Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


 
Reply to this topicStart new topic
> Il Signore degli Anelli, Serie TV per Amazon
veu
messaggio 5/4/2018, 23:16
Messaggio #1


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.848
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




E' in progetto per Amazon la serie Tv sul Signore degli Anelli.

Amazon Studios ha siglato un accordo con la Tolkien Estate, la HarperCollins e la Warner per acquisire i diritti di sfruttamento del Signore degli Anelli. L’idea è quella di realizzare un’imponente serie tv in più stagioni che, secondo le prime dichiarazioni, esplorerà vicende precedenti alla Compagnia dell’Anello. Si parla anche di potenziali spin-off.

Si pensa addirittura di chiedere a Peter Jackson (regista della Trilogia cinematografica e de Lo Hobbit) di lavorare alla serie tv.
Oggi si parla anche del fatto che probabilmente sarà una serie tv prequel che si svilupperà in più stagioni, stile Il Trono di Spade.

Si dice che è la serie con il più alto budget della storia.

Dal sito Hollywood Reporter:

Inside Amazon's $250M 'Lord of the Rings' Deal: "It's Very Much a Creature of the Times"

After battling Netflix for rights to bring the popular series to the small screen, the network's groundbreaking negotiation guaranteed a five-season commitment of J.R.R. Tolkien's adaptation, making it the "most expensive TV series ever."
Nearly 45 years after his death, J.R.R. Tolkien scored the biggest Hollywood deal of 2017. Since the British author doesn't return phone calls anymore, it took a phalanx of lawyers and dealmakers to bring to fruition what is poised to be the most expensive TV show ever.

On Nov. 13, Amazon Studios beat out Netflix for a $250 million rights deal with the Tolkien estate, publisher HarperCollins and New Line Cinema that includes a five-season commitment to bring The Lord of the Rings to the small screen. With the clock ticking, Amazon must be in production within two years, according to the terms of the pact. When production expenses like casting, producers and visual effects are factored in, the series is expected to cost north of $1 billion.

Within weeks of Amazon chief Jeff Bezos' directive last September to his since-ousted content chief Roy Price to bring in the next Game of Thrones, negotiations were underway that also involved publisher HarperCollins and New Line. Greenberg Glusker attorney Matt Galsor, who served as the chief architect of the deal and repped the Tolkien estate, was hammering out terms that include a potential spinoff.

"This is the most complicated deal I've ever seen," Galsor says, "but it was handled relatively quickly, in a way that brought the parties together in a close relationship. It was tough, but everybody liked each other and felt like a team more as the deal closed."

Dan Scharf, Amazon's head of television business affairs, ran point for the streaming giant. New Line and parent Warner Bros. never had TV rights to Rings, but Amazon may use material from the films, so New Line co-president Carolyn Blackwood and Warner Bros. Picture Group chairman Toby Emmerich were brought into the talks.

The Tolkien book rights have a long and complicated history. Since the author originally sold rights to The Hobbit and The Lord of the Rings to United Artists in 1969, they have at points passed through the hands of MGM, producer Saul Zaentz and Miramax before New Line released Peter Jackson's six mega-hit adaptations, starting in 2001. Those films have earned $5.85 billion worldwide at the box office, underscoring the property's enduring popularity.

As for whether Jackson is involved in the TV series as an executive producer remains to be seen and would be up to him. His attorney Peter Nelson was not a part of the 2017 rights negotiations but recently helped start a dialogue between Jackson and Amazon."It's very much a creature of the times," Nelson says of the Amazon deal. "We are in an era where streamers are bidding up the price of programming. I think Amazon is taking a page out of the studios' emphasis on franchises. They also are realizing that with the overproduction of television, you need to get the eyeballs to the screen, and you can do that with franchise titles."

So far, there's no sign of Bob Weinstein or his estranged brother Harvey trying to elbow their way into the deal. The estranged brothers — the latter embroiled in an epic sex harassment and abuse scandal that was unfolding as the Amazon deal-making was in high gear — could have made noise. After all, they inked an agreement with New Line in 1998 while they controlled the Tolkien film rights at Miramax.

The Weinsteins were profit participants in the Rings trilogy, and they used their 1998 agreement as the basis to sue for a piece of the Hobbit films. Ultimately, they collected $12.5 million from the first Hobbit film, but nothing from the next two releases. "We won," says a studio source, "and they didn't get a dime for two or three."

Still, at least one deal insider wouldn't be surprised if either of the Weinsteins surfaced in the future to make a claim.



Traduzione dal sito Cinematographe:

Il Signore degli Anelli: Peter Jackson collaborerà alla serie Amazon?

Secondo un nuovo report, Amazon potrebbe spendere una vera fortuna per rendere realtà una serie su Il Signore degli Anelli: si parla di più di un miliardo di dollari. Inoltre, non viene esclusa in nessun modo la possibile collaborazione di Peter Jackson

Sono emersi nuovi dettagli sulla serie tv di Amazon ispirata al Signore degli Anelli
Dopo che è stato annunciato tempo fa che Amazon avrebbe speso una fortuna per portare la famosa epopea di J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli, sul piccolo schermo, poco altro è emerso sulla potenziale serie tv. Tuttavia, dopo un nuovo report di The Hollywood Reporter, stiamo finalmente iniziando a vedere come potrebbe essere lo show.

Il report afferma che Amazon ha speso 250 milioni di dollari solo per i diritti di realizzazione di una serie TV al di fuori del franchise. E come riporta THR, dopo aver preso in considerazione il costo del casting, i produttori, gli effetti visivi e tutto il resto, Amazon potrebbe essere coinvolto per oltre 1 miliardo di dollari.

Il più grande fattore che contribuisce a tale costo è la durata dell’impegno. Quando il servizio di streaming ha acquistato i diritti dagli eredi di Tolkien, dall’editore HarperCollins e da New Line Cinema, l’hanno fatto impegnandosi con non meno di cinque stagioni televisive. Netflix e altri produttori si erano precedentemente impegnati in ordini di due stagioni in precedenza, ma quelli sono stati principalmente per show che sono indubbiamente più più convenienti su scala ridotta. Un’altra parte dell’accordo è che Amazon garantisce che inizieranno la produzione della serie entro due anni.

Nel report viene anche raccontata l’intenzione di Amazon di produrre potenziali spin-off della serie. Chiaramente, Il Signore degli Anelli è la versione del servizio streaming di Il Trono di Spade e Amazon non vuole farsi cogliere impreparata. Vogliono avere idee per eventuali potenziali spin-off, per riuscire a recuperare i loro soldi molto più velocemente.

Un’altra interessante piega nell’affare riguarda New Line e la sua casa madre Warner Bros.. Lo studio cinematografico non possiede i diritti di alcun adattamento televisivo del classico di Tolkien, tuttavia è stato riferito che Amazon potrebbe utilizzare “materiale” dai film della serie. Ciò significa che Amazon ha anche dovuto scrivere un assegno a New Line come parte di quell’accordo da 250 milioni di dollari. Anche se noi non sappiamo cosa significhi esattamente “materiale”, con la trilogia di Peter Jackson considerata un punto culminante nel film fantasy, prendere in prestito non sembra una cattiva idea.

Infine, come potrebbero chiedersi i fan di Jackson, il regista non fa parte dell’accordo… ancora. Tuttavia, secondo THR, non c’è nulla che gli impedisca di unirsi alla serie in qualche modo e il suo avvocato ha aiutato il regista a creare un “dialogo” con Amazon.


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:
veu
messaggio 16/5/2018, 23:57
Messaggio #2


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.848
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




Segnaliamo che i rumors indicano che la prima serie sarà incentrata sulle vicende del giovane Aragorn.

Che vedremo l'incontro con Arwen e la loro storia?


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
Scrooge McDuck
messaggio 17/5/2018, 23:08
Messaggio #3


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 9.841
Thanks: *
Iscritto il: 8/2/2009
Da: Modena




Ho davvero tantissime aspettative per questa serie. Amazon non baderà a spese e avranno la possibilità di concedersi tutto il tempo che vorranno per raccontare tutta la storia nel modo più completo possibile!


User's Signature

______________________________________________

Il mio blogIl mio canale YoutubeLa mia pagina Facebook

Go to the top of the page
 
+Quote Post
veu
messaggio 21/6/2018, 23:36
Messaggio #4


Gold Member
*******

Gruppo: Moderatore
Messaggi: 17.848
Thanks: *
Iscritto il: 27/8/2005




La serie dovrebbe uscire nel 2021, ma stanno cercando di anticiparla al 2020.

Pare che la serie avrà 5 stagioni . Verrà girata in Nuova Zelanda e pensano anche ad altri luoghi.

Pare , da alcuni rumor (non confermati) che potrebbe pure ricoprire altre storie di Tolkien non utilizzate come "La Caduta di Gondolin" , libro che segnaliamo verrà pubblicato in italiano ad agosto

Segnaliamo che Lin Manuel Miranda lavorerà alla serie tv (non si sa ancora in quale ruolo, se per le musiche o come attore).

Dal sito CNET:

Amazon's Lord of the Rings series should be here by 2021

Amazon Studios head Jennifer Salke teases the show, which is early in its development, in industry interviews.

Amazon is in early development of its Lord of the Rings show, with Amazon Studios' new head Jennifer Salke hoping the show will air in 2021.

Salke said in an interview with The Hollywood Reporter that the show would be in production within the next two years.

"Despite all the chatter about it, the deal just closed a month ago. We've been talking to writers. We have an estate that's very active. I've spent three hours with Neil Tolkien. There's a lot of moving parts with it," Salke said regarding the early development process.

Salke also says there are "amicable" conversations with Peter Jackson, who directed both The Lord of the Rings and The Hobbit film trilogies, but no firm involvement on his part.

In another interview with Deadline, Salke said the show will likely involve "characters you love," but will not remake the movies. It's also possible the show could shoot in New Zealand, where the previous Rings movies have filmed, she said.

Both interviews are wide-ranging, with Salke detailing her plans for picking out future programs for Amazon, including how the streaming service recently rescued The Expanse from cancellation. She replaced Roy Price in the role earlier this year following harassment allegations.

CNET reached out to Amazon to confirm comment and has not immediately heard back.




User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post

Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 25/8/2019, 20:43