Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


4 Pagine V  < 1 2 3 4 >  
Reply to this topicStart new topic
> Decennio 2010 - 2020, Discussione
Fulvio84
messaggio 6/5/2020, 23:22
Messaggio #49


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.024
Thanks: *
Iscritto il: 8/4/2007
Da: Caserta




solo a me Zootropolis no ha detto niente? l'ho trovato scontato, ho capito chi era il cattivo immediatamente. Lo trovo un film simpatico, niente di che.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 6/5/2020, 23:48
Messaggio #50


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 10.046
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




Credo che il valore di Zotropolis sia più nel sottotesto, nel non detto, nella critica al mondo di oggi fatto di paura del diverso, di leader che fomentano la paura. È un film molto profondo, che ha sì una sceneggiatura semplice ma non si può definire banale.
Il suo problema forse è che è stato impostato come un film giallo, a tratti velatamente thriller, e il fatto che sia palese a tutti chi sia l’antagonista fa perdere un po’ quell’energia propositiva che hanno i film investigativi, ma il vero punto di forza è la capacità di questo film di raccontare con animali parlanti in una città come Zotropolis un problema così attuale e complicato. Per me è il miglior film Disney dal Pianeta del tesoro
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Fulvio84
messaggio 7/5/2020, 0:03
Messaggio #51


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.024
Thanks: *
Iscritto il: 8/4/2007
Da: Caserta




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 6/5/2020, 23:48) *
Credo che il valore di Zotropolis sia più nel sottotesto, nel non detto, nella critica al mondo di oggi fatto di paura del diverso, di leader che fomentano la paura. È un film molto profondo, che ha sì una sceneggiatura semplice ma non si può definire banale.
Il suo problema forse è che è stato impostato come un film giallo, a tratti velatamente thriller, e il fatto che sia palese a tutti chi sia l’antagonista fa perdere un po’ quell’energia propositiva che hanno i film investigativi, ma il vero punto di forza è la capacità di questo film di raccontare con animali parlanti in una città come Zotropolis un problema così attuale e complicato. Per me è il miglior film Disney dal Pianeta del tesoro


il pianeta del tesoro che trovo orrondo.
vabbe, de gustibus...

Forse e' che io nei film animati disney non cerco tutti sti messaggi nel sottotesto ma voglio la principess,a la strega e il bacio del vero amore. Messaggi piu profondi li preferisco dal cinema d'animazione giapponese che riesce a farli molto meglio e in modo piu' maturo secondo me.
Poi mettici che non amo gli animali e ho sempre preferito i film con personaggi umani

Messaggio modificato da Fulvio84 il 7/5/2020, 0:04


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 7/5/2020, 0:16
Messaggio #52


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 10.046
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




Beh, insomma, io col Pianeta del tesoro mi sono salvato dalla depressione. All’epoca vivevo in una condizione psicologica abbastanza...come dire...pesante..
Molto pesante...
E quel giovane protagonista incompreso che alla fine trova il suo posto nel mondo mi ha insegnato che forse anche io potevo farcela. Quando Jim si sente in colpa perché pensa che a causa sua sia morto il Signor Arrow in me è esploso tutto il senso di colpa per la mia inadeguatezza. Quando lui non riusciva a comunicare con sua mamma io mi rivedevo nel rapporto disastroso coi miei genitori.

So perfettamente che negli anni ho investito Il Pianeta del tesoro di significati forse più profondi di quelli che realmente ha, ma per me è stato così e avrò sempre un rapporto (forse) incomprensibile agli occhi di molti. Ma anche con obiettività credo di poter affermare che Jim sia un personaggio scritto in maniera impeccabile e che, da quel film in poi, in Disney non si sia mai più visto una scrittura di un personaggio tanto accurata e realistica.
Poi sì, degustibus smile.gif sono abituato alle persone che nemmeno sanno dell’esistenza di questo film (quando a me ha non solo cambiato la vita, ma l’ha letteralmente salvata), quindi capisco che possano esserci appassionati come me o persone a cui non è piaciuto tongue.gif

Ps: se hai voglia guardati queste analisi, sono di una youtubber Io ho un canale YouTube dove mi diverto ad analizzare i film d’animazione, ma non ci provo nemmeno a fare un video su questo film perché i video di questa youtubber li trovo perfetti

Pps: scusate per l’offtopic biggrin.gif tongue.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Fulvio84
messaggio 7/5/2020, 0:56
Messaggio #53


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.024
Thanks: *
Iscritto il: 8/4/2007
Da: Caserta




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 7/5/2020, 0:16) *
Beh, insomma, io col Pianeta del tesoro mi sono salvato dalla depressione. All’epoca vivevo in una condizione psicologica abbastanza...come dire...pesante..
Molto pesante...
E quel giovane protagonista incompreso che alla fine trova il suo posto nel mondo mi ha insegnato che forse anche io potevo farcela. Quando Jim si sente in colpa perché pensa che a causa sua sia morto il Signor Arrow in me è esploso tutto il senso di colpa per la mia inadeguatezza. Quando lui non riusciva a comunicare con sua mamma io mi rivedevo nel rapporto disastroso coi miei genitori.

So perfettamente che negli anni ho investito Il Pianeta del tesoro di significati forse più profondi di quelli che realmente ha, ma per me è stato così e avrò sempre un rapporto (forse) incomprensibile agli occhi di molti. Ma anche con obiettività credo di poter affermare che Jim sia un personaggio scritto in maniera impeccabile e che, da quel film in poi, in Disney non si sia mai più visto una scrittura di un personaggio tanto accurata e realistica.
Poi sì, degustibus smile.gif sono abituato alle persone che nemmeno sanno dell’esistenza di questo film (quando a me ha non solo cambiato la vita, ma l’ha letteralmente salvata), quindi capisco che possano esserci appassionati come me o persone a cui non è piaciuto tongue.gif

Ps: se hai voglia guardati queste analisi, sono di una youtubber Io ho un canale YouTube dove mi diverto ad analizzare i film d’animazione, ma non ci provo nemmeno a fare un video su questo film perché i video di questa youtubber li trovo perfetti

Pps: scusate per l’offtopic biggrin.gif tongue.gif


sto guardando il video, sono molto d'accordo con lei, specialmente quando fa paragone 2d-cgi

P.S. daro' un'altra visione al film

Messaggio modificato da Fulvio84 il 7/5/2020, 1:06


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
theprinceisonfir...
messaggio 7/5/2020, 1:06
Messaggio #54


Top Member
*****

Gruppo: Utente
Messaggi: 511
Thanks: *
Iscritto il: 27/9/2013




Bellissimo il messaggio di Scrooge, l'ho apprezzato molto smile.gif

Angelo invece... ti adoro, ma hai per caso preso delle goccine di recente? Mi ricordo che nel passato hai portato avanti una crociata contro il 3d e contro Rapunzel, con spassosi riferimenti ai susseguenti progetti etichettati "Rapunzel sugli sci" e "Rapunzel in Polinesia".
Adesso invece ti ritrovo pronto a difendere la decade dei classici animati, speranzoso nel futuro e tutto sommato contento dell'operato dei WDAS: o sono arrivati gli alieni a rapirti oppure sei la dimostrazione che non è mai troppo tardi per cambiare opinione Roftl.gif
Go to the top of the page
 
+Quote Post
Angelo1985
messaggio 7/5/2020, 10:11
Messaggio #55


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.033
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (theprinceisonfire @ 7/5/2020, 1:06) *
Bellissimo il messaggio di Scrooge, l'ho apprezzato molto smile.gif

Angelo invece... ti adoro, ma hai per caso preso delle goccine di recente? Mi ricordo che nel passato hai portato avanti una crociata contro il 3d e contro Rapunzel, con spassosi riferimenti ai susseguenti progetti etichettati "Rapunzel sugli sci" e "Rapunzel in Polinesia".
Adesso invece ti ritrovo pronto a difendere la decade dei classici animati, speranzoso nel futuro e tutto sommato contento dell'operato dei WDAS: o sono arrivati gli alieni a rapirti oppure sei la dimostrazione che non è mai troppo tardi per cambiare opinione Roftl.gif


laugh.gif laugh.gif laugh.gif
Ma no, quali goccine??? w00t.gif w00t.gif w00t.gif
Quale cambiamento di idea???

Per me la CGI resta pattume artistico, lo dicevo allora e lo ridico oggi, e definire animatori alla stessa stregua dei 9 old men dei nerd cresciuti a pane e Toy Story che non sanno cosa siano un foglio e una matita la trovo una bestemmia.
E confermo, nei Classici successivi a Rapunzel abbiamo sempre lei, lo stesso personaggio, modellato con abiti e colori diversi.
Ma è lei.
E trovo ancora oggi vergognoso il conflitto di interessi in cui abbiamo vissuto per quasi un decennio con un Lasseter a capo della sua Pixar e dei WDAS, su questo sono ancora più chiaro.

Ma tutto questo non significa che occorre buttare via il bambino con l'acqua sporca (quanta saggezza!).
Il decennio Revival per me ha rappresentato un ritorno al cinema, ma anche un ritorno a un'attività piena e articolata, con tanti progetti e diversità che a me hanno entusiasmato.
Certo, dopo il '14 qualcosa è scemato, ma la prima parte del decennio è stata sicuramente migliore del decennio passato.
Ho trovato disgustoso la conversione 2D-CGI in Frozen, con tanto di cambiamento di nome e di tematiche rispetto alla splendida fiaba originale; ma il film è un bel film, e se ti capita dovresti riuscire a leggere la mia recensione del lontano 2013 nella relativa sezione.

Ancor di più ho trovato offensivo la conversione forzosa 2D-CGI in Moana, che fino all'ultimo era stato definito e lavorato come 2D, ed è il motivo per cui non l'ho mai guardato.

Insomma, è vero che sono saggio, sexy e filosoficamente portato a guardare il bicchiere mezzo pieno, ma sono ancora scettico, insoddisfatto di molte cose, e cmq sexy; avevo già detto sexy?

icon_mickey.gif

Messaggio modificato da Angelo1985 il 7/5/2020, 10:17


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Angelo1985
messaggio 7/5/2020, 10:14
Messaggio #56


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.033
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (veu @ 6/5/2020, 22:13) *
Angelo, che ne pensi invece di Rapunzel?
sappiamo che scateneremo una guerra... ma ci teniamo a sapere che ne pensi in maniera approfondita


This time...
...it's WAR.

TO BE CONTINUED...

icon_mickey.gif


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Fulvio84
messaggio 8/5/2020, 22:00
Messaggio #57


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.024
Thanks: *
Iscritto il: 8/4/2007
Da: Caserta




CITAZIONE (Scrooge McDuck @ 7/5/2020, 0:16) *
Beh, insomma, io col Pianeta del tesoro mi sono salvato dalla depressione. All’epoca vivevo in una condizione psicologica abbastanza...come dire...pesante..
Molto pesante...
E quel giovane protagonista incompreso che alla fine trova il suo posto nel mondo mi ha insegnato che forse anche io potevo farcela. Quando Jim si sente in colpa perché pensa che a causa sua sia morto il Signor Arrow in me è esploso tutto il senso di colpa per la mia inadeguatezza. Quando lui non riusciva a comunicare con sua mamma io mi rivedevo nel rapporto disastroso coi miei genitori.

So perfettamente che negli anni ho investito Il Pianeta del tesoro di significati forse più profondi di quelli che realmente ha, ma per me è stato così e avrò sempre un rapporto (forse) incomprensibile agli occhi di molti. Ma anche con obiettività credo di poter affermare che Jim sia un personaggio scritto in maniera impeccabile e che, da quel film in poi, in Disney non si sia mai più visto una scrittura di un personaggio tanto accurata e realistica.
Poi sì, degustibus smile.gif sono abituato alle persone che nemmeno sanno dell’esistenza di questo film (quando a me ha non solo cambiato la vita, ma l’ha letteralmente salvata), quindi capisco che possano esserci appassionati come me o persone a cui non è piaciuto tongue.gif

Ps: se hai voglia guardati queste analisi, sono di una youtubber Io ho un canale YouTube dove mi diverto ad analizzare i film d’animazione, ma non ci provo nemmeno a fare un video su questo film perché i video di questa youtubber li trovo perfetti

Pps: scusate per l’offtopic biggrin.gif tongue.gif


per tornare al ns off topic.
Ho guardato stasera forse per la prima volta, Il Pianeta del tesoro con attenzione.
Ammetto che e' meglio di come lo ricordavo, ma continuo a trovarlo cosi cosi. Specialmente mi infastidisce il connobio di fondale 3D finto 2D che stona un bel po' coi bei disegni delle animazioni dei personaggi.
Diciamo che con disneyplus ho recuperato anche Mucche all riscossa che non avevo mai visto.
Alla fine sono rpdotti simpatici, si lasciano guardare, ma non rivedrei tanto repsto entrambi.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Hiroe
messaggio 8/5/2020, 23:26
Messaggio #58


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.878
Thanks: *
Iscritto il: 26/10/2008
Da: Pisa




CITAZIONE (Angelo1985 @ 7/5/2020, 10:11) *
Per me la CGI resta pattume artistico, lo dicevo allora e lo ridico oggi, e definire animatori alla stessa stregua dei 9 old men dei nerd cresciuti a pane e Toy Story che non sanno cosa siano un foglio e una matita la trovo una bestemmia.

Questo l'ho pensato anch'io per tanto tempo. Soprattutto agli albori della Pixar. Odiavo la nuova tecnica che stava soppiantando la "vecchia", detestavo cosa sentivo dire in giro dal grande pubblico, che "i film in 2D sono superati", che "i film fatti al computer sono il progresso", ecc ecc. Però la saga di Toy Story mi aveva conquistata, Nemo mi è piaciuto tantissimo, e piano piano l'accettai, fino a che iniziai a considerarla arte da Ratatouille e Wall-E. Non è il 2D, è una cosa diversa, ma è comunque arte, di un altro tipo.

All'inizio il 3D si proponeva di trovare il modo di riprodurre la realtà con un nuovo mezzo, come ha fatto tutta l'umanità nel suo percorso artistico fino a raggiungere vette sconosciute nel Rinascimento, dove l'arte pittorica e scultorea sono finalmente giunte a un livello superlativo (l'arte scultorea aveva già raggiunto un ottimo realismo con le opere greche e romane, diciamo fu ripresa e perfezionata); se quella era considerata arte, perché non considerare tale la modellazione di figure tridimensionali in uno spazio virtuale? Solo perché è virtuale?

Inoltre, la CGI ha seguito un ulteriore sviluppo come arte in sé per sé: una volta raggiunto il realismo, se ne è voluta discostare, creando personaggi caricaturali e ideali più che realistici, come fecero tutte le forme d'arte una volta abbandonato l'obiettivo di riprodurre la realtà (impressionismo, cubismo, ecc ecc).

Insomma, Angelo, la CGI è arte, ne ha tutte le caratteristiche; può non piacerti, sicuramente, ma io non me la sento più di negarle questo appellativo.

CITAZIONE (Angelo1985 @ 7/5/2020, 10:11) *
E confermo, nei Classici successivi a Rapunzel abbiamo sempre lei, lo stesso personaggio, modellato con abiti e colori diversi.
Ma è lei.

Clamoroso il personaggio di Honey Lemon, è Rapunzel alta con gli occhiali!!!!!! Però Anna e Elsa non sono uguali a Rapunzel, Moana è molto diversa (cambia dimensione e forma degli occhi, dimensioni e forma del naso, sopracciglia, attaccatura dei capelli alla fronte, zigomi, forma labbra, larghezza bocca, stazza del fisico - Moana è di costituzione più grossa ed è muscolosa... Cambia tutto! Guardale bene)... ma il personaggio femminile che si discosta di più dal modello Rapunzel è Gogo Tomago, non è un buon esempio di personaggio femminile diverso?


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Daydreamer
messaggio 8/5/2020, 23:45
Messaggio #59


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.826
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Che affascinante digressione Hiroe, grazie! Apprezzato assai happy.gif .


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
winnie & pimpi
messaggio 9/5/2020, 11:14
Messaggio #60


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.209
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (Hiroe @ 8/5/2020, 23:26) *
Questo l'ho pensato anch'io per tanto tempo. Soprattutto agli albori della Pixar. Odiavo la nuova tecnica che stava soppiantando la "vecchia", detestavo cosa sentivo dire in giro dal grande pubblico, che "i film in 2D sono superati", che "i film fatti al computer sono il progresso", ecc ecc. Però la saga di Toy Story mi aveva conquistata, Nemo mi è piaciuto tantissimo, e piano piano l'accettai, fino a che iniziai a considerarla arte da Ratatouille e Wall-E. Non è il 2D, è una cosa diversa, ma è comunque arte, di un altro tipo.

All'inizio il 3D si proponeva di trovare il modo di riprodurre la realtà con un nuovo mezzo, come ha fatto tutta l'umanità nel suo percorso artistico fino a raggiungere vette sconosciute nel Rinascimento, dove l'arte pittorica e scultorea sono finalmente giunte a un livello superlativo (l'arte scultorea aveva già raggiunto un ottimo realismo con le opere greche e romane, diciamo fu ripresa e perfezionata); se quella era considerata arte, perché non considerare tale la modellazione di figure tridimensionali in uno spazio virtuale? Solo perché è virtuale?

Inoltre, la CGI ha seguito un ulteriore sviluppo come arte in sé per sé: una volta raggiunto il realismo, se ne è voluta discostare, creando personaggi caricaturali e ideali più che realistici, come fecero tutte le forme d'arte una volta abbandonato l'obiettivo di riprodurre la realtà (impressionismo, cubismo, ecc ecc).

Insomma, Angelo, la CGI è arte, ne ha tutte le caratteristiche; può non piacerti, sicuramente, ma io non me la sento più di negarle questo appellativo.


La CGI non è arte come non è arte il 2d, si tratta semplicemente di tecniche. Ogni parola ha un suo significato preciso, è giusto essere corretti per non generare confusione.
Peppa Pig è realizzato in 2d ma non è arte. Biancaneve è realizzato in 2d ed è arte.

L'arte Rinascimentale non è migliore o peggiore dell'arte greca, egizia o medievale. Sono diverse perché perseguono obiettivi diversi. Sicuramente nessuna di queste è interessata a riprodurre la realtà, ma un ideale.

C'è una bella differenza tra ARTE, ARTIGIANATO e INTRATTENIMENTO. Sono tre cose diverse: l'arte è un prodotto culturale che usa una determinata tecnica per esprimere un contenuto in chiave metaforica.
L'artigianato è la produzione di beni, tramite il lavoro manuale.
L'intrattenimento ha lo scopo di divertire/emozionare lo spettatore.

A me pare che la Disney di oggi faccia solo intrattenimento, aldilà della tecnica che impiega.



User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Angelo1985
messaggio 9/5/2020, 11:16
Messaggio #61


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.033
Thanks: *
Iscritto il: 19/2/2008
Da: Firenze




CITAZIONE (Angelo1985 @ 7/5/2020, 10:14) *
This time...
...it's WAR.

TO BE CONTINUED...

icon_mickey.gif


Allora, cari veu, eccomi per rispondere alla vostra dichiarazione di guerra eheheh.gif

Capitolo Rapunzel.
Allora, vado per punti così che possa essere più chiaro:

1. Il film narrativamente parlando: quella che è la sceneggiatura, sinceramente a me non è dispiaciuta, anzi, si tratta di una fiaba che scorre bene, tra avventura e romanticismo mi sembra ci sia un buon bilanciamento, solo il finale mi sembra gestito frettolosamente.

2. Il film stilisticamente parlando: qui casca l'asino, perchè l'umorismo scelto in maniera così preponderante ammazza qualsiasi atmosfera, e pure le scene romantiche o più forti rischiano di lasciare sempre la sensazione che una gag sia dietro l'angolo; Flynn è insopportabile, non ha niente del fascino di un principe, sembra un ragazzo dei tempi moderni. Ed è questa la cosa peggiore di Rapunzel: capisco modernizzare, ma nel momento in cui mi ambienti un film in un'atmosfera di cavalieri e torri, devi anche capire che non puoi proporre un ragazzo dell'epoca come uno che parla e si muove come un giovane di oggi. Stessa cosa per lei: Rapunzel e i suoi capelli sono troppo, TROPPO, trattati modernamente. E la cattiva, Gothel non incute timore nè minaccia alcuna; Ursula era ironica, sottile e bofonchiava, ma era pericolosa e si vedeva. Gothel sembra solo una demente che si crede un po' furbetta. E la scelta di intitolarlo Tangled è terrificante, migliore la scelta italiana di chiamarlo Rapunzel, seguendo una certa filologia che da Aladdin a Tarzan arriva ai giorni nostri; peccato che la stessa scelta non è stata mantenuta con Frozen, ma quella è un'altra storia.

3. Il film artisticamente parlando: mi spiace, non riesco, l'effetto lecca lecca è troppo. Rapunzel segna per me l'inizio del baratro, la scelta che il 2D andasse archiviato; scelta che, a mio avviso, è stata decisa a tavolino da Lasseter, un imbroglio bello e buono per seppellire la matita con "l'insuccesso" costruito di Tiana e sdoganare finalmente ai WDAS la CGI come UNICO mezzo creativo. E sicuramente questo influisce sul mio giudizio mentre guardo il film, purtroppo è così.

Film bocciato? Direi di sì, mi spiace, il mio giudizio non riesce a raggiungere la sufficienza, una storia carina non può pesare più di una CGI gommosa e di una fiaba resa un cabaret.
Sono stato troppo cattivo? diavoletto.gif

icon_mickey.gif

Messaggio modificato da Angelo1985 il 9/5/2020, 11:22


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Hiroe
messaggio 9/5/2020, 14:51
Messaggio #62


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.878
Thanks: *
Iscritto il: 26/10/2008
Da: Pisa




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 9/5/2020, 11:14) *
La CGI non è arte come non è arte il 2d, si tratta semplicemente di tecniche. Ogni parola ha un suo significato preciso, è giusto essere corretti per non generare confusione.
Peppa Pig è realizzato in 2d ma non è arte. Biancaneve è realizzato in 2d ed è arte.

L'arte Rinascimentale non è migliore o peggiore dell'arte greca, egizia o medievale. Sono diverse perché perseguono obiettivi diversi. Sicuramente nessuna di queste è interessata a riprodurre la realtà, ma un ideale.

C'è una bella differenza tra ARTE, ARTIGIANATO e INTRATTENIMENTO. Sono tre cose diverse: l'arte è un prodotto culturale che usa una determinata tecnica per esprimere un contenuto in chiave metaforica.
L'artigianato è la produzione di beni, tramite il lavoro manuale.
L'intrattenimento ha lo scopo di divertire/emozionare lo spettatore.

A me pare che la Disney di oggi faccia solo intrattenimento, aldilà della tecnica che impiega.

Mi sa che non ci siamo capiti, Winnie: non sbagli quando dici che l'arte rinascimentale non è da considerarsi meglio o peggio di quelle antecedenti. Intendevo sicuramente riferirmi all'obiettivo specifico di riprodurre la realtà. In quel senso, l'arte rinascimentale ha raggiunto vette fino a prima inesplorate: anche l'arte sumera può essere considerata "più evocativa o espressiva" rispetto all'arte rinascimentale, ma ai sumeri proprio NON gli riusciva riprodurre la realtà meglio di così, e sicuramente con le loro arti se lo proponevano, così come i greci e i romani, con le loro statue, i busti ecc ecc. Nel medioevo Giotto ha fatto enormi progressi, ma nel riprodurre la realtà ancora era lontano, sia per le proporzioni sia per l'uso della prospettiva, ai fasti che avremmo raggiunto nei secoli a seguire. Ma bada bene, io stavo soltanto dicendo che l'arte per centinaia d'anni ha provato a riprodurre la realtà, NON che quello fosse l'unico obiettivo degli artisti, così come non ho detto che quello sia l'unico metro di giudizio di un'artista. Forse mi credi piuttosto superficiale su questo discorso, ma credimi, non è così, parlavo esclusivamente del lato dell'arte che vuole riprodurre la realtà.

Parlavo di quel lato per sottolineare il parallelismo con il percorso che ha intrapreso la modellazione in computer grafica.

Venendo al concetto di arte, sicuramente io parlavo di tecnica, se devo essere più precisa ti do ragione: anche io posso mettermi a scolpire nella pietra, ciò che ne uscirà fuori non sarà di certo "arte" eheheh.gif Nell'altro post mi riferivo a come si era espresso Angelo, dicendo che la CGI non può essere arte; cercavo quindi di esprimere che un film può essere artistico nonostante sia creato con la tecnica della CGI.

L'arte di creare film d'animazione ha tanti componenti, forse affascina così tanto (e tanti) perché è complessa. Un'opera d'arte come Biancaneve viene dall'unione di tanti aspetti, come degli ottimi disegni animati, ottima musica, trama scorrevole e divertente, ma anche tanta emozione e Pathos, così come degli attori che diano vita ai personaggi che sappiano dargli un'interpretazione adeguata. Quando si incontrano la maggior parte di questi ingredienti in un solo film si arriva a farne un'arte.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
winnie & pimpi
messaggio 9/5/2020, 17:08
Messaggio #63


Millennium Member
******

Gruppo: Utente
Messaggi: 1.209
Thanks: *
Iscritto il: 17/5/2008
Da: London




CITAZIONE (Hiroe @ 9/5/2020, 15:51) *
Mi sa che non ci siamo capiti, Winnie: non sbagli quando dici che l'arte rinascimentale non è da considerarsi meglio o peggio di quelle antecedenti. Intendevo sicuramente riferirmi all'obiettivo specifico di riprodurre la realtà. In quel senso, l'arte rinascimentale ha raggiunto vette fino a prima inesplorate: anche l'arte sumera può essere considerata "più evocativa o espressiva" rispetto all'arte rinascimentale, ma ai sumeri proprio NON gli riusciva riprodurre la realtà meglio di così, e sicuramente con le loro arti se lo proponevano, così come i greci e i romani, con le loro statue, i busti ecc ecc. Nel medioevo Giotto ha fatto enormi progressi, ma nel riprodurre la realtà ancora era lontano, sia per le proporzioni sia per l'uso della prospettiva, ai fasti che avremmo raggiunto nei secoli a seguire. Ma bada bene, io stavo soltanto dicendo che l'arte per centinaia d'anni ha provato a riprodurre la realtà, NON che quello fosse l'unico obiettivo degli artisti, così come non ho detto che quello sia l'unico metro di giudizio di un'artista. Forse mi credi piuttosto superficiale su questo discorso, ma credimi, non è così, parlavo esclusivamente del lato dell'arte che vuole riprodurre la realtà.


L'arte di creare film d'animazione ha tanti componenti, forse affascina così tanto (e tanti) perché è complessa. Un'opera d'arte come Biancaneve viene dall'unione di tanti aspetti, come degli ottimi disegni animati, ottima musica, trama scorrevole e divertente, ma anche tanta emozione e Pathos, così come degli attori che diano vita ai personaggi che sappiano dargli un'interpretazione adeguata. Quando si incontrano la maggior parte di questi ingredienti in un solo film si arriva a farne un'arte.


Capisco quello che intendi dire. Mi spiace ma non corrisponde al vero. Scusa se mi permetto di fare il professore di storia dell'arte.

Ti pare possibile che una civiltà raffinata e avanzata come quella egiziana fosse in grado di fare le piramidi, ma non di fare sculture realistiche?

Ancora oggi nella chiesa ortodossa si realizzano le icone con lo stile del medioevo. Non è che gli artisti siano ritardati mentalmente, è una scelta consapevole.
Ci sono state dispute molto accese nel primo cristianesimo sulla questione della rappresentazione di Dio. Sono state inventate mille scuse per giustificare la legittimità dell'arte dato che nella Bibbia sta scritto:
” Non ti fare scultura alcuna , nè immagine alcuna delle cose che sono lassù nei cieli e nelle acque sotto la terra ; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servire loro, perchè io, l’Eterno tuo, sono un Dio geloso …ecc.."

Per cui, per salvare la faccia, si sceglie di fare un'arte più simbolica possibile. Ma ancora oggi molti preti cattolici vorrebbero tornare all'uso delle icone.

Se Giotto avesse rappresentato in modo realistico Gesù mezzo nudo sulla croce, non solo sarebbe stato censurato, ma avrebbe probabilmente rischiato il carcere per blasfemia.

Pensa ai feroci sermoni di Savonarola, nel 400, contro l'arte rinascimentale considerata peccaminosa ed edonistica. E fa riferimento in particolare alle opere religiose di Filippo Lippi, non ai nudi di Botticelli.

Se l'arte cambia nei secoli è perché cambia la cultura e la mentalità del popolo.

Caravaggio, che era troppo avanti coi tempi, fu molto disprezzato per l'eccessivo realismo, considerato volgare e inopportuno. E' stato riscoperto e rivalutato solo in epoca recente.



La Disney di oggi è passata al CGI solo per questioni commerciali, non certo per ragioni artistiche.
A mio avviso le fiabe rendono decisamente meglio in 2d, per me Rapunzel e Frozen hanno perso tantissimo col passaggio al CGI.




User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Hiroe
messaggio 9/5/2020, 18:55
Messaggio #64


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.878
Thanks: *
Iscritto il: 26/10/2008
Da: Pisa




CITAZIONE (winnie & pimpi @ 9/5/2020, 17:08) *
La Disney di oggi è passata al CGI solo per questioni commerciali, non certo per ragioni artistiche.
A mio avviso le fiabe rendono decisamente meglio in 2d, per me Rapunzel e Frozen hanno perso tantissimo col passaggio al CGI.

Poco ma sicuro, non volevo dire che la CGI è una tecnica migliore dell'animazione in 2D... Volevo dire che è possibile fare arte nel cinema d'animazione anche con quella tecnica. Soprattutto quando si ricerca uno stile particolare o si fanno degli sfondi belli e particolareggiati come quelli utilizzati negli ultimi film WDAS, anche avvicinandosi all'astrattismo o ad altri stili pittorici.

Venendo al nostro off-topic sull'arte:
CITAZIONE (winnie & pimpi @ 9/5/2020, 17:08) *
Ti pare possibile che una civiltà raffinata e avanzata come quella egiziana fosse in grado di fare le piramidi, ma non di fare sculture realistiche?

No, infatti nel mio primo post ho specificato che la scultura è l'arte che già dai tempi antichi era in grado di riprodurre figure realistiche, egizi, greci e romani ne erano maestri. L'ho scritto esplicitamente.
Ho invece un parere diverso sulla pittura, i livelli di realismo raggiunti dagli artisti rinascimentali erano impensabili fino a qualche secolo prima. Caravaggio che hai citato, ad esempio, è addirittura successivo al Rinascimento (fine 1500 - inizio1600). Bada bene, non sto dicendo che per tutti gli artisti l'obiettivo fosse raggiungere il realismo, lo ripeto perché come dici tu era molto spesso criticato, soprattutto in ambito religioso.

Scusate oggi mi si è scaricato il cell mentre scrivevo e ho inviato con un misclick, non finendo il discorso... Comunque per me l'off topic può considerarsi concluso. Oltretutto non volevo oscurare, con questo off topic, le impressioni di Angelo su Rapunzel, che erano richieste dai veu e da prince, se non ricordo male.

Messaggio modificato da Hiroe il 9/5/2020, 22:58


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 10/5/2020, 20:10
Messaggio #65


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 19.112
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Grazie Angelo per la risposta... diciamo che sei stato molto soft, pensavamo la crociata fosse più dura... non è uno scherzo, anzi. Hai espresso bene le ragioni che ti portano a non apprezzare Rapunzel... che un po' richiamano, correggeteci se sbagliamo, anche quelle riportate da Winnie e Pimpi...

la tecnica è l'aspetto fondamentale...

Noi di Rapunzel rimproveriamo invece più che la tecnica, l'eccessiva comicità (come dici anche te Angelo)... è una cosa che rimproveriamo anche a La Principessa e il Ranocchio... in tutta onestà, pensiamo che forse avrebbero dovuto fare entrambe le storie in modo leggermente differente... ok la storia base di entrambe, però per Rapunzel maggior dramma (e una riscrittura in meno), per Tiana una riscrittura in più...
forse sarebbe stato anche meglio che Clements&Musker fossero assegnati a Rapunzel e Howard e Greno a Tiana... ricordiamo che Glen Keane nella sua stesura si era confrontato con Clements e Musker e poi quando loro tornarono alla Disney venne loro chiesto cosa volevano fare e alla fine furono assegnati al nuovo progetto Frog Princess... secondo noi sarebbe stato meglio assegnarli a Rapunzel e co-dirigere il film con Keane.
è vero che Musker e Clements hanno molta commedia, però forse se avessero seguito le direttive di Keane avrebbero aggiunto commedia ma mantenuto una base più drammatica (anche se il loro unico film prettamente drammatico, Il Pianeta del Tesoro, è stato un disastro al botteghino)...
o magari affiancare a Howard e Greno qualcuno della vecchia generazione... come avvenuto in Frozen dove Buck (vecchia guardia) è affiancato dalla Lee (nuova generazione) per contemperare le due anime
Sono discorsi che vengono alla mente...
è pur vero che alcune sequenze molto buone in Rapunzel ci sono (la scena delle lanterne, la danza nel Regno)... solo che c'è un'eccessiva comicità che estremizza e spezza troppo il tono...
Frozen invece è decisamente più drammatico e regge meglio come impostazione "fiabesca"...
secondo noi poi Rapunzel soffre di una "presenza femminile" alla sceneggiatura... è un film con protagonista una donna e forse una miglior caratterizzazione dei vari rapporti interpersonali sarebbe stato maggiormente importante (e crediamo che una donna alla sceneggiatura avrebbe giovato su questo aspetto)... Frozen, seppur abbia numerose pecche pure quel film (a cominciare, come detto da Angelo, dalla mancata traduzione del titolo in italiano su cui vuoi per abitudine vuoi per divagante inglesizzazione, ormai nessuno dice più nulla, seppure come titolo - Frozen - sia pessimo per una fiaba), ha il pregio di studiare maggiormente e mettere più a fuoco il rapporto Anna - Elsa, dovuto in parte all'ingaggio della Lee alla sceneggiatura/regia... ecco forse se Rapunzel avesse avuto una donna (che è più sensibile a certe tematiche, ma è normale) avrebbe potuto godere di un maggior approfondimento del rapporto Rapunzel - Gothel che avrebbe giovato alla pellicola


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 10/5/2020, 20:56
Messaggio #66


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.826
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




A me il rapporto Rapunzel/Gothel sembra sufficientemente approfondito. Ricordiamoci che sempre di un cartoon si tratta e non di Stanley Kubrick. Comunque deve avvicinare anche i bambini.
Tutte le scene Gothel/Rapunzel sono efficaci e ben fatte secondo me. Gothel sarà pure sopra le righe, con battutine e aspirazioni da diva, ma meno male. Ursula è meravigliosa ma un suo clone non lo desidero. Meglio Gothel e la sua personalità, perché è solo lei così nel pantheon delle donne villains.
La comicità e la farsa del film, quelle sì sono il vero tallone d'achille. Nonché qualche deriva post Shrek sulla contemporaneità, come sapientemente illustrato da Angelo. Purtroppo Rapunzel ha scontato il fatto di arrivare tra i primi, ad impianto fiabesco, ad arrivare dopo Shrek. Fosse stato fatto oggi, le cose sarebbero molto diverse, perché la serie TV "C'era una volta" ha aiutato tanto a recuperare un po' della maniera di "come trasporre una fiaba", pur farcendola di ritmi moderni. Chissà che se si farà il live action non potremo in parte essere risarciti...Lo spero almeno.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 10/5/2020, 21:26
Messaggio #67


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 19.112
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




ma il carattere di Gothel secondo noi non è un problema, è abbastanza diva e sopra le righe e funziona... intendiamo il rapporto tra lei e Rapunzel, forse avremmo giocato anche un po' sulla maggior affezione di Gothel a Rapunzel, invece è tutto univoco da parte di Rapunzel (Gothel non sembra molto legata alla figlia, eppure l'ha cresciuta per 18 anni), forse quello.
Gothel con le sue arie da diva e la sua personalità non va male... anzi del periodo Revival forse è ancora la migliore villain (seppure forse avrebbe potuto avere un ruolo maggiore)...
la comicità è il terribile punto debole del film... purtroppo! e lo sapevamo , tant'è che ci eravamo sempre opposti a che fosse troppo commedia, l'avremmo preferito decisamente più drammatico (o comunque anche con una vena di commedia ma più drammatico in fondo).
il live action di Rapunzel serve per correggere molte cose, anzi se fossimo in loro cambieremmo parecchi aspetti, lasceremmo solo un po' la storia base e la scena delle lanterne, per il resto lo faremmo tutto differente...


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Hiroe
messaggio 10/5/2020, 22:41
Messaggio #68


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 2.878
Thanks: *
Iscritto il: 26/10/2008
Da: Pisa




CITAZIONE (Daydreamer @ 10/5/2020, 20:56) *
A me il rapporto Rapunzel/Gothel sembra sufficientemente approfondito. Ricordiamoci che sempre di un cartoon si tratta e non di Stanley Kubrick. Comunque deve avvicinare anche i bambini.
Tutte le scene Gothel/Rapunzel sono efficaci e ben fatte secondo me. Gothel sarà pure sopra le righe, con battutine e aspirazioni da diva, ma meno male. Ursula è meravigliosa ma un suo clone non lo desidero. Meglio Gothel e la sua personalità, perché è solo lei così nel pantheon delle donne villains.
La comicità e la farsa del film, quelle sì sono il vero tallone d'achille. Nonché qualche deriva post Shrek sulla contemporaneità, come sapientemente illustrato da Angelo. Purtroppo Rapunzel ha scontato il fatto di arrivare tra i primi, ad impianto fiabesco, ad arrivare dopo Shrek. Fosse stato fatto oggi, le cose sarebbero molto diverse, perché la serie TV "C'era una volta" ha aiutato tanto a recuperare un po' della maniera di "come trasporre una fiaba", pur farcendola di ritmi moderni. Chissà che se si farà il live action non potremo in parte essere risarciti...Lo spero almeno.

D'accordissimo su tutto! Capisco quello che dicono i veu, potevano approfondire di più nel rapporto con Gothel, ma per me va bene anche così. Il film gode del miglior villain di questa decade, Gothel è veramente un personaggio completo, e il dominio psicologico che ha su Rapunzel è davvero perfido, subdolo, fa quasi venire il mal di pancia quanto riesca a indottrinare la ragazza fin da piccola, fa stringere il cuore.
È anche uno dei film con più Pathos e magia della decade: l'inizio con il magico fiore dorato incanta, ma penso anche al momento in cui Rapunzel e Flynn restano chiusi nella grotta inondata, quando Gothel si rende conto che Rapunzel non è più nella torre (momento da brivido), tutta la sequenza nel paese di Rapunzel comprese ballo e lanterne, quando Gothel dice a Rapunzel che stanno portando Flynn sulla forca...
Frozen non gode di tutti quei momenti di pathos, in quel film per non fare sembrare cattiva Elsa nemmeno per un secondo si sono mangiati delle occasioni di intensificare il racconto, come quando tira fuori il gigante di ghiaccio che si comporta da buttafuori...

Rapunzel è un po' sbilanciato sulla farsa e la comicità, è vero, ma ha momenti che altri film invidiano. C'è da dire che il pubblico non si sarebbe riavvicinato ai classici Disney, nell'era post Shrek, se Rapunzel non avesse avuto la padella o Flynn fosse stato un aitante cavaliere per bene, ecc ecc.. bisogna fare i conti con il pubblico, purtroppo.

Poi però rieduchi il pubblico ai film più epici, fiabeschi e musicali e te ne esci con Ralph Spacca Internet e Frozen 2, quindi pensi che tanta fatica sia stata fatta per niente.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 11/5/2020, 6:13
Messaggio #69


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.826
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




A distanza di un paio d'anni ho rivisto Ralph 2 e purtroppo non ci ha fatto una gran figura. Col distacco necessario l'ho rivalutato in negativo, in ambientazione internettiana e più contemporanea di così è evidente che lo stile e il ritmo devono essere quelli lì. Però il risultato spesso è ansiogeno (con tutti quei marchi che spezzano la sospensione di incredulità, il virus precognitore e l'ennesimo finale alla King King) e insopportabile (Vanellope in originale anche di più, con quel fare spavaldo e quel modo di parlare...Finezza portami via!! Spero non sia il modello di bambina imperante per il futuro). Le principesse anche loro mi sono sembrate molto meno simpatiche della prima visione. Ma mi rendo conto che per fortuna non fanno canone. Sono state disegnate e costruite tutte in rapporto al film e per fortuna sono state tolte dalla circolazione e in giro fanno presenza di sé solo le Classiche originali.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 11/5/2020, 12:29
Messaggio #70


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 10.046
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




E il problema vero di quel film è che invecchierà velocemente! Il rapporto che abbiamo con la tecnologia (alla base dello humor del film) muta costantemente e molto in fretta, questo film rischia di essere obsoleto già fra 2/3 anni come comicità
Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
Fulvio84
messaggio 11/5/2020, 13:13
Messaggio #71


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 3.024
Thanks: *
Iscritto il: 8/4/2007
Da: Caserta




Io penso che l’invecchiamento è il problema maggiore del CGI
Toy story non è mia piaciuto ma rivedere oggi le animazioni del primo a paragone dell’ultimo, t rendi conto dell’abisso.
Quando vedi un classico come a Biancaneve o Fantasia o Cenerentola, puoi pensare dhe la trama o lo stile siano d’altri tempi ma l’artisticità e la bellezze dell’animazione sono Immegabili anche a 80 anni di distanza.
Il cgi dopo 10 anni è da buttare e comunque ancora nn trasmette le emozioni cm il 2d.
Ma la disney per soldi ormai farebbe di tutto


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Daydreamer
messaggio 11/5/2020, 14:02
Messaggio #72


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 5.826
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




Eh non l'ho detto ma sì, vi sono alcune espressioni in cui Rapunzel è veramente brutta tanto, una quando guarda Pascal di traverso prima di lanciarsi dalla torre (e ci hanno pure fatto una foto marketing sti intelligentoni), l'altra è quando canta giunta fuori dalla torre, mentre fa la piroetta dopo aver toccato l'acqua e guarda agli uccellini nel cielo. Ecco, lì capisci che tutti gli sforzi che hai fatto per apprezzare il cgi sono risultati vani, perché io mi sono sforzato eccome per farmi piacere Rapunzel a tutti i costi visto che ci avevo speso anni di aspettative. Apprezzo alcune cose ancora oggi, ma ci sono rimpianti che non vi dico. Non ce n'è, l'animazione 2D allo stato attuale non la batte nessuna tecnologia. Spero di venire smentito ma credo ci debbano lavorare ancora un bel po' di anni. Oggi quando guardo un nuovo film animato Disney non riesco ancora a fare a meno di rinunciare al pensiero per niente subliminale di dire, chissà come sarebbe stato se fosse stato in 2D. Penso che la questione stia tutta lì. Chissà che il nuovo decennio porti a delle svolte.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:

4 Pagine V  < 1 2 3 4 >
Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 20/9/2020, 2:20