo punto tremo per il sequel di Mary Poppins, non tanto per gli attori in sé che sono tutti di prim'ordine, quanto per la produzione e come verrà inteso questo sequel. Dio salvi la Disney.

Voto: 7-

PS: noi siamo rimasti fino alla fine dei titoli di coda e non c'è stata nessuna scena extra.

Messaggio modificato da Arancina22 il 3/11/2018, 15:32


User's Signature

Your special fascination'll
prove to be inspirational!
We think you're just sensational,
Mame!
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
veu
messaggio 7/11/2018, 0:50
Messaggio #6


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 18.156
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Grazie Alessio per le informazioni e grazie Arancina per la spiegazione, avevamo letto che ci sarebbe stata una scena extra… non c'è allora. pazienza

Comunque il film in USA ha incassato pochissimo (20 milioni) nel week end di apertura, ha fatto peggio che Nelle pieghe del tempo… è stato l'incasso più disastroso dai tempi di The finest hour

e pensare che ci sembrava bello


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Logan232
messaggio 7/11/2018, 16:03
Messaggio #7


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 962
Thanks: *
Iscritto il: 8/10/2013
Da: Roma




Per quello che vale, confermo anche io che è davvero molto brutto.

E' un pastrocchio senza senso, pieno di buchi di trama grossi come una supernova. E poi... ma basta girare tutto in interni col green screen; andassero ogni tanto a girare qualche esterno che mica muore nessuno. Ci sono scene di gente arrampicata su palazzi altissimi o che sfrecciano a cavallo e neanche una minima folata di vento che scompigli i capelli quel tanto per... queste sono sviste imperdonabili per blockbuster da 150 milioni e passa.

Io non conosco la fiaba nel dettaglio, ma tanto questo è un sequel di quella e posso solamente dire che più uno si sofferma più escono fuori punti interrogativi.

Come si faccia a tirare fuori film così io proprio non lo capisco. Giorni fa ho rivisto su Netflix "Hocus Pocus"; anche quello era un film per famiglie, ma ci sta molta più autoconsapevolezza e più trama meglio strutturata che quanto stiano facendo coi live action negli ultimi 10 anni. Va bene che sono per bambini, ma non facciamoli a caso tanto per. Secondo me dovrebbe cadere qualche testa ai piani alti dello sviluppo di questi film perchè sono davvero brutti (ci metto dentro anche "Nelle pieghe del tempo" che è una roba inguardabile montata peggio che da un macellaio).
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Daydreamer
messaggio 7/11/2018, 21:31
Messaggio #8


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.799
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




L'ho rivisto anch'io Logan e sono rimasto sorpreso per la "cattiveria" e l'assenza di politicamente corretto oggi impensabili, data l'ipocrisia e piaggeria contemporanee. Bel tempo che fu...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Enrico
messaggio 10/11/2018, 14:35
Messaggio #9


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 4.739
Thanks: *
Iscritto il: 18/9/2010
Da: La Spezia/Disneyland




CITAZIONE (Arancina22 @ 3/11/2018, 14:12) *
Keira Knightley poco convincente come cattiva, ma va beh, non mi aspetto altro da miss "faccia da triglia" come la chiamo io (la trovo un'attrice completamente sopravvalutata)... E che due balle atomiche la storia del buono che in realtà è cattivo, basta, veramente!!! Tra l'altro, eccone un'altra che sputa nel piatto in cui mangia, come la Streep: una che non farà vedere i film Disney ai propri figli perché sono poco femministi... Hanno veramente rotto, questa non sa nemmeno cosa sia il femminismo contemporaneo mi sa.


Super, super d'accordo con te cara Arancina22.
Io la odio la Streep, mi è sempre stata antipatica, ma da quando ha avuto quelle uscite, non la posso vedere.
E pure Keira mi stava antipatica, ma ancor di più con la recente sparata.


Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
'Lisss
messaggio 10/11/2018, 16:56
Messaggio #10


Member
***

Gruppo: Utente
Messaggi: 130
Thanks: *
Iscritto il: 2/4/2016




SPOILER NON LEGGETE OLTRE

Qualche giorno fa sono andata anche io a vederlo. Non avevo grandi pretese per questo film, ero solo vagamente interessata.

La fotografia, le scenografie e i balletti sono stupendi, anche per gli standard a cui la Disney ci ha abituato. Gli effetti speciali mi sembravano ben fatti i costumi erano carini (mi sono piaciuti soprattutto quelli di Clara, i restanti non mi hanno fatta impazzire, ma nulla di atroce per fortuna).

La sceneggiatura bocciata: banale, insulsa, con frasi che comunicavano ben poco. Per non parlare della trama: teoricamente segue il classico filone di protagonista che non si sente a suo agio nel proprio mondo, quindi deve fare il viaggio nel mondo fantastico, dove vivrà tante avventure e imparerà una lezione, così alla fine si troverà meglio nel mondo reale. Fin qua, nessun problema: mi piacciono le storie così e probabilmente sono una delle rare persone che ha apprezzato Alice in Wonderland. 😅
Il problema è che poi ci si inizia a fare le domande: perché se il film si chiama "Lo schiaccianoci e i quattro regni" (è così anche in originale), il personaggio dello Schiaccianoci ha così poco spessore? Se lo scopo della Disney è dare spazio ad attori di colore in fiabe e contesti in cui non centrano nulla, perché affidare a Jayden Fowora-Knight una parte di così poca rilevanza? Perché un umano con un semplice vestito da soldatino dovrebbe essere definito "Schiaccianoci"?
Ancora poi con la storia del villain che all'inizio si finge buono, ma in realtà è poi cattivo. Ormai non è più neanche una sorpresa. 😒
Perché ambientare il film a Londra? 😕
Perché bisogna stravolgere a tutti i costi una storia? Le storie come le hanno scritte gli autori originali non vanno più bene? Capisco l'interpretazione, capisco fare la propria versione ispirata da una fiaba o anche solo prendere qualche punto di riferimento; ma almeno si dovrebbe mantenere il senso di quella originale. Altrimenti a che pro voler fare un film sullo Schiaccianoci (soldi a parte)? Cambi i nomi, i dettagli, i personaggi e fai lo stesso il tuo film con protagonista che viaggia nel mondo fantasy.

Concludo dicendo che salvo la citazione a Fantasia. Per il resto, non ne vale la pena.

Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 18/11/2018, 22:32
Messaggio #11


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.173
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London





-

Messaggio modificato da winnie & pimpi il 18/11/2018, 22:44


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 18/11/2018, 22:32
Messaggio #12


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.173
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




Visto al cinema in inglese.

Sono d'accordo un po' con tutti, anche se nell'insieme l'ho trovato molto meglio di tutti i remake fatti fino ad ora e di altre recenti produzioni live-action, tipo il deludente Wrinkle in Time.

Almeno lo Schiaccianoci visivamente è spettacolare, molto al di sopra delle precedenti produzioni che, per quanto attraenti, erano molto kitch. Qua invece siamo di fronte a un lavoro artistico ad altissimo livello, anche meglio di Cenerentola perché osa molto ed ha idee davvero originali.
Non c'è un narratore onnipresente che ammazza il film ogni due minuti e il livello di regia quantomeno è professionale, purtroppo non si può dire lo stesso di Maleficent e La Bella e la Bestia Live-action.

A mio avviso, la cosa peggiore di queste produzioni, e non mi riferisco solo a quelle disney (Pan ad esempio) è la presenza ossessiva-compulsiva dei genitori, anche da morti!!!
Nei romanzi di una volta come Alice, Il Mago di Oz, Peter Pan ecc.. i protagonisti si allontanano dalla famiglia per intraprendere un viaggio che devono fare inevitabilmente da soli per poter crescere.
La scoperta di un mondo fantastico e surreale rappresenta soprattutto la voglia del bambino di evadere dalla noiosa realtà quotidiana fatta di tante regole e doveri. In questi mondi fantastici il bambino si ritrova sempre al centro dell'attenzione di tutti e vede soddisfatto il suo bisogno di egocentrismo.

Nei recenti film Disney (e non solo Disney ribadisco) avviene il contrario. Sono i genitori ad essere gli eroi al centro di tutta la narrazione. Il mondo fantastico che Clara scopre purtroppo per lei non è il suo mondo ma quello della madre, è la madre l'eroe geniale, Clara solo una pallida imitazione. "Non sei tu la regina, ma tua madre" dice giustamente Sugar Plum che evidentemente ha capito la sceneggiatura meglio degli sceneggiatori stessi.

Ancora peggio in Maleficent dove Aurora è una slavata svampita, completamente incapace di intendere e volere, mentre Maleficent, che è la figura materna, è una super gnocca eroica, coraggiosa, sexy e chi più ne ha più ne metta

Stesso discorso per Cenerentola live-action. Anche qui la protagonista è una slavata svampita incapace di intendere e volere, completamente neutralizzata dai genitori. "Bisogna essere gentili e coraggiosi", Cenerentola continua a ripetere ossessivamente per tutto il film, ma in realtà non sono le sue parole ma quelle della madre che, naturalmente, era una donna molto più bella e interessante di lei.

E potrei fare una marea di altri esempi, ma il punto è che questi film non sono fatti per i bambini o per i ragazzi, ma sono fatti da genitori per genitori narcisisti che vogliono solo autocelebrarsi. Come si può pretendere che i ragazzi si appassionino?

Non mi sorprende che abbiano successo solo i remake anche se orrendi, perché il pubblico è quello dei nostalgici che ora sono diventati genitori.

Significativo confrontare il modo in cui venivano rappresentati i genitori nei vecchi classici e come invece vengono rappresentati adesso.
Solitamente prima i padri erano dei vecchietti coi capelli bianchi (es. padre di Belle e padre di Jasmine, Geppetto), non erano grandi eroi ma persone semplici.

Ora sono sempre belli, giovani, saggi, intelligenti, pazienti, buoni... in parole povere completamente improbabili! Ma chi riconosce i propri genitori in queste figure da mulino bianco???
Chi prenderanno per interpretare Geppetto nel live-action di Pinocchio? Brad Pitt?

Al contrario i giovani vengono rappresentati sempre come fragili, indecisi, attaccati patologicamente ai genitori, incapaci di fare qualsiasi cosa da soli. Non hanno più l'interesse a viaggiare, scoprire il mondo, trovare l'amore, diventare qualcuno, ma solo restare coi genitori (vedi Aurora in Maleficent o Clara o Wrinkle in Time)
E' significativo che Rapunzel non finisca col matrimonio, ma con la protagonista che torna dai genitori.
A questi giovani non è neppure permesso di avere dei loro sogni, ma solo quelli dei genitori, vedi Tiana o Alice di Tim Burton.

La trovo una cosa insopportabile


Ma è proprio così o sono i genitori che vorrebbero che i figli fossero così?

Messaggio modificato da winnie & pimpi il 18/11/2018, 22:42


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Daydreamer
messaggio 19/11/2018, 21:33
Messaggio #13


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.799
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 18/11/2018, 21:32) *
Ma è proprio così o sono i genitori che vorrebbero che i figli fossero così?


E se i genitori non bastano, chiamano a raccolta le tate...Vedi "Il Ritorno di Mary Poppins"...
Bellissima analisi, complimenti!
A ben pensarci non è esente da genitori fichi e molto presenti il prossimo "Dumbo" (vedi Colin Farrell) e il recente "Ritorno al Bosco dei 100 Acri" (vedi Ewan McGregor).
Chissà che succederà con Aladdin e Mulan...

Messaggio modificato da Daydreamer il 19/11/2018, 21:37


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
winnie & pimpi
messaggio 20/11/2018, 21:39
Messaggio #14


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.173
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (Daydreamer @ 19/11/2018, 22:33) *
E se i genitori non bastano, chiamano a raccolta le tate...Vedi "Il Ritorno di Mary Poppins"...
Bellissima analisi, complimenti!
A ben pensarci non è esente da genitori fichi e molto presenti il prossimo "Dumbo" (vedi Colin Farrell) e il recente "Ritorno al Bosco dei 100 Acri" (vedi Ewan McGregor).
Chissà che succederà con Aladdin e Mulan...

Colin Farrell ha anche già interpretato un padre improbabile per la Disney nei brutti flashback di Saving mr Banks


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
oswald
messaggio 26/11/2018, 11:58
Messaggio #15


Advanced Member
****

Gruppo: Utente
Messaggi: 473
Thanks: *
Iscritto il: 26/8/2009




Eh mi unisco al coro con questa mia recensione.
Lo spunto classico e accattivante dei giocattoli che prendono vita è tradotto in un fantasy con linee guida tipica di un filone ricorrente da qualche anno. La storia, i personaggi e le loro motivazioni risultano meno incisivi rispetto al lussureggiante reparto visivo di effetti, costumi, trucchi e scenografie. Interessanti citazioni musicali e di cinema e bei momenti di danza.

Al link altri dettagli del perché per me è no eheheh.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 20/10/2019, 14:01