Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )


> Maleficent - Signora del Male, Disney Live Action
Daydreamer
messaggio 20/10/2019, 18:39
Messaggio #1


Gold Member
*******

Gruppo: Utente
Messaggi: 4.980
Thanks: *
Iscritto il: 9/4/2008
Da: Brescia




LIEVI SPOILER, NIENTE CHE NON SI INTUISCA GIA' DAI TRAILER.
Sono appena tornato dalla sala, col sorriso sulla faccia. Dichiaro subito che sono di parte, perché amo i fantasy, le creature fatate, le principesse, la natura, i suoi boschi, i suoi fiori, l'eleganza e la femminilità classica. In questo seguito c'è tutto questo, facendo stupenda mostra di sé. La storia è semplice, niente di particolarmente originale ma signori, finalmente un Fantasy con la F maiuscola, come non se ne vedono tanti in giro. La regia ha certamente aiutato tantissimo questo lungometraggio rispetto al precedente e la scenografia realmente costruita e non solo dettata dall'intervento CGI ha reso tutto molto caldo, verosimile, tattile e immersivo. Se c'è un dettaglio che ha gridato all'uncanny valley, per me sono stati il castello di Ulstead (ma lo perdono, perché omaggia i castelli dei parchi Disney) e alcune riprese panoramiche sul regno, perché le creature sono fortemente migliorate negli effetti speciali rispetto al primo film. Qui tutto è più studiato, curato. Ha aiutato moltissimo l'interpretazione degli attori, nessuno disorientato o svogliato, ognuno ha creduto nella sua parte e si è impegnato e questo ha sicuramente giovato alla storia. Che dire poi degli omaggi al Classico, sicuramente avrò perso qualcosa ma rispetto a quelli più ovvi, come l'abito rosa di Aurora che ricorda quello del Classico, il gioco dell'abito "che sia rosa/che sia blu", quello che mi è piaciuto di più è il personaggio di Greta, la servitrice della regina, che ricorda molto il menestrello di Re Uberto, ovviamente riveduta e corretta, classica figura da scagnozzo del potente come nei film di 30 anni fa.
Altissima la Pfeiffer, una stronza finalmente, senza vergogna di mostrarlo, senza ravvedimenti, come succedeva nei fantasy anni '80, come pure il goblin scienziato, sembra tirato fuori dai migliori fantasy anni '80. La regina non sarà l'orchessa che mi aspettavo dal seguito della favola ma è orchessa comunque, seppur non nell'aspetto, ed è chiaro che non poteva essere altrimenti, perché qui l'aspetto ha un importanza fondamentale e la morale del film è appunto quella di andare oltre le apparenze, perché i veri mostri lo sono nell'anima. Insomma chi ha amato Willow, Legend, La Storia Fantastica e perché no, pure Taron e la Pentola Magica e ci metto pure Avatar!, ritroverà anche qui parte di quelle atmosfere, il dark non è certamente insistito come allora ma l'elemento fantasy ribolle come quelli, senza sciocchi tentativi di ridimensione realistica come si vedono sempre negli ultimi tempi (sì, alludo al Trono di Spade), la stanza di Ingrid coi manichini mi ha ricordato tantissimo la sala delle teste di Mombi da Il Fantastico Regno di Oz. Spero vivamente di poter trovare ancora al cinema film confezionati bene come questo. Ho pure rivalutato la canzone sui crediti finali, "You Can't Stop The Girl" di Bebe Rexha, devo dire che ci sta proprio bene come chiusura sull'ultima scena del film e accompagna molto bene l'uscita dalla sala. Ps. han pescato tra il meglio del doppiaggio italiano, e si sente. Voto 8,5.

Messaggio modificato da Daydreamer il 20/10/2019, 19:35


User's Signature

Go to the top of the page
 
+Quote Post
I seguenti utenti hanno apprezzato questo post:



Fast ReplyReply to this topicStart new topic
1 utenti stanno leggendo questa discussione (1 visitatori e 0 utenti anonimi)
0 utenti:

 

RSS Versione Lo-Fi Oggi è il: 10/12/2019, 21:29