Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


2 Pagine V  < 1 2  
Reply to this topicStart new topic
> Luke Cage, Marvel Television - Netflix
veu
messaggio 16/4/2016, 14:09
Messaggio #25


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da BadTv:

Luke Cage: il produttore Cheo Hodari Coker paragona la serie a The Wire

Il produttore esecutivo di Luke Cage, Cheo Hodari Coker, ha rivelato che il nuovo serial di Netflix potrebbe essere paragonato a un titolo cult del mondo della televisione.
Sul red carpet del film Captain America: Civil War ha infatti dichiarato:
“E’ veramente sofisticato. Ha un’atmosfera in stile anni Novanta, un po’ hip hop, ma lungimirante. Abbiamo Adrian Younge e Ali Shaheed Muhammad che si occupano della colonna sonora per noi. Abbiamo numerose apparizioni musicali, ma al tempo stesso c’è dell’azione in stile Marvel. Abbiamo dei momenti drammatici. Mi piacerebbe che fosse, e so che è pesante da dire, il The Wire della televisione Marvel, perché affrontiamo realmente molte tematiche diverse”.

Simone Missick ha poi parlato del personaggio di Misty Knight sottolineando che è un grandioso e sottolineando come il lavoro degli sceneggiator sia stato incredibile:

“Ogni giorno quando apri il copione pensi ‘Devo realmente dire questo oggi? Devo fare tutto ciò? Devo picchiare qualcuno?’. E’ stato molto divertente”.

Mike Colter ha infine parlato del rapporto con i fumetti:

“Stavamo cercando di non essere prevedibili. Daremo ai fan tutte le cose che vogliono ma lo cambieremo un po’ e lo porteremo nel mondo contemporaneo. Quindi ci assicureremo che tutti siano felici, ma non aspettatevi un maglietta gialla ogni giorno. Diciamo che abbiamo proposto una sfumatura diversa. Siamo partiti da quella situazione e poi l’abbiamo modificata un po’”.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 8/7/2016, 23:55
Messaggio #26


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Everyeye:

LUKE CAGE: MAHERSHALA ALI SULL'IMPORTANZA SOCIALE DELLA SERIE

In una recente intervista, l'attore californiano quarantaduenne Mahershala Ali, che abbiamo già visto in House of Cards e che presto vedremo in Luke Cage nei panni di Cornell Stokes, alias Cottonmouth, ha parlato dell'importanza socio-culturale della serie, adattamento del celebre fumetto.
L'attore, che oltre ad aver già preso parte a House of Cards è apparso anche in Treme, The Hunger Games: Mockingjay, Free State of Jones, che ha visto il proprio debutto nel corso del weekend, nel promuovere questa pellicola in una recente intervista, ha parlato brevemente della collaborazione della Marvel con Netflix per lo sviluppo della serie live-action Luke Cage, dove interpreterà Cornell Stokes alias Cottonmouth, un personaggio che descrive come un "cattivo del tipo Padrino-mafioso".
Ali, in particolare, ha focalizzato la sua attenzione sull'importanza di avere un cast eterogeneo del nuovo spettacolo e di mettere in scena supereroe afro-americano: "Ci saranno tantissimi bambini là fuori (e non solo bambini) che vedranno un uomo afro-americano sullo schermo e aspireranno ad essere come lui. Non abbiamo mai avuto qualcosa del genere in televisione. Sta accadendo una sorta di inclusione. Quando sono cresciuto, ci raccontavano spesso la bugia secondo cui avremmo potuto essere tutto ciò che volevamo, ma era una bugia perché sapevamo che non potevamo diventare il presidente. Quello che ha questa generazione è il presidente Obama: lui è un supereroe per noi e penso che questo per le persone sia difficile da capire ma, finalmente, stiamo facendo sempre più passi avanti in questo senso.".
Ricordiamo che Luke Cage farà il suo debutto su Netflix venerdì 30 settembre 2016.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 8/7/2016, 23:56
Messaggio #27


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Cinefilos:

Luke Cage: ecco quando vedremo il primo promo!

Mentre manca ancora molto al debutto di Luke Cage, l’annunciata nuova serie televisiva targata Marvel Studios e Netflix oggi arrivano le prime anticipazioni su quando vedremo le prime scene dello show. Infatti, a rivelarlo è il noto sito americano Deadline che anticipa che la Marvel Studios lancerà una serie di clip dello show al San Diego Comic Con 2016.


Foto:

Click


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 8/7/2016, 23:58
Messaggio #28


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Cinematographe:

Marvel’s Luke Cage: Mike Colter sarà presente al San Diego Comic-Con?

Pare che Netflix debba presentare al San Diego Comic-Con lo spin off della serie Marvel Jessica Jones, Luke Cage. Alla kermesse sarà presente l’interprete di Luke Cage, Mike Colter, insieme allo showrunner Cheo Hodari Coker e al co-protagonista Alfre Woodward.

Secondo Deadline lo show Netflix e Marvel Television debutterà il 30 settembre.

Luke Cage è un ex-detenuto la cui pelle è stata resa indistruttibile da una sorta di esperimento. Colter ha debuttato nel ruolo nel film di Marvel Jessica Jones, dove entrò in un complesso rapporto romantico con Jones, un’investigatrice privata interpretata da Krysten Ritter.

Cage ha scoperto che Jones è stata coinvolta nell’omicidio di sua moglie, mentre era sotto il dominio del supercriminale Kilgrave (David Tennant).

Imprigionato per un crimine che non ha commesso, Luke Cage, il cui vero nome è Carl Lucas, si offre volontario per un esperimento che gli conferisce poteri sovrumani e, una volta evaso, cambia nome in Luke Cage decidendo di usare le sue capacità per profitto e diventando un “supereroe mercenario” noto prima come Eroe a pagamento (Hero for Hire) ed in seguito come Power Man II.

Frequente collaboratore di Pugno d’acciaio, marito di Jessica Jones e membro di varie formazioni di Vendicatori, Cage è stato il primo personaggio afroamericano dei fumetti Marvel a ottenere una sua serie personale.

Nella serie Marvel Luke Cage vive ad Harlem e sta cercando di ricostruirsi una vita. Woodard interpreterà Mariah Dillard, pseudonimo di Black Mariah, un politico e il cugino di Cornell “Cottonmouth” Stokes (Mahershala Ali), che sta cercando di portare il cambiamento nelle strade di Harlem.

Marvel’s Luke Cage: Mike Colter sarà presente al San Diego Comic-Con?

Dawson riprenderà il suo ruolo di Temple Claire per la serie, e Sonia Braga farà il suo debutto come madre di Claire, Soledad Temple.

Frank Whaley sarà il Detective Scarfe. Simone Missick sarà Misty Knight e Jessica Henwick Colleen Wing, Theo Rossi sarà il villain Shades.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 22/7/2016, 23:58
Messaggio #29


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da BadTv:

Comic-Con 2016: ecco il poster di Luke Cage!

Manca poco all’inizio del Comic-Con.
L’atteso evento che si terrà come ogni anno a San Diego aprirà infatti le sue porte mercoledì 20 luglio con la preview night e andrà avanti fino a domenica 24. E giovedì 21 tra i vari panel in programma ci sarà anche quello su Luke Cage, la serie Marvel targata Netflix, che porterà sul palco lo showrunner Cheo Hodari Coker e le star Mike Colter (Luke Cage), Alfre Woodard (Mariah Dillard) e Theo Rossi (Shades).

Per pubblicizzare l’evento (che, si spera, possa essere anche un’occasione per mostrare un primo trailer), Netflix ha pubblicato il poster creato appositamente. Potete vederlo direttamente qui di seguito




User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 22/7/2016, 23:59
Messaggio #30


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da BadTv:

Comic-Con 2016: il nostro resoconto dal panel di Luke Cage; ecco il trailer!

Dalla seconda fila della Ballroom20 del Comic-Con di San Diego, dopo numerose ore di coda, noi di BadTv.it abbiamo assistito al panel esclusivo di Luke Cage. Ci sono state mostrate alcune scene inedite molto intense che Netflix ha deciso di non condividere sul suo canale YouTube. Non vogliamo rivelarvi nulla per non guastarvi la sorpresa ma quello che possiamo dire è che il Luke Cage che avete visto in Jessica Jones era solo una piccola parte del grande disegno che Cheo Hodari Coker aveva in mente. Nella serie spin-off interamente dedicata al personaggio dei fumetti della Marvel conosceremo numerosi aspetti del suo passato. In modo particolare vogliamo preannunciarvi che ci saranno dei combattimenti inediti, mai visti fino ad ora. In alcuni momenti è difficile capire se bisogna ridere per lo spiccato humor con cui Luke Cage si pone nei confronti dei nemici o se rimanere sbalorditi da quello che ci viene mostrato, in termini di regia e composizione dell’inquadratura.
Ad aprire il panel c’è stato però niente di meno che Jon Bernthal, il quale ha parlato dell’amore con cui ha approcciato sin dall’inizio al personaggio di Frank Castle. Qualcosa di personale lega l’attore al Punitore, qualcosa di intimo. Infatti essendo lui stesso un genitore ha potuto dedicarsie approcciare al personaggio in maniera unica, intima e profonda.

L’aspetto musicale, così come è stato in Jessica Jones, avrà una parte fondamentale all’interno della serie. Ogni episodio sarà una parte di un lungo brano lungo 13 episodi. L’effetto Binge-Watching regalerà ai telespettatori sensazioni uniche, organicità e coerenza narrativa senza pari. Dalle prime immagini il personaggio interpretato da Simone Missick sembra essere forte, determinato e sicuro di sé. Immediatamente si comprende la forte chimica che c’è tra Simone e Mike sul set. Ci aspettano momenti molto sensuali tra i due personaggi e ad anticiparci questo vi è stata una clip parecchio amata dalla Ballroom 20. Il personaggio interpretato da Theo Rossi, Shades Alvarez, sembra avere tutte le carte in tavola per divenire un fan-favorite. Infine vi anticipiamo che la scena più coinvolgente ed emozionante che ci è stata mostrata durante il panel ha visto la partecipazione di Mahershala Ali e Alfree Woodard. Tra questi due personaggi ne succederanno delle belle.

In occasione del panel di Luke Cage al Comic-Con di San Diego, Marvel TV e Netflix hanno diffuso il primo trailer della nuova serie con Mike Colter in arrivo il 30 settembre su Netflix.


Video

Ecco anche un sizzle-reel che riunisce scene di Daredevil, Jessica Jones e scene inedite di Luke Cage:

Video


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 23/7/2016, 17:48
Messaggio #31


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da BadTv:

Luke Cage: due nuove foto e qualche anticipazione sugli episodi

Il cast di Luke Cage è stato ospite del Comic-Con di San Diego per presentare la nuova serie prodotta da Marvel e Netflix (qui il resconto del panel).
Intervistati dal sito TVLine, i protagonisti hanno rivelato qualche dettaglio sui personaggi e il protagonista Mike Colter ha spiegato che gli eventi del secondo episodio, particolarmente drammatici, sono giustificati:

“Era in qualche modo necessario che questa serie si addentrasse nell’azione. C’erano degli eventi che dovevano accadere per poter far capire al supereroe riluttante che non può semplicemente rimanere a guardare senza intervenire”.

Mahershala Ali, interprete di Cottonmouth, ha inoltre rivelato che il villain avrà delle caratteristiche molto umane, nonostante sia particolarmente malvagio e oscuro.

Alfre Woodard ha poi svelato chi vincerebbe in uno scontro diretto tra Jessica Jones e Misty Knight.

Ecco il video:


Click

Due nuove foto:





User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 30/7/2016, 13:47
Messaggio #32


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da BadTv:

Luke Cage: svelati i titoli dei primi tre episodi

Cheo Hodari, showrunner di Luke Cage, ha rivelato i titoli dei primi tre episodi della prima stagione dello show con protagonista Mike Colter, in arrivo su Netflix in tutto il mondo, Italia inclusa, il 30 settembre.
La serie utilizzerà per ogni episodio il titolo di una delle canzoni del duo hip-hop Gang Starr, e i primi tre saranno questi:

Episodio 1 – “Moment of Truth.”
Episodio 2 – “Code of The Streets”
Episodio 3 – “Who’s Gonna Take The Weight?”<7li>
Hodari ha annunciato i suddetti con il seguente tweet

Cheo Hodari Coker @cheo_coker
#LukeCage . One "Moment of Truth." Two: "Code of The Streets". Three: "Who's Gonna Take The Weight?
16:31 - 29 Lug 2016


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 2/8/2016, 14:45
Messaggio #33


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv:

Luke Cage: nella colonna sonora e negli episodi molti noti esponenti della musica hip hop

Il 30 settembre debutteranno su Netflix i primi tredici episodi della serie Luke Cage, tratta dai fumetti della Marvel e con protagonista l’attore Mike Colter.
Lo showrunner Cheo Hodari Coker ha ora svelato che, oltre a ispirare i titoli degli episodi che citeranno delle canzoni del gruppo hip hop Gang Starr, la musica avrà un ruolo centrale nello show:
“Adrian Younge e Ali Shaheed Muhammad comporranno i brani originali. Abbiamo usato un’orchestra composta da 30 strumenti e abbiamo registrato dal vivo l’intera colonna sonora. Le persone non lo fanno più”.

I brani originali avranno un’atmosfera hip hop:

“Quello che fa Adrian è sempre stato analogico e registra utilizzando veri strumenti, ma c’è poi il fatto che Ali Shaheed Muhammad è stato uno degli architetti di A Tribe Called Quest“.

Nelle puntate ci saranno poi delle performance musicali:

“Abbiamo Faith Evans e Raphael Saddiq, Charles Bradley, The Delfonics, Method Man e Jidenna. Abbiamo davvero delle grandiose performance. E’ questo insieme di musica e azione, e non c’è un momento piatto in tutta la stagione”.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 7/8/2016, 23:23
Messaggio #34


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv:

Luke Cage: in arrivo uno spinoff dedicato a Misty Knight?

Marvel e Netflix stanno progettando una serie completamente dedicata a Misty Knight? Jeph Loeb, a capo di Marvel TV, sembra non escludere la possibilità.
Nei fumetti Misty ha debuttato nel 1975 e l’ultima versione presentata tra le pagine è quella di una detective modificata bionicamente che possiede un grande talento per le arti marziali. Dopo essere stata ferita mentre era in servizio, Tony Stark/Iron Man le ha dato un braccio bionico che le conferisce una forza sovraumana. Misty ha inoltre avuto delle storie d’amore con Luke Cage e Danny Rand, interpretati sul piccolo schermo da Mike Colter e Finn Jones.
Misty viene considerata una donna forte, indipendente e intelligente, un vero e proprio modello per le donne.
Loeb ha spiegato:
“Abbiamo sicuramente dei progetti per i nostri personaggi. Molto ha a che fare con quanti show ci lascerà realizzare Netflix. Attualmente siamo a quota sei. A un certo punto dovremo stare attenti a non diventare il canale Marvel di Netflix”.

Loeb ha inoltre aggiunto che l’attrice Simone Missick, a cui è stato affidato il ruolo di Misty Knight, è incredibile nella sua interpretazione:

“I fan adoreranno il personaggio!”

L’attrice sarebbe comunque entusiasta di avere uno spinoff dedicato al personaggio:

“Qualcuno ha scritto su Twitter che vuole vedere una serie dedicata a Misty Knight che abbia tra gli autori Shonda Rhimes. Quanto sarebbe bello? Se lo diciamo, se lo sosteniamo pubblicamente, magari succederà. Inviate tweet e potrebbe accadere”.

Simone debutterà nella serie Luke Cage, disponibile su Netflix dal 30 settembre.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 11/8/2016, 17:09
Messaggio #35


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da BadTv:

Luke Cage: ecco il poster ufficiale, domani il nuovo trailer!

Netflix ha appena pubblicato il poster ufficiale di Luke Cage, la nuova serie dei Marvel Studios in collaborazione con Netflix. E a quanto pare la key-art non fa altro che confermare la straordinaria resistenza ai proiettili di Carl Lucas.
Il servizio streaming ha inoltre confermato che domani avremo un nuovo trailer di Luke Cage. Quanti di voi non vedono l’ora?

Correlato:Comic-Con 2016: il nostro resoconto dal panel di Luke Cage; ecco il trailer!
Qui sotto potete vedere il nuovo poster:




User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 11/8/2016, 17:10
Messaggio #36


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv:

Luke Cage: ecco il nuovo trailer ufficiale!

Ieri Netflix ci aveva avvertito che oggi sarebbe uscito il nuovo trailer ufficiale di Luke Cage e così è stato. Dopo il poster, che potete vedere qui, finalmente possiamo gustarci nuovo materiale in attesa del lancio della stagione completa sul servizio streaming. Mike Colter è pronto per stupire tutti nei panni dell’uomo indistruttibile che combatte il crimine per le strade di New York.
Ecco il trailer ufficiale in lingua originale e il trailer ufficiale italiano:


Video


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 11/8/2016, 17:11
Messaggio #37


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv:

Luke Cage, nuove foto ufficiali della serie di Netflix!

Dopo lo spettacolare trailer di ieri, Netflix ha diffuso otto nuove immagini ufficiali di Luke Cage, l’attesa nuova serie prodotta da Marvel TV / ABC Studios in arrivo in tutto il mondo il 30 settembre sul servizio di streaming.
Potete vederle qui sotto, cliccateci sopra per l’alta risoluzione!


Foto


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 17/8/2016, 21:12
Messaggio #38


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv:

Luke Cage: nuove immagini di Mike Colter grazie al magazine SFX

l magazine SFX ha dedicato la copertina del suo prossimo numero alla serie Luke Cage, il nuovo progetto prodotto da Marvel, in arrivo su Netflix il 30 settembre.
Le immagini mostrano il protagonista Mike Colter, impegnato anche in una scena d’azione.






User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 20/8/2016, 22:53
Messaggio #39


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv:

Luke Cage, ecco Mercedes “Misty” Knight in una nuova foto!

Si avvicina sempre di più il lancio di Luke Cage, la nuova serie Marvel / Netflix con Mike Colter.
Nell’attesa, ecco arrivare online una nuova immagine ufficiale che mostra l’eroe Marvel assieme a Mercedes “Misty” Knight, interpretata da Simone Missick. Nei fumetti, Misty Knight è una poliziotta che perde un braccio e si reinventa come vigilante grazie all’aiuto di Tony Stark.





User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 21/8/2016, 22:16
Messaggio #40


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv:

Luke Cage: il contesto politico e sociale in cui si trovano gli USA non verrà ignorato

Manca quasi un mese all’uscita di Luke Cage su Netflix: la terza serie sviluppata da Marvel TV dopo Daredevil e Jessica Jones è ancora avvolta nel mistero, ma una cosa la sappiamo – sarà diversa, nelle atmosfere, dalle altre due serie.
A confermarlo Jeph Loeb della Marvel TV in una intervista realizzata da CBR durante il Comic-Con e pubblicata solo ora:

Ci sono alcune ovvie differenze tra questa serie e le altre, nel senso che stiamo parlando del primo vero supereroe afroamericano, che viene dalle strade e vive in quell’ambiente. Quando abbiamo iniziato a sviluppare la serie, ci siamo chiesti: “Che aspetto avrà questa ambientazione?” Ci siamo davvero impegnati nel girare effettivamente ad Harlem. Luoghi come l’Apollo, così ricchi di cultura, di qualità etniche particolari… io e lo showrunner Cheo Hodari Cocker ci siamo sempre riferiti a questo aspetto come alla “musicalità di Harlem”, che ci permette di definire anche il tono della serie.

Ovviamente il contesto politico e sociale in cui si trovano in questo momento gli Stati Uniti non può essere ignorato da una serie con un protagonista afroamericano:

Non puoi fare Luke Cage senza pensare alla realtà, a ciò che sta capitando in questo paese e in generale. Non è il tema centrale della serie, ma vorremmo trasmettere un messaggio: “Questo è un pianeta solo, e dobbiamo trovare una soluzione”. Non basta costruire muri, non è una soluzione.

In Jessica Jones vedevamo Luke dal punto di vista di Jessica, ovviamente. Ma ora vedremo Luke in mezzo ai suoi amici, in mezzo a chi lo conosce, in mezzo al suo mondo. […] Sarà una serie realistica, i fumetti della Marvel funzionano al meglio quando sono ambientati nel mondo reale. Ci saranno persone che non capiranno come fa a fare ciò che fa… come fa a essere indistruttibile e fortissimo. Ci saranno persone che si chiederanno come è capitato, mentre altre persone si limiteranno a dire “ok, è semplicemente un altro tizio con i superpoteri”. Vogliamo che sembri il nostro mondo, anche perché questo ci aiuta a trasmettere meglio il messaggio della serie. Se invece volete solo divertirvi, la serie vi divertirà un sacco.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 31/8/2016, 23:23
Messaggio #41


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv:

Luke Cage: Netflix lancia una social video serie, ecco la prima parte

Netflix rilascia la prima parte di Marvel’s Luke Cage Street Level Hero, una Social Video Serie. Questi video fondono fiction e storia, mostrando gli elementi che costituiscono la rilevanza culturale e l’alto livello di autenticità dello show. La prima parte esplora la musica che accompagna la serie, e il produttore esecutivo Cheo Hodari Coker, Mike Colter, Ali Shaheed Muhammad e Adrian Younge (di A Tribe Called Quest, A$AP Ferg e Method Man) spiegano come la musica abbia influenzato ciascun episodio.


Video


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 29/9/2016, 23:21
Messaggio #42


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtaste:

Luke Cage: la recensione dei primi sette episodi in anteprima!

La fortunatissima collaborazione tra Marvel e Netflix si prepara a tornare sulla piattaforma streaming. Dopo Daredevil e Jessica Jones, arriva Luke Cage, terzo tassello del mosaico che poi andrà a comporre la base per Defenders. I 13 episodi della stagione arriveranno su Netflix, come di consueto rilasciati tutti insieme, il prossimo 30 settembre. Avendo avuto la possibilità di vedere in anteprima le prime sette puntate dello show, possiamo tracciare un primo bilancio della serie che, tra conferme stilistiche e qualche sorpresa nella storia, conferma il trend molto positivo di questo piccolo universo supereroistico metropolitano.
La storia è ambientata alcuni mesi dopo gli eventi di Jessica Jones, nel quartiere di Harlem. Luke Cage ha un doppio lavoro, tiene la testa bassa, allontana ogni possibile situazione compromettente. D’altra parte il destino, che in queste storie sembra sempre tendere una mano a chi ha le maggiori responsabilità, lo chiamerà in causa, e Luke sarà costretto a scegliere chi vuole essere per il suo quartiere e la sua gente. La nemesi in questo caso è rappresentata dal boss Cornell “Cottonmouth” Stokes, interpretato da Mahershala Ali (decisamente più sopra le righe rispetto al personaggio compassato di House of Cards). Dall’altra parte della barricata anche il criminale Shades, interpretato da Theo Rossi (Sons of Anarchy), qui in un ruolo meno scontato di quanto potremmo pensare, e la pericolosa Mariah Dillard (Alfre Woodard), cugina di Cornell.

Vicino a Luke si muovono delle figure-guida, che lo aiuteranno in vari modi a interpretare il suo ruolo nel mondo. Si tratta di Pops (Frankie Faison), barbiere e punto di riferimento della comunità di Harlem, di Misty Knight (Simone Missick), una detective dal carattere forte, e ancora una volta Claire Temple, l’infermiera interpretata da Rosario Dawson, che riprende il suo ruolo per la terza volta.

Chi ha amato la caratterizzazione di Luke Cage in Jessica Jones ritroverà lo stesso personaggio, la stessa furia controllata, la stessa fragilità e confusione che emergono a tratti nascoste dalla pelle corazzata. Luke è un personaggio continuamente in bilico tra l’agire e il timore di allungare la mano per afferrare il suo destino. Matt Murdock è un personaggio che ha già scelto di muoversi, ma che deve convivere ogni giorno con le contraddizioni della sua scelta; Jessica Jones forse voleva fare la differenza, ma qualcosa che si è spezzato dentro di lei le ha impedito di continuare sulla sua strada; Luke Cage ha paura. Qualunque dubbio sulle possibilità di Mike Colter di reggere sulle spalle il peso di una serie intera viene ben presto superato: veicola in ogni secondo i sentimenti di questo “gigante di vetro” che soffre per sé e per la sua gente, che prima di scatenare la forza bruta valuta ogni possibilità.

Chi ha amato la caratterizzazione di Luke Cage in Jessica Jones ritroverà lo stesso personaggio
L’altra grande protagonista di cui non abbiamo parlato è Harlem. Ancora una volta ogni piccola porzione dell’universo Marvel-Netflix trova il modo per legare l’identità profonda del suo eroe al tema centrale della narrazione. Daredevil, avvocato-giustiziere, è evidentemente legato all’amministrazione del bene e del male; Jessica ha un’identità femminile in un mondo di donne soffocate da legami; Luke è l’esponente che può fare la differenza in una comunità afroamericana in cui mancano le prospettive future. In un momento decisivo, Luke dirà di non credere in Harlem, ma nella gente che lo abita. Il paragone con The Wire avanzato da un produttore probabilmente è eccessivo, ma è chiaro in ogni momento come Luke Cage parli il linguaggio della piccola criminalità da strada, delle sfide quotidiane in una società ai margini, della possibilità di diventare – prima di un lottatore – un modello di rinascita per la propria gente.

Specificità a parte, chi ha visto le due precedenti opere ritroverà lo stesso stile e le stesse scelte: ambientazione prevalentemente notturna, superpoteri e superfacoltà utilizzati con il contagocce, grandissima coerenza con il Marvel-Netflix Universe, ma al tempo stesso molta distanza dal Marvel Cinematic Universe (anche se a un certo punto ci sarà un riferimento molto divertente). Buon ritmo, con le giuste pause che servono ad allargare la nostra empatia con il protagonista, consapevoli che la partita si gioca su tutta la stagione, e non sulla singola puntata. Ancora una volta, nella grande massa di storie di genere, si è capito come costruire qualcosa di diverso e necessario, che riesce a sfruttare la premessa dei superpoteri per raccontare storie più intime e particolari.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 29/9/2016, 23:23
Messaggio #43


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtaste:

Luke Cage: delle sequenze inedite nel nuovo trailer della serie

Netflix ha diffuso un nuovo trailer della serie Luke Cage, in arrivo sulla piattaforma di streaming il 30 settembre.
Luke Cage sarà ambientata sei mesi dopo i fatti di Jessica Jones. Composta da 13 episodi, la serie vede nel cast Mike Colter (Luke Cage), Mahershala Ali (Cornell “Cottonmouth” Stokes), Simone Missick (Misty Knight), Theo Rossi (Shades), Frank Whaley (Rafael Scarfe), Rosario Dawson (Claire Temple) e Sonia Braga (Soledad Temple). Cheo Hodari Coker ha scritto i primi due episodi ed è showrunner oltre che produttore esecutivo assieme a Jeph Loeb di Marvel TV.
Ecco il video contenente alcune sequenze inedite:


Video


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 29/9/2016, 23:24
Messaggio #44


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtaste:

Luke Cage arriva su Netflix prima di Iron Fist grazie alla popolarità del personaggio

Lo showrunner di Luke Cage, Cheo Coker, ha svelato il motivo per cui Netflix ha deciso di proporre ai suoi utenti prima la serie con protagonista Mike Colter invece che Iron Fist, come annunciato in precedenza.
In una recente intervista ha infatti dichiarato che l’accoglienza riservata al personaggio interpretato da Mike Colter in Jessica Jones ha cambiato i progetti:
“La Marvel è passata da ‘Ci prenderemo il nostro tempo’ a ‘Cambiamo e facciamo prima Luke Cage. Abbiamo questo concetto grandioso e lui buca lo shcermo, quindi seguiamo questo momento'”.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 8/10/2016, 12:45
Messaggio #45


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv

Luke Cage: ecco come nasce il primo show di Netflix con un supereroe di colore

Secondo lo showrunner di Luke Cage, Cheo Hodari Coker, la serie che debutta oggi su Netflix, è una sorta di western, imbevuto nella cultura hip-hop e avvolto in un mantello da supereroe, definizione che la critica potrebbe spiegare sottolineando come lo show sia – oggi più che mai – socialmente rilevante, poiché analizza profondamente il cuore della cultura dei neri americani in un momento di tensione razziale davvero forte nel paese.
Secondo Coker, la serie avrà il difficile compito di navigare in questo complesso momento storico per gli Stati Uniti, cercando di trovare un modo appropriato per spiegare il rapporto della comunità di colore con l’uso della parola “negro” (in originale nigger, considerato un dispregiativo slang del termine “persona di colore”.)

“Quella parola non viene mai usata nello show alla leggera, per quanto mi concerne, ogni volta che decidevamo di dirla, era perché c’era un motivo. Non è mai usata solo per dire. E sì, a volte sentirla può dare fastidio, ma è anche vero che questa non è una serie per bambini. Io ho sentito usare quella parola con profondo amore e per odio, la complessità stessa di quella parola ha una storia, non usarla quindi avrebbe reso meno completo lo show e, in quanto al fatto se la Marvel e Netflix fossero d’accordo nell’usarla, probabilmente la risposta è no, quindi sono preparato ad affrontare qualche critica.“

In Luke Cage troveremo diversi personaggi, da Cottonmouth (Mahershala Ali), convinto che le minoranze americane possano davvero avere successo senza per questo diventare criminali, a Mariah Dillard (Alfre Woodard), che nonostante stia cercando di aiutare la città in maniera legittima, accetta sottobanco i finanziamenti del cugino che arrivano dal riciclaggio del denaro sporco. Pi, naturalmente, c’è Luke con la sua visione molto più definitiva su cosa sia giusto o sbagliato e il quartiere di Harlem che, in un certo senso, funziona quasi come un personaggio a sé nella narrativa dello show, motivo per cui il contesto storico in cui Harlem è stato ricostruito nella serie, è stato curato con particolare attenzione dallo showrunner, perché il mondo in cui il protagonista della serie vive deve dare la sensazione al pubblico che sia proprio come l’Harlem reale e non una sorta di grottesca ricostruzione cinematografica della realtà.
“Con un simile cast dovevamo costruire un’ambientazione realistica e palpabile, perché desse al pubblico l’opportunità di capire che stiamo facendo le cose sul serio, a volte accade infatti che gli adattamenti di un fumetto non siano presi seriamente, come il fatto che una storia sia tratta da una graphic novel la sminuisca di per se stessa, ma io volevo che questo show potesse competere con qualsiasi dramma che c’è al momento in televisione, non volevo che fosse secondo a nessuno.“
L’importanza della cultura dei neri americani è anche tema principale della serie, ancora prima che il giocatore di football Colin Kaepernick conquistasse di recente gli onori della cronaca per la sua decisione di protestare nei confronti del trattamento che la comunità dei neri sta subendo nel paese ultimamente, decidendo di non alzarsi in piedi durante l’inno americano, Coker aveva scritto un monologo, che verrà pronunciato da Luke nel secondo episodio, in cui parlerà di Attucks, il primo nero americano che ha dato la vita per i diritti civili per aver affrontato i soldati inglesi dopo il massacro di Boston nel 1770.

“Volevo parlare della prima persona morta in una rivoluzione e di cosa questo significhi. Quando si guarda a ciò che è accaduto, Attucks avrebbe potuto tranquillamente evitare di rischiare la vita e tacere, ma si è fatto avanti. Abbiamo usato l’esempio di Crispus Attucks proprio per questo, perché molti giovani non sanno nemmeno chi lui sia e questo è il potere della musica, della televisione e dell’industria dell’intrattenimento: ti dà l’opportunità di raccontare delle storie che non vengono narrate da molto tempo educando le masse.“

E a proposito di cultura dei neri americani, un altro elemento fondamentale per la serie non poteva che essere la musica che – come spiega lo showrunner – dà un impulso allo show, che ha fornito l’opportunità di parlare dell’origine di alcuni stili musicali profondamente radicati nella cultura dei neri americani. Coker, ha sottolineato: “dato che io sono di colore e questi personaggi sono di colore, potevo raccontare una storia sulle persone di colore, qualcosa che non si vede spesso in televisione.” Tuttavia – ha proseguito lo showrunner – “non voglio che lo show piaccia solo ai neri, perché è stato concepito per un pubblico più ampio, se dovessi dargli una definizione direi che è uno show hip-hop, ma non è fatto a discapito di chi non si senta incluso dalla cultura che descrive.”

Luke Cage, in sostanza, è tante cose: cerca di avere un peso storico e sociologico, cerca di parlare dell’origine di una cultura e cerca anche di educare, ma soprattutto, vuole divertire il pubblico, perché dopotutto è una serie che parla delle avventure di un grande supereroe.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 8/10/2016, 12:46
Messaggio #46


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da BadTV:

Luke Cage: Mahershala Ali e Alfre Woodard parlano dei loro villain e rivelano…

Da oggi è disponibile su Netflix la serie Luke Cage, la nuova collaborazione tra Marvel e Netflix.
In un’intervista con il sito IGN, Mahershala Ali e Alfre Woodard hanno rivelato qualche dettaglio sui villain che interpretano negli episodi, Cornell “Cottonmouth” Stokes e Mariah Dillard.
L’attrice ha spiegato come fosse importante mostrare il legame familiare tra i due personaggi per aggiungere nuove sfumature alle interazioni tra la politica e il criminale:

“Tutti cercano di fare ordine nella vita che li circonda, e ci sono partnership, e quindi, specialmente se si ha una famiglia, tutte le persone sono coinvolte”.

L’attrice ha aggiunto:

“Nel momento in cui scopri tutte le differenze e i diversi modi di affrontare le cose, si è già cresciuti insieme, si hanno dei rapporti… quindi penso ritragga una situazione realistica di un politico che sta facendo carriera e ha nella sua famiglia un uomo di successo che entra ed esce dalle zone d’ombra della vita. Ma non si divorzia da loro”.

Lo showrunerr Cheo Coker ha inoltre preso una decisione precisa nell’adattare il personaggio di Black Mariah:

“Voleva omaggiare e riconoscere l’importanza di Black Mariah, ma ho iniziato a dire ‘Beh, dipende da chi mi chiama Black Mariah‘. Quindi abbiamo parlato di ciò che darebbe vita alla situazione ed è diventata una questione legata all’infanzia di questi cugini”.

Ali ha inoltre lodato il modo con cui Netflix e Marvel hanno sviluppato i villain nelle loro storie per il piccolo schermo:

“Direi che il pubblico sta diventando più sapiente e penso che gli eroi siano rimasti, in un certo senso, dentro un certo quadro della situazione. Sono i villain che sono diventati più interessanti. Sono stati resi più definiti. E devi capire cosa dà forza alle persone, cosa guida le loro azioni”.

Questa nuova rappresentazione dei nemici dei protagonisti rende più interessante la visione delle puntate anche a chi non sarebbe interessato alle storie di supereroi:

“Il mondo, inoltre, è diventato un po’ più complicato e in un certo senso un riflesso migliore di come viviamo le nostre vere vite. Per me, a questo punto, si tratta di rendere questi progetti grintosi e avere degli elementi che possano riflettere la vita urbana in qualche modo, forma o situazione che sembrano veritiere. Le persone possono affrontarle… e penso che sia una cosa positiva, perché concede un’opportunità di coinvolgere le persone che non sarebbero necessariamente interessate a questo tipo di storie. Chi pensa ‘Oh, è qualcosa di realmente buono. Non sono mai stato davvero attratto da questo tipo di storie, ma oltre a una persona in grado di volare, saltare, spostare cose, o ha una pelle impenetrabile, questo è grandioso”.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 8/10/2016, 12:47
Messaggio #47


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da Badtv

Mike Colter rivela come Luke Cage gestirebbe The Punisher

Nella seconda stagione di Daredevil ha debuttato Frank Castle, il personaggio affidato a Jon Bernthal.
Mike Colter, il protagonista di Luke Cage, ha ora rivelato come si comporterebbe se a Harlem arrivasse Punisher:
“No, non lo fermerei. Non mi sporcherei le mani con il sangue ma non lo fermerei nemmeno se si occupasse dei criminali. Lo lascerei agire. Non so se avrei dentro di me qualcosa che mi porti a pensare che devo fermare chiunque spazzi via il crimine in ogni caso… Non mi importerebbe abbastanza fermare qualcun altro che lo sta facendo”.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 7/12/2016, 23:49
Messaggio #48


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.823
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Da BadTv:

Luke Cage rinnovata da Netflix per una seconda stagione!

Vedremo ancora molto di Luke Cage.
Netflix ha infatti formalizzato il rinnovo della serie – che come tutti sapete vede protagonista Mike Colter – per una seconda stagione.

L’annuncio è giunto da pochissimo sull’account Twitter ufficiale dello show:

Luke Cage ✔ @LukeCage
Always forward. #LukeCage
19:51 - 4 Dic 2016
6.665 6.665 Retweet 8.730 8.730 Mi piace


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post

2 Pagine V  < 1 2
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 23/8/2019, 18:50